Diagnosi di elefantiasi dei piedi - cause, trattamento e prevenzione della linfostasi

La malattia associata allo sviluppo anormale dei muscoli e al gonfiore dei tessuti molli degli arti inferiori è chiamata elefantiasi delle gambe - cause il cui trattamento merita particolare attenzione. La malattia ha preso il nome a causa delle manifestazioni esterne della malattia, in cui parti del corpo iniziano ad aumentare significativamente fino a raggiungere dimensioni enormi. L'elefantiasi può manifestarsi con le vene varicose.

Cos'è la malattia del piede d'elefante?

La linfa è progettata per pulire i tessuti da tossine e scorie. Fornisce la microcircolazione del sangue negli organi, partecipa alla creazione dell'immunità e normalizza l'equilibrio dei liquidi. L'elefantiasi (elefantiasi) è una malattia pericolosa in cui si verifica una violazione del linfodrenaggio o della stasi. La foto mostra l'elefantia degli arti inferiori e l'aspetto della patologia.

Altri nomi della malattia: elefantiasi, linfedema, wuchereriasis. Quando la pelle dell'elefante si sviluppa, si possono osservare cambiamenti in diverse parti del corpo (anche un aumento dello scroto) o un arto interessato nella cute o nel tessuto sottocutaneo. Se non inizi la cura corretta in tempo, il linfedema delle gambe deformerà l'aspetto della persona e danneggerà il suo morale.

Malattia dell'elefante - cause

La comparsa della malattia degli elefanti è preceduta da patologie in cui si verificano cambiamenti nel sistema linfatico umano. L'accumulo di liquido si verifica a causa di blocco o restringimento dei condotti. Il linfoderma può essere di natura primaria (congenita) o secondaria. I medici non sono riusciti a stabilire le cause della compromissione della linfostasi fetale nell'utero.

Erisipela (erisipela) può portare ad elefantiasi. Ciò è dovuto alla penetrazione di batteri (streptococchi) attraverso danni e microcracks nella pelle. Le reazioni allergiche si verificano a causa della penetrazione di batteri nei vasi linfatici, le cui pareti si infiammano, si addensano, cambiano la loro struttura. Linfedema si sviluppa nei seguenti casi:

  • dopo le operazioni che comportano la rimozione dei linfonodi, ad esempio, la rimozione delle ghiandole mammarie (un cambiamento nel sistema comporta una violazione della circolazione linfatica);
  • oncologia (metastasi diffuse ai vasi linfatici e ai linfonodi);
  • tumori maligni;
  • congelamento di natura costante o frequente;
  • lupus eritematoso sistemico o malattie autoimmuni;
  • malattie cardiache;
  • invasioni parassitarie;
  • la sifilide;
  • esposizione alle radiazioni;
  • dermatite purulenta;
  • eczema cronico;
  • patologie con lesioni dei linfonodi, che possono essere infiammate sia in malattie virali che infettive;
  • disturbi circolatori;
  • patologia del funzionamento o della struttura delle vene (tromboflebiti, flebiti, vene varicose).

Elephant Leg Symptoms

I segni di wuchereriasis sono periodici, si abbassano per un po 'e poi riprendono. La sintomatologia del linfedema ha 3 stadi, ognuno dei quali dura a lungo. Nella fase iniziale, la linfostasi delle gambe appare come un piccolo gonfiore dovuto all'edema e alla proliferazione del tessuto connettivo (fibroso) e il metabolismo è disturbato. L'edema inizia con il piede, poi va sopra il ginocchio fino alla coscia. Gli esperti distinguono i seguenti sintomi di elefantiasi:

  1. Il primo stadio. La fase impercettibile per l'uomo è caratterizzata dall'affaticamento delle gambe. Dopo essere tornato a casa e aver rimosso le scarpe, il paziente nota un gonfiore di una piccola quantità. I dotti iniziano a intasarsi, si formano fibre di fibrina.
  2. Secondo stadio I sintomi sono più pronunciati. L'area che si gonfia comincia a ispessirsi e ispessirsi. Il peso inizia ad aumentare e l'area interessata aumenta di dimensioni.
  3. La terza fase è considerata incurabile. La pelle diventa ancora più grossolana, ci sono verruche, eruzioni cutanee, vesciche e ulcere sulle aree colpite. Le zampe dell'elefante diventano enormi, formano pieghe e il paziente non può più camminare. Questo è seguito da infezione del sangue, morte cellulare e atrofia muscolare.

Quale medico tratta la linfostasi degli arti inferiori

Alla reception del chirurgo puoi scoprire cos'è l'elefantiasi delle gambe - cause, trattamento. Quale medico dovrebbe essere trattato e come trattare la linfostasi degli arti inferiori? Nella maggior parte dei casi, le zampe elefanti sono associate a vene varicose. La linfostasi degli arti inferiori richiede la consultazione con un flebologo o un chirurgo vascolare. Dovresti sapere che la linfostasi isolata è considerata dai medici un elemento di insufficienza vascolare. Se la causa è l'invasione parassitaria, allora il medico delle malattie infettive aiuterà.

http://sovets.net/11395-slonovost-nog-prichiny-lechenie.html

Gamba di elefante: cause, trattamento

Un gran numero di persone soffre di edema. Le gambe sono particolarmente gonfie di sera, il dolore che emerge dall'interno appare. Tutti questi segni, di regola, passano al mattino. Vale la pena prestare attenzione a tutti questi segni, forse questo è l'inizio di "elefantiasi" o "piede di elefante". In medicina, questa patologia è chiamata linfostasi o linfedema.

Con questa anomalia, c'è un forte aumento in una parte del corpo. Il più delle volte sono le gambe, ma i genitali, le labbra, lo scroto sono inclini alla linfostasi. Gli arti gonfiati nel loro aspetto assomigliano alle dimensioni di un elefante, quindi la malattia ha preso il nome.

Qui diciamo perché una gamba si gonfia.

Definizione di Linfedema

La malattia dell'elefante è una malattia rara. La linfostasi si sviluppa a causa delle scarse prestazioni del sistema linfatico. Ciò significa che il deflusso della linfa non è corretto - ristagna, che sconvolge il metabolismo del tessuto.

A causa della costante stagnazione della linfa, si verifica iperplasia della pelle - il tessuto muscolare inizia a riempirsi di proteine, che porta inoltre a cambiamenti fibrosi delle fibre, blocco di piccoli vasi linfatici ed edema.

Per liberarsi rapidamente delle vene varicose, i nostri lettori raccomandano il Gel SANO. Vene varicose - femmina "peste del XXI secolo". Il 57% dei pazienti muore entro 10 anni da trombi e cancro! Le complicanze potenzialmente letali sono: TROMBOPHLEBIT (coaguli di sangue nelle vene hanno il 75-80% delle vene varicose), ULCERE TROFICHE (marciume dei tessuti) e, naturalmente, ONCOLOGIA! Se hai vene varicose, devi agire con urgenza. Nella maggior parte dei casi, puoi fare a meno dell'intervento chirurgico e di altri interventi pesanti, con il tuo aiuto.

Cause di elefantia

Elefantiasi non si verifica in modo indipendente. È di due tipi:

  • Primaria - con questo tipo di anomalia del sistema linfatico è innata. È provocato da ereditarietà o patologia prenatale. Manifestato nell'infanzia profonda, nella sua giovinezza comincia a progredire. Fino all'85% delle donne soffre di questa specie.
  • Linfostasi secondaria acquisita appare sia nelle donne che negli uomini.

L'occorrenza del restringimento linfatico può verificarsi per i seguenti motivi:

  1. Linfonodi rimossi. La rimozione dei nodi è associata al cancro al seno. La cattiva evacuazione della linfa è influenzata non tanto dalla chirurgia quanto dalla successiva chemioterapia.
  2. Le metastasi si sono formate nei vasi linfatici e nei nodi.
  3. Erisipela, flemmone e altre malattie da streptococco. Lo streptococco dorato inizia a secernere la tossina nei vasi linfatici, causando il loro danno e, di conseguenza, il deflusso della linfa è disturbato.
  4. Anomalie dei vasi sanguigni - ulcere con vene varicose, flebiti.
  5. il lupus;
  6. Malattie sessualmente trasmesse;
  7. Eczema di natura cronica;
  8. Linfangite, linfoadenite - infiammazione dei linfonodi, vasi linfatici;
  9. Ostruzione del dotto linfatico da parassiti nematodi, Brugiatimori e WuchereriaBancroft.
  10. L'ostruzione della linfa può verificarsi con lesioni, congelamento delle estremità, ustioni.

Sintomi di linfostasi

Ci sono tre livelli di questa patologia.

Ognuno di loro ha le sue caratteristiche:

  1. Lieve gonfiore o linfedema. In questo tipo di malattia, il gonfiore si verifica regolarmente e passa dopo il riposo o verso la mattina. Aumenta dalla posizione prolungata sulle gambe, sforzo fisico.
    In questa fase, i tessuti connettivi non crescono, la pelle rimane pallida e quando si increspa, appare una piega. Anomalie irreversibili in questa fase non si verificano. Dura per un anno
  2. Gonfiore o fibredema irreversibile. Le estremità inferiori si affaticano rapidamente, il gonfiore non passa, il derma diventa denso, si sviluppa la sindrome del dolore. La pelle non si piega, si scurisce, ci sono i crampi. La palpazione rimane una traccia. Sviluppa sette anni dal momento della diagnosi.
  3. Elefantiasi. Sotto il derma c'è una forte proliferazione di tessuti connettivi. La pelle diventa una tinta bluastra.
    È teso e ruvido al tatto. La gamba assume un aspetto avorio, il posto dell'edema fa molto male. Ulcere, infiammazioni e processi necrotici si formano. La gamba è sempre più deformata, le articolazioni cessano di piegarsi. Manifestato in 7-15 anni dopo i primi sintomi. Porta alla disabilità.

Diagnosi di elefantiasi

Ai primi segni della malattia dovrebbe consultare un medico. L'elefantiasi viene eseguita da un chirurgo vascolare insieme a un medico infettivo e un parassitologo.

Lo studio inizia con un esame del luogo del paziente e dell'anamnesi. Stabilire lo stadio della malattia. Quindi, scrivi la direzione per l'analisi biochimica del sangue, l'urina. La scansione venosa è prescritta per escludere trombosi e insufficienza venosa.

Con l'aiuto di un'ecografia per la presenza di pielonefrite, malattie cardiovascolari.

Con l'aiuto dei raggi X, i cambiamenti ossei del paziente vengono controllati.

La linfografia, la linfoscintigrafia e la risonanza magnetica mostrano lo stato dei vasi linfatici.

trattamento

I metodi terapeutici possono essere medici, conservatori, chirurgici o popolari.

Il compito principale in trattamento dovrebbe essere:

  • Ripristino dell'evacuazione della linfa;
  • Riabilitazione delle funzioni degli arti inferiori.

La terapia linfedema è complessa e dipende dallo stadio della malattia. L'effetto viene valutato misurando l'area malata. Viene anche rilevato edema precoce delle gambe.

Il trattamento a base di farmaci ha un effetto positivo nella fase iniziale della malattia. È costituito da angioprotettori che migliorano le condizioni del sistema linfatico e dei vasi sanguigni. Gli antistaminici aiutano ad alleviare il gonfiore. Per più edema e gonfiore dei piedi, vedere il nostro articolo simile.

Gli antispastici riducono il vasospasmo, migliorano il flusso linfatico, i diuretici aiutano a rimuovere il fluido in eccesso dal corpo. Le vitamine sono necessarie per il sistema nervoso e per migliorare la pelle.

Nella seconda fase della malattia, vengono prescritti preparati enzimatici per aiutare ad abbattere il tessuto connettivo grasso. Per alleviare l'infiammazione e ridurre il dolore, è possibile utilizzare farmaci anti-infiammatori non steroidei. I biostimolanti aiutano ad ammorbidire i tessuti troppo cresciuti.

Nel terzo grado della malattia vengono prescritti antibiotici che distruggono i batteri nei tessuti colpiti. Venotonic migliora la circolazione sanguigna nell'arto colpito. In precedenza abbiamo già parlato molto su come migliorare la circolazione del sangue nelle gambe.

A quel punto, quando non ci sono processi irreversibili, il trattamento conservativo ha un risultato positivo.

Questa terapia consiste di:

  • dieta;
  • Massaggio linfodrenante;
  • Fisioterapia, balneologia;
  • Terapia fisica;
  • Compressione pneumatica;
  • benda;
  • L'uso di preparazioni toniche - venorutone, troxevasin, troxerutin.

Quando si raccomanda l'elefantiasi fare esercizi terapeutici. Che include nuoto e nordic walking. Gli esercizi si svolgono due volte al giorno per 15 minuti. È necessario farlo solo in calze o bende compressive.

Uno dei più efficaci è il seguente:

  • Sdraiato Una gamba sana rimane senza movimento. Una gamba malata, nell'articolazione della caviglia e dell'anca, per eseguire movimenti, come quando si preme il pedale.
  • La stessa posizione Le gambe si raddrizzano. Apri, piega e raddrizza le dita dei piedi.
  • Le gambe sono dritte. Ruota i piedi a destra e a sinistra e rendili "otto".
  • In posizione seduta, posizionare i piedi sul pavimento e, senza toglierli, premere i talloni sulla parte posteriore delle cosce, quindi raddrizzarli.
  • Sedersi sul pavimento per sollevare la gamba e renderla movimento rotazionale in diverse direzioni. Prendi la posizione di partenza e continua con l'altra gamba.

Ogni esercizio è fatto 15-20 volte.

Una persona malata con linfostasi è sovrappeso. Pertanto, la dieta deve essere inclusa nel regime di trattamento. I requisiti principali sono restrizioni nell'uso di liquidi, sale. La razione giornaliera di proteine ​​dovrebbe essere di 100 grammi, 20 di grassi vegetali e 10 grammi di animali. È anche necessario ridurre il consumo di farina e piatti dolci.

La terapia chirurgica per l'elefante viene prescritta con risultati negativi di tutte le precedenti misure adottate, quando si forma la fibrosi linfatica, le borse e il gonfiore diventano più forti.

L'intervento chirurgico implica:

  • Aspirazione o liposuzione;
  • Trapianto complesso linfoide;
  • Rimozione della linfa su tessuto sano mediante tunneling e successiva rimozione;
  • Fare connessioni linfonodali.

Prima di procedere con l'operazione, i vasi linfatici sono macchiati, questo è fatto in modo che possano essere visti meglio. A tal fine, uno speciale colorante blu linfotropico viene iniettato negli spazi interdigitali un'ora e mezza prima dell'operazione - nel primo, secondo e quarto.

Insieme ad altri metodi di trattamento del linfedema, viene utilizzata la medicina tradizionale, che è stata approvata dai medici.

I prodotti più popolari includono:

  • Impacchi di cipolle al forno e catrame di betulla, insieme alle bucce per cuocere, sbucciare, aggiungere un cucchiaio di catrame da tavola e mescolare. Grattare la stoffa di cotone con il peso ricevuto, riparare su un punto dolente. Lasciare la notte. Il trattamento viene effettuato entro due mesi.
  • Fai un infuso di miele con l'aglio. Per la sua preparazione occorrono 250 g di aglio tritato, 350 g di miele. Insistere in un luogo buio per 2 mesi. Bere prima dei pasti per un'ora tre volte al giorno per un cucchiaio.
  • Decotto alle erbe Per farlo, è necessario prendere le foglie di piantaggine, dente di leone e fiori immortelle nelle seguenti proporzioni - 1 × 1 × Versare tutta l'acqua bollente 0,5 litri e insistere per 6 ore. Bere prima di un pasto per un mese per 100 ml.

Prevenzione delle malattie

La lotta con l'elefantiasi è necessaria. La cosa principale è non iniziare la malattia, ma piuttosto prevenirla. Per la prevenzione dell'elefantiasi, è necessario consultare un medico in tempo utile per ripetute erisipele e altre patologie che possono portare a linfedema.

Sii attento alla tua salute e non ammalarti!

http://ovarikoze.com/bolezni/slonovost-nog.html

Gamba di elefante: cause, sintomi, come e cosa trattare la malattia negli uomini e nelle donne

Piede d'elefante - una malattia rara. Ha anche il nome di Linfedema, Elefantina. Accompagnato da un pronunciato gonfiore degli arti inferiori, un aumento delle loro dimensioni. Una persona soffre di dolore costante, quindi dovresti sapere il più possibile su questo disturbo.

Cosa sono le gambe elefanti

La malattia dell'elefante è una patologia rara caratterizzata da alterazioni dei processi di deflusso linfatico. Di conseguenza, ristagna, il gonfiore aumenta gradualmente. La gamba dolorante è significativamente aumentata in termini di dimensioni, cambiando il suo aspetto.

Oltre alla linfa, c'è ristagno di tossine nei tessuti molli delle gambe. C'è una rottura delle proteine, si formano fibre di fibrina. A poco a poco, la malattia porta alla disabilità. Ulcere dolorose, crepe sanguinanti compaiono sulla pelle. Nella maggior parte dei casi, la patologia colpisce un arto.

Cause e patogeno

Assegnare la forma primaria della malattia associata a patologie del sistema linfatico. Le persone con malattie ereditarie tendono ad avere capillari sottili e sinuosi. Questo porta a problemi di drenaggio linfatico dagli arti inferiori, si sviluppa elefantiasi delle gambe.

Con anomalie congenite, entrambi gli arti sono interessati. Molto spesso la malattia si verifica negli adolescenti, nelle giovani donne.

È possibile individuare i fattori di elefanzia acquisiti:

  • malattie infettive;
  • infezione parassitaria;
  • lesioni agli arti inferiori;

Violazioni della pervietà vascolare osservate nelle malattie tumorali. I tumori maligni che raggiungono grandi dimensioni comprimono i vasi sanguigni, prevenendo il normale deflusso linfatico.

Il rischio di sviluppare gambe elefanti aumenta significativamente nelle persone con vene varicose.

Le persone che vivono in paesi tropicali, visitandole spesso sono più suscettibili alle filarie. Questi sono elminti che si parassitano direttamente nei vasi linfatici.

L'infezione si verifica durante una puntura di zanzara, zanzara. Moltiplicando, i vermi si riuniscono in palle di diverse dimensioni, bloccando il lume nel vaso, la sua espansione si verifica gradualmente e inizia il processo infiammatorio.

L'infezione parassitaria è caratterizzata da segni caratteristici:

  • c'è un ispessimento delle pareti dei vasi sanguigni;
  • i linfonodi si dilatano;
  • si verifica lo sviluppo di risposte immunitarie;
  • proliferazione del tessuto connettivo;
  • l'infiammazione inizia negli arti inferiori.

Allo stesso tempo, le elefanti possono essere osservate non solo nelle gambe, ma anche nei genitali.

Sintomi e fasi della malattia

Nei primi mesi dopo l'infezione, la patologia si sviluppa in forma latente. Una persona nota un leggero rigonfiamento la sera dopo uno sforzo fisico, lunghe camminate. Le donne lo notano durante le mestruazioni.

Nessun dolore, l'articolazione è mobile. Al mattino, il gonfiore scompare quasi completamente. In assenza di diagnosi, trattamento tempestivo, la patologia sta progredendo attivamente.

In condizioni trascurate, si distinguono altri sintomi caratteristici della patologia:

  • aumento di un arto. Entrambe le gambe si gonfiano solo se la malattia è congenita;
  • costante sensazione di diffusione interna nella gamba. Una persona si stanca rapidamente mentre cammina, il dolore appare;
  • il gonfiore si osserva sotto l'area interessata dei vasi linfatici;
  • progressione dell'edema si osserva gradualmente, espandendosi dal piede alla caviglia. La pelle è liscia, tesa;
  • la riproduzione attiva dei batteri nel sistema linfatico provoca un aumento dei linfonodi;
  • l'arto allargato diventa duro, invece di tessuto connettivo di tessuto adiposo sottocutaneo appare. La gamba diventa densa, dopo aver premuto sull'edema, non rimane traccia, la pelle è difficile da piegare;
  • lo sviluppo della malattia porta a un cambiamento nella forma della gamba, gradualmente diventa come un cilindro, un pilastro. Aumenta di volume di circa 3 volte;
  • papillomi, ulcere, ragadi, ulcere trofiche, eruzioni cutanee compaiono attivamente sulla pelle;
  • poiché non c'è flusso libero di linfa, esce all'esterno attraverso la fistola formata. Evidenziando il colore giallo appare quasi costantemente. Più spesso le fistole si formano in quei luoghi dove c'è pelle sottile;
  • la circolazione sanguigna nell'arto interessato è compromessa, questo causa la produzione attiva di melanina in queste aree. L'arto interessato è coperto da macchie marroni che presentano contorni irregolari.

La malattia ha diverse fasi di sviluppo, dipende dal benessere di una persona, dal numero di sintomi manifestati.

http://noparasites.ru/prochie-parazity/slonovost-nog.html

Medicina popolare

Pubblicazioni popolari

Commenti recenti

Rimedi popolari per l'elefantiasi

La gamba dell'elefante, o linfostasi, è edema persistente, che è causato da un drenaggio linfatico alterato dai tessuti. Più spesso, l'elefantiasi è in piedi. Predisposizione a fattori di elefantiasi - erisipela di tessuti, malattie vascolari e linfatiche, operazioni per rimuovere i linfonodi. I rimedi popolari per l'elefantiasi sono efficaci e possono essere usati in parallelo con il trattamento principale della malattia.

Le irregolarità senza trattamento possono portare a edema significativo con un arto allargato di dimensioni enormi, prestazioni compromesse, disturbi trofici nei tessuti e danni ai tessuti.

Sintomi di elefantiasi.


1. L'insorgenza della malattia è caratterizzata dalla comparsa di un lieve edema sulla parte posteriore del piede, che è più pronunciato di sera e scompare al mattino.

2. Nel tempo, l'edema sugli arti non passa e al mattino diventa più denso, è costantemente presente, non passa (edema denso).

3. Nel sito di edema si verificano pieghe della pelle spessa, le gambe assumono l'apparenza di zampe di elefante (elefantiasi).

4. La pelle cambia, si formano ulcere trofiche, crepe, arrossamento, infiammazione.


Non appena il paziente ha notato cambiamenti nelle estremità, la presenza di edema costantemente emergente è il primo segnale per vedere immediatamente un medico.

Il medico prescrive lo studio del sistema circolatorio: studio di radioisotopi, risonanza magnetica o tomografia computerizzata, vasi sanguigni Doppler delle estremità.


Gamba di elefante - trattamento, medicina ufficiale.


Con la diagnosi di "elefante", al paziente viene prescritto un trattamento conservativo che elimina i processi infiammatori nei tessuti, migliora il flusso della linfa. Molto spesso si consiglia al paziente di fasciare le gambe con bende elastiche, per usare calze elastiche.

Il trattamento chirurgico dell'elefantiasi è finalizzato a correggere le condizioni gravi di emergenza. Sfortunatamente, il trattamento chirurgico non è in grado di ripristinare la troficità dei tessuti degli arti, e dopo l'intervento il paziente viene nuovamente prescritto un trattamento conservativo a lungo termine.

Per il trattamento di compressione di elefantiasi, l'industria medica produce diversi tipi di prodotti progettati per aiutare ad eliminare il gonfiore grave attraverso la compressione. Si tratta di collant, calze, gambaletti, che vengono selezionati dal paziente in modo rigoroso.

Applicare unguenti e creme Actovegin, Venoruton, Troxevasin per applicazione topica sul tessuto gonfio.

Anabenolo, Venoplant, Detralex, Ginkor Fort, Rutozid, Glevenol, Troxevasin sono selezionati per il trattamento interno del paziente.

Il trattamento chirurgico dell'elefantiasi consiste nella ricostruzione dei vasi linfatici, o nella escissione radicale del tessuto sottocutaneo e della pelle, per ridurre le dimensioni dell'arto.

Dopo l'intervento chirurgico, si continua il trattamento conservativo e si raccomanda il bendaggio dell'arto per sei mesi.


Rimedi popolari per l'elefantiasi.


1. Sbucciare 250 grammi di aglio, tritare con un frullatore, aggiungere 350 grammi di miele naturale liquido alla pappa, mescolare bene. Piegare in un barattolo di vetro, chiudere il coperchio e infondere per una settimana. Significa usare un cucchiaio tre volte al giorno per un'ora prima dei pasti. Devono essere trattati per due mesi.

2. Mescolare 20 grammi di frutto di ippocastano essiccato, 20 grammi di corteccia di betulla, 20 grammi di corteccia di quercia, 50 grammi di muschio islandese, 30 grammi di erba di astragalo, 30 grammi di fiori di immortelle. Mescolare, conservare la miscela in un barattolo di vetro. Due cucchiai della miscela versano mezzo litro di acqua bollente, fate bollire per 5 minuti, toglietelo dal fuoco, avvolgetelo, insistete fino a quando non si sarà completamente raffreddato. Filtrare, bere mezzo bicchiere quattro volte al giorno.

3. 30 grammi di foglie tritate di nocciola infornare mezzo litro di acqua bollente, lasciare per 2 ore in un thermos. Bevi mezzo bicchiere quattro volte al giorno.

4. Bagnare il panno di lana, strofinarlo con un sapone da bucato scuro, mettere il panno sull'arto interessato e fissare l'impacco con una benda.

5. Ogni giorno, 4 - 5 volte al giorno, devi bere cicoria (preparare le materie prime secche o comprare la cicoria istantanea), come il tè. Aggiungi un pizzico di zenzero in polvere a una tazza di caffè di cicoria.

6. Di notte, avvolgere la gamba dolorante con foglie appena raccolte di melissa e menta, fissando una benda.

7. In primavera e in estate puoi fare impacchi freddi da foglie fresche di lillà, betulla e noce di notte.

8. Chilogrammo di argilla cruda impastato con acqua fino all'impasto. Fai una torta piatta, attaccala alla gamba dolorante, fasciatura stretta e tieni premuto per 1 notte. È necessario eseguire la procedura ogni sera, tenere un impacco ogni notte.

9. Tre volte al giorno per bere il tè dalle foglie di mirtilli rossi: un cucchiaio di materie prime - 1 tazza di acqua bollente, infornare in un thermos. Infondere per 1 ora, filtrare e bere con l'aggiunta di miele.

10. È necessario limitare la quantità di liquido per le gambe di elefante, ma se si vuole bere, è meglio usare un infuso di rosa canina o succo di mirtillo da bere.

11. È necessario pulire la pelle su cui si sono formate ulcere trofiche, con olio di cardo due volte al giorno - al mattino e alla sera. L'olio di cardo mariano guarisce le ferite e ha un'azione antinfiammatoria e antisettica.

Esercizi per migliorare l'uscita del fluido dai tessuti e ridurre l'elefantiasi delle gambe.


Gli esercizi dovrebbero essere eseguiti due volte al giorno - la sera e la mattina.

1. Sdraiati sul divano o sul letto, sul pavimento, solleva le gambe più in alto possibile, appoggialo al muro e giace in questa posizione per un massimo di 15 minuti, accarezzando i fianchi dal ginocchio all'inguine su tutta la superficie.

2. Mani per "spremere" il tessuto gonfio nella direzione dalle dita ai piedi e alle ginocchia. Dopo questo esercizio, puoi sdraiarti con le gambe sollevate per 10 minuti.

3. Sdraiati, appoggia le gambe sollevate contro il muro. Spremi e apri entrambe le dita 30 volte. Quindi eseguire un movimento rotatorio dei piedi.


Dopo aver fatto gli esercizi, applica il gel Troxevasin sulle gambe e fissalo con una benda elastica dalle dita dei piedi fino al ginocchio.


I rimedi popolari per l'elefantiasi sono efficaci e possono essere usati in parallelo con il trattamento principale della malattia.


Ti benedica!

Ti piace il nostro sito? Iscriviti o iscriviti (le notifiche sui nuovi argomenti verranno inviate per posta) sul nostro canale in MirTesen!

http://narodnayamedicyna.ru/blog/43530845300/next

Cos'è l'elefantiasi, le possibili cause e il trattamento dell'elefantiasi delle gambe

Elefantiasi o elefantiasi è un costante aumento degli arti inferiori a causa della crescita patologica del grasso sottocutaneo, iperplasia della pelle e ispessimento delle ossa. La principale causa di elefantiasi delle gambe è una violazione della funzione di drenaggio linfatico e processi stagnanti che si concentrano negli arti inferiori. Il trattamento dipende dallo stadio e dalla malattia che ha causato la linfostasi (edema).

Caratteristiche e fasi di sviluppo del piede di elefante

Nella fase iniziale, la malattia praticamente non infastidisce il corriere. Le gambe si gonfiano alle caviglie dopo uno sforzo fisico o una lunga camminata. Gonfiore particolarmente pronunciato durante le mestruazioni e con forte calore. Non accompagnato da infiammazione, restrizione della mobilità articolare o dolore. La pelle nella zona dell'edema è ben ripiegata. Dopo il riposo le gambe assumono un aspetto normale.

Se entro 1-2 anni ignorare questi segni, la malattia procede al successivo stadio di sviluppo. Il tessuto connettivo cresce e si ispessisce (fibrosi). Il gonfiore della parte inferiore della gamba diventa permanente. Infiammazione osservata dei linfonodi inguinali

L'avorio si sviluppa in modo coerente. L'edema inizia sempre in un'area lontana dal centro dei vasi linfatici interessati: sulle mani, sulle caviglie, sui piedi. Mentre la progressione progredisce, il gonfiore si estende alla parte inferiore della gamba e poi alla coscia.

Sintomi di elefantiasi (elefantiasi):

  • crescita anormale di grasso sottocutaneo. Le gambe cambiano forma, si gonfiano e si gonfiano di larghezza di 2-3 volte (la circonferenza può raggiungere un metro e mezzo);
  • sensazione di affaticamento costante e pressione interna nell'arto colpito;
  • allungamento e sfumatura bluastra della pelle;
  • ingrossamento della pelle, incapacità di afferrarlo nella piega;
  • mobilità limitata delle articolazioni;
  • mancanza di fossa quando si preme sull'area dell'edema, dolore intenso;
  • iperpigmentazione cutanea: comparsa di macchie brune irregolari causate da un eccesso di melanina;
  • a causa dell'atrofia del sudore e delle ghiandole sebacee, la pelle è privata della sua protezione naturale contro virus, batteri e microbi. Ci sono ulcere, fistole (il più delle volte localizzate nelle pieghe interdigitali, un eccesso di linfa è secreto sulla superficie della pelle), papillomi, ulcere.

L'elefantiasi acquisita è unilaterale, mentre l'elefantiasi congenita può colpire entrambi gli arti, a volte includendo la regione inguinale.

Cause del piede di elefante

L'elefantiasi può essere congenita o primaria. Questa forma della malattia è estremamente rara: le caratteristiche del debutto e del fenotipo sono individuali per ogni paziente.

Le prime manifestazioni di peli di elefante congeniti diventano evidenti all'età di 2-3 anni, o più tardi nella pubertà. L'elefantiasi primaria si verifica a causa di disturbi congeniti dei vasi linfatici: ipoplasia o aplasia.

Le gambe dell'elefante possono essere causate da tali malattie genetiche:

  • La malattia di Milroy e la sua sottospecie: Linfedema praecox o malattia di Meiga e Linfedema tarda (linfedema tardivo). Questa è una malattia congenita, innescata da una mutazione genetica del recettore al fattore di crescita dell'endotelio vascolare (è una proteina di segnalazione coinvolta nella formazione del sistema vascolare embrionale e la crescita di nuovi vasi in un sistema già formato). La malattia ha una forma dominante di ereditarietà.
  • Sindrome di Turner-Shereshevsky (nel 24% dei casi, c'è una linfostasi nei portatori di patologia).

L'elefantiasi secondaria degli arti inferiori è associata a ostruzione o grave restringimento dei vasi linfatici. Questo potrebbe essere dovuto ai seguenti motivi:

  1. Invasioni di filaria - vermi parassiti, penetrando nel corpo umano durante il morso della zanzara di Culex pipiens quinquefasciatus. Le zanzare vivono nei paesi meridionali (Australia, Africa, Sud America): se il debutto della malattia si verifica poco dopo la visita, al paziente viene fornita una diagnosi preliminare di filariosi linfatica. I vermi vivono nei vasi linfatici, li intasano con le loro palle e provocano processi infiammatori ed edema tossico. Un esemplare adulto mantiene vitalità per 14-16 anni.
  2. Tumori del cancro L'edema può essere causato da un intervento chirurgico per rimuovere un tumore maligno, la presenza di metastasi su linfonodi e vasi sanguigni e la chemioterapia.
  3. Phlegmon, erisipela. Lo streptococco dorato, che è l'agente eziologico di queste infezioni, secerne sostanze tossiche nei vasi linfatici che danneggiano le pareti vascolari. A causa del drenaggio linfatico alterato, l'area del danno si gonfia.
  4. Vene varicose (espansione e deformazione delle vene degli arti inferiori) e sue complicanze: tromboflebiti, tromboembolismo. I nodi linfatici con le vene varicose si infiammano e aumentano di dimensioni, il che rende difficile il movimento della linfa attraverso i vasi e si accumula, causando edema.
  5. Lesioni meccaniche, congelamento 2 ° e più, brucia.
  6. Esposizione alle radiazioni L'effetto distruttivo dell'esposizione alle radiazioni influisce sul funzionamento di tutti i sistemi di supporto vitale del corpo.
  7. Complicazioni dopo malattie di natura infettiva.
  8. Sifilide, eczema cronico, lupus eritematoso.

Diagnosi della malattia

Con manifestazioni visibili della malattia d'avorio, il paziente viene osservato in un chirurgo vascolare. Se l'analisi di laboratorio conferma la filariosi, un parassitologo si unisce al paziente. Se le infezioni da streptococco sono la causa della malattia, il medico delle malattie infettive.

La diagnosi di elefantiasi viene eseguita sulla base di studi strumentali e di laboratorio, nonché di dati sull'anamnesi. Il dottore ha bisogno di scoprire:

  • se il paziente ha sofferto di malattie come: flemmone, erisipela, vene varicose, tromboflebiti;
  • se i paesi meridionali (Africa, Asia meridionale, Sud America). In questa zona climatica, la zanzara è un portatore di filarie, in relazione al quale, tra gli abitanti del posto, il piede dell'elefante è una malattia più comune rispetto alla popolazione europea o nordamericana;
  • quando è apparso il primo edema, se sono accompagnati da limitazione della mobilità articolare e del dolore;
  • se la natura del gonfiore dopo il riposo, in particolare dopo la posizione della gamba colpita sulla collina;
  • Il paziente ha lamentele sul lavoro dei reni e del cuore?

Per escludere altre possibili cause di gonfiore degli arti inferiori (in particolare, malattie del cuore e dei vasi sanguigni, pielonefrite), sono necessarie ulteriori ricerche:

  1. Analisi di laboratorio di sangue per la presenza di parassiti: le filarie sono attivate di notte, nello stesso momento è necessario effettuare lo studio.
  2. Vasi Doppler degli arti. Un modo rapido e sicuro per ottenere un'immagine della circolazione linfatica.
  3. Linfogramma radiopaco o angiografia con risonanza magnetica. Viene effettuato solo come ultima risorsa, quando altri metodi di ricerca non danno risultati.
  4. Radiografia. Il metodo di ricerca consente di visualizzare visivamente i sintomi dell'ultimo stadio della malattia dell'avorio: ispessimento dell'osso, strati uniformi o irregolari, osteoporosi, depositi di potassio nell'area della morte delle filarie. Nella diagnosi della malattia nella fase di edema lieve, una radiografia è inutile.
  5. MR. Il vantaggio principale della risonanza magnetica di fronte alla TC e all'angiografia è l'assenza di dolore e la mancanza di danni alla salute (il paziente non deve immettere un liquido di contrasto nei vasi).

Trattamento per piede d'elefante

Il compito principale del trattamento conservativo è il ripristino della linfocircolazione e l'eliminazione dell'edema. È efficace solo nelle prime fasi dell'elefantiasi, prima che il paziente abbia cambiamenti irreversibili del fibrosclerosi nell'arto.

Metodi di trattamento della patologia lieve:

  • indossare calze a compressione o bendaggio elastico di un arto;
  • pneumomassage, massaggio manuale (controindicato per le persone con trombosi venosa profonda, complicazioni di malattie infettive);
  • esercizi terapeutici

Terapia farmacologica

Il trattamento farmacologico per l'elefantiasi viene applicato nella fase di edema lieve. I farmaci angioprotettivi e venotonici (Diosmina, Esperedina, Rutozid, Ginkor fort) colpiscono le vene e i capillari: aumentano la funzionalità dei vasi sanguigni e linfatici, riducono il tasso di filtrazione dell'acqua nei capillari. Questi fondi sono sicuri e possono essere presi durante la gravidanza.

Ai primi segni di infezione vengono prescritti farmaci antifungini e antimicrobici. A seconda della situazione, vengono utilizzate cefalosporine, penicilline o macrolidi (ad esempio l'eritromicina).

La terapia con enzimi di sistema (preparazione di Wobenzym) viene utilizzata per alleviare il dolore, l'infiammazione e l'edema, nonché per ridurre gradualmente l'infiltrazione nello spazio intercellulare delle proteine ​​plasmatiche.

Trattamento chirurgico

Se la terapia conservativa per lungo tempo non produce risultati, mentre il paziente appare fibrosi irreversibile e sclerosi tessutale e l'arto acquisisce dimensioni gigantesche, sarà necessario un intervento chirurgico.

Il paziente passa attraverso diverse fasi di preparazione per l'operazione:

  1. Chiarimento dello stato attuale: analisi, studi hardware e strumentali;
  2. Una dieta speciale: una dieta comporta il completo abbandono di carne affumicata, salata, in salamoia, speziata e altri alimenti che causano ritenzione idrica nel corpo e provocano edema. Il consumo di liquidi è limitato, la percentuale di proteine ​​nella dieta aumenta.

La microchirurgia sugli arti dell'elefantiasi colpita può essere eseguita anche nella fase di edema lieve. Il compito del chirurgo è quello di ripristinare la funzione di drenaggio linfatico.

Tipi di chirurgia per piede di elefante:

  • intervento chirurgico sui vasi linfatici, finalizzato al ripristino o al miglioramento della loro funzione di drenaggio linfatico;
  • intervento chirurgico per ridurre il volume dell'area interessata dall'asportazione di tessuti molli.

Il ripristino della funzione di drenaggio linfatico è possibile quando una fistola viene posta tra il vaso linfatico e la vena più vicina (anastomosi linfatica) o la giunzione delle ghiandole del linfonodo e della vena (diffusione linfatica).

La scelta del livello di imposizione dell'anastomosi è determinata dal livello di edema massimo dell'arto. Quando le zampe degli elefanti, di solito sono sovrapposte nel triangolo femorale, sul retro del piede, lato anteromediale della tibia.

Il piede d'elefante è ben curabile nelle prime fasi di sviluppo. Dal momento dei primi segni e fino allo stadio di mostruosamente aumentare l'arto, ci vogliono molti anni: se il paziente non ha intrapreso alcuna azione per tutto questo tempo, avrà una disabilità. Se ci sono casi di elefantiasi nella famiglia, tutti i membri della famiglia dovrebbero monitorare attentamente la loro salute e consultare un medico quando le membra appaiono gonfie.

http://prolimfouzly.ru/pah/slonovost-nog.html

Cos'è il piede di elefante e come trattarlo

La malattia dell'elefantiasi delle gambe è caratterizzata da un aumento patologico degli arti inferiori dovuto al drenaggio linfatico alterato e al suo ristagno. I muscoli sono saturi di proteine, che porta alla fibrosi del tessuto sottocutaneo.

motivi

Piede di elefante congenito

I problemi nella genetica influenzano la formazione dell'intero sistema linfatico umano. Le malattie congenite che determinano l'insorgenza della malattia includono:

  • Malattia di Milroy-Meyzh;
  • Sindrome di Shereshevsky-Turner.

Un bambino all'interno dell'utero può sviluppare displasia vascolare o anomalie del sistema linfatico, che causano un eccesso di linfa.

Nel gruppo a rischio, in primo luogo, le donne di età inferiore ai 35 anni.

Avorio acquisito

Una delle cause più comuni di elefantiasi alle gambe è l'infezione da filaria. Questi parassiti influenzano il sistema linfatico e il tessuto sottocutaneo. Come risultato della loro attività vitale, le pareti dei vasi si addensano, a poco a poco intasando, il che porta alla trombosi e all'impossibilità di uscire dalla linfa. I vermi stessi formano grovigli densi e diventano anche una barriera.

Filarie si trovano nei tropici del sud. L'infezione si verifica attraverso punture di zanzara.

Altre cause di elefantiasi:

  • tumori linfonodali e linfoadenite. La malattia è causata dal trattamento dei tumori, in particolare la chemioterapia e la rimozione chirurgica.
  • Streptococco dorato e concomitante erisipela. Le tossine inducono il corpo a secernere più anticorpi e ad attaccare con loro l'area infetta del tessuto. Le cellule tendono a riparare i danni. Moltiplicandosi iperattivamente, aumentano il volume dei linfonodi.
  • Qualsiasi grave danno alla pelle (ustioni, ferite). Inizialmente, una fuoriuscita di linfa provoca un leggero gonfiore e se si agisce, si può facilmente evitare di sviluppare la malattia.
  • Le vene varicose e qualsiasi altra patologia vascolare influenzano lo scambio di fluidi corporei.

sintomi

Stadio iniziale della malattia dell'elefante

Un altro nome è linfedema. È caratterizzato da un leggero rigonfiamento della parte inferiore delle gambe alla fine della giornata o durante le mestruazioni.

Non si osservano disturbi del dolore o del movimento. Dopo aver riposato gli arti diventano normali. La pelle viene facilmente rimossa. Questa fase di solito dura un anno.

Fase di trasporto

L'edema diventa permanente, la pelle diventa blu e la palpazione è dolorosa. È impossibile piegare la pelle. Ci sono i crampi. Quando il medico fibrederm nota il primo sigillo. Sviluppa 7 anni.

Fase di blocco

L'ultimo stadio è l'elefantiasi.

Defox ha i seguenti sintomi:

  • Il tessuto connettivo cresce fortemente, allungando la pelle e dandogli una tinta bluastra.
  • La gamba sembra gonfia, gonfia e sembra un cilindro. Quando si preme non rimane fossa.
  • Appare la sindrome del dolore, stanchezza cronica.
  • Vengono avviati processi necrotici che richiedono un costante monitoraggio medico.
  • I giunti perdono la loro capacità motoria.

diagnostica

Ispezione dell'area interessata

Alla prima visita, il medico raccoglie una storia, ponendo al paziente domande su:

  • la presenza di problemi con le navi;
  • visitare i paesi del sud;
  • la natura dell'edema;
  • condizione generale del corpo, in particolare il cuore e i reni.

Successivamente, lo specialista esamina i sintomi esistenti per confermare la diagnosi e determinare lo stadio della malattia:

  • con lieve edema, la pelle è pallida, una traccia rimane con la pressione. Possibile orticaria
  • Con edema denso, i linfonodi e i canali sono facilmente palpabili. Il gonfiore sale dai piedi sopra alla coscia. La mobilità è ridotta. Il dolore si verifica quando viene toccato. Notevole aumento di volume.
  • Con la pelle di elefante, il derma è ruvido, anormalmente elastico, allungato al massimo ed è collinoso. L'estensione è notevolmente aumentata in termini di dimensioni rispetto alla norma. Si osserva la crescita del tessuto adiposo.

Prima di prescrivere il trattamento, il medico deve assicurarsi che i segni esterni non siano causati da un forte gonfiore associato alla malattia degli organi interni. A tale scopo vengono utilizzati metodi di ricerca hardware.

angiografia

Il linfogramma radiopaco è difficile da trasportare e malsano, ed è prescritto solo come ultima risorsa se altri test non hanno confermato la diagnosi.

La procedura è la seguente:

  1. Un colorante blu viene aggiunto per colorare i canali di circolazione linfatica.
  2. Un'incisione è fatta.
  3. Un grande vaso linfatico è secreto.
  4. Viene introdotta una sostanza per evidenziare l'immagine a raggi X.

Per la caratteristica dell'elefante:

  • vasi sottili di diametro irregolare;
  • flusso linfatico ai tessuti vicini;
  • cambiamenti nel numero di nodi.

Procedura analoga - angiografia con risonanza magnetica.

Vasi Doppler degli arti

Un modo rapido e sicuro per ottenere un'immagine della circolazione linfatica. Quando si esegue la mappatura Doppler, gli ultrasuoni mostreranno i seguenti sintomi:

  • linfa al rallentatore;
  • patologia nei vasi;
  • aree con tessuto connettivo aumentato;
  • difetti della valvola;
  • blocco.

Test di laboratorio

Nell'analisi del sangue, viene prestata particolare attenzione alla presenza di anticorpi contro gli elminti tropicali.

La microscopia mostra la presenza di larve filarial nel sangue. A causa del comportamento specifico dei parassiti, questa analisi viene eseguita solo di notte.

Altre volte, puoi fare un test "provocatorio": l'input di una sostanza stimolante che fa entrare le filarie nei vasi.

Quale dottore contattare?

A seconda della presunta causa dell'elefantiasi, è necessario contattare specialisti in vari campi:

  • per le infiammazioni dell'erisipela, un infettivo malato aiuterà;
  • il sospetto di vermi può confermare un parassitologo;
  • nel solito modo, qual è l'elefantiasi delle gambe e come il chirurgo ti dirà come trattarlo.

Com'è il trattamento dell'elefantiasi

Prescrivere il trattamento, il medico persegue i seguenti obiettivi:

  • ripristino della normale circolazione linfatica;
  • guarigione vascolare;
  • ritorno dell'attività motoria.

Trattamento farmacologico

Effettivamente nei primi 2 stadi della malattia e viene effettuato per:

  • normalizzazione dei processi metabolici in cellule e tessuti;
  • rafforzamento della nave;
  • prevenire l'aumento della fibrosi.

Di solito danno i seguenti farmaci:

  • angioprotettori per i vasi sanguigni;
  • antistaminici e diuretici per il gonfiore;
  • agenti antispasmodici ripristinano il flusso linfatico;
  • complessi vitaminici e minerali per migliorare le condizioni della pelle;
  • enzimi per eliminare il tessuto grasso;
  • antinfiammatorio per ridurre il dolore;
  • sostanze biostimolanti per ammorbidire l'edema ruvido.

Trattamento chirurgico

Con il rapido sviluppo del piede di elefante o la recidiva dell'erisipela, è necessario un urgente aiuto del corpo per creare nuovi percorsi per il prelievo di linfa.

Come preparazione, vengono eseguite le seguenti azioni:

  • Inizia con analisi e ricerche aggiuntive per comprendere la situazione attuale.
  • Quando l'infiammazione ha prescritto antibiotici.
  • Il medico fa una dieta speciale con un minimo di sale e un maggiore contenuto di proteine ​​per una migliore riabilitazione. Anche l'assunzione di liquidi è limitata.

In medicina, ci sono diversi metodi di trattamento chirurgico della malattia. Il chirurgo sceglie l'appropriato in ciascun caso, in base allo stadio, ai sintomi e alla presenza di malattie di fondo:

  • Restauro dei vasi sanguigni.
  • Creare anastomosi.
  • Ridurre il volume di un arto tagliando gradualmente il grasso in eccesso.

Dopo l'intervento, il carico sulle gambe aumenta gradualmente. Un ciclo aggiuntivo di antibiotici è prescritto per la riabilitazione e vengono prescritte procedure di fisioterapia.

L'operazione ha controindicazioni:

  • Malattie dei polmoni, del fegato o del sistema cardiovascolare.
  • Vecchiaia

Trattamento di rimedi popolari

I metodi tradizionali fanno bene con i sintomi dell'elefantiasi nelle fasi iniziali, ma non possono essere curati.

Le cause e il trattamento dell'elefantiasi dei piedi sono determinati solo da uno specialista. L'auto-trattamento è severamente sconsigliato per evitare complicazioni.

  • 250 gr. aglio tritato per far stare insieme con 350 grammi. miele nel posto inaccessibile al sole entro 7 giorni. La miscela è usata su 1 ° giorno 3 volte al giorno per 30 minuti prima dei pasti Il corso dura un mese. L'aglio pulisce la linfa e rafforza i vasi sanguigni. Il miele sostiene l'immunità.
  • L'infusione di foglie di nocciolo guarisce le ulcere e migliora il flusso sanguigno. Per la sua preparazione prendere 2 cucchiai. fogliame secco, infuso in un thermos 0,5 l. acqua bollente e insistere per circa 2 ore. Prendi 100 ml. 4 volte al giorno per 1 ora prima dei pasti.

Trattamenti aggiuntivi

L'elefantiasi è eccellente per la prevenzione e il trattamento nelle fasi iniziali e senza assumere potenti farmaci. L'approccio dovrebbe essere completo e il processo di recupero dovrebbe essere sotto la costante supervisione di un medico.

Applica i seguenti metodi:

  • Indossare indumenti a compressione. I golf aiutano a combattere l'edema, spremendo lo spazio extracellulare e rimuovendo il liquido in eccesso.

La maglieria medica ha una serie di controindicazioni, quindi non è consigliabile iniziare a indossarla da soli.

  • Massaggio linfodrenante Colpisce il sistema linfatico, migliorando il suo funzionamento e promuovendo l'eliminazione delle tossine.
  • Esercitare la terapia. Gli esercizi devono essere fatti in una maglia di compressione.
  • Vari tipi di fisioterapia.

Prevenzione dell'elefantiasi

Nelle prime fasi di sviluppo, l'elefante risponde bene al trattamento. Ma se i casi di malattia sono stati registrati in famiglia, i pazienti con una diagnosi e le persone appena predisposte devono monitorare attentamente la propria salute per poter adottare misure preventive in tempo.

  • Tratta anche i piccoli edemi. Ciò faciliterà l'auto-massaggio, alzando le gambe sopra il bacino, assumendo farmaci dopo aver consultato uno specialista.
  • Corretta alimentazione e controllo del peso I chili in più caricano il sistema linfatico e contribuiscono al gonfiore delle gambe. Alimenti salati e piccanti, cibi ricchi di carboidrati facilmente digeribili (dolci, pasticcini) sono controindicati.
  • Igiene personale Non permettere malattie della pelle ed erisipela. Per fare questo, si dovrebbe lavare regolarmente i piedi con un sapone battericida idratante e indossare solo tessuti naturali.
  • Le calzature comode che non vincolano una gamba.
  • Esercizio regolare L'ipodynamia porta alla stagnazione delle gambe e contribuisce all'aumento di peso.
  • Sia con tempo soleggiato che con il gelo, bisogna vestirsi in base alla stagione ed evitare il congelamento o le ustioni.

Elefantiasi - una malattia sgradevole degli arti inferiori, che si esprime non solo nella perdita dell'attività motoria, ma anche nell'aspetto repellente.

C'è una cura, ed è meglio avviarlo in una fase iniziale. Se ci sono tali casi nella famiglia, allora il resto dei suoi membri dovrebbe monitorare attentamente la loro salute e osservare le misure preventive.

http://noginashi.ru/o-nogax/prichiny-i-lechenie-slonovosti-nog.html

Clonovost. Cause, sintomi e segni, diagnosi e trattamento della patologia

Il sito fornisce informazioni di base. Diagnosi e trattamento adeguati della malattia sono possibili sotto la supervisione di un medico coscienzioso. Qualsiasi farmaco ha controindicazioni. Consultazione richiesta

L'elefante, noto anche come linfedema o elefantiasi, è una malattia rara che deturpa il corpo umano. Il ristagno linfatico nell'arto porta al fatto che i prodotti metabolici non vengono rimossi dal tessuto. Le molecole proteiche si degradano, causando la formazione di fibre fibriniche. Nel tempo, il tessuto connettivo grossolano si sviluppa nel sito di edema tra i muscoli. L'estremità aumenta significativamente di dimensioni e assume la forma di un cilindro, esternamente simile alle zampe di un elefante. La pelle sulle aree colpite è coperta da crepe, ulcere e verruche.

L'elefantiasi può essere causata da debolezza congenita del sistema linfatico, traumi, parassiti e batteri.

Nel mondo, oltre 300 milioni di persone soffrono di edema linfatico. Tutti loro sono a rischio di sviluppare l'elefantiasi. Solo linfedema causato da malattie del filaride nei tropici colpisce 120 milioni di persone. In paesi con un clima temperato, questa malattia è molto meno comune. Qui, i casi di elefantiasi sono più spesso associati a erisipela, operazioni per rimuovere le ghiandole mammarie e i linfonodi.

Secondo le statistiche, l'elefantiasi si verifica principalmente negli arti inferiori, fino al 95% di tutti i casi. Ma si verificano elefantiasi delle mani, dei genitali, delle ghiandole mammarie e del viso. Nel 70% della sconfitta unilaterale.

Fatti interessanti su elefantesimo

  • I residenti dell'Asia meridionale e dell'Africa soffrono più spesso di europei e nord americani. In loro, la malattia è causata da un parassita trasportato dalle zanzare.
  • I dottori antichi credevano erroneamente che l'elefantiasi fosse trasmessa da persona a persona attraverso l'aria.
  • Non solo gli esseri umani, ma anche gli animali, in particolare i cavalli, soffrono di elefantasia.
  • Elefantasia si verifica prevalentemente nelle donne.

Cause di elefantia

L'elefantiasi primaria è causata da disturbi congeniti del sistema linfatico.

  • sottosviluppo o displasia dei vasi linfatici
  • La malattia di Milroy - Meyzha
  • Sindrome di Shereshevsky-Turner
  • produzione eccessiva di linfa
Queste malattie ereditarie causano disturbi nel sistema linfatico. I capillari linfatici sono troppo sottili o dilatati e tortuosi. Allo stesso tempo, il deflusso della linfa dall'organo viene disturbato, l'edema appare, trasformandosi in elefantiasi nel tempo. Le anomalie congenite causano linfedema primario e causano elefantiasi in entrambe le gambe. Si verifica in adolescenti e giovani donne sotto i 35 anni.

L'elefantiasi secondaria è associata a danni al sistema linfatico di diversa natura. Può apparire a qualsiasi età.

  1. Violazioni della pervietà dei linfonodi causate da:
    • tumori
    • chemioterapia
    • rimozione dei linfonodi

    Il linfonodo colpito manca la linfa male. Si accumula nei vasi sottostanti, li allunga e assorbe il tessuto. Il ristagno prolungato porta a un grave edema dell'arto e alla germinazione del tessuto connettivo.
  2. Infezione streptococcica causata da streptococco dorato
    • erisipela
    • flemmone
    Negli ammalati, gli streptococchi si moltiplicano nei capillari linfatici. Le tossine secrete dai batteri causano una reazione allergica. L'attacco delle cellule immunitarie sulla zona interessata provoca un aumento della divisione cellulare e un aumento del volume dei tessuti.
  3. Danni ai vasi linfatici che si verificano durante
    • lesioni estese
    • congelamento
    • ustioni

    Successivamente i danni ai vasi linfatici causano la loro ostruzione. Di conseguenza, una grande quantità di linfa rimane nel tessuto. Se non si elimina la causa, l'edema cronico si trasforma gradualmente in elefantiasi. Particolarmente ad alto rischio nelle persone che soffrono di ripetute erisipele.
  4. Patologia vene
    • vene varicose
    • sindrome postthrombophlebitis

    La sconfitta delle vene profonde interrompe la nutrizione e il funzionamento dei tessuti molli delle gambe. In seguito, i cambiamenti si sono diffusi ai vasi linfatici - la loro permeabilità è disturbata, portando al ristagno della linfa. Le cellule alterate del sistema linfatico e dei vasi sanguigni diventano l'habitat dei batteri. Le tossine batteriche causano intossicazione e allergie del corpo. Questo si manifesta con eruzioni cutanee e proliferazione patologica dei tessuti.
  5. Infettare le filarie

Una persona viene infettata dalla filaria quando viene morsa da una zanzara e una zanzara. Questi insetti sono portatori di parassiti. Le filarie sono elminti o vermi che vivono nei vasi linfatici. Tessendo in grovigli, intasano il lume della nave, che porta al suo allungamento e infiammazione. La reazione allergico-tossica del corpo ai vermi provoca gonfiore e proliferazione del tessuto connettivo.

Sintomi di elefantiasi

Diagnosi di elefantiasi

Quale dottore contattare?

Se l'aspetto di elefantiasi è associato a erisipela ripetuta, è necessario contattare uno specialista in malattie infettive. Quando è infetto da filaria, è necessaria una consulenza per il parassitologo. In altri casi di elefantiasi il chirurgo è impegnato.

Al primo ricevimento, il medico chiederà i tuoi sentimenti, condurrà un esame e prescriverà ulteriori ricerche.

intervista

Ispezione dell'area interessata

Durante l'esame dell'area danneggiata, il medico richiama l'attenzione sui sintomi che confermano l'elefantiasi. Durante il corso della malattia, ci sono tre fasi, ognuna delle quali ha le sue caratteristiche.

Stadio I - lieve gonfiore (cambiamenti reversibili). Primi 6-8 mesi

  1. Edema degli arti asimmetrici
  2. Lieve gonfiore - dopo aver premuto la fossa rimane
  3. La pelle è pallida, facilmente spostata, ma difficilmente raccolta nella piega
  4. Eruzione pruriginosa, simile all'orticaria

Stadio II - edema stretto, inizia 2-7 anni dopo l'insorgenza della malattia.
  1. Sotto la pelle si avvertono i vasi linfatici dilatati.
  2. L'edema si estende alla parte inferiore della gamba e alla coscia.
  3. Il movimento nelle articolazioni è limitato, ma non c'è dolore
  4. La pelle è tesa, tesa e immobile
  5. La pelle è molto sensibile alla pressione quando c'è dolore.
  6. L'arto interessato è significativamente aumentato in termini di dimensioni rispetto a quelli sani

Stadio III - elefantiasi, dopo 7-15 anni dal momento in cui compaiono i primi sintomi.
  1. Ispessimento dello strato corneo dell'epidermide: la pelle è ruvida, spessa, corneo, immobile
  2. Numerose crepe, papillomi, eruzioni cutanee, verruche, grandi ulcere trofiche.
  3. I vasi linfatici si rompono, attraverso i quali scorre la linfa.
  4. I linfonodi sono ingranditi. Dopo 6-8 mesi, i nodi diventano infiammati e dolorosi.
  5. L'arto è cilindrico. La sua superficie è deformata - poryta collinette.
  6. La differenza nel volume degli arti malati e sani può superare i 50 cm

Nelle fasi successive della malattia, il medico fa una diagnosi basata su segni esterni. Ma per un chiarimento potrebbe richiedere una diagnostica strumentale. I metodi moderni consentono di distinguere l'elefantia dall'edema causato da insufficienza venosa cronica, malattie cardiache e malattie renali.

angiografia

In caso di elefantiasi, viene utilizzato uno dei tipi di angiografia: linfografia radiopaca. Questo metodo di ricerca è piuttosto complicato in esecuzione, inoltre, un agente di contrasto danneggia i vasi linfatici.

indicazioni:

  • gonfiore degli arti;
  • disturbi del flusso linfatico e della circolazione sanguigna;
  • anomalie dello sviluppo vascolare.
Un'iniezione di colorante viene fatta nello spazio interdigitale. Il blu di metilene diffonde l'arto, macchiando i vasi linfatici. Il medico taglia la pelle, rilascia un grande vaso linfatico e inietta una soluzione di un agente di contrasto che intrappola i raggi X con una siringa. Dopo di ciò, viene realizzata una serie di raggi X, in cui sono visibili i contorni dei vasi linfatici.

Con l'elefantesimo, le seguenti modifiche sono evidenti:

  • le navi sono fortemente ristrette o completamente bloccate;
  • impoverimento del modello vascolare - non tutti i vasi linfatici sono visibili;
  • aree dell'espansione dei vasi sanguigni;
  • assottigliamento delle pareti dei vasi;
  • il rilascio di contrasto nel tessuto circostante;
  • Contrasto Contrario

Vasi Doppler degli arti

L'esame ecografico dei vasi linfatici viene eseguito secondo il metodo della mappatura Doppler a colori. Il dispositivo, come un radar, cattura la corrente della linfa, creando sullo schermo un'immagine a colori dei vasi linfatici. Questo studio è completamente indolore e sicuro.

indicazioni:

  • linfonodi ingrossati;
  • vene varicose e tromboflebiti;
  • edema linfatico.
Segni di elefantiasi su ultrasuoni:
  • aree di blocco e costrizione nei vasi linfatici;
  • aree varicose dilatate, con flusso fluido lento;
  • la presenza di coaguli di sangue o grappoli di filaria nel lume dei vasi;
  • sconfitta di valvole in grandi navi;
  • un aumento del numero di capillari linfatici nel linfedema primario;
  • accumulo di tessuto connettivo sotto la pelle e nello spazio intermuscolare.

Esami del sangue di laboratorio

  1. Il test sierologico è lo studio del siero del sangue, che rivela la presenza di anticorpi specifici alle filarie. Questi anticorpi sono speciali molecole proteiche. Sono prodotti da cellule del sistema immunitario per la neutralizzazione dei prodotti di scarto dei parassiti.

Metodi di rilevazione degli anticorpi:

  • reazione di precipitazione ad anello;
  • reazione di emoagglutinazione indiretta;
  • saggio immunoenzimatico.
  • L'esame emocromocitometrico completo è un test di laboratorio del sangue che comprende il conteggio di tutti i tipi di cellule del sangue, determinandone le caratteristiche e il rapporto tra loro.
    • il livello di eosinofili è aumentato più volte> 0,4 ​​* 10 ^ 9 / l
    • il livello di albumina è ridotto, inferiore a 35 grammi / litro;
    • aumento della coagulazione del sangue.
  • Microscopia del sangue: lo studio del sangue al microscopio. Fai uno spesso striscio di sangue su un vetrino e tingilo con tinture all'anilina secondo il metodo Gram. Quando si studia al microscopio, vengono rilevate microfilarie. Hanno l'aspetto di sottili fili viola.

    Le larve del filarario entrano nel sangue periferico durante la notte. Pertanto, le analisi del sangue dei vasi periferici vengono prese di notte.

  • Test di provocazione alla dietilcarbamazina
    Una persona riceve 50 mg di dietilcarbamazina. Un'ora dopo, un esame del sangue viene eseguito da una vena o da un dito. Il farmaco stimola il rilascio di larve nei capillari sanguigni periferici e può essere facilmente rilevato dall'esame microscopico del sangue.
  • La comparsa di reazioni allergiche sulla pelle dimostra anche l'infezione da filaria.

    Ulteriori metodi di indagine

    1. Raggi X degli arti. La radiografia non consente la visualizzazione di cambiamenti nei tessuti molli. Ma l'immagine mostra i sintomi dell'elefantiasi:
      • ispessimento delle ossa con 3 gradi di elefantiasi;
      • segni di osteoporosi;
      • strati lisci o ondulati sulla superficie dell'osso;
      • depositi di calcio nel sito della morte di parassiti.
    2. La termografia è un metodo di studio della radiazione infrarossa che proviene dal corpo umano. Questo metodo non è indipendente. Viene utilizzato in combinazione con i raggi X per perfezionare e condurre studi statistici scientifici.

    sintomi:

    • una diminuzione della temperatura dell'arto interessato di 1,5 gradi rispetto a quella sana, che indica una violazione della circolazione sanguigna;
    • diminuzione della temperatura dell'arto colpito dopo l'esercizio;
    • aumento della temperatura locale nei fuochi dell'infiammazione;
  • Imaging a risonanza magnetica. Il metodo di visualizzazione layer-by-layer di sezioni dell'arto malato. Si basa sull'eccitazione degli atomi di idrogeno nelle cellule sotto l'azione delle onde elettromagnetiche. Il suo vantaggio rispetto alla tomografia computerizzata e all'angiografia è che non è necessario introdurre agenti di contrasto nei vasi.

    sintomi:

    • luoghi di costrizione o blocco completo del sistema linfatico e dei vasi sanguigni;
    • grovigli di filaria nel lume del vaso;
    • depositi di calcio sulle pareti dei vasi sanguigni;
    • capillari varicosi e linfatici e loro rotture;
    • confine uniforme tra lo strato muscolare e il grasso sottocutaneo;
    • nelle fasi iniziali, la densità del tessuto adiposo sottocutaneo si riduce e nelle fasi successive si notano segni di germinazione da parte delle fibre fibrose;
    • crescita di fibre di tessuto connettivo grossolane.
  • Linfoscintigrafia - introduzione ai vasi linfatici del farmaco Lymphocis, che contiene piccole dosi di una sostanza radioattiva. Gli isotopi penetrano nei capillari, dove la loro presenza viene catturata da una camera speciale. Questa procedura non richiede la dissezione della pelle.

    La malattia è confermata da tali cambiamenti:

    • Il rallentamento del tasso di diffusione del farmaco - dalle dita dei piedi alla parte inferiore della gamba per più di 12 minuti, alla coscia più di 18.
    • Rallentando il riassorbimento del farmaco nei tessuti.
  • McClure Blister Test - Aldrich. Nell'epidermide delle gambe malate e sane iniettate con 0,2 ml di soluzione salina. Piccole vescicole si formano nella pelle. Con l'elefantiasi, la vescica sulla gamba malata scompare in 5-10 minuti, che è associata ad una maggiore capacità del tessuto edematoso di assorbire il liquido. La vescica su un piede sano si risolve in 40-50 minuti.
  • trattamento

    Trattamento farmacologico

    Obiettivi del trattamento farmacologico per l'elefantiasi:

    • ridotta formazione linfatica;
    • miglioramento della nutrizione tissutale;
    • rimozione di prodotti di cambio;
    • miglioramento dei vasi linfatici e della circolazione linfatica;
    • prevenzione della crescita del tessuto fibroso.

    Trattamento dell'elefantiasi causato dalla filaria

    Trattamento dell'elefantiasi causato da streptococchi

    Trattamento di elefantiasi primaria

    In questo caso, i farmaci possono solo migliorare la condizione. Per una cura completa è necessaria la ricostruzione chirurgica dei vasi linfatici.

    Il trattamento dell'elefantiasi secondaria, dipende dallo stadio e mira a combattere la causa della malattia.

    Trattamento per l'elefantiasi stadio 1 (edema lieve)

    Trattamento di elefantiasi stadio II (edema irreversibile)

    Trattamento di elefantiasi stadio III. Terapia di supporto

    Trattamento senza farmaci

    La ricerca moderna ha dimostrato che trattare l'elefantiasi senza farmaci può essere molto efficace. Le sue aree principali sono:

    • maglieria a compressione;
    • massaggio linfatico;
    • esercizio terapeutico;
    • procedure fisioterapeutiche;
    • balneoterapia.
    Maglieria a compressione per capelli di elefante.Nelle prime settimane di trattamento, una benda stretta viene utilizzata con una benda a basso allungamento. Se in questa fase raccogliete maglieria (calze, calze), dopo l'eliminazione dell'edema, diventerà libero e non svolgerà la sua funzione.

    Raccomandazioni per l'uso corretto delle bende elastiche:
    Il meccanismo dell'azione terapeutica. Il bendaggio elastico e la maglieria a compressione proteggono l'arto, aumentano la pressione del tessuto, aiutano a rimuovere il liquido dallo spazio extracellulare nei capillari e riducono il gonfiore. La rimozione di tossine e molecole proteiche impedisce la formazione di fibre di fibrina.

    tecnica

    1. Bendare la gamba immediatamente dopo il risveglio, senza cadere dal letto.
    2. Sulle parti sporgenti imporre una guarnizione morbida in gommapiuma o cotone, spessa circa 0,5 cm.
    3. Per assorbire il sudore sotto la benda si consiglia di indossare una manica di tessuto di cotone.
    4. La benda è uniformemente tesa, assicurando che non si formino pieghe trasversali.
    5. Bendate bene l'arto, in modo che ogni successiva metà rotonda coprisse la precedente.
    Controindicazioni
    • gonfiore;
    • congestione linfatica;
    • vene varicose e vasi linfatici.
    • lesioni cutanee infettive;
    • tumori maligni;
    • violazione della pervietà delle arterie;
    • insufficienza cardiaca scompensata.
    Massaggio linfatico. Massaggio manuale o hardware (microcorrente, vuoto, terapia di processo), che contribuisce al miglioramento del flusso linfatico colpendo capillari, vasi e nodi linfatici.
    Il massaggio inizia con il più distante dal centro delle parti del corpo: dita delle mani o dei piedi. Movimenti fluidi lungo i vasi linfatici contribuiscono al progresso della linfa nel corpo.

    Il massaggio linfatico viene eseguito da uno specialista. Durante la procedura, i vasi e i linfonodi non devono essere feriti e bloccati. Dopo il corso del massaggio, è necessario continuare il trattamento in modo indipendente. Stenditi sul divano, solleva le gambe e appoggialo al muro. Rimani in questa posizione per 15 minuti. 5-7 minuti massaggiare i piedi dalle dita al ginocchio. Tempo rimanente dal ginocchio all'inguine.

    Dopo il massaggio, quando il gonfiore è diminuito, le gambe sono imbrattate con un unguento di troxevazine, fasciate o indossate una calza di compressione.

    Il meccanismo dell'azione terapeutica. Migliora le condizioni delle pareti vascolari. Rimuove la linfa e le molecole tossiche di grandi dimensioni, elimina il ristagno e l'edema. Con l'aiuto del massaggio, la velocità del flusso linfatico aumenta 6-8 volte.

    Protivokazaniya

    • edema linfatico;
    • vene varicose e vasi linfatici.
    • malattie respiratorie acute e infettive;
    • lesioni cutanee purulente e fungine sulla zona massaggiata;
    • insufficienza cardiaca;
    • tromboflebite;
    • tumori benigni e maligni.
    Terapia fisica. Un complesso speciale di esercizi fisici volti a migliorare il movimento della linfa. Le lezioni si svolgono solo nella maglieria a compressione.
    Una serie di esercizi per il drenaggio linfatico dagli arti inferiori
    Il resto degli esercizi si svolgono seduti sul pavimento con le gambe raddrizzate.

    Gli esercizi vengono eseguiti lentamente e senza intoppi. Ciascuno viene eseguito 3-10 volte. Aumentare gradualmente il numero di ripetizioni.

    Il meccanismo dell'azione terapeutica. Gli esercizi fanno funzionare la pompa muscolare. Le contrazioni muscolari promuovono l'evacuazione del fluido dai tessuti ai vasi.

    tecnica

    1. In posizione prona, esegui la bici con un piede. L'altra mente e rimane immobile.
    2. Piegare le dita dei piedi, tenere premuto per 2 secondi. Raddrizza e allarga le dita. Rilassa il piede.
    3. Ruota entrambi i piedi in diverse direzioni.
    4. In alternativa, scrivi il piede otto.
    5. Piegare le gambe e premere i talloni sulla parte posteriore delle cosce. I piedi premuti sul pavimento. Raddrizzare lentamente le gambe.
    6. Piega le ginocchia. Premi le ginocchia insieme. Quindi allarga le gambe - premi le ginocchia sul pavimento. Raddrizza le gambe.
    7. Sollevare la gamba con un angolo di 30-40 gradi. Descrivi il cerchio in senso orario e nella direzione opposta.
    Controindicazioni
    • disturbi della linfa e del flusso venoso;
    • gonfiore degli arti inferiori.
    • malattie infettive associate a febbre;
    • patologie gravi del sistema cardiovascolare.

    procedure Fizioterapefticheskie;

    1. Elettroforesi con lidazy o altri preparati enzimatici. Il metodo combina gli effetti sui tessuti della corrente galvanica e l'introduzione di farmaci. La tecnica consente di ottenere un'alta concentrazione del principio attivo nel posto giusto e di migliorare la circolazione del fluido nel tessuto.
    2. La terapia magnetica. I dispositivi causano segnali bioelettrici che causano la contrazione delle pareti del vaso. Così, la circolazione di una linfa e un sangue venoso migliora, l'effetto antiedematoso e antiincendiario è presentato. I più efficaci per combattere il ristagno linfatico sono dispositivi del tipo Cascade.
    3. Fonoforesi con preparati enzimatici: caripain, longidasi, streptochinasi. Farmaci iniettati con onde ultrasoniche, ripristinare la permeabilità dei vasi sanguigni e migliorare la microcircolazione. Dissolvono le fibre di fibrina e rallentano l'indurimento dell'edema con l'elefantiasi.
    4. Laser terapia I dispositivi "Pattern-2k", "Azor-2k" con radiazioni laser a bassa energia non danneggiano l'integrità della pelle, ma influenzano i tessuti profondi. Attivano tutti i processi nel corpo, migliorano la microcircolazione vascolare, riducono il gonfiore e il disagio nell'arto.
    5. Terapia di Amplipulse. Per il trattamento viene utilizzata una corrente sinusoidale alternata modulata in ampiezza. Le oscillazioni attuali provocano contrazioni ritmiche delle fibre muscolari dei muscoli scheletrici e dei vasi sanguigni, migliorando così la nutrizione dei tessuti.
    Controindicazioni
    • gonfiore;
    • disturbi del flusso sanguigno e linfatico;
    • processi infiammatori.
    • intolleranza individuale;
    • tumori benigni e maligni;
    • lesioni cutanee purulente nel sito dell'apparato.
    balneoterapia - trattamento con acque minerali. Quando elefantiasi mostra bagni di solfuro (idrogeno solforato) e carbonato. Migliorano il metabolismo e assicurano l'escrezione dei prodotti metabolici. quando i bagni di elefantiasi vengono mostrati a temperatura ambiente Con l'elefantiasi, viene mostrato il trattamento nelle località: Sochi, Hot Key, Pyatigorsk, Truskavets, Ust-Kachka.

    Controindicazioni:

    • gonfiore;
    • funzione della pelle compromessa;
    • ipercheratosi.
    • asma bronchiale;
    • ha subito un infarto e ictus;
    • ulcera peptica;
    • malattie croniche del fegato e dei reni;
    • tireotossicosi.

    Trattamento chirurgico dell'elefantiasi

    Gli obiettivi di funzionamento per l'elefantia sono la creazione di nuovi percorsi per il drenaggio linfatico e una riduzione del volume dell'area interessata.

    Indicazioni per la chirurgia:

    • la stasi linfatica progredisce;
    • proliferazione del tessuto connettivo negli arti;
    • si formano sacchi linfatici;
    • erisipela ricorrente;
    • sindrome del dolore.
    Controindicazioni:
    • malattie del sangue e del sistema cardiovascolare;
    • patologia grave dei polmoni e del fegato;
    • vecchiaia
    Prepararsi per la chirurgia.
    1. È necessario effettuare un cardiogramma, una radiografia del torace, per eseguire esami del sangue, delle feci e delle urine per identificare le controindicazioni per la chirurgia.
    2. Se l'esame ha rivelato un processo infiammatorio, quindi prescrivere un ciclo di antibiotici e posticipare l'operazione per 4-6 settimane.
    3. Risonanza magnetica dell'area interessata per chiarire la condizione della malattia e pianificare l'operazione.
    4. Una dieta arricchita con vitamine e proteine ​​per rafforzare le difese dell'organismo. Una nutrizione migliorata aiuta a spostare bene l'operazione ea recuperare rapidamente. Limitare l'assunzione di liquidi e sale.
    5. 3 giorni prima dell'intervento, viene prescritto un ciclo di antibiotici della durata di 10 giorni per prevenire complicazioni purulente.
    6. 3 giorni prima dell'operazione, trental viene iniettato per via endovenosa - 5 ml, complamin - 2-4 ml, reopolyglucin - 400 ml. Il contagocce viene messo quotidianamente per migliorare le condizioni generali del corpo.
    Vari metodi di trattamento chirurgico di elefantiasi
    • Ripristino della pervietà delle vene e dei vasi linfatici;
    • Sovrapposizione di anastomosi linfonodali - i vasi linfatici sono collegati alla grande vena safena;
    • Flusso in fase o monofase della pelle invasa, del tessuto sottocutaneo e della fascia. L'obiettivo è ridurre il volume dell'arto. Dal ginocchio alla caviglia, vengono eseguite 2 incisioni longitudinali semilunari e viene rimosso il tessuto in eccesso. Una tecnica simile è usata per la chirurgia dell'anca.
    Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico
    1. Dopo che il chirurgo ha ricucito una ferita, l'estremità è fasciata strettamente. Camminare con le stampelle senza carico sulla gamba è possibile per 2-3 giorni. Il carico dosato sulla gamba è consentito per 5-7 giorni: puoi camminare lungo il corridoio con una canna.
    2. A 12-14 giorni dall'intervento, i punti vengono rimossi. Da questo punto in poi, il carico può essere gradualmente aumentato.
    3. Dopo l'operazione, continuano a prendere antibiotici per 7 giorni per prevenire la suppurazione della ferita.
    4. L'iniezione lidazy aiuta a ridurre la probabilità di cicatrici cheloidi. Intramuscolarmente 1 volta al giorno per 64 UI per 20 giorni.
    5. In futuro, è necessario eseguire il complesso di ginnastica sopra descritto per il drenaggio linfatico.
    6. Le procedure di fisioterapia accelerano la guarigione e aiutano ad abbreviare il periodo di riabilitazione:
      • Induzione delle ghiandole surrenali - per normalizzare la produzione di ormoni steroidei e prevenire la comparsa di cicatrici cheloidi;
      • La terapia magnetica delle ferite postoperatorie riduce gonfiore, dolore e infiammazione, favorisce una guarigione più rapida e migliora le funzioni protettive della pelle.

    Trattamento dei rimedi popolari della pelle di elefante

    • Aglio con miele. Tritare 250 g di aglio sbucciato in un frullatore. Mettere in un piatto di vetro, aggiungere 350 g di miele e mescolare accuratamente. Lasciare in infusione in un luogo buio per una settimana. Bevi un cucchiaio 3 volte al giorno per mezz'ora prima dei pasti. Il corso del trattamento è di 1 mese. Le sostanze presenti nell'aglio puliscono la linfa dai prodotti metabolici e stimolano la contrazione della parete muscolare delle navi. Il miele rafforza il sistema immunitario e migliora la circolazione sanguigna.
    • Cicoria con zenzero 1 cucchiaino di radice di cicoria tritata e un pizzico di radice di zenzero in un bicchiere di acqua bollente. Un corso di 10 giorni, poi una pausa di sette giorni e un trattamento ripetuto. La bevanda rimuove le tossine, ha un effetto vasodilatatore, accelera il movimento della linfa e del sangue nel corpo. Riduce le allergie.
    • Tè alle foglie di nocciolo. 2 cucchiai di foglie di nocciole tritate si addormentano in un thermos e versano 0,5 litri di acqua bollente. Lasciare in infusione per 2 ore. Prendi mezza tazza un'ora prima dei pasti 4 volte al giorno. Migliora la circolazione del sangue degli arti inferiori, cura le ulcere trofiche.

    Prevenzione dell'elefantiasi

    Attenzione speciale alla prevenzione di elefantiasi, è necessario pagare a persone che hanno avuto tromboflebiti, erisipela, lesioni estese, ustioni, congelamento, rimozione dei linfonodi.

    Cosa fare?

    • Trattare tempestivamente il gonfiore, identificare ed eliminare la causa.
    • Mangia bene: mangia più verdura e frutta,
    • Segui l'igiene. Una volta al giorno, lavare i piedi con acqua e sapone, asciugarli accuratamente, indossare calze fatte di materiali naturali.
    • Trattare le lesioni cutanee con perossido o soluzione verde brillante.
    • Esercizio: per visitare la piscina almeno una volta alla settimana, fare ginnastica per 15 minuti, 1-2 volte al giorno.
    Cosa evitare?
    • cibi salati e carboidrati
    • obesità
    • inattività
    • ricorrenza di erisipela, mostra la profilassi antibiotica bicillin-5
    • lesioni cutanee, infezioni fungine
    • scottatura
    • indossare scarpe strette
    Ricorda che l'elefantiasi può essere curata solo nella fase iniziale, quando si manifesta come lieve edema passeggero. Pertanto, sii attento alla tua salute e cerca prontamente assistenza medica.

    http://www.polismed.com/articles-clonovost-prichiny-simptomy-i-priznaki-diagnostika-patologii.html

    Altri Articoli Su Vene Varicose