Ipertensione polmonare 1, 2 gradi - trattamento, sintomi e prognosi

I problemi cardiaci si verificano per vari motivi. L'aumento della pressione nell'arteria polmonare è uno di questi. Questa violazione di 1, 2 gradi di sviluppo non ha quasi sintomi e segni, ma richiede un trattamento obbligatorio - solo in questo caso ci sarà una prognosi positiva della vita per una persona.

Cos'è?

Contrariamente al nome, la malattia "ipertensione polmonare" risiede nei problemi non con i polmoni, ma con il cuore, quando si alza la pressione arteriosa dell'arteria polmonare e dei vasi che ne derivano. Molto spesso, la patologia è provocata da altri problemi cardiaci, in rari casi è considerata la patologia primaria.

Per questa parte del sistema circolatorio, la pressione normale è fino a 25/8 millimetri di mercurio (sistolica / diastolica). L'ipertensione si dice quando i valori salgono sopra 30/15.

Analizzando le statistiche mediche, possiamo dire che l'ipertensione polmonare raramente accade, ma anche il suo 1 grado è molto pericoloso, che deve essere trattato, altrimenti la previsione di vita è sfavorevole e un brusco salto di pressione può provocare la morte del paziente.

Foto 1. Arteria polmonare in condizioni normali e ipertensione

Le cause della malattia sono la riduzione del diametro interno dei vasi sanguigni dei polmoni, poiché l'endotelio, che è uno strato vascolare interno, sta crescendo eccessivamente in essi. A causa del flusso sanguigno alterato, la fornitura di parti remote del tronco e degli arti con il sangue si sta deteriorando, il che ha alcuni sintomi e segni, di cui parleremo in seguito.

Il muscolo cardiaco, ricevendo i segnali appropriati, compensa queste carenze, iniziando a lavorare e contrarsi più intensamente. Con l'esistenza di un tale problema patologico, c'è un ispessimento dello strato muscolare nel ventricolo destro, che porta a uno squilibrio nel lavoro di tutto il cuore. Un fenomeno simile ha perfino ricevuto un nome separato: il cuore polmonare.

L'ipertensione polmonare può essere rilevata usando un elettrocardiogramma, ma per un primo grado, i cambiamenti saranno minori e possono essere persi, quindi per una diagnosi accurata e un trattamento tempestivo, le persone devono sapere cos'è l'ipertensione polmonare, i suoi segni e sintomi. Solo in questo caso la malattia può essere tempestivamente identificata e trattata, pur mantenendo una buona prognosi di vita.

Codice ICD-10

Ipertensione polmonare secondo la classificazione internazionale delle malattie ICD-10 appartiene alla classe - I27.

motivi

La causa esatta della malattia fino ad oggi non è stata trovata. La crescita anormale dell'endotelio è spesso associata a squilibri interni del corpo, a causa di un'alimentazione scorretta e della fornitura di elementi come il potassio e il sodio. Queste sostanze chimiche sono responsabili per il restringimento e l'espansione dei vasi sanguigni, con la loro carenza di spasmo vascolare può verificarsi.

Un'altra causa comune di ipertensione polmonare è un fattore ereditario. La presenza di patologia in uno qualsiasi dei parenti di sangue dovrebbe essere la ragione per un esame ristretto e, se necessario, per il trattamento in una fase precoce, quando i sintomi non sono ancora manifestati.

Spesso, anomalie compaiono in altre malattie del cuore - cardiopatia congenita, malattia polmonare ostruttiva e altri. In questi casi, l'ipertensione polmonare viene diagnosticata come complicanza ed è necessario agire principalmente sulla sua causa principale.

La causa provata è il consumo di specifici amminoacidi che influenzano la crescita dell'endotelio. Alcuni decenni fa, è stato osservato che il consumo di olio di colza, in cui sono presenti questi aminoacidi, ha portato ad un aumento dei casi di malattia. Di conseguenza, sono stati condotti studi che hanno confermato che vi è un'alta concentrazione di triptofano nella colza, che provoca un'ipertensione polmonare moderata e aumenta il rischio di gravi conseguenze.

In alcuni casi, i motivi sono nell'uso di contraccettivi ormonali, farmaci per una forte diminuzione del peso corporeo e altri mezzi che portano a una violazione della funzionalità interna del corpo umano.

Sintomi a seconda del grado

L'apprendimento dell'ipertensione polmonare in una fase iniziale è un grande successo, poiché nella maggior parte delle situazioni non ci sono sintomi evidenti. Tuttavia, se osservi da vicino e ascolta te stesso, puoi trovare alcuni segni di ipertensione moderata.

I sintomi principali sono capacità fisiche ridotte, quando una persona sente costantemente una debolezza generale, per la quale non ci sono ragioni ovvie. Spesso, durante l'esame, si trova il disturbo delle diverse fasi. Consideriamo quali sono i livelli di ipertensione polmonare, quali sono i loro sintomi, quali minacce e quale trattamento richiedono.

  1. Il primo grado (I) è espresso da un impulso rapido, la presenza di sforzo fisico è percepita in modo relativamente semplice, non si osservano altri sintomi, il che complica la diagnosi.
  2. Nel secondo grado (II), il paziente già si sente chiaramente affaticato, soffre di mancanza di respiro, vertigini e dolore al petto.
  3. In un paziente con un terzo grado (III), uno stato confortevole si verifica solo durante l'inattività, qualsiasi sforzo fisico provoca una esacerbazione dei sintomi di dispnea, affaticamento, ecc.
  4. Il quarto grado (IV) è considerato il più grave. L'ipertensione polmonare di questo stadio è accompagnata da stanchezza cronica, osservata anche dopo un risveglio notturno, tutti i segni sono presenti anche a riposo, il sangue può essere espettorato, sviene e le vene cervicali si gonfiano. A qualsiasi carico, tutti i sintomi drammaticamente esacerbati, accompagnati da cianosi della pelle e probabile edema polmonare. Una persona, infatti, si trasforma in una persona disabile a cui viene persino data la cura di base di se stesso con difficoltà.

L'ipertensione polmonare di 1 grado differisce solo nel battito cardiaco accelerato, un medico esperto è in grado di rilevarlo sull'ECG e inviare un ulteriore esame dei vasi polmonari. L'ipertensione polmonare di grado 2 è caratterizzata da sintomi più pronunciati, che non possono essere ignorati ed è importante non posticipare la visita a un cardiologo o terapeuta.

È molto importante rilevare le violazioni il prima possibile. È difficile farlo, ma, in definitiva, la prognosi della vita dipende da questo, e per quanto tempo il paziente vivrà.

diagnostica

Il processo di diagnosi non è meno importante, dal momento che è molto facile perdere la malattia "con gli occhi" in una fase iniziale di sviluppo. Prima di tutto, l'ipertensione polmonare è evidente sull'ECG. Questa procedura serve come punto di partenza per l'individuazione e il trattamento di questa malattia.

Il cardiogramma noterà il funzionamento anormale del miocardio cardiaco, che è la prima reazione del cuore a problemi di natura polmonare. Se consideriamo il processo di diagnosi in generale, consiste nei seguenti passaggi:

  • ECG, su cui c'è un sovraccarico nel ventricolo destro;
  • Raggi X che mostrano campi polmonari alla periferia, l'esistenza di uno spostamento del bordo del cuore dalla norma nella giusta direzione;
  • Esecuzione di test respiratori quando viene controllato ciò che costituisce l'anidride carbonica esalata;
  • Procedura di ecocardiografia Questo ultrasuono del cuore e dei vasi sanguigni, permettendo di misurare la pressione nell'arteria polmonare.
  • Scintigrafia, che consente un esame dettagliato delle navi necessarie utilizzando isotopi radioattivi;
  • Se necessario, la chiarificazione dei raggi X prescrisse una TC o una risonanza magnetica più accurata;
  • La fattibilità del trattamento futuro viene valutata utilizzando la cateterizzazione. Questo metodo riceve informazioni sulla pressione del sangue nelle cavità desiderate.

Trattamento dell'ipertensione polmonare

Il rilevamento della patologia è un compito difficile, ma non è più facile trattare l'ipertensione. L'efficacia del trattamento è in gran parte determinata dallo stadio di sviluppo, nelle prime fasi ci sono metodi di terapia conservativa con farmaci, con sviluppo serio, quando la prognosi è scarsa, c'è una minaccia alla vita ed è impossibile recuperare con i farmaci, prescrivono un'operazione chirurgica.

Il cardiologo si occupa del trattamento. Quando i sintomi vengono rilevati e confermati per primi, è necessario ridurre la probabilità di gravi conseguenze che accompagnano l'ipertensione polmonare. Per questo è necessario:

  1. In presenza di una gravidanza, rifiutare un'ulteriore gestazione, poiché il cuore della madre durante tale periodo è soggetto a gravi sovraccarichi, che minaccia di uccidere sia la madre che il bambino.
  2. Mangiare in modo limitato, non passare, seguire una dieta con una diminuzione dell'apporto di grassi e salati. È anche necessario bere poco, fino a un litro e mezzo di liquidi al giorno.
  3. Non essere zelante con lo sforzo fisico, scaricando il sistema cardiovascolare già sovraccarico.
  4. Fornire i vaccini necessari che proteggono dalle malattie, che sono in via indiretta esacerbare la malattia.
Dal punto di vista psicologico, il paziente ha anche bisogno di ulteriore aiuto, poiché spesso il trattamento e la vita successiva devono essere completamente cambiati per evitare situazioni rischiose. Se questa malattia è una complicazione secondaria di un'altra patologia, allora la terapia richiede prima di tutto il disturbo principale.

Il trattamento molto conservativo dell'ipertensione polmonare a volte dura per diversi anni, quando è necessario assumere regolarmente una serie di farmaci prescritti che sopprimono la progressione della proliferazione endoteliale. Durante questo periodo, il paziente deve prendere:

  • Antagonisti che sopprimono il processo di divisione cellulare patologica.
  • Farmaci che non consentono la formazione di un coagulo di sangue nei vasi e riducono il loro spasmo.
  • Utilizzare l'ossigenoterapia, che mira a saturare il sangue con l'ossigeno. Nell'ipertensione polmonare moderata, la procedura non è necessaria e, nel caso di un grado grave, è sempre necessaria.
  • Mezzi per assottigliare il sangue e accelerarne il flusso.
  • Farmaci con effetto diuretico.
  • Gli glicosidi sono assegnati per normalizzare il ritmo del battito cardiaco.
  • Se necessario, vengono prese le medicine per espandere il lume arterioso, che abbassa gli indicatori della pressione sanguigna.
  • Il trattamento con ossido nitrico viene effettuato con bassa efficienza di altri metodi. Di conseguenza, l'indice di pressione nell'intero sistema vascolare diminuisce.

chirurgia

La chirurgia viene utilizzata in condizioni in cui l'ipertensione polmonare provoca, ad esempio, cardiopatia cianotica, che non è soggetta al trattamento con altri mezzi.

Come terapia chirurgica, viene effettuata la septostomia atriale con palloncino, quando il setto tra gli atri viene tagliato ed espanso con un palloncino speciale. A causa di ciò, la fornitura di sangue ossigenato va all'atrio destro, che riduce i sintomi e la gravità dell'ipertensione polmonare.

Nel corso più grave potrebbe essere necessario trapiantare i polmoni o il cuore. Un'operazione del genere è molto complicata, ha molte limitazioni e ci sono grandi difficoltà nel reperire gli organi dei donatori, specialmente in Russia, tuttavia la medicina moderna è in grado di effettuare tali manipolazioni.

prevenzione

Le misure profilattiche per prevenire l'ipertensione polmonare sono molto importanti. Questo è particolarmente vero per le persone in gruppi a rischio - in presenza di una malattia cardiaca, se ci sono parenti con la stessa malattia, dopo 40-50 anni. La prevenzione consiste nel mantenere uno stile di vita sano, in particolare, è importante:

  1. Smetti di fumare perché il fumo del tabacco viene assorbito dai polmoni ed entra nel flusso sanguigno.
  2. Quando una professione dannosa, ad esempio, i minatori, i costruttori, devono costantemente respirare aria sporca, saturata di microparticelle. Pertanto, è necessario rispettare tutte le norme sulla protezione del lavoro per questo tipo di attività.
  3. Rafforzare il sistema immunitario.
  4. Prevenire il sovraccarico psicologico e fisico, compromettendo la salute del sistema cardiovascolare.

Quante persone convivono con una tale malattia è impossibile dirlo con certezza. Con un grado moderato e il rispetto di tutte le raccomandazioni del cardiologo, l'ipertensione polmonare ha una prognosi positiva.

Autore: redattore del sito, data 28 marzo 2018

http://103med.ru/stati/kardiologiya/legochnaya-gipertenziya

Ipertensione polmonare: cause, sintomi, trattamento e prognosi

Cos'è l'ipertensione polmonare

Ipertensione polmonare (LH) è un gruppo di malattie che è caratterizzato da una condizione patologica del sistema respiratorio del corpo causata da un aumento della pressione nell'arteria polmonare. La malattia ha una eziologia complessa e patogenesi, che rende difficile la diagnosi e il trattamento tempestivi.

L'arteria polmonare è il vaso più grande e più importante della circolazione polmonare, garantendo il trasporto del sangue venoso ai polmoni. Il corretto funzionamento del sistema respiratorio dipende dalle sue condizioni.

Normalmente, la pressione media dell'arteria polmonare non deve essere superiore a 25 mm Hg. Art. Sotto l'influenza di vari fattori (attività fisica, età, assunzione di determinati farmaci), questi valori possono variare leggermente verso l'alto o verso il basso. Questo aumento o diminuzione fisiologica non rappresenta una minaccia per la salute. Ma se la pressione media supera i 25 mm Hg. pilastro da solo, è un segno di ipertensione polmonare.

La malattia colpisce principalmente le donne. L'ipertensione polmonare viene diagnosticata anche nei bambini, ciò è dovuto alla presenza di difetti cardiaci.

La malattia è rara. La sua forma idiopatica è registrata 5 - 6 casi per 1 milione di abitanti.

Codice ICD-10

Ipertensione polmonare è in ICD-10 nel gruppo con codice I27, sotto il quale sono contrassegnate forme di cardiopatia polmonare, non elencate nelle altre classi.

L'ipertensione polmonare primitiva è criptata I27.0 ed è caratterizzata dall'insorgenza della malattia senza una chiara eziologia.

Le varie forme di ipertensione polmonare secondaria che si verificano in conseguenza di altre malattie sono indicate dal codice I27.2.

Classificazione della patologia

Nella pratica medica si distinguono i seguenti tipi di ipertensione polmonare:

  • Ipertensione polmonare primitiva. È raro ed è causato da un fattore ereditario associato a mutazioni a livello genico. Forma idiopatica allocata separatamente dell'ipertensione polmonare primaria, le cui cause non possono essere determinate.
  • Ipertensione polmonare secondaria. Questa forma della malattia si sviluppa sullo sfondo di una diversa patologia o sotto l'influenza di cause esterne negative. Spesso la malattia si sviluppa a causa di difetti cardiaci congeniti, malattie del tessuto connettivo, infettive (HIV), parassitosi (schistosomiasi) e patologie sistemiche (ad esempio, nell'anemia emolitica). Inoltre, l'ipertensione polmonare può svilupparsi durante l'assunzione di farmaci (antibiotici). Esistono prove che collegano l'insorgere di patologie a contatto con composti chimici aggressivi, in particolare l'amianto.
  • Ipertensione polmonare tromboembolica. La causa della sua comparsa è un trombo, che ostruisce il lume dell'arteria polmonare durante il suo movimento attraverso il flusso sanguigno. Questa forma della malattia ha un decorso rapido con lo sviluppo di insufficienza respiratoria acuta e collasso ortostatico.
  • Ipertensione polmonare mista L'emergere di questa forma della malattia è associata a una storia di altre malattie (insufficienza renale, patologia del cancro, vasculite, ecc.). La relazione causale tra loro e il livello di pressione nell'arteria polmonare non è completamente definita.

Cause e fattori di rischio

Le cause dello sviluppo dell'ipertensione polmonare primaria non sono note con certezza. C'è una teoria che la sua presenza può essere correlata con processi genetici e autoimmuni.

Sono stati segnalati casi in cui l'ipertensione polmonare si è verificata in membri della stessa famiglia con difetti cardiaci lungo la linea discendente, indicando un ruolo significativo del fattore ereditario.

La patogenesi della malattia è dovuta al progressivo restringimento del lume nel letto dell'arteria polmonare, così come ai vasi polmonari e alla circolazione polmonare in generale. Questo non è connesso con i cambiamenti aterosclerotici, che è tipico per i pazienti affetti da ipertensione arteriosa, ma con ispessimento patologico delle pareti delle vene e dei capillari, che porta ad una perdita della loro elasticità.

La conseguenza di questi processi è un aumento della pressione arteriosa nell'arteria polmonare e nella griglia vascolare dei polmoni. A causa di questa patologia, si osservano i fenomeni di ipossia generale e insufficienza della nutrizione tissutale.

Nei casi gravi di ipertensione polmonare, sono possibili processi infiammatori che interessano il rivestimento interno dei vasi, l'endotelio. Questo fattore aumenta il rischio di trombosi polmonare e altre complicanze.

Fattori di rischio per l'ipertensione polmonare:

  • genere femminile;
  • età da 20 a 40 anni;
  • malattie infettive (HIV, epatite);
  • ipertensione portale;
  • farmaci (contraccettivi orali, antidepressivi);
  • malattie cardiache;
  • condizioni associate all'ipertensione arteriosa.

Esistono studi separati che dimostrano un alto rischio di sviluppare ipertensione polmonare con frequente consumo di olio di colza, ma la relazione causale tra questi non è completamente compresa.

Sintomi di patologia, classi di malattia

L'ipertensione arteriosa polmonare, ad eccezione della sua forma tromboembolica, ha uno sviluppo lento. I sintomi clinici aumentano gradualmente e debolmente si manifestano. Forse la loro completa assenza.

Il sintomo principale dell'ipertensione polmonare è la mancanza di respiro, che è inizialmente presente solo durante l'aumento dello sforzo fisico, ma mentre il processo patologico progredisce, inizia a verificarsi a riposo. Negli ultimi stadi della malattia, la gravità della dispnea è così forte che il paziente non è in grado di svolgere da solo attività domestiche di base.

Una differenza caratteristica nella dispnea nell'ipertensione polmonare da un sintomo simile nello scompenso cardiaco associato alla formazione di difetti cardiaci è che non scompare quando la posizione del corpo del paziente cambia.

Oltre alla mancanza di respiro, i sintomi caratteristici della malattia sono:

  • tosse secca;
  • ingrossamento del fegato e del suo dolore;
  • gonfiore degli arti inferiori;
  • dolori al petto;
  • aumento della fatica e debolezza costante;
  • raucedine (non tutti i pazienti).

L'ipertensione polmonare è una malattia caratterizzata da un graduale aumento dei sintomi patologici che distruggono il cuore. A seconda della sua gravità, è consuetudine distinguere 4 classi (fasi) della malattia.

  1. Io classe. Ipertensione di grado 1 - la forma iniziale della malattia. Il paziente non avverte cambiamenti patologici. L'attività fisica viene trasferita facilmente, l'attività fisica non ne risente.
  2. II classe. Allo stadio 2, lo sforzo fisico viene trasferito come al solito, tuttavia, con la loro elevata intensità, il paziente nota la comparsa di una grave mancanza di respiro e di maggiore affaticamento. La gravità dei cambiamenti morfologici nei vasi sanguigni e negli organi interni è trascurabile.
  3. III classe. A 3 stadi, i soliti carichi fisici non sono ben tollerati. L'attività moderata è accompagnata dalla maggior parte dei sintomi sopra elencati. Su ECG, si nota l'ipertrofia ventricolare destra.
  4. IV classe. La manifestazione dei sintomi caratteristici osservati in assenza di stress. Si nota l'impossibilità di svolgere compiti quotidiani. Il paziente ha bisogno di cure costanti. Allo stadio 4, unisciti ai sintomi dell'insufficienza cardiaca.

Complicazioni di ipertensione polmonare

L'ipertensione polmonare associata ad un aumento della pressione nell'arteria polmonare è accompagnata da gravi complicanze del sistema cardiovascolare. Nel processo di sviluppo di processi patologici associati all'ipertensione arteriosa polmonare, si verifica l'ipertrofia del ventricolo destro del muscolo cardiaco. Ciò è dovuto all'aumento del carico su questa camera, a causa della quale la sua capacità contrattile si deteriora, portando allo sviluppo di insufficienza cardiaca.

Ipertensione di grado 1 è caratterizzata dal fatto che i pazienti possono riscontrare irregolarità nel lavoro del cuore, espresso in tachicardia cardiaca e fibrillazione atriale.

Quando le pareti vascolari cambiano, si formano coaguli di sangue nelle vene - coaguli di sangue. Restringono il lume dei vasi sanguigni, il che porta ad un aumento della gravità dei sintomi. Un trombo distaccato può bloccare il flusso sanguigno, che porta all'embolia polmonare, che in assenza di cure mediche tempestive termina con la morte del paziente.

Con una storia di ipertensione arteriosa, l'ipertensione polmonare aumenta la frequenza e la gravità delle crisi che sono irte dello sviluppo di un infarto o ictus.

Una grave complicazione della malattia è la morte, che si verifica sia a causa di insufficienza respiratoria, sia a causa di anomalie nel lavoro del cuore.

diagnostica

La diagnosi di ipertensione polmonare inizia con una presa della storia. Chiarisce la natura e la durata dei sintomi, la presenza di malattie croniche, lo stile di vita dei pazienti e i fattori di rischio associati.

All'atto di controllo diretto le caratteristiche seguenti sono rivelate:

  • cianosi della pelle;
  • fegato ingrossato;
  • gonfiore delle vene del collo;
  • cambiamenti nel cuore e nei polmoni quando li ascolti con un fonendoscopio.

Il ruolo principale nella diagnosi di ipertensione polmonare appartiene ai metodi strumentali.

Cateterismo dell'arteria polmonare. Attraverso questo metodo, viene misurata la pressione dell'arteria polmonare. L'essenza dello studio risiede nel fatto che dopo la puntura di una vena, un catetere viene inserito nel suo lume, a cui è collegato un dispositivo per misurare la pressione sanguigna. Il metodo è informativo nell'identificare qualsiasi forma di disturbi emodinamici. Ed è incluso nello standard di ricerca per sospetta ipertensione polmonare. La cateterizzazione non viene mostrata a tutti i pazienti, in presenza di insufficienza cardiaca o tachiaritmia, la possibilità della sua attuazione viene valutata dopo aver consultato un cardiologo.

ECG. Con l'aiuto di elettrocardiografia ha rivelato patologia associata a ridotta attività elettrica del cuore. Inoltre, questo metodo consente di valutare la struttura morfologica del miocardio. I segni indiretti di ipertensione polmonare su ECG sono dilatazioni del ventricolo destro del cuore e spostamento EOS a destra.

Ultrasuoni del cuore. L'ecografia consente di valutare la struttura del muscolo cardiaco, le dimensioni e la struttura delle sue camere, lo stato delle valvole e le coronarie. I cambiamenti associati all'ispessimento delle pareti degli atri e del ventricolo destro indicano indirettamente l'ipertensione polmonare.

Spirometria. Tale test consente di valutare le seguenti caratteristiche funzionali del sistema broncopolmonare:

  • capacità polmonare;
  • capacità polmonare totale;
  • volume espiratorio;
  • vie respiratorie;
  • tasso di esalazione;
  • frequenza respiratoria.

Le deviazioni degli indicatori di cui sopra dalla norma indicano patologie della funzione respiratoria.

Angiografia. La tecnica consiste nell'introduzione di un mezzo di contrasto nei vasi dei polmoni per condurre uno studio a raggi X per identificare patologie della struttura morfologica dell'arteria polmonare. L'angiopulmonografia viene eseguita quando altri metodi diagnostici non sono in grado di determinare con certezza la presenza di cambiamenti. Questo è associato ad un alto rischio di complicanze durante la procedura.

Tomografia computerizzata (CT). Con l'aiuto di CT, è possibile ottenere la visualizzazione dell'immagine degli organi del torace in varie proiezioni. Ciò consente di valutare la struttura morfologica del cuore, dei polmoni e dei vasi sanguigni.

I metodi diagnostici di cui sopra sono i più istruttivi, tuttavia, la presenza di ipertensione polmonare primaria può essere determinata solo sulla base di una serie di risultati della ricerca ottenuti.

Il grado della malattia è determinato utilizzando un test di sei minuti. Di conseguenza, viene stimata la tolleranza del corpo allo stress fisico.

Metodi di trattamento per l'ipertensione polmonare

Il trattamento dei pazienti con ipertensione arteriosa polmonare è quello di eliminare i sintomi e sospendere lo sviluppo di processi patologici. Per questi scopi, vengono utilizzati vari metodi di terapia.

Raccomandazioni generali

La presenza di ipertensione polmonare comporta la correzione dello stile di vita dei pazienti. Queste misure includono:

  • eseguire la terapia fisica di esercizio quotidiano, contribuendo al miglioramento del tono vascolare, ma non richiedendo un aumento dell'attività respiratoria;
  • evitare uno sforzo fisico eccessivo;
  • prevenzione delle malattie infettive e infiammatorie dell'apparato respiratorio (bronchite, polmonite) e se si verificano, trattamento tempestivo;
  • prevenzione dell'anemia, che consiste nel prendere farmaci speciali (Sorbifer);
  • rifiuto dei metodi contraccettivi ormonali;
  • smettere di fumare e l'uso eccessivo di bevande alcoliche.

Terapia farmacologica

  • Farmaci vasodilatatori (ad esempio: Nifedipina, Cardilopina). Ampiamente usato nel trattamento del PH. Riducono il tono delle pareti vascolari, contribuendo al loro rilassamento e riducono la pressione generale nelle vene e nelle arterie. Di conseguenza, il diametro dei vasi aumenta e il flusso sanguigno migliora.
  • Prostaglandine (ad esempio: Treprostinil). Farmaci che promuovono la rimozione dello spasmo vascolare. La ricezione di prostaglandine è la prevenzione dei coaguli di sangue. Efficace con tutti i tipi di PH.
  • Glicosidi cardiaci (Digossina, Strofantina, Korglikon). Quando vengono presi, il vasospasmo diminuisce, il flusso di sangue aumenta all'aumento del muscolo cardiaco, la tolleranza del sistema vascolare aumenta a causa di fattori avversi esterni. Quando l'ipertensione polmonare è utilizzata nella prevenzione e nel trattamento delle malattie cardiache.
  • Anticoagulanti (Aspirina, Eliquis). Impediscono lo sviluppo di trombosi e sciolgono i coaguli di sangue esistenti.
  • Diuretici (Furosemide). I farmaci diuretici forniscono un deflusso di liquido in eccesso dal corpo, che riduce il volume di sangue circolante. Questo riduce al minimo il carico sul sistema cardiovascolare e aiuta a ridurre la pressione nella circolazione grande e piccola.
  • Antagonisti dei recettori dell'endotelina (Bozentan, Traklir). Il processo patologico nei vasi in pazienti con ipertensione arteriosa polmonare è causato dalla crescita del rivestimento interno dei vasi - l'endotelio. I farmaci in questo gruppo rallentano significativamente lo sviluppo della malattia.

Inoltre applicare:

  • Ossigenoterapia Utilizzato principalmente in pazienti con insufficienza respiratoria e presenza di difetti cardiaci. Come risultato della procedura, il sangue è saturo di ossigeno, che assicura una normale nutrizione dei tessuti corporei.
  • Ossido nitrico L'inalazione di ossido nitrico ha un effetto positivo sui vasi sanguigni. Il flusso sanguigno migliora, la resistenza delle loro pareti diminuisce. La dispnea e il dolore sono eliminati e aumenta la tolleranza allo sforzo fisico.

dieta

Le regole di nutrizione nell'ipertensione polmonare suggeriscono una restrizione nella dieta di sale e grassi animali. Permesso di usare:

  • ortaggi;
  • frutta;
  • latticini;
  • cibo a base di carne povera di grassi (carne di manzo, pollame);
  • pesce magro;
  • noci, frutta secca.

Evitare l'uso frequente di caffè e tè forte.

È importante osservare il regime di assunzione di bevande per evitare l'edema. Il volume del liquido consumato dovrebbe essere di circa 2 litri di acqua al giorno.

Metodi di chirurgia

  • Trapianto di cuore o sistemi polmonari. Questa chirurgia ad alta tecnologia viene utilizzata quando i metodi di terapia standard sono esauriti. Il trapianto di cuore e polmone è un problema significativo a causa della carenza di donatori e di possibili problemi associati al loro rifiuto da parte del ricevente. I pazienti post-trapianto con questo vivono una media di circa dieci o quindici anni.
  • Trombendarterektomiya. Questo intervento chirurgico comporta la rimozione meccanica di un coagulo di sangue nella corrente principale dell'arteria polmonare. Tratta un tipo di chirurgia mini-invasiva.

Metodi della medicina tradizionale

È importante! I metodi di medicina tradizionale non possono esser considerati come un metodo autosufficiente di trattamento, il loro uso è possibile solo in combinazione con la terapia principale in consultazione con il dottore.

  • Infuso di frutti di cenere di montagna. Un cucchiaino di bacche di sorbo dovrebbe essere preparato con un bicchiere di acqua bollente e lasciato in infusione per un'ora. Lo strumento risultante viene filtrato e consumato in mezzo bicchiere 3 volte al giorno. La durata dell'ammissione è di un mese. Lo strumento aiuta ad eliminare la gravità dei sintomi della malattia (eliminazione della mancanza di respiro, dolore al petto).
  • Tintura di fiori di calendula. 50 grammi di infiorescenze essiccate devono essere versati con 150 grammi di alcol e infusi per una settimana in un luogo asciutto e freddo, senza accesso alla luce solare. Prendere il farmaco dovrebbe essere di 25 gocce tre volte al giorno per un mese.

prevenzione

I metodi per la profilassi specifica sono assenti.

Le misure preventive generali mirano ad eliminare i fattori di rischio e migliorare la salute del corpo:

  • trattamento tempestivo delle malattie infettive;
  • eliminazione degli effetti sul corpo di uno sforzo fisico pesante;
  • attività motoria moderata;
  • eliminazione di cattive abitudini (alcol, fumo);
  • farmaci per la prevenzione di coaguli di sangue;
  • trattamento dei difetti cardiaci.

Se l'ipertensione polmonare è già stata diagnosticata, la prevenzione è volta a ridurre la probabilità di possibili complicanze. In caso di ipertensione polmonare primaria, è necessario prendere tutte le medicine prescritte dal medico e attuare pienamente le sue raccomandazioni. Una moderata attività fisica contribuisce a mantenere uno stile di vita attivo.

Previsione per la vita

Per quanto tempo puoi vivere con questa malattia? La prognosi dipende dall'incuria dei processi patologici nei vasi. Quando si diagnostica LH in stadi avanzati, la sopravvivenza del paziente a cinque anni è bassa.

Inoltre, la prognosi dell'esito della malattia è influenzata dalla risposta dell'organismo al trattamento che viene eseguito. Se la pressione nell'arteria polmonare inizia a diminuire o rimane allo stesso livello, allora con la terapia di mantenimento il paziente può vivere fino a 10 anni. Con il suo aumento a 50 mm Hg. articolo e sopra, la malattia entra nella fase di scompenso, quando il normale funzionamento del corpo è impossibile anche in condizioni di adeguata terapia medica.

Il tasso di sopravvivenza a cinque anni in questa fase della malattia non supera il 10%.

L'ipertensione arteriosa polmonare è una malattia pericolosa con una prognosi molto grave per la vita. Nonostante sia abbastanza raro, essendo, nella maggior parte dei casi, una conseguenza di altre malattie, una cura completa è impossibile. I metodi di trattamento esistenti sono finalizzati all'eliminazione dei sintomi avversi e al rallentamento dello sviluppo dei processi patologici, non possono essere completamente eliminati.

Istruzione superiore (cardiologia). Cardiologo, medico di famiglia, medico di diagnostica funzionale. Sono esperto nella diagnosi e nel trattamento delle malattie dell'apparato respiratorio, del tratto gastrointestinale e del sistema cardiovascolare. Si è laureata all'Accademia (di persona), alle spalle di una grande esperienza lavorativa.

Specialità: cardiologo, terapista, medico di diagnostica funzionale.

http://tvojajbolit.ru/pulmonologiya/lyogochnaya-gipertenziya/

Ipertensione polmonare prognosi di 1 grado

Cuore polmonare cronico: cause, sintomi e trattamento

Per il trattamento dell'ipertensione, i nostri lettori usano con successo ReCardio. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Il termine "cuore polmonare cronico" unisce una serie di condizioni in cui per molti anni si verifica ipertensione arteriosa polmonare e forma di insufficienza del ventricolo destro. Questa condizione complica in modo significativo il decorso di molte patologie broncopolmonari e cardiache croniche e può portare il paziente a invalidità e morte.

Cause, classificazione e meccanismo di sviluppo

Il cuore polmonare cronico si forma nel caso di una bronchiectasia a lungo esistente e di altre malattie dell'apparato respiratorio.

A seconda delle ragioni che causano lo sviluppo del cuore polmonare, ci sono tre forme di questa condizione patologica:

  • broncopolmonare;
  • torakodiafragmalnaya;
  • Vascolare.

Cardiologi e pneumologi identificano tre gruppi di patologie e condizioni patologiche che possono portare allo sviluppo della cardiopatia polmonare cronica:

  • Gruppo I: lesioni dell'apparato broncopolmonare (bronchite cronica, pneumoconiosi, bronchiectasie, fibrosi polmonare nella tubercolosi polmonare, ipossemia di altitudine, sarcoidosi, asma bronchiale, dermatomiosite, lupus eritematoso sistemico, fibrosi cistica, microlitiasi alveolare, miosi biliare, breemirosi, breeiosi e breetitez.
  • Gruppo II: malattie accompagnate da alterazioni patologiche della mobilità del torace (cifoscoliosi, esaurimento, toracoplastica, sindrome di Pickwick, obesità, fibrosi pleurica, malattia di Bechterew, malattie neuromuscolari, ecc.);
  • Gruppo III: malattie che portano a lesioni secondarie dei vasi polmonari (embolia sullo sfondo di trombosi extrapolmonare, ipertensione polmonare, vasculite, aneurisma con compressione di vasi polmonari, schistosomiasi, trombosi polmonare, tumori mediastinici, periarterite nodosa).

Durante questa condizione patologica, ci sono tre fasi. Li elenchiamo:

  • preclinico: può essere rilevato solo dopo uno studio diagnostico strumentale, segni manifesti di ipertensione arteriosa transitoria e sintomi di sovraccarico ventricolare destro;
  • compensato: accompagnato da ipertrofia ventricolare destra e ipertensione polmonare persistente, il paziente è solitamente disturbato da sintomi della malattia di base, i segni di insufficienza cardiaca non sono osservati;
  • scompensato: il paziente presenta segni di insufficienza ventricolare destra.

Secondo le statistiche dell'OMS, la più frequente malattia cardiaca polmonare cronica è provocata da tali malattie:

  • malattie infettive croniche dell'albero bronchiale;
  • asma bronchiale (stadio II-III);
  • pneumoconiosi;
  • enfisema;
  • danno al tessuto polmonare da parte di parassiti;
  • malattia tromboembolica;
  • deformità toraciche.

Nell'80% dei casi, la cardiopatia polmonare è causata da ipertensione polmonare causata da malattie dell'apparato respiratorio. Nel caso della forma toracodiaframmatica e broncopolmonare di questa patologia, il lume dei vasi è ricoperto da tessuto connettivo e microtrombi, compressione delle arterie polmonari e vene nelle aree del tumore o processi infiammatori. Le forme vascolari del cuore polmonare sono accompagnate da un alterato flusso sanguigno, innescato dal blocco di vasi polmonari con emboli e infiltrazione infiammatoria o tumorale delle pareti vascolari.

Tali cambiamenti strutturali nelle arterie e nelle vene della circolazione polmonare portano ad un significativo sovraccarico del lato destro del cuore e sono accompagnati da un aumento delle dimensioni dello strato muscolare dei vasi e del miocardio del ventricolo destro. Nella fase di scompenso, i processi distrofici e necrotici nel miocardio cominciano ad apparire nel paziente.

sintomi

Uno dei primi sintomi di CPH è la mancanza di respiro durante lo sforzo e la posizione sdraiata.

Nella fase di compensazione, il cuore polmonare cronico è accompagnato da gravi sintomi della malattia di base e dai primi segni di iperfunzione e ipertrofia del cuore destro.

Nella fase di decompensazione del cuore polmonare, i seguenti disturbi appaiono nei pazienti:

  • mancanza di respiro, aggravata dallo sforzo, inspirando aria fredda e cercando di sdraiarsi;
  • cianosi;
  • dolori nella zona del cuore, che si verificano sullo sfondo di attività fisica e non vengono arrestati prendendo Nitroglicerina;
  • una forte diminuzione della tolleranza all'esercizio;
  • pesantezza alle gambe;
  • gonfiore alle gambe, peggio di sera;
  • gonfiore delle vene del collo.

Con la progressione del cuore polmonare cronico, il paziente sviluppa uno stadio di decompensazione e compaiono disturbi addominali:

  • forte dolore allo stomaco e giusto ipocondrio;
  • flatulenza;
  • nausea;
  • vomito;
  • formazione di asciti;
  • diminuzione della quantità di urina.

Durante l'ascolto, viene determinata la percussione e la palpazione del cuore:

  • toni di sordità;
  • ipertrofia ventricolare destra;
  • dilatazione del ventricolo destro;
  • grave increspatura a sinistra dello sterno e nella regione epigastrica;
  • accento II tono nella zona dell'arteria polmonare;
  • rumore diastolico dopo l'II tono;
  • tono patologico III;
  • tono IV ventricolare destro.

In caso di insufficienza respiratoria grave, il paziente può sperimentare vari disturbi cerebrali, che possono manifestarsi come aumento dell'eccitabilità nervosa (eccitazione psicoemotiva o persino aggressività o psicosi) o depressione, disturbi del sonno, letargia, vertigini e intenso mal di testa. In alcuni casi, queste violazioni possono provocare episodi di convulsioni e svenimenti.

Grave forma di cuore polmonare scompensato può fluire attraverso la variante del collasso:

  • tachicardia;
  • vertigini;
  • una forte diminuzione della pressione sanguigna;
  • sudore freddo

diagnostica

I pazienti con sospetto cuore polmonare cronico dovrebbero ricevere una consulenza da un pneumologo e un cardiologo e sottoporsi a questi tipi di diagnostica di laboratorio e strumentale:

  • esame del sangue clinico;
  • ECG;
  • Raggi X;
  • Cardiografia ECHO;
  • angiografia polmonare;
  • cateterizzazione del cuore destro;
  • spirography;
  • spirometria;
  • test per la capacità polmonare diffusa;
  • pneumotacigrafia, ecc.

trattamento

Gli obiettivi principali nel trattamento di pazienti con cuore polmonare cronico sono finalizzati all'eliminazione dell'insufficienza ventricolare destra e dell'ipertensione polmonare. C'è anche un'influenza attiva sulla malattia di base del sistema broncopolmonare, che ha portato allo sviluppo di questa patologia.

Per la correzione dell'ipossiemia arteriosa polmonare vengono utilizzati:

  • broncodilatatori (Berotek, Ventolin, Serevent, Teopek);
  • inalazione di ossigeno;
  • antibiotici.

Questi trattamenti aiutano a ridurre l'ipercapnia, l'acidosi, l'ipossiemia arteriosa e l'abbassamento della pressione sanguigna.

Per correggere la resistenza dei vasi polmonari e ridurre il carico sul cuore destro, applicare:

  • antagonisti del potassio (Diltiazem, Nifedipine, Lacipil, Lomir);
  • ACE inibitori (Captopril, Quinapril, Enalapril, Raimppril);
  • nitrati (Isosorbide dinitrato, Isosorbide-5-mononitrato, Monolong, Olikard);
  • bloccanti alfa1-adrenergici (Revocarine, Dalfaz, Fokusin, Zakson, Kornam).

L'uso di questi farmaci sullo sfondo della correzione dell'ipossiemia arteriosa polmonare viene effettuato sotto il costante controllo dello stato funzionale dei polmoni, degli indicatori della pressione arteriosa, del polso e della pressione nelle arterie polmonari.

Anche nel complesso trattamento del cuore polmonare cronico possono includere farmaci per la correzione dell'aggregazione piastrinica e dei disturbi emorragici:

  • eparine a basso peso molecolare (Fraxiparin, Axapain);
  • vasodilatatori periferici (Vazonit, Trental, Pentoxifylline-Acre).

Con il cuore polmonare cronico scompensato e l'insufficienza ventricolare destra, si può consigliare al paziente di assumere glicosidi cardiaci (Strofantina K, Digossina, Korglikon), diuretici a ciclo continuo e potassio (Torasemide, Lasix, Piretanide, Spironolattone, Aldactone, Amiloride).

La prognosi del successo del trattamento del cuore polmonare cronico nella maggior parte dei casi dipende dalla gravità della malattia di base. Quando si verifica la fase di scompenso, i pazienti sono tenuti a risolvere il problema dell'assegnazione di un gruppo di disabilità e di un impiego razionale. I pazienti con tromboembolia polmonare ricorrente e ipertensione polmonare primaria sono i più difficili da trattare: con il cuore polmonare scompensato, accompagnato dall'aumento dell'insufficienza ventricolare destra, la loro aspettativa di vita va dai 2,5 ai 5 anni.

Sindrome da ipertensione polmonare

L'aumento della pressione nel sistema capillare polmonare (ipertensione polmonare, ipertensione) è più spesso una malattia secondaria non direttamente associata a lesioni vascolari. Le condizioni primarie non sono ben comprese, ma il ruolo del meccanismo vasocostrittore, ispessimento delle pareti arteriose, fibrosi (consolidamento dei tessuti) è stato dimostrato.

In conformità con l'ICD-10 (Classificazione internazionale delle malattie), solo la forma primaria di patologia è codificata come I27.0. Tutti i segni secondari sono associati come complicazioni alla principale malattia cronica.

Alcune caratteristiche del rifornimento di sangue ai polmoni

I polmoni hanno un doppio apporto di sangue: un sistema di arteriole, capillari e venule è incluso nello scambio gassoso. E il tessuto stesso riceve cibo dalle arterie bronchiali.

L'arteria polmonare è divisa nel tronco destro e sinistro, poi in rami e vasi lobare di calibro grande, medio e piccolo. Le arteriole più piccole (parte della rete capillare) hanno un diametro di 6-7 volte maggiore rispetto alla circolazione maggiore. I loro potenti muscoli sono in grado di restringere, chiudere completamente o espandere il letto arterioso.

Quando il restringimento aumenta la resistenza al flusso sanguigno e aumenta la pressione interna nei vasi, l'espansione riduce la pressione, riduce la forza di resistenza. L'insorgenza di ipertensione polmonare dipende da questo meccanismo. La rete totale di capillari polmonari copre un'area di 140 m2.

Le vene del circolo polmonare sono più larghe e più corte rispetto alla circolazione periferica. Ma hanno anche un forte strato muscolare, possono influenzare il pompaggio del sangue verso l'atrio sinistro.

Come viene regolata la pressione polmonare?

La quantità di pressione sanguigna nei vasi polmonari è regolata da:

  • recettori pressori nella parete vascolare;
  • rami del nervo vago;
  • nervo simpatico.

Le vaste zone recettoriali si trovano nelle arterie grandi e medie, nei siti ramificati, nelle vene. Lo spasmo delle arterie porta a compromissione della saturazione del sangue con l'ossigeno. E l'ipossia tissutale promuove il rilascio nel sangue di sostanze che aumentano il tono e causano l'ipertensione polmonare.

L'irritazione delle fibre del nervo vago aumenta il flusso sanguigno attraverso il tessuto polmonare. Il nervo simpatico, al contrario, provoca un'azione vasocostrittrice. In condizioni normali, la loro interazione è bilanciata.

Gli indicatori di pressione dell'arteria polmonare sono considerati normali:

  • sistolica (livello superiore) - da 23 a 26 mm Hg;
  • diastolica - da 7 a 9.

L'ipertensione arteriosa polmonare, secondo gli esperti internazionali, inizia al livello più alto - 30 mm Hg. Art.

Fattori che causano ipertensione nella piccola cerchia

I principali fattori di patologia, secondo la classificazione di V. Parin, sono divisi in 2 sottospecie. I fattori funzionali includono:

  • restringimento delle arteriole in risposta a basso contenuto di ossigeno e alta concentrazione di anidride carbonica nell'aria inalata;
  • la crescita del volume minuto del sangue che passa;
  • aumento della pressione bronchiale intra;
  • aumento della viscosità del sangue;
  • insufficienza ventricolare sinistra.

I fattori anatomici includono:

  • completa obliterazione (sovrapposizione del lume) di vasi con trombo o embolo;
  • deflusso alterato dalle vene zonali dovuto alla loro compressione durante aneurisma, tumore, stenosi mitralica;
  • cambiamento nella circolazione sanguigna dopo la rimozione chirurgica del polmone.

Che cosa causa l'ipertensione polmonare secondaria?

Ipertensione polmonare secondaria si verifica a causa di malattie polmonari e cardiache croniche note. Questi includono:

  • malattie infiammatorie croniche dei bronchi e del tessuto polmonare (pneumosclerosi, enfisema, tubercolosi, sarcoidosi);
  • patologia toracogenica in violazione della struttura del torace e della colonna vertebrale (malattia di Bechterew, effetti della toracoplastica, cifoscoliosi, sindrome di Pickwick nelle persone obese);
  • stenosi mitralica;
  • difetti cardiaci congeniti (ad esempio, fessura del canale canalare, "finestra" nel setto interatriale e interventricolare);
  • tumori cardiaci e polmonari;
  • malattie che coinvolgono il tromboembolismo;
  • vasculite nella zona dell'arteria polmonare.

Che cosa causa l'ipertensione primaria?

L'ipertensione polmonare primitiva è anche definita idiopatica, isolata. La prevalenza della patologia - 2 persone per 1 milione di abitanti. Le ragioni finali rimangono poco chiare.

È stabilito che le donne costituiscono il 60% dei pazienti. La patologia si trova sia nell'infanzia che nella vecchiaia, ma l'età media dei pazienti identificati è di 35 anni.

Nello sviluppo della patologia, 4 fattori contano:

  • processo aterosclerotico primario nell'arteria polmonare;
  • inferiorità congenita del muro di piccole navi;
  • aumento del tono del nervo simpatico;
  • vasculite polmonare.

È stato stabilito il ruolo del gene della proteina ossea mutante, delle angioproteine, del loro effetto sulla sintesi della serotonina, dell'aumento della coagulazione del sangue dovuto al blocco dei fattori anti-coagulazione.

Un ruolo speciale è dato all'infezione con il virus dell'herpes simplex dell'ottavo tipo, che causa cambiamenti metabolici che portano alla distruzione delle pareti delle arterie.

Il risultato è ipertrofia, quindi espansione della cavità, perdita del tono del ventricolo destro e sviluppo del fallimento.

Per il trattamento dell'ipertensione, i nostri lettori usano con successo ReCardio. Vedendo la popolarità di questo strumento, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Altre cause e fattori di ipertensione

Ci sono molte cause e lesioni che possono causare ipertensione nel circolo polmonare. Alcuni di loro devono essere evidenziati.

Tra le malattie acute:

  • sindrome da distress respiratorio negli adulti e nei neonati (danno tossico o autoimmune alle membrane dei lobi respiratori del tessuto polmonare, causando una carenza di sostanza tensioattiva sulla sua superficie);
  • grave infiammazione diffusa (polmonite) associata allo sviluppo di una massiccia reazione allergica agli odori inalati di vernice, profumo, fiori.

In questo caso, l'ipertensione polmonare può essere causata da cibo, droghe e rimedi tradizionali.

Ipertensione polmonare nei neonati può essere causata da:

  • circolazione fetale persistente;
  • aspirazione del meconio;
  • ernia diaframmatica;
  • ipossia generale.

Nei bambini, l'ipertensione è aumentata dall'aumento delle tonsille palatine.

Classificazione secondo la natura del flusso

È conveniente per i medici dividere l'ipertensione nei vasi polmonari in termini di tempo di sviluppo in forme acute e croniche. Tale classificazione aiuta a "combinare" le cause più comuni e il decorso clinico.

Ipertensione acuta si verifica a causa di:

  • trombembolia dell'arteria polmonare;
  • stato asmatico pronunciato;
  • sindrome da distress respiratorio;
  • insufficienza ventricolare sinistra improvvisa (a causa di infarto miocardico, crisi ipertensiva).

Ipertensione polmonare cronica porta a:

  • aumento del flusso sanguigno polmonare;
  • la crescita della resistenza nei piccoli vasi;
  • aumento della pressione nell'atrio sinistro.

Un meccanismo di sviluppo simile è caratteristico per:

  • difetti del setto interventricolare e interatriale;
  • aperto condotto arterioso;
  • malattia della valvola mitrale;
  • crescita di mixoma o trombo nell'atrio sinistro;
  • decompensazione graduale dell'insufficienza ventricolare sinistra cronica, ad esempio, nella malattia ischemica o nella cardiomiopatia.

Ipertensione polmonare cronica provoca malattia:

  • natura ipossica: tutte le malattie ostruttive dei bronchi e dei polmoni, deficit di ossigeno prolungato in altezza, sindrome da ipoventilazione associata a lesioni del torace, respirazione dell'apparato;
  • origine meccanica (ostruttiva) associata al restringimento delle arterie - una reazione ai farmaci, tutte le varianti di ipertensione polmonare primaria, tromboembolia ricorrente, malattie del tessuto connettivo, vasculite.

Quadro clinico

I sintomi di ipertensione polmonare si verificano se la pressione nell'arteria polmonare è aumentata di 2 volte o più. Pazienti con ipertensione nel cerotto polmonare:

  • mancanza di respiro, aggravata dallo sforzo (può svilupparsi parossisticamente);
  • debolezza generale;
  • raramente perdita di coscienza (al contrario di cause neurologiche senza convulsioni e minzione involontaria);
  • dolore toracico parossistico, simile all'angina, ma accompagnato da un aumento della mancanza di respiro (gli scienziati spiegano la loro connessione riflessa dei vasi polmonari e coronarici);
  • sangue nell'espettorato quando la tosse è caratteristica di una pressione significativamente elevata (associata al rilascio di globuli rossi nello spazio interstiziale);
  • la raucedine è determinata nell'8% dei pazienti (causata dalla compressione meccanica dell'arteria polmonare dilatata del nervo ricorrente a sinistra).

Lo sviluppo di scompenso a causa della cardiopatia polmonare è accompagnato da dolore nel giusto ipocondrio (distorsione epatica), gonfiore su piedi e gambe.

Quando esamina un paziente, il medico nota quanto segue:

  • tonalità blu delle labbra, delle dita, delle orecchie, che aumenta con la dispnea;
  • il sintomo delle dita del "tamburo" viene rilevato solo in caso di malattie infiammatorie di lunga durata, difetti;
  • polso debole, aritmie sono rare;
  • la pressione sanguigna è normale, con una tendenza a diminuire;
  • la palpazione nella zona epigastrica consente di identificare tremori potenziati ventricolo destro ipertrofico;
  • Ascoltando ascettatamente l'accentazione del secondo tono sull'arteria polmonare, possibile soffio diastolico.

La relazione di ipertensione polmonare con cause costanti e alcune malattie consente di selezionare le opzioni nel decorso clinico.

Ipertensione portopolmonare

L'ipertensione polmonare porta ad un aumento simultaneo della pressione nella vena porta. In questo caso, il paziente può avere cirrosi epatica o essere assente. Accompagna malattie epatiche croniche nel 3-12% dei casi. I sintomi non differiscono da quelli elencati. Gonfiore e pesantezza più pronunciati nell'ipocondrio a destra.

Ipertensione polmonare con stenosi mitralica e aterosclerosi

La malattia è diversa gravità. La stenosi mitralica contribuisce al verificarsi di lesioni aterosclerotiche dell'arteria polmonare nel 40% dei pazienti a causa dell'aumentata pressione sulla parete del vaso. Meccanismi combinati funzionali ed organici di ipertensione.

Il restringimento del passaggio atrioventricolare sinistro nel cuore è la "prima barriera" al flusso sanguigno. In presenza di restringimento o blocco di piccoli vasi, si forma una "seconda barriera". Questo spiega l'inutilità della chirurgia per eliminare la stenosi nel trattamento delle malattie cardiache.

Mediante cateterizzazione delle camere cardiache viene rilevata un'alta pressione all'interno dell'arteria polmonare (150 mmHg e oltre).

I cambiamenti vascolari stanno progredendo e diventando irreversibili. Le placche aterosclerotiche non crescono in grandi dimensioni, ma sono sufficienti per restringere i piccoli rami.

Cuore polmonare

Il termine "cuore polmonare" include un complesso di sintomi causato da danni al tessuto polmonare (forma polmonare) o all'arteria polmonare (forma vascolare).

Ci sono opzioni per il flusso:

  1. acuto - tipico dell'embolizzazione polmonare;
  2. subacuta - si sviluppa con asma bronchiale, carcinomatosi dei polmoni;
  3. cronica - causata da enfisema, spasmo funzionale delle arterie, passaggio nel restringimento organico del letto, caratteristica della bronchite cronica, tubercolosi polmonare, bronchiectasie, polmonite frequente.

La crescita della resistenza nei vasi dà un carico pronunciato sul cuore destro. La mancanza generale di ossigeno colpisce il miocardio. Lo spessore del ventricolo destro aumenta con il passaggio alla distrofia e alla dilatazione (espansione permanente della cavità). I segni clinici di ipertensione polmonare stanno gradualmente aumentando.

Crisi ipertensive nei vasi del "piccolo cerchio"

Il decorso critico accompagna spesso l'ipertensione polmonare associata a difetti cardiaci. Un forte deterioramento a causa di un improvviso aumento della pressione nei vasi polmonari è possibile una volta al mese o più.

  • aumento della mancanza di respiro la sera;
  • sensazione di compressione esterna del torace;
  • tosse grave, a volte con emottisi;
  • dolori interscapulari con irradiazione all'anteriore e sterno;
  • palpitazioni cardiache.

All'esame rivelato:

  • condizione eccitata del paziente;
  • incapacità di stare a letto a causa della mancanza di respiro;
  • cianosi pronunciata;
  • debole impulso rapido;
  • pulsazione visibile nell'arteria polmonare;
  • vene cervicali gonfie e pulsanti;
  • il rilascio di quantità copiose di urina leggera;
  • la defecazione involontaria è possibile.

diagnostica

La diagnosi di ipertensione nel circolo polmonare della circolazione sanguigna si basa sull'identificazione dei suoi segni. Questi includono:

  • ipertrofia del cuore destro;
  • determinazione dell'aumento della pressione nell'arteria polmonare in base ai risultati delle misurazioni mediante cateterizzazione.

Gli scienziati russi F. Uglov e A. Popov hanno suggerito di distinguere 4 livelli elevati di ipertensione nell'arteria polmonare:

  • I gradi (facile) - da 25 a 40 mm Hg. v.;
  • II grado (moderato) - da 42 a 65;
  • III - da 76 a 110;
  • IV - sopra 110.

Metodi di esame utilizzati nella diagnosi di ipertrofia delle camere cardiache destra:

  1. Radiografia - indica l'espansione dei bordi giusti dell'ombra cardiaca, un aumento nell'arco dell'arteria polmonare, rivela il suo aneurisma.
  2. Metodi ultrasonici (ultrasuoni): consentono di determinare con precisione le dimensioni delle camere del cuore, lo spessore delle pareti. Un tipo di ultrasuono - Doppler - mostra una violazione del flusso sanguigno, della portata, della presenza di ostacoli.
  3. Elettrocardiografia - rivela i primi segni di ipertrofia ventricolare destra e atrio con una deviazione caratteristica a destra dell'asse elettrico, una "P" atriale allargata.
  4. La spirografia è un metodo per studiare la possibilità della respirazione, che stabilisce il grado e il tipo di insufficienza respiratoria.
  5. Al fine di individuare le cause dell'ipertensione polmonare, la tomografia polmonare viene eseguita con sezioni a raggi X di diversa profondità o, più moderna, con tomografia computerizzata.

Metodi più complessi (scintigrafia con radionuclidi, angiopulmonografia). La biopsia per studiare lo stato del tessuto polmonare e le alterazioni vascolari viene utilizzata solo in cliniche specializzate.

La cateterizzazione delle cavità del cuore non solo misura la pressione, ma misura anche la saturazione di ossigeno nel sangue. Questo aiuta a identificare le cause dell'ipertensione secondaria. Durante la procedura, ricorrono all'introduzione di vasodilatatori e controllano la reazione delle arterie, che è necessaria nella scelta dei mezzi di trattamento.

Come viene effettuato il trattamento?

Il trattamento dell'ipertensione polmonare ha lo scopo di eliminare la patologia sottostante che ha causato un aumento della pressione.

Nella fase iniziale, farmaci anti-asma, vasodilatatori, aiuto. I rimedi popolari possono rafforzare ulteriormente l'umore allergico del corpo.

Se un paziente ha embolizzazione cronica, l'unico rimedio è la rapida rimozione di un coagulo di sangue (emboloctomia) mediante escissione dal tronco polmonare. L'operazione è effettuata in centri specializzati, una transizione a una circolazione artificiale di sangue è necessaria. Il tasso di mortalità raggiunge il 10%.

L'ipertensione polmonare primaria è trattata con bloccanti dei canali del calcio. La loro efficacia porta ad una diminuzione della pressione nelle arterie polmonari nel 10-15% dei pazienti, accompagnata da una buona risposta di pazienti gravemente malati. Questo è considerato un segnale di benvenuto.

Per via endovenosa, un analogo della prostaciclina, l'Epoprostenolo, viene somministrato attraverso il catetere succlavia. Le forme di inalazione di droghe (Iloprost), compresse di Beraprost sono usate dentro. L'effetto della somministrazione sottocutanea di un farmaco come Treprostinil è in fase di studio.

Bosentan è usato per bloccare i recettori che causano il vasospasmo.

Allo stesso tempo, i pazienti hanno bisogno di farmaci per compensare l'insufficienza cardiaca, i diuretici, gli anticoagulanti.

Un effetto temporaneo ha l'uso di soluzioni di Euphyllinum, No-shpy.

Ci sono rimedi popolari?

Cura i rimedi popolari per l'ipertensione polmonare impossibile. Applicare con molta attenzione le raccomandazioni sull'uso delle tasse diuretiche, mezzi per calmare la tosse.

Non farti coinvolgere nella guarigione in questa patologia. Il tempo perso nella diagnosi e l'inizio della terapia possono essere persi per sempre.

prospettiva

Senza trattamento, la sopravvivenza media del paziente è di 2,5 anni. Il trattamento con Epoprostenol aumenta fino a cinque anni nel 54% dei pazienti. La prognosi dell'ipertensione polmonare è sfavorevole. I pazienti muoiono per l'aumento dell'insufficienza ventricolare destra o del tromboembolismo.

I pazienti con ipertensione polmonare con malattie cardiache e sclerosi delle arterie vivono fino a 32-35 anni di età. Il corso critico aggrava le condizioni del paziente, è considerato una prognosi infausta.

La complessità della patologia richiede la massima attenzione ai casi di polmonite frequente, bronchite. La prevenzione dell'ipertensione polmonare è la prevenzione dello sviluppo di pneumosclerosi, enfisema, diagnosi precoce e trattamento chirurgico delle malformazioni congenite.

Sintomi e trattamento dell'ipertensione polmonare

  • tossicodipendenza;
  • malattie cardiache;
  • malattia polmonare;
  • HIV;
  • problemi al fegato.

Potete vedere che i sintomi, così come le cause, possono spesso verificarsi in altre malattie del corpo. Quando la causa dell'ipertensione non può essere identificata, allora stiamo parlando di ipertensione polmonare primaria. Ma ancora ci sono caratteristiche distintive: mancanza di respiro a uno stato di riposo, tosse secca, stanchezza troppo veloce, dolore al petto, voce rauca.

Al primo segno di disturbi, dovresti consultare immediatamente un medico, altrimenti le conseguenze non ti faranno aspettare.

Trattamento dell'ipertensione polmonare

L'obiettivo del trattamento sarà direttamente quello di ridurre i sintomi, rallentando il ritmo della progressione della malattia. Il trattamento stesso deve iniziare immediatamente dopo la diagnosi. Per ridurre la pressione nell'arteria polmonare, viene prescritto il seguente elenco di farmaci:

  1. prostanoidi;
  2. antagonisti del recettore dell'endotelina;
  3. inibitori della fosfodiesterasi.

Quando forme troppo avanzate prescrivono il seguente trattamento: trapianto polmonare, septostomia atriale.

Per il successo del trattamento dell'ipertensione polmonare, le seguenti raccomandazioni sono importanti:

  • diminuzione delle attività fisiche;
  • smettere di fumare, alcol, droghe;
  • ridurre al minimo l'assunzione di sale;
  • prevenire i raffreddori;
  • camminare almeno 2 ore al giorno;
  • non seduto per molto tempo;

Dopo aver determinato la diagnosi, di regola il paziente viene determinato dalla modalità di imbarco, per una pronta guarigione e un trattamento adeguato. Sfortunatamente, le proiezioni di recupero sono basse. Ma, grazie al corretto approccio al business, è possibile estendere la vita per diversi anni.

Diversi gradi di ipertensione polmonare

Per identificare la malattia - l'ipertensione polmonare richiede un numero di studi. Alcuni di essi sono: radiografia e radiografia del torace. Ad oggi, c'è una certa classificazione che divide l'ipertensione polmonare in gradi.

1 grado: questo grado è caratterizzato da frequente mancanza di respiro durante lo sforzo fisico, cianosi labiale, il numero di respiri al minuto è da 16 a 20, il numero di contrazioni cardiache varia nella regione da 70 a 80.

Un altro tipo è l'ipertensione polmonare idiopatica. Purtroppo, oggi ci sono pochi dati su questa malattia. La malattia è rara, ma molto forte con le sue conseguenze negative. Questo problema di malattia nei bambini è più comune che negli adulti e le statistiche indicano che l'incidenza della malattia è di 1 - 2 persone per popolazione adulta.

Anche nei neonati questa malattia è possibile. Nei bambini, la malattia può essere trovata anche nei periodi pre e pubertà. L'eziologia della malattia non è esattamente conosciuta fino ad oggi. Ma c'è un'ipotesi che l'ipertensione polmonare idiopatica sia una combinazione di alcuni sintomi nel corso di altre malattie.

L'ipertensione arteriosa polmonare di tutti i tipi è la malattia più terribile in termini di conseguenze. È una violazione delle funzioni dell'endotelio dei vasi polmonari, che a sua volta porta ad una maggiore pressione delle arterie polmonari. La forma idiopatica è un tipo di questa malattia.

Ci sono 3 fasi di ipertensione polmonare:

  1. nessun evidente segno di danno all'apparato respiratorio;
  2. presenza di lesioni nel ventricolo sinistro, restringimento delle arterie della retina, danno aterosclerotico all'aorta;
  3. la presenza di sintomi di organi danneggiati: malattie cardiache, accidenti cerebrovascolari, danni al nervo ottico.
http://lechenie-gipertoniya.ru/gipertenziya/legochnaya-gipertenziya-1-stepeni-prognoz/

Altri Articoli Su Vene Varicose

L'autore dell'articolo: Nivelichuk Taras, capo del dipartimento di anestesiologia e terapia intensiva, esperienza lavorativa di 8 anni. Istruzione superiore nella specialità "Medicina generale".