L'efficacia del massaggio dopo mastectomia per linfostasi del braccio

Il sistema linfatico svolge un ruolo importante nel corpo umano. La linfa si muove con l'aiuto di un letto ramificato in cui si trova la parte principale del sistema immunitario. Nel caso della patologia, si precipita in un punto, il movimento rallenta, si forma la stagnazione. Una causa comune è la rimozione del tumore insieme al seno e ai linfonodi. È possibile fare massaggi superficiali dai primi giorni dopo l'intervento.

Linfostasi a seguito di mastectomia

Formazioni oncologiche nella ghiandola mammaria è un tumore comune che si verifica nelle donne. Durante l'operazione, i tessuti e i linfonodi affetti nell'ascella (dissezione dei linfonodi) vengono necessariamente rimossi. Questa manipolazione chirurgica viola il flusso della linfa dagli arti superiori a causa della violazione dell'integrità dei vasi sanguigni. Diventa la causa della malattia - linfostasi. Più della metà delle donne che hanno subito un intervento chirurgico affrontano questo problema.

Il principale pericolo di sviluppare linfostasi è alterato circolazione del sangue e drenaggio linfatico, che porta al gonfiore del braccio. L'edema si presenta spontaneamente, può immediatamente dopo l'intervento chirurgico o dopo un certo tempo. Il massaggio per linfostasi del braccio è considerato il trattamento principale.

Metodi per il trattamento della linfostasi

Il trattamento dipende dallo stadio di manifestazione, i cui sintomi differiscono. Esistono due tipi di edema: morbido e denso. Lieve con trattamento tempestivo, diminuisce durante l'anno. Può essere curato In molti casi, si verificano processi irreversibili, lo sviluppo di gravi complicanze. Se c'è un gonfiore denso - è necessario contattare immediatamente un oncologo, in modo da non perdere la progressione del tumore.

Quando la malattia è efficace, tali mezzi di terapia:

  • massaggio linfodrenante alle mani e fisioterapia;
  • rimedi popolari - sono usati principalmente per rimuovere il gonfiore con erbe e decotti;
  • farmaci - sono prescritti in rari casi.

La prevenzione della linfostasi del braccio mediante massaggio terapeutico dovrebbe iniziare immediatamente dopo l'intervento chirurgico (5-7 giorni). Dovrebbero essere eseguiti esercizi che migliorano il flusso linfatico e la circolazione sanguigna.

Puoi liberarti dell'edema per sempre, se ti dedichi costantemente all'esercizio fisico, fai massaggi, nuoti in piscina.

Effetto massaggio

Cosa succede con la linfostasi? Dopo la rimozione dei linfonodi, il movimento del fluido è disturbato. Ci sono blocchi, aderenze su grandi navi. Questo porta all'accumulo di linfa in questi luoghi, scorre e si accumula nei tessuti. Si forma un edema enorme. Dopo l'operazione, appare la pesantezza al braccio, alle spalle e al mal di testa. Per ripristinare i processi fisiologici, è necessario fare semplici esercizi sin dai primi giorni.

Raccomandazioni correttamente implementate aiutano a ripristinare il flusso linfatico, migliorano la circolazione del sangue nel sito di lesione. Dopo l'intervento, devi prima eseguire esercizi di fisioterapia, quindi massaggiare. Un effetto complesso sui vasi danneggiati aiuterà a ripristinare le vie circonferenziali o laterali del flusso sanguigno, bypassando il tronco principale. Ciò è possibile con l'aumento del flusso sanguigno e l'innervazione (fornendo nervi ai tessuti), che fornisce comunicazione con il sistema nervoso centrale, ripristina il funzionamento del sistema linfatico.

Tecnica di massaggio

La cultura fisica e il massaggio dovrebbero essere effettuati costantemente - questo è il tipo principale di trattamento. Il massaggio può essere profondo (compressione) e superficiale. Deep è eseguito da uno specialista in ospedale. Puoi educare il paziente in superficie e farlo a casa. Può fare qualsiasi parente.

La tecnica dell'auto-massaggio è accarezzare le mani con movimenti morbidi di movimento con una pressione minima sui muscoli.

La procedura è la seguente:

  1. Alza la mano e poggia su una superficie dura.
  2. Con l'altra mano, partendo dal gomito alla spalla, accarezza la mano.
  3. Risolvi costantemente tutte le parti.
  4. Poi fai lo stesso, partendo dalla punta delle dita, salendo in alto.

Durata 5 minuti. Puoi ripetere più volte al giorno, a seconda della gravità. Assicurati di iniziare a accarezzare dal gomito in su, solo un campo di essa dalla punta delle dita. Questa tecnica aiuta negli scopi profilattici e nelle prime fasi della linfostasi.

Indicazioni e controindicazioni

La conduzione di interventi chirurgici per i tumori al seno ha conseguenze negative sotto forma di disturbi del flusso linfatico. È possibile determinare la patologia dopo aver studiato i sintomi.

Il metodo principale di trattamento - massaggio alle mani per linfostasi (mastectomia) è indicato in questi casi:

  • malattie del sistema linfatico;
  • linfostasi e linfedema.

Il massaggio linfodrenante è superficiale (cosmetico) e profondo (cicatrizzante). Solo gli specialisti possono condurlo. Il massaggio alle mani improprio dopo mastectomia può causare gravi danni. Viene nominato subito dopo l'intervento chirurgico per evitare la comparsa di patologia. Ci sono casi in cui una condizione simile progredisce fino alla forma incurabile - linfedema.

Come ogni procedura medica, il massaggio per la linfostasi ha controindicazioni. Ci sono stati quando è assolutamente impossibile farlo, in alcuni casi bisogna stare attenti. Assolutamente controindicato in:

  • aumento della glicemia (diabete);
  • progressione del cancro (metastasi);
  • malattie della pelle (dermatiti, psoriasi);
  • malattie venose, tromboflebiti;
  • il periodo di riabilitazione immediatamente dopo l'intervento chirurgico;
  • grave malattia cardiaca.

Il massaggio per linfostasi della mano può essere fatto con cautela in caso di disturbi della ghiandola tiroidea, durante la remissione delle malattie gastrointestinali, malattie dell'apparato muscolo-scheletrico. Tutti gli esercizi devono essere eseguiti a una pressione molto lenta. Puoi fidarti solo di uno specialista qualificato.

Dopo l'operazione, i linfonodi vengono rimossi, il flusso linfatico viene disturbato attraverso il sistema e ristagna nei punti di danno. Per ripristinare il suo corso, è necessario eseguire le tecniche ed esercizi di massaggio consigliati. Quando la linfostasi è consentita solo un massaggio superficiale indipendente. Tutte le altre manipolazioni devono essere coordinate con il medico.

http://figuradoma.ru/massazh/lechebnyj/massazh-pri-limfostaze-ruki.html

Come trattare la linfostasi del braccio dopo la rimozione del seno?

Tra tutti i possibili problemi dopo la rimozione del seno (mastectomia), un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta a tali complicazioni come la linfostasi. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, oltre 300 milioni di persone ne soffrono per vari motivi. Alla fine del trattamento radicale delle malattie oncologiche, si verifica in circa il 40-80% dei casi. La puntura della ghiandola mammaria sotto controllo a ultrasuoni (prendendo un campione di fluido, tessuto dalla formazione) consentirà la diagnosi precoce del cancro ed eviterà molti momenti spiacevoli.

Cos'è la linfostasi

Condurre qualsiasi intervento chirurgico minaccia di complicazioni. Per minimizzare questo pericolo, dopo la sua somministrazione, vengono prescritti antibiotici, farmaci antinfiammatori. Una delle complicanze più frequenti derivanti dalla rimozione delle ghiandole mammarie nel cancro è la comparsa di linfostasi. Il cosiddetto gonfiore linfatico della mano dalla ghiandola operata. In senso più ampio, significa malattia cronica del sistema linfatico, che causa disturbi di deflusso linfatico, un aumento delle dimensioni dell'organo interessato.

La patologia si verifica a causa di un drenaggio linfatico alterato (un liquido incolore contenuto nei linfonodi e nei vasi linfatici). La malattia si forma non solo a causa di mastectomia, ma anche a causa di lesioni, malattie infettive, esposizione alle radiazioni, tumori. Tra questi ultimi, il fibroadenoma è molto comune - una neoplasia benigna del tessuto ghiandolare. Per la sua rimozione, si suggerisce l'enucleazione dei fibroadenomi della ghiandola mammaria, quando i tessuti adiacenti alla formazione non sono tagliati, ma solo isolare e tagliare il tumore insieme alla capsula, facendo una piccola incisione, di solito nella regione ascellare.

Tipi di patologia

Durante il periodo di recupero precoce, la linfostasi è considerata un fenomeno naturale, in quanto il corpo cerca di ripristinare il deflusso del fluido e con un trattamento adeguato non è pericoloso

Dopo la rimozione delle ghiandole mammarie, le donne possono sviluppare linfostasi primitiva o secondaria del braccio. Nel primo caso, la patologia dei vasi linfatici è congenita e nel secondo i tessuti sani sono colpiti a causa di lesioni, legatura durante chirurgia, compressione delle vie linfatiche, linfonodi, cicatrici, radio e radioterapia, malattie infettive, insufficienza venosa cronica. Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la ghiandola mammaria, la linfostasi può essere lieve (reversibile) o stretta quando il gonfiore progredisce e non scompare.

Il ruolo dei vasi linfatici che sono stati rimossi durante l'operazione, inizia a giocare il successivo, creando un flusso di linfa collaterale cosiddetto subdolo. Per risolverlo, ci vuole tempo.

Fasi di patologia

Edema linfatico (linfedema) è di 4 gradi:

  1. L'edema dei tessuti non è costante e la pelle è facilmente presa nella piega. Può estendersi non più di un quarto di mano.
  2. Dopo il riposo, il gonfiore si riduce, ma non completamente. L'arto superiore colpito è molto più sano. La pelle nella piega è difficile da prendere.
  3. Edema costante, la pelle nella piega non può prendere. La circonferenza del braccio dolorante è 2-2,5 volte maggiore dell'altra.
  4. Questo grado indica uno stato in cui l'arto è deformato, è difficile muoversi, c'è una violazione della circolazione sanguigna nei suoi tessuti.

Suggerimento: se il paziente vede la formazione di una linfostasi densa più di un anno dopo l'operazione, un urgente bisogno di consultare un medico. Questo può essere un segno di crescita oncopatologica o metastatica, anche quando la mastectomia è già stata eseguita.

Sintomi di base

  1. Gonfiore stretto e doloroso del braccio (spesso la sera).
  2. Erisipela della pelle.
  3. Ispessimento della piega cutanea.
  4. La scomparsa della rete modella le vene safene.
  5. Problemi con il sollevamento delle mani.
  6. Linforrea (accumulo di liquido linfatico) sotto l'ascella.
  7. Dolore, sensazione di scoppio, bruciore nella mano.
  8. Pallore della pelle.

Ridurre i sintomi dei sintomi aiuterà non solo il trattamento prescritto dal medico, ma anche una dieta speciale, limitando l'assunzione di sale.

Metodi per il trattamento della linfostasi

La linfostasi dovuta alla mastectomia viene diagnosticata in base ai reclami del paziente e ai risultati dell'esame del paziente. Inoltre, il medico prescrive la linfografia dei vasi linfatici, i linfonodi (esame radiografico mediante raggi, agenti di contrasto). Il metodo diagnostico di base per linfocele, l'accumulo di liquido linfatico nei tumori, cavità corporee, vasi - ultrasuoni.

Terapia farmacologica

In assenza di metastasi dopo mastectomia, al paziente viene prescritta la venotonica per rafforzare i vasi. Secondo lo schema standard sono presi 2-4 settimane. Un breve corso può consigliare diuretici o preparazioni a base di erbe (equiseto, ortica, prezzemolo). Se necessario, raccomandare vitamine, preparati con contenuto di ferro.

Esercizio fisico (terapia fisica)

La terapia fisica anti-edematosa dopo la rimozione della ghiandola mammaria con i linfonodi ha lo scopo di eliminare, ridurre l'edema e mantenere il risultato raggiunto. Esercizi medici fanno regolarmente per almeno 20 giorni, e dopo il miglioramento 1-2 volte a settimana durante il periodo raccomandato dal medico. Puoi iniziare la ginnastica solo con un bendaggio compressivo e secondo un programma stilato da uno specialista. È importante che la tensione muscolare si alterni con il rilassamento per circa lo stesso tempo (questo periodo dovrebbe preferibilmente essere combinato con esercizi di respirazione). I movimenti di base degli esercizi con linfostasi sono su e giù, la flessione e l'estensione, gli squat con la presa sulle mani.

Fisioterapia (pneumomassage, drenaggio linfatico)

La terapia laser, la stimolazione elettromagnetica è inefficace nel trattamento della linfostasi dopo mastectomia, inclusa la rimozione dei linfonodi. Ma può essere utile un pneumomassaggiamento o linfopressa dell'hardware. Questo è il nome della procedura durante la quale le mani sono esposte al tessuto con aria compressa e rarefatta usando un apparecchio speciale. Il metodo è spesso usato durante il trattamento delle patologie venose, nella medicina dello sport, cosmetologia.

Ma è importante ricordare che questo metodo è sicuro ed efficace solo in alcuni casi. Assegnarlo a tutti e ad ogni stadio della malattia non è solo inefficace, ma anche pericoloso, poiché i processi causati dal pneumomassaggio possono provocare la comparsa di edema. Non è in grado di rimuovere le grandi proteine ​​dallo spazio intercellulare e quindi elimina solo l'acqua, e le proteine ​​nuovamente attraggono, causando gonfiore. Ciò è facilitato dall'accelerazione di tutti i processi nelle cellule, un aumento della quantità di proteine ​​dopo la procedura. È consigliabile nominarlo solo in alcuni casi. Questo viene fatto solitamente tra le sessioni di drenaggio linfatico (massaggio per migliorare il drenaggio linfatico) per mantenere il risultato raggiunto. Ma solo con la completa assenza di controindicazioni e sotto la supervisione di uno specialista.

Indossare maniche elastiche

Si consiglia l'uso di una fascia di compressione dopo le sessioni di drenaggio linfatico. Viene applicata una benda sull'area problematica, che aumenta la pressione nei tessuti e impedisce lo sviluppo dell'edema.

Il manicotto elastico può essere fatto di bende elastiche di estensibilità bassa (fino al 70%) e media (70-140%). Ciò garantirà una bassa pressione a riposo e un movimento elevato.

Se nessuno di questi metodi di trattamento aiuta, il medico prescrive un'operazione per formare un drenaggio linfatico. Ignorare la malattia o il suo trattamento scorretto può portare a disabilità, lo sviluppo di un tumore maligno - angiosarcoma.

Prevenzione della linfostasi del braccio

Non è facile trattare la linfostasi dopo la mastectomia, specialmente nelle ultime fasi. È molto più facile da prevenire. Il primo passo per questo è minimizzare il rischio di infezione durante l'intervento. Alla fine di questo, non dovremmo dimenticare neanche questo. È anche importante eliminare lo sforzo fisico pesante. Ma è impossibile ignorare la terapia fisica! Questo è il metodo di base per il trattamento e la prevenzione della patologia.

La linfostasi dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la mammella si verifica in circa il 35-40% dei pazienti. Per ridurre al minimo le possibilità che si verifichi, è possibile prevenire l'infezione durante l'intervento e il rispetto delle raccomandazioni di un medico qualificato durante la riabilitazione. Quando compaiono i primi sintomi della malattia, è necessario consultare un medico per un trattamento tempestivo e più facile per il corpo.

http://vseoperacii.com/raznoe/limfostaz-ruki-posle-mastektomii.html

Drenaggio linfatico del braccio: quando e come fare

Edema - cose infide. Per molto tempo non prestano particolare attenzione, scrivendo tutto per il superlavoro, l'eccesso di liquidi nel corpo e altre cause non patologiche. Tuttavia, se le mani iniziano a gonfiarsi regolarmente e gli anelli si incidono sulle dita, è quasi impossibile rimuoverli: è sufficiente motivo di preoccupazione. Eliminare i sintomi sgradevoli aiuterà il drenaggio linfatico di alta qualità del braccio, ma è meglio sembrare uno specialista.

Contenuto dell'articolo

Cause di linfostasi delle mani

Il gonfiore è il più delle volte il risultato di un disturbo nel normale deflusso di liquido - linfostasi. Può presentarsi per una serie di motivi, sia esterni che interni:

  • lesioni degli arti superiori: lividi, fratture, ustioni;
  • danno ai linfonodi e / o ai vasi sanguigni;
  • malattie sistemiche infettive o virali;
  • infiammazione o gonfiore dei linfonodi;
  • recente chirurgia;
  • esposizione a chimica o radiazioni nel trattamento dell'oncologia.

Il drenaggio linfatico delle mani viene sempre prescritto dopo una mastectomia, poiché durante l'operazione i linfonodi ascellari sono danneggiati e più spesso i linfonodi ascellari vengono completamente rimossi.

Sintomi e fasi

Secondo il metodo di comparsa di linfostasi è primario e secondario. Congenita - è difficile da identificare all'inizio, poiché il bambino ha sempre le braccia e le gambe gonfie. I segni della linfostasi primaria di solito si manifestano pienamente nel periodo della pubertà, poiché il gonfiore aumenta sullo sfondo di forti fluttuazioni dello sfondo ormonale.

La linfostasi secondaria viene acquisita durante la vita e può essere attivata dai motivi sopra elencati o da attività fisica insufficiente e sovrappeso di grandi dimensioni. Nelle fasi iniziali, è perfettamente curabile con il drenaggio linfatico manuale o meccanico e nelle fasi successive è anche necessario includere interventi medici e, talvolta, chirurgici.

In totale, ci sono tre severità di linfostasi delle mani:

  • Il primo è caratterizzato da edema che si verificano regolarmente, che di solito compaiono allo stesso tempo, più spesso la sera. Nessuna violazione dell'integrità della pelle o deformazione del tessuto ancora. Il corso di massaggio linfodrenante condotto durante questo periodo previene l'ulteriore sviluppo di malattie e rimuove rapidamente i sintomi spiacevoli.
  • Il secondo Il gonfiore diventa permanente e visibile ad occhio nudo. La pelle è compattata, forme di cellulite sulla parte superiore del braccio, come le cellule adipose degradano e si deformano a causa di una violazione della circolazione capillare. Qui, il massaggio può ancora aiutare, ma dovrebbe essere parte di una terapia complessa.
  • Terzo. Provoca cambiamenti patologici irreversibili. Le dita si gonfiano e si deformano notevolmente, le cisti crescono sulla pelle e le ulcere si formano, la mobilità della mano diminuisce gradualmente e può essere completamente persa. Spesso in questa fase si sviluppa eczema o compaiono ulcere trofiche, possibilmente erisipela. Il paziente è raccomandato trattamento ospedaliero. Il drenaggio linfatico non è solo inutile, ma anche controindicato.

Come puoi vedere, se non presti attenzione al gonfiore, col tempo potresti affrontare problemi molto seri. Nella terza fase della linfostasi, anche la morte è possibile, provocata dai suoi sintomi.

Dopo la mastectomia

Separatamente, vorrei parlare delle cause della linfostasi delle mani dopo un'operazione per rimuovere le ghiandole mammarie. Tali misure radicali vengono solitamente adottate in caso di rilevamento di tumori maligni. Un'operazione eseguita nel tempo consente il pieno recupero se il corpo non ha metastasi.

Questo tipo di chirurgia comporta la rimozione simultanea dei linfonodi ascellari nella maggior parte dei casi. Tuttavia, la griglia vascolare rimane, sebbene parzialmente danneggiata. Di conseguenza, il flusso della linfa non si ferma, ma non si muove così attivamente come prima.

La conseguente congestione provoca sintomi di linfostasi secondaria e può causare cambiamenti irreversibili e grave infiammazione dei tessuti molli. Per prevenire queste complicazioni, il massaggio post-operatorio di drenaggio linfatico delle mani è prescritto ai malati di cancro.

È necessario iniziare a farlo non appena il gonfiore delle mani inizia ad apparire regolarmente. Se non ci sono sigilli tissutali pronunciati, il processo è reversibile e può essere curato abbastanza rapidamente a livello ambulatoriale.

In caso di linfostasi densa, i medici raccomandano di sottoporsi a un ulteriore esame approfondito in ospedale, in quanto può essere un segnale per la presenza di cellule tumorali residue e la possibile recidiva della malattia.

Tipi di massaggio

Il drenaggio linfatico delle mani può essere eseguito manualmente o con l'hardware. È praticamente impossibile fare il massaggio manuale da soli, soprattutto dopo un recente intervento chirurgico. Pertanto, è meglio cercare aiuto da specialisti o, in casi estremi, da parenti. Il corso dell'hardware può essere preso in qualsiasi salone di bellezza o clinica decente.

manuale

Il massaggio manuale di alta qualità conferisce un effetto curativo non peggiore delle moderne procedure hardware. I professionisti possiedono i loro segreti e le loro tecniche. E come fare il drenaggio linfatico delle braccia indipendentemente a casa, ci hanno detto le "Amazzoni" - membri dell'organizzazione polacca per la lotta contro il cancro al seno:

  1. Applicare olio per massaggi o una crema molto untuosa alla mano.
  2. Sedersi comodamente contro il muro e con il palmo di una mano tesa riposare su di esso.
  3. Usa la tua seconda mano per fare leggeri colpi dalla mano al gomito e poi alla spalla.
  4. Ripeti lo stesso sulla superficie interna del braccio.
  5. Ora liscia la pelle dalla spalla attraverso la clavicola al centro del petto.
  6. Strofinare la superficie esterna e interna della mano con leggeri movimenti circolari delle dita.
  7. Per avvolgere le dita attorno al polso e movimenti di spremitura ritmici per spingere la linfa, spostandosi dolcemente verso la spalla.
  8. Movimento continuo di levigatura del palmo con un piccolo sforzo per "allungare" la linfa dal polso alla spalla e quindi al centro del torace.
  9. Il braccio dovrebbe essere strappato dal muro, ma il pennello dovrebbe essere lasciato in posizione verticale e massaggiato dall'alto verso il basso con ogni dito.
  10. Alla fine, alza la mano verticalmente e agita per 1-2 minuti con un pennello rilassato, alleviando la tensione.

Ripeti complesso di massaggio sulla seconda mano. Dopo la procedura, fare una doccia o pulire la pelle con salviettine umidificate per rimuovere le tossine rilasciate e applicare una crema idratante o nutriente.

È necessario eseguire tale massaggio in un giorno fino a 15 procedure. Quindi prenditi un mese di pausa e continua il trattamento se necessario.

hardware

Di tutti i tipi di apparecchi per il massaggio del drenaggio linfatico in oncologia, è consentita solo la pressione. Ti permette di allenare profondamente i tessuti molli e anche i muscoli, ma non ha un effetto significativo sulla pelle e non provoca la crescita delle cellule tumorali. Se la causa della linfostasi è neoplasie non maligne, allora sono disponibili per il paziente anche microcorrenti, vuoto ed endermologia.

  • Pressoterapia: l'effetto sul corpo del paziente con aria compressa, che viene fornita alle maniche in materiale denso. Il processo e la forza della pressione sono completamente controllati da un computer, consentendo di scegliere un programma di trattamento individuale.
  • Vuoto: l'effetto terapeutico si ottiene succhiando la pelle sotto il vaso da cui l'aria viene pompata dalla pompa. Si muove lentamente nella direzione del flusso linfatico, attivando la circolazione sanguigna e accelerando i processi metabolici. È utile nelle fasi iniziali della cellulite e della linfostasi 1-2 gradi.
  • Endermology è una tecnica moderna che combina un effetto superficiale sulla pelle con rulli rotanti e uno profondo. Viene eseguito su attrezzature speciali ad alta tecnologia ed è piuttosto costoso. Ma dà un effetto complesso eccellente: eliminazione dell'edema, ringiovanimento, disintossicazione, rassodamento della pelle, levigatura delle rughe.
  • Microcorrenti: consentono di utilizzare in aggiunta preparazioni per la divisione del grasso o del capillare che, sotto l'influsso di una debole corrente elettrica, penetrano facilmente nella barriera lipidica. La procedura è delicata ed è consigliata per pelli molto secche o sensibili, ma dà buoni risultati solo nelle fasi iniziali della linfostasi o della cellulite.

Per ottenere un risultato stabile, sono necessarie almeno 10 sessioni, anche se le prime modifiche sono evidenti dopo 3-4 procedure.

Controindicazioni

Con l'utile, a prima vista, la procedura, ci sono una serie di controindicazioni. Ciò è dovuto al potente effetto del massaggio linfodrenante su tutto il corpo. Non viene eseguito con:

  • processi infiammatori attivi;
  • insufficienza cardiovascolare;
  • vene varicose e trombosi venosa;
  • diabete 2-3 gradi;
  • epilessia e disturbi mentali;
  • malattie della pelle e ulcere trofiche;
  • recenti dislocazioni o braccia rotte.

Non è possibile iniziare un ciclo di terapia prima di due settimane dopo un raffreddore o influenza. Dopo una mastectomia, dovrebbe terminare un periodo di recupero attivo, che può richiedere anche diversi mesi.

Misure aggiuntive

Per migliorare l'effetto e accelerare il ripristino del normale flusso sanguigno e linfatico, vale la pena prendere ulteriori misure raccomandate dagli specialisti:

  • condurre uno stile di vita attivo e pensare positivamente;
  • prova ogni giorno per almeno un'ora a camminare all'aria aperta;
  • frequentare regolarmente una piscina o un corso di fisioterapia;
  • non sollevare pesi, non sforzare una spazzola lunga;
  • non prescrivere farmaci per te stesso;
  • evitare lesioni accidentali alle mani e alla pelle;
  • mangiare bene, monitorare il peso corporeo;
  • bere ogni giorno 1,5-2 litri di acqua pulita non gassata.

È inoltre importante utilizzare cosmetici di alta qualità per la cura: maschere e creme idratanti, scrub morbidi, fare impacchi nel salone o secondo le ricette più diffuse.

Riassumendo

Secondo i pazienti, il drenaggio linfatico, eseguito correttamente e tempestivamente, offre un'opportunità non solo di eliminare completamente l'edema, ma anche di prevenire lo sviluppo di gravi conseguenze della linfostasi delle mani. Dopo la rimozione del seno per la riabilitazione, è meglio andare in un sanatorio. Lì, il massaggio sarà combinato con la dieta, la terapia fisica e realizzato dalle mani di professionisti qualificati.

Con un forte desiderio il drenaggio linfatico delle mani può essere effettuato a casa da soli. Acquista in farmacia un barattolo di vetro o silicone, guarda attentamente il video con le lezioni sul massaggio sottovuoto e cerca di non esagerare in modo che non si formino contusioni ed ematomi. Di solito in 2-3 giorni è possibile padroneggiare abbastanza bene le tecniche elementari.

Il prezzo della procedura dipende dal tipo di massaggio, dal livello della clinica e dal numero di sedute. Quando prepari l'intero corso, spesso ottieni sconti sostanziali, quindi non esitare a chiedere informazioni al riguardo. In assenza di gravi patologie e di uno stile di vita attivo a scopo preventivo, è sufficiente ripetere il corso 1-2 volte all'anno.

http://plastikafantastika.ru/limfodrenazh/dlya-ruk.html

Massaggio e trattamento farmacologico della linfostasi degli arti superiori

Massaggio manuale per linfostasi del braccio e terapia farmacologica, questa è la terapia più efficace per l'edema linfatico. Il sistema linfatico svolge importanti funzioni: trasporto di fluido tissutale, proteine ​​e grassi, protezione del corpo da agenti esterni, pulizia di prodotti di scarto e sostanze estranee. La linfostasi degli arti superiori è una malattia del sistema linfatico, che influisce non solo sulla qualità della vita, ma porta anche a conseguenze e complicazioni pericolose.

Cos'è?

Sono le donne che imparano più spesso sulla linfostasi del braccio, poiché la malattia si manifesta molto spesso dopo la mastectomia. Dopo una tale operazione, sono possibili varie complicazioni e questa patologia è una di queste. Ma ci sono altre ragioni per lo sviluppo del processo patologico.

Il deflusso disturbato del fluido tissutale nel corpo causa edema di varia gravità. La linfostasi è primaria e secondaria. Lo sviluppo di linfostasi primarie provoca anomalie congenite, mentre il secondario si sviluppa a seguito di esposizione al corpo di malattie o lesioni acquisite.

Ci sono tre fasi del processo patologico:

    Lieve edema reversibile (la comparsa di leggero rigonfiamento dei tessuti molli della mano, che scompare dopo un certo periodo di tempo).

Il trattamento della linfostasi dovrebbe iniziare nella prima fase. L'inazione porta a conseguenze irreversibili e la malattia diventa incurabile. Pertanto, quando si verifica una localizzazione di edema, non è necessario posticipare la visita al medico.

Linfostasi della mano provoca

Il fatto che il peso in eccesso è pericoloso per la salute, molte persone sanno. La linfostasi degli arti superiori e inferiori si verifica spesso nelle persone con sovrappeso. Questo fatto è spiegato dal fatto che i muscoli nelle persone obese non ricevono un regolare esercizio fisico. Di conseguenza, questo porta a fermare il movimento della linfa e la formazione del suo ristagno in certe aree.

L'aspetto della linfostasi dell'arto superiore può anche essere attivato da:

  • oncologia del sistema linfatico o del seno;
  • ereditarietà;
  • malattie vascolari;
  • lesioni;
  • infezione causata da batteri (stafilococchi).

Solo uno specialista può determinare la causa di edema degli arti, quindi non si devono ignorare sintomi spiacevoli o automedicazione.

erisipela

Erisipela di linfostasi della mano si verifica a seguito della penetrazione di batteri patogeni (streptococchi) nel corpo. Questa condizione è estremamente pericolosa, in quanto può causare lo sviluppo di sepsi.

Segni di erisipela:

  • la presenza di edema grave;
  • una sensazione di formicolio nella zona interessata (edema);
  • decolorazione della pelle (arrossamento e blu).

Anche l'erisipela si manifesta con ipertermia, emicrania, mancanza di appetito, debolezza e feci alterate.

Sintomi della malattia

Il medico può effettuare la diagnosi definitiva solo dopo aver preso alcune misure diagnostiche, poiché qualsiasi altra malattia vascolare può essere confusa con la linfostasi (la trombosi, la sindrome post-flebeale e altre malattie vascolari procedono con sintomi simili).

Nelle fasi iniziali della malattia si manifesta:

  • un aumento del braccio o delle braccia nel volume (area soggetta a cambiamenti: spalle e avambraccio);
  • compattazione e maggiore elasticità della pelle nella zona interessata;
  • dolore (inizialmente debole), crampi, intorpidimento.

Negli stadi successivi della malattia aumenta la sensazione di dolore, compaiono ulcere e compaiono altre complicazioni. I sintomi della linfostasi della mano, specialmente nella fase iniziale della malattia, non possono causare disagio. Questo porta alla transizione della malattia da acuta a cronica, che è difficile da trattare.

Massaggio alle mani per linfostasi

Il massaggio viene utilizzato nel processo di trattamento complesso della linfostasi della mano, è consigliato dopo la mastectomia eseguita.

La decisione sulla nomina della procedura in un caso particolare è presa dal medico, poiché, nonostante l'utilità del massaggio, vi sono anche controindicazioni alla sua azienda:

  • erysipelas;
  • oncologia;
  • aterosclerosi grave;
  • ulcere trofiche.

Non dimenticare che ci sono regole per il massaggio con questa malattia:

  • le dita dovrebbero essere completamente rilassate;
  • l'arto (braccio) deve essere sollevato;
  • leggeri, ondulati, si sviluppano i movimenti delle dita della mano e l'intero arto dell'avambraccio;
  • il paziente non dovrebbe provare dolore dal massaggio;
  • la procedura deve essere eseguita tutti i giorni.

trattamento

Per ottenere risultati positivi nel trattamento della linfostasi del braccio, è necessario utilizzare metodi tradizionali e non tradizionali per trattare la patologia. Ma tutte le azioni terapeutiche sono prescritte dal medico e concordate con lui.

Dopo la mastectomia

L'intervento chirurgico a volte è l'unico modo per combattere il cancro al seno. Dopo l'intervento chirurgico, vi è un'alta probabilità che si verifichino complicazioni e la linfostasi del braccio è una complicazione dopo la mastectomia, che si manifesta nella grande maggioranza delle donne.

L'eliminazione dell'edema linfatico dopo mastectomia deve essere praticata nei primi giorni dopo la procedura. Se il gonfiore è assente nei primi giorni dopo l'intervento chirurgico, ciò non significa che la linfostasi sia finita. A volte inizia a svilupparsi dopo un periodo piuttosto lungo dopo la rimozione della ghiandola mammaria. Pertanto, è importante che ogni donna conosca i principali sintomi di questa malattia.

La terapia per linfostasi dopo mastoectomia consiste nell'uso di farmaci: angioprotettori (spesso nominati "Troxevasin" e suoi analoghi), anticoagulanti ("Warfarin", "Unguento eparina", ecc.) E immunostimolanti e complessi vitaminici. In caso di infezione batterica, il medico curante seleziona i farmaci antibatterici.

Altrettanto importante è la routine quotidiana e la nutrizione. Una donna dopo una mastoectomia dovrebbe ridurre l'attività fisica, mangiare correttamente, evitare l'esposizione prolungata al sole e alle ferite.

A casa

Il trattamento della linfostasi degli arti superiori viene effettuato con l'aiuto di farmaci. A tale scopo sono prescritti diuretici (diuretici) e altri tipi di farmaci, ma la terapia non dovrebbe limitarsi a questo.

Anche il ruolo della terapia fisica nella ginnastica (esercizi per la terapia fisica) è abbastanza significativo. Gli esercizi sono i seguenti:

  • Posizione di partenza - seduti, con le mani sulle ginocchia. In alternativa, spingere la mano destra e la mano sinistra in un pugno.
  • Posizione di partenza - seduta. Metti le mani sulle spalle, esegui le spalle (circolari) dei movimenti alternativamente avanti, indietro e indietro.
  • Posizione di partenza - in piedi, sporgendosi in avanti e giù le mani. Esegui un leggero dondolio degli arti superiori in diverse direzioni.

La medicina alternativa ha anche molte ricette necessarie per combattere la linfostasi del braccio, ma il trattamento con tali agenti è usato principalmente per trattare lo stadio iniziale della malattia o per alleviare la condizione generale.

farmaci

L'uso di farmaci necessari per la linfostasi. Quali farmaci prescrivere in un caso particolare, decide il medico curante. La terapia della linfostasi della mano viene di solito eseguita con l'aiuto di tali gruppi di farmaci:

  • antibiotici: aiutano a prevenire lo sviluppo di un'infezione batterica, tali farmaci sono selezionati e prescritti dal medico individualmente;
  • farmaci antistaminici: questi farmaci alleviano il gonfiore ("Tavegil", "Kestin" e altri);
  • angioprotectors (Phlebodia, Vazoke e altri);
  • antisettici: aiuta ad evitare il verificarsi di bolle, per tali scopi spesso usato "Levomekol";
  • diuretici: migliorare il drenaggio e la circolazione nei tessuti ("Venastat", "Lymphomyosot").

Inoltre, ai pazienti con linfostasi vengono prescritti immunostimolanti, complessi vitaminici e farmaci a base di piante medicinali (liquirizia, ippocastano): "Venitan", "Eskuzan", ecc.

Biancheria intima di compressione

Per prevenire lo sviluppo della stagnazione, la biancheria intima a compressione è di particolare importanza nel processo di trattamento. Il principale vantaggio di questo nella linfostasi è il miglioramento del drenaggio linfatico e la rimozione del gonfiore, e alcuni modelli moderni contengono impregnazioni antibatteriche che aiutano a prevenire l'insorgenza di reazioni allergiche e (o) dermatiti. Pertanto, la manica di compressione per linfostasi è una cosa indispensabile. Come indossare un manicotto di compressione, quali sono le indicazioni e le controindicazioni all'uso della biancheria, è possibile scoprirlo leggendo le istruzioni.

Il bendaggio aiuterà anche nella lotta contro il gonfiore. I nastri elastici adesivi sono efficaci non solo per lesioni e distorsioni, ma anche per linfostasi. Il metodo può essere utilizzato solo sotto la guida di uno specialista esperto (fisioterapista o traumatologo).

dieta

È impossibile curare la linfostasi della mano senza alcune restrizioni nella dieta: rigetto di cibi grassi, salati, affumicati e ipercalorici.

La dieta deve essere adeguatamente selezionata e il paziente non deve morire di fame o ricevere sostanze meno benefiche, quindi è necessario verificare con il medico quali prodotti dovrebbero essere esclusi e quali dovrebbero essere aggiunti.

prevenzione

La principale misura preventiva - il giusto stile di vita. Se si riscontra ancora una linfostasi dell'arto superiore, è importante sapere come evitare complicazioni potenzialmente letali (possibili misure preventive).

  • prevenzione degli infortuni;
  • rifiuto di iniezioni in posti di edema;
  • evitare il surriscaldamento o il raffreddamento eccessivo;
  • nessun eccessivo sforzo fisico.

Lo sviluppo della linfostasi in molti casi è facile da prevenire. Basta mangiare bene, abbandonare le cattive abitudini, condurre uno stile di vita sano e curare tempestivamente le malattie, impedendo loro di diventare cronici.

Scrivo articoli in varie aree che, in un modo o nell'altro, influenzano una malattia come l'edema.

http://otekoff.ru/otek/limfaticheskij-otek/massazh-ruki-pri-limfostaze-ruki

Come curare la linfostasi della mano dopo mastectomia: esercizio fisico e massaggio

La linfostasi, una patologia conosciuta anche come linfedema o edema linfatico, è un processo di gonfiore dei tessuti che si verifica a causa di un flusso linfatico alterato.

Secondo le statistiche dell'Organizzazione mondiale della sanità, oltre il 10% della popolazione mondiale è affetto da questa malattia.

È difficile diagnosticare la malattia in tempo, il che rappresenta un problema sulla strada del pieno recupero.

Le principali cause della malattia

Cause che causano la formazione di linfostasi del braccio:

  • tali tipi di lesioni traumatiche come contusioni, lussazioni, distorsioni, ustioni;
  • trauma sofferto, a causa del quale i nodi, vasi linfatici sono stati danneggiati;
  • malattie infettive (più spesso infezioni parassitarie o stafilococciche);
  • intervento chirurgico con conseguente danno al sistema linfatico del corpo;
  • la formazione di tumori benigni e / o maligni del sistema linfatico;
  • esposizione alle radiazioni nel trattamento dei tumori.

La linfostasi del braccio può essere divisa in due tipi per quanto riguarda la causa e la natura del danno.

  1. Linfostasi primaria del braccio - nella maggior parte dei casi, è una patologia del sistema linfatico, che è congenita. La malattia è impossibile da determinare alla nascita. Di regola, i primi segni di attività patologica si manifestano non prima della fase della pubertà.
  2. Le cause della linfostasi di tipo secondario possono essere acquisite da qualsiasi persona, dal momento che non sono congenite. In questo caso, si fa riferimento a traumi, malattie croniche, formazione di tumori, obesità, chirurgia (ad esempio, rimozione del seno durante la formazione di tumori maligni). Inoltre, la causa della malattia può essere uno stile di vita sedentario (che significa che stanno mentendo pazienti).

Sintomi della malattia

La manifestazione della malattia varia a seconda dello stadio di sviluppo della patologia.

La prima fase della linfostasi:

  • lieve gonfiore. Molto spesso, il gonfiore si verifica la sera e si spegne al mattino;
  • il gonfiore è un fenomeno permanente, ma i processi di crescita del tessuto connettivo non sono ancora stati rilevati.

Al primo stadio della malattia, il trattamento medico della linfostasi del braccio può ancora prevenire un ulteriore sviluppo della patologia.

La foto mostra come il braccio si è gonfiato durante la linfostasi del braccio.

Seconda fase:

  • forme rigonfiamenti irreversibili sul braccio;
  • il processo di crescita del tessuto connettivo si verifica, che, a sua volta, è la causa dell'indurimento della pelle.

Va notato che la maggior parte dei casi di aiuto alla ricerca sono registrati direttamente nella seconda fase della malattia. In questa fase, il successo del trattamento è possibile, ma richiede un enorme sforzo e una stretta osservanza delle norme prescritte.

Linfostasi al terzo stadio del braccio:

  • la patologia diventa irreversibile;
  • i sintomi presenti nel primo e nel secondo stadio della malattia, aumentano più volte;
  • le dita sono deformate (manifestazione esterna della limbostasi delle estremità);
  • ferite, le cisti si formano sulla pelle dell'arto colpito;
  • a causa della progressione attiva della malattia, la mano perde mobilità;
  • ci sono stati casi di eczema, ulcere, c'è anche erisipela del braccio in linfostasi.

Tecniche diagnostiche

È possibile diagnosticare la patologia dopo aver studiato i sintomi e un esame completo della zona interessata del corpo. Nel processo di diagnosi della malattia è un'analisi biochimica e clinica del sangue, l'urina.

È richiesta anche la consultazione con un chirurgo vascolare. Quindi un esame completo della cavità toracica, peritoneo, piccola pelvi, sistema venoso, arti. Affinché uno specialista venga diagnosticato con linfostasi in completa sicurezza, il paziente viene sottoposto alla procedura di linfografia del sistema linfatico e dei vasi.

Uno specialista deve essere consultato immediatamente per l'individuazione dei sintomi primari. Dovresti contattare un chirurgo vascolare, un flebologo o un linfologo.

Solo uno specialista può determinare una causa affidabile di edema degli arti e, in caso di malattia, assegnare una serie di test e una procedura ecografica.

In molte malattie delle vene aiuta l'eparina, le istruzioni per l'uso che sono descritte in dettaglio nel nostro materiale.

Qual è il guanciale del cuscino per le vene varicose in qual è l'essenza dell'azione e come dovrebbe essere indossato questo tipo di abbigliamento a compressione? Esaminare i pro e i contro dei cuscini prima di acquistarlo.

Nel processo di diagnosi della patologia e di studio della pervietà dei vasi, è necessario sottoporsi a linfomorfina a raggi X (utilizzando un trigrafo della linfoscina). Questo metodo consente di monitorare i cambiamenti nel sistema linfatico e rilevare le aree di occlusione vascolare.

La malattia può essere confusa con trombosi venosa profonda o sindrome post-flebitica.

In ciascuno dei suddetti casi, ci sono estensioni varicose, linfedema unilaterale, lieve gonfiore e iperpigmentazione. Per una diagnosi completa e il rilevamento della linfostasi, devono essere eseguiti gli ultrasuoni degli arti e delle vene.

Formazione dell'edema linfatico dopo mastectomia

Nel processo di intervento chirurgico, non solo viene rimosso il petto, ma anche i nodi, vasi che in precedenza trasportavano la linfa dalle ghiandole mammarie. Dopo che il processo di rimozione del seno e dei linfonodi nel corpo fallisce.

La ragione principale per la formazione della linfostasi della mano dopo la mastectomia è il fallimento del corpo. Nonostante il fatto che i linfonodi sono stati rimossi, il processo di trasferimento della linfa non si ferma - la linfa si accumula gradualmente nella spalla, braccio.

Non è possibile prevedere in anticipo il risultato dell'intervento chirurgico. Ci sono casi in cui la malattia non progredisce anche dopo la completa rimozione delle ghiandole mammarie e dei linfonodi.

Ci sono anche casi in cui l'intervento minimo è stato la causa dello sviluppo di patologie aggressive.

La linfostasi dopo l'intervento è dura e morbida.

Il processo di trattamento della linfostasi della mano dopo mastectomia inizia solo dopo aver determinato lo stadio di sviluppo della patologia.

  1. Lieve linfostasi - edema, che è reversibile. L'infiammazione può verificarsi durante tutto l'anno dal momento dell'intervento ed è curabile. Se il trattamento prescritto non viene seguito - la patologia diventa irreversibile, trasformandosi in una densa linfostasi.
  2. La linfostasi densa ha una relazione diretta con cicatrici che si verificano nei linfonodi al termine di un ciclo di radioterapia. La maggior parte dei medici è incline a credere che l'insorgenza di linfostasi densa sia il primo segno della presenza nel corpo di cellule tumorali che non sono state rimosse durante l'operazione e che potrebbero provocare una ricaduta. Nel trattamento della linfostasi dopo mastectomia, il problema principale è ripristinare il processo di deflusso linfatico. In questo caso, i collaterali speciali sono collegati, contribuendo alla normalizzazione della circolazione sanguigna e del flusso linfatico.

Procedure di trattamento e prevenzione delle malattie

Se la mastectomia è la causa della malattia, gli specialisti con linfostasi del braccio raccomandano la ginnastica.

La decisione su come trattare la linfostasi del braccio dovrebbe iniziare con la selezione degli esercizi.

Questa tecnica viene eseguita anche in ogni fase del decorso della malattia.

Esercizi ed esercizi fisici sono volti a migliorare il drenaggio linfatico, aumentando l'elasticità dei tessuti dell'arto e della spalla e contribuendo all'eliminazione degli spasmi che si verificano nei tessuti muscolari.

Consigliato anche per visitare la piscina. Va notato che la tecnica principale per il trattamento della linfostasi della mano dopo mastectomia è direttamente l'esercizio fisico, una serie di esercizi, e solo dopo questo è il trattamento di una natura medicinale applicata.

Inoltre, per scopi preventivi e terapeutici, il massaggio dell'arto deve essere effettuato. Gli esercizi possono essere eseguiti dal paziente stesso o da una persona che ha anche la minima capacità di massaggio terapeutico.

Varianti di massaggio alle mani per linfostasi:

  1. Una mano con gonfiore (la mano da cui è stato eseguito l'intervento chirurgico) si alza e si appoggia su una superficie piana verticale. In questa posizione, dovrebbe essere leggero massaggio con movimenti di carezza. Il massaggio non è sulla mano intera. Le dita della mano si sviluppano con movimenti leggeri, quindi i movimenti si spostano gradualmente verso la spalla. Esattamente gli stessi esercizi sono eseguiti dal gomito e verso la spalla. In alcuni casi, è possibile utilizzare unguenti terapeutici, creme.
  2. I movimenti di massaggio dovrebbero "avvolgere" l'arto da tutti i lati. In primo luogo, i lati del braccio sono accuratamente elaborati, quindi quelli interni ed esterni. Il movimento dovrebbe essere leggero, accarezzare e molto lento. La pressione sul tessuto sotto la pelle dovrebbe essere quasi impercettibile.

La durata di tale procedura non deve superare i cinque minuti e deve essere ripetuta ad intervalli di 2-3 ore (tenendo conto dello stadio delle lesioni agli arti).

Anche la terapia obbligatoria per la linfostasi è la ginnastica terapeutica. Senza eseguire queste procedure, una cura completa è impossibile.

prevenzione

Oltre alle procedure di base, occorre prestare attenzione anche alle misure preventive:

  1. Rigorosa osservanza delle regole di igiene, cura regolare della mano dolorante (ovvero rimozione di unghie, calli, riduzione al minimo della possibilità di infezione nella linfa).
  2. Evitamento massimo di ferite, graffi, ustioni e altri danni. Evitare inoltre il surriscaldamento, poiché un aumento della temperatura corporea contribuisce solo all'aumento del gonfiore.
  3. Mantenere uno stile di vita attivo (scarsa mobilità, una prolungata permanenza in una posizione contribuisce al ristagno della linfa nel corpo).
  4. L'uso di idratanti, unguenti nutrienti in grado di proteggere la pelle dell'arto ferito dal verificarsi di cricche, secchezza.
  5. Rigorosa osservanza delle regole alimentari e di una dieta appositamente sviluppata.

La malattia non interferisce in alcun modo con le attività quotidiane e mantenendo uno stile di vita sano.

complicazioni

Una delle più terribili complicazioni della patologia è il linfangiosarcoma. La malattia è una patologia del cancro. Il paziente inizia a notare un lieve gonfiore, che ha una tonalità rosso-viola. Visivamente, la manifestazione della malattia può essere confusa con un livido.

Le formazioni crescono rapidamente, sono molto aggressive e, di regola, hanno una prognosi molto scarsa. Spesso l'arto ferito deve essere amputato.

Video: automassaggio per la prevenzione e il trattamento della linfostasi del braccio

Esercizi semplici ed economici per la prevenzione della linfostasi, disponibili per tutti. Come liberarsi dell'edema linfatico in 15 minuti con un massaggio.

http://stopvarikoz.net/other/limfostaz-ruki-lechenie.html

Come curare la linfostasi della mano. Esercizi e massaggi

Secondo le statistiche dell'OMS, oltre il 10% della popolazione mondiale è stato diagnosticato con linfostasi del braccio. La ragione di ciò è uno stile di vita sedentario, problemi di salute trascurati, stress frequente, interventi chirurgici o lesioni senza un'adeguata cura postoperatoria, nonché un'alimentazione scorretta, che prima o poi porta ad un rallentamento del flusso linfatico, tossine e tossine nel corpo. Di conseguenza, ci sono malattie a molti lati e difetti estetici degli arti.

Nei pazienti con linfostasi si osserva gonfiore cronico degli arti superiori, che disturba la struttura della pelle. Allo stesso tempo, lo strato superiore della pelle delle mani viene significativamente compattato, dove si formano successivamente ulcere, e quindi si sviluppa la malattia dell'elefante.
Poiché questa malattia è piuttosto difficile da diagnosticare nel tempo, è molto importante essere ben consapevoli delle cause e delle conseguenze dell'edema linfatico, dei metodi di prevenzione e della buona circolazione della linfa per minimizzare il rischio di insorgenza e ulteriore sviluppo di questa patologia.

Le principali cause della malattia

Il fattore principale che, nella maggior parte dei casi, è la causa del gonfiore delle mani - lesioni e danni ai linfonodi o al sistema linfatico delle mani. Queste sono ustioni, interventi chirurgici, fratture, lividi, distorsioni o lussazioni sulle mani che hanno disturbato il deflusso del fluido corporeo nel corpo.
Inoltre, in alcuni casi, la circolazione linfatica alterata è causata dalla presenza di tumori benigni o maligni nel sistema linfatico, dall'irradiazione del cancro, da infezioni parassitarie o da stafilococco.
Prendendo in considerazione le cause e il metodo di danno al sistema linfatico, l'OMS assegna due tipi di linfostasi delle mani: primaria e secondaria.

  • Linfostasi primaria del braccio è un'anomalia congenita o ereditaria dei vasi o linfonodi. La patologia non può essere diagnosticata nei primi anni di vita di una persona, si manifesta già nel periodo della pubertà del paziente.
  • La linfostasi secondaria si forma in seguito a malattia, operazioni (compresa la chirurgia sulla cavità toracica), lesioni, fratture che hanno portato all'edema, nonché gonfiore nel sistema linfatico, erisipela delle mani e obesità.

Sintomi della malattia

I sintomi della linfostasi del braccio sono diversi, a seconda dello stadio di sviluppo della linfostasi.

  • Al primo stadio, c'è un leggero gonfiore al braccio, che aumenta di sera, passa la mattina. Poiché in questo stadio non sono ancora state osservate crescite di tessuto connettivo, in caso di corretta diagnosi e assistenza medica, l'ulteriore sviluppo della linfostasi può ancora essere completamente prevenuto. Tuttavia, i pazienti assumono solitamente questi sintomi per l'affaticamento della mano e non cercano l'aiuto di uno specialista.
  • Nel secondo stadio, il gonfiore irreversibile si manifesta chiaramente sul braccio, il tessuto connettivo cresce, la pelle del braccio si indurisce notevolmente, all'esame esterno il braccio è gonfio e teso e compaiono frequenti dolori al braccio. Il trattamento richiede sforzi enormi, l'aderenza esatta al regime e le raccomandazioni del medico curante.
  • Nella terza fase, la malattia è già irreversibile, le ferite e le cisti iniziano ad apparire sulla mano dolorante, il che aumenta notevolmente il dolore. In questo caso, le dita sono deformate, la mano stessa cessa di funzionare normalmente e perde la sua forma naturale e si sviluppa la malattia dell'elefante. Anche in questa fase, possibili complicazioni come eczema, ulcere trofiche o erisipela.
  • Con ogni stadio successivo, i sintomi diventano più pericolosi e irreversibili, sono accompagnati da varie complicazioni e, in casi molto trascurati, la morte è possibile.

Tecniche diagnostiche

Se c'è il sospetto di linfostasi, è obbligatorio consultare un linfologo, un chirurgo vascolare o un flebologo. La diagnosi di linfostasi del braccio inizia con un'ispezione visiva del braccio. Dopo che è necessario condurre un'analisi biochimica del sangue e delle urine, un esame ecografico completo delle estremità, della cavità toracica e anche del piccolo bacino e del peritoneo.
Per stabilire la diagnosi finale, esaminare la permeabilità vascolare e scoprire le cause della linfostasi, si esegue la linfografia a raggi X del sistema linfatico dell'organismo. Ti permette di trovare luoghi di occlusione vascolare e cambiamenti pericolosi nel sistema linfatico.
È imperativo condurre una diagnosi differenziale di linfostasi del braccio con trombosi venosa profonda o sindrome post-flebitica, dal momento che patologie simili si osservano in tutte le patologie: estensioni varicose alle estremità, linfedema unilaterale, edema e iperpigmentazione. Al fine di diagnosticare con precisione linfostasi, viene eseguita l'ecografia della mano e delle vene.

Formazione dell'edema linfatico degli arti superiori dopo mastectomia

La mastectomia è un'operazione chirurgica per rimuovere la ghiandola mammaria a causa della formazione di un tumore maligno in essa. Poiché esiste la possibilità che le cellule cancerose si trovino nel sistema linfatico, durante questa operazione, viene fornita la rimozione dei linfonodi sotto il braccio per evitare il ripetersi dell'infiammazione del cancro in futuro. È possibile determinare se c'è un cancro nei linfonodi del paziente, solo dopo la loro rimozione. Ciò porta ad alcune interruzioni nel corpo - una violazione del flusso di liquido nei tessuti degli arti superiori. Inoltre, la causa della linfostasi delle mani può essere l'irradiazione dei linfonodi sotto le ascelle durante la mastectomia.
Ma si dovrebbe distinguere tra linfodema e linfostasi postmastectomy. Alcune donne possono provare gonfiore delle mani dopo un'operazione del genere, ma se scompare per un paio di mesi dopo l'operazione, allora è la linfostasi postmastectomia e può essere trattata.
Se le misure necessarie non vengono prese in tempo per il trattamento della linfostasi postmastectomia del braccio, la malattia alla fine passerà nello stadio di linfostasi irreversibile, al fine di curare che richiede più sforzo e denaro.
La linfostasi dopo mastectomia è pericolosa perché l'edema può causare una grave deformità della mano interessata ed è anche accompagnato da processi infiammatori.
Tuttavia, ci sono casi che dopo la completa rimozione dei linfonodi e del tessuto muscolare di una donna, non si verifica linfostasi. In anticipo per prevedere l'esito dell'operazione, purtroppo, è impossibile.

Procedure di trattamento e prevenzione delle malattie

L'efficacia del trattamento dipende dallo stadio della malattia e dalla tempestività della diagnosi e, di conseguenza, dall'assistenza medica. Il fatto spiacevole è che la linfostasi del braccio risponde bene al trattamento solo durante il primo stadio. Più tardi - nella maggior parte dei casi incurabile, come già formato un forte gonfiore irreversibile dell'arto, dovuto a linfonodi danneggiati e al sistema linfatico del corpo nel suo complesso.
Nella prima fase, il trattamento della linfostasi del braccio si concentra sull'arresto del gonfiore e sul ritorno del braccio allo stato normale senza complicazioni.

Il trattamento generale della linfostasi del braccio include:

  • terapia farmacologica complessa;
  • massaggio manuale di drenaggio linfatico, con l'aiuto di quale linfa fuoriesce dalla parte interessata della mano;
  • prendersi cura dell'area colpita della mano;
  • manicotto di compressione individuale e biancheria intima;
  • anche, in alcuni casi, - pneumomassage o linfopress;
  • terapia laser, stimolazione elettromagnetica;
  • ginnastica e massaggio di fisioterapia complessa.

Qualsiasi trattamento farmacologico viene effettuato sotto la supervisione di un medico specialista.


Nel processo di trattamento della linfostasi, specialmente dopo la mastectomia, è prima necessario ripristinare il deflusso linfatico. A questo scopo, a tutti i pazienti viene prescritta una terapia fisica. Viene utilizzato in tutte le fasi della linfostasi degli arti. L'esercizio migliora il drenaggio linfatico, aumenta l'elasticità dei tessuti della mano e aiuta anche a eliminare gli spasmi che si verificano nei muscoli.

Ginnastica con linfostasi del braccio

Come accennato in precedenza, la ginnastica è una fase obbligatoria del trattamento in tutte le fasi della malattia. Gli specialisti hanno sviluppato uno speciale complesso di ginnastica medica, che deve essere fatto per migliorare il flusso linfatico e alleviare il dolore alla mano.

Tutti gli esercizi si consigliano di eseguire 3-5 serie di 10 volte:

  1. Per cominciare, metti entrambe le mani sulle ginocchia, in una posizione con i palmi rivolti verso il basso, mantenendo i gomiti a livello. Ad un ritmo misurato, girare solo i palmi stessi, dal lato posteriore verso l'esterno. Le dita dovrebbero essere completamente rilassate.
  2. Metti le mani dietro la schiena nella serratura. Tirare lentamente i palmi verso le scapole.
  3. Rimetti le mani sulle ginocchia, coi gomiti dritti, e stringi e apri i pugni.
  4. Sollevare alternativamente ogni mano, tenerla di fronte a sé, quindi abbassarla lentamente. Guarda il tuo respiro, non dovrebbe allontanarsi, durante tutti gli esercizi respirare lentamente e misuratamente.
  5. Metti entrambe le mani sulle spalle e poi fai movimenti circolari allo stesso tempo con le mani e le spalle, alternativamente avanti e indietro.
  6. In posizione eretta, inclinare il corpo e abbassare il braccio dolorante verso il basso, rilassarlo completamente e scuotere da un lato all'altro, quindi avanti e indietro.
  7. Sollevare il braccio interessato, tenerlo in questa posizione per alcuni secondi, quindi spostarlo di lato e trattenerlo nuovamente. La respirazione in questo caso dovrebbe essere uniforme.

Massaggio alle mani per linfostasi

Il massaggio è permesso fare sia indipendentemente che ad un'altra persona che conosce le sfumature di un tale massaggio. Sono piuttosto semplici.
La cosa principale che devi sapere è che devi massaggiare delicatamente, lentamente, da tutti i lati della mano nella direzione delle dita o del gomito alla spalla, ed è meglio se alzi la mano affetta durante il massaggio. Puoi usare unguenti e creme curative. Durante l'intero massaggio, il paziente non dovrebbe avere alcun disagio o dolore.
La durata della procedura 1 è di circa 5 minuti. Fare il massaggio in modo ottimale ogni 2-3 ore, ma dipende dallo stadio di linfostasi, o meglio il medico curante dirà.

Trattamento della linfostasi del braccio con l'aiuto di rimedi popolari

Per un trattamento efficace della linfostasi, i metodi tradizionali integrano anche i rimedi popolari, ma sempre con la conoscenza e il consenso del medico curante.
Tra tutti, un decotto di piantaggine è ben consolidato. Per la sua preparazione avrete bisogno di una porzione di 2 cucchiai. cucchiai di foglie secche versare 2 tazze di acqua calda, acqua bollente può essere, e dopo che l'infusione si è raffreddata leggermente, aggiungere 1 cucchiaino di miele, o mangiarlo separatamente, prima di bere il brodo. Il brodo è necessario per insistere 10-12 ore, si può versare durante la notte, filtrare al mattino e bere 30-40 minuti prima di mangiare. Prendi il decotto preferibilmente entro due mesi.

Anche un metodo abbastanza noto di trattare l'aglio. Per fare questo, tritare finemente 250 grammi di aglio fresco e aggiungere 350 grammi di miele liquido. Questa miscela viene infusa per una settimana. Poi c'è 1 cucchiaio. cucchiaio per 1-1,5 ore prima dei pasti, due mesi.

Anche un buon effetto mostra l'uso di decotti di mirtilli rossi, bacche di rosa canina, foglie di ribes, così come succo di melograno e barbabietola, perché contengono le necessarie vitamine C e P per la malattia, liquefare la linfa e migliorare il flusso linfatico.

Prevenzione delle malattie

Quando la linfostasi degli arti superiori è molto importante per osservare tutte le regole di igiene, ridurre al minimo l'ingresso di infezioni nella linfa. Si consiglia di fare regolarmente l'automassaggio e l'esercizio fisico, specialmente se si è portatori di uno stile di vita sedentario. Regolarmente idratare la pelle con creme nutrienti.
Evitare lesioni, ustioni, graffi e cercare di non surriscaldarsi, in modo da non provocare edema linfatico.
Aderire alla corretta alimentazione e al sonno, questa è una parte importante della prevenzione di varie malattie, compresa la linfostasi della mano.

complicazioni

Se la malattia viene ignorata, si verificano gonfiore irreversibile dei tessuti interessati, deformazione delle dita delle mani, perdita di funzionalità e forma del braccio, che porta allo sviluppo di elefantiasi. Ulteriori complicazioni sono possibili sotto forma di eczema, ulcere trofiche o erisipela.
Con ogni stadio successivo, la malattia diventa sempre più pericolosa e irreversibile e, in casi molto trascurati, la morte è possibile.

http://medicinelab.ru/kak-vyilechit-limfostaz-ruki-uprazhneniya-i-massazh.html

Altri Articoli Su Vene Varicose