Sintomi e trattamento della trombosi emorroidaria interna ed esterna

Le emorroidi sono facilmente curabili nelle fasi iniziali. Ma, sfortunatamente, molte persone trascurano l'aiuto dei medici, a seguito delle quali si sviluppano complicazioni tipiche della malattia. Una di queste complicanze è una trombosi emorroidaria.

Una complicazione delle emorroidi è la trombosi delle emorroidi.

Le statistiche mostrano che in oltre l'80% dei casi la trombosi è il risultato di una esacerbazione di emorroidi croniche e solo in rari casi è acuta. In ogni caso, questa condizione richiede un trattamento immediato, in quanto può trasformarsi in paraproteite o sepsi purulenta.

Leggi di più sulle emorroidi croniche, i suoi sintomi e il trattamento qui.

Cause di emorroidi trombizzate

Le cause della trombosi delle emorroidi non sono così tanto. Questo è:

  1. Il forte aumento della pressione nella cavità addominale. Di norma, è causato da sforzi eccessivi in ​​caso di violazioni della sedia o come risultato di uno sforzo fisico, durante la gravidanza o il parto.
  2. Trauma al tessuto intorno all'ano.
  3. Ipotermia.

Sotto l'influenza dei suddetti fattori, la parete interna del nodo è ferita, vi è ristagno di sangue. Le piastrine nel sito di lesione del nodo vengono incollate insieme e la fibrina (proteina del sangue) viene persa. Di conseguenza, si forma un trombo che riempie il lume del sito.

A seconda della localizzazione di un coagulo di sangue, le trombosi esterne, interne e anche combinate sono classificate, oltre che combinate, quando il processo cattura entrambi i lati del sito. La trombosi delle emorroidi esterne è più comune.

La malattia nella maggior parte dei casi si verifica con dolore severo, a volte accompagnato da sanguinamento dai nodi. Uno o più nodi possono essere trombati.

Accade anche che una trombosi di un nodo emorroidario passi da sola - a causa della morte del muro del nodo e della perdita di un trombo attraverso l'apertura. Tuttavia, nella maggior parte dei casi questa condizione richiede cure mediche immediate.

Severità della trombosi

La trombosi delle emorroidi è divisa dai medici in 3 fasi, a seconda della gravità:

  1. Nello stadio 1, il sangue venoso si accumula per formare coaguli di sangue. C'è una violazione della microcircolazione del sangue nei nodi. Come risultato della formazione di un coagulo di sangue, il nodo diventa molto doloroso, tuttavia le reazioni infiammatorie non sono state ancora osservate. Già a questo stadio iniziale della malattia, si raccomanda di iniziare il trattamento, poiché, nonostante le sensazioni moderate del dolore, il paziente è tormentato da una sensazione di disagio, vi è bruciore e prurito nella regione anorettale.
  2. La fase 2 è caratterizzata dall'insorgenza del processo infiammatorio. I nodi aumentano di dimensioni, diventano bruscamente dolorosi. A causa di infiammazione, la febbre non è esclusa. In questa fase, si può osservare un gonfiore pronunciato e iperemia della pelle, nonché uno spasmo dello sfintere anale.
  3. L'ultimo, terzo grado di trombosi, significa che l'infiammazione si è diffusa nei tessuti circostanti e ha catturato l'intera regione inguinale e il tessuto sottocutaneo. Questo stadio è pericoloso in quanto può iniziare la necrosi delle emorroidi stesse.
La trombosi delle emorroidi è divisa dai medici in 3 fasi, a seconda della gravità.

Sintomi di emorroidi trombizzate

La trombosi delle emorroidi è sempre accompagnata da sintomi gravi. Le manifestazioni cliniche della malattia sono visibili a occhio nudo.

Il primo sintomo di trombosi emorroidaria è il dolore, si verifica sempre all'improvviso. Ad esempio, mentre passa attraverso l'ano, le masse fecali danneggiano le vene, si verifica uno spasmo dello sfintere anale, i nodi cadono e non sono suscettibili. Questo intero processo è accompagnato da dolore acuto.

Di conseguenza, lo sfintere serra i nodi, interrompendo la circolazione sanguigna e, di conseguenza, si gonfiano e diventano di colore rosso scuro. Va notato che il dolore in questo caso è localizzato direttamente nell'ano.

Inoltre, se il dolore nelle emorroidi si verifica periodicamente, ad esempio, durante lo svuotamento intestinale o uno sforzo fisico grave, è permanente con trombosi delle emorroidi. Di conseguenza, ciò porta al fatto che il paziente non è in grado di andare in bagno. La stitichezza risultante aggrava ulteriormente la situazione.

Sanguinamento dall'ano

Il più delle volte si verifica a causa di un danno meccanico ai nodi interni o esterni. Allo stesso tempo, toccare le vene diventa duro ed estremamente doloroso.

Molto spesso, il sanguinamento si verifica a causa di un danno meccanico ai nodi interni o esterni.

Il sanguinamento si osserva anche nella trombosi in stadio 3. In questo caso, segnala l'insorgenza della necrosi tissutale. La superficie dei nodi è coperta da piccole ulcere e sanguinamenti.

Aumentare la dimensione del nodo e l'edema

Questo sintomo è caratteristico della trombosi esterna. Se in precedenza il nodo era quasi impercettibile, quindi con la formazione di un coagulo di sangue, aumenta rapidamente e provoca un forte dolore.

Questo fenomeno è accompagnato da gonfiore dei tessuti della regione anorettale, che può successivamente afferrare l'intera regione inguinale, causando grande sofferenza nel paziente.

Quali rimedi per le emorroidi sono meglio bilanciati? Leggi di più su di loro qui.

Come liberarsi da sanguinamento emorroidale rapidamente e in modo sicuro.

Possibili complicazioni

Complicazioni di trombosi emorroidaria sono principalmente necrosi, parziale o completa, di trombosi e infiammazione dei nodi. Molto spesso, la necrosi si verifica quando un anello anale viene schiacciato o i nodi sottomucosi con una base sulla parete del retto cadono. Gradualmente, i nodi necrotizzanti vengono respinti e al loro posto compaiono piccole ulcere.

La necrosi senza trattamento si espande e può causare paraprittiti purulente.

Questa condizione richiede un trattamento immediato, altrimenti la necrosi si espanderà e potrebbe causare paraprofiti purulenta, una condizione che rappresenta una minaccia immediata per la vita umana.

Diagnosi di trombosi

A causa di sintomi acuti e pronunciati, la trombosi emorroidaria viene diagnosticata abbastanza facilmente e rapidamente. A tale scopo vengono utilizzati tre tipi di ricerca: visiva, finger e strumentale.

Visualizzati visivamente, è possibile visualizzare nodi esterni ingranditi di colore viola o bluastro, spesso coperti da una fioritura biancastra. Se il medico ha notato aree nere, questo indica la necrosi delle emorroidi - necrosi tessutale. L'area intorno ai siti trombizzati è gonfia e arrossata, si può osservare sanguinamento.

In uno studio con le dita, il medico esamina la densità dei nodi. Di norma, i nodi trombosi sono densi al tatto e non cadono quando vengono premuti su di essi. In caso di trombosi interna, il sangue rimane sul guanto dopo un esame con le dita. Si osserva un aumento del tono dello sfintere.

Quando i nodi trombotici cadono all'esterno, un esame digitale può essere eseguito solo con l'anestesia, poiché la procedura è dolorosa per il paziente e lo spasmo dello sfintere non consente al medico di esplorare completamente l'area interessata.

http://gemor.guru/gemorroj/tromboz-gemorroidalnogo-uzla.html

Trombosi del trattamento delle emorroidi esterne

Trombosi emorroidaria: sintomi, foto, trattamento, recensioni

Le emorroidi sono facilmente curabili nelle fasi iniziali. Ma, sfortunatamente, molte persone trascurano l'aiuto dei medici, a seguito delle quali si sviluppano complicazioni tipiche della malattia. Una di queste complicanze è una trombosi emorroidaria.

Le statistiche mostrano che in oltre l'80% dei casi la trombosi è il risultato di una esacerbazione di emorroidi croniche e solo in rari casi è acuta. In ogni caso, questa condizione richiede un trattamento immediato, in quanto può trasformarsi in paraproteite o sepsi purulenta.

Che aspetto ha una trombosi emorroidaria: foto

Cause di emorroidi trombizzate

Le cause della trombosi delle emorroidi non sono così tanto. Questo è:

  1. Il forte aumento della pressione nella cavità addominale. Di norma, è causato da sforzi eccessivi in ​​caso di violazioni della sedia o come risultato di uno sforzo fisico, durante la gravidanza o il parto.
  2. Trauma al tessuto intorno all'ano.
  3. Ipotermia.

Sotto l'influenza dei suddetti fattori, la parete interna del nodo è ferita, vi è ristagno di sangue. Le piastrine nel sito di lesione del nodo vengono incollate insieme e la fibrina (proteina del sangue) viene persa. Di conseguenza, si forma un trombo che riempie il lume del sito.

A seconda della localizzazione di un coagulo di sangue, le trombosi esterne, interne e anche combinate sono classificate, oltre che combinate, quando il processo cattura entrambi i lati del sito. La trombosi delle emorroidi esterne è più comune.

La malattia nella maggior parte dei casi si verifica con dolore severo, a volte accompagnato da sanguinamento dai nodi. Uno o più nodi possono essere trombati.

Accade anche che una trombosi di un nodo emorroidario passi da sola - a causa della morte del muro del nodo e della perdita di un trombo attraverso l'apertura. Tuttavia, nella maggior parte dei casi questa condizione richiede cure mediche immediate.

Severità della trombosi

La trombosi delle emorroidi è divisa dai medici in 3 fasi, a seconda della gravità:

  1. Nello stadio 1, il sangue venoso si accumula per formare coaguli di sangue. C'è una violazione della microcircolazione del sangue nei nodi. Come risultato della formazione di un coagulo di sangue, il nodo diventa molto doloroso, tuttavia le reazioni infiammatorie non sono state ancora osservate. Già a questo stadio iniziale della malattia, si raccomanda di iniziare il trattamento, poiché, nonostante le sensazioni moderate del dolore, il paziente è tormentato da una sensazione di disagio, vi è bruciore e prurito nella regione anorettale.
  2. La fase 2 è caratterizzata dall'insorgenza del processo infiammatorio. I nodi aumentano di dimensioni, diventano bruscamente dolorosi. A causa di infiammazione, la febbre non è esclusa. In questa fase, si può osservare un gonfiore pronunciato e iperemia della pelle, nonché uno spasmo dello sfintere anale.
  3. L'ultimo, terzo grado di trombosi, significa che l'infiammazione si è diffusa nei tessuti circostanti e ha catturato l'intera regione inguinale e il tessuto sottocutaneo. Questo stadio è pericoloso in quanto può iniziare la necrosi delle emorroidi stesse.

Sintomi di emorroidi trombizzate

La trombosi delle emorroidi è sempre accompagnata da sintomi gravi. Le manifestazioni cliniche della malattia sono visibili a occhio nudo.

Il primo sintomo di trombosi emorroidaria è il dolore, si verifica sempre all'improvviso. Ad esempio, mentre passa attraverso l'ano, le masse fecali danneggiano le vene, si verifica uno spasmo dello sfintere anale, i nodi cadono e non sono suscettibili. Questo intero processo è accompagnato da dolore acuto.

Di conseguenza, lo sfintere serra i nodi, interrompendo la circolazione sanguigna e, di conseguenza, si gonfiano e diventano di colore rosso scuro. Va notato che il dolore in questo caso è localizzato direttamente nell'ano.

Inoltre, se il dolore nelle emorroidi si verifica periodicamente, ad esempio, durante lo svuotamento intestinale o uno sforzo fisico grave, è permanente con trombosi delle emorroidi. Di conseguenza, ciò porta al fatto che il paziente non è in grado di andare in bagno. La stitichezza risultante aggrava ulteriormente la situazione.

Sanguinamento dall'ano

Il più delle volte si verifica a causa di un danno meccanico ai nodi interni o esterni. Allo stesso tempo, toccare le vene diventa duro ed estremamente doloroso.

Il sanguinamento si osserva anche nella trombosi in stadio 3. In questo caso, segnala l'insorgenza della necrosi tissutale. La superficie dei nodi è coperta da piccole ulcere e sanguinamenti.

Aumentare la dimensione del nodo e l'edema

Questo sintomo è caratteristico della trombosi esterna. Se in precedenza il nodo era quasi impercettibile, quindi con la formazione di un coagulo di sangue, aumenta rapidamente e provoca un forte dolore.

Questo fenomeno è accompagnato da gonfiore dei tessuti della regione anorettale, che può successivamente afferrare l'intera regione inguinale, causando grande sofferenza nel paziente.

Possibili complicazioni

Complicazioni di trombosi emorroidaria sono principalmente necrosi, parziale o completa, di trombosi e infiammazione dei nodi. Molto spesso, la necrosi si verifica quando un anello anale viene schiacciato o i nodi sottomucosi con una base sulla parete del retto cadono. Gradualmente, i nodi necrotizzanti vengono respinti e al loro posto compaiono piccole ulcere.

Questa condizione richiede un trattamento immediato, altrimenti la necrosi si espanderà e potrebbe causare paraprofiti purulenta, una condizione che rappresenta una minaccia immediata per la vita umana.

Diagnosi di trombosi

A causa di sintomi acuti e pronunciati, la trombosi emorroidaria viene diagnosticata abbastanza facilmente e rapidamente. A tale scopo vengono utilizzati tre tipi di ricerca: visiva, finger e strumentale.

Visualizzati visivamente, è possibile visualizzare nodi esterni ingranditi di colore viola o bluastro, spesso coperti da una fioritura biancastra. Se il medico ha notato aree nere, questo indica la necrosi delle emorroidi - necrosi tessutale. L'area intorno ai siti trombizzati è gonfia e arrossata, si può osservare sanguinamento.

In uno studio con le dita, il medico esamina la densità dei nodi. Di norma, i nodi trombosi sono densi al tatto e non cadono quando vengono premuti su di essi. In caso di trombosi interna, il sangue rimane sul guanto dopo un esame con le dita. Si osserva un aumento del tono dello sfintere.

Quando i nodi trombotici cadono all'esterno, un esame digitale può essere eseguito solo con l'anestesia, poiché la procedura è dolorosa per il paziente e lo spasmo dello sfintere non consente al medico di esplorare completamente l'area interessata.

L'ultimo stadio della diagnosi è l'esame strumentale (rettoscopia). Viene effettuato utilizzando un rettoscopio (specchio rettale). La diagnostica strumentale offre al medico l'opportunità di differenziare la patologia.

In caso di sindrome da dolore grave, la rettoscopia viene eseguita anche in anestesia locale.

Caratteristiche del trattamento

Quando la diagnosi è confermata, viene selezionato il regime di trattamento ottimale. Il criterio principale quando si sceglie un regime di trattamento è lo stadio della malattia e la gravità della lesione.

In realtà, ci sono due metodi per trattare questa condizione: farmaci e chirurgia.

Trattamento farmacologico

Il trattamento farmacologico è indicato per la trombosi in stadio 1 e 2 e il suo scopo principale è il seguente:

  • rimuovere il processo infiammatorio;
  • eliminare il dolore e alleviare il gonfiore;
  • rilassare lo sfintere rettale;
  • sciogliere il trombo e prevenire la formazione di un nuovo.

Per fare questo, al paziente vengono prescritti agenti trombolitici che aiutano a dissolvere il coagulo di sangue e ad alleviare il dolore. Per trombosi esterna, vengono applicati pomate all'area dell'ano: Eparina, Gepatrombina e Gepatrombina G, Gepazolone, Ultraprokt, Aurobin, Proktosedil, Troxevasin e Levosin e Levomekol. Quando l'interno - utilizzare le candele che hanno un effetto simile, così come: Anestezol, Posterizan, Nigepan.

Bene aiutare blocco di alcol-novocaina: 70% di alcool 1 ml + 1% di novocaina 6 ml. Questa soluzione viene tagliata intorno al tessuto circostante. Il corso prevede 3-4 iniezioni al giorno ogni 3-4 giorni. Il trattamento è combinato con unguenti e supposte.

Il trattamento locale è di solito integrato con la venotonica - farmaci che stimolano la circolazione sanguigna, aumentano il tono della parete venosa e alleviano il gonfiore nel nodo. Tali farmaci comprendono, ad esempio, Detralex, Escina.

Trattamento chirurgico

Se il trattamento conservativo non porta l'effetto terapeutico previsto, o la malattia è in 3 fasi, vengono utilizzati metodi chirurgici. In alcuni casi, ad esempio, con sanguinamento grave, la chirurgia viene eseguita su base di emergenza.

Quando si usa la trombosi delle emorroidi i seguenti tipi di operazioni:

  1. Trombectomia - rimozione del coagulo di sangue venoso (trombi). L'operazione viene eseguita in presenza di nodi di grandi dimensioni che impediscono al paziente di vivere pienamente, e il trattamento conservativo non ha portato l'effetto previsto. La trombectomia viene eseguita in regime ambulatoriale in anestesia locale. Il nodo coagulato viene aperto e il chirurgo rimuove il coagulo. Dopo l'intervento, si osserva un significativo sollievo dalle condizioni del paziente.
  2. Resezione emorroidi esterne. Questa operazione consente di eliminare direttamente la causa della malattia - il nodo esterno, quindi è preferibile, poiché consente di evitare ricadute in futuro. L'operazione viene eseguita in anestesia locale e non richiede il ricovero in ospedale.

Misure preventive

Come sapete, è meglio prevenire la malattia che curarla. La profilassi della trombosi consiste principalmente nel prevenire lo sviluppo di emorroidi. Se una persona soffre di una forma cronica della malattia, dovrebbe prestare molta attenzione al suo stile di vita e alla sua dieta.

È importante normalizzare l'intestino ed evitare le violazioni della sedia, e per questo è necessario ridurre al minimo l'uso di piatti affumicati, speziati, speziati e non abusare di alcol, poiché possono causare una esacerbazione delle emorroidi. E, naturalmente, non dimenticare lo sforzo fisico regolare e moderato.

Quali gravi problemi ha una trombosi emorroidaria e cosa fare?


Le emorroidi nelle fasi iniziali nella maggior parte dei casi sono curabili senza troppe difficoltà. Tuttavia, molte persone che già hanno emorroidi, mentre non soffrono le loro condizioni generali tendono a trascurare le cure mediche. Di conseguenza, sviluppa complicanze della malattia, rallentando il trattamento. La trombosi delle emorroidi, soprattutto se questo sito è esterno, è una delle complicanze più comuni delle emorroidi. Il suo trattamento deve iniziare immediatamente, altrimenti potrebbe causare complicazioni ancora più formidabili, come l'embolia polmonare o la circolazione cerebrale.

Classificazione della trombosi emorroidaria

La trombosi acuta, la cui causa può essere anche la stitichezza ordinaria o il sollevamento della gravità, si manifesterà immediatamente come un dolore acuto e il resto dei sintomi non richiederà molto tempo. A seconda della gravità delle manifestazioni cliniche, questa patologia è divisa in tre gradi di gravità, ognuno dei quali ha le sue caratteristiche di tattica terapeutica.

1 grado

C'è un accumulo di sangue venoso nei nodi e la formazione di coaguli di sangue in essi - coaguli di sangue. I sintomi sono lievi I nodi diventano più dolorosi del solito. La pelle nella regione perianale si arrossa a causa della compromissione della microcircolazione. Trombosi emorroidaria esterna è anche caratterizzata dal fatto che il nodo esterno è coperto con placca fibrinosa, che appare biancastra.

2 gradi

Se il trattamento non viene avviato immediatamente, la trombosi può causare un processo infiammatorio acuto nell'area dei nodi esterni o interni. In questo caso, diventano ancora più dolorosi, la temperatura corporea aumenta. La dimensione delle emorroidi trombizzate aumenta, l'area di iperemia della pelle si espande, appare l'edema dei tessuti molli. Inoltre, lo sfintere anale spesso spasma, che può provocare la violazione delle emorroidi esterne.

3 gradi

I sintomi diventano ancora più pronunciati e il processo infiammatorio acuto dal nodo emorroidario si diffonde ai tessuti vicini, catturando il tessuto sottocutaneo e l'area perineale. L'edema aumenta e l'iperemia della pelle aumenta. Anche la necrosi delle emorroidi può svilupparsi, specialmente se è esterna ed è stata bloccata.

Sintomi di trombosi

La trombosi asintomatica non si verifica mai. Oltre alle manifestazioni che accompagnano le emorroidi semplici, un processo acuto in questo stato si manifesta con sintomi caratteristici, immediatamente visibili a occhio nudo.


I primi sintomi compaiono improvvisamente, improvvisamente. Ad esempio, quando si sforzano durante un movimento intestinale in un paziente con emorroidi, vi è un dolore molto forte nell'ano, ei nodi che si staccano durante questo, a causa dello spasmo dello sfintere anale, non sono suscettibili di riduzione. Lo sfintere blocca il nodo esterno trombato, interrompendo la circolazione del sangue in esso, aumenta di dimensioni e si gonfia, diventa denso, mentre acquisisce una tinta rosso scuro.
Nella terza fase, a causa della necrosi, che complica ulteriormente la trombosi, la superficie delle emorroidi sanguina. Il colore della sua superficie, come mostrato nella foto, diventa viola. Se il trattamento non viene avviato con urgenza, la necrosi delle emorroidi si espande e può persino causare paraprittiti purulente.

Trattamento conservativo della trombosi emorroidaria

La terapia conservativa completa di questa condizione, che complica le emorroidi, è costituita da un trattamento generale e locale. Se le misure necessarie sono prese in modo tempestivo, è possibile interrompere l'esacerbazione dell'infiammazione emorroidaria ed eliminare la trombosi acuta del nodo esterno entro pochi giorni. In altri casi, il trattamento può durare a lungo e le emorroidi trombizzate esterne peggioreranno ancora e ancora.
È necessario eliminare questa complicanza il più presto possibile anche perché la trombosi acuta non consente l'utilizzo di molti metodi non chirurgici di terapia conservativa, con l'aiuto di cui le emorroidi possono essere trattate con successo.
Se la trombosi è complicata dall'infiammazione, i preparati combinati contenenti componenti anestetici, trombolitici e antinfiammatori sono efficaci. Con la posizione interna del sito, è più conveniente usare tali preparati sotto forma di supposta, e quando il nodo esterno è trombizzato, le forme di unguento o gel sono più adatte. Questi farmaci contengono eparina e allantoina, che si legano ai fattori di coagulazione del plasma, determinando un effetto inibitorio sulla coagulazione e un effetto trombolitico. Inoltre, contengono pantenolo, che stimola il metabolismo dei tessuti, migliorando di conseguenza i processi di granulazione e epitelizzazione. E a causa di polidokanol è fornito un effetto anestetico.

Unguenti efficaci e idrosolubili con potente azione anti-infiammatoria e antibatterica, che contengono cloramfenicolo, metiluracile, sulfadimetoksin e componente analgesico Trimekain. Sono particolarmente desiderabili nei casi in cui le emorroidi sono accompagnate dalla presenza di una ragade anale.
Analgesici non narcotici di azione generale e farmaci antinfiammatori non steroidei, come diclofenac, ibuprofene, indometacina, sono solitamente prescritti per alleviare il dolore. La trombosi acuta del nodo esterno è spesso accompagnata dal suo pizzicamento, che causa un aumento della sindrome del dolore già pronunciata. Pertanto, per il sollievo dal dolore, è indicato l'uso di analgesici di azione generale e agenti con azione locale.
Inoltre, il trattamento locale nei casi in cui vi è trombosi acuta del nodo esterno comporta l'uso di gel e unguenti con effetto veno-tonico, a causa del quale la dimensione del nodo diminuisce e la circolazione venosa del sangue si normalizza. La trombosi implica quasi sempre la nomina di farmaci che tonificano e rafforzano la parete vascolare.
Il nodo trombato richiede l'uso di anticoagulanti, preferibilmente l'azione locale. Tali farmaci sono eparina e unguenti troxerutici, che sono usati per trattare le emorroidi semplici, dal momento che il trattamento con loro migliora la circolazione locale.
Oltre alle medicine, le erbe medicinali vengono anche utilizzate sotto forma di decotti per bagni sedentari o usati localmente compresse.

conclusione

Va sottolineato che un trattamento conservativo complesso per la trombosi provoca solo un temporaneo sollievo del processo infiammatorio e la normalizzazione del funzionamento degli shunt artero-venosi nell'area rettale. Può essere considerato una misura palliativa che dà un effetto positivo solo per un po '. Tuttavia, tale trattamento può migliorare significativamente la qualità della vita del paziente e in alcuni casi consente di posticipare l'intervento chirurgico o di abbandonarlo del tutto.

Trombosi emorroidaria: stadi, sintomi e metodi di trattamento

Le emorroidi lanciate spesso finiscono con la trombosi, un coagulo di sangue si forma nei plessi nodulari infiammati del retto, che interrompono la circolazione sanguigna. La trombosi può essere sia esterna che interna, a volte combinata, ma la prima opzione è la più comune. La trombosi emorroidaria può causare sepsi, necrosi e parapreptite purulenta. Questa patologia è solitamente divisa in 3 fasi, le consideriamo in modo più dettagliato:

  1. In questa fase, la trombosi delle emorroidi esterne ed interne è accompagnata da sintomi moderati. Nei plessi ingrossati si formano coaguli di sangue, si manifesta la sindrome del dolore, la pelle si arrossa a causa della compromissione della circolazione sanguigna. La trombosi delle emorroidi esterne può essere riconosciuta da una caratteristica, il nodo è coperto da una fioritura biancastra.
  2. Se le emorroidi trombizzate sono state ignorate, può iniziare un processo infiammatorio acuto. I sintomi sono già più pronunciati, la salute della persona malata peggiora, la temperatura sale, il dolore diventa insopportabile. Il nodulo infiammato aumenta, appare gonfiore del tessuto circostante. La trombosi emorroidaria acuta può causare un'infrazione nodale a causa degli spasmi anali dello sfintere.
  3. Il trombo emorroidario causa un forte processo infiammatorio. Si diffonde ai tessuti sani, il gonfiore si sta rafforzando. La palpazione della zona rettale è difficile a causa di forti dolori. Se il nodo esterno viene violato, può verificarsi una necrosi. Il processo infiammatorio acuto spesso conclude paraproctite. In questa fase, il paziente ha semplicemente bisogno di ricovero urgente.

I sintomi di una trombosi emorroidaria

La trombosi delle vene causa sempre sintomi marcati. La sindrome del dolore, di regola, si verifica all'improvviso. Ad esempio, se un paziente ha avuto i nodi durante un movimento intestinale e uno spasmo dello sfintere si è verificato, allora non potevano essere corretti, in quanto erano alterati. Per questo motivo, la circolazione sanguigna è disturbata, si verifica trombosi, i nodi aumentano e diventano rossi, e compare un forte dolore.

Un altro sintomo di una emorroidaria esterna trombizzata è che la sindrome del dolore in questo caso è permanente, non dipende dall'atto di defecazione. Quando appare la necrosi, la superficie dei plessi nodali può iniziare a sanguinare perché appaiono ulcere su di essa. Le emorroidi trombose acute causano molta sofferenza al paziente, l'infiammazione si sta rafforzando e il dolore aumenta solo con il passare delle ore. Una persona non può svuotare l'intestino, perché la sindrome del dolore aumenta, a causa di questo c'è una forte costipazione, che aggrava solo la situazione.

Secondo la classificazione internazionale delle malattie 10 revisione (ICD-10), le emorroidi complicate dalla trombosi vanno sotto il codice ICD-10 - 184,7. Tale malattia non può essere curata da sola, è necessaria assistenza medica. Ci sono casi in cui il nodo è strappato e un coagulo di sangue perde, ma questa condizione è aggravata da gravi emorragie, che spesso il paziente non riesce a fermare. Di solito non si verifica un riassorbimento indipendente di un sito trombotico senza trattamento farmacologico.

Le principali cause di infiammazione acuta della emorroidi

La trombosi è una complicanza delle emorroidi avanzate, molti fattori possono causarle. Fondamentalmente un coagulo si forma spesso a causa dell'ipodynamia, cioè se il paziente si muove un po ', allora la stagnazione si verifica nella regione pelvica, contribuendo ad un aumento dei plessi nodulari.

Molto spesso, un coagulo di sangue si forma in persone che, avendo una emorroidi trascurata, trascurano la dieta. Se bevi alcolici, mangi cibi troppo salati, in salamoia, fumati, irritano la mucosa intestinale e, a causa di ciò, aumenta la pressione nei nodi interessati.

Un'altra causa di trombosi esterna ed interna delle emorroidi è la stitichezza. Si verificano a causa della malnutrizione, quando c'è poca fibra nella dieta. Una persona non può svuotare correttamente l'intestino, è tesa, il sangue si riversa sul piccolo bacino e di conseguenza aumenta la pressione nei plessi nodali. Inoltre, le feci pesanti possono danneggiare i nodi e causare sanguinamento.

Nella fase avanzata, l'atto di defecazione per il paziente diventa tortura, perché gli causa un grande dolore. A causa di ciò, si verifica spesso uno spasmo dello sfintere anale, che può pizzicare i nodi che sono fuoriusciti e provocare così una trombosi acuta, che è spesso il caso di forti tensioni. Con la trombosi delle emorroidi esterne, il quadro clinico è pronunciato.

Anche la gravidanza e il parto contribuiscono allo sviluppo della trombosi, soprattutto per le donne che hanno sofferto di emorroidi prima della gravidanza. Quando nasce un feto, questo disturbo è aggravato dal fatto che l'utero si espande e preme contro l'intestino. E durante il travaglio, i nodi cadono e possono essere pizzicati dallo sfintere anale e quindi provocare la trombosi.

Trattamento conservativo della trombosi nelle emorroidi

Per prevenire gli effetti della patologia è necessaria una terapia tempestiva. Se il paziente si rivolge in tempo, allora una tale malattia può essere trattata con farmaci. Ad esempio, gli agenti trombolitici sono spesso usati, aiutano il coagulo di sangue a dissolversi. Per lo più questi preparati contengono eparina nella loro composizione, possono essere prodotti sotto forma di gel, pomate o candele.

Inoltre, vengono spesso prescritti flebotoni, rafforzano le pareti vascolari, le rendono più resistenti. Se le emorroidi sono sanguinolente e odori, questo indica un grave processo infiammatorio. In questo caso, il medico prescrive farmaci antinfiammatori, con una forte sindrome dolorosa, vengono anche prescritti farmaci per il dolore.

Per alleviare le condizioni del paziente con l'aiuto di bagni con permanganato di potassio, la soluzione non deve essere molto concentrata, è possibile utilizzare anche un decotto di camomilla per questi scopi. Impacchi freddi contribuiranno a ridurre l'infiammazione e il dolore. Inoltre, al paziente viene mostrata una dieta moderata, non dovrebbe mangiare cibi che possono irritare la mucosa intestinale, con il suo aiuto è di moda prevenire la comparsa di stitichezza.

Quanto dura la trombosi delle emorroidi esterne? Tutto dipende dalla gravità della malattia. Ma in ogni caso, se il paziente si rivolge a uno specialista in tempo, il rischio di complicanze viene significativamente ridotto. Di norma, con un trattamento tempestivo, la prognosi è favorevole.

Trombosi emorroidaria: trattamento chirurgico

La diagnosi di questo processo di solito non causa alcuna difficoltà, specialmente se il paziente presenta una trombosi emorroidaria esterna. Quando il terzo grado è già mostrato un intervento chirurgico. L'operazione viene eseguita più spesso in anestesia locale, un nodo viene aperto al paziente e da lì viene rimosso un coagulo di sangue, che è stato il colpevole di infiammazione e dolore severo. Dopo una tale manipolazione, l'incisione di solito non è cucita, si auto-stringe per diversi giorni.

Ci sono tecniche meno invasive che aiutano a sbarazzarsi di un coagulo di sangue senza un intervento chirurgico. Ad esempio, l'elettrocoagulazione, mediante una corrente elettrica, rimuove la formazione, impedendo al paziente di condurre una vita normale.

Nei casi avanzati è possibile eseguire un'operazione che mira non solo alla rimozione di un coagulo di sangue, ma anche al ripristino della mucosa nell'ano. Un intervento chirurgico più radicale può essere necessario in caso di necrosi delle emorroidi o se le condizioni del paziente sono complicate da un processo infiammatorio acuto.

La trombosi emorroidaria esterna acuta, che rappresenta una minaccia per la vita del paziente, viene trattata tempestivamente. Ma, sfortunatamente, nessuno garantirà che un coagulo di sangue non si formi in un'altra parte della vena. Ecco perché è necessario escludere i fattori che provocano il suo sviluppo.

Metodi per la prevenzione della trombosi emorroidaria

Quanto velocemente passa una trombosi emorroidaria? Tutto dipende dalle condizioni generali del paziente, dalla gravità e dal fatto che il trattamento sia stato avviato in tempo. Per la prevenzione della patologia, le persone con emorroidi croniche devono visitare periodicamente il proctologo e trattarsi prontamente.

La misura più importante è la normalizzazione della sedia, cioè il paziente non dovrebbe avere costipazione, sono loro che più spesso causano il pizzicotto di emorroidi esterne, che poi portano alla trombosi. È importante seguire una dieta, astenersi dal cibo che può irritare la mucosa intestinale, l'alcol deve essere abbandonato. Nella dieta è utile introdurre il più possibile frutta e verdura, i prodotti a base di latte fermentato saranno utili. L'attività fisica e l'esecuzione di alcuni esercizi sono molto importanti, una mezz'ora regolare all'aria aperta è un'eccellente prevenzione delle emorroidi e delle sue complicanze.

Come trattare la trombosi delle emorroidi esterne

Stile di vita sedentario, cattiva alimentazione, stitichezza cronica o diarrea, lavoro sedentario, sollevamento pesi, gravidanza e parto possono portare a emorroidi e formazione di emorroidi (protuberanze) nella parte finale del tratto digestivo (retto).

Cause di trombosi

Secondo gli esperti medici, la trombosi emorroidaria si verifica a causa della formazione di coaguli di sangue all'interno dei vasi sanguigni nel retto. A causa di una violazione del flusso di sangue, si verifica la dilatazione patologica delle vene anali. Espansi e pieni di sangue, alla fine formano nodi. Durante il periodo di esacerbazione della malattia, i nodi formati iniziano a sanguinare, cadere e trombosi.

Inoltre, ci sono i seguenti fattori che portano a una tale complicazione della malattia, come la trombosi emorroidaria:

  • stare seduti a lungo;
  • forte sforzo fisico;
  • violazioni nel tratto gastrointestinale;
  • cibo malsano;
  • cattive abitudini;
  • malattie infiammatorie degli organi pelvici (PID);
  • insufficienza ormonale.

Fasi di trombosi

La comparsa di formazione di trombi nel retto è una manifestazione clinica di uno dei principali sintomi delle emorroidi. Parlano anche della presenza di processi di complicazione della malattia. La trombosi attraversa quattro fasi di progressione e ognuno di essi ha i suoi sintomi di manifestazione.

Primo stadio

In questa fase, la malattia è asintomatica o i sintomi sono implicitamente espressi. Le emorroidi sono di dimensioni minori e si trovano all'interno del retto. È impossibile per una persona scoprirli da solo. Nella regione dell'ano, il paziente può provare disagio, lieve prurito e umidità. Tutti questi sintomi sono associati a secrezioni rettali. Irritano la pelle nell'ano. Occasionalmente, si manifesta un altro sintomo della malattia: una scarica sanguinolenta, che può essere vista sulla carta igienica dopo un atto di defecazione.

Secondo stadio

Nella seconda fase, le emorroidi aumentano di dimensioni e l'infiammazione e l'esacerbazione della malattia si verificano più spesso. Il muco si distingue ancora di più dalla parte finale del tubo digerente e irrita la pelle intorno all'ano. È per questo motivo che prurito e bruciore sono esacerbati. C'è anche una sensazione di corpo estraneo nella parte finale del tratto digestivo e del dolore.

Le sensazioni dolorose, di regola, si verificano durante i movimenti intestinali, quando feci dense influenzano le emorroidi e li feriscono. La perdita di sangue dal paziente si verifica con ogni atto di defecazione e diventa più abbondante. Possono essere visti non solo sulla carta igienica, ma anche sul muro del water. In questa fase della malattia, i colpi emorroidali cadono quando si sforzano, ma dopo un atto di defecazione, rientrano autonomamente all'interno.

Terzo stadio

Nella terza fase del decorso della malattia, i sintomi sono identici al secondo stadio. L'unica differenza è che le emorroidi cadono non solo durante i movimenti intestinali, ma anche durante lo sforzo fisico, e non ritornano da sole. Mandali di nuovo al retto solo manualmente.

Quarta tappa

In questa fase del decorso della malattia, i dossi emorroidali sono sempre all'esterno e non c'è modo di correggerli manualmente. Il paziente è costantemente preoccupato per il prurito e il bruciore nell'ano. Il dolore si verifica non solo camminando, ma anche stando seduti. Particolarmente forte - con un atto di defecazione. L'emorragia in questo momento è abbondante e in alcuni casi vi è il rischio di anemia grave.

terapia

Per iniziare a trattare la trombosi delle emorroidi esterne dovrebbe essere opportuno. Vincoli non necessari dovuti a una malattia così delicata possono portare a complicazioni pericolose.

Il trattamento della malattia nelle fasi iniziali dello sviluppo può essere fatto con l'aiuto della medicina conservativa (sono prescritte pillole speciali, gel, unguenti, supposte) e ricette tradizionali. Nell'ultima fase della malattia, è possibile solo il trattamento chirurgico.

Se il paziente ha una trombosi acuta, viene immediatamente ricoverato.

Terapia farmacologica

Il trattamento con i farmaci consiste nell'eliminare i sintomi della malattia e prevenire le pericolose complicanze della trombosi. Per fare questo, usare antidolorifici, farmaci venotonici, antinfiammatori e astringenti.

Se il paziente inizia a trattare la malattia in modo tempestivo, la progressione del progresso patologico può essere interrotta e la trombosi emorroidaria esterna può essere eliminata per due giorni. Nel caso opposto, il trattamento può essere effettuato per un lungo periodo.

Per iniziare a eliminare la complicazione della malattia dovrebbe essere il più presto possibile. La trombosi acuta non consente l'uso di numerose terapie non invasive che possono trattare efficacemente la trombosi.

Per il trattamento della trombosi delle emorroidi interne è meglio usare farmaci sotto forma di supposte e unguenti. È necessario trattare un sito trombotico con anticoagulanti, preferibilmente con esposizione locale. Questi farmaci includono:

  • pomata con eparina;
  • unguento troxerutico.

Il trattamento con questi unguenti aiuta a migliorare la circolazione del sangue. Per eliminare i sintomi del dolore della malattia, è meglio usare le candele.

Il trattamento della trombosi con metodi conservativi dovrebbe essere completo. Oltre ai farmaci, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni per curare le emorroidi acute:

  • seguire una dieta moderata per prevenire la stitichezza e alleviare i movimenti intestinali;
  • prendere lassativi;
  • fare bagni e impacchi sedentari con una soluzione di manganese debole o erbe medicinali;
  • lavare con acqua fredda dopo ogni atto di defecazione, ecc.

Terapia Operativa

In caso di complicazioni o esacerbazione della malattia, il trattamento deve iniziare immediatamente. Per il trattamento della trombosi acuta vengono utilizzati trattamenti chirurgici. I seguenti metodi vengono utilizzati per rimuovere grumi di dimensioni maggiori:

  • Scleroterapia.
  • Coagulazione elettrica o laser. Usato per trattare le emorroidi interne dello stadio iniziale di sviluppo.

Se la perdita di coni in un paziente si verifica costantemente, allora l'intervento chirurgico è inevitabile. Ad oggi, la rimozione di emorroidi per intervento chirurgico è considerata la più efficace. Il medico sceglierà in che modo effettuare il trattamento, in base allo stadio di progressione della malattia.

Trattamento di trombosi emorroidaria

Quasi tutti i membri della popolazione adulta del pianeta hanno familiarità con una malattia come le emorroidi. Tuttavia, pochi di loro indovina quale tipo di gravi complicazioni può comportare una malattia. La conseguenza più grave e pericolosa delle emorroidi non curate nel tempo è la trombosi emorroidaria acuta. Questa condizione estremamente pericolosa è caratterizzata da dolore pronunciato e grave infiammazione.

cause di

Le ragioni per lo sviluppo di una tale complicanza grave di emorroidi, come la trombosi, possono essere i seguenti fattori:

  1. Forte aumento della pressione sanguigna nella cavità peritoneale. La causa di questo salto di pressione può essere la tensione eccessiva durante la stitichezza o l'intenso sforzo fisico. Inoltre, la pressione intra-addominale è spesso aumentata nelle donne alla fine della gravidanza.
  2. Diverse lesioni e danni ai tessuti nell'ano.
  3. Grave ipotermia

Sotto l'influenza dei suddetti fattori, la parete interna delle emorroidi è danneggiata, provocando un aumento della stasi del sangue. Per eliminare il lume formato nel muro a seguito di una lesione, si forma un nodulo di piastrine e di fibrina (proteina del sangue) nel sito della lesione, che chiude questa lacuna. Questo grumo è un coagulo di sangue - una complicazione di salute molto pericolosa.

Da come si trova la trombosi emorroidaria, può essere classificata come segue:

  1. Trombosi delle emorroidi interne.
  2. Trombosi emorroidaria esterna.
  3. Combinato.

Ci sono due opzioni per lo sviluppo di questa malattia:

  1. Riassorbimento completo di un coagulo di sangue
  2. Morte e rigetto del tessuto emorroidario.

Sintomi e segni

La trombosi ha diversi sintomi caratteristici, la cui intensità dipende dalla gravità della malattia:

  1. Intenso dolore al retto, che aumenta significativamente durante i movimenti intestinali, movimenti intensi (camminare o correre) e una seduta prolungata.
  2. Una condizione in cui sembra che ci sia un oggetto estraneo nel retto (disagio nell'ano).
  3. Grave prurito e gonfiore dei tessuti dell'ano.

Questi sintomi si manifestano in una fase iniziale della trombosi emorroidaria. Successivamente, il paziente può presentare segni più gravi della malattia, come forti emorragie e muco dell'ano.

Diagnosi della malattia

Con la trombosi, c'è un notevole aumento delle emorroidi esterne, che acquisiscono una tinta viola brillante o addirittura bluastra. Spesso sulla loro superficie si vede una fioritura biancastra - uno strato di fibrina che ricopre le pareti interne dei nodi. Negli stadi gravi della trombosi, possono formarsi delle macchie nere sui nodi emorroidali, che possono aumentare di dimensioni nel tempo.

Questo annerimento della pelle appare come risultato della necrosi del tessuto emorroidario ed è un sintomo estremamente pericoloso. I tessuti che circondano le emorroidi trombizzate sono anche infiammati e hanno un colore scarlatto brillante. Se sulla superficie dei nodi ci sono aree con tessuto cutaneo morto, allora il paziente può avere sanguinamento pesante che può essere difficile da fermare.

Quando sondano, i nodi sono piuttosto densi, estremamente dolorosi e mantengono la loro forma anche con una forte pressione. Se al paziente è stata diagnosticata una trombosi delle emorroidi interne, dopo l'esame con le dita, sul guanto sono sempre presenti segni di sangue. Inoltre, il paziente ha un tono dello sfintere aumentato.

Se le emorroidi interne colpite da trombosi cadono all'esterno, allora in questo caso è quasi impossibile eseguire uno studio qualitativo del retto con l'aiuto di un dito. L'implementazione di questa procedura diagnostica è ostacolata da dolore pronunciato e spasmo dello sfintere forte, quindi in una tale situazione, per esplorare l'ano con la palpazione è possibile solo dopo l'anestesia delle aree infiammate.

Un altro passo importante nella diagnosi della trombosi emorroidaria è l'esame strumentale. Viene eseguito utilizzando uno strumento speciale: uno speculum rettale o, come viene anche chiamato, un rettoscopio. Questa procedura è obbligatoria anche se il paziente è stato diagnosticato con emorroidi esterne, in quanto consente di escludere altre patologie del retto, che si verificano con la presenza di dolore acuto:

  1. Cancro.
  2. Ragadi anali.
  3. Paraprocitite (infiammazione nel retto).
  4. Perdita o pizzicatura di un polipo rettale.

Come trattare la trombosi

La trombosi acuta della fase emorroidaria esterna I e della fase II è trattata con l'aiuto di vari farmaci. L'obiettivo di questo trattamento è:

  1. Eliminazione dei processi infiammatori nel sito emorroidario.
  2. Rimozione del dolore acuto e riduzione dell'edema dei tessuti molli.
  3. Alleviare il sovraccarico dello sfintere del retto.
  4. Dissoluzione di trombi e prevenzione della sua riformazione.

Il trattamento di emorroidi acute, complicate da trombosi, viene effettuato come segue: vari emollienti terapeutici, come ultraproct, proctosedil, aurobin, e anche eparina e troxevasine, vengono applicati alle emorroidi. Per il trattamento della trombosi dei nodi interni applicare supposte rettali di un'azione simile - anestetico, nigepan e posterizan.

L'effetto terapeutico eccellente è raggiunto grazie al blocco alcol-novocain. Con questo metodo di trattamento, una miscela di 6 ml di novocaina e 1 ml di alcol viene iniettata nell'area intorno alle emorroidi. Questa procedura viene eseguita ogni 3 giorni, mentre il ciclo di trattamento totale è di 4 procedure.

Per ottenere il miglior effetto del blocco alcol-novocanico dovrebbe essere combinato con l'uso di unguenti terapeutici. Inoltre, per alleviare il dolore e l'infiammazione sui linfonodi emorroidali affetti da trombosi, è possibile applicare medicazioni di vari unguenti, ad esempio levocina o levomekol. La trombosi emorroidaria viene spesso trattata con laser terapia, ma ciò richiede un dispositivo speciale.

L'unguento deve essere combinato con l'assunzione di preparati venotonici. Questi farmaci aiutano a migliorare la circolazione del sangue nelle emorroidi, aiutano a ridurre il gonfiore dei tessuti e rafforzano la parete venosa. Le droghe più famose di questo gruppo sono detralex e escina.

L'unico modo efficace per curare la trombosi emorroidaria di III grado è un intervento operabile.

Se un paziente ha un sanguinamento grave con questa malattia, in questo caso, l'operazione chirurgica viene eseguita in una modalità di emergenza. In una tale situazione, solo una forte infiammazione dei tessuti molli intorno alle emorroidi può essere l'unica ragione per il trasferimento dell'operazione per diversi giorni in anticipo.

Prima dell'operazione, cercheranno di toglierlo con l'aiuto di forti farmaci anti-infiammatori. Il principale tipo di intervento chirurgico per questa malattia è la trombectomia delle emorroidi.

http://gem0.ru/lechenie/tromboz-naruzhnogo-gemorroidalnogo-uzla-lechenie.html

Trombosi di emorroidi esterne ed interne, trattamento e chirurgia

Transizione rapida sulla pagina

Cos'è? La trombosi delle emorroidi è chiamata un complicato processo di emorroidi croniche acute. Si sviluppa a causa di alterata circolazione sanguigna e formazione di trombi nella struttura dei plessi vascolari cavernosi nel segmento dell'intestino del canale anale.

Dopo un processo acuto che dura fino a una settimana, inizia la fase di sostituzione del nodo trombato con tessuto connettivo. C'è un alto rischio di necrosi e ulcerazione sulla mucosa intestinale.

Il ruolo principale nella formazione delle complicanze patologiche delle emorroidi appartiene a:

  • Il processo di sedimentazione delle piastrine nell'endotelio vascolare su una parte specifica del segmento rettale.
  • Aumentare il livello di proteina insolubile specifica nel sangue (fibrina).
  • Il meccanismo di emocoagulazione.

Come risultato di questi fattori, il coagulo di sangue risultante chiude il lume vascolare e blocca il flusso inverso del sangue dalla protrusione nodale - si verifica una trombosi.

Secondo la localizzazione, ci sono tre tipi di trombosi delle emorroidi - esterne, interne e combinate. La malattia è classificata in base a tre gradi di gravità, determinando la gravità dei sintomi e la vastità del processo patologico.

Foto di trombosi emorroidaria 1

La causa della trombosi è dovuta alla confluenza di una varietà di circostanze che contribuiscono al deterioramento delle condizioni generali delle navi affette da vene varicose nell'area rettale. Sono dovuti a:

  • Violazione della dieta, che aiuta a stimolare la circolazione sanguigna nella zona pelvica e ad aumentare la pressione intravascolare nei nodi delle emorroidi (bevande alcoliche, condimenti e sottaceti, cibi piccanti e amari).
  • Effetti avversi di diarrea o costipazione sulla circolazione del sangue negli urti delle formazioni emorroidali.
  • Stasi del sangue nei vasi causata da ipodynamia (seduta passiva prolungata), che contribuisce alla formazione di coaguli di sangue.
  • Traumatizzazione dei noduli, ad esempio durante il parto.

Spesso, un fattore stimolante nello sviluppo della trombosi singola o multipla delle emorroidi diventa uno spasmo dello strato muscolo-occlusivo (sfintere) del retto, come risposta al dolore e all'irritazione.

Le contrazioni muscolari convulsive interferiscono con la circolazione del sangue nei nodi emorroidali, il sangue ristagna nei vasi e si forma un coagulo di sangue. La patologia si sviluppa acutamente, con edema e dolore severo.

Di norma, tutti i noduli caduti sono colpiti e il principale fattore causale è spesso una pressione eccessiva sulle pareti dei vasi sanguigni (quando si sforzano, per esempio). Ma i segni di trombosi esterna delle emorroidi sono più spesso contrassegnati da una lesione di uno, in rari casi due, neoplasie nodali. Pertanto, i sintomi non sono così pronunciati.

Sintomi e grado di trombosi delle emorroidi

grado di foto di trombosi

Il disagio nell'area del passaggio anale e la sindrome del dolore intenso sono i principali segni di trombosi emorroidaria. Il dolore è permanente, non dipende dai processi di defecazione. Formazioni nodulari sono compattate e aumentano di dimensioni, nel retto crea una sensazione della presenza di un oggetto estraneo.

Con una tale malattia, c'è un'alta probabilità di infiammazione e altri sintomi sintomatologici associati alla trombosi. Il processo può essere completato da ipertermia, malessere generale e debolezza, segni di intossicazione.

La manifestazione dei sintomi clinici della trombosi emorroidaria dipende dalla gravità del suo decorso:

1) Nel grado iniziale di formazione della trombosi - il primo, i processi infiammatori potrebbero non essere osservati. L'aumento e la compattazione caratteristici di formazioni nodulari, toccandoli non causa dolore severo, è espresso leggermente. Nell'area dell'ano, i pazienti notano non proprio "sensazioni piacevoli", manifestate acutamente durante l'atto della defecazione. L'ispezione di quest'area rivela arrossamenti e un lieve gonfiore.

2) Il secondo grado di trombosi emorroidaria è caratterizzato dallo sviluppo di processi infiammatori nei grumi emorroidali colpiti. L'ano è circondato da grave iperemia e gonfiore. La palpazione delle formazioni provoca un forte dolore.

3) Nel terzo stadio della malattia, il processo di infiltrazione infiammatoria nel tessuto adiposo sottocutaneo dell'area anale si unisce ai segni esistenti. A volte l'infiltrazione infiammatoria copre l'intero tessuto adrectale sfuso. La palpazione diagnostica del tratto intestinale e dei nodi provoca dolore insopportabile. Un'ispezione visiva rivela coni blu scuro o viola scuro caduti dall'ano.

Il modo più affidabile per evitare spiacevoli conseguenze: emorragie intense, processi purulenti e necrotizzazione dei nodi che possono provocare cancrena è iniziare il trattamento per la trombosi delle emorroidi esterne o dei suoi molteplici tumori interni il più presto possibile.

Trombosi emorroidaria durante la gravidanza

Il soggetto più soggetto a trombosi emorroidaria - pazienti in stato di gravidanza e giovani mamme che hanno recentemente partorito. Il rischio di sviluppare patologie nelle donne in gravidanza è dovuto al loro stato molto interessante. In questo periodo, si verificano tutti i processi che predispongono al verificarsi di emorroidi e la sua trombosi.

C'è una costante pressione del feto in crescita sull'intestino, che porta a una deformazione vascolare e restringente che impedisce la circolazione del sangue, contribuendo ai suoi processi stagnanti. Inoltre, i cambiamenti nel rapporto degli elementi formati si verificano nel sangue delle donne in gravidanza, portando alla perdita della proteina fibrina insolubile, che è la base del coagulo di sangue, durante la formazione di coaguli di sangue.

  • La trombosi delle emorroidi può anche svilupparsi durante il parto, in quelle donne che già avevano emorroidi, ma erano in una fase inattiva.

In un terzo dei pazienti con diagnosi confermata di emorroidi, si osserva lo sviluppo di trombosi acuta di emorroidi, scatenate da sforzi durante il parto, che porta a un'eccessiva tensione delle pareti vascolari o alla violazione della loro integrità.

A volte una trombosi durante la gravidanza può svilupparsi non solo nei processi infiammatori nella regione perianale, ma anche essere il risultato di malattie causate da un'alta coagulazione del sangue. Se tale anomalia viene rivelata nel corso di esami diagnostici, è indispensabile un trattamento della trombosi, per il trattamento è necessario un approccio globale.

La mancanza prolungata di terapia adeguata può comportare non solo gravi complicazioni, ma anche portare alla mortalità.

Trattamento di trombosi emorroidaria, chirurgia e farmaci

È impossibile rispondere inequivocabilmente alla domanda "Quanto velocemente può passare la trombosi emorroidaria?" - il problema immediato della malattia è che i metodi conservativi di trattamento hanno un effetto temporaneo - si nota un alto tasso di recidiva e la chirurgia non sempre dà un risultato soddisfacente. Ciò indica l'assenza al momento di un singolo concetto per il trattamento della trombosi emorroidaria.

Le tecniche terapeutiche mirano principalmente all'eliminazione dei sintomi, alla riduzione della frequenza delle recidive, alla prevenzione delle complicanze. La tattica del trattamento è selezionata in base alla complessità del processo patologico.

A proposito di droghe

Nella fase iniziale della trombosi delle emorroidi, supposte rettali (supposte), unguenti o gel possono avere un effetto positivo. Nei casi più complessi, vengono offerti vari metodi di chirurgia in combinazione con farmaci.

Il trattamento con i farmaci consente di eliminare la stasi venosa, prevenire la trombosi di nuovi nodi, aiutare a rilassare l'intestino e interrompere la reazione infiammatoria solo nella fase iniziale della malattia.

  • Lo scopo di gel, unguenti e supposte per la trombosi è dovuto alle manifestazioni cliniche della patologia ed è selezionato in base alla sua complessità. Una serie di farmaci comprende: unguento e supposte basati su "Hepatrombin", "Traksevazin", "Levomikol" e "Unguento eparina", il farmaco sotto forma di gel "Aescin". Tali agenti hanno un effetto complesso. Contribuire al rafforzamento delle pareti vascolari, al riassorbimento dei coaguli sanguigni e migliorare la circolazione sanguigna.
  • In caso di localizzazione interna di coni trombizzati, sono prescritte supposte del tipo "Rilievo", "Anestezol", "Posterisana" e "Nigepana".
    Per il sollievo dei processi di dolore e irritazione nell'area dell'ano, blocco novocainico, pomata "Aurobin", farmaco anestetico "Polydecanol" può essere usato.
  • Praparaty e gli analoghi di "Aescin" e "Detraleks" hanno un effetto venotonico. Accettato da un lungo percorso con segni di deformazione del plesso cavernoso.

In presenza di una reazione infiammatoria attiva, vengono utilizzate le tattiche di terapia combinata - l'uso di farmaci anti-infiammatori locali in combinazione con la somministrazione di farmaci anti-infiammatori mediante iniezioni endovenose o intramuscolari. Sotto forma di ulteriori misure, vengono prescritte compresse fredde sulla zona perineale, che riduce significativamente i sintomi di infiammazione e dolore.

Tecniche operative

La negligenza della malattia (3 ° grado) è un'indicazione diretta per la pronta rimozione delle emorroidi colpite dalla trombosi.

L'urgenza dell'intervento è dovuta alla presenza di complicazioni. Con i nodi violati, l'operazione viene eseguita urgentemente. Se si osservano reazioni infiammatorie acute, i noduli vengono rimossi entro 4 giorni al massimo.

1) La tecnica di trombectomia è la più popolare tra gli interventi chirurgici. È effettuato nella forma di localizzazione esterna dei nodi venosi trombati. Per la sua portata e natura, non è un'operazione difficile. I nodi si aprono e rimuovono un grumo da essi. La ferita viene trattata con un antisettico, ma non suturata, entro tre giorni viene ritardata in modo indipendente.

2) La tecnica chirurgica di emorroidectomia sottomucosa viene utilizzata per lesioni estese. L'operazione consiste nell'asportazione dei coni emorroidali con successivo restauro della mucosa intestinale interessata. Cosa contribuisce al raggiungimento dei migliori risultati.

3) La tecnica della sfinterotomia posteriore (dissezione spasmodica dello sfintere) viene utilizzata per trombosi multiple con segni pronunciati di gonfiore e manifestazioni di dolore severo nella regione perianale.

A volte, con una forte lesione del tessuto perianale, con sintomi di estesa infiltrazione infiammatoria, il drenaggio viene effettuato per ridurne il livello.

Per scopi profilattici, per i pazienti con una storia di emorroidi croniche, sono state sviluppate alcune raccomandazioni, tra cui:

  • ripristino delle viscere, per assicurare il normale movimento intestinale ed eliminare la diarrea e la stitichezza;
  • esclusione dalla razione di prodotti provocatori;
  • aggiungendo al menu di piatti di frutta e verdura, latticini e cereali.
  • prendere sul serio la normalizzazione dello sforzo fisico attivo.

Amati - tratta in tempo. Scartare la timidezza e, se si individuano i primi segni di trombosi delle emorroidi, consultare immediatamente un medico.

http://zdrav-lab.com/tromboz-gemorroidalnyh-uzlov/

Altri Articoli Su Vene Varicose

  • Ichthyol unguento
    Complicazioni
    Questo strumento comprovato nel corso degli anni non è inferiore nella composizione alla maggior parte dei fondi locali costosi con proprietà simili. Ichthyol unguento è usato per trattare varie malattie della pelle, infettive, fungine, nevralgiche e di altro tipo.