Come trattare la trombosi emorroidaria

Le emorroidi possono essere trattate con successo quando vengono rilevate all'inizio dello sviluppo, ma se la malattia viene ignorata, possono comparire pericolose complicanze. La trombosi emorroidaria è considerata la fase successiva della malattia, che si verifica in assenza della terapia necessaria. La scelta di un metodo per affrontare la malattia è determinata dalla gravità delle condizioni del paziente e dalle caratteristiche individuali del suo corpo. Trombosi emorroidaria, il suo trattamento prevede l'uso di vari farmaci e la rimozione chirurgica dei coni viene eseguita mediante trombectomia ed emorroidectomia.

Qual è il pericolo?

Una delle complicanze più comuni della malattia è la trombosi emorroidaria acuta, che si sviluppa a causa della formazione di un trombo in una vena. In rari casi, lo sviluppo di emorroidi acute è possibile durante l'infanzia, e ciò è dovuto alla trombosi delle emorroidi in un bambino.

Un segno caratteristico di un tale processo infiammatorio è segnato dolore all'ano. Può sembrare completamente inaspettato, specialmente quando si tratta di movimenti intestinali o costipazione.

Molti pazienti con emorroidi croniche vantano che riescono a condurre una vita normale, pur avendo alcuni dossi nell'ano. Inoltre, alcuni pazienti riescono a sbarazzarsi del pellet di emorroidi trombizzati senza intervento chirurgico. In alcuni casi, è possibile alleviare la condizione con l'aiuto di rimedi popolari e medicine farmaceutiche. In realtà, tale soluzione al problema è considerata errata, dal momento che solo un medico esperto può valutare lo stadio di sviluppo delle emorroidi acute.

Successivamente, una emorroide solida può causare infrazioni e gravi emorragie, oltre a causare lo sviluppo di anemia. Tenendo conto di questo fattore, i pazienti con una forma acuta della malattia non dovrebbero ricorrere a rimedi popolari, ma visitare un medico il più presto possibile. Esiti fatali di tale patologia non sono numerosi, ma questo non significa affatto che la malattia non sia pericolosa per l'uomo.

Cause e fattori scatenanti che portano allo sviluppo della trombosi emorroidaria

La principale causa di emorroidi sono malfunzionamenti nel funzionamento dei vasi intestinali. Ciò porta al fatto che la stagnazione interrompe il normale movimento del sangue venoso e non ha il tempo di lasciare questa zona in tempo, il che provoca l'espansione delle vene. Tutto ciò finisce con il fatto che il paziente ha un coagulo di sangue con emorroidi. Un'ulteriore progressione della patologia fa sì che i grumi emorroidali cadano dall'ano e si intasino di coaguli di sangue.

Gli esperti identificano alcuni fattori il cui effetto sul corpo umano può provocare lo sviluppo di trombosi emorroidaria:

  1. Lavoro di seduta che richiede di essere nella stessa posizione. Il pericolo di sviluppare patologie è in aumento nelle persone che lavorano negli uffici, così come nell'equitazione e nel ciclismo. Uno stile di vita sedentario si conclude con problemi con il movimento del sangue nella piccola pelvi e il risultato è ristagno di sangue venoso e problemi con il suo deflusso.
  2. Sgabello che si rompe Con la stitichezza persistente, le masse fecali diventano dure e impediscono il normale movimento del sangue nelle vene. Durante i movimenti intestinali, i pazienti devono sforzarsi, il che causa una complicazione della malattia. Nella diarrea, il retto e la regione dell'ano sono molto irritati e infiammati, che è anche considerato un fattore che contribuisce allo sviluppo della malattia.
  3. Gravidanza e parto. Nelle future mamme durante la gravidanza, l'apporto di sangue agli organi pelvici aumenta, ma il feto in via di sviluppo preme le vene. La conseguenza di ciò è l'emergere di problemi con il deflusso di sangue e il suo ristagno. Durante la gravidanza, i pazienti spesso lamentano costipazione, che, in combinazione con un aumento dello sforzo fisico durante il travaglio, induce emorroidi e grumi.
  4. Cattive abitudini La nicotina e gli alimenti grassi causano irritazione delle mucose del retto e l'alcol etilico provoca l'espansione dei vasi sanguigni. La conseguente congestione del bacino impedisce il normale movimento del sangue, che causa l'espansione delle vene e la comparsa di emorroidi.
  5. Lavoro in piedi e duro lavoro fisico. La malattia può svilupparsi in pazienti che sono impegnati in un lavoro fisico prolungato. La trombosi emorroidaria viene spesso rilevata in costruttori, facchini e sollevatori di pesi.
  6. Processo infiammatorio nell'intestino e tumori di diversa natura nella pelvi. Il processo patologico provoca spasmi dell'ano, spremitura delle vene e danni intestinali. La formazione di un tumore provoca un aumento del movimento del sangue, ma le vene non sono in grado di far fronte al carico e questo porta alla stagnazione delle vene e alla loro espansione.

Nelle emorroidi, la trombosi del nodo infiammato si verifica abbastanza spesso e di solito le cause di tali condizioni coincidono. Data questa particolare patologia, è necessario trattare inizialmente le emorroidi allargate, che possono in seguito provocare la comparsa di coaguli di sangue.

Sintomi e manifestazioni di trombosi

Di solito, la trombosi della vena emorroidaria è accompagnata dallo sviluppo di un quadro clinico pronunciato, a cui i pazienti non possono fare a meno di prestare attenzione.

Il sintomo principale della tromboflebite delle vene emorroidarie dell'ano è la sindrome del dolore, che si verifica più spesso improvvisamente. Lo sfintere travolge i nodi, e ci sono problemi con il movimento del sangue nella piccola pelvi, e il risultato è un forte gonfiore dei tessuti. I pazienti devono sapere che aspetto ha una trombosi emorroidaria. I coni sono dipinti in colore rosso scuro, e il sito principale del dolore è l'area dell'ano.

Il sintomo principale di una trombosi emorroidaria è la comparsa di dolore periodico, ad esempio durante un atto di defecazione o un aumento dello sforzo fisico. In tal caso, se si sviluppa una trombosi acuta dell'emorragia esterna, il dolore è costantemente preoccupato. Diventa problematico per una persona persino andare in bagno, e la stitichezza complica ulteriormente le sue condizioni.

Oltre al dolore durante la trombosi delle emorroidi, i seguenti sintomi possono essere di preoccupazione:

  1. Bleeding. Molto spesso, lo spotting si verifica dopo qualsiasi lesione ai nodi interni. Effettuando una palpazione di una vena troppo dolorosa e ferma al contatto. Quando si trascura il grado di coagulo, le emorroidi possono essere accompagnate da necrosi tissutale, dalla comparsa di piccole erosioni e dal rilascio di sangue dalla superficie dei nodi. Nel caso in cui l'emorragia delle emorroidi esterne sanguini, cosa fare in una situazione del genere dovrebbe essere ottenuto da un medico.
  2. Aumento delle dimensioni dei nodi e del loro gonfiore. Tale sintomo può essere disturbato durante la localizzazione esterna della trombosi ed è accompagnato da edema dei tessuti della zona anorettale. In assenza del trattamento necessario, il processo patologico cattura l'intera area inguinale, offrendo al paziente un dolore insopportabile.

Con una trombosi emorroidaria, il codice ICD-10 può causare bruciore e prurito nella zona anale, sensazione estranea e sanguinamento frequente. La gravità del dolore non dipende dalla dimensione del nodulo emorroidario e, anche con un piccolo trombo, può essere espressa in modo particolarmente chiaro.

Fasi di trombosi

Per capire quanto velocemente passi la trombosi emorroidaria, è necessario capire le fasi della sua progressione. Ci sono diverse fasi di emorroidi tromboflebite:

  1. Laurea iniziale A causa di problemi con il deflusso venoso, compaiono i coaguli di sangue. Simultaneamente con un tale processo patologico, la microcircolazione del sangue nei coni emorroidali viene disturbata. Quando le navi sono bloccate, il processo infiammatorio non si sviluppa, ma allo stesso tempo i dossi cominciano a causare disagio. In questa fase appaiono piccoli noduli accompagnati da forti dolori quando vengono toccati. Il paziente soffre di bruciore e prurito nell'ano. Se ti trovi nella stessa posizione e usi bevande contenenti alcol, il quadro clinico potrebbe aumentare.
  2. Secondo grado In assenza di una terapia efficace, l'ulteriore progressione del processo patologico continua e si sviluppa l'infiammazione. La dimensione delle emorroidi aumenta notevolmente, l'area di arrossamento aumenta e si osserva il gonfiore dei tessuti. La sensibilità dei nodi forti nelle emorroidi aumenta, la sindrome del dolore aumenta e si sviluppa lo spasmo dello sphincter.
  3. Terzo grado La dinamica della trombosi emorroidaria è tale che, nella fase finale della patologia del paziente, i tessuti che circondano l'ano, così come l'area inguinale e il tessuto sottocutaneo, diventano fortemente infiammati. Gradualmente, l'iperemia e l'edema della pelle sono ulteriormente migliorati e la necrotizzazione dei coni emorroidali è possibile.

Il lungo decorso della malattia nel tempo diventa potenzialmente mortale per il paziente. Il fatto è che i coaguli di sangue apparenti nelle vene dell'intestino possono staccarsi dalla parete vascolare. Questo può portare a un coagulo di sangue nel cervello o alle arterie coronarie insieme al movimento del sangue, e un ictus o un attacco cardiaco diventa una delle conseguenze.

Diagnosi della malattia

Quando la trombosi emorroidaria di solito appare sintomi pronunciati, quindi la patologia è facilmente diagnosticata dal proctologo. Per l'affermazione della diagnosi si può eseguire la ricerca visiva, delle dita e degli strumenti.

La trombosi della emorroide esterna senza dolore è possibile solo se la patologia è nella fase iniziale del suo sviluppo. Esame visivo del paziente rivela i coni esterni nel paziente, che sono colorati in un colore viola-bluastro e hanno una placca biancastra. La diagnosi da parte di uno specialista di nodi neri indica che il paziente ha sviluppato necrosi tissutale. All'ispezione visiva, si possono verificare gonfiore e arrossamento dell'area intorno ai nodi e può essere osservata una perdita di sangue.

In uno studio digitale, il proctologo determina la densità dei coni emorroidali. Di solito sono piuttosto densi al tatto e non cadono quando vengono premuti. In caso di trombosi acuta delle emorroidi interne, secondo l'ICD 10, dopo l'esame con le dita, il sangue può rimanere sul guanto e viene rilevato un tono dello sfintere aumentato.

Nel caso in cui si verifichi un nodulo emorroidario, è possibile eseguire un test delle dita solo con l'uso di un anestetico. Tale procedura è abbastanza dolorosa per un paziente con emorroidi e lo spasmo dello sfintere non consente al proctologo di esplorare completamente l'area infiammata.

La fase finale della diagnosi è considerata esame strumentale, cioè rettoscopia. Tale procedura viene eseguita utilizzando un rettoscopio e consente la differenziazione della patologia. Nel dolore intenso, la rettoscopia viene eseguita utilizzando l'anestesia locale. Dopo aver confermato la diagnosi, il medico determina come trattare una trombosi emorroidaria in un paziente.

Trattamento conservativo della trombosi

Per il trattamento della trombosi emorroidaria, i medici usano un approccio integrato, che viene scelto in modo differenziale, tenendo conto della fase del disturbo del microcircolo. Di solito si ricorre alla terapia conservativa se il paziente ha il primo e il secondo grado della malattia, così come durante la gravidanza.

Gli obiettivi principali del trattamento delle trombosi emorroidi sono:

  • eliminare il dolore e il gonfiore dei tessuti;
  • sollievo del processo infiammatorio e diminuzione della gravità del quadro clinico;
  • rilassamento della valvola anale;
  • sbarazzarsi di un coagulo di sangue e prevenire la trombosi.

La terapia conservativa per un sito emorroidario da trombosi comporta l'uso di agenti trombolitici - farmaci che accelerano il riassorbimento dei coaguli di sangue ed eliminano il dolore.

Quando trombosi di emorroidi esterne nell'area dei mezzi di ano sono applicate nella forma di unguenti:

  • troksevazin;
  • Gepatrombin;
  • ultraprokt;
  • Eparina pomata

Inoltre, gli agenti trombolitici danno un buon effetto nella lotta contro il trombo delle emorroidi.

Nel caso in cui durante le emorroidi una sfera dura è localizzata all'interno del retto, il trattamento viene effettuato utilizzando supposte rettali. Il più spesso, i seguenti unguenti e supposte per trombosi emorroidaria sono prescritti per patologia:

  • Anestezol aiuta a fermare il dolore;
  • Il nigepan è una supposta trombolitica per le emorroidi nella trombosi e il loro effetto è potenziato dall'anestetico;
  • Posterisan contiene batteri inattivati.

Spesso con trombosi di emorroidi, il trattamento viene effettuato utilizzando pomate e supposte rettali in combinazione con agenti venotonici. Tali farmaci hanno un effetto stimolante sul flusso sanguigno, aumentano il tono delle vene e alleviano il gonfiore dei nodi. Detralex è considerato un farmaco efficace del gruppo venotonico. Riduce la permeabilità dei vasi sanguigni, aiuta a tonificare le pareti venose e riduce l'estensibilità dei vasi sanguigni. Nel trattamento della trombosi emorroidaria durante la gravidanza, il numero di farmaci autorizzati è significativamente ridotto e viene nominato solo da un medico.

Trombless con emorroidi è un farmaco antitrombotico che è destinato per uso esterno. Questo unguento per la trombosi delle emorroidi deve essere applicato sotto forma di tamponi rettali e aiuta a fermare rapidamente il processo infiammatorio e il dolore.

La trombosi con emorroidi è un farmaco che appartiene a un gruppo di farmaci non steroidei con effetti anti-infiammatori. Il rimedio fluidifica bene il sangue, aiuta a prevenire la formazione di coaguli di sangue, elimina il dolore e inibisce il processo infiammatorio.

Molti unguenti e supposte per la trombosi delle emorroidi hanno contemporaneamente effetti antinfiammatori, antibatterici, analgesici e antitrombotici. È possibile alleviare le condizioni del paziente con l'aiuto di farmaci come Aurobin, Proktosedil e Nigepan.

Il trattamento conservativo della trombosi nelle emorroidi comprende non solo l'assunzione di farmaci, ma anche il rispetto delle seguenti regole:

  • Assicurati di rispettare il riposo a letto;
  • è necessario rivedere la dieta che aiuterà a prevenire la stitichezza e facilitare lo svuotamento intestinale;
  • se possibile, fai clisteri e prendi lassativi;
  • lavare con acqua fredda più volte al giorno.

Con la trombosi delle emorroidi esterne e gli urti della localizzazione interna, l'eparina è considerata un anticoagulante e il farmaco più conosciuto in questo gruppo.

Intervento chirurgico

In assenza di un effetto positivo dopo il trattamento conservativo e con una forma complicata di patologia, viene eseguito un intervento chirurgico. Inoltre, l'indicazione per il trattamento chirurgico urgente della trombosi delle emorroidi esterne è un forte sanguinamento.

trombectomia

Tale procedura come la trombectomia viene sempre eseguita utilizzando l'anestesia locale. Durante l'intervento, l'emorroide viene aperta e il trombo risultante viene rimosso. Uno specialista esegue un'incisione chirurgica attraverso la quale viene rimosso un coagulo di sangue trombizzato. Dopo la trombectomia, il nodulo si attenua immediatamente ed è possibile interrompere la sindrome del dolore.

Tale operazione dura solo pochi minuti e dopo che è stata completata, una persona può tornare a casa lo stesso giorno. Si forma una ferita sul sito del trombo rimosso, che di solito guarisce in pochi giorni. Con l'aiuto della trombectomia, è possibile escludere ulteriori recidive della patologia e la formazione della frangia emorroidaria.

emorroidectomia

Questo metodo di trattamento di una trombosi, come l'emorroidectomia, è la rimozione del nodo interessato insieme a un coagulo di sangue. Tale procedura chirurgica può alleviare il paziente da sintomi spiacevoli e alleviare la sua condizione. La procedura non causa la re-trombosi, quindi oggi è preferita da molti esperti. Tale chirurgia viene eseguita in anestesia generale o epidurale.

Con lo sviluppo della tecnologia per eliminare la trombosi emorroidaria, sono ampiamente utilizzati nuovi metodi:

  1. Trombectomia laser. Il metodo viene utilizzato per identificare i nodi di localizzazione esterna in un paziente e viene eseguito utilizzando l'anestesia locale. Dopo un tale trattamento chirurgico della trombosi delle emorroidi, la sindrome del dolore scompare e l'area dell'ano non si deforma.
  2. Legatura. Durante il trattamento chirurgico, i nodi sono strizzati con anelli di lattice. Lo specialista ottiene l'accesso ai dossi e posiziona gli anelli su di essi. Dopo il serraggio, l'alimentazione cessa di arrivare al nodo e con il tempo si spegne. Molto spesso tali operazioni vengono eseguite nella seconda e nella terza fase della trombosi.
  3. Coagulazione a raggi infrarossi Nel corso di tale trattamento chirurgico, il sito è affetto da un coagulante da un raggio di raggi infrarossi. Con il loro aiuto, la mucosa situata vicino al fascio viene bruciata e si forma una cicatrice. Il processo del flusso sanguigno è disturbato e col tempo la cicatrice si esaurisce e scompare.

In alcune situazioni, il trattamento della trombosi acuta delle emorroidi con pronunciato gonfiore e dolore perianale può essere eseguito sfinterotomia posteriore.

Trattamento della trombosi delle emorroidi esterne a casa

La medicina alternativa offre un gran numero di prescrizioni per eliminare le emorroidi acute. Dovrebbe essere chiaro che non sono sempre efficaci nel trattamento di tali complicazioni della malattia come trombosi. È per questo motivo che gli esperti raccomandano il più delle volte di usare la medicina alternativa solo nella fase iniziale della malattia.

Con la trombosi, è necessario selezionare una terapia complessa e non fare affidamento su alcune erbe e lozioni. Il trattamento della trombosi delle emorroidi esterne a casa può essere effettuato utilizzando i seguenti mezzi:

  1. Sit vassoi con brodo di betulla. Per preparare il medicinale, è necessario versare 100 grammi di foglie di betulla con due litri di acqua bollente e lasciare per diverse ore. Il decotto cotto deve essere filtrato e utilizzato per i bagni sedentari.
  2. Catrame di betulla Tale rimedio popolare è considerato particolarmente efficace nel trattamento delle emorroidi. Si consiglia di trattare i coni esterni con catrame di betulla o di spalmarlo su un tampone e iniettarlo nell'ano.
  3. Trattamento con sanguisughe Per combattere la trombosi di emorroidi, si consiglia di acquistare sanguisughe in una farmacia e piantare uno di loro su ogni nodulo. Leech succhia il sangue, dopo di che scompare, e il nodo emorroidario diminuisce gradualmente di dimensioni e si asciuga.
  4. Erba esigente Questa erba può essere prodotta come tè e presa più volte in un colpo. Un tale rimedio popolare aiuta a ridurre la gravità dei sintomi spiacevoli nelle emorroidi e ad eliminare il prurito.

Per evitare la stitichezza e rendere le feci morbide, devi mangiare tante carote, barbabietole e zucca cruda. Il trattamento domiciliare dei pazienti con trombosi emorroidaria può essere effettuato utilizzando decotti di foglie di mora, fragole, fiori di mela cotogna e melograno, che hanno un effetto astringente e antinfiammatorio.

Possibili complicazioni della malattia

A volte la trombosi delle emorroidi interne o la sua forma esterna può uscire da sola senza assistenza medica. Il coagulo può uscire naturalmente a causa della distruzione delle pareti dell'accumulo venoso e dell'aspetto di un buco.

La principale complicazione della trombosi emorroidaria è la necrosi completa e parziale dei coni infiammati. Nella maggior parte dei casi, la necrosi del tessuto si sviluppa quando l'ano viene pizzicato o i nodi sottomucosi cadono. Nel tempo, i pezzi emorroidali vengono rigettati e invece si formano ulcerazioni.

Una tale condizione patologica richiede un trattamento di emergenza, poiché il rischio che la necrosi progredisca e colpisca i tessuti circostanti è troppo alto. La conseguenza potrebbe essere una paraproteit purulenta, che rappresenta un serio pericolo per la vita umana.

Va ricordato che lo stadio avanzato della trombosi delle emorroidi può finire non solo con la necrosi, ma anche con la sepsi. Inoltre, è improbabile che il paziente sia in grado di sopportare a lungo i sintomi che si verificano nelle 3 fasi della patologia, pertanto è necessario consultare un medico il prima possibile.

Previsioni e misure preventive

Con una diagnosi tempestiva e un trattamento efficace, la prognosi della trombosi emorroidaria è piuttosto favorevole. Se si ignorano i sintomi della malattia, si possono sviluppare complicanze come paraproctite e necrosi del nodulo emorroidario, che ritarda il recupero del paziente.

La profilassi della trombosi nei pazienti che soffrono di emorroidi croniche include una stretta aderenza alle raccomandazioni del medico, che previene il danno ai noduli e alla formazione di trombi. Prima di tutto, è necessario:

  • eliminare dalla dieta piatti fritti e speziati;
  • smettere di bere alcolici;
  • mangiare il più possibile latticini e fibra vegetale;
  • mantenere l'igiene nell'ano dopo ogni atto di defecazione;
  • muoversi molto e non essere in una posizione per molto tempo;
  • cercare di evitare un forte stress fisico sul corpo.

La trombosi emorroidaria è una malattia il cui sviluppo deve essere evitato in ogni modo. Quando compaiono i primi sintomi della patologia, è necessario cercare aiuto medico il prima possibile e non auto-medicare. Non dovresti ingenuamente credere che con il tempo la trombosi scomparirà da sola, perché la sua ulteriore progressione complicherà ulteriormente la situazione e richiederà un intervento immediato. Per sapere cos'è una trombosi emorroidaria e come prevenirne l'occorrenza, è necessario avere un proctologo.

http://netgemor.com/lechenie/tromboz-gemorroidalnogo-uzla-lechenie.html

Perché è importante identificare i sintomi della trombosi delle emorroidi esterne e iniziare immediatamente il trattamento

Le emorroidi sono una malattia caratterizzata dalla dilatazione dei vasi venosi rettali, con conseguente formazione di tre emorroidi interne principali sulle pareti del canale anale.

La trombosi del nodo esterno è una forma acuta di emorroidi croniche. Deriva dal fatto che il paziente non si è rivolto in ospedale in cerca di aiuto, dal momento che è piuttosto facile curare le emorroidi in una fase precoce.

Cause di malattia

La trombosi si verifica a causa della formazione di coaguli di sangue nella zona del plesso emorroidario esterno.

Di regola, le ragioni per la sua apparizione sono i seguenti fattori:

  1. Sforzi durante i movimenti intestinali - si forma un edema di emorroidi precipitate, che è aggravato dallo spasmo dello sfintere rettale. Allo stesso tempo c'è ristagno di sangue nel plesso inferiore del retto.
  2. Diarrea - si verifica irritazione e infiammazione dell'ano.
  3. Ipotermia.
  4. Abuso di bevande alcoliche o cibi piccanti - il primo contribuisce all'espansione dei vasi del tratto gastrointestinale, da cui si ha un accumulo e un ristagno di sangue; Il secondo fattore provoca irritazione delle mucose.
  5. Gravidanza o parto - durante la gestazione del feto, il retto è bloccato dall'utero in crescita, e i tentativi durante il travaglio e il parto aumentano la pressione intra-addominale.
  6. Sollevamento pesi, lavoro in piedi - nelle vene c'è un ritardo del sangue, le pareti dei vasi sanguigni perdono elasticità e compaiono i sintomi della malattia.
  7. Lavoro a terra - a causa del ristagno di sangue nell'insufficienza venosa del bacino si sviluppa, la temperatura tra il corpo e la sede aumenta, e viene creato un impacco di calore.
  8. Sovraccarico durante le attività sportive (sollevamento pesi, ciclismo, equitazione).
  9. Eredità - se le pareti dei vasi del retto si sono indebolite.

Sintomi e segni di patologia

I sintomi più caratteristici della trombosi delle emorroidi esterne sono i seguenti:

  • Nelle prime fasi si avvertono prurito e bruciore all'ano, può apparire la sua fuoriuscita.
  • A volte il sanguinamento si verifica durante lo svuotamento, inizialmente scarso e raro, e quindi più regolare.
  • Nel corso del tempo, vi è un forte dolore improvviso nell'ano, che non è associato al processo di defecazione. Può aumentare dopo la diarrea o la stitichezza.
  • C'è una perdita di nodi che non può essere riposizionata. Dopo un po 'aumentano, si gonfiano e diventano rosso scuro.
  • Quando si forma un coagulo di sangue nel nodo, il gonfiore della pelle si verifica nell'ano, che col tempo può coprire l'intera area inguinale, causando un dolore intenso.
  • Anche a riposo con la trombosi, il dolore non si ferma, ci sono costipazione.
  • Nella terza fase, l'infiammazione cattura sempre più territorio, la pelle fa male con tocchi ordinari, per non parlare dell'uso di un esame digitale del retto. La necrosi può iniziare dai nodi, il loro colore diventa viola. In caso di ritardo nel trattamento, il processo di morte della pelle progredirà, che può causare paraprittiti purulenta.

Classificazione delle forme di malattia

La trombosi esterna delle emorroidi può essere classificata secondo le seguenti caratteristiche:

- per gravità:

  1. Il primo grado si distingue per le piccole dimensioni dei nodi, che rispondono per indolenzimento al momento del contatto, un prurito e sensazione di bruciore nell'ano. Soprattutto i sintomi si manifestano a causa del consumo di alcool, marinate o lunga permanenza.
  2. Il secondo grado - il rigonfiamento della maggior parte della regione perianale è evidente, l'iperemia, lo spasmo dello sfintere si verifica e il dolore acuto appare quando si esamina l'ano.
  3. Il terzo grado - gonfiore cattura l'intera circonferenza dell'ano, emorroidi interne viola visibili sporgenti dall'ano. Quando vengono toccati, reagiscono con dolore acuto e grave. La necrosi può verificarsi, la temperatura corporea aumenta e il processo di defecazione è accompagnato da un forte dolore. La paraproctite può svilupparsi, così come la sepsi (infezione del sangue).

- per tipi si distinguono:

  • trombosi interna - l'edema colpisce le emorroidi interne;
  • esterno - lesione del plesso esterno;
  • combinato - si verifica un rigonfiamento dei nodi interni ed esterni.

Diagnosi della malattia

Per fare una diagnosi di trombosi esterna delle emorroidi, il proctologo deve:

  • per condurre un sondaggio - il medico scoprirà da lui se ha avuto emorroidi prima;
  • esaminare l'area interessata;
  • palpazione se possibile, ma spesso questo non è possibile a causa di dolore acuto;
  • - nominare la rettoscopia - esame strumentale del retto, che aiuterà a determinare con precisione la presenza di trombosi. Viene eseguito utilizzando l'anestetico;
  • - scrivere un referral per un esame del sangue per determinare l'anemia;
  • - Assegnare un test di coagulazione del sangue.

Procedure di trattamento

Quando viene rilevata una trombosi del plesso emorroidario, si raccomanda al paziente di eliminare temporaneamente lo sforzo fisico, attenersi a una dieta speciale e rimuovere cibi piccanti e alcol dalla dieta.

In generale, ci sono tre tipi di trattamento per la trombosi esterna delle emorroidi:

  1. Conservativo - aiuta ad eliminare la trombosi in 1 - 1,5 mesi, dopo di che è necessario seguire misure preventive per evitare le ricadute. Viene effettuato in una fase iniziale di emorroidi croniche, finalizzate all'eliminazione del dolore e dell'infiammazione, al miglioramento della circolazione sanguigna nel retto e alla normalizzazione del processo digestivo.
  2. Droga - mira a eliminare i sintomi della malattia e prevenire le conseguenze della trombosi. Ha anche un effetto in circa un mese e mezzo, ma le ricadute non sono escluse. Per evitarli, è necessario abbandonare l'uso di bevande alcoliche, mangiare cibi piccanti, lunghe passeggiate e sollevamento pesi.
  3. Chirurgico - è usato principalmente quando la trombosi viene trascurata, quando altri tipi di trattamento non funzionano, ed è una misura estrema.

Consideriamo più in dettaglio questi metodi per il trattamento della trombosi delle emorroidi esterne.

Modi conservatori

Quando la trombosi delle emorroidi è necessaria per aderire a queste regole:

  • osservanza del riposo a letto;
  • dieta speciale, il cui scopo è quello di prevenire la stitichezza - l'uso di verdure, frutta, crusca, l'astensione dall'alcol e piatti speziati;
  • prendendo lassativi e clisteri;
  • comprime, bagni sessili con l'aggiunta di una soluzione debole di permanganato di potassio, che può essere sostituito con la tintura di camomilla;
  • lozioni e pulizie di raffreddamento 4 volte al giorno con acqua fredda;
  • trattamento della zona interessata con unguenti speciali, creme, l'uso di candele;
  • assunzione di farmaci con effetti antisettici, analgesici, antinfiammatori e astringenti.

A chi è l'operazione miniflebektomiya nominato e quali sono l'essenza e il video della procedura che puoi trovare per riferimento.

Metodo della droga

L'elenco dei farmaci che sono spesso prescritti per la trombosi del plesso emorroidario è piuttosto ampio. In particolare, si applicano:

  • Unguento eparina, Venobene, Traksevazin, Gepatrombin G - contribuiscono al processo di riassorbimento dei coaguli di sangue, alleviare l'infiammazione e il gonfiore. Un sottile strato applicato sulla pelle e strofinato, o applicato al tessuto di lino, che viene applicato alle emorroidi. Applicare 1-3 volte al giorno.
  • Prednisolone - compresse o sospensione iniettabile, che allevia anche l'infiammazione e il gonfiore, riduce il prurito. Accettato rigorosamente dalla prescrizione del medico.
  • Polidocanolo - iniezioni che hanno un effetto anestetico. Sono somministrati a un dosaggio di 2 mg per 1 kg di peso corporeo.
  • Detralex viene applicato 6 compresse due volte al giorno con i pasti per 4 giorni e dopo - 2 compresse 2 volte, per 3 giorni. L'azione del farmaco mira a migliorare il tono delle vene.
  • Duphalac - aiuta a migliorare la funzione intestinale, agisce come un lassativo. Ricezione 15 - 30 ml al giorno.
  • Proktoglivenol, Proktosedil - sono sotto forma di unguenti, gel o supposte. Per quanto riguarda quest'ultimo, vengono introdotti nel retto 1-3 volte al giorno. Quando l'infiammazione dei nodi esterni è più conveniente applicare un unguento. Questi farmaci hanno lo scopo di alleviare il dolore e l'infiammazione.
  • Levomekol, Levosin - unguento, hanno effetto anti-infiammatorio.
  • Posterisan, Relief, Proktosedil - candele con effetto anestetico, che vengono introdotte nel retto due volte al giorno.
  • Vassoi Sessile con tintura di camomilla, salvia e microclea.

chirurgia

Di solito, nella terza fase della trombosi o nella trombosi acuta delle emorroidi esterne, viene utilizzato un intervento chirurgico.

Esistono due tipi di operazioni:

  1. La trombectomia è un'operazione per rimuovere un coagulo di sangue. Viene utilizzato in presenza di nodi di grandi dimensioni. Viene eseguito senza ricovero in ospedale, in anestesia locale, e dà un rapido sollievo alle condizioni del paziente. Come risultato dell'operazione, rimane una lunghezza della ferita di circa 0,5 cm, che guarisce per 4 giorni. È considerato il trattamento più efficace per la trombosi del plesso esterno. Ma allo stesso tempo non c'è alcuna garanzia che un altro coagulo di sangue non si formerà nel nodo vicino. Per evitare questo, è necessario mantenere uno stile di vita sano, non sovraccaricare il corpo, non sovraccaricare il lavoro.
  2. Emorroidectomia: una tale operazione viene prescritta se le esacerbazioni delle emorroidi sono caratterizzate da un'aumentata frequenza. Non viene rimosso solo il trombo ma anche il sito stesso.

Nella foto, la rimozione della trombosi della emorroide esterna con l'intervento chirurgico

Complicanze della malattia

Queste complicazioni possono rappresentare una minaccia non solo per la salute del paziente, ma anche per la sua vita, quindi è molto importante non consentire la malattia a tale stadio, ma consultare un proctologo nel tempo.

E ricorda che nella fase iniziale è molto più facile liberarsi delle emorroidi che curare la trombosi.

prevenzione

Le emorroidi richiedono non solo il trattamento, ma anche il rispetto delle misure preventive:

  • alimentazione corretta - è necessario escludere dall'alimentazione cibi alcolici, speziati e piccanti e prestare attenzione a tali sostanze nutritive come la fibra vegetale, i prodotti caseari (kefir, panna acida, panna, formaggio, ricotta);
  • igiene anale ogni volta dopo un movimento intestinale;
  • evitamento di immobilità prolungata, cambiamento di posizione;
  • limitazione dell'attività fisica;
  • evitare l'ipotermia.

In conclusione, devi dire che la tua salute dipende completamente da te. Pertanto, non dovresti pensare che una forma così grave di emorroidi, come la trombosi dei nodi esterni, passi da sola. Niente di vergognoso che tu vada da un dottore con questa malattia, no.

Ma un trattamento tempestivo ti porterà sollievo e preserverà la tua salute.

http://stopvarikoz.net/tromb/tromboz-naruzhnogo-gemorroidalnogo-uzla.html

Sintomi e trattamento della trombosi acuta delle emorroidi esterne

Tattiche terapeutiche determinate da un proctologo specialista, in base alla gravità della condizione. Il trattamento farmacologico include l'uso di venotonics, analgesici, anticoagulanti locali e farmaci antinfiammatori. L'intervento operativo prevede la rimozione del nodo interessato.

La prognosi della trombosi di una massa emorroidaria allargata è generalmente favorevole, ma solo con un trattamento competente e tempestivo. Leggi i sintomi e le cause di questa spiacevole condizione, nonché le principali procedure terapeutiche nel nostro articolo.

Come sono correlate le emorroidi e la trombosi emorroidaria?

Il fatto che tali emorroidi interne, quali sono le sue caratteristiche principali e le fasi di accadimento possono essere trovate nel materiale di un proctologo specialista.

Inoltre, ti consigliamo di familiarizzare con l'articolo del nostro esperto, che discute in dettaglio le caratteristiche del trattamento delle emorroidi cadute.

Ti consigliamo inoltre di prestare attenzione a questo tipo di malattia, come le emorroidi trombizzate di localizzazione esterna e interna.

Nel canale rettale e attorno all'ano si trovano le cosiddette formazioni cavernose. Nello stato normale, tali corpi (insieme allo sfintere) svolgono un compito importante - impediscono il rilascio non autorizzato di feci e gas dall'ano.

Le cavità anali sono penetrate da vasi venosi che, sotto l'influenza di fattori sfavorevoli, perdono il tono ottimale, con il risultato che il sangue ristagna, deformando le vene. Il risultato è la formazione di emorroidi.

In alcune situazioni che sono accompagnate da un aumento di pressione all'interno del peritoneo (ad esempio, con un forte aumento della gravità), inizia una esacerbazione della malattia. La parete vascolare varicosa non è in grado di far fronte alla pressione, è danneggiata, quindi il corpo inizia una sorta di meccanismo protettivo.

Secondo le statistiche mediche, la trombosi acuta delle emorroidi è stata osservata in più di un quarto di tutti i pazienti con malattia emorroidaria confermata. In totale, tale tromboflebite è di circa il 60% tra tutte le complicanze.

Varietà e gradi di trombosi

Nel luogo di formazione di un coagulo di sangue, si distingue la trombosi dell'emorragia esterna, se le formazioni cavernose esterne sono danneggiate e la trombosi delle emorroidi interne, se le piastrine si accumulano nelle vene della membrana rettale sottomucosa.

La condizione patologica si sviluppa gradualmente, ti permette di isolare nella sua progressione tre stadi o gradi successivi. Per comodità, abbiamo presentato le loro caratteristiche distintive sotto forma di un tavolo informativo.

Sintomi iniziali della trombosi emorroidaria

Questa condizione è caratterizzata da sintomi clinici gravi. In tempo per cercare un aiuto medico, è necessario conoscere i primi segni di trombosi venosa di emorroidi.

I primi segni di trombosi sono il dolore che si manifesta improvvisamente e il disagio nell'ano. Il nodulo inizia a crescere di dimensioni, quindi la persona rileva la presenza di un corpo estraneo nel canale rettale.

Un altro segno - sanguinamento di vari gradi di intensità. Negli stadi iniziali della trombosi, può verificarsi a causa di danni al retto o al nodulo esterno da parte delle feci solide. In questo caso, il coagulo di sangue può fuoriuscire attraverso la ferita e il paziente sentirà un serio sollievo.

Il sanguinamento si verifica spesso nell'ultima fase di tromboflebite delle vene emorroidali. In questo caso, possiamo parlare dell'inizio del processo necrotico, poiché la superficie dei noduli è coperta da ulcere sanguinanti.

Con trombosi del sito di emorroidi, gonfiore e un aumento delle dimensioni di formazioni cavernose è osservato quasi immediatamente e in breve tempo. E se prima non erano molto evidenti, allora con l'apparenza di un coagulo di sangue si "gonfiano" rapidamente.

Se trovate questi sintomi, dovreste immediatamente consultare un medico che determinerà la diagnosi e prescriverà il trattamento. Anche se di solito il dolore dovuto a un coagulo di sangue è così grave che anche le persone che prima erano timide per le emorroidi o che non le hanno prestato attenzione cercano aiuto medico.

Cause della condizione

La trombosi delle emorroidi e le sue cause, come già notato, sono strettamente correlate alle emorroidi. Pertanto, i "provocatori" sono gli stessi fattori che svolgono un ruolo negativo nello sviluppo delle vene varicose anali. Considerali in dettaglio.

  • Violazione della dieta. L'abuso di alcol, spezie, pepe o cibi piccanti stimola la circolazione del sangue nel peritoneo e aumenta la pressione nelle formazioni cavernose. Il risultato è un trombo.
  • Problemi con la defecazione. Stitichezza costante, malfunzionamento del tratto gastrointestinale non è l'effetto più favorevole sulla circolazione del sangue nella pelvi. Quando si sforzano nuovamente aumenta la pressione nel plesso emorroidario.
  • Alto sforzo fisico. Quando le emorroidi non sono raccomandate per sollevare pesi, perché tale attività fisica porta ad un brusco salto di pressione nella cavità addominale. A proposito, la trombosi si verifica spesso per questo motivo durante la gravidanza.
  • L'inattività fisica. Curiosamente, ma la mancanza di attività fisica ottimale, seduta prolungata, scarsa mobilità può anche portare a trombosi a causa di un aumento del ristagno nelle formazioni cavernose.
  • Ipotermia. A causa della prolungata esposizione a basse temperature su vasi venosi alterati da varici, le loro pareti sono danneggiate. Il corpo "accende" il meccanismo di difesa, a seguito del quale si forma un trombo.

Misure diagnostiche

Di solito, fare una diagnosi accurata non richiede molto tempo a causa del quadro clinico pronunciato e caratteristico. Il medico ascolta le lamentele, chiarisce la storia (presenza di emorroidi, fattori provocatori) e, naturalmente, esamina l'area anorettale.

Il metodo diagnostico visivo nella fase iniziale del processo patologico rivela la presenza di emorroidi compattate e allargate dei coni, moderatamente dolorose al tatto.

Nelle fasi successive, si riscontra l'infiammazione, il rossore dei nodi. Il terzo grado di patologia è caratterizzato dalla presenza di infiltrato infiammatorio nella regione anorettale. Nei casi più sfavorevoli, la necrosi parziale di formazioni cavernose che hanno una tinta bluastra o addirittura nera non è esclusa.

La trombosi emorroidaria esterna è localizzata sotto la cosiddetta linea di pettine. Nel caso della trombosi del nodo rettale, vi è un solco tra la massa cavernosa che è emersa e la pelle edematosa della regione perianale.

Esame strumentale (rettoscopia) è prescritto per sospetta trombosi rettale per differenziare questa condizione da processi patologici che sono simili nella sintomatologia: tumori del retto, polipo stranded, paraprocitite acuta.

Metodi di trattamento

La questione di come trattare la trombosi emorroidaria è di competenza di uno specialista. Dopo aver chiarito la diagnosi, seleziona lo schema terapeutico ottimale, tenendo conto del grado e della gravità del processo patologico.

In generale, il trattamento della trombosi è farmaco e chirurgia. Inoltre, l'uso di farmaci può precedere l'intervento chirurgico e il metodo chirurgico non preclude l'uso successivo di farmaci.

Terapia farmacologica

Al primo e secondo grado della trombosi emorroidaria, i medici preferiscono la terapia farmacologica multicomponente, che include l'uso di farmaci sistemici e locali. Un approccio integrato aiuta a migliorare la microcircolazione, il riassorbimento di un coagulo di sangue e la rimozione dell'infiammazione.

I farmaci sistemici includono la venotonica - agenti che aumentano il tono dei vasi sanguigni, che consente di migliorare il deflusso del sangue dalle emorroidi e ridurre la congestione. Le droghe di scelta includono Detralex, Phlebodia 600, Escina, Troxevasin. La domanda sul loro uso in gravidanza è decisa dal medico curante.

Per sciogliere i coaguli di sangue prescritti anticoagulanti contenenti eparina, sotto forma di supposte e unguenti. Così, nella trombosi del nodo esterno, vengono mostrati unguento eparinico, Hepatrombin G, Proctosedil, Heparoid Zentiva. Nel caso di emorroidi interne, vengono mostrate supposte Gepatrombina G e Proctosedil.

Nei casi di forte dolore e infiammazione, vengono prescritti preparati per unguenti e supposte con componenti ormonali e anestetici. Tali farmaci come Ultraprokt, Procto-Glevenol, Proktozan e Proktozan Forte, Aurobin sono molto popolari.

Con una sindrome del dolore pronunciata, i blocchi alcol-novocanici secondo A.M. Amineva. Questa procedura viene eseguita ogni 3-4 giorni e di solito è combinata con l'uso locale di unguenti Levomekol e Levosin. Dopo il blocco, il dolore diminuisce o scompare del tutto.

Intervento chirurgico

Il trattamento chirurgico della trombosi delle emorroidi esterne richiede nel caso del più grave, terzo grado. In questo caso, l'intervento può essere eseguito quasi immediatamente, se c'è sanguinamento e pizzicamento del nodo, o in modo ritardato, se è necessario interrompere il processo infiammatorio acuto.

trombectomia

Trombosi esterna di emorroidi, che si verificano senza complicazioni, a volte viene trattata con tromboectomia. In questo caso, il chirurgo apre la massa cavernosa interessata, rimuove il coagulo di sangue e lascia la ferita a guarire da sola.

Il vantaggio della trombectomia è la bassa invasività, la rapida guarigione e la possibilità di una gravidanza. Tuttavia, questo metodo non è sempre giustificato, poiché è adatto solo per le emorroidi esterne.

Inoltre, esiste un alto rischio di trombosi ripetuta nello stesso nodo a causa del danneggiamento delle pareti venose al momento dell'intervento.

emorroidectomia

Il metodo più comune di trattamento chirurgico delle vene anali trombizzate è l'emorroidectomia - un'operazione che comporta l'escissione e un'ulteriore rimozione completa delle emorroidi.

La variante classica della resezione emorroidaria è il metodo Milligan-Morgan. La massa cavernosa interessata viene semplicemente tagliata dai vasi sanguigni lungo il peduncolo. Tale intervento può essere eseguito sia in anestesia generale che sotto epidurale.

Ad oggi, ci sono diverse modifiche di emorroidectomia classica, che differiscono principalmente nel completamento della procedura:

  • intervento aperto (senza cucire la sezione troncata);
  • intervento chiuso (chiusura sorda della ferita dopo resezione);
  • operazione submucosa.

L'emorroidectomia è il trattamento più efficace per la trombosi emorroidaria. Tale procedura consente non solo di eliminare i coaguli di sangue, ma anche di rimuovere la formazione cavernosa stessa, che riduce praticamente a zero la probabilità di un nuovo sviluppo dei coaguli di sangue.

Se la trombosi è accompagnata da infiammazione della fibra adrettale, saranno necessarie ulteriori procedure chirurgiche. Ad esempio, il chirurgo può prescrivere il drenaggio dell'area perianale per ridurre il volume dell'infiltrato infiammatorio.

Metodi popolari

È impossibile curare le tromboflebiti delle vene emorroidali usando i metodi del trattamento popolare! Inoltre, l'uso di una varietà di pratiche non convenzionali è irto del deterioramento della condizione e del verificarsi di gravi complicanze.

Forse, il proctologo consiglierà di sedersi i bagni con piante medicinali, come camomilla, fragola, erba pochurea, ecc., Come trattamento aggiuntivo, ma, ancora una volta, tali procedure possono aver luogo solo in combinazione con il principale metodo di terapia e solo dopo aver consultato un medico.

Prevenzione della trombosi

Il modo principale per prevenire la trombosi delle emorroidi è il trattamento della dilatazione varicosa delle vene anali e l'evitamento di fattori di rischio per lo sviluppo della condizione patologica, che abbiamo descritto in dettaglio sopra.

Per prevenire lesioni ai noduli emorroidari e l'ulteriore formazione di coaguli di sangue, è necessario monitorare il lavoro del tratto digestivo, normalizzare la consistenza delle feci, evitare la stitichezza e la diarrea, se possibile.

Il cibo dietetico, che significa eliminare cibi grassi, speziati, salati e piccanti, bevande alcoliche, contribuirà a far fronte a questo. La preferenza dovrebbe essere data ai prodotti con fibre alimentari naturali (frutta, verdura, cereali) che normalizzano la peristalsi intestinale.

Un altro suggerimento importante è ottimizzare l'attività fisica, evitando sia l'inattività fisica che l'allenamento eccessivo della forza. Va notato che la trombosi può svilupparsi durante la gravidanza, quando più fattori di rischio vengono combinati contemporaneamente. Pertanto, le future mamme dovrebbero monitorare attentamente la loro salute in modo particolare.

Prognosi e possibili complicanze

In assenza di un trattamento adeguato e di un trattamento tardivo da parte di un medico, possono svilupparsi complicazioni pericolose come la necrosi delle emorroidi, la paraprofitosi del pus e persino la sepsi. Quest'ultimo è una minaccia diretta per la vita del paziente e può essere fatale.

Con trattamento tempestivo e trattamento adeguato, la prognosi per la trombosi dei vasi emorroidali è generalmente favorevole. Il trattamento farmacologico o chirurgico nella fase attuale può far fronte a questa spiacevole condizione.

La trombosi emorroidaria è un frequente satellite delle vene anali varicose. Questa condizione è pericolosa per le sue conseguenze e richiede un trattamento tempestivo a uno specialista. È un proctologo esperto che determinerà come e come trattare i disturbi circolatori nella regione anorettale. Ti benedica!

http://zhkt.info/gemorroy/tromboz-gemorroidalnogo-uzla

Trombosi di emorroidi esterne ed interne, trattamento e chirurgia

Transizione rapida sulla pagina

Cos'è? La trombosi delle emorroidi è chiamata un complicato processo di emorroidi croniche acute. Si sviluppa a causa di alterata circolazione sanguigna e formazione di trombi nella struttura dei plessi vascolari cavernosi nel segmento dell'intestino del canale anale.

Dopo un processo acuto che dura fino a una settimana, inizia la fase di sostituzione del nodo trombato con tessuto connettivo. C'è un alto rischio di necrosi e ulcerazione sulla mucosa intestinale.

Il ruolo principale nella formazione delle complicanze patologiche delle emorroidi appartiene a:

  • Il processo di sedimentazione delle piastrine nell'endotelio vascolare su una parte specifica del segmento rettale.
  • Aumentare il livello di proteina insolubile specifica nel sangue (fibrina).
  • Il meccanismo di emocoagulazione.

Come risultato di questi fattori, il coagulo di sangue risultante chiude il lume vascolare e blocca il flusso inverso del sangue dalla protrusione nodale - si verifica una trombosi.

Secondo la localizzazione, ci sono tre tipi di trombosi delle emorroidi - esterne, interne e combinate. La malattia è classificata in base a tre gradi di gravità, determinando la gravità dei sintomi e la vastità del processo patologico.

Foto di trombosi emorroidaria 1

La causa della trombosi è dovuta alla confluenza di una varietà di circostanze che contribuiscono al deterioramento delle condizioni generali delle navi affette da vene varicose nell'area rettale. Sono dovuti a:

  • Violazione della dieta, che aiuta a stimolare la circolazione sanguigna nella zona pelvica e ad aumentare la pressione intravascolare nei nodi delle emorroidi (bevande alcoliche, condimenti e sottaceti, cibi piccanti e amari).
  • Effetti avversi di diarrea o costipazione sulla circolazione del sangue negli urti delle formazioni emorroidali.
  • Stasi del sangue nei vasi causata da ipodynamia (seduta passiva prolungata), che contribuisce alla formazione di coaguli di sangue.
  • Traumatizzazione dei noduli, ad esempio durante il parto.

Spesso, un fattore stimolante nello sviluppo della trombosi singola o multipla delle emorroidi diventa uno spasmo dello strato muscolo-occlusivo (sfintere) del retto, come risposta al dolore e all'irritazione.

Le contrazioni muscolari convulsive interferiscono con la circolazione del sangue nei nodi emorroidali, il sangue ristagna nei vasi e si forma un coagulo di sangue. La patologia si sviluppa acutamente, con edema e dolore severo.

Di norma, tutti i noduli caduti sono colpiti e il principale fattore causale è spesso una pressione eccessiva sulle pareti dei vasi sanguigni (quando si sforzano, per esempio). Ma i segni di trombosi esterna delle emorroidi sono più spesso contrassegnati da una lesione di uno, in rari casi due, neoplasie nodali. Pertanto, i sintomi non sono così pronunciati.

Sintomi e grado di trombosi delle emorroidi

grado di foto di trombosi

Il disagio nell'area del passaggio anale e la sindrome del dolore intenso sono i principali segni di trombosi emorroidaria. Il dolore è permanente, non dipende dai processi di defecazione. Formazioni nodulari sono compattate e aumentano di dimensioni, nel retto crea una sensazione della presenza di un oggetto estraneo.

Con una tale malattia, c'è un'alta probabilità di infiammazione e altri sintomi sintomatologici associati alla trombosi. Il processo può essere completato da ipertermia, malessere generale e debolezza, segni di intossicazione.

La manifestazione dei sintomi clinici della trombosi emorroidaria dipende dalla gravità del suo decorso:

1) Nel grado iniziale di formazione della trombosi - il primo, i processi infiammatori potrebbero non essere osservati. L'aumento e la compattazione caratteristici di formazioni nodulari, toccandoli non causa dolore severo, è espresso leggermente. Nell'area dell'ano, i pazienti notano non proprio "sensazioni piacevoli", manifestate acutamente durante l'atto della defecazione. L'ispezione di quest'area rivela arrossamenti e un lieve gonfiore.

2) Il secondo grado di trombosi emorroidaria è caratterizzato dallo sviluppo di processi infiammatori nei grumi emorroidali colpiti. L'ano è circondato da grave iperemia e gonfiore. La palpazione delle formazioni provoca un forte dolore.

3) Nel terzo stadio della malattia, il processo di infiltrazione infiammatoria nel tessuto adiposo sottocutaneo dell'area anale si unisce ai segni esistenti. A volte l'infiltrazione infiammatoria copre l'intero tessuto adrectale sfuso. La palpazione diagnostica del tratto intestinale e dei nodi provoca dolore insopportabile. Un'ispezione visiva rivela coni blu scuro o viola scuro caduti dall'ano.

Il modo più affidabile per evitare spiacevoli conseguenze: emorragie intense, processi purulenti e necrotizzazione dei nodi che possono provocare cancrena è iniziare il trattamento per la trombosi delle emorroidi esterne o dei suoi molteplici tumori interni il più presto possibile.

Trombosi emorroidaria durante la gravidanza

Il soggetto più soggetto a trombosi emorroidaria - pazienti in stato di gravidanza e giovani mamme che hanno recentemente partorito. Il rischio di sviluppare patologie nelle donne in gravidanza è dovuto al loro stato molto interessante. In questo periodo, si verificano tutti i processi che predispongono al verificarsi di emorroidi e la sua trombosi.

C'è una costante pressione del feto in crescita sull'intestino, che porta a una deformazione vascolare e restringente che impedisce la circolazione del sangue, contribuendo ai suoi processi stagnanti. Inoltre, i cambiamenti nel rapporto degli elementi formati si verificano nel sangue delle donne in gravidanza, portando alla perdita della proteina fibrina insolubile, che è la base del coagulo di sangue, durante la formazione di coaguli di sangue.

  • La trombosi delle emorroidi può anche svilupparsi durante il parto, in quelle donne che già avevano emorroidi, ma erano in una fase inattiva.

In un terzo dei pazienti con diagnosi confermata di emorroidi, si osserva lo sviluppo di trombosi acuta di emorroidi, scatenate da sforzi durante il parto, che porta a un'eccessiva tensione delle pareti vascolari o alla violazione della loro integrità.

A volte una trombosi durante la gravidanza può svilupparsi non solo nei processi infiammatori nella regione perianale, ma anche essere il risultato di malattie causate da un'alta coagulazione del sangue. Se tale anomalia viene rivelata nel corso di esami diagnostici, è indispensabile un trattamento della trombosi, per il trattamento è necessario un approccio globale.

La mancanza prolungata di terapia adeguata può comportare non solo gravi complicazioni, ma anche portare alla mortalità.

Trattamento di trombosi emorroidaria, chirurgia e farmaci

È impossibile rispondere inequivocabilmente alla domanda "Quanto velocemente può passare la trombosi emorroidaria?" - il problema immediato della malattia è che i metodi conservativi di trattamento hanno un effetto temporaneo - si nota un alto tasso di recidiva e la chirurgia non sempre dà un risultato soddisfacente. Ciò indica l'assenza al momento di un singolo concetto per il trattamento della trombosi emorroidaria.

Le tecniche terapeutiche mirano principalmente all'eliminazione dei sintomi, alla riduzione della frequenza delle recidive, alla prevenzione delle complicanze. La tattica del trattamento è selezionata in base alla complessità del processo patologico.

A proposito di droghe

Nella fase iniziale della trombosi delle emorroidi, supposte rettali (supposte), unguenti o gel possono avere un effetto positivo. Nei casi più complessi, vengono offerti vari metodi di chirurgia in combinazione con farmaci.

Il trattamento con i farmaci consente di eliminare la stasi venosa, prevenire la trombosi di nuovi nodi, aiutare a rilassare l'intestino e interrompere la reazione infiammatoria solo nella fase iniziale della malattia.

  • Lo scopo di gel, unguenti e supposte per la trombosi è dovuto alle manifestazioni cliniche della patologia ed è selezionato in base alla sua complessità. Una serie di farmaci comprende: unguento e supposte basati su "Hepatrombin", "Traksevazin", "Levomikol" e "Unguento eparina", il farmaco sotto forma di gel "Aescin". Tali agenti hanno un effetto complesso. Contribuire al rafforzamento delle pareti vascolari, al riassorbimento dei coaguli sanguigni e migliorare la circolazione sanguigna.
  • In caso di localizzazione interna di coni trombizzati, sono prescritte supposte del tipo "Rilievo", "Anestezol", "Posterisana" e "Nigepana".
    Per il sollievo dei processi di dolore e irritazione nell'area dell'ano, blocco novocainico, pomata "Aurobin", farmaco anestetico "Polydecanol" può essere usato.
  • Praparaty e gli analoghi di "Aescin" e "Detraleks" hanno un effetto venotonico. Accettato da un lungo percorso con segni di deformazione del plesso cavernoso.

In presenza di una reazione infiammatoria attiva, vengono utilizzate le tattiche di terapia combinata - l'uso di farmaci anti-infiammatori locali in combinazione con la somministrazione di farmaci anti-infiammatori mediante iniezioni endovenose o intramuscolari. Sotto forma di ulteriori misure, vengono prescritte compresse fredde sulla zona perineale, che riduce significativamente i sintomi di infiammazione e dolore.

Tecniche operative

La negligenza della malattia (3 ° grado) è un'indicazione diretta per la pronta rimozione delle emorroidi colpite dalla trombosi.

L'urgenza dell'intervento è dovuta alla presenza di complicazioni. Con i nodi violati, l'operazione viene eseguita urgentemente. Se si osservano reazioni infiammatorie acute, i noduli vengono rimossi entro 4 giorni al massimo.

1) La tecnica di trombectomia è la più popolare tra gli interventi chirurgici. È effettuato nella forma di localizzazione esterna dei nodi venosi trombati. Per la sua portata e natura, non è un'operazione difficile. I nodi si aprono e rimuovono un grumo da essi. La ferita viene trattata con un antisettico, ma non suturata, entro tre giorni viene ritardata in modo indipendente.

2) La tecnica chirurgica di emorroidectomia sottomucosa viene utilizzata per lesioni estese. L'operazione consiste nell'asportazione dei coni emorroidali con successivo restauro della mucosa intestinale interessata. Cosa contribuisce al raggiungimento dei migliori risultati.

3) La tecnica della sfinterotomia posteriore (dissezione spasmodica dello sfintere) viene utilizzata per trombosi multiple con segni pronunciati di gonfiore e manifestazioni di dolore severo nella regione perianale.

A volte, con una forte lesione del tessuto perianale, con sintomi di estesa infiltrazione infiammatoria, il drenaggio viene effettuato per ridurne il livello.

Per scopi profilattici, per i pazienti con una storia di emorroidi croniche, sono state sviluppate alcune raccomandazioni, tra cui:

  • ripristino delle viscere, per assicurare il normale movimento intestinale ed eliminare la diarrea e la stitichezza;
  • esclusione dalla razione di prodotti provocatori;
  • aggiungendo al menu di piatti di frutta e verdura, latticini e cereali.
  • prendere sul serio la normalizzazione dello sforzo fisico attivo.

Amati - tratta in tempo. Scartare la timidezza e, se si individuano i primi segni di trombosi delle emorroidi, consultare immediatamente un medico.

http://zdrav-lab.com/tromboz-gemorroidalnyh-uzlov/

Altri Articoli Su Vene Varicose