Ricovero per ulcere trofiche

Ulcere trofiche degli arti inferiori (sulle gambe) - la comparsa di ferite profonde e pesanti sulle gambe a causa di problemi circolatori (insufficienza venosa cronica) o lesioni. Un'ulcera è un difetto che non guarisce per un mese o più.

Il centro di assistenza medica del Center for Comprehensive Medicine è pronto a inviare una squadra di ambulanze con un medico tutto il giorno e, al momento della conferma della diagnosi, essere ricoverato in un reparto di chirurgia purulenta presso un ospedale dipartimentale.

Ti aiuteremo con l'ospedalizzazione e la scelta di un istituto medico specializzato, controlleremo il paziente in tutte le fasi del ricovero. Sappiamo quali cliniche sono orientate ai risultati!

Ospedali leader con reparti di chirurgia purulenta

Gruppo di rischio

Lo sviluppo delle ulcere trofiche sulle gambe è favorito da: diabete mellito, aterosclerosi degli arti inferiori, malattie delle vene degli arti inferiori (vene varicose, tromboflebiti), lesioni di vario genere, reazioni allergiche, malattie del sistema immunitario, tumori a 4 stadi, ustioni e congelamento delle gambe.

Molto spesso, queste malattie sono affrontate da anziani e anziani.

sintomi

I sintomi caratteristici delle ulcere trofiche sono:

  • Gonfiore degli arti inferiori - le gambe aumentano di dimensioni, dopo aver bevuto forte gonfiore si avverte.
  • "Pesante" nelle gambe. Debolezza e affaticamento degli arti inferiori.
  • Crampi dolorosi durante la notte.
  • Sensazioni spiacevoli e prurito.

Con l'infiammazione prolungata, l'immunità si indebolisce e la capacità di resistere alle infezioni è ridotta, i microrganismi pericolosi iniziano a svilupparsi rapidamente. Questo processo provoca la comparsa di ulcere. In caso di casi avanzati, si consiglia di essere urgentemente ricoverati in ospedale e sottoposti a un trattamento competente.

Stadio della malattia

  • Fase 1: appaiono delle macchie rosse sulle gambe che iniziano a prudere per staccarsi, causando disagio
  • Fase 2 - comparsa di ulcere trofiche - al posto delle macchie rosse si formano ferite scure, diminuisce l'appetito, aumenta la temperatura corporea, una persona inizia a febbre
  • Fase 3: le ulcere iniziano a espandersi e a crescere in profondità, compaiono scariche purulente e sanguinanti

Se non si inizia un trattamento tempestivo, le ferite si svilupperanno ulteriormente nelle gambe, il dolore si intensificherà e l'infezione del sangue (sepsi) è possibile. Più tardi il paziente inizia il trattamento, maggiore è il rischio di invalidità.

Pronto soccorso per ulcere trofiche

Quando compaiono i primi segni, è necessario trovare la causa della malattia e iniziare urgentemente il trattamento. Per questa terapia è prescritto, prescrivere unguento. Con un trattamento ben scelto, le ulcere inizieranno a guarire e guarire.

Le compresse umide non dovrebbero essere applicate alle ulcere, questo può portare ad ammorbidire i tessuti, peggiorare le loro condizioni, che diventeranno un buon terreno fertile per i batteri.

È vietato pettinare o cercare di pulire la ferita. Qualsiasi pulizia è effettuata esclusivamente con un batuffolo di cotone sterile con una soluzione di perossido di idrogeno. È assolutamente impossibile esporre le ferite alla luce solare.

Trattamento delle ulcere trofiche

Il trattamento delle ulcere trofiche delle gambe dovrebbe essere completo. Pertanto, la condotta ottimale del trattamento in ospedale. Dura in media 1,5-2 settimane. Con ulcere complesse e in presenza di lesioni multiple - fino a 3-4 settimane.

Nell'ospedale viene effettuato un esame completo per identificare le cause delle ulcere trofiche e trovare il mezzo più appropriato per guarire le ferite il prima possibile. Il trattamento inizia con la medicina e la fisioterapia e ha lo scopo di ripristinare i processi nelle aree colpite e normalizzare lo stato del sistema immunitario. In ospedale, le medicazioni regolari vengono effettuate sotto la supervisione di un medico in conformità con tutti gli standard sanitari.

Viene utilizzata attivamente la terapia VAC (terapia VAK, terapia del vuoto) - trattamento con bassa pressione negativa in combinazione con medicazioni in poliuretano espanso. Questo metodo riduce il gonfiore, consente di rimuovere il pus da una ferita, riduce le sue dimensioni.

Per le forme complesse di ulcere croniche e quando la terapia convenzionale e la fisioterapia sono impotenti, i medici raccomandano un innesto cutaneo sulla zona interessata, che viene prelevato dal gluteo o dalla coscia. Tali operazioni vengono eseguite con successo nell'Ospedale Clinico n. 1 dell'Ufficio del Presidente (Volyn), dove siamo pronti per essere ricoverati in qualsiasi momento.

http://www.expressmed.ru/blog/zabolevaniya/troficheskie-yazvy/

Ulcere trofiche

Un'ulcera trofica è un danno alla pelle causato da una violazione della microcircolazione nei tessuti. L'ulcera venosa venosa si verifica in seguito alla violazione del flusso di sangue dalle gambe a causa dell'insufficienza venosa cronica. Il più delle volte, l'ulcera è localizzata sul lato interno della parte inferiore della gamba, nel sito di consolidamento e oscuramento della pelle. Apparendo piaghe dolorose dopo un po 'di tempo si trasforma in una grande, accompagnata da una scarica sanguinante o purulenta con un odore sgradevole.

Se soffri di vene varicose e noti ferite di sangue sulle gambe, consulta il medico! Il trattamento precoce riduce il rischio di complicanze gravi (eczema, infezioni fungine, ulcere maligne) e riduce i tempi di recupero.

Trattamento in SM-Clinic:

Moderni metodi di trattamento, anche minimamente invasivi

(tutti i tipi di flebectomia e interventi endovenosi)

Qualifiche elevate e vasta esperienza di medici

Le più moderne attrezzature e ospedali confortevoli

Come possiamo aiutarti

Trattamento delle ulcere trofiche

Nel nostro centro di chirurgia, un approccio integrato è utilizzato nel trattamento delle ulcere trofiche venose degli arti inferiori, combinando procedure chirurgiche e terapia conservativa.

Il trattamento conservativo include l'assunzione di farmaci mirati a modificare il tono venoso, la microcircolazione e il flusso linfatico, nonché l'esecuzione del bendaggio delle ferite ulcerative con moderni agenti di guarigione delle ferite e l'imposizione obbligatoria di una fascia di compressione.

Il trattamento chirurgico è il tradizionale sollievo chirurgico o endovenoso dalle vene varicose come causa principale di un'ulcera. Inoltre, in alcuni casi, specialmente con ulcere estese, vengono eseguite ulcere cutanee.

Operazioni per ulcere trofiche

Il flebologo determina individualmente il tipo di intervento chirurgico in ciascun caso. Gli specialisti del nostro Centro possiedono tutte le tecniche esistenti ed eseguono:

Moderno metodo chirurgico minimamente invasivo per la rimozione delle vene varicose.

Ablazione delle vene a radiofrequenza (RFA)

Innovativo metodo non chirurgico di trattamento endovenoso delle vene varicose utilizzando energia termica

Costo del trattamento chirurgico

dipende da molti fattori: diagnosi, stadio
malattia, metodo di funzionamento, ecc.

Cosa dovresti fare

medici

Perché noi?

Alta qualificazione ed esperienza dei medici

I chirurghi del Centro sono specialisti altamente qualificati con una significativa esperienza in Russia e all'estero.

Grande centro chirurgico

Il Surgery Center ha 10 sale operatorie e oltre 80 specialisti operativi in ​​tutte le aree della moderna chirurgia.

Tecniche moderne a basso impatto

Gli interventi chirurgici endoscopici e laparoscopici vengono eseguiti mediante mini-perforazioni e chirurgia senza sangue con onde radio.

Specialisti del Centro sviluppano tattiche di trattamento chirurgico e un programma di riabilitazione per ogni paziente.

Ogni paziente è sotto la supervisione del medico curante e dei medici specialisti fino alla dimissione. L'ospedale è dotato di reparti di terapia intensiva.

Ospedale confortevole di 24 ore

Sorveglianza medica 24 ore su 24, medici e infermieri altamente qualificati, reparti confortevoli e un menu individuale.

Il trattamento completo con le moderne opportunità della medicina riparativa riduce significativamente il processo di riabilitazione.

Trasporto del paziente da qualsiasi regione

Il proprio servizio di ambulanza fornisce il trasporto medico e l'ospedalizzazione dei pazienti al nostro ospedale da qualsiasi città e regione.

Ulcere trofiche e tutto su di loro

Le ulcere venose trofiche degli arti inferiori sono una complicazione dell'insufficienza venosa cronica avanzata. A causa della maggiore pressione nelle vene e nei disturbi del microcircolo, la normale nutrizione dei tessuti è disturbata. Il risultato è gonfiore, scurimento e indurimento della pelle, in alcuni casi eczema venoso. La manifestazione finale dei disturbi del microcircolo è la formazione di un'ulcera della pelle e dei tessuti sottocutanei.

Tipi di ulcere trofiche

Oltre alle ulcere venose alle gambe trofiche, ci sono arteriose (nell'aterosclerosi), diabetiche (nel diabete), neurotrofiche (nelle malattie del sistema nervoso), infettive (in varie infezioni, compresa la sifilide, ecc.).

Inoltre, le ulcere trofiche variano a seconda della profondità della lesione cutanea:

  • erosione superficiale, che colpisce solo lo strato principale della pelle;
  • difetti che interessano il grasso sottocutaneo;
  • ulcere che penetrano i muscoli, i tendini, le ossa.

A seconda dell'area della lesione cutanea, le ulcere possono essere piccole (fino a 5 cm2), medie (5-20 cm2), grandi (fino a 50 cm2), gigantesche (oltre 50 cm2).

Ci sono anche localizzazioni di ulcere: ulcera trofica della gamba, sul tallone, sul viso, sul braccio, ecc.

Determinare il tipo di ulcera e le cause della sua formazione è molto importante per la corretta scelta del metodo di trattamento.

I sintomi delle ulcere trofiche venose

  • dolore e gonfiore della superficie interna della parte inferiore della gamba;
  • un cambiamento nella pelle - diventa più denso, liscio, lucido - e colori (appaiono macchie rosse o viola);
  • crampi alle gambe notturni;
  • la comparsa di ferite con sangue o contenuti purulenti.

diagnostica

Il nostro centro di chirurgia ha tutto il necessario per esaminare i pazienti con ulcere trofiche. Abbiamo:

  • ispezione visiva e palpazione, consentendo al medico di determinare il tipo e la posizione delle ulcere trofiche;
  • scansione ultrasonografica duplex delle vene degli arti inferiori per determinare i parametri del flusso sanguigno, la posizione dei coaguli di sangue, ecc.;
  • studi clinici, di laboratorio e strumentali per valutare le condizioni generali del paziente e la possibilità di eseguire l'operazione.

Trattamento efficace delle ulcere trofiche

Gli specialisti del nostro centro di chirurgia applicano tutti i moderni metodi di trattamento chirurgico delle ulcere trofiche venose sulle gambe. Il tipo di trattamento chirurgico (flebectomia o interventi endovenosi, dissezione endoscopica delle vene perforanti) viene determinato individualmente per ciascun paziente in base ai risultati degli esami condotti. In caso di ulcere trofiche estensive o non cicatrizzanti dopo il trattamento chirurgico delle vene varicose, eseguiamo autodermoplastica - chiudendo il difetto con un innesto cutaneo. Un prerequisito per il successo del trattamento delle ulcere trofiche varicose sulle gambe è il lungo utilizzo della biancheria intima da compressione prima e dopo l'intervento chirurgico. Vale anche la pena considerare che un recupero completo richiederà 1-2 mesi (con un decorso non complicato della malattia).


I flebologi del Center for Surgery hanno una notevole esperienza nel trattamento di pazienti con ulcere trofiche venose e utilizzano l'intero arsenale di metodi conservativi e operativi disponibili - con noi imparerai come curare con successo le ulcere trofiche.

http://centr-hirurgii.ru/surgery/sosudistaya-khirurgiya/troficheskie-yazvy/

Trattamento delle ulcere trofiche alle gambe e ai piedi

Trattamento delle ulcere trofiche

Le ulcere trofiche si verificano a causa di processi patologici in varie malattie associate a flusso sanguigno alterato. Molto spesso, le ulcere trofiche sono associate a malattie come:

  • Insufficienza venosa (sullo sfondo delle vene varicose);
  • Il forte restringimento del lume delle arterie (diabete, aterosclerosi, ipertensione);
  • Violazione della fuoriuscita della linfa (malattia dell'elefante);
  • Violazione dell'innervazione dei tessuti (con lesioni, congelamento, ustioni);
  • Sullo sfondo di malattie croniche della pelle (ad esempio, eczema, lebbra, dermatite).

In tutte le suddette condizioni, il processo di circolazione del sangue è disturbato, il che impedisce naturalmente l'apporto di sostanze nutritive e ossigeno ai tessuti. Le ulcere trofiche si formano in questi luoghi. Molto spesso sono gli arti inferiori e i piedi. Ad esempio, nell'aterosclerosi, questi sono posti sotto la placca aterosclerotica in cui si verificano l'infiammazione della pelle e i cambiamenti distrofici. La fase successiva della formazione dell'ulcera è il rifiuto del tessuto morto. Tali ulcere sono una ferita ovale con bordi frastagliati. In media, il diametro di un'ulcera trofica è di 35 cm².

IL TRATTAMENTO DELLE ULCERE TROFICHE NELLA NOSTRA CLINICA È ADOTTATO DA UNA TECNICA UNICA, PROGETTATA PERSONALMENTE DA IMANBAY ERKEN MADIMAROVICH. GARANZIA DI UNA CURA DI SUCCESSO - 99%.

Inutile dire che quanto prima inizia il trattamento delle ulcere trofiche agli arti inferiori, tanto più è positiva la prognosi per un rapido recupero. Sopra sono elencate le malattie in cui una persona è a maggior rischio di formazione di ulcere trofiche. Ecco i principali segni con cui è possibile scoprire l'ulcera all'inizio e iniziare il trattamento. Un'ulcera trofica alle gambe non appare all'improvviso. In primo luogo, il dolore, il gonfiore e una sensazione di pesantezza si verificano al posto dell'ulcera futura. La pelle diventa lucida con una tonalità viola. Allo stesso tempo, una persona si lamenta di prurito, bruciore, crampi notturni, dolore acuto quando viene toccato. Se nel periodo iniziale di sviluppo di questo processo, per applicare un trattamento moderno ed efficace delle ulcere trofiche, la ripresa sarà rapida.

Trattare le ulcere trofiche nella fase matura è molto più difficile. Molti si trovano di fronte al fatto che le ulcere non passano per anni. La presenza di ulcere trofiche può causare disabilità, disabilitare la capacità di lavorare di una persona. Pertanto, non si dovrebbe sperimentare e provare a fare il trattamento delle ulcere trofiche a casa. La pratica mostra che un tale approccio porta a nuove ulcere, molte complicazioni della malattia di base e il potenziale per perdere gli arti. Pertanto, non si dovrebbe applicare su se stessi il trattamento popolare delle ulcere trofiche, è meglio rivolgersi ai metodi della medicina moderna. Un'ulcera trofica non è considerata una malattia indipendente, ma un risultato concomitante di vari processi patologici. Questo è il motivo per cui esistono vari metodi per il trattamento delle ulcere trofiche. Ad esempio, per le vene varicose, l'intervento chirurgico è raccomandato prima della formazione di ulcere trofiche sulle gambe.

Se le ulcere sono già formate, l'operazione viene eseguita solo dopo la loro guarigione e questo processo può durare mesi. Trattamento del "piede diabetico" - ulcere trofiche, che si formano in pazienti con diabete a causa di scarso flusso sanguigno nelle gambe, con conseguente perdita di sensibilità. Anche a causa di una piccola ferita o danno al piede, si formano ulcere che guariscono molto lentamente e non guariscono bene. In alcuni casi, a causa della presenza di batteri patogeni nell'ulcera, la sua profondità aumenta, raggiungendo l'osso, la ferita è costantemente in fibrillazione, che può portare a infezioni e alla necessità di amputazione degli arti. Per evitare tali esiti, si consiglia ai diabetici di prestare molta attenzione all'igiene del piede e indossare scarpe adeguate.

Trattamento delle ulcere trofiche nel diabete mellito

Con il diabete, il livello di zucchero nel sangue aumenta, il glucosio lo rende più denso, il che rende più difficile il flusso sanguigno, specialmente le gambe. La pelle delle gambe diventa il luogo più vulnerabile del diabetico, poiché a causa della mancanza di un'alimentazione adeguata, qualsiasi danno (taglio, puntura, graffio) è la porta per l'ingresso dei batteri nocivi. Ma a causa della ridotta sensibilità (neuropatia), il paziente non sospetta nemmeno lo sviluppo del processo patologico sulla pelle delle gambe. Niente lo infastidisce perché non c'è sensibilità nelle sue gambe. Freddo, brucia, ferita - non sente nulla fino a quando non si forma la cancrena sull'arto. Le ulcere del piede non causano disagio diabetico per la stessa ragione di neuropatia. Il successo del trattamento delle ulcere trofiche del piede dipende dall'esperienza del diabete e dalla presenza di malattie concomitanti.

La prognosi per il recupero nella fase iniziale è molto più alta. Diagnosi precoce di SDS (sindrome del piede diabetico): aumenterà le possibilità di evitare l'amputazione e di salvare la gamba. Esistono tre tipi di VTS:

  • Neuropatico (60-70% di tutti i casi);
  • Neuroischemic (5-10%);
  • Combinato (20-40%).

Per un trattamento efficace, è necessario ripristinare il flusso sanguigno e ciò è possibile solo chirurgicamente. Questo metodo è chiamato endovascolare e consente la circolazione del sangue non solo nella caviglia, ma anche nell'arteria femorale. All'estero, l'angioplastica (metodo endovascolare) è stata praticata nell'ultimo decennio e ha permesso di ridurre il numero di amputazioni di 8 volte (negli Stati Uniti). Ma sarebbe sbagliato affermare che solo l'intervento chirurgico può guarire le ulcere trofiche. La domanda deve essere affrontata in modo completo e non si può negare che il trattamento farmacologico per le ulcere trofiche dia i suoi risultati. Va detto che il trattamento locale da solo non sarà efficace senza elementi di un approccio conservativo e fisioterapico. Il trattamento rapido delle ulcere trofiche è possibile solo all'inizio dello sviluppo della malattia.

Per liberarsi dell'ulcera in una fase iniziale del suo sviluppo, è necessario condurre un trattamento quotidiano con antisettici (clorexidina), nonché con unguenti per il trattamento delle ulcere trofiche, che sono prescritte dal medico curante. La terapia deve essere accompagnata da antibiotici e farmaci anti-infiammatori, vitamine e farmaci fortificanti. Non male hanno provato metodi come la radiazione ultravioletta e la terapia laser. Altri mezzi e farmaci per il trattamento delle ulcere trofiche sono prescritti individualmente dal medico curante. Molte persone che soffrono di ulcere di varia origine condividono esperienze personali in forum specializzati, lasciando un feedback sul trattamento delle ulcere trofiche con vari farmaci, unguenti e farmaci. Qualcuno aiuta Dioxidina, qualcuno ha la pasta di zinco, qualcuno ha il sollievo dall'uso dell'unguento di Vishnevsky e qualcuno ha aiutato nel trattamento delle ulcere trofiche Activetex. Ma seguire le raccomandazioni della gente comune, piuttosto che professionisti medici professionisti, può essere un tragico errore.

Trattamento delle ulcere trofiche della gamba e del piede

Per eseguire il corretto trattamento delle ulcere trofiche della gamba o del piede, è necessario consultare uno specialista, un'analisi completa completa della condizione del corpo per determinare la causa della formazione di ulcera. Da ciò dipenderà il metodo di trattamento, la scelta dei metodi e la terapia farmacologica. È meglio visitare la Clinica per il trattamento delle ulcere trofiche, un'istituzione medica specializzata nello studio e nel trattamento di questa particolare malattia.

È possibile distinguere condizionatamente due fasi del trattamento delle ulcere trofiche.

  • Al primo stadio, si verifica il trattamento dell'ulcera trofica piangente, per la quale si sta sviluppando una terapia complessa con l'uso di antibiotici, a cui è stata rivelata la sensibilità quando si semina materiale prelevato dall'ulcera
  • Al secondo stadio, quando l'ulcera si asciuga e inizia a guarire, vengono prescritti pomate con effetto curativo.

Nel caso in cui il trattamento delle ulcere trofiche con antibiotici non ha portato risultati, è necessario modificare il farmaco. Questo approccio è chiamato stepwise. Ma i risultati spesso non sono così positivi come le aspettative. Il trattamento delle ulcere trofiche diabetiche può causare la perdita degli arti. A volte è più facile per i medici inviare un paziente a un'operazione per rimuovere un arto piuttosto che lottare per preservarlo. Fondamentalmente, questo vale per i medici che lavorano nelle cliniche pubbliche. Forse c'è una logica qui, perché la presenza di un'ulcera significa che prima o poi inizierà la cancrena, che è carica di avvelenamento del sangue, che causa la morte. Ma ci sono molti esempi che, dopo la raccomandazione di rimuovere un arto ottenuto in clinica, una persona ha subito un trattamento efficace delle ulcere trofiche con medicinali in una clinica privata.

Buoni risultati si ottengono trattando le ulcere trofiche venose usando bende, che sono bende elastiche. Grazie a queste bende, il sangue non ristagna negli arti inferiori, i vasi si restringono, il gonfiore passa, il drenaggio linfatico migliora. Il trattamento delle ulcere trofiche purulente viene eseguito meglio in ospedale, in quanto si raccomanda di osservare il riposo a letto e di fissare la gamba in modo da non ostacolare il flusso di sangue e linfa. La condizione più importante sono le procedure quotidiane di igiene per la pulizia delle ferite. I preparati sono usati per migliorare la nutrizione dei tessuti viventi e delle pareti dell'ulcera.

Dopo che l'ulcera è stata liberata dal contenuto necrotico, è necessario procedere all'attivazione delle funzioni rigeneranti del corpo. Ma se stiamo parlando del trattamento locale delle ulcere trofiche secche, allora non è necessario collocare il paziente in ospedale, è sufficiente sottoporsi a una diagnosi in un buon centro medico per il trattamento delle ulcere trofiche. Il miglior trattamento per le ulcere trofiche nella fase iniziale. Se c'è una pigmentazione eccessiva negli arti inferiori, le persone a rischio di sviluppare ulcere trofiche dovrebbero visitare immediatamente un medico.

Mentre l'ulcera sta per apparire, il suo trattamento avrà successo nel 90% dei casi. Ma se non te ne prendi cura in tempo, dovrai sottoporti a trattamento di ulcere trofiche croniche. Questo trattamento è molto più lungo, più costoso e la percentuale di pazienti recuperati non è così alta come nel caso del trattamento dell'ulcera nella fase iniziale. Solo la corretta diagnosi delle ulcere è la chiave del successo del trattamento. A tale scopo vengono raccolti dati di istologia, citologia e studi batteriologici. Dopo aver analizzato le informazioni ricevute, il medico trarrà una conclusione sulle cause dello sviluppo di un'ulcera trofica e solo allora sarà in grado di prescrivere un trattamento adeguato.

Solo l'uso di un approccio medico integrato eliminerà le ulcere trofiche sul piede o sulla parte inferiore della gamba. Moderne tecniche chirurgiche, farmaci efficaci da produttori stranieri, tutti i tipi di procedure di fisioterapia sono disponibili nel nostro centro medico per i pazienti con varie ulcere trofiche. Indipendentemente dallo stadio dell'ulcera e dalle sue condizioni, i nostri medici faranno ogni sforzo per evitare l'amputazione dell'arto. Abbiamo già salvato centinaia di persone, ti aiuteremo anche noi!

http://pmed.su/lechenie-troficheskih-yazv-na-nogah-i-stopah.html

Ulcere trofiche

Cos'è?

Un'ulcera trofica è una ferita purulenta aperta sulla pelle o sulla membrana mucosa, che non si cicatrizza per più di 6 settimane ed è causata da un malfunzionamento dell'erogazione di sangue al tessuto. Le ulcere trofiche sono ricorrenti in natura. Un'ulcera non è una malattia indipendente, ma si sviluppa sullo sfondo di varie malattie. A seconda della profondità della lesione, possono essere suddivisi in profondità (fino all'osso) e superficiali. Questa malattia può comparire in qualsiasi parte del corpo, ma il più delle volte le ulcere si trovano sugli arti inferiori. La dimensione dell'ulcera varia da 5 cm2 (piccola area) a gigantesca (estesa), con un'area di oltre 50 cm2.

Le principali cause delle ulcere trofiche negli arti inferiori

Le ragioni per il verificarsi di questa patologia sono molte. I motivi principali includono:

  • Insufficienza venosa cronica (vene varicose, tromboflebite, trombosi venosa, ecc.)
  • Insufficienza arteriosa cronica (aterosclerosi, ipertensione)
  • Malattie e danni al sistema nervoso (ulcere neurotrofiche)
  • diabete mellito
  • infezione
  • Lesioni, ustioni, congelamento (ulcere post-traumatiche)
  • Neoplasie maligne
  • Malattie della pelle (eczema, dermatite, erisipela, ecc.)
  • Violazioni del sistema linfatico

Sintomi della malattia

Ulcere trofiche si formano abbastanza rapidamente, quindi si dovrebbe consultare immediatamente un medico se si riscontrano i seguenti sintomi:

  • L'aspetto di una macchia grigio-bluastra che sembra un livido
  • Aumento del senso di pesantezza nell'area del danno
  • Prurito persistente e bruciore della pelle.
  • La pelle diventa densa e ruvida.
  • Dolore quando si preme sulla zona interessata
  • La comparsa di ferite non cicatrizzate e in via di estinzione
  • Aumentare gradualmente l'area del danno

diagnostica

La diagnosi di ulcera trofica include:

  • Visita medica
  • Esami del sangue
  • Ecografia Doppler
  • Studi batteriologici e istologici
  • Angiografia a raggi X.

Trattamento delle ulcere trofiche

Inizialmente, è necessario identificare e prescrivere il trattamento necessario per la malattia di base, sullo sfondo del quale si sviluppa un'ulcera trofica.

Il trattamento delle ulcere venose implica anche:

  • Antibiotici, antisettici
  • Applicazione di medicazioni con composizione per la guarigione delle ferite
  • fisioterapia
  • Trattamento chirurgico (se indicato)

Il trattamento più efficace sarà nelle fasi iniziali della malattia, quindi quando i primi sintomi devono consultare uno specialista.

Gli specialisti:

prevenzione

L'essenza della prevenzione delle ulcere trofiche si trova nella tempestiva individuazione e trattamento della malattia primaria. È inoltre necessario mantenere uno stile di vita sano, abbandonare le cattive abitudini, mangiare bene, indossare biancheria intima da compressione, fare esercizio fisico ed evitare carichi statici prolungati.

A Mosca, puoi fissare un appuntamento con gli specialisti giusti presso l'Ospedale Clinico Centrale dell'Accademia Russa delle Scienze.

http://www.ckbran.ru/cure/bolezni-ven/troficheskaya-yazva

Ulcere trofiche venose

Le ulcere trofiche sono la complicazione più frequente dell'insufficienza venosa cronica (CVI) e colpiscono fino al 2% della popolazione in età lavorativa dei paesi industrializzati. Negli anziani, questa percentuale raggiunge il 4-5%. Il paradosso della situazione sta nel fatto che, nonostante gli evidenti progressi nella diagnosi e nel trattamento della CVI, la frequenza delle ulcere trofiche è una specie di costante, rivelata come risultato di numerosi studi epidemiologici negli ultimi 20 anni. Tenendo conto degli indicatori demografici, si può affermare che in Russia almeno 5 milioni di persone soffrono di eziologia venosa grave.

Eziologia e patogenesi

Indipendentemente dalla forma di CVI (malattia varicosa o post trombotica, malformazioni vascolari congenite), l'ipertensione venosa è alla base del trofismo cutaneo e dell'ulcera. Come risultato dell'inizio dell'affetto primario, la funzione barriera della pelle è compromessa. L'alterazione dei suoi strati è accompagnata da necrosi dei tessuti molli e da un massiccio processo essudativo. In futuro, c'è una rapida contaminazione batterica di un'ulcera trofica, che in alcuni casi può acquisire un carattere generalizzato.

Clinica della malattia

Le ulcere trofiche di eziologia venosa non sono un processo acuto, e la loro formazione, di norma, avviene gradualmente in più fasi, la cui durata dipende dalla natura della patologia (con malattia post trombotica, ulcere trofiche si formano diverse volte più velocemente rispetto alle vene varicose), caratteristiche costituzionali del paziente (sovrappeso accelera la violazione del trofismo cutaneo), il lavoro e il regime di riposo (carichi statici prolungati e sollevamento pesi sono fattori sfavorevoli), conformità alle prescrizioni mediche e così via

Inizialmente, un'area cutanea di iperpigmentazione appare sulla pelle della parte inferiore della gamba, solitamente nella zona della caviglia interna. Dopo qualche tempo nel centro dell'area pigmentata appare un indurimento della pelle, che assume un aspetto laccato biancastro, simile a una chiazza di cera. Si sviluppa una cosiddetta atrofia della pelle bianca, che può essere considerata come uno stato pre-ulcera.

In futuro, il trauma minimo porta alla comparsa di un difetto ulceroso, che si chiude piuttosto rapidamente quando il trattamento viene avviato tempestivamente. Altrimenti, l'area e la profondità dell'ulcera sono progressivamente aumentate e la reazione infiammatoria ri-focale dei tessuti molli si unisce alla cellulite acuta indurente. In futuro, l'infezione secondaria è possibile con lo sviluppo locale (pioderma, ascesso) e comune (flemmone, erisipela, sepsi) delle complicanze infiammatorie purulente.

Principi di diagnosi

Un importante punto di diagnosi è la conferma della causa venosa delle ulcere trofiche. La relazione diretta dei disturbi trofici della pelle con CVI è fuori dubbio se:

  • Esistono segni oggettivi di danno al sistema venoso. Più spesso queste sono vene varicose.
  • Una storia di trombosi venosa profonda confermata.
  • Rilevamento ecologico di scariche venose venose o alterata pervietà delle vene profonde durante l'ecografia delle vene delle estremità.

I nostri dottori

Complicazioni di ulcere trofiche

Un lungo percorso (a volte per molti mesi e anni), ulcere trofiche portano allo sviluppo di dermatiti, piodermi, eczemi. La causa principale del loro sviluppo è l'irritazione cutanea con abbondante secrezione purulenta e numerosi medicamenti all'unguento.

Il compagno più frequente di ulcere croniche è l'eczema paratiroide (contatto, microbico), che si verifica a causa dell'eczematizzazione secondaria delle lesioni da streptococco e fungine superficiali e della sensibilizzazione alle infezioni piogeniche.

La rottura prolungata del trofismo della pelle degli arti inferiori crea condizioni favorevoli per lo sviluppo di varie infezioni fungine dei tessuti molli, la cui frequenza raggiunge il 76%. L'infezione micotica, sensibilizzando il corpo e aggravando il corso del processo principale, porta alla progressione dei disturbi trofici.

Una delle complicazioni terribili delle ulcere trofiche degli arti inferiori deve essere considerata degenerazione maligna (malignità), che si verifica nell'1,6 - 3,5% dei casi, ma viene spesso diagnosticata in uno stadio molto avanzato. La diagnosi tempestiva della degenerazione maligna delle ulcere è possibile solo con l'uso dell'esame citologico della scarica e degli strisci, nonché la biopsia di varie parti dei bordi e del fondo dell'ulcera con esame istologico.

Frequenti recidive di infiammazione nell'area delle ulcere, un lungo decorso della malattia fa sì che il processo si diffonda in profondità, coinvolgendo il tessuto sottocutaneo, i muscoli, i tendini, il periostio e persino le ossa nel corso del tempo portano alla contrattura e all'artrosi dell'articolazione della caviglia.

Quasi un paziente su cinque con tiroidite coinvolge un segmento dell'osso sottostante nel processo e sviluppa una periostite ossificante, con focolai di osteosclerosi marcata, che è chiaramente visibile sulla radiografia delle ossa della tibia.

A volte il processo purulento cronico si estende in profondità nei tessuti dei vasi linfatici ed è complicato da erisipela e tromboflebite purulenta. Frequenti epidemie di infezione locale causano cambiamenti irreversibili nel sistema linfatico, un linfedema secondario clinicamente manifestato (elefantiasi) dell'arto distale.

trattamento

  • Costo: 72.000 - 112.000 rubli.
  • Durata: 40-60 minuti
  • Ricovero in ospedale: 2-3 ore in ospedale

Il trattamento delle ulcere venose viene effettuato in due fasi. All'inizio, tutti gli sforzi dei medici mirano a chiudere l'ulcera con l'uso di metodi conservativi di trattamento. Successivamente, vengono prese misure per eliminare il rischio di recidiva. Questo piano di trattamento dà buoni risultati in due terzi dei pazienti. L'intervento operativo viene utilizzato nei casi in cui i metodi conservativi non hanno prodotto il risultato desiderato.

Misure per la chiusura delle ulcere trofiche

Per ottenere l'effetto desiderato, è necessario un approccio integrato che includa quanto segue:

  • Cambiamenti dello stile di vita: evitare prodotti che contribuiscono alla ritenzione dei liquidi corporei, riducendo al minimo i carichi statici sugli arti inferiori;
  • Terapia farmacologica: assunzione di farmaci antibatterici per i processi infiammatori infettivi dei tessuti molli attorno all'ulcera e assunzione di farmaci flebotropici;
  • Le attività mirate al trattamento locale delle ulcere sono fondamentali e richiedono una selezione individuale dei farmaci in accordo con lo stato della gamba stessa, i tessuti attorno all'ulcera e le caratteristiche del processo patologico.
    • Il trattamento prevede il lavaggio regolare dell'ulcera con soluzione fisiologica. Con l'accumulo di tessuto necrotico fatto ricorso al trattamento chirurgico;
    • L'uso di medicazioni interattive per ferite è finalizzato alla rimozione di prodotti di degradazione tissutale e particelle microbiche. Fornisce una protezione efficace contro gli effetti della natura meccanica e chimica ed elimina anche l'infezione secondaria. Grazie al loro uso, la superficie dell'ulcera rimane umida, che elimina la formazione di una crosta secca e la pelle circostante è protetta da reazioni allergiche e dermatiti. Le medicazioni interattive sono ampiamente utilizzate grazie alla facilità d'uso, alla durata dell'azione e alla capacità di creare un ambiente ideale per la guarigione dell'ulcera. Sono atraumatici grazie alla facile rimozione dovuta alla bassa adesione alla ferita;
    • I metodi ausiliari includono l'uso dell'irradiazione laser con evaporazione degli strati superficiali e il trattamento a vuoto delle ulcere con la rimozione del tessuto morto;

  • La terapia compressiva è mirata non solo a curare le ulcere, ma anche a eliminare il rischio della loro recidiva:
    • per il trattamento delle ulcere aperte, accompagnate da edema e essudazione, vengono utilizzate bende di bende di estensibilità limitata;
    • Per l'esclusione delle ricadute, viene utilizzata la maglieria a compressione medica.

Schema di trattamento locale delle ulcere trofiche

Lo schema del trattamento conservativo è selezionato in base alla fase del processo della ferita:

  • La prima fase è caratterizzata dall'accumulo di fibrina e tessuto morto e richiede un trattamento sotto forma di medicazioni di superassorbenti in combinazione con una benda multistrato. La medicazione deve essere cambiata ogni giorno. Se c'è una grande quantità di liquido purulento, quindi applicare medicazioni spugnose e alginate con caratteristiche antisettiche;
  • La seconda fase richiede l'uso di bende spugnose, che si sono dimostrate con un alto e moderato grado di essudazione. A basso grado vengono utilizzate spugne idrofiliche con uno strato di gel. Se la sensibilità della pelle è normale, si raccomanda l'uso di medicazioni idrocolloidali che stimolano la formazione di granulazioni;
  • La terza fase è caratterizzata da epitelizzazione e riduzione delle secrezioni purulente. Richiede l'uso di medicazioni in spugna con uno strato idroattivo, così come idrogel e medicazioni idrocolloidali. Se la pelle attorno alla ferita è sensibile, applicare medicazioni atraumatiche idrogel. Piccolo gonfiore consente l'uso di una benda di compressione per scopi medici.

Trattamento chirurgico

Se entro sei settimane, il trattamento conservativo non ha permesso di ridurre la profondità e l'area dell'ulcera, eliminare gonfiore e dolore, ricorrere ai metodi chirurgici di trattamento. A seconda dello scopo, sono divisi in due gruppi:

  • Eliminazione dell'aumento patologico del sangue e del plasma (ipervolemia venosa). Fornisce un intervento chirurgico per:
    • sistema venoso superficiale;
    • vene perforanti;
    • vene profonde.
  • Chiusura di ulcere trofiche mediante tecniche di innesto cutaneo. Le grandi ulcere trofiche richiedono il reintegro di un difetto del tessuto, che viene effettuato mediante autodermoplastica. Questo metodo è usato come indipendente o in combinazione con la chirurgia sulle vene superficiali e perforanti. Il lembo cutaneo viene prelevato dalla superficie anterolaterale della coscia. Una benda e un bendaggio compressivo vengono applicati all'area ricostruita per un periodo da tre a cinque giorni.

prevenzione

I seguenti principi sono la base per la prevenzione delle ulcere trofiche venose, la cui osservanza consente di risolvere con successo questo complesso problema medico:

  1. Rilevamento precoce e correzione chirurgica radicale della malattia di base (questa situazione è principalmente valida per le vene varicose).
  2. Compressione elastica adeguata
  3. Trattamento farmacologico
  4. Organizzazione razionale del lavoro e del riposo. I pazienti con CVI non possono eseguire esercizi statici pesanti. Dalle attività sportive è il nuoto migliore.
  5. L'organizzazione razionale della nutrizione è finalizzata al controllo del peso corporeo, eliminando l'assunzione di cibi piccanti e salati (al fine di evitare un eccessivo carico idrico, che provoca la sindrome edematosa).

Specialisti del Centro di Diagnostica Radiologia Medica diagnosticano le ulcere trofiche venose e il loro trattamento efficace, guidati dai principi della medicina basata sull'evidenza, che ci consente sempre di ottenere risultati eccellenti.

http://www.celt.ru/napravlenija/flebologija/zabolevanija/venoz-trofich-yazva/

Trattamento dell'ulcera trofica a Mosca

35 cliniche

3,4 valutazione media

234 recensioni

Un'ulcera trofica è una lesione superficiale della pelle che si diffonde ai tessuti più profondi dell'epitelio e non ha tendenza a rigenerarsi. Le cause più comuni della formazione di ulcere trofiche sono l'alterazione della nutrizione e della circolazione sanguigna nell'area della copertura esterna.

Nella fase iniziale, si forma un piccolo punto bluastro, accompagnato da prurito. Poi c'è una violazione superficiale dell'integrità della pelle, che gradualmente si approfondisce.

La lesione ulcerosa delle gambe e dei piedi si verifica più spesso a causa di vene varicose trascurate o sullo sfondo di un piede diabetico.

Test diagnostici

È possibile diagnosticare visivamente un'ulcera trofica visivamente, poiché è caratterizzata da un danno tissutale superficiale. I seguenti studi sono anche prescritti per il trattamento di successo:

  • emocromo generale e dettagliato;
  • esame batteriologico del contenuto dell'ulcera;
  • analisi patologica di un campione di tessuto;
  • studio di laboratorio dello stato immunologico;
  • ecografia del doppler degli arti inferiori;
  • studio computerizzato del flusso sanguigno (angiografia).

In alcuni casi, si consiglia il rilevamento senza contatto dei capillari mediante flussimetro laser. Il metodo è altamente informativo e lunga esposizione.

Le principali fasi del trattamento

Il trattamento topico consiste nella pulizia della ferita dai tessuti necrotici con l'aiuto di enzimi e trattamento antisettico della lesione ulcerativa con una soluzione di furacilina o clorexidina digluconato 0,5%. Dopo queste manipolazioni, una benda viene applicata con unguenti di un'azione batteriostatica. Per accelerare la rigenerazione dell'epitelio danneggiato, vengono utilizzati unguenti che stimolano il metabolismo cellulare (Actovegin, Solcoseryl).

La terapia farmacologica è l'uso di antibiotici ad ampio spettro, farmaci antinfiammatori e antiallergici. Viene anche prescritto il ricevimento di preparati immunostimolanti.

Il trattamento delle ulcere trofiche richiede la partecipazione e il monitoraggio costante da parte di un flebologo o di un chirurgo vascolare, il cui compito è fermare il processo di necrosi tissutale, per normalizzare la circolazione venosa.

In alcuni casi, la chirurgia viene eseguita per eliminare la fonte di infiammazione e l'escissione del tessuto necrotico.

complicazioni

Il decorso prolungato di un'ulcera trofica porta alle seguenti conseguenze:

  • un aumento dell'area delle lesioni necrotiche;
  • lo sviluppo di infezioni da stafilococco, inclusa l'erisipela;
  • nocardiosi linfocitica;
  • linfonodi;
  • processi settici di vari gradi di complessità.
http://meds.ru/doctors/lechenie-troficheskoy-yazvyi

Trattamento dell'ulcera trofica a Mosca

  • Tutte le cliniche con il servizio "Trattamento di malattie della pelle / malattie dermatologiche": da 400 rubli, 64 cliniche

Costo di

Costo di

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Costo di

Costo di

Costo di

Costo di

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Costo di

Richiedi un programma in clinica

Trattamento dell'ulcera trofica a Mosca: le migliori cliniche

Trovate 38 cliniche con trattamento dell'ulcera trofica

Qual è il prezzo del trattamento delle ulcere trofiche a Mosca

I prezzi per il trattamento delle ulcere trofiche a Mosca da 1200 rubli. fino a 12277 sfregamenti..

Trattamento dell'ulcera trofica: recensioni

I pazienti hanno lasciato 390 recensioni sulle cliniche in cui vi è un trattamento delle ulcere trofiche

http://napopravku.ru/uslugi/lechenie-troficheskoj-yazvy/

Trattamento a pagamento delle ulcere venose

Ulcera venosa classica

Un'ulcera trofica è una condizione patologica, manifestata dalla presenza di un difetto del tessuto, causata dalla predominanza nei tessuti dei processi di alterazione (distruzione) sui processi di riparazione (restauro) dovuti a varie ragioni. I difetti ulcerativi causano una varietà di fattori. Abbastanza condizionatamente, possono essere suddivisi nelle seguenti categorie:

  1. patologie venose (violazione del flusso di sangue) - malattia varicosa, sindrome post-trombotica, displasia venosa;
  2. patologie delle arterie (alterata circolazione del sangue ai tessuti) - aterosclerosi obliterante, endarterite, vasculite sistemica vari, displasia arteriosa;
  3. lesioni del microvasculature - diabetici, ulcere dopo ustioni, congelamento, radiazioni;
  4. associato ad innervazione alterata - neurotrofica;
  5. cicatrice - atrofica;
  6. ulcere associate a lesioni infettive (piogeni, sifilitici, tubercolari, lebbrosi, ecc.);
  7. ulcere maligne (come risultato di processi tumorali);
  8. molto raro può essere attribuito a ulcere martorell o ipertensive.

La causa di oltre la metà di tutte le lesioni ulcerative degli arti inferiori è una violazione del deflusso venoso, cioè una forma trascurata di insufficienza venosa cronica o di CVI. Di questo numero, circa il 90% è varicoso e il 10% per la malattia post-thromboflebitica, rispettivamente. Pertanto, il fattore principale nella comparsa di ulcere degli arti inferiori è la malattia varicosa.

Esecuzione di ulcera trofica

Attualmente, la prevalenza dell'insufficienza venosa cronica è veramente impressionante. Studi statistici in Europa, gli Stati Uniti forniscono numeri diversi, che variano molto a seconda della specifica area di residenza, sesso, età. Se espressi in termini digitali, possiamo parlare di circa il 15% - 45% di quelli studiati con le vene varicose. Uno degli studi condotti a Edimburgo (Regno Unito, Scozia) ha rivelato la presenza di CVI nel 40% degli uomini e nel 32% delle donne, il che contraddice la credenza popolare che le donne sono impegnate nelle vene varicose. Se parliamo di realtà russe, ecco i numeri secchi. Il risultato di uno studio nel 2007 in 43 regioni della Federazione Russa è stato l'individuazione del 52% delle forme gravi di malattia varicosa esaminate. Ogni cinque di loro, come complicanza, aveva già un'ulcera trofica o una condizione pre-ulcera.

In che modo il CVI porta alla formazione di ulcere degli arti inferiori. Le vene varicose sono una malattia cronica, manifestata dall'espansione delle vene superficiali con lo sviluppo di insufficienza delle loro valvole e successiva violazione del flusso sanguigno. Stranamente, ma le cause principali delle vene varicose sono due fattori. Questa è, infatti, la presenza di vene superficiali degli arti inferiori (strutture tubolari a parete sottile non protette dai tessuti circostanti) e postura eretta, che provoca un elevato carico idrostatico (pressione della colonna di sangue) sulla parete venosa. Ma, per lo sviluppo della malattia varicosa, è anche necessario: debolezza trasmessa ereditaria del tessuto connettivo (provoca una diminuzione della forza delle vene per eventuali agenti dannosi), stile di vita (questo può essere sia un carico eccessivo sugli arti inferiori e la sua mancanza, una posizione verticale lunga, nutrizione sbilanciata ). Cioè, in presenza di fattori predisponenti, le vene superficiali si espandono, le loro valvole cessano di funzionare e il flusso sanguigno in esse diventa patologico. Dopo aver raggiunto una certa soglia fisiologica nei tessuti del terzo inferiore delle gambe, si sviluppano processi metabolici patologici, la loro apoteosi sarà un'ulcera trofica. L'ulcera trofica venosa è essenzialmente una ferita cronica e ha le stesse fasi di sviluppo:

Nel primo stadio si verifica l'ulcerazione. In questa fase, la già complicata situazione con flusso ematico locale e immunità viene aggravata e, di conseguenza, si verifica l'infezione microbica della ferita. In condizioni favorevoli, la ferita viene eliminata dall'infezione, dai detriti (tessuto morto) e avviene il passaggio al secondo stadio. È caratterizzato dalla comparsa di granulazioni - giovane tessuto connettivo, che è la base di tutti i processi riparativi (processi di guarigione). Nella terza fase finale, il difetto viene sostituito da un epitelio della cicatrice e della pelle. Nel contesto di cui sopra, i seguenti compiti sono assegnati al flebologo specialista:

  • prevenire il verificarsi della prima fase (cioè l'ulcera stessa),
  • nel caso che si verifichi il prima possibile, trasferirlo nel 3 ° stadio (per assicurarne la guarigione),
  • prevenire una recidiva (ritorno) ulcere.

L'intero processo terapeutico per il trattamento delle ulcere venose può essere ridotto a due componenti. Questo è un trattamento per le vene varicose e la terapia della ferita locale.

Sfortunatamente, in Russia, in ampi circoli medici, l'opinione è fermamente stabilita sul fatto che un difetto dell'ulcera (cioè, per ottenere l'epitelizzazione della ferita) deve prima essere guarito e solo dopo quello di impegnarsi nel trattamento radicale delle vene varicose. Questo approccio è dovuto agli stereotipi del trattamento chirurgico in assenza di un focus cronico di infezione. Una tale fonte in questo caso è un'ulcera trofica. perché qualsiasi parte del corpo che è stata privata del suo strato protettivo (pelle) per lungo tempo sarà infettata in misura maggiore o minore. Questo approccio è anche dovuto alla comprensione del trattamento chirurgico stesso, vale a dire rimozione di vene insolventi attraverso incisioni (operazione classica Troyanova-Trendelenburg) con l'aiuto di phleboextractor.

Questa tecnica è stata utilizzata per più di un secolo in varie modifiche. Ma lei non è perfetta. Anche nelle mani di uno specialista esperto, il seguito è inevitabile: incisioni cutanee multiple che portano alla cicatrizzazione, alto tessuto traumatizzato quando vengono rimossi tronchi venosi, che spesso porta a sanguinamento prolungato, deformazione del tessuto. Anestesia o anestesia spinale è anche una componente inevitabile di questo trattamento. Tutto quanto sopra, di regola, porta al posticipo del trattamento chirurgico e alla progressione della malattia. Vale la pena aggiungere che l'epitelizzazione di un'ulcera (anche temporanea) è molto difficile, e spesso impossibile, da ottenere senza un trattamento radicale delle vene varicose.

Ulcera trofica curativa

Fortunatamente, la scienza non sta ferma. Flebologia non è molto indietro rispetto alle nuove tendenze. Oltre alla maglieria a compressione di alta qualità, che ha sostituito quasi completamente le bende elastiche nel trattamento della CVI, sono comparsi metodi minimamente invasivi di trattamento radicale delle vene varicose. La coagulazione laser endovenosa e l'ablazione a radiofrequenza delle vene degli arti inferiori. Al momento, hanno dimostrato non solo la loro efficacia e sicurezza, ma anche il comfort per i pazienti. Quest'ultimo è dovuto al fatto che le procedure sono eseguite su base ambulatoriale, il paziente continua la sua vita abituale, l'attività lavorativa. Ma, forse, i principali vantaggi di questi metodi sono l'assenza di tagli e, di conseguenza, cicatrici e altre complicazioni associate alla traumaticità dell'operazione classica.

http://viterramed.ru/phlebo/metods/troficheskaya-yazva-sovremennoe-lechenie

Ulcere trofiche degli arti inferiori

Violazione dell'integrità della pelle della gamba (meno piede), dovuta a disturbi del microcircolo nell'insufficienza venosa cronica.

I pazienti più anziani possono essere combinati con insufficienza arteriosa cronica.

Vene varicose, trombosi venosa degli arti inferiori

Senza un trattamento tempestivo e adeguato, la dimensione dell'ulcera e la frequenza delle recidive sono in costante aumento, coinvolgendo vasi, nervi, tendini nel processo purulento-necrotico, che può essere complicato da sanguinamento, disfunzione e diffusione dell'infezione.

Come trattare le ulcere trofiche?

Al centro di esso è la correzione chirurgica del flusso di sangue venoso, che consiste nel rimuovere le vene malate.

I metodi di innesto libero della pelle sono indispensabili per le ulcere estese, la guarigione di sé è improbabile.

L'uso di un metodo altamente efficace di purificazione e preparazione di un'ulcera per plastica come mezzo batterico controllato (UAS, il metodo di disaccoppiamento del trattamento) in un trattamento conservativo complesso può ridurre significativamente i tempi di ospedalizzazione, che è particolarmente importante quando ci sono controindicazioni al trattamento chirurgico in pazienti con gravi malattie concomitanti

Come trattare le ulcere trofiche conoscono gli specialisti della nostra clinica. Il reparto di chirurgia purulenta è completamente attrezzato per il trattamento delle ulcere trofiche, i metodi collaudati sono usati qui, i ricoveri sono condotti da candidati di scienze mediche, dottori onorati della Federazione Russa.

Anestesia generale o conduttiva (anestesia isolata degli arti).

A causa della prevalenza di lesioni, la durata della necessaria preparazione preoperatoria, il volume dell'operazione e la dinamica del processo della ferita nel periodo postoperatorio (da 15 giorni).

La violazione dell'integrità della pelle delle gambe e dei piedi, dovuta a disturbi del microcircolo nell'insufficienza arteriosa cronica.

Forse una combinazione con insufficienza venosa cronica.

Malattia vascolare aterosclerotica degli arti inferiori (il più delle volte avviene nei fumatori), angiopatia diabetica, trombosi acuta, embolia nei pazienti con fibrillazione atriale, malattie del sangue

L'aumento di ischemia (malnutrizione dei tessuti dovuta a una diminuzione del flusso sanguigno arterioso) porta ad una diminuzione della distanza da dolore indolore fino a dolore severo a riposo, progressione delle lesioni purulento-necrotiche dell'arto, che può portare all'amputazione

Come trattare le ulcere trofiche arteriose? Condurre la terapia angiotropica complessa, il trattamento fisioterapico (ossigenazione iperbarica), il laser e l'irradiazione del sangue ultravioletto (LOK, VLOK) consente nella maggior parte dei casi di migliorare significativamente la microcircolazione dell'arto interessato, la dinamica del processo della ferita e ridurre la durata del ricovero.

Il trattamento chirurgico delle ulcere trofiche consiste nella riabilitazione di una lesione necrotica purulenta, la rimozione di tessuti non vitali.

La correzione chirurgica del flusso sanguigno arterioso viene eseguita in reparti specializzati di chirurgia vascolare.

Anestesia generale o conduttiva (anestesia isolata degli arti).

A causa della prevalenza di lesioni, la durata della necessaria preparazione preoperatoria, il volume dell'operazione e la dinamica del processo della ferita nel periodo postoperatorio (da 15 giorni).

Malattia infiammatoria cronica di natura autoimmune delle arterie di piccolo e medio calibro, vene con predominante coinvolgimento dei vasi distali degli arti superiori e inferiori, raramente - arterie del cervello e degli organi interni.

La sconfitta dei vasi da parte dei propri immunocomplessi si verifica sullo sfondo di una predisposizione ereditaria, che si realizza sotto stress, ipotermia e soprattutto fumo.

La manifestazione più frequente della malattia è la cancrena delle dita dei piedi, meno spesso - delle mani.

Terapia per infusione finalizzata a migliorare la microcircolazione, selezione della terapia da parte di un reumatologo.

Il trattamento chirurgico consiste nel sanare un fuoco purulento-necrotico, la rimozione di tessuti non vitali.

Anestesia generale o conduttiva (anestesia isolata degli arti).

A causa della prevalenza di lesioni, la durata della necessaria preparazione preoperatoria, il volume dell'operazione e la dinamica del processo della ferita nel periodo postoperatorio (da 20 giorni).

http://www.semashko.com/troficheskie-yazvy-nizhnikh-konechnostei

Altri Articoli Su Vene Varicose

Emorroidi - un processo patologico che colpisce il corpo cavernoso attorno al retto. La malattia si sviluppa a causa dell'eccesso di flusso sanguigno e del ristagno nei vasi pelvici.