Fistola rettale - cause, sintomi, diagnosi, farmaci e chirurgia

Se viene diagnosticata una fistola rettale nell'ano, è necessario un intervento chirurgico tempestivo per rimuoverlo. La malattia è pericolosa, dal momento che all'apertura di ulcere non sono esclusi ascessi, l'esito fatale del paziente clinico. La fistola rettale è una manifestazione di paraprocitite cronica, che è accompagnata da sintomi estremamente sgradevoli e richiede un trattamento tempestivo.

Cos'è la fistola del retto

Questo è un processo infiammatorio nella ghiandola anale, incline a un decorso cronico. Il focus della patologia è concentrato direttamente nell'area delle cripte morganiav, ma è un percorso attraverso il quale spiccano periodicamente il pus, il muco, l'icore e altri prodotti dell'infiammazione. Fistola anale è anche chiamata fistola, classificata forma interna ed esterna. I sintomi della malattia progrediscono spontaneamente, richiedono un trattamento tempestivo, è possibile l'operazione.

sintomi

Le fistole esterne complete possono essere diagnosticate mediante ispezione visiva dell'ano: assomigliano a un lume visibile, che ha un tessuto compresso percettibile sui lati. I primi sospetti sulla presenza di una patologia caratteristica del retto si verificano con secrezione, dolore, localizzazione - l'ano. La parafenite fistola ha altri sintomi che non dovrebbero essere lasciati incustoditi dal paziente. Questo è:

  • disagio nell'ano;
  • violazione della sedia;
  • ritenzione urinaria;
  • irritazione della pelle intorno all'ano;
  • febbre alta, febbre.

I sintomi negli uomini

È possibile determinare i sintomi allarmanti a casa durante un esame esterno e il benessere generale del paziente si deteriora rapidamente. Ad esempio, negli uomini c'è debolezza muscolare, dolore all'ano, preoccupazioni per l'instabilità del sistema nervoso centrale e diminuzione della libido. Prestare attenzione non fa male agli altri segni di una caratteristica malattia del retto:

  • dolore quando si tocca lo sfintere;
  • sintomi di emorroidi;
  • compromissione del movimento intestinale;
  • arrossamento e irritazione del perineo;
  • ferite aperte nel retto.

cause di

Se una fistola viene diagnosticata nell'ano, i medici cercano innanzitutto di determinare l'eziologia del processo patologico, per escludere un fattore provocante dalla routine quotidiana del paziente. La malattia progredisce con esacerbazioni di paraprocitite cronica, soprattutto se le sue ricadute diventano più frequenti. Infatti, nel corpo c'è un'infiammazione del tessuto adiposo sottocutaneo che circonda il retto. Di conseguenza, il processo infettivo passa alla parete del retto con la formazione di un ascesso. L'ascesso scompare, si forma un corso, che i dottori chiamano fistoloso.

I fattori provocanti sono:

  • lesioni precedenti o operazioni sul retto;
  • infiammazione cronica intestinale;
  • processi infettivi (tubercolosi, sifilide, clamidia).

Classificazione della fistola del retto

La fistola, o meglio il suo aspetto, può essere dovuta al cancro intestinale. In tali e in tutti gli altri casi, le azioni dei medici dovrebbero essere tempestive e tempestive. Dopo la formazione di una fistola, è richiesto un esame completo, che aiuterà non solo a identificare il fattore patogeno, ma anche a determinare la classificazione della lesione della patologia. In caso di aperture fistolose, viene fornita una classificazione in una sola volta da diversi fattori determinanti.

Con il numero e la localizzazione, è possibile la presenza di fistole complete e incomplete. Nel primo caso, l'ingresso è sulla parete del retto e l'uscita è sulla pelle attorno all'ano. Per quanto riguarda le fistole incomplete, c'è solo un'insenatura, che finisce ciecamente nel tessuto adrettale. In base alla posizione dell'ingresso fistoloso, la classificazione condizionale è presentata di seguito:

  1. Midollo spinale Sono caratterizzati da un passaggio fistoloso diretto con un'apertura esterna vicino all'ano e un'apertura interna in una delle cripte.
  2. Transsfinkterny. Il canale della fistola con numerose "tasche" purulente si trova nella porzione sottocutanea, superficiale o profonda dello sfintere.
  3. Fistola extraterrestre. Sono una complicazione di paraprocitite acuta. Caratterizzato da una forma a ferro di cavallo e diverse aperture fistolose. Fistola a ferro di cavallo circonda lo sfintere esterno.

diagnostica

Quando le fistose aperture nel retto richiedono una diagnosi completa, è necessaria una diagnosi differenziale. Di seguito viene presentato un elenco di sondaggi imminenti:

  • raccolta dati dell'anamnesi (esame dei reclami dei pazienti);
  • esame esterno del retto;
  • esame rettale digitale;
  • dalle analisi: analisi cliniche e biochimiche di sangue, analisi delle urine e feci per la coagulazione del sangue.

Separatamente, è necessario evidenziare i metodi di esame strumentale, dal momento che rendere la diagnosi finale è la più informativa. Ecco ciò che il paziente deve sapere:

  1. Quando sondaggi una fistola con una sonda speciale, puoi determinarne la lunghezza, la tortuosità.
  2. La Fistulografia è un sondaggio con l'introduzione di una sostanza radiopaca per visualizzare i fuochi dei patologi. L'irrigoscopia è un metodo diagnostico simile.
  3. La rectoromanoscopia viene eseguita utilizzando un endoscopio, che fornisce un esame visivo del retto e parte del sigmoide.
  4. La colonscopia è un metodo simile per l'esame strumentale dell'intestino crasso sopra descritto.
  5. Ultrasuoni degli organi pelvici, TAC - per motivi medici (come ulteriori metodi diagnostici).

trattamento

Se la fistola nell'ano è di dimensioni relativamente piccole, i medici provvedono ad incollare il nidus della patologia con una medicina speciale senza un ulteriore intervento chirurgico. Un danno estensivo alle pareti dell'intestino può essere eliminato solo con il metodo operativo, pur sopravvivendo a un lungo periodo di guarigione del tessuto troncato. Dopo l'operazione, le cicatrici possono rimanere, ma quando il centro della patologia viene rimosso, questo non è importante, la cosa principale è che lo stato generale di salute ritorna normale. Trattare la fistola è necessaria in modo tempestivo, altrimenti il ​​problema è aggravato.

http://sovets.net/14520-svicsh-pryamoj-kishki.html

Fistola del retto: cause, segni, complicanze, diagnosi e trattamento, prevenzione

La fistola del retto è una pericolosa malattia patologica. Un altro nome per la fistola. È formato nell'ano (parete rettale), attraversa lo strato adiacente di fibra e ha un'entrata nella parte superiore della pelle.

Scolo purulento e sanguinoso periodicamente attraverso i fori delle fistole vicino all'ano. Potrebbero esserci molti di questi rami e canali.

Come trattare la fistola adrettale sul retto e da che cosa appare?

cause di

Di regola, le fistole possono essere formate dopo il trasferimento della paraproftit acuta, poiché la loro origine è post-traumatica. Spesso, il paziente fa ritardare una visita dal medico, il che aggrava la situazione.

Inizialmente, si forma una sorta di ascesso che, mentre si sviluppa, promuove l'ascesso dei tessuti molli. Successivamente, l'infezione purulenta si approfondisce negli strati del derma.

La formazione di fistole può essere fermata solo eliminando il processo infiammatorio.

La patologia deriva da un intervento chirurgico improprio nella rimozione dei noduli emorroidali. Quindi l'infiammazione residua colpisce l'infezione introdotta, quindi la fistola si sviluppa.

Ci sono altri motivi, come:

  • trauma alla nascita;
  • Morbo di Crohn;
  • la sifilide;
  • clamidia;
  • diverticolosi intestinale;
  • malattia intestinale tubercolare.

Sullo sfondo di questi disturbi possono comparire fistole del retto, perché le malattie sono contagiose.

Tipi di fistole

Va detto che tutti i tipi di fistole hanno la stessa struttura: ingresso, canale e uscita.

L'ingresso può essere formato in luoghi diversi, ad esempio:

  • vicino all'ano;
  • sul gluteo;
  • nel cavallo;
  • nella vagina o vicino (fistola rettovestibolare);
  • negli strati del tessuto sottocutaneo.

Esistono tre tipi principali che gli esperti identificano:

  1. Tipo incompleto Tale fistola adrectal ha solo un'entrata e un canale senza uscita, ma questo fenomeno, secondo i medici, è temporaneo. A poco a poco, una fistola apparirà comunque nella fistola.
  2. Tipo completo Fistula ha un'entrata e un'uscita. L'inizio è formato sulla pelle, seguito da un tunnel (un canale di ascesso) e un'uscita nel lume rettale.
  3. Tipo interno L'ingresso si verifica anche sulla pelle, ha una bocca, ma l'uscita è formata all'interno della parete intestinale.

La classificazione della fistola del retto si basa anche sulla posizione dell'ingresso rispetto all'ano. Possono essere introsfinterici, transfinfinici ed extrasinfincterici.

Intrasfinkterny

Questo tipo si trova nel 30% dei pazienti. È considerata la forma più semplice di patologia, in cui il canale è quasi semplice, si trova sotto lo sfintere ed è caratterizzato dall'assenza di trascuratezza del processo.

L'apertura esterna della fistola si trova vicino all'uscita anale e l'apertura interna nell'area delle ghiandole liberkuynov. Queste ghiandole sono depressioni tubulari nella mucosa intestinale.

Di solito è facile per gli specialisti rilevare la fistola intra-spinale del retto.

Transsfinkterny

In circa il 45% dei casi, è stata trovata questa classe.

A volte la fistola transfunzionale del retto si ramifica. La fistola si trova direttamente nello sfintere sottocutaneo, superficialmente o profondamente.

Se si forma sopra lo sfintere, allora con alta probabilità possiamo dire che la fistola ha passaggi ramificati.

Ekstrasfinkterny

Registrato il 20% dei casi. Tale fistola anorettale è ben al di sotto dell'ano e la bocca (canale) si piega attorno ad esso. Pertanto, è anche chiamato extra-infetto. L'uscita, di regola, si trova nella regione delle ghiandole liberali.

La causa dello sviluppo spesso diventa precisamente paraproctite. La fistola dell'ano ha passaggi lunghi e ramificati.

Il processo infiammatorio di solito porta alla comparsa di nuovi orifizi e formazioni di macinazione. Il pericolo delle fistole fuori pizzico è molto alto.

Ci sono solo 4 livelli di difficoltà, a seconda della presenza di cicatrici e perdite nei canali:

  1. 1 livello. La bocca è diritta e senza cicatrici. Flussi e infiltrazioni lungo il tunnel non sono osservati.
  2. 2 ° livello. Le cicatrici si trovano intorno all'ano, ma non ci sono perdite lungo l'intera bocca.
  3. Livello 3 La cicatrice è assente, il canale d'ingresso è stretto, ma ci sono lesioni infiammate e striature purulente.
  4. 4 ° livello. L'entrata della fistola è ampia e con un gran numero di cicatrici, lungo il lume del tunnel ci sono focolai di infiammazione e striature purulente.

Se compaiono i sintomi e la fistola vicino all'ano è peggiorata, il trattamento dovrebbe iniziare immediatamente. Più a lungo non viene trattato, più difficile sarà risolvere il problema risultante.

L'automedicazione può nuocere ancora di più. Come trattare una fistola sul papa di un tipo o un altro correttamente, solo uno specialista lo sa.

Fase acuta e cronica

La malattia può acquisire una fase acuta e cronica. Dipende dalla presenza di specifiche manifestazioni sintomatiche e dalla durata del decorso della malattia.

La fase acuta della malattia si verifica se:

  • trattamento sbagliato;
  • l'ascesso maturato fu involontariamente danneggiato e aperto;
  • apertura errata di suppurazione (senza rimozione di infezione e installazione di drenaggio);
  • prescrizione analfabeta da parte dei medici di terapia medica.
http://proktolog-info.ru/kishechnik/svishh-pryamoj-kishki/

Fistola del retto

La fistola del retto è prevalentemente il risultato di una forma acuta o cronica di paraproctite, si manifesta sotto forma di canali patologici che si trovano nella zona tra la pelle e il retto o tra la fibra adrettale e il retto. Fistola del retto, i cui sintomi appaiono su questo sfondo sotto forma di scariche purulente mescolate con sangue o sanguinamento da un foro formato come risultato di un processo patologico, è anche accompagnata da forte dolore, irritazione cutanea e prurito locale in combinazione con una forma pronunciata di infiammazione.

Descrizione generale

In molti casi, come già indicato, la fistola rettale si forma a seguito di una paraprintite acuta trasferita dai pazienti. In particolare, sulla base di dati statistici, è noto che è la parapro- tecite in questa forma che è la causa principale dello sviluppo della fistola rettale (in quasi il 95% dei casi). Nella paraprocitite acuta, i pazienti spesso cercano assistenza medica dopo l'apertura spontanea di un ascesso istruito, sullo sfondo di cui spesso si verifica la formazione della fistola. In circa il 30% dei casi, andare da un medico quando appare una precedente formazione (l'ascesso stesso) è escluso dai pazienti come una necessità fino a quando una fistola inizia a formarsi dopo paraproctite acuta. Solo nel 40% dei casi con paraprocitite acuta, i pazienti cercano assistenza medica in modo tempestivo, e non tutti questi casi richiedono un intervento chirurgico radicale, che causa anche una fistola. Va notato che provocare lo sviluppo della fistola rettale non solo può ritardare il trattamento del paziente per l'assistenza medica, ma anche un intervento chirurgico improprio eseguito come misura terapeutica nel trattamento della paraproctite.

Fermandoci sulle peculiarità della causa principale della malattia, che, come abbiamo identificato, è la paraprezione acuta, evidenzieremo quei processi che accompagnano la formazione di una fistola. Quindi, nella paraproctite acuta, la suppurazione della ghiandola anale si verifica con l'infiammazione concomitante. Sullo sfondo di questa infiammazione, si sviluppa il suo edema e contemporaneamente ne interrompe il deflusso. Questo, a sua volta, porta al fatto che il contenuto purulento formato viene fuori in un modo diverso, vale a dire, attraverso la fibra sciolta nel retto, aprendosi così al percorso attraverso la pelle nell'area di concentrazione dell'ano. Per quanto riguarda la ghiandola anale stessa, preferibilmente si scioglie nel corso del processo patologico purulento. A causa del rilascio di questa ghiandola direttamente nel retto, agisce quindi come un'apertura interna della fistola, mentre il punto attraverso il quale il pus viene rilasciato all'esterno agisce come un ingresso esterno. Di conseguenza, vi è una costante infezione del processo infiammatorio attraverso il contenuto intestinale, questo processo è costantemente protratto, trasformandosi in una forma cronica. La stessa fistola è circondata da tessuto cicatriziale, a causa della quale si formano le sue pareti.

La natura della malattia, oltre alla connessione con paraprocitite acuta, può anche essere post-operatoria o post-traumatica. Ad esempio, nelle donne, le fistole rettali (fistole, come vengono chiamate) quando si collegano la vagina e il retto si formano principalmente a seguito di lesioni alla nascita, che possono verificarsi, in particolare, a causa di rotture del canale del parto, durante il travaglio prolungato o la presentazione pelvica del feto. Inoltre, forme ruvide di manipolazioni ginecologiche possono anche innescare la formazione di fistole.

Una fistola può anche derivare da una complicazione postoperatoria nel trattamento chirurgico delle emorroidi con una forma complicata del corso di quest'ultimo o quando viene trascurata. Sulla base di uno studio della storia di un certo numero di pazienti con un aspetto fistola che è rilevante per loro, si può concludere che questa patologia è spesso un compagno di malattie come il cancro del retto (che è particolarmente rilevante durante la fase terminale del suo decorso, che è la progressione finale della malattia), la clamidia, sifilide, AIDS, tubercolosi rettale, morbo di Crohn, malattia diverticolare dell'intestino, actinomicosi, ecc.

Fistola rettale: classificazione

A seconda della localizzazione dei fori e del loro numero, le fistole rettali sono complete e incomplete. Le fistole complete sono caratterizzate dal fatto che la loro entrata si trova all'interno delle pareti del retto, mentre l'uscita si trova sulla pelle nella zona del cavallo, in prossimità dell'ano. La presenza di numerose insenature è spesso nota in questa forma di manifestazione della fistola, si localizzano direttamente sulla parete intestinale, successivamente si fondono in un singolo canale alla profondità del tessuto adrettale. Outlet e in questo caso si forma sulla pelle.

Solo in metà dei casi di comparsa di fistole complete, i passaggi della fistola sono rettilinei, grazie ai quali è relativamente facile penetrare nel retto utilizzando una sonda speciale come manipolazione diagnostica. In altri casi, tali fistole sono curve e sinuose, il che praticamente esclude la possibilità di penetrazione nella loro apertura interna. Presumibilmente, l'apertura fistolosa interna si apre in quella zona in cui vi era una introduzione primaria di un'infezione. Nel caso di considerare le fistole complete, il lettore potrebbe notare che le loro caratteristiche indicano che sono esterne.

Per quanto riguarda l'opzione successiva, e queste sono fistole incomplete, sono interne. In alcuni casi, quando si effettuano ulteriori ricerche, infatti, le fistole complete sono complete, pertanto la diagnosi finale riguardante il suo tipo specifico viene stabilita solo dopo aver effettuato studi completi. Inoltre, una caratteristica importante è il fatto che una fistola esterna incompleta funge anche da variante instabile e temporanea dello stato di una fistola completa.

Concentrandosi sulle caratteristiche di questa forma, notiamo che di per sé è piuttosto rara nella manifestazione. Le fistole incomplete appaiono sullo sfondo della parapreptite pelvico-rettale, sottomucosa o sciatica-rettale. Con le forme elencate di paraproctite, la loro perforazione avviene indipendentemente o un'apertura operativa viene fatta nel lume rettale. Fistola, di regola, corto, va a una cavità purulenta. I pazienti non possono supporre di avere una fistola incompleta, tuttavia, in alcuni casi è possibile identificare una tale educazione, cosa succede quando si visita un medico e quando si identificano i disturbi caratteristici. Quindi, in pazienti con una riacutizzazione periodica della paraproctite, in cui vi è una svolta del pus nel lume rettale. Nella fase cronica del processo, si può notare la presenza di pus sulle feci. In alcuni casi, tale fistola può aprirsi sotto forma di due aperture interne, che determineranno la transizione precedentemente menzionata alla forma precedente nell'esame, cioè alla fistola interna.

Inoltre, la classificazione delle fistole tiene conto dell'area di concentrazione dell'apertura interna all'interno della parete rettale. A seconda di ciò, sono determinate rispettivamente le fistole frontali, laterali o posteriori.

A seconda di come si trova il percorso fistoloso in relazione allo sfintere anale, vengono determinate le fistole del retto intrasfinteriale, extrasfinito e transfodifere.

Le fistole intra-spinale sono le più semplici, vengono diagnosticate entro il 25-30% dei casi di formazione di tali formazioni. Le loro altre designazioni sono anche usate in questa variante, vale a dire, fistole submucose marginali o sottocutanee. Per lo più tali fistole sono caratterizzate dall'affidabilità del percorso fistoloso, una manifestazione inespressa del processo cicatriziale e una leggera prescrizione della malattia.

La concentrazione dell'apertura fistolosa esterna è principalmente indicata dall'area in prossimità dell'ano, mentre il passaggio fistoloso interno è localizzato in una qualsiasi delle cripte intestinali. Cripte intestinali o, come vengono anche chiamate, cripte di Liberkunov o ghiandole di Liberkunov, sono depressioni tubulari, concentrate nell'epitelio della mucosa intestinale. La diagnosi di questo tipo di fistola non presenta particolari difficoltà. Consiste nella palpazione (palpazione) della zona perianale, nell'ambito del quale il decorso fistoloso è determinato nell'area dello spazio sottocutaneo e sottomucoso. Quando viene introdotto nella regione dell'apertura fistolosa esterna della sonda, di regola si nota il suo passaggio libero all'area del lume intestinale lungo l'apertura interna, in altri casi la sonda si avvicina all'area dello strato sottomucoso.

Le fistole transfinifter vengono diagnosticate molto più spesso (approssimativamente nel 45% dei casi). La posizione del canale fistoloso in questi casi è concentrata all'interno di una delle aree dello sfintere (area sottocutanea, superficiale o profonda). La peculiarità dei passaggi fistolosi in questo caso sta nel fatto che sono spesso contrassegnati da ramificazioni, ci sono tasche purulente nella fibra, e i tessuti circostanti hanno una forma pronunciata di processi cicatriziali. La particolarità di questa caratteristica relativa alla ramificazione è determinata dalla misura in cui il percorso fistoloso è localizzato rispetto allo sfintere, vale a dire, più il corso si trova più in alto, più spesso si manifesta nella sua forma ramificata.

Fistola extrasfinteriforme rilevata in circa il 20% dei casi. In questo caso, il passaggio della fistola è alto, come se lo sfintere esterno si pieghi attorno ad esso, tuttavia, la posizione del foro è annotata all'interno della regione delle cripte intestinali, rispettivamente, è inferiore. Questo tipo di fistola si forma come conseguenza della forma acuta di paraproctite pelvico-rettale, ischeorettale o retrorettale. Un tratto caratteristico di questi è la presenza di un percorso tortuoso e lungo e fistoloso, oltre a questo, un "compagno" frequente della loro presenza è la presenza di cicatrici e striature purulente. Spesso, nel quadro della successiva manifestazione di una esacerbazione del processo infiammatorio, si formano nuove aperture fistolose, in alcuni casi si verifica una transizione da un lato dello spazio a scacchi all'altro lato, che a sua volta provoca la comparsa di una fistola a forma di ferro di cavallo (tale fistola può essere anteriore e posteriore).

La fistola di Extrasphincter in conformità con il grado di complessità della loro manifestazione può essere determinata a uno di quattro gradi:

  • Grado I: questo grado di complessità è considerato nel caso di una stretta apertura fistolosa interna, l'assenza di cicatrici attorno ad esso, e anche in assenza di infiltrati e ulcere nel tessuto cellulare. Lo stesso passaggio fistoloso ha una sufficiente immediatezza.
  • II grado. Questo grado è caratterizzato dal fatto che l'area dell'apertura interna ha cicatrici, ma non ci sono cambiamenti concomitanti di natura infiammatoria nella fibra.
  • III grado. In questo caso, l'area dell'apertura interna della fistola è stretta, il processo cicatriziale nel suo ambiente è assente, il processo di natura purulento-infiammatoria del corso si sviluppa nella fibra.
  • IV grado. Questo grado di complessità determina la presenza di un'ampia apertura interna con cicatrici nei suoi dintorni, così come con infiltrati infiammati o con cavità purulente concentrate nell'area degli spazi cellulari.

L'urgenza per il paziente di fistole extra e transfodifere richiede ulteriori studi come l'ecografia e la fistulografia, inoltre, il sondaggio determina anche le caratteristiche delle funzioni svolte dallo sfintere dell'ano. Questi metodi ci permettono di distinguere la forma cronica del decorso della paraproctite da un altro tipo di malattie che potrebbero anche causare la formazione di fistole.

Fistola: sintomi

La formazione di fistola, come abbiamo scoperto, è accompagnata dal fatto che il processo della loro formazione è accompagnato dalla formazione di passaggi fistolosi sulla pelle all'interno dell'area perianale. Periodicamente, attraverso queste aperture, vengono rilasciati essudato e allattamento purulenti, perché non solo si verifica il disagio corrispondente, ma anche il bucato si sporca. Questo, a sua volta, richiede la sostituzione frequente e l'uso di cuscinetti, pulendo la pelle nella zona del cavallo. L'aspetto della secrezione è accompagnato da forte prurito e irritazione, la pelle è soggetta a macerazione (in termini generali, la macerazione è intesa come rammollimento della pelle dovuto all'esposizione a qualche tipo di fluido). Sullo sfondo dei processi di cui sopra, un odore sgradevole appare nella zona interessata, motivo per cui non solo si perde la capacità lavorativa adeguata del paziente, ma anche la capacità di condurre normali comunicazioni con le persone che lo circondano. Questo, a sua volta, porta a certi disturbi mentali. Anche la condizione generale è interrotta: debolezza, febbre, mal di testa.

Con un livello sufficiente di drenaggio, la sindrome del dolore che accompagna il processo patologico si manifesta in una forma debole. Per quanto riguarda il dolore grave, di solito si verifica quando una fistola interna incompleta si forma sullo sfondo della forma cronica del processo infiammatorio all'interno della sequenza dello sfintere. Si nota una serie di condizioni, a seguito delle quali il dolore aumenta. In particolare, il dolore aumenta con la tosse e il camminare, oltre che con una seduta prolungata. Allo stesso modo, si manifesta nei movimenti intestinali (movimento intestinale, feci), che è associato con il passaggio delle masse fecali nel retto. Potrebbe esserci la sensazione che ci sia un corpo estraneo nell'ano.

In generale, la fistola rettale si manifesta in maniera ondulatoria. La recidiva (manifestazione della malattia dopo un periodo relativo della sua "tregua" in cui si ha l'impressione di un completo recupero sullo sfondo della considerazione della condizione generale) è rilevante durante il periodo di ostruzione con secrezioni nulrotiche purulente o tessuto di granulazione di passaggi fistolosi. Di conseguenza, spesso iniziano a formarsi ascessi. Poi c'è un'apertura spontanea, a seguito della quale c'è un declino nelle manifestazioni acute dei sintomi. All'interno di questo periodo del decorso della malattia nei pazienti, la gravità del dolore diminuisce, anche lo scarico dei passaggi fistolosi appare in un numero inferiore. Nel frattempo, la guarigione completa non si verifica, perché dopo un po 'riprende la manifestazione dei sintomi acuti.

La forma cronica del decorso della malattia, che determina il periodo di remissione per il paziente, indica l'assenza di cambiamenti speciali nella sua condizione, inoltre, un approccio appropriato all'osservanza delle regole di igiene consente di mantenere la qualità della vita ad un livello adeguato. Nel frattempo, la malattia, e in particolare i periodi di recidive in essa, che si verificano abbastanza spesso, causano lo sviluppo di astenia nei pazienti, così come disturbi del sonno, un aumento sistematico della temperatura durante questi periodi, la comparsa di mal di testa, una diminuzione della capacità lavorativa e nervosismo generale. Uomini su questo sfondo, ci sono disturbi associati alla potenza.

Con forme complesse di formazione della fistola, nelle quali si manifestano per un lungo periodo di tempo, si sviluppano spesso forme gravi di cambiamenti su scala locale, in particolare consistono nella deformazione del canale anale, così come nei cambiamenti cicatriziali muscolari e nello sviluppo della deficienza dello sfintere anale. In molti casi, la fistola rettale porta allo sviluppo di pazienti con pectenosi - una malattia in cui il processo di cicatrizzazione delle pareti del canale anale diventa la causa della sua stenosi, che, a sua volta, determina il suo restringimento organico.

la diagnosi

Nella stragrande maggioranza dei casi, la determinazione della diagnosi non presenta alcuna difficoltà. In particolare, in questa materia sono respinti dai reclami del paziente, un'ispezione visiva dell'area interessata per la presenza di passaggi fistolosi, la palpazione (un esame rettale, in cui viene eseguito un esame digitale del retto, seguita dalla rilevazione di un passaggio fistoloso, definito in questo processo come un "fallimento" intestinale muro).

Uno studio viene condotto anche utilizzando una sonda speciale, che specifica la direzione della fistola, nonché l'area in cui l'ingresso si trova all'interno della mucosa rettale. In ogni caso, i campioni vengono effettuati utilizzando coloranti, grazie ai quali è possibile stabilire un tipo specifico di fistola (fistola completa e incompleta). Il metodo della sigmoidoscopia consente di identificare nella mucosa intestinale il processo infiammatorio, così come la rilevanza di concomitanti formazioni tumorali, ragadi emorroidali e nodi, che sono considerati fattori predisponenti per la formazione di fistole. Alle donne è richiesto di condurre una ricerca ginecologica, focalizzata sull'esclusione della fistola vaginale.

Fistola rettale: trattamento

Finché esiste un certo tipo di condizione che determina la possibilità di un'infezione, ci sarà anche un'infiammazione cronica reale, che, rispettivamente, determina la possibilità di creare i prerequisiti per la formazione della fistola rettale. Detto questo, tutti i pazienti con diagnosi considerata mostrano la rimozione della fistola del retto. Va notato che in questo caso non solo la fistola stessa deve essere rimossa, ma anche l'area della cripta infiammata. Date le caratteristiche del processo patologico, la chirurgia in diverse possibili opzioni per la sua attuazione è considerata l'unica opzione di trattamento efficace.

Nella fase di remissione della malattia, così come nella fase della chiusura dei passaggi fistolosi sopra discussi, l'operazione non viene eseguita, perché in questi casi mancano chiari punti di riferimento visivi, grazie ai quali i tessuti sani possono essere eseguiti o la fistola può essere asportata non radicalmente. L'esacerbazione della paraproctite richiede l'apertura di un ascesso con la concomitante eliminazione della secrezione purulenta. Ai pazienti viene prescritta fisioterapia e terapia antibiotica, dopodiché, nell'ambito del cosiddetto periodo "a freddo" del processo patologico (all'apertura della fistola), viene eseguito un intervento chirurgico appropriato.

L'operazione, una fistola rettale in cui viene rimosso all'interno di tale periodo, viene effettuata sulla base di determinati fattori. In particolare, l'area di concentrazione del percorso fistoloso viene presa in considerazione quando si considera la relazione a questo riguardo con lo sfintere anale esterno, il grado di sviluppo del processo cicatriziale effettivo (all'interno della parete rettale, lungo il decorso della fistola e la sua apertura interna) e la presenza / assenza di infiltrati e cavità purulente, concentrato in questo processo nell'area della fibra adrectal.

Le opzioni più comuni per le operazioni:

  • dissezione al lume del retto;
  • Chirurgia di Gabriel (escissione al lume del retto);
  • escissione al lume del retto durante la dissezione delle striature e il loro successivo drenaggio;
  • escissione nel lume del retto con concomitante sutura dello sfintere;
  • escissione in combinazione con una legatura;
  • escissione in combinazione con il movimento dello straccio mucoso-muscolare o della mucosa del compartimento rettale, fornendo la capacità di rimuovere l'apertura fistolosa interna.

Il periodo postoperatorio non esclude la possibilità di ricorrenza della fistola, così come lo sviluppo della deficienza anale dello sfintere. La prevenzione di queste complicanze si ottiene attraverso l'adeguata attuazione delle misure di trattamento chirurgico e, in generale, la tempestività dell'intervento chirurgico, la corretta implementazione tecnica delle manipolazioni durante il trattamento e l'assenza di inesattezze nella gestione della gestione postoperatoria del paziente.

Se compaiono sintomi che indicano la possibile presenza di fistola rettale, si prega di contattare il proctologo.

http://simptomer.ru/bolezni/zheludochno-kishechnyj-trakt/286-svishch-pryamoj-kishki-simptomy

Fistola del retto

. o: fistola del retto, fistola rettale, paraproctite

I sintomi della fistola del retto

I sintomi e le manifestazioni della fistola rettale dipendono dalla gravità del processo infiammatorio: in assenza di segni di infiammazione (arrossamento, dolore, gonfiore nella zona del passaggio fistoloso), non ci saranno praticamente sintomi. Nel caso in cui compaiano nuovi passaggi fistolosi, la malattia peggiorerà spesso.

  • Ferita nella zona del cavallo.
  • Sanguinante (liquido giallastro) o secrezione purulenta con un odore sgradevole dalla fistola.
  • Prurito della pelle, arrossamento, gonfiore nella fistola.
  • Pain. Con un buon drenaggio (deflusso del contenuto) della fistola, la sindrome del dolore è solitamente lieve, ma in presenza di fistola interna o infiammazione il dolore può essere molto intenso. Di regola, aumenta con i movimenti intestinali (svuotamento del retto), con seduta prolungata, tosse.
  • Aumento della temperatura corporea, con esacerbazione della malattia - fino a 40 ° C.
  • Malessere generale, debolezza, nervosismo, disturbi del sonno.

forma

A seconda della struttura del percorso fistoloso, ci sono diverse forme di fistola.

  • Fistola completa Il canale della fistola inizia nella parete del retto e si apre sulla pelle attorno all'ano. Alcune fistole hanno diverse insenature, che si fondono in una e vanno sulla superficie della pelle. Quindi, una fistola piena ha almeno 2 aperture - input e output. Se la fistola è ben vuota (il deflusso del suo contenuto non è disturbato), i sintomi della malattia possono essere assenti. Quando il canale è ostruito dal pus, si verifica una esacerbazione della malattia:
    • aumento del dolore all'ano:
    • febbre;
    • malessere generale.
  • Fistola incompleta Hanno un'entrata nel retto e terminano nello spessore del tessuto intestinale (strato grasso). In alcuni casi, le fistole complete sono formate da tali fistole.
  • Fistola interna Entrambi i fori (ingresso e uscita) si trovano nell'area rettale.

Inoltre, vi è una divisione della fistola a seconda della posizione del percorso fistoloso in relazione allo sfintere (muscolo) del retto.

  • Fistola sottomucosa marginale o sottocutanea: si verificano più spesso, aperte vicino all'ano.
  • Chist spinal fistula: passare attraverso lo sfintere rettale, spesso portano alla formazione di cicatrici attorno alla fistola.
  • Fistola spinale: il canale fistoloso non influisce sullo sfintere rettale.

Per origine, ci sono fistole:

  • congenito - sorgere in utero;
  • acquisito - apparso durante la vita.

motivi

  • Paraproctite acuta trasferita (infiammazione del tessuto adiposo sottocutaneo (strato adiposo) che circonda il retto). Il processo infettivo di fibra si diffonde alla parete del retto con la formazione di un ascesso (ascesso), che, dopo aver aperto, forma un canale - un passaggio fistoloso.
  • Chirurgia e lesioni nel perineo e nel retto.
  • Malattie intestinali:
    • Malattia di Crohn (malattia infiammatoria cronica del tratto gastrointestinale, che porta alla sconfitta di tutti gli strati della parete intestinale);
    • enterite (infiammazione dell'intestino tenue);
    • colite ulcerosa (malattia infiammatoria cronica intestinale);
    • carcinoma dell'intestino (tumore maligno a rapida progressione in rapida progressione).
  • Malattie infettive:
    • Chlamydia (una malattia infettiva causata da microrganismi Chlamydia);
    • tubercolosi (una malattia infettiva causata da micobatterio tubercolosi);
    • sifilide (una malattia infettiva causata dal treponema pallido dei microrganismi).

Un proctologo aiuterà nel trattamento della malattia.

diagnostica

  • Analisi della storia della malattia e dei disturbi (quando c'era una ferita nel perineo e nell'ano, scarico dal canale fistoloso, con il quale il paziente associa l'insorgenza di questi sintomi, ecc.).
  • Analisi della storia della vita (c'era la paraproteit acuta (infiammazione del tessuto adiposo sottocutaneo che circonda il retto), come è stato trattato, la presenza di altre malattie).
  • Storia familiare (se qualcuno dei parenti stretti avesse un rettocele (protrusione sferica della parete rettale in avanti o all'indietro, sotto la pelle del perineo), diverticolosi (più protrusioni sacciformi (diverse) del tratto intestinale) e altre malattie del tratto gastrointestinale).
  • Ispezione. Di solito, la diagnosi di una fistola non causa alcuna difficoltà, poiché già durante l'ispezione uno o più fori sono rivelati sulla pelle vicino all'ano, con la pressione su cui il contenuto purulento viene rilasciato. Nella formazione di una fistola sullo sfondo della paraproctite, lo scarico è di solito giallastro, purulento. Quando il processo tumorale nel retto può essere osservato sanguinamento.
  • L'esame rettale delle dita consente di identificare l'apertura interna della fistola.
  • Metodi di ricerca di laboratorio
    • Un esame del sangue (per la determinazione dell'emoglobina (proteina dell'ossigeno carrier), degli eritrociti (globuli rossi), delle piastrine (elementi del sangue coinvolti nella coagulazione del sangue), dei leucociti (cellule immunitarie specifiche)).
    • Analisi generale delle urine per monitorare lo stato del sistema urinario e identificare la sua malattia.
    • Analisi biochimica del sangue (consente di identificare i segni di disfunzione degli organi interni - fegato, reni, pancreas).
    • L'analisi delle feci per sangue occulto (in caso di sospetto verificarsi di sanguinamento dal tratto gastrointestinale).
  • Metodi di ricerca strumentale:
    • sondaggio del percorso fistoloso (determinazione della lunghezza, tortuosità dei canali fistolosi con l'aiuto di uno strumento speciale - una sonda);
    • la fistulografia è un metodo di esame a raggi X delle fistole dopo averle riempite con la sostanza a contrasto dei raggi X (chiaramente visibile nelle immagini);
    • irrigoscopia: esame a raggi X del colon con introduzione di sostanza radiopaca;
    • rectoromanoscopy (esame visivo del retto e parte del sigmoide con l'aiuto di un apparato speciale - un endoscopio);
    • colonscopia (esame del colon con un endoscopio). Quando conducono questi studi rivelano il movimento intestinale patologico (anormale), i difetti della mucosa intestinale e la loro posizione. L'irrigoscopia è un metodo più benigno, dal momento che solo una sostanza radiopaca viene iniettata nell'intestino e durante la colonscopia e la sigmoidoscopia, un apparato speciale (endoscopio) viene introdotto nell'intestino attraverso l'ano. Tuttavia, negli ultimi due studi, è possibile eseguire una biopsia (prendendo un pezzo di mucosa intestinale per uno studio);
    • tomografia computerizzata (CT) - eseguita per valutare la condizione di altri organi della cavità addominale (fegato, pancreas, vescica, reni, parte dell'intestino immodificato) e se si sospettano complicazioni fistole, per identificarli;
    • esame ecografico (ultrasuoni) degli organi pelvici per valutare le condizioni della vescica, intestino, per stabilire segni di un canale fistoloso.

Trattamento della fistola rettale

Il trattamento conservativo (non chirurgico) della fistola è possibile con le sue piccole dimensioni, con la procedura per la chiusura della fistola con colla biologica specializzata.

Il trattamento chirurgico della fistola rettale è il metodo principale: escissione e sutura del canale fistoloso durante l'operazione. Prima e dopo l'operazione, vengono prescritti farmaci antibatterici (che agiscono su microrganismi dannosi che si riproducono nella ferita della fistola) e procedure di terapia fisica (per ridurre il rischio di complicanze).

Nel periodo postoperatorio è molto importante:

  • seguire una dieta, mangiare razionalmente e in modo equilibrato (mangiare cibi ricchi di fibre (verdure, frutta, verdura), rinunciare a cibi fritti, affumicati, troppo caldi e piccanti, cibi pronti, cibo secco, è necessario bere più liquido - almeno 2,5 litri per giorno);
  • limitare l'attività fisica;
  • assumere preparazioni lassative contenenti fibre idrofile: assorbono acqua nel tratto gastrointestinale, aumentando così il volume delle feci.

Complicazioni e conseguenze

  • Intossicazione (auto-intossicazione) del corpo.
  • La formazione di cicatrici (cicatrici grossolane) nell'ano.
  • Stitichezza lunga (che dura più di 2 settimane).
  • Cancro del retto (tumore maligno, a rapida progressione, a crescita rapida).
  • Fistola recidiva (ricorrenza dei sintomi della malattia).

Prevenzione della fistola rettale

  • Alimentazione razionale ed equilibrata (mangiare cibi ricchi di fibre (verdure, frutta, verdura), evitare cibi fritti, affumicati, troppo caldi e piccanti, cibi pronti, cibo secco, "in fuga").
  • L'eliminazione delle cattive abitudini - l'alcol, il fumo.
  • Prevenzione tempestiva e trattamento delle malattie del tratto gastrointestinale:
    • costipazione;
    • paraproctite (infiammazione del tessuto adiposo sottocutaneo che circonda il retto);
    • epatite (infiammazione del fegato);
    • gastrite (infiammazione dello stomaco);
    • ulcere allo stomaco e ulcera duodenale (ulcerazioni e difetti di diverse profondità nello stomaco e nel duodeno 12);
    • pancreatite (infiammazione del pancreas);
    • colecistite (infiammazione della cistifellea) e altri.
  • Esercizio moderato
  • Limita lo stress psico-emotivo.
  • fonti
  • Ivashkin V.T., Lapina T.L. (Ed.) Gastroenterologia. Leadership nazionale - 2008. GEOTAR-Media. 754 s.
  • Parfenov A.I. "Enterology." - M.: Triada-X, 202, - 744s.

Cosa fare con la fistola rettale?

  • Scegli un medico proctologo adatto
  • Superare i test
  • Ottieni un trattamento dal medico
  • Segui tutti i consigli
http://lookmedbook.ru/disease/svisch-pryamoy-kishki

Sintomi e trattamento della fistola rettale

Le fistole sono un problema serio per i proctologi. La malattia può causare seri problemi al paziente, alcuni dei quali possono essere fatali.

Per questo motivo, se si hanno sintomi caratteristici, è necessario visitare un medico per una diagnosi. Solo questo aiuterà a determinare il trattamento efficace di questa malattia.

Cos'è la fistola rettale

Le fistole del retto (fistola perianale) sono formazioni purulente, che sono la via tra il retto e la pelle esterna. A volte la connessione con l'ambiente esterno non si verifica, i buchi si trovano all'interno dell'intestino.

Il canale stesso è formato dall'azione di agenti patogeni che distruggono i tessuti molli dell'organo. Nel corso del canale fistoloso si possono formare rami, tasche con pus che peggiorano il processo di trattamento e rallentano il recupero del paziente.

Il rischio di ammalarsi è più alto in un paziente adulto, ma i bambini possono anche essere colpiti da questa patologia. La malattia in un bambino si sviluppa e procede in modo simile a quella nei pazienti del gruppo più anziano.

Classificazione della fistola del retto

Le fistole del retto sono classificate secondo diversi criteri. Sono divisi in diversi tipi in base alla loro struttura e posizione. Le seguenti fistole si distinguono:

  1. Completo, incompleto e interno. Quest'ultimo può essere diviso in un gruppo separato. Per il pieno, ci sono 2 fori - interni ed esterni, da cui il pus fluisce nell'ambiente esterno. La fistola incompleta ha un'apertura interna, non c'è un'apertura esterna. Una fistola incompleta finisce alla cieca nella cavità d'organo, ma il tessuto viene gradualmente distrutto sotto l'influenza di agenti patogeni e si forma un'apertura esterna.
  2. Le formazioni sopra descritte sono esterne. Per quanto riguarda le formazioni interne, esse sono caratterizzate dalla presenza di 2 fori contemporaneamente, ma la fistola dell'ano stesso si trova all'interno del retto, il deflusso del pus non si verifica, ma solo nella cavità dell'organo stesso.
  3. Per posizione relativa all'ano, le fistole intra-, trans- ed extrasfincali del retto sono isolate. Il primo può essere leggermente interno dall'anano o adiacente al buco stesso. La transfangoterapia si trova direttamente nei tessuti dello sfintere. Formazioni Extrasfinkternye sono formate al di fuori del foro, sono facili da rilevare durante l'ispezione visiva.

Le fistole possono anche essere suddivise in diritte e ramificate a seconda della configurazione del canale fistoloso. Nella seconda variante è possibile la formazione di tasche purulente, che complicano e ritardano il trattamento.

Cause della fistola del retto

Le fistole del retto sono formate dalla penetrazione di batteri nei tessuti dell'organo. C'è un'infiammazione chiamata proctite. Il processo patologico è in grado di penetrare nei tessuti molli circostanti, sono infetti. Questa malattia è chiamata paraproctite, procede in forma acuta e cronica.

Con queste patologie, c'è un accumulo di contenuto purulento in una cavità ristretta, cioè si forma un ascesso. Quindi si verifica una fuoriuscita di pus, la cavità di ascesso comunica con l'ambiente. Questa è la fistola dell'ano. In questi casi il pus può scadere non solo sulla pelle del paziente, ma anche nelle cavità interne del corpo.

Nella patogenesi della fistola, la tempestività e la completezza del trattamento della malattia di base, le patologie di accompagnamento del tratto digestivo, in particolare l'ulcera gastrica, il morbo di Crohn, la diverticolosi, la tubercolosi e il cancro di qualsiasi intestino, le emorroidi, sono importanti.

C'è una predisposizione alla formazione di fistole in persone con infezioni fungine, immunodeficienze e sifilide.

Le fistole del retto possono essere formate dopo interventi chirurgici proctologici e profilo ginecologico.

I sintomi della fistola del retto

I pazienti con questa malattia notano la comparsa di scarichi purulenti (vedi foto) su biancheria o vestiti, il che porta un significativo disagio alla vita quotidiana del paziente.

Quando un gran numero di secrezioni anomale irrita la pelle, ci sono lamentele di prurito e bruciore nella zona anale.

L'inconveniente è anche causato dal fatto che il pus ha un odore sgradevole. Altri reclami di pazienti con fistola rettale:

  • La presenza del dolore La sua gravità dipende dal tipo di fistola. Se è esterno e pieno, il dolore è minimo. In caso di fistola incompleta, soprattutto interna, i sintomi sono più pronunciati. L'intensità del dolore aumenta con una lunga permanenza in una posizione scomoda, movimenti improvvisi, camminata prolungata, durante l'atto di defecazione.
  • L'intossicazione del corpo può manifestarsi con disturbi di febbre alta, debolezza, mal di testa, diminuzione della capacità lavorativa e labilità emotiva.
  • Le fistole di un retto hanno una tendenza a una corrente ondulata, con aggravamenti e remissioni. Durante il decompensation, i reclami sopra descritti si verificano nei pazienti. Durante il periodo di remissione, la condizione generale dei pazienti non soffre, ma può essere presente la presenza di secrezione purulenta in piccole quantità.
  • Con un lungo decorso della malattia, si verifica un esaurimento graduale del corpo e anche durante le remissioni ci sono lamentele di debolezza generale, irritabilità aumentata, sonno debole, febbre, mal di testa e vertigini.

La fistola esterna del retto è facile da rilevare durante l'esame esterno. Sono necessari metodi strumentali per diagnosticare formazioni interne. Le fistole del retto sono una patologia estremamente spiacevole, ma le possibili complicazioni sono particolarmente pericolose.

complicazioni

È importante conoscere il pericolo della fistola rettale. Il processo acuto minaccia la diffusione dell'infezione a tutto il corpo, cioè la sepsi. Questa complicazione ha un alto rischio di morte.

La patologia è anche in grado di entrare in uno stato cronico, che influenza la condizione generale dei pazienti. Diventano emotivamente labili, irritabili, il livello di disabilità è significativamente ridotto.

Con un lungo decorso della malattia, può verificarsi la degenerazione del tessuto maligno, cioè si forma il cancro del retto. Inoltre, la fistola anale può portare a cicatrici e restringimento dello sfintere anale, che influisce negativamente sull'utilità del suo funzionamento.

Diagnosi della fistola del retto

Il medico analizza i reclami del paziente, raccoglie l'anamnesi, conduce un esame generale e un esame rettale. Al paziente viene prescritta un'analisi generale del sangue e delle urine, biochimica del sangue. Successivamente, procedono a metodi strumentali di ricerca, vale a dire: colonscopia, rettore-impianto e irrigoscopia. Ti permettono di determinare la localizzazione della fistola.

Per chiarire la sua posizione e la sua struttura di formazione, è necessario un sondaggio, a volte con campioni di colorazione o fistolografia. Ti permettono di determinare la natura del passaggio fistoloso, la presenza di tasche e la quantità di pus.

Se necessario, un esame ginecologico femminile è prescritto a pazienti di sesso femminile, per tutti i pazienti può essere eseguita una ecografia della cavità addominale e della pelvi. A volte è richiesta un'ecografia del retto e della sfinterometria - un metodo per determinare l'utilità dell'ano.

Trattamento della fistola del retto

Il trattamento senza chirurgia non può portare a un completo recupero, quindi i medici ricorrono sempre alla rimozione chirurgica. L'intervento chirurgico viene effettuato nel periodo acuto, dal momento che al momento del processo di declino è impossibile determinare con precisione la localizzazione e la struttura della fistola.

Se l'operazione viene eseguita in anestesia generale, il medico asporta completamente la fistola, afferrando i tessuti circostanti, i bordi della ferita sono cuciti insieme e quest'area viene lavata con antisettici. La guarigione avviene entro 45 giorni, inoltre, i pazienti assumono antibiotici ad ampio spettro, analgesici. Anche nominato fisioterapia - radiazioni ultraviolette, elettroforesi, che accelerano la guarigione dei tessuti, stimolano il flusso sanguigno e il metabolismo nell'area di intervento chirurgico.

Dopo l'operazione, è importante osservare la dieta, è necessario seguire tutte le raccomandazioni sull'igiene personale, l'attività fisica dovrebbe essere limitata e crescere gradualmente. Vassoi sessili consigliati con erbe che riducono il dolore e migliorano la guarigione.

Con questo tipo di intervento, c'è il rischio di ricorrenza e complicanze postoperatorie. In caso di disturbi del dolore intenso nel perineo, comparsa di secrezioni anormali, difficoltà a urinare e defecare, febbre, è necessario informare immediatamente il medico. Più spesso in tali situazioni, il trattamento chirurgico ripetuto non può essere evitato.

I metodi minimamente invasivi stanno diventando più comuni. Per quanto riguarda le fistole, il trattamento laser, l'elettrocoagulazione e il riempimento sono popolari. Queste operazioni sono eseguite in anestesia locale, caratterizzata da un rischio minimo di complicanze, sono esangue e veloce. Anche il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico viene significativamente ridotto, il rischio di recidiva viene ridotto al minimo.

Il trattamento laser comporta la cauterizzazione della fistola utilizzando un tubo speciale con un emettitore. I bordi della ferita sono sigillati con una speciale colla, e diversi punti sono realizzati con materiale assorbibile.

Fistola del retto in pazienti con elettrocoagulazione è trattata in modo simile, solo la cauterizzazione dei tessuti viene effettuata con un coltello termico.

Un buon risultato mostra il riempimento del cosiddetto tubo di collagene, che si comporta come un innesto del corpo e stimola l'epitelizzazione della zona d'impatto. La fistola rettale del paziente è cucita in un cerchio, fissata ed escissa. L'area risultante viene riempita con un tappo, risolvila. La tecnica è anche esangue, con un minimo di complicazioni, ma costosa.

I principi di trattamento della fistola rettale in un bambino sono gli stessi dei pazienti adulti. A volte i medici raccomandano di astenersi dalle operazioni, se stiamo parlando di un paziente al di sotto di 1 anno. Se ciò non influisce sulle condizioni generali di un piccolo paziente (questo accade spesso), l'intervento viene eseguito un po 'più tardi. Ma in situazioni di emergenza con le operazioni non esitate.

È importante! Il trattamento di rimedi popolari per questa malattia è inefficace, può portare a un deterioramento del paziente, soprattutto se si tratta di bambini. Pertanto, è importante consultare un medico il più presto possibile per un trattamento tempestivo e completo.

Prevenzione della fistola rettale

La fistola del retto nei pazienti può essere prevenuta con il trattamento tempestivo delle malattie non solo dell'organo stesso, ma anche di tutte le parti del tubo digerente. Altre misure preventive:

  • igiene personale;
  • smettere di fumare e bere alcolici (raccomandato per pazienti adulti);
  • è importante prevenire la stitichezza;
  • esercizio regolare.

Per prevenire la malattia negli adulti e nei bambini è importante razionalizzare la dieta. È necessario rifiutare cibi grassi, fritti, spezie, dolci, spezie. Il menu dovrebbe essere a basso contenuto di grassi di carne e pesce, latticini, verdure e frutta. Il giorno si consiglia di bere almeno 1,5 litri di acqua pura.

Previsione per la vita

Nella maggior parte dei casi, la fistola rettale viene trattata con successo. Ciò che conta è la tempestività del trattamento per il medico e l'attuazione di tutte le raccomandazioni di uno specialista. Anche la prognosi per la vita è positiva. Le eccezioni sono casi complicati della malattia in cui vi è una minaccia per la vita del paziente. Si tratta di sepsi, rinascite maligne.

Si può riassumere che è necessario avere un'idea dei segni della malattia e sapere cosa è pericoloso per la fistola rettale, e quali metodi di trattamento e prevenzione sono disponibili oggi. Questo aiuterà a sbarazzarsi rapidamente della patologia senza alcun danno per il corpo, pur mantenendo il pieno funzionamento del retto.

Sono impegnato nella prevenzione e nel trattamento delle malattie coloproctologiche. Maggiore educazione medica. Sul sito web tvojajbolit.ru sarò responsabile per la qualità e l'alfabetizzazione degli articoli.

Specialità: Flebologo, Chirurgo, Proctologo, Endoscopista.

http://tvojajbolit.ru/proktologiya/simptomyi-i-lechenie-svishhey-pryamoy-kishki/

Altri Articoli Su Vene Varicose

  • Nastro Kinesio
    Sintomi

    Cosa significa "kinesio"?Kinesio deriva dalla parola greca kinesis. Indica movimento.
    Cosa significa "nastro"?Se pratichi sport professionalmente o semplicemente ti tieni in forma con l'aiuto degli sport, e ti infortuni, ad esempio, ti sei allungato, ma devi continuare ad allenarti o prepararti per le competizioni, il teip sarà il tuo migliore amico e supporto.