Segni di emorragia polmonare - sintomi e cause, cure di emergenza, conseguenze

Con la complicazione di malattie del sistema respiratorio è spesso il deflusso di sangue dai vasi bronchiali polmonari. La comparsa di tali segni richiede un intervento medico urgente, misure di emergenza. Il ritardo nell'emorragia polmonare (LK) è irto della morte del paziente.

classificazione

In medicina, è consuetudine sistematizzare la perdita di sangue in condizioni patologiche. Per l'emorragia polmonare è caratterizzata dalla presenza di tre forme. Hanno caratteristiche speciali:

Sviluppo di gemotorace - accumulo di sangue nella cavità pleurica

Il lato esterno del sistema respiratorio

La combinazione di segni interni esterni

Secondo la gravità, viene adottata la seguente classificazione di sanguinamento dal polmone:

La quantità di sangue rilasciato, ml / giorno

Abbassare la pressione sanguigna (BP)

INFERNO fino a 80 mm Hg. colonna

Cianosi della pelle, delle mucose

Fatale (con sanguinamento fulminante)

INFERNO sotto 80 mm Hg. colonna

Sintomi di emorragia polmonare

La condizione generale del paziente dipende dalla dimensione della perdita di sangue. Con una lieve lesione dei vasi polmonari si osserva emottisi. Per questa fase di sviluppo della patologia, le seguenti caratteristiche sono caratteristiche:

  • tosse secca e agonizzante;
  • l'inizio della separazione dell'espettorato di muco con le vene del sangue;
  • la comparsa di grumi durante l'espettorazione;
  • sguardo pallido;
  • mancanza di respiro;
  • disagio, dolore toracico;
  • febbre;
  • palpitazioni cardiache;
  • letargia;
  • ipotensione;
  • dispnea.

Prima di sanguinamento polmonare, il paziente può sentire un solletico, gorgoglio in bocca. C'è una sensazione di bruciore sul lato della lesione della nave. Puoi guardare:

  • scarico di sangue di colore rosso vivo in un rivolo, con espettorato, schiuma;
  • comparsa di strisce di sangue nelle masse fecali;
  • sguardo spaventato;
  • sentimento di paura;
  • perdita di equilibrio;
  • tinnito;
  • sudore freddo;
  • tachicardia;
  • menomazione della vista;
  • respirazione rapida;
  • vertigini;
  • rantoli umidi;
  • febbre;
  • convulsioni;
  • la debolezza;
  • vomito;
  • perdita di coscienza;
  • asfissia.

Numerose malattie possono provocare gravi emorragie. Una causa comune del fenomeno sono le patologie infettive - stafilococco, tubercolosi, meningococco, danno polmonare parassitario. L'emorragia polmonare può causare tali malattie:

  • fibrosi polmonare;
  • infarto polmonare;
  • tracheobronchite diffusa;
  • embolia polmonare;
  • bronchiectasie;
  • ipertensione;
  • cardio;
  • malattie cardiache;
  • cancro ai polmoni;
  • la tubercolosi;
  • cardiopatia ischemica;
  • capillare sistemico;
  • pneumoconiosi;
  • vasculite;
  • reumatismi;
  • ipertensione.

Con bronchiectasie

Come complicazione di questa malattia, la rottura di un vaso venoso o arterioso può essere causata dalla distruzione del tessuto polmonare. In questa situazione, si osserva spesso emottisi - la comparsa di impurità nel sangue nell'espettorato. Possibili segni di una condizione patologica:

  • il sangue è rosso vivo, non coagulato;
  • la scarica distingue la reazione alcalina;
  • se mescolato con l'aria, il sangue ha uno stato spumoso;
  • con lo sviluppo immediato di schiuma sanguinante non si forma;
  • possibile scarico regolare di muco purulento.

Con la tubercolosi

La comparsa di sangue nell'espettorato quando si tossisce è uno dei segni importanti dell'infezione da tubercolosi. Nella fase iniziale della malattia, si osserva emottisi con espettorato striato di sangue, in piccoli coaguli. Con la sconfitta di grandi navi ci sono tali segni:

  • mal di gola;
  • dolore al petto;
  • sensazione di spremitura;
  • tossire con il gorgoglio;
  • sangue scarlatto e schiumoso;
  • vertigini;
  • tachicardia;
  • pallore, marmorizzazione della pelle;
  • abbassare la pressione sanguigna;
  • soffocamento.

Per il cancro ai polmoni

Neoplasie maligne causano la rottura dei vasi sanguigni, la comparsa di vasculite polmonare, l'effusione di sangue negli alveoli. L'emottisi può essere osservata nelle fasi iniziali del cancro del polmone. L'emorragia è mescolata con il muco, simile alla gelatina di lamponi. Con il progredire della malattia, i pazienti spesso sviluppano i seguenti sintomi:

  • forte dolore al petto;
  • spumoso sangue scarlatto senza coaguli;
  • insufficienza respiratoria;
  • forte diminuzione della pressione;
  • cianosi della pelle;
  • perdita di coscienza;
  • asfissia.

Caratteristiche del quadro clinico

Segni a raggi X di emorragia polmonare

Per la diagnosi di patologia prescritti radiografie del torace, calcolo, risonanza magnetica. I metodi di ricerca aiutano a localizzare il centro di sanguinamento, a volte per stabilire la sua causa. Di conseguenza, la fluoroscopia può rivelare:

  • riduzione della trasparenza del tessuto polmonare;
  • l'aspetto del fluido nella cavità della cavità;
  • restrizione dell'escursione a cupola diaframmatica;
  • la marmorizzazione del polmone dovuta all'accumulo di coaguli;
  • le ombre all'interno della cavità;
  • spostamento del mediastino nella direzione di un polmone sano;
  • polmonite da aspirazione.
http://vrachmedik.ru/2371-priznaki-legochnogo-krovotecheniya.html

Cause, sintomi e trattamento dell'emorragia polmonare

Il sistema respiratorio umano è molto gentile e risponde rapidamente a vari fattori. L'emorragia polmonare è una complicazione di alcune malattie degli organi respiratori. La condizione è molto pericolosa, soprattutto con forti emorragie. In caso di malattia, il sangue viene secreto attraverso il tratto respiratorio con espettorato quando si tossisce.

Cause di emorragia polmonare

Se un paziente ha più di 100 ml di sangue durante un giorno di tosse, si parla di emorragia polmonare. Se vengono rilasciati più di 800 ml di sangue, una persona può soffocare il proprio sangue e morire.

Quando una persona ha coaguli di sangue nell'espettorato quando tossisce - questo si chiama emottisi. Questa condizione è anche molto pericolosa, perché in qualsiasi momento può svilupparsi in sanguinamento. Emorragia polmonare si verifica da vasi bronchiali o vasi dell'arteria polmonare.

Le cause di questa condizione possono essere tali malattie:

  • bronchite e asma bronchiale;
  • la polmonite;
  • bronchiectasie;
  • tubercolosi polmonare;
  • ascesso nel sistema respiratorio;
  • cancro ai polmoni;
  • adenoma bronchiale;
  • danno meccanico al torace con l'organo polmonare interessato.

In tali malattie, l'emorragia polmonare può verificarsi a seguito di uno sforzo fisico, una diminuzione della pressione sanguigna, un processo infettivo e l'esposizione alle radiazioni.

La condizione per sanguinamento dai polmoni è la rottura del tessuto polmonare con vasi affetti e la violazione delle loro pareti. La forza sanguinante dipende dal calibro della nave coinvolta nel processo di disintegrazione.

Sanguinamento nella tubercolosi

L'emottisi, quando si tossiva a lungo, era considerata un chiaro segno di tubercolosi polmonare. A quei tempi, la malattia non veniva curata e se il paziente sviluppava una tosse con il sangue, capiva che era condannato a una morte dolorosa.

Al giorno d'oggi, la tubercolosi rimane una delle cause più comuni di sanguinamento dai polmoni. Può verificarsi in qualsiasi forma di tubercolosi - infiltrativa, ematogena o fibro-cavernosa. Di norma, il sanguinamento non è abbondante e di per sé non costituisce una minaccia per la vita del paziente. Ma l'aumento del sanguinamento può verificarsi in qualsiasi momento.

Spesso, i pazienti con malattie polmonari da raffreddore non si affrettano a consultare un medico, sperando che tutto andrà via da solo. Ma quando c'è sangue nell'espettorato, cercano aiuto.

Cause non tubercolari di emorragia polmonare

Ma non sempre l'emottisi è un segno di tubercolosi. Ci sono molte altre cause di questi sintomi. Questi includono:

  • Suppurazioni nei tessuti polmonari, ascessi e bronchoestasi. Con l'avvento del trattamento efficace della tubercolosi, tutte queste malattie nei polmoni cominciarono ad occupare il primo posto tra emottisi polmonare. Tale sanguinamento non è abbondante, ma spesso ripetuto. Soprattutto copiosamente si verificano nel periodo di esacerbazione di correnti croniche.
  • Durante la polmonite influenzale, il sangue può essere escreto quando si tossisce.
  • La patologia può anche verificarsi a causa di tumori polmonari. Possono essere benigni o maligni. Il sangue nell'espettorato è simile alla gelatina di lamponi. In questo caso, c'è una tosse debilitante. Se in questa fase il paziente viene esaminato, in futuro è possibile un trattamento efficace.
  • A volte può verificarsi la rottura dell'aneurisma aortico. Se ciò accade, il paziente muore immediatamente. Questa patologia ha uno stato precedente. Alcuni giorni o settimane prima, si osserva emottisi dovuta a un bronco spremuto.
  • Anche l'infarto polmonare provoca sanguinamento. Ciò causa anche improvvisa mancanza di respiro, dolore al petto e febbre.
  • Ci possono essere lesioni al torace in cui solo i polmoni sono danneggiati. Allo stesso tempo, la pelle e le costole sono intatte e l'emorragia si è verificata nei polmoni. Ciò potrebbe essere dovuto a un forte colpo o caduta. Anche entrare nei polmoni di un corpo estraneo attraverso i bronchi o dalle aree vicine da vecchie ferite può causare sanguinamento.

I corpi estranei formano piaghe da decubito e congestione, che possono causare sanguinamento.

Nei primi casi di emottisi, una persona dovrebbe consultare un medico. Il ritardo può costargli la vita, perché questo stato in qualsiasi momento può essere complicato.

Sintomi di sanguinamento dai polmoni

L'emottisi può essere non solo polmonare, ma anche gastrica. I sintomi di emorragia polmonare sono i seguenti:

  • Nella storia del paziente ha indicato una malattia polmonare.
  • Sangue appare quando si tossisce.
  • Il colore del sangue è scarlatto, si schiude, non piega.
  • Le secrezioni di sangue sono rilevate nell'espettorato.
  • L'emottisi dura fino a diversi giorni.
  • Con la manifestazione a lungo termine del sangue diventa scuro.
  • Se il paziente non ha inghiottito flemma, il colore delle feci non cambia.

Se il sangue è apparso durante il vomito, il colore delle feci è tardivo e il sangue nell'espettorato sotto forma di coaguli è il sanguinamento gastrico.

Misure diagnostiche

In caso di espettorato nell'espettorato, è necessario determinare perché questo è accaduto. Per capire quale malattia ha innescato un tale sintomo, ci sono alcune misure diagnostiche:

  1. La tubercolosi è diagnosticata sulla base di anamnesi. Da esso, si determina se il paziente ha avuto la tubercolosi in passato e come si sente ora. Ci sono sintomi: tosse grave, perdita di peso, febbre, stanchezza e sudorazione notturna. Se in passato non vi era la tubercolosi, la sua presenza viene determinata usando test alla tubercolina e facendo uno striscio sulla microflora.
  2. Con bronchoestasi o ascessi polmonari, il sangue non è abbondante, ma spesso ripetuto. La tosse può durare per molti anni, con un sacco di espettorato, soprattutto al mattino. Le falangi delle dita e delle unghie cambiano forma. Le dita assumono la forma di bacchette e chiodi - occhiali da vista. Percutera e auscultazione distinguono chiaramente tutti i segni di fibrosi polmonare e enfisema polmonare. L'immagine a raggi X dà un'immagine più chiara.
  3. In caso di polmonite, lo scarico di sangue è accompagnato da febbre, brividi e dolore al petto. Può essere mancanza di respiro Al sito del processo infiammatorio, si sentono rantoli umidi e il suono della percussione si accorcia.
  4. Nel cancro del polmone, il sangue nell'espettorato può essere l'unico sintomo della presenza di patologia nel sistema respiratorio. Se a questo punto viene condotto un sondaggio e viene rilevata una malattia, non è troppo tardi per guarirla chirurgicamente. Diagnosticato con i raggi x
  5. L'infarto polmonare è determinato su un ECG, in cui vengono rilevate patologie cardiache e vascolari.

Se si rileva una di queste malattie, si dovrebbe iniziare immediatamente a trattarlo. Allo stesso tempo, monitorare lo stato del sistema vascolare e la composizione dell'espettorato.

Pronto soccorso e trattamento farmacologico di sanguinamento nei polmoni

Se un paziente ha sangue nei polmoni, ha bisogno di primo soccorso:

  • Se ha un polmone dolorante, deve essere appoggiato su un fianco in modo che la parte dolorante sia al di sotto e sana sopra. Ciò impedirà al sangue di entrare nella parte sana.
  • In questo momento, non dovrebbe parlare con nessuno. Ma non puoi nemmeno lasciarlo, devi chiamare un'ambulanza e stare con il paziente fino al suo arrivo.
  • Per ridurre il sanguinamento, puoi suggerire che una persona ingoia un paio di pezzi di ghiaccio dal frigorifero. Stringe le navi, quindi sarebbe utile sovrapporre il petto con le bolle di ghiaccio. In caso contrario, è possibile utilizzare l'acqua fredda.
  • Se il paziente è spaventato e non riesce a calmarsi, gli possono essere somministrati dei sedativi, ma con cautela. Riducono la risposta difensiva e possono essere causa di mascheramento dell'insufficienza respiratoria.
  • L'ambulanza viene trasportata all'ospedale. Se è noto che una persona ha la tubercolosi, viene inviato a un dispensario di tubercolosi.

È necessario che il chirurgo sia sicuro di esaminarlo, perché il più delle volte l'emorragia nei polmoni viene trattata chirurgicamente.

  • In questo caso è molto importante fermare la tosse del paziente. La codeina è prescritta per questo. Quando non passa la tosse e il sanguinamento, viene somministrato Promedol. Ma non dovrebbe essere iniettato frequentemente, perché se il riflesso della tosse è completamente soppresso, i sintomi polmonari possono causare ristagni di sangue versato.
  • Se l'emorragia è grave, ma non è associata al sistema cardiovascolare, l'acido aminocaproico viene somministrato scendendo a 100 ml e l'infusione viene ripetuta ogni 4 ore. Viene anche somministrato acido tranexamico e il plasma viene trasfuso.
  • Se il paziente ha segni di perdita di sangue, viene iniettato con agenti colloidali o soluzioni saline.

Tutte le dosi e la frequenza di ammissione sono calcolate dal medico del dipartimento. Se necessario, il paziente sta subendo un'operazione chirurgica.

Medicina tradizionale per sanguinamento nei polmoni

Se il paziente non sanguina pesantemente e la chirurgia non è necessaria, viene trattato con farmaci. Allo stesso tempo, i rimedi popolari possono essere applicati in parallelo, ma prima di ciò, le vostre azioni dovrebbero essere coordinate con il vostro medico. Ecco alcune ricette utili:

  • Se il sangue viene rilasciato dai polmoni, è utile bere il succo fresco di achillea. È ubriaco ogni mezz'ora a 1 cucchiaio. l.
  • Puoi anche usare con successo l'erba secca di achillea. Per fare questo, fare una infusione di 2 cucchiai. l. erbe e 0,5 litri di acqua bollente. Ogni mezz'ora bevono mezza tazza.
  • Versare una tazza e mezzo di acqua bollente 1 cucchiaio. l. erbe di cicoria. Insistere e refrigerare per il raffreddamento. Un terzo di un bicchiere di bevanda ogni mezz'ora.
  • Le radici del coagulo di sangue nella quantità di 1 cucchiaio. l. versare un bicchiere di acqua bollente e tenere per 15 minuti a fuoco basso. Il brodo viene filtrato e raffreddato in frigorifero. Bevi 1 cucchiaio. l. ogni 2 ore. Controindicato nelle donne in gravidanza.
  • Radici di geranio (30 g) versare un bicchiere di acqua bollente, fate sobbollire per 20 minuti a fuoco basso, raffreddare e prendere un cucchiaio in 2 ore.
  • È possibile utilizzare vari preparati a base di erbe per questi scopi. Possono essere acquistati in farmacia.

Tali strumenti possono essere utilizzati solo nei casi in cui non vi è emorragia polmonare pesante. Assicurati di sottoporti a terapia farmacologica. Puoi anche bere decotti nel periodo dopo l'intervento.

Misure preventive

L'insorgenza di emorragia polmonare può essere evitata se si seguono queste regole:

  • Sottoporsi a raggi x regolari.
  • Diagnosi tempestiva delle malattie respiratorie.
  • Non iniziare la malattia nei polmoni. Iniziare il trattamento non appena la patologia è stata identificata.
  • Non interrompere il trattamento fino alla completa guarigione della malattia.
  • Osservare la dieta corretta.
  • Monitorare la salute dei polmoni, prevenire il raffreddore, non raffreddare eccessivamente.
  • Osservare la sicurezza sul lavoro per evitare lesioni e cadute dall'alto.
  • Se c'è una malattia polmonare, non esporsi a un intenso sforzo fisico.
  • Evitare luoghi polverosi ed evitare il contatto con allergeni.
  • Spesso è utile camminare all'aria aperta, rafforzare il sistema immunitario e temperare i polmoni.

È anche importante nei casi di malattia polmonare smettere completamente di fumare. Se c'è un fumatore in casa, chiedere che non fumi in casa, perché colpisce l'apparato respiratorio del paziente.

Prognosi della malattia

La prognosi dipende dalla causa della patologia e dalla sua gravità. Se la malattia è causata dalla tubercolosi, allora nel nostro tempo non è fatale e viene curata con successo, ma per molto tempo.

Se una lesione si verifica con la rottura aortica, la persona non ha possibilità di sopravvivenza, la morte avviene entro pochi secondi, non appena il sangue inonda i polmoni.

Quando ci sono altre malattie nel sistema respiratorio, la prognosi dipende dalla capacità di curarle. Ad esempio, se c'è un tumore maligno, la prognosi è negativa. Con un benigno si può sperare in un pieno recupero.

Indipendentemente da ciò che ha causato il sanguinamento nei polmoni, ai primi segni di emottisi, è necessario consultare immediatamente un medico. Se è apparso sangue, questo è il primo sintomo di una grave patologia. Ignoralo e spera che tutto passi da solo è impossibile. Questa volta non funzionerà, devi andare e farti provare.

http://pulmono.ru/legkie/drugie4/lyogochnoe-krovotechenie-prichiny-simptomy-i-lechenie

Emorragia polmonare

Sintomi emorragia polmonare

  • Mancanza di respiro
  • Tosse - secca o con espettorato sanguinante (emottisi).
  • Pesantezza al petto.
  • Aumento della frequenza cardiaca (battito cardiaco).
  • Il pallore della pelle è possibile.

motivi

  • Lesioni toraciche (ad esempio, costole rotte).
  • Malattie sistemiche (che interessano molti organi e sistemi) di natura sconosciuta (emosiderosi idiopatica dei polmoni, granulomatosi di Wegener, sindrome di Goodpasture).
  • Disfunzione della coagulazione del sangue durante assunzione prolungata e inadeguata di anticoagulanti (fluidificanti del sangue).
  • Malattie cardiovascolari (ad esempio embolia polmonare).
  • Malattie infettive che portano alla distruzione del tessuto polmonare: tubercolosi polmonare, gangrena polmonare (morte del tessuto polmonare e suo decadimento fibrillare), ascesso polmonare, bronchiectasie.
  • Lesioni fungine e parassitarie dei polmoni (ad esempio aspergillosi).
  • Malattie tumorali (ad es. Cancro ai polmoni).

Un pneumologo aiuterà nel trattamento della malattia.

diagnostica

  • Analisi dei disturbi del paziente: mancanza di respiro, tosse, emottisi, sensazione di pesantezza al petto, palpitazioni cardiache.
  • Analisi della storia della malattia: interrogarsi su come si è sviluppata e sviluppata la malattia, identificando i fattori che potrebbero essere la causa dell'emorragia polmonare (lesioni al torace, assunzione di farmaci per fluidificare il sangue, ecc.).
  • Esame generale (esame della pelle, torace, ascolto dei polmoni e del cuore con un fonendoscopio). È possibile rilevare il pallore della pelle, lesioni al torace (ad esempio, frattura delle costole). Quando si ascoltano i polmoni usando un fonendoscopio, viene rilevato un indebolimento della respirazione nei polmoni sul lato interessato, la presenza di rantoli umidi.
  • Emocromo completo: possibile rilevamento dell'anemia.
  • Analisi generale dell'espettorato (rilevazione del sangue nell'espettorato) e analisi dell'espettorato per flora e sensibilità agli antibiotici.
  • Un coagulogramma è un esame del sangue per la sua capacità di coagularsi.
  • Radiografia del torace: consente di identificare i cambiamenti nei polmoni.
  • Tomografia computerizzata (TC) del torace: fornisce informazioni più dettagliate sulla natura dei cambiamenti nei polmoni.
  • La broncoscopia è un metodo che consente di ispezionare le vie aeree dall'interno, determinare la fonte di sanguinamento ed eseguire manipolazioni per fermare il sanguinamento.
  • Per identificare la malattia che ha causato l'emottisi, al paziente possono essere offerti i seguenti metodi di esame:
    • angiopulmonografia - esame dei vasi polmonari con l'aiuto di un mezzo di contrasto iniettato nei vasi (è evidenziato nelle immagini durante i raggi X e consente di determinare la presenza di alterazioni patologiche nei vasi dei polmoni);
    • biopsia - prendendo un pezzo di tessuto polmonare per la ricerca sulla composizione cellulare.
  • È anche possibile la consulenza del chirurgo.

Trattamento dell'emorragia polmonare

  • Droghe emostatiche
  • Antibiotici - per la prevenzione delle infezioni.
  • Espettorante - con espettorato difficile da sputare.
  • Ossigenoterapia (erogazione di ossigeno con maschere speciali, dispositivi).
  • Trattamento della malattia di base che ha portato a emorragia nei polmoni (ad esempio, emosiderosi polmonare idiopatica, sindrome di Goodpasture).
  • Con una grande quantità di emorragia e le gravi condizioni del paziente, può essere necessario un intervento chirurgico (rimozione di una parte del polmone).

Complicazioni e conseguenze

  • Insufficienza respiratoria
  • Polmonite.
  • La cancrena del polmone - la morte del tessuto polmonare e la sua decomposizione putrida e purulenta.
  • Sanguinamento polmonare.
  • Anemia.

Prevenzione dell'emorragia polmonare

  • Rilevazione e trattamento tempestivi delle malattie dell'apparato respiratorio, cardiovascolare, sistemico (interessando molti organi).
  • Monitoraggio periodico del sistema di coagulazione del sangue durante l'assunzione di anticoagulanti (fluidificanti del sangue).
  • Esclusione di lesioni al torace.
  • fonti

Pediatrics. Leadership nazionale - GEOTAR-Media, 2009
Malattie infantili, LA Isaeva, - Medicina, 2001
Pneumologia. Raccomandazioni cliniche - GEOTAR - Media, 2007
Diagnosi di malattie di organi interni. Volume 3 - Diagnosi di malattie respiratorie, - A. Okorokov, Mosca, letteratura medica, 2008

Cosa fare con un'emorragia nei polmoni?

  • Scegli un pneumologo adatto
  • Superare i test
  • Ottieni un trattamento dal medico
  • Segui tutti i consigli
http://lookmedbook.ru/disease/krovoizliyanie-v-legkie

Emorragia polmonare

Emorragia nei polmoni: cause

Con l'emorragia nei polmoni, il sangue viene rilasciato dai vasi situati nei polmoni, e immergendo il tessuto polmonare con esso. Nei neonati, una condizione simile può verificarsi nei primissimi giorni della loro vita, è una forma grave di polmonite non infettiva.

Tra le cause di emorragia nei polmoni si possono notare tali fattori:

  • lesioni traumatiche del torace;
  • problemi con la coagulazione del sangue in un paziente;
  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • la formazione di tumori nei polmoni;
  • malattie infettive che causano danni ai tessuti polmonari, come la tubercolosi, l'ascesso polmonare e la malattia bronchiale estatica.

Il motivo dovrebbe essere determinato dopo una visita medica speciale.

Sintomi di sanguinamento nei polmoni

Tra i sintomi dell'emorragia polmonare ci sono il panico del paziente, la tosse grave, a volte con le impurità del sangue, l'aumento prolungato della temperatura corporea. Di notte, c'è un'abbondante sudorazione del paziente, il dolore persistente e severo appare nel petto, l'appetito diminuisce.

I sintomi dell'emorragia polmonare sono determinati dalla malattia che causa tali emorragie. Con un ascesso polmonare, il paziente ha un copioso espettorato purulento quando tossisce e nell'espettorato sono presenti strisce di sangue. Se la causa dell'emorragia è la bronchite cronica, la tosse prevale sui sintomi per più di tre mesi. Il sangue allo stesso tempo si distingue un po '. La temperatura aumenta in modo insignificante. Con la tubercolosi, il peso e l'appetito del paziente diminuiscono significativamente, la tosse è lunga con il sangue.

Caratteristiche di emorragie nei polmoni

Una caratteristica dell'emorragia polmonare nei bambini è il fatto che sono principalmente osservati nei bambini prematuri. Inoltre, tali emorragie sono caratteristiche di bambini nati con asfissia, quando il cordone ombelicale si attorcigliava intorno al collo del bambino durante il parto, con malformazioni congenite dei polmoni e incompatibilità del sangue della madre e del bambino con il fattore Rh. È il sottosviluppo biologico dei polmoni che causa emorragie in essi. Spesso, il sanguinamento nei bambini e negli adulti si verifica sullo sfondo di malattie polmonari congenite, come il collasso del tessuto polmonare, la sindrome emorragica. Un bambino che ha subito un'emorragia nei polmoni, di solito muore il secondo giorno dell'incidente.

Emorragia nei polmoni di un neonato

Le emorragie nei polmoni dei neonati possono essere considerate relativamente rare, ma sono accompagnate da gravi conseguenze, a seguito delle quali il bambino muore o diventa disabile.

Nei bambini nati in modo tempestivo, i casi di emorragia polmonare sono relativamente rari. Fino alla fine delle ragioni sconosciute che causano tale sanguinamento. Si verificano sullo sfondo di disturbi respiratori che si verificano in modo imprevisto. Quando ciò accade, infiltrazione di entrambi i polmoni. In questi casi, è un trattamento molto efficace, il cui obiettivo è quello di mantenere il livello adeguato delle funzioni vitali di base.

L'emorragia nei polmoni in un bambino si verifica a causa di malattie congenite del sistema respiratorio. Nella stragrande maggioranza dei casi, circa il 70% della massa totale, la morte è dovuta alla scadenza del secondo giorno dopo l'emorragia.

Emorragia polmonare negli adulti

In un adulto, sanguinamento nei polmoni si verifica sullo sfondo di varie malattie o danni meccanici alla zona del torace. In questo caso, i polmoni sono intrisi di sangue e per la normalizzazione della vita richiede la sua rimozione. Inoltre, varie lesioni infettive e problemi di coagulazione del sangue in un paziente possono essere le cause di questa condizione.

I sintomi di emorragia nei polmoni in un adulto sono una tosse, a volte non finiscono abbastanza a lungo, mancanza di respiro, dolore al petto. Il sangue non è sempre assegnato, il suo esito quando si tossisce dipende dalla malattia che ha causato l'emorragia. Sono possibili ricadute di emorragia e la sua ripetizione dopo determinati periodi di tempo.

Emorragia nei polmoni: trattamento

I seguenti rimedi e metodi sono usati per trattare l'emorragia nei polmoni:

  • farmaci che hanno lo scopo di fermare il sangue;
  • antibiotici, la cui azione fornisce il livello adeguato di prevenzione delle manifestazioni infettive;
  • mezzi per migliorare l'espettorazione, la cui azione è volta ad accelerare lo scarico dell'espettorato quando è difficile;
  • ossigenoterapia, provvedendo alla sua consegna con maschere e dispositivi speciali;
  • localizzazione e successiva completa eliminazione dello stato patologico sottostante, che divenne causa di emorragia polmonare;
  • intervento chirurgico, che comporta la rimozione di una parte del polmone.

L'intervento chirurgico viene effettuato in caso di forti emorragie e in particolare delle gravi condizioni della vittima.

http://kpovb.ru/vzroslye/48-krovoizliyanie-v-legkie

Sangue nei polmoni: sintomi, trattamento

Quando il sangue si accumula nei polmoni, c'è una forte diminuzione della contrattilità del ventricolo sinistro. In questi casi, l'edema si verifica con la riduzione della pressione sanguigna, flusso venoso invariato, ridotto IOC. Di norma, l'attivazione del sistema nervoso simpatico può portare non solo alla tachicardia e difficoltà nello svuotamento dell'atrio sinistro, accorciamento della diastole, ma anche ai vasospasmi del grande circolo, ciò contribuisce ad un aumento ancora maggiore della ridistribuzione del sangue e del suo accumulo nei polmoni.

Con l'uremia, l'edema contribuisce al ritardo dei metaboliti, che aumentano la permeabilità dei capillari e l'osmolarità nel liquido interstiziale e la diminuzione della pressione oncotica plasmatica, cioè l'ipoproteinemia. Con la sconfitta del sistema nervoso centrale e il grave processo di ipossia, l'edema può provocare il rilascio di istamina e serotonina in quantità significative. La genesi dell'edema durante l'intervento chirurgico o il periodo postoperatorio immediato è più complicata.

Malattie associate a sangue nei polmoni, sintomi, segni

Ascesso polmonare
Questa educazione nella cavità con il polmone pus. L'ascesso polmonare si sviluppa dopo la polmonite nelle persone con un sistema immunitario indebolito. I sintomi di una malattia di ascesso si manifestano sotto forma di un prolungato aumento della temperatura corporea, tosse, sudorazione notturna, diminuzione dell'appetito, dolori al petto. La tosse con ascesso polmonare, di regola, è osservata con abbondante espettorato purulento, in cui ci sono strisce di sangue.

Bronchite cronica
Nella bronchite acuta, c'è una tosse con espettorato, in cui a volte ci possono essere tracce di sangue, febbre. La bronchite cronica è accompagnata da una tosse lunga che dura per più di tre mesi, mancanza di respiro durante lo sforzo fisico, piccoli aumenti della temperatura corporea durante le esacerbazioni della malattia. Il sangue nell'espettorato viene escreto in piccole quantità. L'escrezione avviene sotto forma di striature scarlatte con espettorato denso purulento.

tubercolosi

I principali sintomi della tubercolosi sono un leggero aumento prolungato della temperatura corporea, perdita di peso, appetito e una lunga tosse con espettorato purulento e talvolta striature di sangue.

polmonite

L'infiammazione dei polmoni si manifesta con i seguenti sintomi: mancanza di respiro, febbre, tosse con espettorato "arrugginito" e tracce di sangue fresco, dolore toracico.

Embolia polmonare

L'embolia è una grave malattia polmonare caratterizzata da un blocco del lume dell'arteria polmonare. L'embolia polmonare può svilupparsi in persone che hanno subito recentemente un intervento chirurgico o in presenza di malattie venose. I principali sintomi di embolia polmonare sono improvvisi e acuti dolori al petto, tosse con sangue, mancanza di respiro. Una tosse con sangue appare poche ore dopo la comparsa dei dolori al petto.

Malattie cardiache

Nei casi di alcune malattie del cuore, a causa di alterata circolazione del sangue nei polmoni, possono svilupparsi la stasi del sangue e ipertensione polmonare. I sintomi di ristagno di sangue nei polmoni possono essere una grave mancanza di respiro, aggravati durante lo sforzo fisico, tosse con striature di sangue.

Fibrosi cistica

La fibrosi cistica si riferisce a malattie ereditarie che sono caratterizzate da alterazioni del lavoro nelle ghiandole. La fibrosi cistica respiratoria o la fibrosi cistica respiratoria possono manifestarsi con i seguenti sintomi: tosse con espettorato viscoso, raffreddori frequenti prolungati.

Il vomito di sangue viene raramente preso come tosse con sangue, che si trova in alcune malattie associate a malattie dello stomaco, dell'esofago e del duodeno. Questa può essere un'ulcera peptica o vene varicose dell'esofago. Di regola, nel caso del sangue viene rilasciato in un colore rosso scuro sotto forma di grumi, sanguinamento pesante.

Diagnosi delle cause di tosse del sangue nei polmoni. trattamento

Quando c'è sangue nei polmoni, i sintomi, il trattamento è determinato dal medico curante, che identifica il tipo di malattia polmonare e prescrive un appropriato ciclo di terapia.
Esistono diversi metodi per diagnosticare le malattie polmonari. Una radiografia del torace determina le condizioni dei polmoni e del cuore. Se ci sono blackout nei polmoni, c'è il rischio di rilevare l'infiammazione, la polmonite, l'ascesso polmonare, il cancro ai polmoni o la presenza di un embolo polmonare. I cambiamenti nella forma dell'ombra del cuore nelle letture dei raggi X rendono possibile sospettare la presenza di difetti cardiaci.
La tomografia computerizzata può determinare la natura dei cambiamenti e suggerire la corretta diagnosi di malattia polmonare. Inoltre, la tomografia computerizzata viene utilizzata principalmente nella diagnosi di ascesso polmonare, cancro ai polmoni, tubercolosi, bronchiectasie.
La broncoscopia viene utilizzata per diagnosticare il cancro del polmone o bronchiectasie. Il processo di broncoscopia è uno studio del lume dei bronchi per determinare i cambiamenti nelle pareti dei bronchi - tumori, l'espansione dei bronchi e anche per determinare se c'è sangue nei polmoni o nei suoi coaguli.
Lo studio della coagulazione del sangue o del coagulogramma: uno studio che consente di identificare le violazioni associate alla coagulazione del sangue.
L'analisi del sudore viene utilizzata se si sospetta la fibrosi cistica. In questa malattia, il metabolismo del cloro nel corpo può essere disturbato, la quantità di cloro viene rilevata usando l'analisi del sudore.
Fibroesofagogastroduodenoscopia (FEGDS) è uno studio delle sezioni superiori del tubo digerente per la presenza di malattie correlate al funzionamento dell'esofago, dello stomaco e del duodeno. Di norma, le malattie dell'esofago come le vene varicose dell'esofago in presenza di cirrosi, ulcera gastrica e ulcera duodenale possono anche causare la comparsa di sangue nei polmoni.
Il trattamento della tosse dipende in gran parte dalla causa del sintomo. Nel cancro del polmone, il metodo chirurgico di trattamento è più spesso prescritto. Se la causa della tosse con sangue è la tubercolosi polmonare, il trattamento deve essere effettuato con farmaci antitubercolari.

http://www.skalpil.ru/pulmonologiya/1648-krov-v-legkih-simptomy-lechenie.html

Emorragia polmonare

L'emorragia polmonare è una complicazione pericolosa di varie malattie degli organi respiratori, accompagnata dal deflusso di sangue dai vasi bronchiali o polmonari e dal suo rilascio attraverso le vie aeree. Emorragia polmonare si manifesta con tosse con rilascio di sangue rosso liquido o coaguli, debolezza, vertigini, ipotensione, svenimento. A fini diagnostici, l'emorragia polmonare è seguita da radiografia dei polmoni, tomografia, broncoscopia, broncografia, angiopulmonografia, angiografia selettiva delle arterie bronchiali. L'arresto dell'emorragia polmonare può includere la terapia emostatica conservativa, l'emostasi endoscopica e l'embolizzazione endovascolare delle arterie bronchiali. In futuro, per eliminare la fonte di emorragia polmonare, si raccomanda il trattamento chirurgico, tenendo conto dei fattori eziologici e patogenetici.

Emorragia polmonare

L'emorragia polmonare è una delle condizioni più pericolose che complicano il decorso di un'ampia gamma di malattie dei sistemi polmonari e cardiovascolari, delle malattie del sistema ematico e dell'emostasi. Pertanto, il problema delle cure di emergenza in emorragia polmonare è rilevante per gli specialisti nel campo della pneumologia, fisiologia, oncologia, cardiologia, ematologia, reumatologia. Il ritardo nell'effettuare le misure emostatiche di emergenza può causare la morte rapida dei pazienti. A seconda della gravità della perdita di sangue e della condizione che lo ha causato, la mortalità per emorragia polmonare varia dal 5-15% al ​​60-80%. Tra i pazienti con emorragia polmonare predominano le persone di età matura (50-55 anni) con patologia somatica oppressa.

Cause di emorragia polmonare

La frequenza frequente di emottisi e emorragia polmonare è determinata dall'eziologia di queste condizioni. Il primo posto nella struttura delle cause di sanguinamento polmonare appartiene alla tubercolosi polmonare (oltre il 60% delle osservazioni). Un ruolo significativo nell'eziologia dell'emorragia polmonare è assegnato a malattie non specifiche e distruttive purulente: bronchite, polmonite cronica, bronchiectasie, pneumosclerosi, ascesso e gangrena polmonare.

Spesso le cause del sanguinamento polmonare sono l'adenoma bronchiale, i tumori maligni dei polmoni e bronchi, le lesioni parassitarie e fungine (ascariasis, echinococcosi, schistosomiasi, actinomicosi polmonare), pneumoconiosi (silicatosi, silicosi). Le emorragie polmonari possono essere dovute a un'emostasi locale inadeguata dopo biopsia endoscopica o transtoracica, chirurgia ai polmoni e ai bronchi. Corpi estranei ai bronchi, lesioni al torace (fratture costali, ecc.) Possono causare emorragia polmonare.

Oltre alle malattie respiratorie, emottisi e emorragia polmonare possono verificarsi con malattie del cuore e dei vasi sanguigni: PE, stenosi mitralica, aneurisma aortico, ipertensione arteriosa, cardiosclerosi aterosclerotica, infarto miocardico. Tra le cause relativamente rare di emorragia polmonare vi sono l'endometriosi polmonare, la granulomatosi di Wegener, la malattia capillare sistemica (sindrome di Goodpasture), la telangiectasia ereditaria della pelle e delle membrane mucose (sindrome di Rendu-Osler), la diatesi emorragica, ecc. terapia anticoagulante mal controllata

I fattori che provocano emorragia polmonare possono essere stress fisici o emotivi, infezioni, insolazione, disturbi emodinamici, ipertensione polmonare, ciclo mestruale (nelle donne), ecc.

patogenesi

La base morfologica dell'emorragia polmonare è costituita da rami diluiti ed aneurismaticamente espansi dell'arteria polmonare o delle arterie bronchiali, nonché da vene polmonari. La rottura o l'arrossamento delle navi alterate può essere accompagnato da emorragia polmonare di diversa gravità. Allo stesso tempo, la dimensione dell'emorragia polmonare determina in larga misura il calibro del vaso danneggiato e la gravità dei disturbi che si verificano nel corpo - la velocità e l'intensità della perdita di sangue.

Sviluppo di ulteriori disturbi associati all'ostruzione delle vie respiratorie del flusso di sangue e alla quantità effettiva di perdita di sangue. Entrando nei bronchi, anche in piccole quantità, il sangue provoca lo sviluppo di atelettasia ostruttiva e polmonite da aspirazione. A sua volta, questo porta ad una diminuzione del volume del tessuto polmonare funzionante, disturbi del cambio gassoso, un progressivo aumento dell'insufficienza respiratoria, ipossiemia.

Ipovolemia e anemia, accompagnate da perdita di sangue acuta e cronica (con sanguinamento polmonare ricorrente), portano a un disturbo generale dell'omeostasi. Questo è principalmente espresso nell'attivazione di meccanismi fibrinolitici e anticoagulanti, che provoca un aumento della tendenza all'ipocoagulazione, un aumento della permeabilità delle pareti vascolari. Il risultato cumulativo di tali cambiamenti determina la prontezza patologica del corpo a riprendere l'emorragia polmonare in qualsiasi momento.

classificazione

Nell'aspetto clinico, è importante distinguere tra emorragia polmonare e un'altra, meno pericolosa, ma condizione più comune - emottisi. L'emottisi differisce in volume e velocità di rilascio di sangue dalle vie aeree. In alcuni casi, l'emottisi precede l'emorragia polmonare massiva e pertanto richiede anche un esame clinico e radiologico completo e misure urgenti per fermarlo. Di solito l'emottisi è intesa come espettorato per la tosse con striature o sangue; tuttavia, la quantità di sangue secreto non supera i 50 ml al giorno. Aumento della tosse sangue è considerato come emorragia polmonare.

A seconda del volume di sangue rilasciato durante la tosse, vi è una piccola emorragia polmonare (50-100 ml al giorno), moderata (100-500 ml al giorno) e sanguinamento polmonare abbondante o grave (oltre 500 ml di sangue al giorno). Particolarmente pericolosi sono i sanguinamenti "fulminei" che si verificano contemporaneamente o per un breve periodo di tempo. Di regola, portano ad asfissia acuta e morte.

A differenza dell'emotorace, l'emorragia polmonare si riferisce al sanguinamento esterno. Anche trovato sanguinamento pleurico polmonare misto.

Sintomi di emorragia polmonare

La clinica di emorragia polmonare è costituita da un complesso di sintomi causato da perdita di sangue generale, sanguinamento esterno e insufficienza cardiopolmonare. L'insorgenza di emorragia polmonare è preceduta dalla comparsa di una tosse forte e persistente, prima asciutta, e poi dalla separazione dell'espettorato di muco e del sangue rosso o dalla tosse coaguli di sangue. A volte poco prima del sanguinamento polmonare in gola, una sensazione di gorgoglio o solletico, si verifica una sensazione di bruciore al petto sul lato colpito. Nel periodo iniziale di emorragia polmonare, il sangue separato ha un colore rosso brillante, e più tardi diventa più scuro, marrone arrugginito. Quando un bronco ostruisce un coagulo di sangue, l'emorragia polmonare può fermarsi da sola.

La condizione generale è determinata dalla gravità della perdita di sangue. Per i pazienti con sanguinamento polmonare, aspetto spaventoso, debolezza, pallore della pelle del viso, sudore appiccicoso, acrocianosi, abbassamento della pressione sanguigna, tachicardia, vertigini, rumore nelle orecchie e nella testa e mancanza di respiro sono caratteristici. Con abbondante sanguinamento polmonare, possono verificarsi disturbi visivi (amaurosi), svenimenti, a volte vomito e convulsioni, asfissia. A 2-3 giorni dopo l'emorragia polmonare, si può sviluppare un pattern di polmonite da aspirazione.

diagnostica

Stabilire la causa dell'emorragia polmonare richiede spesso una consultazione diagnostica con la partecipazione di specialisti di pneumologi, specialisti della TBC, chirurghi toracici, oncologi, radiologi, chirurghi vascolari, cardiologi, otorinolaringoiatri, reumatologi, ematologi. Durante l'esame auscultatorio, si determina un respiro umido medio-frizzante nei polmoni e un respiro sibilante nella zona dello sterno. Durante l'aspirazione del sangue, vi è un accorciamento del suono della percussione, rumore dell'attrazione pleurica, indebolimento della respirazione e tremore della voce.

La fonte del sanguinamento è presumibilmente determinata dal colore del sangue. L'escrezione di sangue scarlatto e schiumoso, di regola, indica un'emorragia polmonare; sangue rosso scuro, color caffè - per sanguinamento gastrointestinale. A volte la clinica di emottisi può simulare il sangue dal naso, quindi ai fini della diagnosi differenziale è importante consultare un otorinolaringoiatra e una rinoscopia. Nei casi dubbi, al fine di eliminare il sanguinamento dal tratto gastrointestinale, può essere necessaria l'endoscopia.

Per confermare la fonte di sanguinamento nei polmoni, viene eseguita una radiografia: radiografia multiposizione dei polmoni, tomografia lineare e computerizzata, risonanza magnetica dei polmoni. Se necessario, ricorrere all'esame radiografico approfondito: broncografia, arteriografia bronchiale, angiopulmonografia.

Il metodo principale di diagnostica strumentale per l'emorragia polmonare è la broncoscopia. L'esame endoscopico permette di visualizzare la fonte di sanguinamento nell'albero bronchiale, eseguire l'aspirazione dell'acqua di lavaggio, la biopsia del timpano e della scarificazione dalla zona dei cambiamenti patologici.

Nel sangue periferico si verificano sanguinamento polmonare, anemia ipocromica, poikilotsitoz, anisocitosi e una diminuzione dell'ematocrito. Per valutare la gravità delle variazioni nei sistemi di coagulazione e anticoagulanti del sangue, vengono esaminati un coagulogramma e una conta piastrinica. Nell'analisi dell'espettorato (microscopico, PCR, per micobatteri resistenti agli acidi), possono essere determinate cellule atipiche, micobatterio tubercolare, che indicano l'eziologia dell'emorragia polmonare.

Trattamento di emorragia polmonare

Metodi conservativi, emostasi locale, interventi chirurgici palliativi e radicali sono usati nel trattamento dell'emorragia polmonare. Le misure terapeutiche sono utilizzate per sanguinamento polmonare di piccolo e medio volume. Al paziente viene prescritto il riposo, data una posizione semi-seduta, i lembi venosi sovrapposti agli arti. L'aspirazione tracheale viene eseguita per rimuovere il sangue dal lume della trachea. L'asfissia richiede l'intubazione di emergenza, l'aspirazione del sangue e la ventilazione meccanica.

La terapia farmacologica prevede l'introduzione di farmaci emostatici (acido aminocaproico, calcio cloruro, Vicasolo, sodio etililato, ecc.), Farmaci antipertensivi (bromuro di azametonio, esametonio benzosolfonato, trimetaphan camsilato). Per combattere l'anemia post-emorragica, viene eseguita la trasfusione sostitutiva della massa eritrocitaria; Per eliminare l'ipovolemia, viene iniettato il plasma nativo, la reopolyglukine, il destrano o la soluzione di gelatina.

Con l'inefficacia delle misure conservative è ricorso a emorragia polmonare di arresto strumentale con l'aiuto dell'emostasi endoscopica locale. La broncoscopia terapeutica deve essere eseguita in sala operatoria, in condizioni di prontezza per il passaggio alla toracotomia di emergenza. Per l'emostasi endoscopica, possono essere utilizzate applicazioni locali con adrenalina, etamzilat, perossido di idrogeno p-rum; installazione di una spugna emostatica, elettrocoagulazione del vaso nel sito del flusso sanguigno, occlusione a breve termine con un palloncino gonfiabile di tipo Fogarty o occlusione temporanea del bronco con un sigillo in schiuma. In un certo numero di casi, l'embolizzazione endovascolare delle arterie bronchiali, eseguita sotto controllo a raggi X, è efficace.

Nella maggior parte dei casi, questi metodi consentono di interrompere temporaneamente l'emorragia polmonare e di evitare interventi chirurgici urgenti. L'emostasi definitiva e affidabile è possibile solo con la rimozione chirurgica della fonte di sanguinamento.

Interventi palliativi per l'emorragia polmonare possono includere la terapia di collasso operatorio per la tubercolosi polmonare (toracoplastica, otturazione extrapleurica), la legatura dell'arteria polmonare o una combinazione di questa tecnica chirurgica con pneumotomia. Gli interventi palliativi sono utilizzati solo in situazioni di emergenza, quando un'operazione radicale è impossibile per qualsiasi motivo.

La chirurgia radicale per l'emorragia polmonare comporta la rimozione di tutte le parti del polmone patologicamente modificate. Possono comportare resezione parziale del polmone all'interno del tessuto sano (resezione marginale, segmentectomia, lobectomia, bilobectomia) o rimozione dell'intero polmone (pneumonectomia).

prospettiva

Anche una singola emorragia polmonare auto-arrestata è sempre potenzialmente pericolosa in termini di rinnovamento. L'emorragia polmonare eccessiva minaccia la vita del paziente. Nei casi più gravi, la morte si verifica a causa dell'asfissia causata dal blocco delle vie aeree da coaguli di sangue e dalla contrazione spastica simultanea dei bronchi. La percentuale di complicanze postoperatorie e mortalità nelle operazioni eseguite all'altezza dell'emorragia polmonare è più di 10 volte superiore rispetto alle operazioni pianificate.

http://www.krasotaimedicina.ru/diseases/zabolevanija_pulmonology/pneumorrhagia

Emorragia nei polmoni

Le emorragie polmonari si trovano sulla sezione nel 15% dei bambini che sono morti durante le prime 2 settimane dopo la nascita. La maggior parte delle emorragie inizia negli alveoli, almeno - nell'interstizio. Solitamente le emorragie complicano il corso di grave asfissia, infezione polmonare e pneumopatia.

La clinica manifesta sintomi di disturbi respiratori, descritti in dettaglio nella sezione clinica della malattia delle membrane ialine. Il segno patognomonico è il rilascio di sangue dalla bocca e dal naso, dal tubo endotracheale. La colorazione rosa del liquido schiumoso secreto dalla bocca è caratteristico dell'edema polmonare e di solito è di breve durata.

Oltre alle emorragie estese nei polmoni, i bambini possono sperimentare emorragie cutanee, emorragie intestinali e anche emorragie polmonari come una delle manifestazioni della sindrome DIC.

Trattamento: terapia emostatica (eritroma, trasfusione di sangue fresco, ecc.), Ventilazione meccanica con pressione espiratoria, adrenalina in aerosol, terapia sintomatica di SDR.

http://neonatology.narod.ru/neonatology/ext/pulm_bleeding.html

Sanguinamento polmonare

L'emorragia polmonare è lo scarico di sangue dalle vie respiratorie. Di solito, questo non produce molto sangue, la maggior parte degli adulti tollerano facilmente piccole perdite di sangue. E le condizioni di un bambino o di una persona anziana possono soffrire molto. Tuttavia, l'emorragia polmonare può essere un sintomo formidabile.

Segni di

A volte il sanguinamento polmonare è preceduto da dolore o calore spiacevole al petto, una tosse forte con espettorato di sapore salato. Tuttavia, può iniziare improvvisamente. In questo caso, il sangue sta tossendo con espettorato o in forma pura. Di solito è rosso vivo, schiumoso e non si arriccia. Tuttavia, se il sangue è rimasto nei polmoni per lungo tempo, potrebbe essere scuro e coagulato. Il sangue dai polmoni può andare e naso.

Questa condizione può essere accompagnata da una diminuzione della pressione sanguigna, pallore e persino perdita di coscienza. Nei polmoni si sentono di solito rantoli spumeggianti.

È importante distinguere l'emorragia polmonare dall'emottisi. In contrasto con l'emorragia polmonare, emottisi nell'espettorato o nella saliva appaiono strisce di sangue. Molto spesso, questo sangue è già coagulato.

descrizione

La fonte di sanguinamento può essere nei polmoni, nei bronchi o nella trachea sotto le corde vocali. Si verifica in violazione dell'integrità delle arterie, delle vene o dei capillari, nonché del collasso del tessuto polmonare. Questo può verificarsi nei processi infiammatori nei polmoni, tubercolosi polmonare, cancro ai polmoni, aneurismi, ascessi, endometriosi polmonare, corpi estranei nei polmoni o nei bronchi, invasioni elmintiche, polmonite, pneumosclerosi, influenza, malattia ipertensiva, malattia cardiaca mitrale. L'emorragia polmonare può essere dovuta a un intervento chirurgico ai polmoni oa una biopsia polmonare.

A rischio sono:

  • soffre di malattie polmonari;
  • persone con basso status socio-economico;
  • soffre di diabete;
  • farmaci glucocorticoidi a lungo termine;
  • donne incinte e appena nate;
  • prigionieri;
  • migranti.

Dalla quantità di sangue, le emorragie polmonari si dividono in:

  • piccolo (meno di 100 ml);
  • moderato (da 100 a 500 ml);
  • profuso (oltre 500 ml).

Pronto soccorso

Per prima cosa è necessario deporre una persona con emorragia polmonare sulla schiena, sollevando leggermente la parte superiore del corpo e assicurare una respirazione libera. Dopodiché, devi chiamare un'ambulanza. Bere e mangiare un sanguinamento polmonare è impossibile.

diagnostica

Per diagnosticare questa malattia è necessario contattare un pneumologo. Sarà richiesta una radiografia del torace e una tracheobronchoscopia. In alcuni casi, questi studi non sono sufficienti, è necessario anche effettuare l'arteriografia bronchiale e la tomografia computerizzata.

È importante non solo stabilire quale nave è danneggiata, ma anche perché è successo. E per questo è necessario passare un esame del sangue generale e biochimico, analisi delle urine. L'analisi batteriologica dell'espettorato è necessaria. Potrebbe essere necessaria una consultazione aggiuntiva di uno specialista in malattie infettive, un angiologo o un oncologo.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, tutti questi studi vengono eseguiti dopo aver interrotto l'emorragia polmonare.

trattamento

Tratta l'emorragia polmonare in ospedale. Il paziente deve essere sempre in posizione semi-seduta, viene mostrato il riposo a letto.

In precedenza, per fermare il sangue, inghiottiva il ghiaccio. Ora questo non può essere fatto, in quanto vi sono molti modi molto più efficaci.

Per il trattamento prescritto farmaci che contribuiscono alla coagulazione del sangue, mostra anche trasfusioni di sangue e vari agenti emostatici, calcio cloruro, glucosio.

Vaso sanguinante, se possibile, pressato con un tampone con adrenalina o acido epsilon-aminocaproico.

È importante non solo fermare l'emorragia, ma anche eliminare la causa della sua insorgenza. Se la causa è un'infezione, utilizzare farmaci antibatterici e antielmintici. Se la causa è un tumore, un aneurisma o un corpo estraneo, viene rimosso.

http://doctorpiter.ru/diseases/364/

Altri Articoli Su Vene Varicose

  • Crema alla gemorole
    Complicazioni
    Contenuto [nascondi]La crema di gemorole è un efficace rimedio emorroidario locale che fornisce un effetto terapeutico e anti-sintomo. Questo è un farmaco relativamente nuovo che ha guadagnato popolarità tra le persone che soffrono di questo disturbo.
  • Trattamento emorroidi dopo l'intervento chirurgico
    Complicazioni
    La rimozione chirurgica delle emorroidi ingrossate è a volte considerata l'unico modo possibile per curare questa malattia. Le emorroidi dopo l'intervento chirurgico richiedono un trattamento e un recupero adeguati per prevenire lo sviluppo di varie conseguenze negative.

Sport ed emorroidi - questi concetti sono compatibili? Negli ultimi anni, il tema dell'esercizio fisico per le emorroidi è particolarmente acuto, poiché la malattia sta interessando in modo crescente non solo persone di età matura, ma anche molto giovani.