Fotocoagulazione delle emorroidi: rimozione delle emorroidi

Nel trattamento della malattia emorroidaria, vengono usati molti metodi minimamente invasivi moderni. Cos'è la fotocoagulazione delle emorroidi?

Oggi, interventi chirurgici minimamente invasivi nel trattamento delle malattie proctologiche stanno diventando sempre più rilevanti. Uno di questi metodi è la coagulazione delle emorroidi utilizzando la radiazione infrarossa.

Questo metodo di trattamento è altamente efficace nelle prime fasi dello sviluppo della malattia e un risultato positivo raggiunge il 90% di tutti i pazienti. Nelle fasi più avanzate della malattia, i nodi sono legati (legati) con speciali anelli di lattice.

Come eseguire l'operazione

Nel metodo della coagulazione a infrarossi, viene utilizzato un apparecchio chiamato "Infraton", che include una guida di luce al quarzo e un coagulatore. La punta della guida di luce viene alimentata attraverso l'anoscopio alla base del nodulo emorroidario e viene diretta una corrente di luce dalla lampada alogena.

Direttamente la procedura di coagulazione dura solo un paio di secondi.

Dopo di ciò, si forma una crosta sulla superficie della membrana mucosa del retto, che alla fine si separa e si accompagna alle feci durante il movimento intestinale.

Il paziente non sente dolore durante la procedura. Puoi ripetere questo intervento in 2 o 3 settimane. Con un'unica procedura, puoi lavorare su non più di tre emorroidi.

La fotocoagulazione a raggi infrarossi delle emorroidi viene effettuata in cliniche specializzate dotate di attrezzature moderne.

Indicazioni e controindicazioni

La coagulazione delle emorroidi che utilizzano lo spettro di radiazione infrarossa viene mostrata se le loro dimensioni sono piuttosto piccole. Tali deformità venose non possono essere ligate con anelli di lattice. A volte viene utilizzato nello sviluppo di emorragia da emorroidi allo scopo di emostasi.

Questo intervento è controindicato in presenza di processi infiammatori acuti nel retto o nella trombosi dei nodi.

Raccomandazioni dopo l'intervento chirurgico

Gli specialisti in proctologia raccomandano che i pazienti seguano una dieta per i primi 2 mesi dopo l'intervento.

Consuma cibi ricchi di fibre e bevi un apporto di liquidi giornaliero che prevenga la stitichezza.

È importante non bere alcolici per un mese dopo l'intervento. È meglio abbandonare il cibo "pesante" e limitare lo sforzo fisico.

Complicazioni dopo la procedura

Il paziente nei primi giorni dopo la procedura di coagulazione delle emorroidi con raggi infrarossi può provare fastidio all'ano. Nel periodo postoperatorio (spesso dopo 1 o 2 settimane), il sanguinamento può svilupparsi a seguito della separazione del tessuto del nodulo necrotizzato.

Di norma, una procedura è sufficiente per eliminare le emorroidi.

Il numero massimo consentito di procedure di fotocoagulazione nel trattamento della malattia emorroidaria è sei. Il numero di tali sessioni dipende dallo stadio di sviluppo della malattia. La coagulazione a raggi infrarossi ripetuta può essere necessaria se la nave che alimenta il nodo espanso non è stata completamente cancellata. Il rifornimento di sangue è stato ripristinato nel tempo e il nodo è stato formato di nuovo.

Ciò può verificarsi a causa dell'esposizione insufficientemente lunga della radiazione alle emorroidi stesse o a causa della copertura incompleta della superficie deformata del nodo. Il rischio di ricorrenza di emorroidi dopo un tale intervento nei prossimi cinque anni è di circa il 15%.

Immediatamente dopo la fotocoagulazione, c'è anche un basso rischio di sanguinamento o trombosi delle emorroidi. La trombosi si sviluppa spesso a seguito di danni a tessuti sani e sanguinamento - a seguito dell'assunzione di FANS o di aspirina nelle prime due settimane.

Dopo l'esposizione ai raggi infrarossi sulle emorroidi può aumentare la temperatura corporea.

Vantaggio rispetto ad altri metodi

Recentemente, la coagulazione a infrarossi dei nodi rettali, che è utilizzata attivamente in pratica dai proctologi, sta diventando sempre più rilevante ed efficace nel trattamento delle emorroidi.

Benefici della fotocoagulazione a infrarossi delle emorroidi:

  • Trattamento efficace della malattia emorroidaria nelle fasi iniziali del suo sviluppo;
  • Non c'è periodo di recupero e restrizioni sull'attività fisica;
  • Nessuna perdita di sangue durante l'intervento chirurgico;
  • Breve durata della procedura e sua assenza di dolore;
  • Il paziente non riceve danni termici ai tessuti, poiché la base della procedura non è l'uso della corrente elettrica.

Ad oggi, la maggior parte dei pazienti con emorroidi sceglie questo particolare metodo di trattamento. Con l'aiuto della fotocoagulazione, puoi liberarti rapidamente e indolore delle formazioni infiammate del retto.

Autore dell'articolo: Alexey Egorov Proctologist

http://gemorroj03.com/fotokoagulyaciyu-uzlov.html

Fotocoagulazione a raggi infrarossi delle emorroidi: principio, indicazioni e controindicazioni

La medicina moderna è così avanzata che il problema proctologico che si verifica in ogni secondo può essere risolto in modo semplice e rapido. Ad oggi, c'è una massa di metodi chirurgici minimamente invasivi per sbarazzarsi di emorroidi. Tra questi, la fotocoagulazione a infrarossi delle emorroidi è molto popolare. Questo metodo si distingue per alta efficienza, trattamento veloce, procedura indolore, breve riabilitazione. La fotocoagulazione a infrarossi consente di eliminare le emorroidi con una minima perdita di sangue e non richiede il ricovero in ospedale.

Descrizione del metodo

Raccomandiamo di leggere un articolo dettagliato del nostro autore, che narra di un altro metodo minimamente invasivo: la disarticolazione delle emorroidi.

Ti consigliamo anche di studiare l'articolo di un proctologo dedicato alla legatura di emorroidi con anelli di lattice.

La coagulazione a infrarossi delle emorroidi è una delle tecniche chirurgiche più popolari, in cui vi è un intervento minimo nel corpo senza alcuna lesione ai tessuti del corpo. Con questo metodo, c'è un impatto diretto dei raggi infrarossi sulle aree problematiche.

I raggi infrarossi vengono applicati alla base delle emorroidi: la coagulazione avviene a causa del calore (attaccamento, cauterizzazione, connessione di piccole particelle). Dopo un po 'di tempo, il nodo si esaurisce e scompare, poiché cessa di ricevere potere su di esso. A volte la caduta di una emorroidi atrofizzata può essere accompagnata da una piccola emorragia.

La procedura viene eseguita da un dispositivo speciale - un coagulatore. Consiste di tre elementi:

  • unità elettrica;
  • pistola per applicazione manuale con un LED al quarzo rigido con punta in polimero resistente al calore;
  • supporto per pistola.

Lo strumento agisce come segue: una lampada a bassa tensione trasmette un flusso di raggi infrarossi a una guida di luce al quarzo, che viene inviata al nodo. Grazie alla punta del polimero, i raggi raggiungono la mucosa intestinale senza perdere la forza della luce.

Indicazioni per la procedura

La fotocoagulazione può essere eseguita quando le emorroidi si trovano all'interno del retto, le manifestazioni esterne delle emorroidi sotto forma di coni vengono solitamente trattate con altri metodi di chirurgia mini-invasiva.

Le indicazioni per questo metodo di trattamento delle emorroidi sono i seguenti fattori:

  • le prime due fasi della malattia, che sono complicate da sanguinamento rettale;
  • forma combinata di emorroidi stadio 1 o 2;
  • legatura non riuscita (fasciatura del sito con una filettatura speciale o anello in lattice).

Controindicazioni

Nonostante la semplicità e la sicurezza della procedura di coagulazione a infrarossi non è raccomandato per le emorroidi 3 e 4 fasi. Se la malattia progredisce, ha nuove manifestazioni che sono incompatibili con la coagulazione a infrarossi, il medico raccomanda al paziente metodi più efficaci di trattare con le emorroidi: indurimento, legatura con anelli di lattice, desarterizzazione transanale delle emorroidi.

Inoltre, il proctologo presente non ha il diritto di raccomandare la coagulazione al paziente nelle seguenti patologie:

  • crepe nell'ano;
  • paraproctite (infiammazione nei seni del canale del retto causata da agenti patogeni);
  • fistola rettale (formazione purulenta di passaggi nel tessuto connettivo);
  • trombosi di emorroidi;
  • processo infiammatorio nel retto.

Preparazione per la procedura

La caratteristica principale di questo metodo minimamente invasivo è l'assenza di dolore e la breve riabilitazione. Prima della coagulazione, il paziente deve necessariamente consultare il proctologo ed essere esaminato approfonditamente:

  • passare esami clinici generali del sangue e delle urine, per verificare la reazione di Wasserman;
  • fare un'elettrocardiografia, radiografia del torace, esame endoscopico dell'ano con uno strumento ottico speciale con retroilluminazione - anoscopio.

Tecnica di

La coagulazione viene eseguita sul tavolo operatorio. Il paziente deve essere nella posizione di ginocchio-gomito o posizionato su una sedia speciale e tira le gambe allo stomaco. Un anoscopio viene inserito nell'ano con un controluce in modo che il medico possa esaminare le emorroidi.

Successivamente, la punta del fotocoagulatore viene inserita nell'anoscopio e la procedura viene eseguita. La punta dell'apparato viene applicata a diverse aree del sito per alcuni secondi. È possibile elaborare un massimo di tre nodi alla volta.

Se ce ne sono altri, la procedura viene ripetuta tra due settimane. A seconda della natura della lesione del retto, il paziente può essere prescritto da 1 a 6 procedure di fotocoagulazione a infrarossi.

Entro 15 minuti dopo l'operazione, il paziente deve essere a riposo. Quindi può assumere una posizione verticale per normalizzare la circolazione sanguigna.

Caratteristiche del periodo di recupero

Il periodo postoperatorio è facile e senza complicazioni se l'operazione è stata eseguita da uno specialista nel rispetto di tutte le regole. Tuttavia, ci sono delle eccezioni (in casi molto rari), dal momento che il corpo umano può reagire in modo diverso alla procedura.

Il paziente può tornare alla vita normale 24 ore dopo l'operazione e il giorno successivo andare al lavoro, il che è molto importante. Ma per 2-3 settimane è consigliabile aderire a una dieta priva di scorie, in modo da non provocare lo sviluppo di stitichezza, non sollevare pesi, per escludere l'uso di bevande alcoliche.

Se la dieta è impotente nel normalizzare l'intestino, il medico può prescrivere agenti farmaceutici lassativi al paziente.

Durante il periodo di riabilitazione, una persona può talvolta provare disagio nell'ano. Poiché in questo periodo i nodi elaborati dal coagulatore scompaiono. 10 giorni dopo l'operazione, il paziente dovrebbe venire all'appuntamento del medico, che sarà in grado di valutare i risultati del trattamento.

Possibili complicazioni

In rari casi, il paziente può presentare complicazioni come dolore, febbre, emorragia rettale, trombosi e necrosi delle emorroidi. Il dolore all'ano è dovuto al fatto che i nodi si trovano di solito al di sotto della linea dentata, in un luogo dove ci sono i recettori del dolore. In tale situazione, il proctologo raccomanderà al paziente di utilizzare supposte rettali con effetti antinfiammatori e analgesici.

Il sanguinamento rettale può verificarsi quando il nodo morto cade. La trombosi e la necrosi delle emorroidi possono essere il risultato di un uso prolungato del metodo di fotocoagulazione o del suo vasto impatto sul problema (ad esempio, la rimozione simultanea di diverse emorroidi).

Gli svantaggi della terapia a infrarossi includono anche il probabile ri-sviluppo delle emorroidi. Ciò è dovuto al fatto che la fotocoagulazione non è stata eseguita con precisione, l'intera area del sito non è stata catturata.

Pro e contro

La coagulazione a infrarossi ha molti vantaggi grazie all'efficacia della procedura, tuttavia, ci sono anche aspetti negativi di questo metodo.

2. La procedura è indolore, rapida, con un periodo minimo di riabilitazione.

3. Non è richiesta alcuna preparazione speciale, come accade prima dell'intervento chirurgico (ad esempio, l'uso di droghe e iniezioni per l'efficacia dell'anestesia).

4. Non lasciare cicatrici e cicatrici dal sito remoto.

5. Mancanza di anestesia generale o locale durante l'intervento chirurgico.

6. La procedura viene eseguita senza esposizione alla corrente elettrica, pertanto, la probabilità di bruciatura è esclusa.

7. Viene eseguito senza ricovero ospedaliero, su base ambulatoriale.

2. La probabilità di recidiva della malattia.

3. La procedura viene eseguita solo a pagamento.

4. Se il coagulatore è usato in modo errato, c'è il rischio di trombosi, dolore intenso all'ano, necrosi della mucosa intestinale e sanguinamento intenso.

5. Per 14 giorni è necessario seguire una dieta priva di scorie.

6. I nodi emorroidali di dimensioni considerevoli richiedono più tempo per la procedura e diversi effetti sul nodo stesso.

In alcune situazioni, la coagulazione delle emorroidi è inefficace, quindi è necessario utilizzare altre tecniche minimamente invasive o ricorrere a un metodo più radicale - la chirurgia. Tale conclusione è fatta dal medico, dopo un esame completo del paziente, uno studio della sua storia medica e una conclusione finale.

Costo della procedura

Il prezzo per una procedura di fotocoagulazione a infrarossi dipende dalla regione e dall'istituzione medica in cui viene eseguita l'operazione. In media, per una procedura è necessario pagare da 2500 a 7000 rubli. Al prezzo della coagulazione, è necessario aggiungere il costo di consultare un proctologo e una diagnosi preliminare. In ogni ospedale o centro medico, il costo dei test diagnostici è completamente diverso.

conclusione

I metodi per il trattamento delle emorroidi con raggi infrarossi sono considerati abbastanza promettenti. Sono meno traumatici, indolori e danno risultati rapidi. Tuttavia, un tale metodo minimamente invasivo non garantisce completamente la cura della malattia. Ciò è influenzato da diversi fattori: la professionalità del medico che esegue la procedura, la correttezza della procedura, lo stadio della malattia.

Dopo la rimozione delle emorroidi, non bisogna dimenticare le misure preventive volte a migliorare la circolazione sanguigna e rafforzare i muscoli della piccola pelvi.

http://zhkt.info/gemorroy/therapy-gemor/infrakrasnaya-fotokoagulyatsiya-gemorroidalnyh-uzlov

Qual è la coagulazione delle emorroidi mediante laser - prezzi e recensioni

La coagulazione di emorroidi è un metodo senza sangue che utilizza l'irradiazione laser, mediante la quale i nodi vengono rimossi senza dolore durante le esacerbazioni delle emorroidi. Questo metodo consente di eliminare la malattia in qualsiasi fase del suo sviluppo, indipendentemente dalla posizione del sito e dalla sua profondità. Una tecnologia unica, che utilizza un raggio laser, capace di incidere con grande precisione e cauterizzazione dei tessuti interessati, può essere applicata anche con la trombosi dei nodi.

Coagulazione di emorroidi: cos'è?

Nel trattamento delle emorroidi, che è una malattia piuttosto specifica, vari metodi minimamente invasivi sono usati dalla medicina moderna. La preferenza di questa manipolazione è data dalle sue differenze prima dei metodi chirurgici precedentemente condotti. A differenza di loro, procedono senza dolore, non causano sanguinamento, il tempo dedicato alla loro implementazione viene calcolato in pochi minuti. Questo metodo consente un breve periodo di tempo per salvare finalmente il paziente dalla complicanza della vita della malattia.

Quando si esegue la coagulazione, il nodo localizzato internamente viene bruciato dall'interno con la formazione al suo posto di tessuti di ricambio connettivo. Se il nodo si trova all'esterno, viene tagliato da un laser. Sotto l'influenza dei raggi, i vasi sono addizionati, il che impedisce ulteriori sanguinamenti.

Trascorrono poco tempo sulla procedura e il paziente durante questo può solo sentire un debole effetto termico e una leggera sensazione di formicolio. Nei casi in cui i pazienti sono ansiosi e insistono sull'anestesia, viene loro applicata l'anestesia locale. La coagulazione laser, rispetto a metodi simili di rimozione delle emorroidi, è più efficace e non causa complicanze.

Descrizione della procedura

La coagulazione laser è uno dei metodi più promettenti per la rimozione non chirurgica dei nodi. L'uso di un determinato tipo di radiazione è determinato dalla condizione generale del paziente, dal grado di sviluppo della malattia e dalle patologie associate esistenti. Dopo il sondaggio, uno specialista prende una conclusione sulla necessità di una procedura e invia un rinvio.

Attualmente, ci sono diversi tipi di coagulazione delle emorroidi, ognuna di esse ha diversi vantaggi e controindicazioni. Un tipo specifico è assegnato a un paziente specifico, a seconda della singola testimonianza. Più spesso usano la coagulazione laser, con la quale è possibile sbarazzarsi della malattia in qualsiasi stadio delle emorroidi. A questo scopo, viene utilizzato un raggio laser con proprietà caratteristiche, con l'aiuto di quale coagulazione dei nodi con violazione della circolazione del sangue in essi viene eseguita.

I nodi interni vengono rimossi dalla cauterizzazione della parete del vaso, dopo di che perde il suo volume, la gamba viene semplicemente tagliata ai nodi esterni e scompaiono. Il grande vantaggio del metodo è che viene eseguito con l'aiuto di un dispositivo che agisce con parsimonia, poiché il suo impatto interessa solo il tessuto interessato e l'area trattata riceve un danno minimo e non soffre di stress.

La coagulazione a infrarossi è ugualmente popolare grazie alla sua perfetta sicurezza. Molto spesso, questo metodo viene utilizzato per rimuovere il nodo nella fase iniziale, nonché per sospendere il sanguinamento che si è verificato. Durante la conduzione, l'area interessata viene riscaldata e bruciata con radiazioni utilizzando un dispositivo speciale, dopo di che rimane una crosta sulla membrana mucosa, che scompare presto.

La conduzione dell'elettrocoagulazione bipolare utilizza gli effetti delle correnti. Il processo si basa sul passaggio della corrente attraverso la gamba del nodo infiammato, che porta alla sua morte, e dopo un certo tempo il nodo stesso scompare, lasciando una cicatrice. L'uso del metodo è più efficace in una fase iniziale della malattia.

La tecnica di coagulazione delle emorroidi va nel seguente ordine:

  • viene eseguita la pulizia intestinale, dopo di che l'area intorno all'ano viene trattata con soluzioni disinfettanti;
  • trova il sito della lesione e inietti un anestetico;
  • il nodo viene elaborato con un raggio laser, per il quale viene inserito un anoscopio nell'intestino crasso e, attraverso la punta del coagulatore, l'area interessata viene elaborata con un raggio per diversi secondi.

Se consideriamo la procedura stessa in modo più dettagliato, allora avviene in questo modo. Il paziente visita l'ufficio del proctologo, viene posto su un divano o posto su una sedia speciale. Per studiare lo specialista della mucosa intestinale utilizza un dispositivo speciale - anoscopio.

Usando l'anoscopio e il coagulatore, usando la retroilluminazione, il medico trova la vena dilatata, fissa il nodo e il laser lo cauterizza. Spesso, la vena stessa viene trattata con un coagulatore. In una procedura, che richiede meno di 15 minuti, il medico può rimuovere fino a tre nodi. Se il paziente ha più di loro, allora tutto dovrà essere ripetuto.

Al termine della procedura per mezz'ora, il paziente è sotto la supervisione di uno specialista in stato di riposo, dopo il quale è in grado di muoversi autonomamente. La legatura dopo l'applicazione di questo metodo non è richiesta. Quando si utilizza la radioterapia, il paziente può tornare a casa lo stesso giorno e, se la coagulazione utilizza gli effetti della corrente, la degenza può durare fino a una settimana.

Pro e contro di coagulazione

L'indubbio vantaggio del metodo è che non ha bisogno dell'uso di potenti antidolorifici e non usa interventi chirurgici. Ci sono altri vantaggi rispetto ai metodi simili, vale a dire:

  • l'intero processo non richiede più di 15 minuti;
  • effettuare manipolazioni su base ambulatoriale e l'assenza della necessità di collocare il paziente in un ospedale;
  • non richiede un'approfondita preparazione preventiva;
  • non lascia cicatrici e cicatrici;
  • non causa sanguinamento;
  • non c'è un periodo di riabilitazione, il giorno dopo il paziente è pienamente in grado di lavorare;
  • non comporta complicazioni;
  • nessuna controindicazione e uso in presenza di varie situazioni aggravanti.

La coagulazione laser ha la maggioranza assoluta di aspetti positivi, ma nonostante ciò ha molti aspetti negativi. Gli svantaggi possono essere attribuiti al costo relativamente elevato della procedura e alla scarsa efficienza del metodo per le emorroidi di terzo e quarto grado.

La coagulazione è molto più costosa della normale rimozione delle emorroidi con la chirurgia, e non tutti i dispensari hanno le condizioni per farlo. Uno dei principali svantaggi è che con nodi grandi non è possibile rimuoverli completamente. Tali casi richiedono la ripetizione di procedure, altrimenti aumenta la possibilità di riqualificazione del nodo.

Prezzi medi per la coagulazione laser

Il prezzo per l'uso della coagulazione laser è piuttosto alto, ambiguo e può variare ampiamente, a seconda di molti fattori. Ciò include il prestigio dell'istituto medico, le qualifiche e l'autorità dei chirurghi praticanti, l'attrezzatura utilizzata per eseguire il metodo, lo stadio della malattia, le complicanze esistenti e le malattie associate, nonché le condizioni individuali dei pazienti.

Quando si pianifica l'utilizzo del metodo, è necessario considerare le seguenti circostanze:

  1. Il prezzo totale includerà le consultazioni del proctologo e dei test di laboratorio, che sono obbligatori durante il periodo di preparazione.
  2. Il processo di rimozione di un piccolo nodo, non gravato da complicazioni, costerà in media circa 6 mila rubli.
  3. Nel caso in cui si debbano rimuovere più nodi, il costo dell'operazione aumenta di un multiplo della dimensione.
  4. La rimozione complessa dei nodi può costare fino a 60 mila rubli.

Controindicazioni alla procedura

L'uso della coagulazione laser non ha quasi controindicazioni, alcune restrizioni possono verificarsi solo durante l'ultima fase della malattia e con lo sviluppo dell'infezione. In tali situazioni, il trattamento terapeutico viene prima eseguito per eliminare l'infiammazione, e solo allora ricorrere all'uso di un laser.

Nella fase avanzata avanzata delle emorroidi, la rimozione dei nodi mediante coagulazione laser è inefficace, poiché un nodo infiammato di grandi dimensioni non può essere rimosso contemporaneamente. Nelle situazioni che sono sorte, al paziente verrà consigliato di usare un altro metodo minimamente invasivo o ricorrere a un'operazione chirurgica. Come restrizione temporanea al metodo è il decorso acuto di una malattia infettiva. In questo caso, la coagulazione non viene eseguita fino a quando l'infezione non è completamente eliminata.

Come prepararsi per la coagulazione delle emorroidi

Prima della coagulazione, il paziente deve sottoporsi a una serie di esami obbligatori per avere un'idea delle condizioni generali del suo corpo. Per fare questo, è necessario passare attraverso un ECG, superare i test di laboratorio. Se necessario, il medico curante può prescrivere ulteriori studi, individuali per un particolare paziente.

Per la procedura, è necessario preparare la cavità del retto, per questo utilizzare clisteri di pulizia o farmaci prescritti con un effetto lassativo, che dovrà essere assunto la sera prima. Se solo le unità situate all'esterno sono soggette a rimozione, le procedure di pulizia possono essere omesse.

Inoltre, il paziente deve seguire alcune linee guida:

  • entro pochi giorni prima della procedura è necessario limitare tali alimenti come muffin, pasticcini e prodotti a base di farina nella vostra dieta;
  • non mangiare affatto cibo in grado di migliorare i processi di fermentazione o causare stitichezza;
  • il menu di questo periodo dovrebbe includere cibi leggeri da latte o vegetali.

Inoltre, il periodo preparatorio prima della coagulazione laser non richiederà altre manipolazioni.

Raccomandazioni dopo la procedura

Dopo aver completato la procedura per la rimozione delle emorroidi con un laser, è necessario seguire il comportamento consigliato dello specialista. In questo momento, viene prestata particolare attenzione alle regole di igiene personale, le cui esigenze sono particolarmente rilevanti per la zona anale. In particolare, dopo ogni processo di defecazione è necessario eseguire il lavaggio con acqua fredda. Il periodo per il ripristino del danno ricevuto durante la manipolazione, in questo caso non è richiesto.

Entro un paio d'ore dall'intervento, il paziente può tornare a casa da solo, e il giorno dopo procede alle sue normali mansioni. Non più tardi di una settimana dopo, il paziente deve sottoporsi a un controllo con il medico curante, e se tutto è andato bene, è considerato completamente sano e ha solo bisogno di un controllo annuale.

La procedura di coagulazione laser ha una sola limitazione: sollevare pesi, che solo pochi giorni devono seguire. Il resto dello stile di vita rimane lo stesso, tuttavia è importante prevenire il ri-sviluppo delle emorroidi. Pertanto, è necessario prestare attenzione alla propria dieta, prevenire i problemi con la defecazione e prevenire la stitichezza. È necessario aumentare l'attività motoria, poiché aiuta a normalizzare la circolazione sanguigna negli organi pelvici e impedisce l'espansione delle vene.

Oltre a queste azioni, che avranno un effetto benefico non solo sullo stato dell'intestino, ma anche sull'intero organismo, la riabilitazione non richiederà alcuno sforzo dopo la coagulazione laser.

Le opinioni sull'uso del laser nella rimozione delle emorroidi sono per lo più positive e dipendono da quale stadio della malattia il paziente aveva al momento dell'applicazione del metodo. Nel caso di un grave periodo di malattia, che si osserva nelle ultime fasi, il recupero può essere un po 'più lungo.

Nel caso in cui il paziente chiedesse prontamente aiuto e rimozione avvenuta in una fase iniziale delle emorroidi, il periodo di recupero è facile, non avverte alcun disagio. Il paziente abbandona la paura e la tensione, e in futuro, se si conformerà a tutte le raccomandazioni per la prevenzione, le emorroidi non torneranno più.

Recensioni

Cari lettori, potete lasciare il vostro feedback nei commenti, sarà utile agli altri utenti del sito!

http://1gem.ru/operativno/koagulyatsiya-gemorroya.html

Ablazione del plasma di argon

La coagulazione del plasma di argon è un metodo innovativo per il trattamento di molte malattie. È altamente efficiente e non dà complicazioni. L'essenza del metodo consiste nell'azione di un'onda radio, che viene amplificata da un gas argon inerte. La corrente ad alta frequenza senza contatto viene fornita al tessuto patologicamente modificato mediante gas ionizzato. Una torcia al plasma di argon viene formata tra il tessuto e l'elettrodo. Il tessuto, su cui si verifica l'esposizione, si riscalda e inizia la coagulazione delle proteine ​​di 0,5-3 mm. L'intensità è determinata dalla potenza installata e dalla modalità selezionata.

Nell'ospedale di Yusupov vengono create tutte le condizioni per il trattamento dei pazienti. Le camere confortevoli sono dotate di aria condizionata, che consente di creare una modalità termica individuale. Professori e dottori della più alta categoria lavorano nella clinica di oncologia. Usano le moderne attrezzature dei principali produttori europei e americani per esaminare i pazienti. Lo staff medico esegue professionalmente tutte le manipolazioni.

I casi gravi di malattia sono discussi in una riunione del consiglio di esperti. I medici decidono collettivamente sulla scelta del metodo di trattamento. La coagulazione del plasma di argon a Mosca viene eseguita nelle cliniche partner dell'ospedale di Yusupov.

Coagulazione del plasma dell'argon della cervice

L'ablazione di Argoplasma presenta i seguenti vantaggi:

  • la possibilità di prendere materiale di alta qualità per l'esame istologico;
  • mancanza di perdita di sangue;
  • la possibilità di coagulazione (cauterizzazione) di piccole navi contemporaneamente alla dissezione;
  • prestazioni veloci;
  • gonfiore minimo e infiltrazione tissutale nel periodo postoperatorio;
  • dolore minimo durante e dopo la procedura;
  • guarigione senza cicatrici ruvide.

L'effetto sterilizzante delle onde radio emesse consente l'uso dell'ablazione per il trattamento di varie malattie accompagnate da contaminazione batterica.

Il metodo dei ginecologi per la coagulazione del plasma argon usati per trattare le malattie benigne della cervice:

  • rottura traumatica dell'epitelio;
  • erosione cervicale;
  • displasia cervicale;
  • neoplasia della cervice (comprese verruche e papillomi);
  • nevo genitale;
  • un polipo nel canale cervicale;
  • leucoplachia.

Con lo sviluppo di processi distruttivi aumenta il rischio di tumori maligni sullo sfondo della patologia benigna della cervice. Nuovi metodi di trattamento mirano ad eliminare il processo patologico. Garantiscono la conservazione delle caratteristiche anatomiche e funzionali dell'utero dopo un intervento invasivo.

Attualmente, nella ginecologia pratica vengono utilizzati vari metodi di cura delle malattie benigne della cervice uterina:

  • decomposizione elettrica;
  • coagulazione laser;
  • distruzione chimica;
  • criochirurgia.

Tutti presentano notevoli inconvenienti: il contatto diretto con il tessuto interessato si verifica con l'invasione di microrganismi e attaccamento, oppure una profondità di penetrazione mal controllata causa danni agli strati profondi della cervice, cicatrici marcate e deformità. L'ablazione con plasma di argon non viene eseguita con le seguenti controindicazioni:

  • malattie infiammatorie acute e subacute della vagina e della cervice, organi riproduttivi interni;
  • sanguinamento uterino di origine non specificata;
  • malattie infettive acute;
  • mancanza di conferma citologica o istologica della buona qualità del processo patologico;
  • disturbi pronunciati del sistema di coagulazione del sangue;
  • la presenza di cancro uterino.

La decisione sulla possibilità di un trattamento con onde radio viene presa in collaborazione con un cardiochirurgo o cardiologo.

Prima di condurre la coagulazione di argoplasma, i medici conducono un esame completo del paziente:

  • analisi del sangue per HIV, epatite B, C, reazione di Wasserman;
  • spalmare sulla flora per determinare il grado di purezza della vagina, del canale cervicale e dell'uretra;
  • esame oncocitologico (raschiatura dalla superficie della cervice e del canale cervicale);
  • analisi per infezioni sessualmente trasmesse;
  • video colposcopia estesa;
  • biopsia cervicale dal 5 ° al 9 ° giorno del ciclo (secondo le indicazioni).

Il trattamento con la coagulazione del plasma di argon viene effettuato nei 5-9 giorni del ciclo mestruale. La superficie della ferita guarisce completamente entro due mesi. Il paziente può pianificare la gravidanza 3-6 mesi dopo la procedura. Recensioni di argon plasma coagulazione della cervice possono essere trovate su siti medici.

Ablazione con plasma di argon dell'esofago di Barrett

L'esofago di Barrett è una condizione patologica in cui l'epitelio squamoso del terzo inferiore dell'esofago è sostituito da un epitelio cilindrico metaplastico. L'esofago di Barrett è una condizione precancerosa provata. Una neoplasia maligna può svilupparsi sullo sfondo.

I medici diagnosticano l'esofago di Barrett con l'aiuto di moderni endoscopi. L'equipaggiamento dei principali produttori mondiali consente il campionamento mirato di materiale biologico per l'esame istologico. Gli endoscopisti utilizzano tecniche di chiarificazione per l'ispezione della mucosa: cromoscopia e cromoscopia virtuale.

In relazione ai pazienti che hanno identificato l'esofago di Barrett, gli oncologi applicano tattiche di trattamento attivo. Consiste nella resezione endoscopica della sezione metaplastica della mucosa. L'ablazione con plasma di argon di foci di metaplasia viene effettuata in due modi: mediante coagulazione del plasma di argon di foci di metaplasia della mucosa utilizzando una sonda APC standard o il metodo ibrido di coagulazione del plasma di argon. Per la guarigione rapida ed efficace dei difetti della membrana mucosa dell'esofago e la creazione di condizioni per la comparsa in queste aree dell'epitelio squamoso multistrato, i medici durante un trattamento endoscopico prescrivono inibitori della pompa protonica.

Coagulazione del plasma nell'argon

Nella clinica oncologica, i medici trattano il cancro del retto con metodi moderni. Per l'ablazione tumorale palliativa vengono utilizzati 2 metodi: ablazione laser e coagulazione del plasma di argon. Quando si utilizza la coagulazione del plasma di argon, il rischio di perforazione della parete intestinale è ridotto al minimo.

Alla vigilia dell'intervento, i medici stanno esaminando il paziente:

  • esame rettale digitale;
  • proctoscopio;
  • colonscopia video;
  • ecografia endoscopica del retto mediante sensori di scansione tridimensionale ad alta frequenza;
  • esame istologico di tessuti ottenuti mediante biopsia.

I tumori vengono rimossi utilizzando la coagulazione del plasma di argon. La procedura viene eseguita su base ambulatoriale. Il paziente viene iniettato nel rectoromanoscope del retto. Per ottenere un risultato stabile, vengono condotte 4-5 coagulazioni a radiofrequenza con un intervallo di 7 giorni. La coagulazione di plasma di argon del retto a Mosca è fatta dai dottori dell'ospedale di Yusupov.

Chiama per telefono e fissa un appuntamento con l'ospedale Yusupov. Dopo un esame completo, i medici prenderanno una decisione collettiva e formulare raccomandazioni per il trattamento. La procedura in molti casi evita la chirurgia addominale.

http://yusupovs.com/articles/oncology/argonoplazmennaya-ablatsiya/

L'essenza del metodo e delle caratteristiche della fotocoagulazione a infrarossi delle emorroidi nel trattamento delle emorroidi

Recentemente, gli esperti hanno sempre più fatto ricorso al trattamento delle emorroidi con tecniche chirurgiche minimamente invasive. Tali operazioni hanno diversi vantaggi, tra cui l'alta efficienza e la velocità della procedura, così come l'assenza di dolore, la semplicità della preparazione preoperatoria e un breve periodo di riabilitazione.

La fotocoagulazione a raggi infrarossi delle emorroidi consente di liberarsi senza emorroidi delle emorroidi e non richiede il ricovero in ospedale.

Tali metodi comprendono la fotocoagulazione a infrarossi delle emorroidi, che consente di liberarsi delle emorroidi senza sangue e non richiede il ricovero in ospedale chirurgico.

Qual è l'essenza della fotocoagulazione a raggi infrarossi delle emorroidi?

La coagulazione a infrarossi dei coni emorroidali è uno dei metodi chirurgici minimamente invasivi più efficaci per il trattamento delle emorroidi.

Per un breve periodo di utilizzo, questa procedura è diventata popolare tra i pazienti, perché il principale vantaggio del metodo è l'indolenzimento e la velocità.

Letteralmente dopo 24 ore di coagulazione, il paziente può tornare al suo solito stile di vita, e il periodo postoperatorio è facile e praticamente senza complicazioni.

Il metodo di coagulazione a infrarossi è considerato relativamente giovane. Nel 1978, il proctologo Neiger iniziò a praticare la coagulazione dei coni emorroidali per trattare le prime fasi delle emorroidi. Questa tecnica è diventata molto popolare tra gli specialisti europei, che l'hanno notevolmente migliorata.

Il metodo si basa sull'effetto locale delle onde di radiazione infrarossa sulle gambe delle vene emorroidali infiammate ed allargate del retto. Sotto l'influenza dei raggi di calore nei tessuti, si verifica il processo di coagulazione (coagulazione), a seguito della quale viene disturbato l'apporto di sangue al nodulo emorroidario, che gradualmente si estingue e scompare.

La procedura viene eseguita da un apparecchio speciale - un coagulatore, che consiste di elementi quali:

  • unità elettrica;
  • applicatore per pistola manuale con LED rivestito in quarzo rigido;
  • titolare per l'applicatore.

Quando viene eseguita la coagulazione a raggi infrarossi per le emorroidi?

Le indicazioni per questa tecnica sono i seguenti stati:

http://gemorroy.info/therapy/infrakrasnaya-koagulyatsiya-gemorroidalnyh-uzlov

Rimozione di polipi nel retto. Preparazione per la chirurgia

I polipi del retto sono tumori benigni, e in apparenza assomigliano a neoplasie che si presentano sulla mucosa intestinale. Finora, non sono state stabilite ragioni per il verificarsi di questa patologia, tuttavia, le statistiche affermano che sono più spesso diagnosticati in persone affette da malattie infiammatorie intestinali, costipazione cronica e diarrea.

Non esistono neppure legami di età e sesso nella poliposi intestinale - la malattia con la stessa frequenza si riscontra nelle donne e negli uomini, ci sono anche forme ereditarie della malattia - polpos familiari diffusi, che vengono rilevati già nell'adolescenza.

Segni, sintomi ed effetti di polipi rettali

Il polipo è una proliferazione di tessuto epiteliale, ghiandolare o connettivo, la cui localizzazione è gli organi interni cavi. Quando si forma questa lesione benigna nel retto, il paziente non avverte effettivamente sintomi spiacevoli, ma ciò non indica in alcun modo l'innocuità del polipo.

Tutti i polipi rettali oggi sono classificati come condizioni precancerose. Nella maggior parte dei casi, il loro aspetto è preceduto da una malattia infiammatoria intestinale, accompagnata da persistenti violazioni della sedia.

I principali sintomi della malattia sono:

  • escrezione di muco;
  • comparsa irregolare di sangue nelle feci;
  • spasmi e dolori nell'intestino (questi sintomi compaiono con una grande quantità di polipi, quando si verifica un'ostruzione intestinale parziale).

Ma il più delle volte, i polipi intestinali sono asintomatici, vale a dire si manifestano clinicamente quando raggiungono già una grande dimensione o rinascono nel cancro intestinale. A questo proposito, per la diagnosi precoce dei polipi intestinali, si raccomanda di eseguire annualmente un'analisi immunochimica del sangue occulto fecale (ad esempio, il test ColonView).

Quando compaiono, è necessario contattare un coloproctologo per un esame dettagliato, dopo di che uno dei metodi inizierà la preparazione per la rimozione del polipo nel retto.

Cause di Polipo

Non ci sono dati affidabili sulle cause dei polipi nel retto, ma è noto che i polipi non si formano mai su una mucosa intestinale assolutamente sana. Nella maggior parte dei casi, si formano dopo patologie croniche o acute del colon e del retto, dopo aver sofferto di infezioni intestinali, nonché con errori sistematici nella dieta, a causa della quale appare la stitichezza. Un ruolo importante nella loro educazione è svolto anche dall'ereditarietà: i polipi vengono spesso diagnosticati nei parenti di coloro che hanno riscontrato un tale problema.

Metodi di trattamento per polipo rettale

La terapia farmacologica per il polipo del retto non viene applicata a causa di inefficienza. Dopo aver scoperto queste neoplasie benigne, gli esperti preferiscono la rimozione dei polipi nel retto da uno dei metodi chirurgici o minimamente invasivi ampiamente utilizzati nella proctologia moderna:

  • endomirosi di polipi;
  • asportazione di polipi mediante un rettoscopio o un colonscopio - polipectomia;
  • rimozione di un polipo utilizzando il metodo di coagulazione della gamba (mediante laser o plasma di argon);
  • resezione dell'intestino - praticata in più formazioni;
  • rimozione transanale dei polipi nel retto

Oltre all'ambulatorio bisturi classico per rimuovere le lesioni benigne nell'intestino, vengono utilizzate tecniche high-tech: laser, elettrocoagulazione, bisturi a onde radio e "filo elettrico".

Rimozione endomicroscopica di polipi

Chirurgia endoscopica per rimuovere un polipo rettale utilizzando un proctoscopio, uno strumento inserito nella cavità rettale e dotato di una lampadina e un tubo per la fornitura di anidride carbonica. Il design del dispositivo è progettato in modo tale che il gas fornito espanda la cavità dell'intestino e la sorgente luminosa la illumina, consentendo al medico di visualizzare la formazione.

Inoltre, una fotocamera è installata sul proctoscopio per trasferire un'immagine ingrandita sullo schermo. La chirurgia diretta per rimuovere un polipo rettale viene eseguita utilizzando strumenti endoscopici chirurgici.

Vantaggi di questo metodo:

  • la capacità di rimuovere un polipo da qualsiasi area e / o strato della membrana mucosa del retto;
  • la capacità di fermare il sanguinamento per coagulazione;
  • la capacità di rimuovere un polipo senza dividerlo in più parti.

Il metodo è utilizzato per quasi tutti i tipi di polipi.

Rimozione di un polipo mediante elettroescisione

L'elettroerosione, nota anche come "anello elettrico", viene eseguita utilizzando un recto scope. Lo strumento principale è un dispositivo, al termine del quale viene posta una sottile filettatura metallica sotto forma di anello. Durante la procedura, viene gettato sopra il polipo e serrato in modo da stringere saldamente la gamba della formazione e quindi accendere l'alimentazione in modo che il circuito si riscaldi. Un ulteriore serraggio dell'anello porta all'incrocio tra la gamba del polipo e la sigillatura dei vasi sanguigni.

  • rischio di emorragia nullo o molto basso;
  • velocità dell'operazione.

Il metodo è adatto per rimuovere polipi con una "gamba" con un diametro fino a 30 mm, situato a una distanza piccola (fino a 30 cm) dall'ano.

Resezione del retto

Una resezione diretta viene eseguita nel caso in cui i polipi hanno segni di una transizione verso la forma maligna e vi è una conferma istologica della diagnosi. Di regola, tali operazioni vengono eseguite con polipi maligni, grandi polipi villosi. L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Negli ultimi anni, la resezione laparoscopica del retto insieme a un polipo si è diffusa.

Rimozione del polipo laser

La rimozione del polipo del retto da parte di un laser viene effettuata in due modi: dalla coagulazione del polipo o dalla sua escissione. Nel primo caso, la procedura viene eseguita in anestesia locale, nel secondo - in anestesia generale.

La coagulazione laser dei polipi del retto è una cauterizzazione a strati di tumori. L'escissione è una polipectomia classica che utilizza non un bisturi normale, ma un bisturi laser.

I benefici della rimozione laser sono a basso rischio di sanguinamento.

Rimozione polipo transanale

La procedura è applicata ad alcuni tipi di polipi - con villi e adenomatosi. La condizione principale per questo è che si trovano a una distanza di 10 cm dall'ano. L'operazione viene eseguita in anestesia generale.

L'escissione di un polipo è effettuata attraversando la sua gamba, se il polipo lo ha. Se si trova su una base larga, viene praticata un'asportazione con una tacca ovale.

Lo svantaggio del metodo è un alto rischio di sanguinamento, che può essere ridotto eseguendo procedure aggiuntive, in particolare coagulazione vascolare e sutura.

Preparati per la rimozione di polipi rettali

Prima di rimuovere i polipi rettali, si consiglia ai pazienti di seguire una dieta speciale che escluda i cibi ricchi di fibre per ridurre il volume intestinale. Un giorno prima della procedura di trattamento, si raccomanda di bere più acqua e usare un clistere per pulire completamente l'intestino delle masse fecali. Il medico può anche raccomandare l'assunzione di lassativi. Per fare questo, puoi usare clisteri convenzionali o farmaci speciali: Mikrolaks, cuneo Enema. A volte, per una completa pulizia del colon, un medico può raccomandare l'assunzione di speciali farmaci lassativi: Fortrans, Lavacol, Endofalk.

Periodo postoperatorio

Il restauro completo della mucosa dopo la rimozione del polipo nel retto avviene dopo 2 o più settimane, a seconda del tipo di procedura applicata. Durante questo periodo, è necessario seguire una dieta speciale che aiuterà a prevenire la stitichezza.

Inoltre durante il periodo di recupero non è consigliabile guidare la macchina, sollevare pesi, assumere cibo in modo irregolare e in grandi quantità. È necessario escludere dal menu cibi piccanti e salati, così come l'alcol. Nella prima settimana dopo l'operazione, si raccomanda di escludere frutta e verdura dal menu: contengono fibre grossolane che possono danneggiare la mucosa non cicatrizzata. La preferenza dovrebbe essere data alle zuppe e ai cereali mucosi.

Al verificarsi di complicazioni può indicare:

  • sanguinamento dal retto;
  • vomito;
  • capogiri e debolezza generale;
  • aumento della temperatura;
  • gonfiore e / o dolore alle gambe;
  • tossire.

Quando compaiono, si consiglia di consultare immediatamente un medico.

Prevenzione della poliposi rettale

Per prevenire la comparsa di polipi sulla mucosa intestinale, si raccomanda di trattare eventuali malattie del tratto gastrointestinale nel tempo, nonché di attenersi alle norme di un'alimentazione sana, di bere più liquidi per eliminare la stitichezza e altri disturbi delle feci.

Come ottenere la consulenza di un esperto

Puoi saperne di più sulle procedure per la rimozione dei polipi rettali da un coloproctologo specialista, che può fare una domanda direttamente su questo sito. Compila il modulo di feedback e inserisci la tua email per ottenere una risposta più veloce, o chiama il numero qui sotto per fissare un appuntamento con un proctologo.

http://prokto.ru/metody-lecheniya/gotovimsya-k-operaczii-po-udaleniyu-polipov-v-pryamoj-kishke.htm

Fermare il sanguinamento dal retto (legatura, coagulazione)

Arresto del sanguinamento rettale (legatura, coagulazione) a Mosca

Il sanguinamento dal retto è un segnale serio e richiede cure mediche immediate! Per fermare il sanguinamento e alleviare la condizione, è possibile utilizzare due procedure chirurgiche: coagulazione e legatura.
La coagulazione è una procedura di cauterizzazione dell'hardware, la legatura è l'imposizione di una sutura di legatura sui vasi sanguigni. Questi metodi efficaci aiuteranno a fermare il sanguinamento e ad alleviare le condizioni del paziente.

È molto importante - se hai un forte dolore o sanguinamento, devi consultare un medico, non dovresti avere un clistere purificante prima di una visita medica.

Hai voglie, verruche, papillomi?

NON ESPORARSI DA PERICOLO! ELIMINATO ECCESSIVAMENTE.

Rimozione laser e trattamento di smagliature, cicatrici e lesioni cutanee.

Vantaggi incondizionati della rimozione laser:

  • Rimozione senza incisione, sangue e dolore;
  • Ottimo effetto cosmetico;
  • Recupero veloce

costo:

Tutto compreso per 2150 sfregamenti.

* Il prezzo include: consulenza specialistica, dermatoscopia, anestesia locale, rimozione laser dell'istruzione cutanea.

Trattamento laser delle smagliature per zone

1 cicatrice (1 cmq) - 560 rubli!

Quando si sceglie qualsiasi variante del trattamento laser - la consultazione è gratuita!
Sconti dal 15% al ​​65%.

medici:

È importante!

È importante! Consultare con urgenza un dermatologo se la pelle intorno alla neoplasia è infiammata, pruriginosa o sanguinante.

Validità dell'azione - fino al 31.03.2019g.

Laser ringiovanimento a Mosca per l'azione!

Il fotoringiovanimento su laser CO2 o resurfacing laser è attualmente uno dei metodi più efficaci per trattare i difetti della pelle e il ringiovanimento.

Con l'aiuto di un laser a CO2, puoi:

I principali vantaggi della procedura:

  • breve periodo di recupero dopo la procedura
  • effetto duraturo
  • procedura indolore
  • possibilità di utilizzo su tutti i tipi di pelle
  • possibilità di utilizzo su zone delicate (pelle intorno agli occhi, pelle del collo, area decolleté)

durata:

risultato:

Il costo dell'azione (Sconto del 50%!): 8.000 rubli! 16.000 rubli

  • Lucidatura / sbucciatura laser del viso - 4 000 rubli. 8 000 rubli
  • Lucidatura al laser / peeling del collo - 2 000 rubli. 4 000 rubli
  • Decollaggio laser / sfaldamento - 2 000 rubli. 4 000 rubli

Prezzo per azione (Sconto separato del 20%!):

Il prezzo include:

medici:

Il termine della promozione è il 31/03/2019.

Descrizione:

Questo è peeling basato sull'acido mandelico. Ha un effetto irritante minimo e può essere utilizzato anche su pelle sottile e sensibile e pelle con couperose.

  • Allineamento con microrelief
  • Correzione dell'acne
  • Terapia di iperpigmentazione
  • Effetto lifting

Dopo la prima procedura, noterai l'effetto di schiarire e sollevare, il tuo viso diventerà più fresco e radioso.

Questa procedura non causa la desquamazione, quindi può essere utilizzata in qualsiasi momento, anche prima di qualsiasi evento importante. La procedura può essere applicata come una tantum o eseguita dal corso per ottenere il miglior risultato (il corso consigliato è di 5 procedure)

Solo fino al 31 marzo nella clinica K Prezzo della medicina per il peeling alla mandorla MANDORLA: LIGHT PELO TOTALE 1800 rubli.

medici:

costo:

  • Peeling chimico (una procedura) - 3 500 r. 1.800 r. (SCONTO DEL 49%)
  • Peeling chimico (cinque procedure) - 17 500 r. 8 500 r. + regalo (SCONTO 51%) + (Crema rigenerante FRESCA: CREMA POSTPEEL)

Il termine dell'azione è il 31/03/2019.

Descrizione:

Casi in cui è necessario consultare un pneumologo:

  • tosse prolungata, secca o con abbondante espettorato di muco, principalmente al mattino;
  • tosse secca con asma;
  • tosse, che è accompagnata dalla separazione dell'espettorato verde, giallo-verde, rosa o espettorato striato di sangue;
  • mancanza di respiro che si verifica con poco sforzo o a riposo;
  • mancanza di respiro con difficoltà di espirazione;
  • dolore toracico, aggravato dalla respirazione profonda;
  • raffreddori frequenti più di tre volte all'anno.
Il principale metodo di diagnosi delle malattie broncopolmonari è la determinazione della funzione respiratoria esterna (funzione respiratoria).

LFV è un complesso di studi che determinano la capacità di ventilazione dei polmoni. Questo concetto include un volume di aria residua completo nei polmoni, la velocità del movimento dell'aria in diversi reparti. I valori ottenuti sono confrontati con la media, sulla base di questo, si fanno conclusioni sullo stato di salute del paziente.

http://k-medica.ru/obshchie-napravleniya/proktologiya/ostanovka-krovotecheniya-iz-pryamoy-kishki-ligirovanie-koagulyatsiya/

Altri Articoli Su Vene Varicose