Analoghi e sinonimi di Warfarin

Anticoagulante indiretto, derivato cumarinico. Inibisce la sintesi di fattori di coagulazione vitamina K-dipendenti (II, VII, IX e X) e le proteine ​​anticoagulanti C e S nel fegato.

farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, il warfarin viene rapidamente assorbito dal tratto gastrointestinale. Viene anche assorbito attraverso la pelle.

Il legame con le proteine ​​plasmatiche è alto. Penetra attraverso la placenta. In piccole quantità escreto nel latte materno.

Il principio attivo warfarin è una miscela racemica di isomeri che vengono metabolizzati nel fegato. L'isomero S è più attivo e viene metabolizzato più velocemente dell'isomero R. Il metabolismo si verifica con la partecipazione di isoenzimi del citocromo P450 - 2C9, 2C19, 2C8, 2C18, 1A2 e 3A4, 2C9.

T1 / 2 in media 40 ore, nella fase terminale circa 1 settimana. La clearance dell'isomero R è solitamente metà della clearance dell'isomero S, con valori vicini di Vd, T1 / 2 dell'isomero R (37-89 h) in più dell'isomero S (21-43 h).

Studi con un'etichetta radioattiva hanno dimostrato che, dopo una singola assunzione, circa il 92% di warfarin viene escreto nelle urine come metaboliti e solo una piccola quantità invariata.

dosaggio

Individuo, in base ai parametri della coagulazione del sangue, alla risposta del paziente al trattamento, alla situazione clinica. Viene assunto per via orale alla dose di 2-10 mg / die.

Interazioni farmacologiche

Con l'uso simultaneo di anticoagulanti e farmaci con attività antipiastrinica aumenta il rischio di sanguinamento.

Con l'uso simultaneo di agenti anticolinergici, nei pazienti anziani possono verificarsi disturbi della memoria e dell'attenzione.

Se applicato contemporaneamente agli inibitori degli enzimi epatici microsomali, l'effetto anticoagulante del warfarin aumenta e aumenta il rischio di sanguinamento.

Con l'uso simultaneo di agenti ipoglicemizzanti le sulfoniluree possono aumentare il loro effetto ipoglicemico.

Con l'uso simultaneo dell'azione anti-coagulante di warfarin, induttori di enzimi epatici microsomali (inclusi bracci, fenitoina, carbamazepina), glutetimide, griseofulvina, dicloxacillina, coenzima Q10, mianserina, paratistamolo, retinoidi, rifampicina, coenzima Q10, mianserina, paracetamolo, retinoidi, rifampicina, coenzima Q10 vitamina K, acitretina, diuretici (spironolattone e clortalidone), amminoglutetimide, mercaptopurina, mitotano, cisapride, preparati a base di ginseng, glucagone.

È possibile potenziare l'azione anticoagulante del warfarin e aumentare il rischio di sanguinamento con l'uso simultaneo di eparina, FANS (incluso acido acetilsalicilico), derivati ​​pirazolone (inclusi fenilbutazone, sulfinpirazone), tramadolo, destropropoxifene, combinazione paracetama, farmaci antiaritmici (inclusi con amiodarone, chinidina, propafenone, moracizina), agenti antimicrobici e antifungini (inclusi cloramfenicolo, metronidazolo, cefamandolo, cefmetazolo, cefoperazone ohm, cefazolina, eritromicina, azitromicina, roxitromicina, claritromicina, cotrimossazolo, miconazolo, ketoconazolo, itraconazolo, fluconazolo, acido nalidixico, ciprofloxacina, norfloxacina, ofloxacina, acido aminosalicilico, benzilpenicillina, doxiciclina, isoniazide, neomicina, tetracicline, aztreonam), glibenclamide, acido valproico, chinino, proguanile, ciclofosfamide, metotrexato, fluorouracile, con combinazioni di etoposide e vindesina o carboplatino, ifosfamide con mesnale, tamoxifeno, Flutamide, interferone alfa (nell'epatite cronica C), l'interferone beta, saquinavir, clofibrato, ciprofibrate, fenofibrato, gemfibrozil, cimetidina, lovastatina, fluvastatina, simvastatina, piracetam, danazolo, tramadolo.

Se usati contemporaneamente con antidepressivi triciclici, disopiramide, felbamato, terbinafina, allopurinolo, dipiridamolo, idrato di cloralio, ranitidina, acido ascorbico, tocoferolo, i dati sulle interazioni farmacologiche sono ambigui.

Nei pazienti con alcolismo cronico che assumono disulfiram, gli effetti del warfarin sono stati migliorati.

Con l'uso simultaneo di Kolestiramin diminuisce l'assorbimento e la biodisponibilità di warfarin.

Con l'uso simultaneo di ticlopidina descritti casi di danno epatico. L'effetto anticoagulante del warfarin non cambia.

Con l'uso simultaneo di fenazone, la concentrazione di warfarin nel plasma sanguigno diminuisce.

Con l'uso simultaneo di fenitoina, un aumento iniziale dell'attività anticoagulante viene segnalato con una successiva diminuzione.

Se usati contemporaneamente con fluoxetina, trazodone, vitamina E, ci sono segnalazioni di aumento degli effetti del warfarin.

Con l'uso simultaneo di ciclosporina, si osserva una diminuzione reciproca degli effetti.

Con l'uso simultaneo di enoxacina, la clearance dell'isomero R diminuisce, ma non l'isomero S e il tempo di protrombina non aumenta.

Con l'uso simultaneo di acido etacrilico può aumentare l'effetto diuretico, ipopotassiemia, perché come risultato della competizione per il legame con le proteine ​​plasmatiche, aumenta la concentrazione di acido etanico (attivo) libero.

Con l'uso regolare di alcol può ridurre gli effetti del warfarin, apparentemente a causa dell'induzione degli enzimi epatici. Tuttavia, se il fegato è danneggiato, gli effetti del warfarin possono aumentare.

Se accidentalmente si prende una grande quantità di alcol può aumentare l'azione di warfarin.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Il warfarin è controindicato durante la gravidanza. Penetra facilmente nella placenta e può causare disturbi emorragici nel feto, oltre a uno sviluppo osseo anomalo.

Il warfarin viene escreto in forma inattiva con il latte materno. Non sono stati rilevati cambiamenti nel tempo di protrombina nei bambini la cui madre ha ricevuto warfarin durante il periodo dell'allattamento al seno. Gli effetti del warfarin nei neonati prematuri non sono stati studiati.

Effetti collaterali

Da parte del sistema di coagulazione del sangue: sanguinamento, ematoma, anemia; raramente, necrosi della pelle e altri tessuti a causa di trombosi locale.

Reazioni dermatologiche: dermatite, eruzione bollosa, alopecia.

Da parte dell'apparato digerente: nausea, vomito, diarrea, dolore addominale, epatite, colestasi, ittero, aumento dell'attività degli enzimi epatici.

Da parte del sistema cardiovascolare: colorazione viola delle dita dei piedi, vasculite, sensazione di freddo, brividi, parestesia.

Dal lato del sistema nervoso centrale: stanchezza, letargia, astenia, mal di testa, vertigini, disturbi del gusto.

Da parte del sistema respiratorio: raramente - calcificazione tracheale o tracheale-bronchiale con terapia a lungo termine (il significato clinico non è stato stabilito).

Reazioni allergiche: eruzione cutanea, gonfiore, febbre, orticaria, prurito.

testimonianza

Trattamento e prevenzione della trombosi ed embolia dei vasi sanguigni: trombosi venosa acuta ed embolia polmonare; trombosi postoperatoria; ripetuto infarto miocardico; come strumento aggiuntivo per il trattamento chirurgico o medico (trombolitico) della trombosi, nonché per la cardioversione elettrica della fibrillazione atriale; trombosi venosa ricorrente; riarbolismo dell'arteria polmonare; valvole cardiache protesiche e vasi sanguigni (è possibile una combinazione con acido acetilsalicilico); trombosi periferica, coronarica e cerebrale; prevenzione secondaria di trombosi e tromboembolia dopo infarto miocardico e fibrillazione atriale.

Controindicazioni

Malattie e condizioni ad alto rischio di sanguinamento, alterazioni patologiche nel sangue. Recenti operazioni cranio-cerebrali, interventi oftalmologici, interventi chirurgici per lesioni con un vasto campo chirurgico. Tendenza al sanguinamento nelle lesioni ulcerative del tratto gastrointestinale, nelle malattie del sistema urogenitale, nel sistema respiratorio; emorragie cerebrovascolari; aneurisma; pericardite, versamento pericardico, endocardite batterica. Grave malattia epatica o renale, ipertensione grave, DIC acuto.

Aborto minaccioso, gravidanza.

Condizioni inadeguate di laboratorio per il monitoraggio dei pazienti, mancanza di monitoraggio per i pazienti anziani, alcolismo, psicosi, disorganizzazione del paziente.

Puntura spinale e altre procedure diagnostiche con la potenziale minaccia di sanguinamento incontrollato. Ampia anestesia regionale, blocco. Ipertensione arteriosa maligna

Istruzioni speciali

Il rischio di sanguinamento aumenta con la terapia anticoagulante intensiva e prolungata.

Durante il trattamento, la dose deve essere monitorata e periodicamente determinata dal tempo di protrombina o da altri parametri di coagulazione.

Quando si utilizza warfarin contemporaneamente ad altri farmaci si deve tenere conto dell'elevata probabilità di interazioni farmacologiche.

La terapia anticoagulante con warfarin può aumentare il rischio di embolia con particelle di placche aterosclerotiche.

Con estrema cautela e dopo un'analisi approfondita del rapporto rischio-beneficio, warfarin deve essere usato nei seguenti casi: malattie infettive (incluso sprue) o disbiosi (a causa di terapia antibiotica); in caso di lesioni che possono causare sanguinamento interno; chirurgia o trauma con una grande superficie sanguinante; cateteri permanenti; ipertensione arteriosa grave e moderata; carenza di proteina C nota o prevista; vera policitemia, vasculite, diabete grave; reazioni allergiche moderate e gravi, reazioni anafilattiche.

I pazienti con insufficienza cardiaca congestizia richiedono un monitoraggio più frequente in laboratorio e la correzione delle dosi di warfarin.

L'uso simultaneo di warfarin con urochinasi e streptochinasi non è raccomandato.

Quando si utilizza il warfarin, è necessaria un'osservazione speciale per i pazienti anziani e le persone con disabilità mentali.

Si ritiene che la clearance renale abbia poco effetto sull'intensità dell'azione del warfarin.

Con una disfunzione epatica, il potenziamento degli effetti del warfarin è possibile a causa di una violazione della sintesi dei fattori della coagulazione e una diminuzione del metabolismo del warfarin.

La sicurezza e l'efficacia di warfarin nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni non sono state stabilite.

http://pharmacevtika.ru/annotation/Varfarin.html

Analoghi di Warfarin - una rassegna della nuova generazione di droghe con i prezzi

Il farmaco è un anticoagulante, previene il sangue dalla coagulazione, può essere utilizzato per lungo tempo. Il warfarin è disponibile sotto forma di compresse con lo stesso principio attivo. Se non si adatta al paziente a causa di un'allergia o mancanza di effetto, viene sostituito con analoghi. Scegli un farmaco aiuterà il medico.

Informazioni generali sul farmaco Warfarin

Il farmaco ha un effetto anticoagulante indiretto, inibisce la sintesi di sostanze nel fegato, che forniscono la coagulazione del sangue. Previene la formazione di nuovi coaguli di sangue, previene l'aumento di quelli già formati. ingredienti:

La concentrazione di mg di sodio warfarin

Magnesio stearato, lattosio, povidone, amido di mais, carminio di indaco, calcio idrofosfato diidrato

Imballaggio e prezzo, rubli

95 per 50 compresse 2,5 mg

Il farmaco viene utilizzato per la prevenzione e il trattamento di malattie. Indicazioni per l'uso:

  • trombosi venosa profonda;
  • fibrillazione atriale;
  • tromboembolismo polmonare;
  • infarto miocardico;
  • valvole cardiache protesiche.

Le compresse sono assunte per via orale una volta al giorno allo stesso tempo. La dose dipende dalla gravità della malattia e dal risultato del controllo della coagulazione del sangue (indicatore di laboratorio - INR). Non è possibile modificare il dosaggio o interrompere il trattamento da soli. Nei primi 2 giorni prendi 2,5-5 mg di warfarin, quindi la dose viene aggiustata in base all'INR.

Ai pazienti anziani e debilitati a rischio viene inizialmente prescritta una dose più bassa.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Lo strumento è proibito a ricevere in caso di ipersensibilità ai componenti della composizione. Altre controindicazioni:

  • sanguinamento interno;
  • endocardite batterica;
  • epatica, insufficienza renale;
  • ittero ostruttivo;
  • DIC acuto;
  • carenza di proteine;
  • trombocitopenia;
  • diatesi emorragica;
  • aggravamento delle ulcere gastriche;
  • l'alcolismo;
  • emorragia cerebrale;
  • età da bambini;
  • intolleranza ai componenti della composizione;
  • ipertensione grave;
  • trasferte di recente o operazioni complesse future, procedure diagnostiche;
  • Non c'è possibilità di valutare il sistema di coagulazione del sangue in laboratorio.

Nel trattamento del warfarin, gli effetti collaterali si sviluppano raramente. Ci sono i seguenti:

  • aumento del sanguinamento;
  • l'anemia;
  • vomito, nausea, diarrea, dolore addominale;
  • eosinofilia;
  • eruzione cutanea, orticaria, prurito, eczema, necrosi;
  • vasculite;
  • ittero;
  • perdita di capelli;
  • nefrite, urolitiasi;
  • necrosi tubulare;
  • sindrome palmare e plantare.

Funzionalità di ricezione

Sotto l'International Normalized Attitude (INR) si intende lo standard per determinare l'attività della coagulazione del sangue. Quando si assume warfarin, è necessario controllare l'indicatore. Il suo razionamento è inversamente proporzionale alla coagulazione. A valori elevati di INR, rallenta, aumenta l'ipocoagulazione.

In diverse condizioni del corpo, la norma dell'indicatore varia:

  • organismo sano - 0.85-1.25;
  • fibrillazione atriale cronica - 2-3;
  • valvola protesica meccanica - 2-3;
  • embolia polmonare, difetti cardiaci - 2-3;
  • prevenzione della trombosi nelle vene profonde dopo l'intervento chirurgico, trattamento della trombosi venosa - 2-3.

Con un indicatore di INR inferiore a 2, il sangue è considerato spesso, il farmaco è inefficace, quindi il suo dosaggio è aumentato.

Molti fattori influenzano il valore dell'indicatore. Questo è:

  • violazione della dieta - un aumento dei cibi in scatola ricchi di acido acetilsalicilico, aumenta il valore di INR, la vitamina K - riduce;
  • alcol, fumo;
  • prelievo errato di sangue venoso - temperatura, tempo trascorso nella provetta, l'ingestione accidentale di farmaci può influenzare la velocità;
  • età - nei bambini e negli anziani, l'indicatore è spesso sottostimato;
  • malattie dei reni, ghiandole tiroidee, complicanze infettive.

Warfarin analoga la nuova generazione

L'assunzione di pillole è accompagnata da molte difficoltà, tra cui la misurazione costante del valore di un rapporto internazionale normalizzato. Sono stati sviluppati nuovi fluidificanti del sangue. L'analogo di Warfarin non è sempre possibile senza il controllo dell'INR. I farmaci hanno meno reazioni avverse, sono usati per il trattamento e la prevenzione.

Pradaksa

Sostituzione anti-trombosi La nuova generazione di Warfarin è utilizzata per la prevenzione del tromboembolismo venoso, dell'ictus, del tromboembolismo sistemico, della fibrillazione atriale. Le capsule di Pradax richiedono 1 pz. 1-2 volte al giorno, indipendentemente dal pasto. Descrizione:

  1. Principio attivo: dabigatran etexilato.
  2. Il meccanismo del lavoro: azione anticoagulante, inibisce l'attività della trombina.
  3. effetti collaterali rispetto alla trombocitopenia analogico, orticaria, broncocostrizione, emorragia intracranica, ematoma, emottisi, dispepsia, disfagia, gastroezofagit, iperbilirubinemia, emartro, ematuria, aritmia, ipertensione.
  4. Controindicazioni: insufficienza renale, sanguinamento attivo, diatesi emorragica, disfunzione epatica e funzionalità renale, età fino a 18 anni.
  5. Prezzo, rubli: 3175 per 60 capsule.

Ksarelto

Un anticoagulante ad azione diretta è indicato per la prevenzione del tromboembolismo venoso dopo ampi interventi chirurgici. Xarelto è assunto per via orale, indipendentemente dall'assunzione di cibo, 10 mg una volta al giorno in un corso di 2-5 settimane. Descrizione:

  1. Ingrediente attivo: rivaroxaban.
  2. Il meccanismo del lavoro: allunga il tempo della formazione di un coagulo di sangue, protegge contro il sanguinamento coronarico interno.
  3. Gli effetti collaterali rispetto ad analogico: anemia, complicanze emorragiche, debolezza, vertigini, mancanza di respiro, angina, contusioni, indigestione, mal di testa, dermatiti allergiche, febbre, ittero.
  4. Controindicazioni: sanguinamento interno, gravidanza, allattamento, età fino a 18 anni, aterosclerosi, insufficienza cardiovascolare.
  5. Prezzo, rubli: 9475 per 100 compresse.

Farmaci di azione simile

La scelta di un sostituto del warfarin richiede un controllo medico, uno studio della storia del paziente e un monitoraggio continuo degli indicatori INR. È importante prendere in considerazione controindicazioni, effetti collaterali, valutare correttamente la composizione e calcolare il dosaggio.

Varfareks

Anticoagulante per un uso prolungato, indicato per la trombosi venosa profonda, tromboembolia polmonare, infarto del miocardio, fibrillazione atriale, protesi valvolare cardiaca. Le compresse sono prese una volta al giorno nella dose iniziale di 2,5-5 mg. Descrizione:

  1. Ingrediente attivo: warfarin.
  2. Il meccanismo del lavoro: previene la coagulazione del sangue, inibisce la sintesi dei fattori coinvolti in questo processo, previene la formazione di coaguli di sangue e un aumento di quelli esistenti.
  3. Effetti collaterali rispetto all'analogo: dita dei piedi rosso scuro, prurito, dermatiti, orticaria, nausea, vomito, ittero, febbre, debolezza, alopecia.
  4. Controindicazioni: emorragia interna, ittero, endocardite batterica, diabete, diatesi emorragica, trombocitopenia, alcolismo, ipertensione, bambini, gravidanza, allattamento, ulcera allo stomaco.
  5. Prezzo, rubli: 125 per 100 compresse.

Marevan

L'anticoagulante dell'azione indiretta ha già un effetto nel 2-7 ° giorno di somministrazione, accumulo nel plasma. Le sue indicazioni per l'uso sono trombosi venosa profonda, prevenzione di infarto miocardico e tromboembolia, trattamento di attacchi ischemici transitori e ictus. La dose iniziale di Marevan è 10,5 mg. Descrizione:

  1. Ingrediente attivo: sodio di warfarin.
  2. Meccanismo di lavoro: blocca i fattori di coagulazione della vitamina C nel fegato.
  3. Gli effetti collaterali rispetto ad analogico: sanguinamento, nausea, vomito, epatite, diarrea, priapismo, vasculite, necrosi cutanea, la calcificazione della trachea.
  4. Controindicazioni: malattia di von Willebrand, emofilia, trombocitopenia, diatesi emorragica, ittero, endocardite infettiva, versamento pericardico, diabete mellito, esacerbazione di ulcera gastrica, diverticolosi, cancro, demenza, psicosi, alcolismo, 1 ° e 3 ° trimestre di gravidanza.
  5. Prezzo, rubli: 150 per 100 pezzi.

clopidogrel

Un inibitore attivo specifico dell'aggregazione piastrinica ha un'azione coronarica-dilatativa. L'inibizione dell'adesione delle cellule del sangue viene osservata già 2 ore dopo la somministrazione. Lo strumento è indicato per la prevenzione delle complicanze trombotiche. Clopidogrel è assunto per via orale, indipendentemente dal cibo, 75 mg al giorno in un corso di 1-24 settimane. Descrizione:

  1. Ingrediente attivo: clopidogrel.
  2. Il meccanismo di lavoro: riduce il legame di adenosina trifosfato ai recettori piastrinici, indebolisce la loro aggregazione.
  3. Gli effetti collaterali rispetto ad un analogo: porpora, ematoma, leucopenia, agranulocitosi, allucinazioni, parestesie, vasculite, ipotensione, broncocostrizione, diarrea, dispepsia, gastrite, colite, artralgia, glomerulonefrite, eczema, orticaria.
  4. Controindicazioni: grave insufficienza epatica, sanguinamento acuto, gravidanza, allattamento al seno, età fino a 18 anni.
  5. Prezzo, rubli: 465 per 14 compresse.

Sinkumar

L'anticoagulante indiretto contiene un alcaloide, il cui picco di azione si verifica 1-2 giorni dopo la somministrazione. Sincumar è indicato per il trattamento e la prevenzione della trombosi, ictus embolico. La dose è prescritta singolarmente, il primo giorno è di 4-8 compresse, sostenendo quotidianamente - 1-6 mg. Descrizione:

  1. Ingrediente attivo: acenocumarolo.
  2. Meccanismo di lavoro: effetto antagonista alla vitamina K, viola la sintesi di protrombina, fattori di coagulazione del sangue.
  3. Effetti collaterali rispetto all'analogo: nausea, diarrea, mal di testa, esantema, sanguinamento.
  4. Controindicazioni: diatesi emorragica, insufficienza epatica, reni, neoplasie maligne, esaurimento fisico, ipovitaminosi K e C, retinopatia diabetica, gravidanza, allattamento.
  5. Prezzo, rubli: 775 per 50 compresse.

Lopirel

La droga antipiastrinica ha un effetto coronarodilatante, che si manifesta 2 ore dopo la somministrazione. Lopirel è usato per la prevenzione dell'aterotrombosi dopo infarto miocardico, ictus ischemico. Il farmaco viene assunto, indipendentemente dal cibo, 75 mg una volta al giorno. Il corso - da 7 giorni a sei mesi. Descrizione:

  1. Ingrediente attivo: clopidogrel.
  2. Il meccanismo del lavoro: inibisce l'aggregazione piastrinica, impedisce lo sviluppo di aterotrombosi.
  3. Effetti collaterali rispetto all'analogo: mal di testa, confusione, diarrea, colite, epatite, leucopenia, anemia, porpora, emartro, lichen planus, eruzione bollosa, orticaria, vasculite, broncospasmo, artrite, glomerulonefrite, febbre.
  4. Controindicazioni: insufficienza epatica, sindrome emorragica, sanguinamento acuto, gravidanza, allattamento, età fino a 18 anni, deficit di lattasi.
  5. Prezzo, rubli: 270 per 14 compresse.
http://vrachmedik.ru/3494-analogi-varfarina.html

Warfarin | Analoghi russi di droghe con prezzi e recensioni

Cosa può sostituire Warfarin per non controllare l'INR

La formazione di trombi è la più antica capacità evolutiva di un organismo. Accademico Vorobiev A.I. l'ha definita una "catastrofe dell'omeostasi". E il numero di fattori provocatori che contribuiscono alla sua educazione ha raggiunto il suo massimo oggi: uno stile di vita sedentario, fumo, alcol, diete malsane e interventi chirurgici.

La terapia antitrombotica, cioè finalizzata a prevenire la formazione di un coagulo di sangue, viene utilizzata ovunque. Si basa sull'assunzione di un farmaco come il warfarin. Tuttavia, insieme ai suoi meriti, ha un grosso inconveniente: la necessità di controllare l'INR. Molti sono interessati alla questione di come sostituire Warfarin per non controllare l'INR. Considera questo problema in dettaglio nell'articolo.

Warfarin in breve e cos'è l'INR

Questo farmaco è indicato come anticoagulanti indiretti. Funziona a causa del blocco dei fattori di coagulazione, la cui sintesi dipende dalla vitamina K. Inizia a funzionare entro pochi giorni dall'inizio dell'assunzione. Il farmaco originale è prodotto da Nycomed, Danimarca. Il medicinale viene prodotto sotto forma di compresse, una compressa contiene 2,5 mg della sostanza attiva.

Le principali indicazioni per il suo scopo:

  • prevenzione dei coaguli di sangue dopo l'intervento chirurgico;
  • condizioni dopo ictus e infarti;
  • trombosi venosa, tromboembolia;
  • prevenzione della trombosi nelle persone con valvole cardiache artificiali;
  • vari tipi di aritmie, inclusa la fibrillazione.

Il farmaco è controindicato nei pazienti con aumentato rischio di sanguinamento: disturbi della coagulazione, basso numero di piastrine, ulcera gastrica, ictus emorragico, aneurisma, stato prima dell'intervento, ferite estese. Inoltre, lo strumento non viene utilizzato durante la gravidanza e nei pazienti con ipersensibilità ai suoi componenti.

Il rapporto internazionale normalizzato, o INR, è un parametro che riflette lo stato del sistema di coagulazione del sangue. Il valore ottimale, sullo sfondo della ricezione del warfarin, gli esperti dicono 2-3. Una diminuzione del tasso seguente indica una carenza di dose e un rischio continuo di formazione di coaguli di sangue.

E il valore è più alto, soprattutto se supera i 3,5, indicando un alto rischio di sanguinamento e anche la necessità di interrompere completamente il farmaco. All'inizio del trattamento, l'indicatore viene determinato una volta alla settimana, quando vengono raggiunti diversi risultati stabili, dopo la selezione della dose, vengono trasferiti al controllo nella modalità 1 volta in 2 settimane.

Lo svantaggio principale del warfarin è la difficoltà della selezione della dose, la costante necessità di controllare l'INR, che può cambiare sotto l'influenza di molti fattori:

  • violazione della dieta: l'uso di cibi in scatola contenenti aspirina porta al suo aumento. Viceversa, la presenza nella dieta di cibi ricchi di vitamina K, aiuta a ridurla;
  • alcol e sigarette;
  • prelievo errato di sangue venoso: temperatura, tempo di sangue in una provetta, ingresso accidentale di un anticoagulante;
  • età. Nei bambini e negli anziani, a causa della natura del metabolismo epatico, si può sviluppare un sovradosaggio;
  • malattia renale;
  • malattia della tiroide;
  • complicanze infettive.

A causa di tali difficoltà nella terapia, molti pazienti hanno una domanda: cosa può sostituire il warfarin per il diradamento del sangue?

Analoghi e sostituti di Warfarin

Warfarin non ha analoghi completi. Uno specialista, solo se indicato, può suggerire una sostituzione con:

  1. Aspirina a bassi dosaggi.
  2. Eparina.
  3. Fondaparinux.

Oggi sul mercato sono comparsi i sostituti Warfarin di nuova generazione: Pradax e Xarelto. Questi strumenti non richiedono il monitoraggio dell'INR, hanno una lista più piccola di possibili effetti collaterali. Sono usati sia per il trattamento che per la profilassi. Si distingue per il loro costo elevato e per il fatto che non sono sempre presenti sul mercato.

Con valvole cardiache protesiche e fibrillazione atriale

Fino al 79% dei pazienti con difetti cardiaci soffre di aritmia, il più delle volte si tratta di fibrillazione atriale. Cosa può sostituire il warfarin con la fibrillazione atriale? Sono stati rilasciati nuovi anticoagulanti orali, vale a dire:

Sono paragonabili al Warfarin e, in alcuni casi, lo superano in termini di efficienza e sicurezza.

Ma il loro uso è limitato nei difetti valvolari cardiaci, condizioni dopo interventi chirurgici sul cuore, non sono stati condotti studi in pazienti con un filtro cava stabilito (un filtro speciale inserito nella vena cava previene lo sviluppo di tromboembolia in caso di coagulo di sangue).

conclusione

Il sistema di coagulazione del sangue è un meccanismo delicato, una violazione del suo lavoro può portare, da un lato, al sanguinamento e, dall'altro, alla trombosi. Pertanto, il monitoraggio costante e la conformità con tutti i requisiti della terapia sono essenziali per l'esecuzione.

Il farmaco deve essere selezionato solo da un medico, sulla base della storia e della tolleranza dei fondi, e in ogni caso è impossibile la sostituzione indipendente di un farmaco con un altro!

Quali farmaci possono sostituire il warfarin

Il warfarin è un anticoagulante di azione indiretta, volto a rallentare la coagulazione del sangue, che è un agente profilattico attivo che impedisce il verificarsi di coaguli di sangue e aumenta il tasso di INR diverse volte.

Il rapporto internazionale normalizzato (INR) è la quantità con cui viene esercitato il controllo sul livello della coagulazione del sangue, che caratterizza la quantità di protrombina.

Il monitoraggio dell'INR durante l'assunzione di Warfarin deve essere effettuato almeno una volta alla settimana, con una tendenza positiva e senza bruschi cambiamenti nelle prestazioni, un esame del sangue può essere eseguito con una pausa di 10-14 giorni.

Se l'indicatore di una relazione internazionale normalizzata non viene monitorato in tempo e supera il tasso consentito, la possibilità di sanguinamento aumenterà più volte. Determina l'INR può essere sia in clinica che in modo indipendente utilizzando un dispositivo speciale.

Questa caratteristica del farmaco, come il controllo dell'INR, non è del tutto conveniente e non è adatta a tutti i pazienti che richiedono un uso regolare di anticoagulanti per fluidificare il sangue.

Questo è il motivo per cui molti hanno a che fare con gli analoghi del warfarin che non richiedono il monitoraggio dell'INR.

Analoghi che richiedono il monitoraggio dell'INR

Il warfarin può essere sostituito con farmaci come:

Varfareks

Contiene 1 o 5 mg di warfarin sodico ed è indicato per trombosi, tromboembolia, attacchi cardiaci e valvole cardiache protesiche. Ha un numero impressionante di controindicazioni, compresa l'intolleranza individuale a uno dei componenti del farmaco, insufficienza renale, diabete, carenza di proteine.

Il ricevimento di questo farmaco è prescritto una volta al giorno, una compressa (preferibilmente alla stessa ora) fino al raggiungimento del valore INR richiesto.

Marevan

Contiene 3 mg di sodio warfarin, indicato per la trombosi, per il trattamento di infarti e ictus, così come la loro prevenzione. Ha una serie di controindicazioni impressionanti, un elenco delle quali può essere trovato nelle istruzioni del produttore.

Poiché i farmaci sopra menzionati e il warfarin hanno lo stesso principio attivo, quindi in presenza di ovvie controindicazioni o reazioni avverse, è necessario selezionare farmaci con meccanismi di azione simili, ma con una composizione diversa.

Analoghi disponibili

Un sostituto di warfarin, disponibile a un costo e volto a diradare il sangue, può essere acquistato in farmacia dopo la prescrizione appropriata. Il più delle volte è rappresentato da tali mezzi:

Come scegliere gli analoghi di Warfarin e cosa considerare

Il warfarin è un anticoagulante di effetti indiretti.

Durante l'azione del warfarin sodico, il processo di coagulazione del sangue viene rallentato a causa del blocco nel fegato della sintesi dei fattori dipendenti dalla vitamina K: il secondo, il settimo, il nono e il decimo. Il farmaco inizia la sua azione dopo 1,5-3 giorni.

Excreted dal corpo 4-5 giorni dopo l'ultima dose. Aiuta a prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Anticoagulanti di azione diretta e indiretta

Controllo INR

INR (International Normalized Attitude) - controllo della coagulazione del sangue.

Nello specifico, l'INR è un valore che indica la quantità di protrombina nel sangue. Con l'aiuto di Varafin, cercano di raggiungere l'indicatore INR - 2-3, per una persona con una valvola cardiaca protesica meccanica - 2.5-3.5.

Il warfarin aiuta a ridurre i coaguli di sangue, ma allo stesso tempo aumenta il tasso di INR diverse volte.

Se superi questo indicatore, c'è il rischio di sanguinamento.

Durante il ricevimento di Warfarin Nycomed, il sangue deve essere donato a un indicatore INR una volta alla settimana, con un indicatore stabile a lungo termine e nessun cambiamento nella routine giornaliera (pasti, dosaggio del farmaco), monitoraggio può essere eseguito una volta in 10-14 giorni.

L'INR è determinato in cliniche o indipendentemente utilizzando un dispositivo speciale.

Come scegliere analoghi della droga

Ci sono un gran numero di analoghi di Warfarin, inclusi quelli che non richiedono il monitoraggio dell'INR.

Tutti gli anticoagulanti esistenti sono suddivisi secondo la classificazione anato-terapeutico-chimica:

  • anticoagulanti indiretti (warfarin);
  • eparine (eparina, antitrombina);
  • preparati enzimatici (urochinasi, fibrinolizina);
  • anticoagulanti diretti (dabigatran, bivalirudina);
  • inibitori dell'aggregazione piastrinica (clopidogrel, acenocumarolo).

Analoghi disponibili

Considera gli analoghi più popolari del warfarin.

clopidogrel

E 'prescritto per la prevenzione dell'aterosclerosi nei pazienti dopo un infarto, ictus ischemico, anche per i pazienti con ACS (sindrome coronarica acuta).

Il principio di azione di clopidogrel è il seguente, il legame di adenosina difosfato (ADP) ai recettori piastrinici è inibito, il complesso di GPIIb / IIIa è attivato.

Non prescritto per ulcera peptica acuta, emorragia interna. Con una probabilità di 1/50, il sanguinamento gastrointestinale è possibile. In un caso su dieci, si osserva diarrea nei pazienti che assumono clopidogrel.

Il prezzo è 75 mg della sostanza attiva sotto forma di compresse (in un pacchetto di 28 pezzi) - 370 rubli.

Plavix

Clopidogrel ingrediente attivo di Plavix. Di conseguenza, il meccanismo di azione per lui è lo stesso di quello di clopidogrel.

L'unica differenza è che Plavix è la droga originale. La società farmacologica possiede la formula di clopidogrel.

La stessa quantità di Plavix è otto volte più costosa di Clopidogrel. 28 compresse da 75 mg del principio attivo costano 2921 rubli.

Sinkumar

Il principio attivo - l'acenocumarolo, appartiene agli anticoagulanti dell'azione indiretta. Acenocumarolo interferisce con la sintesi di fattori di protrombina, UE, 1X, X coagulazione del sangue.

Nominato con embolia, complicanze dopo infarto miocardico, trombosi, tromboflebite.

L'aspetto negativo di Sinkumar è la necessità di un'analisi del tempo di protrombina.

Nelle farmacie in Russia, il costo di Sinkumara varia da 470 a 570 rubli confezionando compresse da 2 mg numero 50.

Lopirel

L'ingrediente attivo è clopidogrel.

Data la mancanza di dati, non è consigliabile prescrivere Lopirel nella prima settimana dopo ictus ischemico acuto.

Deve essere usato con cautela nei pazienti con un aumentato rischio di sanguinamento, con la possibilità di un intervento chirurgico, così come contemporaneamente con l'assunzione di eparina, inibitori dei NSAID, COX-2.

Nelle farmacie di Mosca Lopirel costa 1266 rubli.

Come è la reovasografia degli arti superiori e inferiori e se è richiesta una preparazione speciale per la procedura.

Quali sono i farmaci trombolitici utilizzati in flebologia. Qual è il loro scopo e cosa dovrebbe essere ricordato quando si assumono medicinali in questo gruppo.

Cos'altro può sostituire il farmaco

Ci sono anche analoghi indiretti di warfarin.

L'effetto di tali farmaci è simile agli anticoagulanti convenzionali come il warfarin.

Alcuni di essi non solo non richiedono un monitoraggio regolare dell'INR, ma generalmente hanno anche minori effetti collaterali.

Pradaksa

Ad esempio, Pradax, il principio attivo dabigatran etexelate. Dabigatran è un farmaco a basso peso molecolare e non possiede attività farmacologica, è un inibitore diretto della trombina ed esercita il suo effetto direttamente nel plasma.

La concentrazione massima di una sostanza nel corpo viene raggiunta dopo 0,5-2 ore.

75 mg, 10 capsule di Padaks nelle farmacie di Mosca costano circa 700 rubli.

Ksarelto

Un altro analogo simile è Xarelto. Il suo principio attivo - rivaroxaban è un inibitore diretto altamente selettivo del fattore Xa.

Forse l'uso della disfunzione cronica dei reni. Non richiede aggiustamento del dosaggio per i pazienti anziani.

Il costo di Xarelto (20 mg, 28 compresse) è di 3000 rubli.

Riassumendo

Al momento, ci sono un numero enorme di farmaci che regolano la coagulazione del sangue nel mercato farmaceutico.

Solo alcuni decenni fa, tali farmaci avevano bisogno di un uso attento, l'osservazione del medico curante e il monitoraggio regolare di alcuni parametri del sangue.

Da allora, la medicina ha fatto grandi passi in avanti sviluppando gli ultimi farmaci che hanno un impatto minimo sul sistema di coagulazione del sangue, influenzando solo quei parametri che devono essere corretti.

Tuttavia, non è necessario impegnarsi nella ricerca di sé di una medicina adatta, affidarsi al medico nella scelta del miglior farmaco per il proprio corpo.

Raccomandiamo altri articoli correlati.

warfarin

Il warfarin è un farmaco la cui funzione principale è quella di mantenere il sangue coagulato.

Il suo effetto è di sopprimere la vitamina K, che è attivamente coinvolta nel processo di coagulazione del sangue. Il compito principale di un tale impatto sul corpo è prevenire la formazione di coaguli di sangue nel sangue. Questo farmaco è usato per la trombosi nelle vene.

In questa pagina troverai tutte le informazioni su warfarin: istruzioni complete per l'uso di questo farmaco, prezzi medi nelle farmacie, analoghi completi e incompleti del farmaco, nonché recensioni di persone che hanno già usato il warfarin. Vuoi lasciare la tua opinione? Si prega di scrivere nei commenti.

Gruppo clinico e farmacologico

Anticoagulante indiretto

Condizioni di vendita della farmacia

È rilasciato su prescrizione medica.

Quanto costa il warfarin? Il prezzo medio nelle farmacie è al livello di 90 rubli.

Rilascia forma e composizione

È fatto sotto forma di compresse. Il warfarin è una pillola di forma rotonda, di colore blu chiaro, con disegno a forma di croce. Le compresse sono confezionate in flaconi di plastica da 50 o 100 pezzi. Le fiale sono chiuse con tappi avvitati.

  • La composizione di 1 compressa contiene il principio attivo - warfarin sodico nella quantità di 2,5 mg.
  • Ingredienti aggiuntivi: amido di mais, lattosio, carminio indaco carminio diidrato di calcio idrofosfato, magnesio stearato, povidone 30.

Effetto farmacologico

L'effetto anticoagulante di warfarin (warfarin Nycomed) passa inibendo o rallentando la sintesi dei fattori della coagulazione dipendenti dalla vitamina K nel fegato (biosintesi dà sue proteine ​​della coagulazione).

Poiché il farmaco non agisce sulla coagulazione dei coaguli di sangue direttamente nel flusso sanguigno, l'effetto dell'aspirazione inizia approssimativamente dal terzo al quinto giorno. Warfarin (Warfarin Nycomed) ha una lunga emivita, alta biodisponibilità (oltre il 90 percento).

Indicazioni per l'uso

Il farmaco descritto è raccomandato per la prevenzione e il trattamento delle seguenti malattie:

  1. Vene varicose
  2. Emorroidi.
  3. Tromboflebite.
  4. Trombosi venosa ricorrente.
  5. Trombosi postoperatoria
  6. Trombosi della vena prossimale e profonda.
  7. Trombosi di vasi cerebrali.
  8. Tromboembolia dell'arteria polmonare, anche ripetuta.
  9. Infarto miocardico ripetuto
  10. Danno alla valvola cardiaca.
  11. Fibrillazione atriale.
  12. Complicanze tromboemboliche in caso di impianto di valvole artificiali o trapianto di vasi sanguigni.

Il trattamento chirurgico o trombolitico della trombosi richiede anche l'uso di warfarin. Questo medicinale viene anche usato durante il periodo di recupero dopo qualsiasi operazione durante la quale il paziente ha ricevuto troppi farmaci per arrestare il sangue.

Controindicazioni

Di solito, i medici non prescrivono questo rimedio a pazienti con:

  • ictus emorragico;
  • endocardite batterica;
  • aneurismi;
  • recente cervello traumatico o operazioni oftalmologiche;
  • sanguinamento acuto o probabilità di scoperta;
  • trombocitopenia;
  • pericardite (soprattutto essudativa);
  • ipertensione grave;
  • malattie dei reni e del fegato.

Inoltre, una controindicazione all'assunzione di una sostanza è una maggiore sensibilità ad essa o una tendenza all'alcolismo e alla psicosi.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Il warfarin penetra facilmente nella barriera placentare, può causare disturbi emorragici nel feto, anomalie dello sviluppo del tessuto osseo, atrofia del nervo ottico e cataratta, persino cecità, ritardo fisico e mentale, microcefalia. Pertanto, il farmaco è controindicato nelle donne in gravidanza.

Con il latte materno, il warfarin viene rilasciato in una forma inattiva. Quando si prendeva il farmaco da una donna che allattava nei bambini, non c'erano cambiamenti nel pattern di coagulazione del sangue. Di conseguenza, il warfarin può essere usato durante l'allattamento. L'effetto del warfarin sul corpo dei neonati prematuri non è stato studiato.

Istruzioni per l'uso

Le istruzioni per l'uso indicano che il warfarin è assunto per via orale, 1 volta / giorno, allo stesso tempo.

  • La dose iniziale è 2,5-5 mg / giorno. Un ulteriore regime posologico può essere impostato individualmente in base ai risultati della determinazione del tempo di protrombina o dell'INR. Il tempo di protrombina deve essere aumentato di 2-4 volte rispetto al basale e l'INR dovrebbe raggiungere 2,2-4,4, a seconda della malattia, del rischio di trombosi, del rischio di sanguinamento e delle caratteristiche individuali del paziente.

Nel determinare l'INR, l'indice di sensibilità della tromboplastina deve essere preso in considerazione e questo indicatore deve essere utilizzato come fattore di correzione (1,22 - quando si usa la tromboplastina domestica dal cervello del coniglio Neoplast e 1,2 - quando si usa la tromboplastina della ditta Rosh Diagnostics).

  1. Nel caso della fibrillazione atriale e durante la terapia di mantenimento per trombosi venosa e tromboembolia, si ottiene un effetto anticoagulante moderato (INR 2-3).
  2. Prima del prossimo intervento chirurgico (ad alto rischio di complicanze tromboemboliche), il trattamento inizia 2-3 giorni prima dell'intervento chirurgico.
  3. Quando si tratta di valvole cardiache protesiche, trombosi venosa acuta o tromboembolismo (nelle fasi iniziali), trombosi ventricolare sinistra e per la prevenzione dell'ischemia miocardica, si dovrebbe cercare un'azione efficace, osservata in INR - 2.8-4.0.
  4. In caso di trombosi acuta, il trattamento viene effettuato in associazione con eparina fino a quando l'effetto della terapia anticoagulante orale non si manifesta pienamente (non prima di 3-5 giorni di trattamento).
  5. Se combinato con l'uso di warfarin con l'indicatore ASA, l'INR dovrebbe essere compreso nell'intervallo 2-2,5.

Pazienti anziani e pazienti debilitati sono di solito prescritti con dosi più basse.

La durata del trattamento dipende dalle condizioni del paziente. Il trattamento può essere annullato immediatamente.

Effetti collaterali

In alcuni casi, l'uso di warfarin può provocare lo sviluppo di effetti collaterali indesiderati da vari sistemi corporei. Vale a dire:

  • ittero;
  • rash cutaneo;
  • orticaria;
  • prurito;
  • diarrea;
  • eosinofilia;
  • eczema;
  • necrosi cutanea;
  • vasculite;
  • perdita di capelli;
  • giada;
  • urolitiasi;
  • sanguinamento;
  • aumento della sensibilità al warfarin dopo un uso prolungato;
  • l'anemia;
  • nausea, vomito;
  • dolore addominale;
  • necrosi tubulare;

Reazioni di ipersensibilità, manifestate come eruzioni cutanee, e caratterizzate da un aumento reversibile della concentrazione di enzimi epatici, epatite colestatica, vasculite, priapismo, alopecia reversibile e calcificazione tracheale.

overdose

I sintomi di intossicazione cronica con sovradosaggio di warfarin sono la presenza di strisce di sangue nelle urine e nelle feci, sanguinamento dal naso o dalle gengive, emorragie nella pelle, sanguinamento eccessivo durante le mestruazioni, sanguinamento grave e prolungato con lesioni lievi dell'epidermide.

Se il tempo di protrombina supera il 5% e non ci sono altre possibili fonti di sanguinamento (nefrrorolitiasi, ecc.), Non è necessario regolare il regime di dosaggio. Con sanguinamento minore, la dose di warfarin viene ridotta o annullata per un breve periodo di tempo.

Se il paziente ha sviluppato un'emorragia grave, gli viene prescritta la vitamina K fino al completo recupero dell'attività coagulante. Il sanguinamento minaccioso è un'indicazione per trasfusione di plasma fresco congelato, sangue fresco o concentrati di fattori del complesso protrombinico.

Istruzioni speciali

  1. Prima dell'inizio della terapia, viene determinato un indicatore di INR (in base al tempo di protrombina, tenendo conto del fattore di sensibilità della tromboplastina). In futuro, condurre un monitoraggio di laboratorio regolare (ogni 2-4-8 settimane).

  • L'uso di qualsiasi farmaco influisce sulle prestazioni di assorbimento del warfarin.
  • Il warfarin non deve essere assunto in pazienti con galattosemia ereditaria, una deficienza dell'enzima lattasi, malassorbimento di glucosio-galattosio.

    L'effetto del farmaco aumenta con scompenso cardiaco scompensato, febbre, alcolismo con danno epatico concomitante, ipertiroidismo. Nell'ipotiroidismo, al contrario, l'effetto del suo uso può essere ridotto.

    Il trattamento dei pazienti anziani deve essere effettuato con precauzioni speciali, poiché la sintesi dei fattori della coagulazione e del metabolismo epatico in questi pazienti è ridotta, a causa della quale può esserci un effetto eccessivo dall'azione del warfarin.

    Interazioni farmacologiche

    1. I diuretici possono ridurre l'effetto degli anticoagulanti (in caso di pronunciata azione ipovolemica, che può portare ad un aumento della concentrazione dei fattori della coagulazione).
    2. FANS, dipiridamolo, acido valproico, inibitori del citocromo P450 (cimetidina, cloramfenicolo) aumentano il rischio di sanguinamento.

    L'uso combinato di questi farmaci e warfarin deve essere evitato (la cimetidina può essere sostituita da ranitidina o famotidina). Se è necessario il trattamento con chloramphenicol, la terapia anticoagulante deve essere temporaneamente interrotta.

    L'effetto del warfarin è indebolito da barbiturici, vitamina K, glutetimide, griseofulvina, dicloxacillina, carbamazepina, mianserina, paracetamolo, retinoidi, rifampicina, sucralfato, fenazone, colestiramina.

    Quando si usano farmaci (ad esempio lassativi) che possono aumentare il rischio di sanguinamento a causa di una diminuzione della coagulazione normale (inibizione dei fattori della coagulazione del sangue o degli enzimi epatici), la strategia della terapia anticoagulante deve essere determinata dalla possibilità di monitoraggio di laboratorio.

    Se è possibile un controllo di laboratorio frequente, quindi, se necessario, la terapia con farmaci simili, la dose di warfarin può essere ridotta del 5-10%. Se l'esecuzione di controllo di laboratorio è difficile, allora in caso di necessità, la nomina di questi farmaci warfarin deve esser cancellata.

  • L'effetto dell'alfarco acido, nilutamide, omeprazolo, paroxetina, proguanile, farmaci ipoglicemici orali - derivati ​​di sulfonamidi, simvastatina, sulfonamidi, tamoxifen, tirossina, chinina, chinidina, fluvoxamina, fluconazolo, fluoro acile, chinoloni, cloralio idrato, cloramfenicolo, cefalosporine, cimetidina, eritromicina, acido etacrinico, etanolo. In caso di uso combinato di warfarin con i suddetti farmaci, è necessario monitorare l'INR all'inizio e alla fine del trattamento e, se possibile, 2-3 settimane dopo l'inizio della terapia.
  • Recensioni

    Abbiamo raccolto alcune recensioni di persone sul farmaco Warfarin:

    1. Alexander. Prendo il warfarin da mezzo anno ormai. Il fatto è che durante l'esame in ospedale si è scoperto che ho un'aritmia. E tale diagnosi contribuisce alla formazione di coaguli di sangue. Il medico mi ha consigliato di usare anticoagulanti. All'inizio questo nome mi ha spaventato e ho preso solo l'aspirina per assottigliare il sangue. Ma poi mi sono convinto a provare. Iniziato con una pillola al giorno. Un mese dopo, ho controllato il sangue nella clinica, ho scoperto che questa dose è abbastanza adatta per me. Il fatto è che "Warfarin" è un forte anticoagulante e in caso di sovradosaggio è possibile il sanguinamento locale. Quindi vale la pena di monitorare sistematicamente l'analisi del sangue.
    2. Lyudmila. Il cardiologo prescriveva il warfarin, poiché vi erano attacchi di fibrillazione atriale e il medico vascolare (anch'io ho una tromboflebite) non prescrive il warfarin. Ho paura di iniziare un trattamento del genere, le iniezioni non possono essere fatte, ma devo ricorrere al loro aiuto per curare una malattia della vita. Mi chiedo se c'è un'altra droga che non è così complicata?
    3. Tatiana. Mio fratello non accetta più il warfarin. Domani è il funerale. Lacrime della mucosa gastrica ed esofagea, sanguinamento massiccio, in ospedale fallito. Nessun medico lo ha avvertito della dieta. Lui stesso, come molti pazienti, non ha letto le istruzioni per l'uso e non ha riferito ai parenti sul set di farmaci prescritti. Penso che questa sia una medicina pericolosa nella nostra medicina. A giudicare dalle recensioni, nessuno ha una garanzia contro un caso del genere. Un caso simile per l'amico di mia madre è un marito con un paziente bugiardo dopo un ictus emorragico e un'ulcera allo stomaco. Warfarin.
    4. Ilya. Io e mezzo fa fa un attacco di cuore e una bancarella. Ha preso il mese del warfarin. è andato sanguinante tre volte. Ho chiamato un'ambulanza. Ha smesso di prendere warfarin, ASA. Una settimana dopo ricominciò a riprendere. Gli ematomi andarono. Ridotto la dose della metà a 1,25 mg. La condizione migliorò, ci furono meno mal di testa, crampi alle gambe. Ma l'INR era 1,68, 0,89. PROVA ancora warfarin 2.5 e ASA 100mg.

    analoghi

    Come analoghi della droga Warfarin, si può notare quanto segue:

    • Sinkumar;
    • Fepromaron;
    • neodikumarin;
    • fenilin;
    • Biscotto etilico e alcuni altri.

    Prima di usare analoghi consultare il proprio medico.

    Condizioni di conservazione e durata

    Il farmaco viene conservato in un luogo protetto dalla luce solare e dall'umidità, inaccessibile ai bambini ad una temperatura inferiore a 25 ° C.

    La durata è di 3 anni o 5 anni (dipende dal produttore). Non assumere le pillole dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

    Warfarin: istruzioni per l'uso, analoghi e recensioni

    L'inizio dell'effetto anticoagulante si osserva 36-72 ore dopo l'inizio dell'uso del farmaco con lo sviluppo dell'effetto massimo per 5-7 giorni dall'inizio dell'applicazione.

    Dopo la sospensione del warfarin, l'attività dei fattori di coagulazione dipendenti dalla vitamina K viene ripristinata entro 4-5 giorni.

    Dopo l'ingestione, il principio attivo viene rapidamente e completamente assorbito nel tratto digestivo. La concentrazione massima del farmaco nel plasma sanguigno di individui sani viene rilevata dopo 60-90 minuti.

    L'emivita varia da 36 a 44 ore e la durata dell'azione anticoagulante è di 4-5 giorni. Il principio attivo è quasi completamente legato alle proteine ​​plasmatiche e solo l'1-3% del warfarin libero influenza la conversione della vitamina K nel fegato.

    Studi con un'etichetta radioattiva hanno mostrato che dopo una singola assunzione, circa il 92% del principio attivo viene escreto nelle urine come metaboliti e solo una piccola quantità viene lasciata invariata.

    Indicazioni per l'uso

    Cosa aiuta il warfarin? Secondo le istruzioni, il farmaco è prescritto nei seguenti casi:

    • trattamento e prevenzione della trombosi ed embolia dei vasi sanguigni:
    • trombosi venosa acuta ed embolia polmonare;
    • trombosi postoperatoria; ripetuto infarto miocardico;
    • come strumento aggiuntivo per il trattamento chirurgico o medico (trombolitico) della trombosi, nonché per la cardioversione elettrica della fibrillazione atriale;
    • trombosi venosa ricorrente;
    • riarbolismo dell'arteria polmonare;
    • valvole cardiache protesiche e vasi sanguigni (è possibile una combinazione con acido acetilsalicilico);
    • trombosi periferica, coronarica e cerebrale;
    • prevenzione secondaria di trombosi e tromboembolia dopo infarto miocardico e fibrillazione atriale.

    Istruzioni per l'uso dosaggio warfarin

    Le compresse vengono assunte per via orale alla stessa ora 1 volta al giorno.

    La dose iniziale standard di warfarin secondo le istruzioni per l'uso - da 2,5 a 5 mg al giorno.

    Se il farmaco viene prescritto per la prima volta, la dose iniziale raccomandata è di 5 mg al giorno per 4 giorni. Quindi, a seconda delle condizioni del paziente e dei parametri di laboratorio, viene determinata una dose di mantenimento, di solito tra 2,5 mg e 7,5 mg.

    Ulteriori dosaggi vengono impostati individualmente in base ai risultati della determinazione del tempo di protrombina o dell'INR.

    Il tempo di protrombina deve essere aumentato di 2 - 4 volte dall'originale e l'INR dovrebbe essere a un livello di 2,2 - 4,4, a seconda della malattia, del rischio di trombosi, del rischio di sanguinamento e delle caratteristiche individuali del paziente.

    Prima del prossimo intervento chirurgico (ad alto rischio di complicanze tromboemboliche), la terapia dovrebbe iniziare 2 o 3 giorni prima dell'intervento chirurgico.

    Nella trombosi acuta, il trattamento viene effettuato in associazione con eparina fino a quando l'effetto della terapia anticoagulante orale non si manifesta pienamente (non prima di 3-5 giorni di terapia).

    Nei pazienti anziani e debilitati, l'istruzione raccomanda la somministrazione di warfarin a dosi più basse.

    Per i bambini, il dosaggio iniziale è 0,2 mg / kg una volta al giorno e 0,1 mg / kg per la funzionalità epatica anormale. Il farmaco è prescritto ai bambini solo per motivi di salute e viene assunto sotto stretto controllo medico.

    Il corso del trattamento dipende dalle condizioni del paziente. Se necessario, il farmaco può essere annullato immediatamente.

    Effetti collaterali

    L'istruzione avverte della possibilità di sviluppare i seguenti effetti indesiderati quando prescrive il warfarin:

    • Da parte del sistema di coagulazione del sangue: sanguinamento, ematoma, anemia; raramente, necrosi della pelle e altri tessuti a causa di trombosi locale.
    • Reazioni dermatologiche: dermatite, eruzione bollosa, alopecia.
    • Da parte dell'apparato digerente: nausea, vomito, diarrea, dolore addominale, epatite, colestasi, ittero, aumento dell'attività degli enzimi epatici.
    • Da parte del sistema cardiovascolare: colorazione viola delle dita dei piedi, vasculite, sensazione di freddo, brividi, parestesia.
    • Dal lato del sistema nervoso centrale: stanchezza, letargia, astenia, mal di testa, vertigini, disturbi del gusto.
    • Da parte del sistema respiratorio: raramente - calcificazione tracheale o tracheale-bronchiale con terapia a lungo termine (il significato clinico non è stato stabilito).
    • Reazioni allergiche: eruzione cutanea, gonfiore, febbre, orticaria, prurito.

    Controindicazioni

    È controindicato nominare warfarin nei seguenti casi:

    • ipersensibilità accertata o sospetta al farmaco;
    • sanguinamento acuto;
    • gravidanza (termine I e le ultime 4 settimane di gravidanza);
    • grave malattia del fegato o dei reni;
    • DIC acuto;
    • carenza di proteine ​​C e S;
    • trombocitopenia;
    • pazienti con alto rischio di sanguinamento, compresi i pazienti con disturbi emorragici;
    • vene varicose dell'esofago;
    • aneurisma dell'arteria;
    • puntura lombare;
    • ulcera peptica e ulcera duodenale;
    • ferite gravi (incluso un intervento chirurgico);
    • endocardite batterica;
    • ipertensione maligna;
    • ictus emorragico, emorragia intracranica.

    overdose

    Il tasso di guarigione è al limite del sanguinamento, quindi il paziente può avere un sanguinamento minore (inclusa microembruria, emorragia gengivale).

    Nei casi lievi, è sufficiente ridurre la dose del farmaco o interrompere il trattamento per un breve periodo. Con un lieve sanguinamento sufficiente a smettere di prendere il farmaco per raggiungere il livello MHO.

    Nel caso dello sviluppo di gravi emorragie, è raccomandato nella / nella somministrazione di vitamina K, il concentrato del fattore di coagulazione o plasma fresco congelato, l'ingestione di carbone attivo.

    Se gli anticoagulanti orali sono indicati per l'ulteriore somministrazione, devono essere evitate grandi dosi di vitamina K, poiché la resistenza a warfarin si sviluppa entro 2 settimane.

    Analoghi Warfarin, prezzo in farmacia

    Se necessario, è possibile sostituire warfarin con una controparte per effetti terapeutici - questi sono farmaci:

    Scegliendo gli analoghi è importante capire che le istruzioni per l'uso di Warfarin, il prezzo e le recensioni di farmaci di simili azioni non si applicano. È importante consultare un medico e non effettuare una sostituzione indipendente del farmaco.

    Conservare in un luogo buio e asciutto inaccessibile ai bambini a temperatura fino a 25 ° C. Periodo di validità - 2 anni. Condizioni di vendita dalle farmacie - prescrizione.

    Cosa dicono le recensioni?

    Le recensioni dei dottori su warfarin variano in modo significativo. Pertanto, molti pazienti assumono il farmaco per un lungo periodo di tempo come mezzo efficace per fluidificare il sangue.

    Tuttavia, molte reazioni collaterali nota che accompagnano la somministrazione del farmaco - attacchi periodici di nausea, vertigini, aumento del sanguinamento.

    In questo caso, il trattamento dà buoni risultati solo se il regime di trattamento viene osservato e lo stato del corpo è costantemente monitorato.

    Istruzioni speciali

    Il rischio di sanguinamento aumenta con la terapia anticoagulante prolungata e intensiva.

    Durante il trattamento, è necessario controllare il dosaggio e determinare periodicamente il tempo di protrombina e altri parametri di coagulazione.

    Con l'uso simultaneo con altri farmaci deve tenere conto dell'elevata probabilità di interazioni farmacologiche.

    La terapia può aumentare il rischio di embolia con particelle di placca aterosclerotica.

    I pazienti con insufficienza cardiaca congestizia richiedono un aggiustamento della dose e un monitoraggio più frequente in laboratorio.

    Non raccomandato per l'uso simultaneo con streptochinasi e urochinasi.

    Durante la terapia, è necessaria un'osservazione speciale per i pazienti anziani e per le persone con disturbi mentali.

    Si ritiene che la clearance renale influenzi leggermente l'intensità dell'azione di warfarin.

    In caso di disfunzione epatica, è possibile osservare una diminuzione del metabolismo del farmaco e il potenziamento dei suoi effetti, che è associato a una violazione della sintesi dei fattori della coagulazione.

    Istruzioni per l'uso di Warfarin

    Il warfarin è un antagonista della vitamina K, un agente antitrombotico del gruppo degli anticoagulanti indiretti. Riduce il rischio di coaguli di sangue. È usato nel trattamento e nella prevenzione della trombosi, embolia dei vasi sanguigni.

    Rilascia forma e composizione

    Warfarin è disponibile in compresse da 2,5 mg, 3 mg e 5 mg. Le compresse sono confezionate in blister o in flaconcini.

    Il principale ingrediente attivo è il clatrato di sodio warfarin.

    Componenti ausiliari: magnesio stearato, calcio fosfato, lattosio, amido di mais, povidone 30, colorante.

    Azione farmacologica

    Farmacodinamica. Il warfarin è un derivato della cumarina. Appartiene al gruppo di anticoagulanti indiretti. Inibisce la produzione di fattori di coagulazione del sangue dipendenti dalla vitamina K e di proteine ​​anticoagulanti C e S nel fegato.

    Farmacocinetica. Il warfarin viene rapidamente assorbito dal tratto digestivo dopo somministrazione orale. Assorbito anche attraverso la pelle. Quasi completamente (97-99%) si lega alle proteine ​​plasmatiche del sangue.

    Si divide nel fegato in metaboliti attivi. L'emivita di eliminazione è in media di 40 ore. Il 92% del principio attivo viene escreto nelle urine sotto forma di metaboliti, una piccola quantità in forma invariata. Penetra nella barriera placentare.

    Nel latte materno viene escreto in piccole quantità.

    Indicazioni per l'uso

    Warfarin è stato prescritto per il trattamento e la prevenzione della trombosi e dell'embolia dei vasi sanguigni. indicazioni:

    • trombosi venosa acuta e ricorrente;
    • embolia polmonare;
    • trombosi postoperatoria;
    • ripetuto infarto miocardico;
    • valvole cardiache protesiche e vasi sanguigni (possibile combinazione con acido acetilsalicilico);
    • trombosi delle arterie coronarie, cerebrali, periferiche;
    • prevenzione della trombosi dopo infarto e fibrillazione atriale;
    • terapia e prevenzione di attacchi ischemici transitori e ictus.

    Controindicazioni

    Le controindicazioni all'uso di warfarin sono:

    • cambiamenti patologici nella composizione del sangue;
    • recente trauma cranico;
    • chirurgia oftalmica;
    • chirurgia estesa;
    • tendenza al sanguinamento con ulcera peptica, patologie dell'apparato respiratorio e urogenitale;
    • aneurisma;
    • emorragie cerebrovascolari;
    • endocardite batterica;
    • pericardite (inclusa forma essudativa);
    • ipertensione arteriosa grave e maligna;
    • grave insufficienza renale;
    • gravi violazioni del fegato;
    • trombocitopenia;
    • l'alcolismo;
    • psicosi;
    • mancanza di supervisione sul paziente anziano;
    • vasta anestesia;
    • tenere il blocco;
    • misure diagnostiche con la minaccia di sanguinamento incontrollato;
    • idiosincrasia del warfarin o uno dei componenti ausiliari del farmaco;
    • la gravidanza.

    Dosaggio e somministrazione

    I dosaggi del farmaco sono selezionati individualmente per ciascun paziente, tenendo conto delle indicazioni, degli indicatori di coagulazione del sangue e dell'efficacia del trattamento. Il warfarin può essere somministrato in dosi da 2 mg a 10 mg al giorno. Anche la durata del trattamento è stabilita dal medico.

    Il farmaco viene preso una volta al giorno, allo stesso tempo.

    Se il warfarin viene somministrato a un paziente per la prima volta, la dose iniziale raccomandata è di 5 mg al giorno per 4 giorni. Quindi, a seconda delle condizioni del paziente e dei parametri di laboratorio, viene determinata una dose di mantenimento, di solito tra 2,5 mg e 7,5 mg.

    Se il paziente stava assumendo warfarin prima, per i primi 2 giorni il farmaco viene somministrato ad un dosaggio di due volte la dose di mantenimento nota. Quindi 3 giorni, viene assunta una dose di mantenimento. Il giorno 5, i valori di laboratorio vengono monitorati e il dosaggio di mantenimento viene regolato.

    Per i bambini, il dosaggio iniziale è 0,2 mg / kg una volta al giorno e 0,1 mg / kg per la funzionalità epatica anormale. Il farmaco è prescritto ai bambini solo per motivi di salute e viene assunto sotto stretto controllo medico.

    Effetti collaterali

    In alcuni casi, l'uso di warfarin può provocare lo sviluppo di effetti collaterali indesiderati da vari sistemi corporei. Vale a dire:

    • da parte del sistema di coagulazione del sangue - ematomi, sanguinamento, anemia, raramente necrosi della pelle e dei tessuti causata da trombosi locale;
    • da parte dell'apparato digerente: nausea, vomito, diarrea e dolore addominale;
    • da parte del fegato - aumento dell'attività degli enzimi epatici, colestasi, epatite, ittero;
    • da parte del sistema cardiovascolare - colorazione viola delle dita dei piedi, brividi, vasculite, parestesia;
    • da parte del sistema respiratorio - calcificazione tracheale o tracheale-bronchiale (raramente, con uso a lungo termine di warfarin);
    • da parte del sistema nervoso - stanchezza, vertigini e mal di testa, una violazione del gusto, astenia;
    • reazioni dermatologiche - alopecia, dermatite, eruzione bollosa;
    • reazioni allergiche - eruzioni cutanee e prurito, orticaria, edema, febbre.

    Con un'overdose della droga c'è un aumento di sanguinamento, sanguinamento. In caso di avvelenamento lieve, è sufficiente ridurre la dose o interrompere la ricezione di warfarin per diversi giorni. Nel sovradosaggio acuto vengono prescritti gli assorbenti.

    La lavanda gastrica non viene eseguita a causa del rischio di sanguinamento. Quando grave intossicazione prescritto vitamina K per via endovenosa (dose di 5-10 mg).

    Con emorragia pericolosa per la vita, trasfusioni di sangue, plasma fresco congelato o fattori concentrati del complesso protrombinico vengono eseguiti.

    Istruzioni speciali

    Durante il trattamento con warfarin è richiesto:

    • obbligatoria stretta osservanza del paziente con il regime prescritto e le dosi del farmaco;
    • monitoraggio periodico dei parametri di coagulazione del sangue;
    • monitoraggio frequente e regolare del laboratorio e aggiustamento della dose di warfarin in pazienti con insufficienza cardiaca congestizia;
    • monitoraggio costante di pazienti anziani e pazienti con disturbi mentali;
    • cautela durante l'assunzione di warfarin in presenza di alcune malattie - disbiosi, patologie infettive, lesioni con una minaccia di emorragia interna, ipertensione arteriosa moderata, vasculite, diabete grave, reazioni allergiche moderate e gravi, reazioni anafilattoidi;
    • tenendo conto dell'elevata probabilità di interazioni farmacologiche con l'uso simultaneo con altri mezzi.

    Interazioni farmacologiche:

    • in combinazione con farmaci anticolinergici può causare disturbi della memoria, diminuzione della concentrazione negli anziani;
    • in combinazione con agenti ipoglicemici (derivati ​​sulfonilurea) aumenta il loro effetto terapeutico;
    • in combinazione con l'acido etacrinico aumenta l'effetto diuretico, provoca lo sviluppo di ipopotassiemia;
    • in combinazione con la ticlopidina può causare danni al fegato;
    • con cautela prescritta con antidepressivi triciclici, allopurinolo, ranitidina, acido ascorbico, tocoferolo, terbinafina, dipiridamolo, idrato di cloralio, disopiramide, felbamato;
    • con l'uso simultaneo di Kolestiramina, l'assorbimento e la biodisponibilità di warfarin diminuiscono;
    • con l'uso simultaneo di ciclosporina, l'effetto terapeutico di entrambi i farmaci è ridotto;
    • se assunto con fenazone, il livello di warfarin nel plasma sanguigno diminuisce;
    • in combinazione con fluoxetina, vitamina E, trazodone, l'effetto del warfarin è migliorato;
    • Il ricevimento di una grande quantità di bevande alcoliche durante il trattamento provoca un aumento dell'effetto terapeutico del farmaco;
    • in pazienti con alcolismo cronico, l'uso concomitante di warfarin con disulfiram provoca un aumento dell'effetto terapeutico del warfarin;
    • Il warfarin è incompatibile con streptochinasi e urokenasi.

    L'azione anti-coagulante di warfarin aumenta e aumenta il rischio di sanguinamento, mentre si applica con:

    • eparina;
    • farmaci anti-infiammatori non steroidei, compreso acido acetilsalicilico;
    • tramadolo;
    • farmaci antiaritmici (chinidina, amiodarone, propafenone);
    • farmaci antibatterici e antifungini (metronidazolo, miconazolo, ketoconazolo, fluconazolo, ciprofloxacina, norfloxacina, claritromicina, roxithromycin, azitromicina, doxiciclina, tetraciclina, benzilpenicillina, cefazolina);
    • glibenclamide;
    • acido valproico;
    • metotressato;
    • tamoxifene;
    • fluorouracile;
    • simvastatina;
    • piracetam;
    • lovastatina;
    • cimetidina.

    L'effetto anticoagulante di warfarin è ridotto se usato contemporaneamente a:

    • induttori di enzimi microsomiali epatici (barbiturici, carbamazepina, fenitoina);
    • griseofulvina;
    • paracetamolo;
    • retinoidi;
    • diuretici (spironolattone, clortalidone);
    • rifampicina;
    • sucralfato;
    • glutetimmide;
    • glucagone;
    • preparazioni di ginseng.

    Gravidanza e allattamento

    Il warfarin penetra facilmente nella barriera placentare, può causare disturbi emorragici nel feto, anomalie dello sviluppo del tessuto osseo, atrofia del nervo ottico e cataratta, persino cecità, ritardo fisico e mentale, microcefalia. Pertanto, il farmaco è controindicato nelle donne in gravidanza.

    Con il latte materno, il warfarin viene rilasciato in una forma inattiva. Quando si prendeva il farmaco da una donna che allattava nei bambini, non c'erano cambiamenti nel pattern di coagulazione del sangue. Di conseguenza, il warfarin può essere usato durante l'allattamento. L'effetto del warfarin sul corpo dei neonati prematuri non è stato studiato.

    Età dei bambini

    I dati clinici sulla sicurezza e l'efficacia di warfarin nell'infanzia e nell'adolescenza (sotto i 18 anni) non sono disponibili. La decisione sulla nomina del farmaco per il bambino prende il medico. L'uso dei fondi viene effettuato sotto stretto controllo medico.

    Analoghi di Warfarin

    Gli analoghi strutturali del warfarin (con lo stesso principio attivo) sono farmaci: Varfereks, Marevan.

    Termini e condizioni di conservazione

    Il farmaco viene conservato in un luogo protetto dalla luce solare e dall'umidità, inaccessibile ai bambini ad una temperatura inferiore a 25 ° C. La durata è di 3 anni o 5 anni (dipende dal produttore). Non assumere le pillole dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

    http://tovaridljazdorovja.ru/bez-rubriki/varfarin-rossijskie-analogi-lekarstv-s-tsenami-i-otzyvami.html

    Altri Articoli Su Vene Varicose