Caratteristiche dell'uso dell'anticoagulante Hemapaksan nella pratica clinica

Hemapaksan appartiene al gruppo degli anticoagulanti diretti per la somministrazione parenterale, il cui principio attivo è l'eparina a basso peso molecolare - enoxaparina sodica.

Rilasciare lo strumento sotto forma di soluzione limpida, incolore o giallo pallido.

Meccanismo d'azione e farmacocinetica

Il principio attivo esercita il suo effetto terapeutico grazie alla sua elevata attività anti-Xa. Allo stesso tempo, è caratterizzato da una bassa attività antitrombinica.

Nei dosaggi raccomandati, il farmaco non aumenta la durata del sanguinamento, non modifica significativamente il tempo di tromboplastina parziale attivata, non influenza l'adesione delle piastrine o il loro legame con il fibrinogeno.

Quando somministrato per via sottocutanea, la biodisponibilità è quasi del 100%. In media, l'attività terapeutica massima viene osservata 3-5 ore dopo l'iniezione. Passando attraverso il fegato, il principio attivo viene metabolizzato.

L'emivita dopo una singola iniezione è di 4 ore, dopo una seconda iniezione - 7 ore. Nelle persone anziane a causa del deterioramento dei reni, questo tempo può essere aumentato.

Indicazioni per l'uso

Hemapaksan nel dosaggio di 2000-4000 UI è prescritto per prevenire la trombosi venosa e il tromboembolismo:

  • in pazienti sottoposti a chirurgia ortopedica o chirurgica;
  • in pazienti costretti a letto che soffrono di insufficienza respiratoria acuta o cardiaca, malattie infettive e reumatiche, se sono a rischio di sviluppare trombosi venosa: età superiore a 75 anni, oncologia, assunzione di ormoni, sovrappeso.

Il farmaco nel dosaggio di 6000ME è prescritto per la terapia:

  • trombosi profonda con e senza embolia polmonare;
  • angina instabile e infarto non-Q, se assunta in parallelo con l'aspirina;

Inoltre, il farmaco viene utilizzato per prevenire la coagulazione del sangue nel sistema cardiopolmonare durante l'emodialisi.

Controindicazioni e restrizioni

Vale la pena astenersi dalla prescrizione di iniezioni se si osservano tali patologie:

  • intolleranza individuale (compresa l'eparina stessa o altre eparine a basso peso molecolare);
  • aneurisma intracranico;
  • rottura aortica, ad eccezione della chirurgia;
  • emorragia ipertensiva intracerebrale;
  • alta pressione incontrollata;
  • trombocitopenia, scatenata dal trattamento con eparina a basso peso molecolare.

Il trattamento deve essere effettuato con cautela se il paziente ha le seguenti patologie:

  • tendenza al sanguinamento spontaneo;
  • diabete grave;
  • consegna recente;
  • endocardite batterica;
  • lesioni erosive e ulcerative degli organi digestivi;
  • chirurgia neurologica o oculistica recente o sospetta;
  • infiammazione della membrana sierosa del cuore;
  • versamento pericardico;
  • recente radioterapia;
  • puntura lombare recentemente trasferita;
  • tubercolosi attiva;
  • reni e insufficienza epatica;
  • emorragia retinica;
  • retinopatia sullo sfondo del diabete;
  • alta pressione;
  • lesioni gravi, in particolare del sistema centrale irregolare;
  • angiite severa;
  • patologie dell'apparato urogenitale e respiratorio nella fase acuta;
  • grandi ferite aperte.

Trattamento di gruppi di pazienti speciali

Il farmaco non viene utilizzato in pediatria, in quanto non è noto in che modo il principio attivo influisce sul corpo in crescita.

Allo stato attuale, non ci sono dati sul fatto che il principio attivo penetri attraverso la placenta, pertanto, Hemapaksan durante la gravidanza è prescritto solo sotto severe indicazioni.

Non è raccomandato prescrivere un farmaco per le donne in una posizione in cui hanno valvole cardiache artificiali, in quanto vi sono stati casi di decessi.

Nel periodo di allattamento per motivi di sicurezza, è consigliabile trasferire il bambino all'alimentazione artificiale.

Le persone anziane con funzione renale normale, nonché con la loro patologia di gravità lieve e moderata, non hanno bisogno di regolare il regime di trattamento.

Se la clearance della creatina è inferiore a 30 ml / min, quindi, ai fini della prevenzione, il dosaggio del farmaco non deve superare i 2000 ME, e per scopi terapeutici dovrebbe essere 100 ME per chilogrammo di peso corporeo, iniettato 1 volta in 24 ore.

Regime di trattamento e dosaggio

Il farmaco viene somministrato per via sottocutanea. Per fare questo, è necessario afferrare una porzione della pelle con l'indice e il pollice e inserire l'ago in esso ad angoli retti rispetto alla superficie corporea per l'intera lunghezza.

Dopo l'iniezione, il sito di iniezione non può essere massaggiato e massaggiato. Il paziente durante la procedura deve essere in posizione orizzontale. Il farmaco viene somministrato alternativamente nella parete addominale anteriore sinistra e destra e posteriore laterale anteriore.

I pazienti operabili con un rischio medio di tromboembolia, per esempio, durante le operazioni addominali, il farmaco viene somministrato nella dose di 2000-4000 MU una volta al giorno. La prima iniezione viene eseguita 2 ore prima dell'intervento chirurgico.

Nei pazienti ad alto rischio di trombosi, ad esempio, coloro che devono sottoporsi a chirurgia ortopedica, il farmaco viene somministrato 12 ore prima dell'intervento a una dose di 4.000 UI 1 volta al giorno o 12 a 24 ore dopo l'intervento chirurgico 3.000 UI 2 volte al giorno.

Durante l'anestesia, l'introduzione o la rimozione di un catetere spinale deve essere eseguita 10-12 ore dopo la somministrazione del farmaco in dosaggi profilattici o un giorno dopo la somministrazione di dosi terapeutiche (100 UI / kg al mattino e alla sera o 150 ME / kg una volta al giorno). L'iniezione successiva è consentita almeno 2 ore dopo la rimozione del catetere.

Il corso del trattamento è di solito 7-10 giorni. Sebbene ad alcuni pazienti venga prescritta una somministrazione più lunga del farmaco, ad esempio i pazienti sottoposti a chirurgia ortopedica, il farmaco viene somministrato per 5 settimane.

Per prevenire la trombosi venosa e l'occlusione vascolare con coaguli di sangue in pazienti con profilo terapeutico che si trovano a riposo a letto, Gemapaksan viene prescritto una volta al giorno in un dosaggio di 4000 UI per 6-14 giorni.

Per il trattamento della trombosi profonda, il farmaco viene prescritto alla dose di 150 UI / kg una volta o 100 UI / kg 2 volte al giorno. In parallelo, è necessario assumere anticoagulanti orali. Il corso di terapia dura 10 giorni.

Con angina instabile e infarto piccolo-focale, il farmaco viene somministrato a un dosaggio di 100 UI per chilogrammo di peso ogni 12 ore. In questo caso, il paziente deve ricevere l'aspirina una volta al giorno in un dosaggio di 100-325 mg. Il corso medio del trattamento va da 2 a 8 giorni.

Per prevenire la coagulazione del sangue nella macchina cuore-polmone, il farmaco viene somministrato all'inizio dell'emodialisi nel circuito arterioso ad un dosaggio di 100 UI per chilogrammo. Se c'è un'alta probabilità di sanguinamento, il dosaggio è ridotto, quindi una volta viene somministrato 50 UI due volte o 75 UI.

Se l'emodialisi dura più di 4 ore, potrebbe essere necessario introdurre un altro farmaco nel dosaggio di 50 UI / kg.

Come mettere un colpo nell'addome:

Effetti indesiderati

Durante il trattamento, possono verificarsi le seguenti reazioni avverse:

  • trombocitopenia asintomatica, che può svilupparsi all'inizio della terapia;
  • trombocitopenia immunoallergica, può comparire 5-21 giorni dopo l'inizio della somministrazione del farmaco;
  • sindrome emorragica, che può causare la morte;
  • emorragie puntiformi;
  • ecchimosi;
  • necrosi dei siti cutanei nel sito di iniezione;
  • aumento dell'attività delle transaminasi epatiche;
  • le allergie;
  • ematoma intraspinale che può scatenare la paralisi.

Compatibilità con i farmaci

È impossibile mescolare una preparazione in una siringa con altre forme d'iniezione.

Non è auspicabile durante la terapia assumere farmaci che influenzano la coagulazione del sangue, quali:

  • antagonisti della vitamina K;
  • FANS;
  • glucocorticosteroidi per la somministrazione parenterale e orale;
  • trombolitici.

Dall'esperienza pratica

Recensioni di medici e pazienti che hanno provato l'azione di Hemapaksana.

Il dottore, a causa dell'elevato D-dimero, prescrisse Hemapaksan per l'accoltellamento. Dopo un mese di trattamento, l'intero addome era contuso. Ha iniziato a pungere la droga con siringhe da insulina prodotte negli Stati Uniti, i loro aghi sono più sottili.

Dalla siringa di insulina estraggo il pistone e il medicinale versa delicatamente lentamente sul muro per non formare bolle d'aria. In questo caso, una grande bolla si forma vicino all'ago, che poi scende. Le analisi sono normali.

Albina

Va ricordato che le eparine a basso peso molecolare non sono intercambiabili. Sullo sfondo del trattamento, è necessario donare costantemente sangue per determinare il livello delle piastrine, non appena la loro concentrazione è 2 volte inferiore alla norma, il trattamento deve essere interrotto.

Quando si esegue l'anestesia lombare, il paziente deve essere informato dei segni di disturbi neurologici, come mal di schiena, intorpidimento delle mani e dei piedi, disturbi urinari, problemi con le feci. Quando i sintomi sono elencati, il trattamento viene interrotto.

Marcel Mashutovich, chirurgo

Farmaci simili

Il farmaco può essere acquistato in farmacia su prescrizione medica. Conservare il farmaco a una temperatura fino a 25 gradi in un luogo inaccessibile ai bambini. Le iniezioni non possono essere congelate.

I seguenti farmaci sono analoghi completi di Gemapaksana:

Cosa c'è di meglio di Clexan o Gemapaksan?

Clexane e Gemapaksan contengono un ingrediente attivo. Si differenziano tra loro dal produttore: Clexane è una medicina francese e Hemapaksan è un rimedio italiano.

La droga italiana è molto più economica perché è un farmaco generico. Mentre il "francese" è un farmaco originale che ha superato tutti gli studi clinici, la sua efficacia è stata dimostrata, i suoi effetti collaterali sono stati studiati.

Hemapaksan, nonostante contenga la stessa sostanza, differisce nella tecnologia di produzione, a causa della quale può differire dalla preparazione originale in termini di efficienza.

Secondo le recensioni di medici e pazienti, Gemapaksan, a differenza di Clexane, non sempre aiuta.

http://stopvarikoz.net/lekarstva/gemapaksan.html

Gemapaksan - istruzioni ufficiali * per l'uso

GEMAPAXANE

Numero di registrazione:

Nome commerciale del farmaco: Gemapaksan.

Nome internazionale non proprietario:

Forma di dosaggio:

ingredienti:

Descrizione: soluzione trasparente, incolore o giallo chiaro.

Gruppo farmacoterapeutico
Agente anticoagulante di azione diretta.
Codice ATC: B01AB05.

Proprietà farmacologiche
L'Enoxaparina sodica è un'eparina a basso peso molecolare con elevata attività anti-Xa (100 UI / mg) e bassa attività anti-IIa o antitrombina (28 UI / mg). A dosi richieste per diverse indicazioni, il sodio enoxaparina non aumenta il tempo di sanguinamento. Con le dosi profilattiche, il sodio enoxaparina non causa un cambiamento evidente nel tempo di tromboplastina parziale attivata (APTT). Non influenza l'aggregazione piastrinica o il legame del fibrinogeno alle piastrine.

farmacocinetica
I parametri farmacocinetici sono stati studiati utilizzando il tempo di azione dell'attività del plasma anti-Xa e l'attività anti-IIa nei range di dosaggio raccomandati. La biodisponibilità assoluta di enoxaparina sodica dopo somministrazione sottocutanea è vicina al 100%. L'attività plasmatica massima anti-Xa è stata osservata tra 3 e 5 ore dopo l'iniezione sottocutanea. La farmacocinetica di enoxaparina sodica può essere lineare nei range di dose raccomandati. Anche se è stata riportata la differenza nei parametri farmacocinetici nell'equilibrio tra la somministrazione una tantum e quella ripetuta, questa differenza è prevista ed è compresa nell'intervallo terapeutico. L'attività plasmatica media massima anti-IIa è stata osservata tra 3 e 4 ore dopo la somministrazione sottocutanea. L'enoxaparina sodica viene principalmente metabolizzata nel fegato. L'emivita dell'attività anti-Xa è di circa 4 ore dopo una singola iniezione e fino a 7 ore dopo la somministrazione ripetuta. La clearance renale dei metaboliti attivi è pari a circa il 10% della dose iniettata e l'escrezione renale totale è pari al 40% della dose. Nelle persone anziane, poiché la funzione renale diminuisce con l'età, l'escrezione può essere ridotta. In pazienti con insufficienza renale grave (clearance della creatinina
Una soluzione di iniezione contenente 2000 UI anti-Xa / 0,2 ml e 4000 UI anti-Xa / 0,4 ml è indicata per i seguenti casi:

  • Prevenzione della trombosi venosa e del tromboembolismo (specialmente durante le operazioni ortopediche e chirurgiche);
  • Prevenzione della trombosi venosa e tromboembolismo nei pazienti a letto (NYHA classe III o classe IV CHF, insufficienza respiratoria acuta, infezioni acute o malattie reumatiche acute in combinazione con uno dei fattori di rischio per trombosi venosa: oltre 75 anni di età, cancro, trombosi e tromboembolia storia di obesità, terapia ormonale, CHF, insufficienza respiratoria cronica).

Un'iniezione contenente 6000 UI anti-Xa / 0,6 ml è indicata per:

  • Trattamento della trombosi venosa profonda, con embolia e senza embolia polmonare;
  • Trattamento dell'angina instabile e dell'infarto del miocardio senza onda Q sull'ECG, se assunta insieme all'acido acetilsalicilico;
  • Prevenzione dell'ipercoagulazione nel sistema di circolazione extracorporea durante l'emodialisi.

Controindicazioni
Il farmaco non può essere usato:

  • con nota ipersensibilità (allergia) a enoxaparina sodica, eparina o altri eparina a basso peso molecolare;
  • con aneurisma cerebrale o aneurisma aortico sezionato (eccetto per intervento chirurgico);
  • con ictus emorragico (accertato o sospetto) e ad alto rischio di sanguinamento incontrollato;
  • in ipertensione grave incontrollata;
  • in grave trombocitopenia indotta da enoxaparina o eparina (negli ultimi mesi);
  • durante l'infanzia (a causa della mancanza di dati sulla sicurezza e l'efficacia del farmaco in questa categoria di pazienti).

Con cura
Anestesia spinale o epidurale (potenziale per l'ematoma); condizioni associate al rischio di sanguinamento - violazioni nel sistema di coagulazione del sangue (inclusi emofilia, trombocitopenia, ipocoagulazione, malattia di von Willebrand, ecc.); lavoro recente, grave diabete mellito, endocardite batterica (acuta o subacuta), ulcera gastrica o ulcera duodenale o altre lesioni erosivo-ulcerative del tratto gastrointestinale, contraccezione intrauterina, chirurgia neurologica o oftalmologica (recentemente sofferta o sospetta), pericardite o versamento pericardico, radioterapia (recentemente trasferita), insufficienza renale e / o epatica, retinopatia diabetica o emorragica, puntura spinale (recentemente trasferita), trauma grave (in particolare il SNC ), tubercolosi attiva, malattie dell'apparato respiratorio o del tratto urinario (nella fase acuta), vasculite grave, ferite aperte su grandi superfici, ipertensione arteriosa.

Periodo di gravidanza e allattamento
Non c'è evidenza che il sodio enoxaparina penetri nella barriera placentare. Tuttavia, dovrebbe essere usato durante la gravidanza solo se assolutamente necessario. L'uso di Enoxaparina sodica non è raccomandato nelle donne in gravidanza con valvole cardiache artificiali (vedere la sezione "Istruzioni speciali"). Come misura precauzionale, le madri che allattano con enoxaparina sodica devono essere avvisate di evitare l'allattamento al seno.

Dosaggio e somministrazione
Sottocutaneo e nel circuito arterioso durante una seduta di emodialisi.
Prevenzione della trombosi venosa e tromboembolia nei pazienti chirurgici
Nei pazienti con rischio medio di tromboembolia (ad esempio durante chirurgia addominale), la dose raccomandata di enoxaparina sodica è di 2000 UI / 0,2 ml o 4000 UI / 0,4 ml una volta al giorno. In chirurgia generale, la prima iniezione dovrebbe essere fatta 2 ore prima dell'intervento.
Nei pazienti ad alto rischio di trombosi e tromboembolia (ad esempio in chirurgia ortopedica), la dose raccomandata di enoxaparina sodica è di 4000 UI / 0,4 ml 1 volta al giorno, a partire da 12 ore prima dell'intervento o 3000 UI (30 mg) 2 una volta al giorno dopo 12-24 ore dopo l'intervento. Per raccomandazioni specifiche sulla spaziatura tra farmaci per l'anestesia spinale / epidurale e procedure per la rivascolarizzazione coronarica percutanea, vedere la sezione "Istruzioni speciali". La durata del trattamento con enoxaparina sodica è in genere da 7 a 10 giorni. Alcuni pazienti possono richiedere un trattamento più lungo e devono essere continuati fino a quando esiste il rischio di trombosi e tromboembolia (in ortopedia utilizzata a una dose di 4000 UI / 0,4 ml 1 volta al giorno per 5 settimane).
Prevenzione della trombosi venosa e tromboembolia nei pazienti terapeutici a riposo a letto
La dose raccomandata di enoxaparina sodica è di 4000 UI / 0,4 ml 1 volta al giorno per 6-14 giorni.
Trattamento della trombosi venosa profonda, con e senza tromboembolia dell'embolia polmonare
L'enoxaparina sodica viene somministrata alla dose di 150 UI / kg di peso corporeo (1,5 mg / kg) 1 volta al giorno o 100 UI / kg (1 mg / kg) 2 volte al giorno. Per i pazienti con disturbi tromboembolici complicati, si raccomanda una dose di 100 UI / kg 2 volte al giorno. La durata del trattamento è di 10 giorni. Si consiglia di iniziare immediatamente la terapia con anticoagulanti orali, mentre la terapia con enoxaparina sodica deve essere proseguita fino a quando si ottiene un sufficiente effetto anticoagulante (International Normalized Ratio 2-3).
Trattamento di angina instabile e infarto del miocardio senza onda Q.
La dose raccomandata di enoxaparina sodica è di 100 UI / kg di peso corporeo ogni 12 ore, con somministrazione contemporanea di acido acetilsalicilico in una dose di 100-325 mg una volta al giorno. La durata media della terapia è di 2-8 giorni (fino a quando le condizioni cliniche del paziente non si stabilizzano).
Prevenzione dell'ipercoagulazione nel sistema di circolazione extracorporea durante l'emodialisi
La dose raccomandata di enoxaparina sodica è di 100 UI / kg di peso corporeo. Per i pazienti ad alto rischio di sanguinamento, la dose deve essere ridotta a 50 UI / kg con doppio accesso vascolare o fino a 75 UI / kg con accesso vascolare singolo. Durante l'emodialisi, il sodio enoxaparina deve essere iniettato nel circuito arterioso all'inizio della seduta di emodialisi. Una singola dose è solitamente sufficiente per una sessione di 4 ore. Tuttavia, quando si rilevano anelli di fibrina con emodialisi più lunga, è possibile inserire anche 50-100 UI / kg di peso corporeo.
Categorie di pazienti speciali

  • Pazienti anziani: non è richiesto un aggiustamento della dose a meno che la funzionalità renale non sia compromessa.
  • In caso di grave insufficienza renale, la dose viene aggiustata in base alla quantità di clearance della creatinina: quando la clearance della creatinina è inferiore a 30 ml / min, la dose profilattica è di 2000 UI una volta al giorno; dose terapeutica - 100 UI / kg di peso corporeo 1 volta al giorno.
  • In insufficienza renale da lieve a moderata: non è richiesto un aggiustamento della dose.

Modalità di amministrazione
Hemapaksan è somministrato mediante iniezione sottocutanea profonda durante il trattamento profilattico e terapeutico e nel circuito arterioso durante una seduta di emodialisi. NON PREPARARE LA PREPARAZIONE ALL'INTERNO. Una bolla d'aria non dovrebbe apparire prima dell'iniezione. L'iniezione sottocutanea è preferibile da fare quando il paziente è in posizione "sdraiata". Hemapaksan viene iniettato alternativamente nelle parti antero-laterale e postero-laterale destra o sinistra della parete addominale anteriore. Durante l'iniezione, l'ago deve essere inserito perpendicolarmente, e non sotto un'inclinazione, per tutta la sua lunghezza nello spessore della pelle, serrato in una piega tra il pollice e l'indice. La piega cutanea deve essere mantenuta fino alla fine dell'iniezione. Dopo l'iniezione, il sito di iniezione non può essere sfregato.

Effetti collaterali
Emorragie puntiformi (petecchie), ecchimosi, raramente - sindrome emorragica (incluso sanguinamento retroperitoneale e intracranico, fino a morte), iperemia e dolore al sito di iniezione, raramente - ematoma, presenza di nodi infiammatori densi (risolti dopo alcuni giorni, la cessazione del trattamento non è richiesta); raramente, necrosi cutanea nel sito di iniezione, preceduta da placche di porpora o eritematose (infiltrate e dolorose); trombocitopenia asintomatica (nei primi giorni di trattamento), raramente - trombocitopenia immunoallergica (5-21 giorni di trattamento) con lo sviluppo di trombosi da ricochet (trombocitopenia trombotica da eparina), che può essere complicata da infarto d'organo o ischemia degli arti; aumento reversibile asintomatico dell'attività delle transaminasi epatiche.
Raramente - reazioni allergiche sistemiche e cutanee. Con anestesia spinale / epidurale traumatica (la probabilità aumenta con l'uso di un catetere epidurale postoperatorio permanente) - ematoma intraspinale (raramente), che può portare a paralisi temporanea o permanente.

overdose
Sintomi: sanguinamento.
Trattamento: Protamina solfato (1 mg di protamina solfato neutralizza l'attività anti-IIa causata da 1 mg di sodio Enoxaparina); alte dosi neutralizzano l'attività anti-Xa di enoxaparina sodica del 60%.

Interazioni con altri farmaci
Al fine di evitare possibili interazioni con altri farmaci, informa il medico circa altri farmaci che stai attualmente utilizzando. Si raccomanda di interrompere l'uso di farmaci che agiscono sull'emostasi prima dell'inizio del trattamento con l'uso di enoxaparina sodica, a meno che non vi siano indicazioni rigorose a riguardo. combinazione raccomandato con gli antagonisti della vitamina K, agenti antipiastrinici (compreso l'acido acetilsalicilico e suoi derivati, bloccanti di glicoproteina IIb / IIIa), sulfinpirazone, acido valproico, ketorolac e altri FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), destrani ad alto peso molecolare, clopidogrel, ticlopidina, glucocorticosteroidi (sistemici), trombolitici. Come nel caso di altre eparine a basso peso molecolare, quando è necessario combinarle con questi farmaci, è necessario un attento monitoraggio delle condizioni del paziente e degli indicatori emostatici.
Non mescolare il farmaco nella stessa siringa con altri farmaci!

Istruzioni speciali

  • Le eparine a basso peso molecolare non devono essere utilizzate in modo intercambiabile, poiché differiscono nel loro processo di fabbricazione, peso molecolare, attività anti-Xa specifica, unità di azione e dosaggio. È necessario seguire rigorosamente le istruzioni specifiche per l'uso di ciascun farmaco.
  • Anestesia spinale / epidurale
    Nella nomina della terapia anticoagulante durante l'anestesia spinale / epidurale dovrebbe essere particolarmente attento e costante monitoraggio del paziente per individuare eventuali sintomi neurologici (mal di schiena mediana, deteriorati motorie e sensoriali funzioni, tra cui intorpidimento o debolezza degli arti inferiori, disfunzione gastrointestinale e / o della vescica). Nell'identificare i sintomi caratteristici di un ematoma del tronco encefalico sono necessarie diagnosi e trattamento urgenti, compresa la decompressione spinale se necessario. Sono descritti rari casi di ematoma spinale nel trattamento di enoxaparina sodica sullo sfondo dell'anestesia spinale / epidurale con lo sviluppo di paralisi persistente. Il rischio di questi fenomeni si riduce quando si utilizza il farmaco in una dose fino a 4000 UI. Il rischio aumenta con l'aumentare della dose, e quando si utilizza penetrante cateteri epidurali o dopo l'intervento chirurgico con l'uso concomitante di altri farmaci che influenzano l'emostasi (compresi FANS). Il rischio aumenta anche con la puntura spinale traumatica o ripetuta. Durante l'anestesia epidurale o spinale, è meglio farlo l'introduzione e la rimozione del catetere quando l'effetto anticoagulante di enoxaparina sodica Min: entro 10-12 ore dopo l'applicazione o profilattici dosi di 24 ore dopo la somministrazione di dosi più elevate (100 anti-Xa UI / kg corpo 2 volte al giorno o 150 anti-Ha IU / kg di peso corporeo 1 volta al giorno). La somministrazione successiva del farmaco deve essere effettuata non prima di 2 ore dopo la rimozione del catetere.
  • Trombocitopenia causata dall'uso di eparina
    Con una riduzione del numero di piastrine al di sotto della norma del 30-50%, oltre alla comparsa di segni di emorragia interna (melena o rilevazione di sangue fresco nelle feci, vomito di sangue, anemia ipocromica), il sodio enoxaparina viene cancellato. In una storia di trombocitopenia indotta dall'eparina, Enoxaparina sodica viene prescritta in casi eccezionali a causa del rischio di trombocitopenia trombotica immunoallergica, che si manifesta 5-21 giorni dopo la somministrazione. Il rischio di trombocitopenia indotta da eparina può persistere per diversi anni.
  • Procedure per la rivascolarizzazione coronarica percutanea
    Per ridurre il rischio di sanguinamento nel trattamento della sindrome coronarica acuta, coinvolgendo terapie chirurgiche invasive con integrità vascolare compromessa, la somministrazione di enoxaparina sodico deve essere effettuato almeno 6-8 ore prima o dopo manipolazione 6-8 ore dopo la manipolazione.
  • Valvole cardiache artificiali
    Non ci sono dati sufficienti sull'efficacia e la sicurezza del farmaco per la prevenzione delle complicanze tromboemboliche nei pazienti con valvole cardiache artificiali.
  • Test di laboratorio
    Ai dosaggi usati per la profilassi della trombosi venosa e tromboembolismo, enoxaparina ha alcun effetto sostanziale sul tempo di sanguinamento e le prestazioni complessive di coagulazione del sangue e l'aggregazione piastrinica o il legame del fibrinogeno. A dosi più elevate può verificarsi un aumento dell'APTT e del tempo di coagulazione attivato.

Modulo di rilascio
Soluzione sottocutanea E 2000 UI / 0,2 ml di 4000 UI / 0,4 ml e 6000 UI / 0,6 ml in siringhe con una singola dose, comprendente: vetro tipo I, con ago in acciaio inossidabile dal corpo siringa; cappuccio dell'ago rigido protettivo in gomma naturale e mescola di stirene-butadiene; tappo del pistone in elastomero (gomma clorobutilica); pistone: blu (per un dosaggio di 2000 UI / 0,2 ml); colore rosso (per dosaggio 4000 UI / 0,4 ml); colore bianco trasparente (per dosaggio 6000 UI / 0,6 ml). La siringa (per un dosaggio di 6000 UI / 0,6 ml) ha inoltre una graduazione, ogni divisione corrisponde a 0,025 ml.
Due siringhe riempite sono confezionate in imballaggi di PVC di contorno sigillati con carta stagnola. 3 confezioni in PVC planimetrico e istruzioni per l'uso in una scatola di cartone.

Periodo di validità
2 anni. Non utilizzare oltre la data di scadenza stampata sulla confezione.

Condizioni di conservazione
A una temperatura non superiore a 25 ° C. Non congelare!
Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Condizioni di vendita della farmacia
Secondo la ricetta.

produttore:

Richieste sulla qualità del farmaco
Rappresentanza di JSC "Italfarmako", Mosca
119002, Mosca, Glazovsky Lane, 7, ufficio 12.

http://medi.ru/instrukciya/gemapaksan_12646/

Hemapaksan - un rimedio efficace per il trattamento del tromboembolismo e della trombosi

Hemapaksan - un farmaco che ha un effetto anticoagulante diretto. Il farmaco viene utilizzato per la prevenzione, il trattamento delle malattie del cuore e dei vasi sanguigni.

Hemapaksan è ben dimostrato nel trattamento e nella prevenzione della trombosi venosa, angina instabile, tromboembolia, infarto miocardico.

Il farmaco ha una vasta lista di controindicazioni ed effetti collaterali, quindi prima dell'uso, è consigliabile leggere le istruzioni.

Il farmaco è un farmaco da prescrizione; Per acquistare Gemapaksan in una farmacia, contattare il medico.

Azione farmacologica

Hemapaksan - eparina a basso peso molecolare e anticoagulante part-time di azione diretta. Il sodio enoxaparina, il principio attivo del farmaco, è caratterizzato da una debole attività anti-IIa antitrombinica e da un'elevata attività antitrombotica (anti-Xa).

Quando si usano le dosi indicate per le indicazioni appropriate, il periodo di sanguinamento rimane lo stesso. Il meccanismo d'azione non influenza il legame del fibrinogeno alle piastrine o all'aggregazione piastrinica.

Indicazioni per l'uso

Prevenzione di Hemapaksanom (dosaggi di 0,4 e 0,2 ml):

  • prevenzione del tromboembolismo, trombosi venosa (in particolare con interventi ortopedici, chirurgici);
  • prevenzione della trombosi venosa, tromboembolia nelle persone a riposo a letto con insufficienza respiratoria acuta, classe NYHA III III-IV, malattie infettive acute / reumatiche in presenza di fattori di rischio per trombosi venosa (terapia ormonale, età superiore a 75 anni, trombosi, neoplasie, obesità, insufficienza cronica funzione respiratoria, tromboembolismo).

Prevenzione di Hemapaksanom (dosaggio 0,6):

  • prevenzione dell'ipercoagulazione nella circolazione extracorporea durante l'emodialisi.

Trattamento con Hemapaksanom 0.6:

  • embolia polmonare, trombosi venosa profonda;
  • angina instabile o infarto del miocardio (acido acetilsalicilico prescritto in aggiunta).

Procedura di applicazione

Introdurre il farmaco s / c, alternativamente nella parte inferiore destra / sinistra / lato superiore della parete addominale anteriore. Quando si punge, la pelle viene bloccata nella piega tra due dita (indice e grande), quindi, tenendo l'ago verticalmente, lo iniettano nello spessore della pelle per l'intera lunghezza. La piega cutanea non si raddrizza fino alla fine dell'iniezione e il sito di iniezione non viene sfregato.

Prevenzione del tromboembolismo, trombosi venosa, in particolare nelle operazioni chirurgiche / ortopediche in generale: con un rischio moderato di tromboembolia e trombosi (chirurgia addominale) - una volta al giorno da 20 a 40 mg.

La prima iniezione viene eseguita due ore prima dell'intervento chirurgico. Se il rischio di tromboembolismo e trombosi è elevato (chirurgia ortopedica), al paziente vengono prescritti 40 mg di farmaco una volta al giorno, il primo dosaggio viene somministrato mezza giornata prima dell'operazione o 30 mg due volte al giorno con l'inizio dell'introduzione 12-24 ore dopo l'intervento chirurgico intervento.

Il trattamento dura 7-10 giorni. Se necessario, il medico può prolungare la terapia per il tempo durante il quale persiste il rischio di tromboembolia e trombosi (in ortopedia il medicinale viene utilizzato per cinque settimane, 40 mg una volta al giorno).

Caratteristiche dell'appuntamento con angioplastica coronarica percutanea, anestesia epidurale / spinale: per ridurre il possibile rischio di sanguinamento durante l'anestesia, la rimozione o l'installazione del catetere viene effettuata con un debole effetto anticoagulante di sodio enoxaparina.

La rimozione o l'installazione del catetere viene effettuata 10-12 ore dopo l'introduzione di Hemapaksan in dosi profilattiche per trombosi venosa profonda. Se il paziente riceve dosi più elevate del farmaco, queste procedure sono posticipate per un periodo più lungo (un giorno). L'ulteriore somministrazione del farmaco non è anteriore a 120 minuti dopo la rimozione del catetere.

Per prevenire la trombosi venosa, il tromboembolismo negli individui durante il riposo a letto, Hemapaksan viene assunto una volta al giorno, 40 mg per 6-14 giorni.

Terapia per trombosi venosa profonda, accompagnata da non accompagnata da tromboembolia polmonare: una volta al giorno a 1,5 mg / kg o due volte al giorno a 1 mg / kg. Il programma di terapia è progettato per 10 giorni. Si consiglia di iniziare immediatamente l'assunzione di anticoagulanti orali, mentre il trattamento con enoxaparina deve essere continuato fino al raggiungimento dell'effetto anticoagulante desiderato.

Trattamento dell'infarto, angina instabile: ogni 12 ore, 1 mg / kg combinato con ASA 100-325 mg una volta al giorno. Di solito, la terapia dura da 2 a 8 giorni (fino a quando le condizioni cliniche del paziente si stabilizzano).

Prevenzione della trombosi in emodialisi: un mg per chilogrammo di peso. Se il rischio di sanguinamento è elevato, la dose viene ridotta a 0,5 mg / kg o 0,75 mg / kg con accesso vascolare doppio e singolo, rispettivamente. In emodialisi, Hemapaxan viene iniettato all'inizio della sessione nell'area shunt arteriosa. Di solito, una iniezione è sufficiente per una sessione di 4 ore, ma quando appaiono anelli di fibrina, la somministrazione aggiuntiva di 0,5-1 mg / kg non è proibita.

La presenza di insufficienza renale moderata e lieve non è un motivo per modificare la dose. Nei pazienti con insufficienza renale grave, la dose varia a seconda della CC: se questo indicatore è inferiore a 30 ml / min, il farmaco viene somministrato una volta al giorno a 1 mg / kg (a scopo terapeutico) oa 20 mg (a scopo profilattico). I casi di emodialisi non sono influenzati dalla procedura di dosaggio.

Composizione, forma di rilascio

Gemapaksan è disponibile sotto forma di liquido per iniezione sottocutanea in siringhe da 0,6, 0,4 e 0,2 ml, sigillato in imballaggi cellulari e scatole di cartone.

La siringa con una soluzione contiene 6000, 4000 o 2000 UI di anti-Xa sodio enoxaparina, nonché un'iniezione. l'acqua come ingrediente ausiliario

Interazione con altri farmaci

I medici non raccomandano Gemapaksan combinati con agenti antipiastrinici, antagonisti della vitamina K, acido valproico, sulfinpirazone, ticlopidina, FANS, clopidogrel, destrani ad alto peso molecolare, trombolitici corticosteroidi.

Se non è possibile evitare l'uso combinato di Gemapaksan con i farmaci elencati, è necessario monitorare costantemente le condizioni del paziente e gli indicatori emostatici.

Mescolare il farmaco nella stessa siringa con altri farmaci no.

Effetti collaterali

L'ammissione Gemapaksana può causare i seguenti effetti collaterali:

  • sindrome emorragica;
  • ecchimosi;
  • ricombina trombosi;
  • reazioni allergiche sistemiche o cutanee;
  • ecchimosi e petecchie;
  • necrosi, dolore, arrossamento della pelle attorno al sito di iniezione;
  • trombocitopenia immunoallergica e asintomatica;
  • aumento dell'attività delle transaminasi epatiche.

overdose

Ricevere grandi dosi di Hemapaksana è pieno di sanguinamento. Il solfato di protamina è usato come antidoto.

Controindicazioni

Hemapaksan non è prescritto per:

  • nota ipersensibilità all'eparina e all'enoxaparina sodica;
  • ictus emorragico;
  • aneurisma vascolare nel cervello;
  • stratificazione dell'aneurisma aortico;
  • trombocitopenia;
  • grande rischio di sanguinamento incontrollato;
  • curare i bambini;
  • ipertensione arteriosa incontrollata (grave).

Il farmaco è usato con cautela in:

  • epidurale, anestesia spinale a causa del rischio di ematoma;
  • varie condizioni con un aumentato rischio di sanguinamento: emofilia, trombocitopenia, ipocoagulazione, malattia di von Willebrand, altri disturbi del sistema di coagulazione del sangue; recente parto, diabete, endocardite batterica, ulcere dell'intestino 12 tiperstnoj o stomaco, l'uso della contraccezione intrauterina, pericardite, operazioni oftalmiche e neurologici, versamento pericardico, renale o epatica, radioterapia subendo, lesioni gravi, la retinopatia, la recente puntura lombare, tubercolosi, esacerbazioni di malattie dell'apparato respiratorio o del tratto urinario, grandi ferite aperte, vasculite, ipertensione arteriosa.

Durante la gravidanza

Manca la conferma della capacità di enoxaparina sodica di penetrare nella placenta. Tuttavia, Hemapaksan durante la gravidanza è prescritto in casi di estrema necessità.

Il farmaco è vietato alle pazienti in gravidanza con valvole cardiache artificiali. Le donne che allattano al seno che assumono enoxaparina sodica dovrebbero evitare l'allattamento al seno.

Condizioni, durata di conservazione

Quando si ripone Gemapaksana dovrebbe osservare un certo numero di condizioni:

  • proteggere dal congelamento;
  • mantenere la temperatura dell'aria nella stanza fino a 25 ° С;
  • scegliere la memoria inaccessibile ai bambini.

Il farmaco viene conservato nella sua confezione originale per due anni.

In Russia, Gemapaksan è venduto a prezzi che vanno da 1.000 a 1.600 rubli per confezione.

Trova Hemapaksan in farmacia in Ucraina per 1000-1300 grivna.

analoghi

L'analogo strutturale di Hemapaksana è la droga Clexane.

Recensioni

Secondo medici e pazienti, Hemapaksan è un farmaco efficace per il trattamento e la prevenzione del tromboembolismo e della trombosi. I vantaggi di questo agente antitrombotico comprendono l'efficacia e la possibilità di uso domestico. L'unica cosa che spaventa le persone sono i possibili effetti collaterali e la necessità di un'iniezione nello stomaco.

Se hai avuto a che fare con Gemapaksan, lascia la tua opinione sull'uso di questo medicinale. Ciò aiuterà i visitatori del sito a ottenere un quadro completo della preparazione.

http://upheart.org/lechenie/ampuly/gemapaksan-effektivnoe-sredstvo-dlya-lecheniya-tromboembolij-i-trombozov.html

Gemapaksan

Gemapaksan: istruzioni per l'uso e recensioni

Nome latino: Hemapaxan

Codice ATX: B01AB05

Principio attivo: Enoxaparina sodica (sodio Enoxaparina)

Produttore: Italfarmako S.p.A. (Italfarmaco, S.p.A.) (Italia)

Aggiorna descrizione e foto: 27/07/2018

Prezzi in farmacia: da 1090 rubli.

Hemapaksan - un agente anticoagulante di azione diretta.

Rilascia forma e composizione

Forma di dosaggio - soluzione per somministrazione sottocutanea: incolore o giallo chiaro, trasparente [2000 UI (unità internazionali) / 0,2 ml, 4000 UI / 0,4 ml, 6000 UI / 0,6 ml in siringhe di vetro monouso con annesso un ago in acciaio inossidabile, chiuso premendo sul blu del plug-pistone (2000 IU / 0,2 ml), rosso (4000 IU / 0,4 ml), bianco trasparente (6000 IU / 0,6 ml) o nero (6000 IU / 0,6 ml in siringhe con sistema di protezione dell'ago) colori; la siringa contenente Hemapaksan alla dose di 6000 UI / 0,6 ml ha una graduazione con una divisione di 0,025 ml; 2 siringhe in pacchi di PVC planimetrici sigillati con una pellicola trasparente o un foglio di carta in un pacco di cartone 3 pacchi].

Principio attivo: enoxaparina sodica, il suo contenuto in 0,1 ml di soluzione è 1000 UI, rispettivamente, una siringa da 0,2 ml contiene 2000 UI (20 mg), una siringa da 0,4 ml contiene 4000 UI (40 mg) e una siringa 0,6 ml - 6000 UI (60 mg).

L'acqua è usata come eccipiente per l'iniezione.

Proprietà farmacologiche

farmacodinamica

Il principio attivo di Hemapaksan - enoxaparina sodica, è un'eparina a basso peso molecolare. Ha un'elevata attività contro il fattore Xa della coagulazione (100 UI / mg) e una bassa attività contro il fattore IIa antitrombina (28 UI / mg).

Se usato in dosi terapeutiche, il tempo di sanguinamento non aumenta, l'introduzione di dosi profilattiche non porta a un cambiamento evidente nell'APTT (tempo parziale di tromboplastina attivata). L'enoxaparina sodica non influisce sul legame del fibrinogeno alle piastrine e all'aggregazione piastrinica.

farmacocinetica

Dopo somministrazione sottocutanea, la biodisponibilità assoluta di enoxaparina sodica è vicina al 100%.

In media, dopo l'iniezione, l'attività plasmatica massima anti-Xa è osservata nell'intervallo di 3-5 ore, attività anti-IIa - 3-4 ore. I parametri farmacocinetici di enoxaparina sodica negli intervalli di dosi raccomandati sono probabilmente lineari. Con un uso singolo e multiplo, la differenza nei parametri farmacocinetici in uno stato di equilibrio rientra nell'intervallo terapeutico.

Il sodio Enoxaparina subisce il metabolismo primario nel fegato. Per l'attività anti-Xa, l'emivita dopo una singola iniezione è di circa 4 ore, dopo somministrazione ripetuta - fino a 7 ore.

La clearance renale dei metaboliti attivi è di circa il 10% della dose somministrata, l'escrezione renale totale è del 40%. Sullo sfondo della ridotta funzionalità renale nei pazienti anziani, l'escrezione può essere ridotta. In insufficienza renale grave (clearance della creatinina

Gemapaksan: prezzi nelle farmacie online

HEMAPAXAN 4000ME / 0,4ml N6 rr d / siringa per iniezione sottocutanea

Istruzione: prima Università medica statale di Mosca intitolata I.M. Sechenov, specialità "Medicina generale".

Le informazioni sul farmaco sono generalizzate, sono fornite a scopo informativo e non sostituiscono le istruzioni ufficiali. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Le droghe allergiche negli Stati Uniti da sole spendono più di $ 500 milioni all'anno. Credi ancora che sarà trovato un modo per sconfiggere finalmente un'allergia?

Secondo gli studi, le donne che bevono pochi bicchieri di birra o vino a settimana hanno un aumentato rischio di sviluppare il cancro al seno.

Quando gli innamorati si baciano, ognuno di loro perde 6.4 calorie al minuto, ma allo stesso tempo scambiano quasi 300 tipi di batteri diversi.

Durante la vita, la persona media produce ben due grandi pozze di saliva.

La carie è la malattia infettiva più comune al mondo, alla quale anche l'influenza non può competere.

Un tempo lo sbadiglio arricchisce il corpo di ossigeno. Tuttavia, questa opinione è stata confutata. Gli scienziati hanno dimostrato che con uno sbadiglio, una persona raffredda il cervello e migliora le sue prestazioni.

Secondo uno studio dell'OMS, una conversazione giornaliera di mezz'ora su un cellulare aumenta del 40% la probabilità di un tumore al cervello.

I dentisti sono apparsi relativamente di recente. Già nel diciannovesimo secolo, era responsabilità di un comune barbiere estrarre i denti doloranti.

Il fegato è l'organo più pesante del nostro corpo. Il suo peso medio è di 1,5 kg.

Una persona che assume antidepressivi nella maggior parte dei casi soffrirà ancora di depressione. Se una persona affronta la depressione con le proprie forze, ha tutte le possibilità di dimenticare per sempre questo stato.

Nel Regno Unito esiste una legge secondo cui un chirurgo può rifiutarsi di eseguire un'operazione su un paziente se fuma o è sovrappeso. Una persona dovrebbe rinunciare a cattive abitudini e quindi, forse, non avrà bisogno di un intervento chirurgico.

Se sorridi solo due volte al giorno, puoi abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di infarti e ictus.

La più alta temperatura corporea è stata registrata in Willie Jones (USA), che è stata ricoverata in ospedale con una temperatura di 46,5 ° C.

Nel 5% dei pazienti, l'antidepressivo Clomipramina provoca l'orgasmo.

Cadendo da un asino, hai più probabilità di romperti il ​​collo che cadere da un cavallo. Basta non provare a confutare questa affermazione.

Il termine "malattie professionali" unisce le malattie che una persona è in grado di mettersi al lavoro. E se con industrie e servizi dannosi.

http://www.neboleem.net/gemapaksan.php

GEMAPAKSAN

1 ml di p-ra d / e contiene 100 mg (10.000 anti-Xa IU) di enoxaparina sodica.

0,6 ml - siringhe (2) - blister (3) - imballa il cartone.

Azione diretta anticoagulante. Appartiene al gruppo di eparine a basso peso molecolare (peso molecolare di circa 4500 dalton). Ha un effetto antitrombotico. Ha un'attività pronunciata contro il fattore Xa e un'attività debole contro il fattore IIa. A differenza dell'eparina standard non frazionata, l'attività antipiastrinica è più pronunciata rispetto all'attività anticoagulante. Nessun effetto sull'aggregazione piastrinica.

Quando la somministrazione di S / C viene rapidamente e quasi completamente assorbita dal sito di iniezione. Il picco dell'attività anti-Xa di enoxaparina nel plasma sanguigno è raggiunto in 3-5 ore, che corrisponde ad una concentrazione di 1,6 μg / ml dopo la somministrazione di 40 mg. Vd enoxaparina corrisponde al volume del sangue.

L'enoxaparina sodica viene leggermente metabolizzata nel fegato per formare metaboliti inattivi.

T1/2 - circa 4 ore L'attività anti-Xa nel plasma è determinata entro 24 ore dopo una singola iniezione. Excreted nelle urine, immutato e nella forma di metabolites.

Nei pazienti con insufficienza renale e nelle persone anziane, è possibile un aumento della T.1/2 fino a 5-7 ore, ma non è richiesta la correzione della modalità di erogazione.

Durante l'emodialisi, l'eliminazione di enoxaparina non cambia.

Da parte del sistema di coagulazione del sangue: raramente - moderata trombocitopenia asintomatica.

Da parte del fegato: raramente - un aumento reversibile del livello degli enzimi epatici.

Reazioni allergiche: raramente - eruzione cutanea, prurito.

Reazioni locali: raramente - una reazione infiammatoria; in rari casi - necrosi.

Non inserire il / m. Le eparine a basso peso molecolare non sono intercambiabili.

Se vi sono indicazioni di una storia di trombocitopenia indotta dall'eparina, l'enoxaparina sodica può essere utilizzata solo in caso di emergenza.

Viene usato con cautela nei pazienti con potenziale rischio di sanguinamento (inclusi negli stati di ipocoagulazione, ulcera gastrica e ulcera duodenale nella storia), circolazione ischemica cerebrale, ipertensione arteriosa grave non controllata, retinopatia diabetica, disturbi riparativi e malattie infiammatorie non ricorrenti. anche in pazienti con grave malattia del fegato. Non raccomandato per l'uso nell'anestesia spinale / epidurale.

Prima e durante il trattamento, il numero di piastrine nel sangue periferico deve essere monitorato regolarmente. Se questo indice diminuisce del 30-50% del valore iniziale, l'enoxaparina sodica deve essere immediatamente cancellata e deve essere prescritta una terapia appropriata. Prima dell'uso, è necessario cancellare i fondi che possono potenzialmente influire sull'emostasi; se ciò non è possibile, la terapia simultanea viene eseguita sotto stretto monitoraggio dei parametri di coagulazione.

http://health.mail.ru/drug/hemapaxan/

Gemapaksan

Indicazioni per l'uso

Prevenzione: trombosi venosa e tromboembolismo (specialmente durante operazioni ortopediche e chirurgiche); trombosi venosa e tromboembolismo in pazienti sottoposti a riposo a letto (CHF di classe III o IV NYHA, insufficienza respiratoria acuta, infezione acuta o malattie reumatiche acute in combinazione con uno dei fattori di rischio trombosi venosa: età oltre 75 anni, il cancro, trombosi e tromboembolia storia, obesità, terapia ormonale, CHF, insufficienza respiratoria cronica).

Prevenzione dell'ipercoagulazione nel sistema di circolazione extracorporea durante l'emodialisi.

Trattamento: trombosi venosa profonda (inclusa in combinazione con tromboembolia polmonare), stenocardia instabile e infarto miocardico acuto senza onda Q sull'ECG (in associazione con ASA).

Possibili analoghi (sostituti)

Principio attivo, gruppo

Forma di dosaggio

soluzione sottocutanea

Controindicazioni

Iperplasia di Erica, minaccia di aborto, aneurisma cerebrale o altri mesi).

Come applicare: dosaggio e trattamento

P / c, alternativamente nella parte superiore sinistra o destra o nella parte inferiore della parete addominale anteriore. Durante l'iniezione il paziente deve sdraiarsi. Con l'iniezione di Hemapaksanom, l'ago viene inserito verticalmente per tutta la sua lunghezza nella pelle, serrato nella piega tra il pollice e l'indice. La piega cutanea non si raddrizza fino alla fine dell'iniezione. Dopo l'iniezione, il sito di iniezione non può essere sfregato.

Prevenzione della trombosi venosa e tromboembolismo, in particolare nelle operazioni di chirurgia ortopedica e generali: i pazienti con rischio moderato di trombosi e tromboembolia (chirurgia addominale) - 20-40 mg 1 volta al giorno. La prima iniezione viene effettuata 2 ore prima dell'intervento chirurgico.

Pazienti ad alto rischio di trombosi e tromboembolia (chirurgia ortopedica) - 1 40 mg una volta al giorno, la prima dose viene somministrata 12 ore prima dell'intervento, o 30 mg 2 volte al giorno dall'inizio della somministrazione 12-24 ore dopo l'intervento.

La durata del trattamento è di 7-10 giorni. Se necessario, la terapia viene continuata fino a quando persiste il rischio di trombosi e tromboembolia (in ortopedia si usa una dose di 40 mg una volta al giorno per 5 settimane).

Caratteristiche dell'appuntamento con anestesia spinale / epidurale, così come con angioplastica coronarica percutanea: per ridurre il possibile rischio di sanguinamento dal canale spinale durante l'anestesia epidurale o spinale, è meglio installare o rimuovere un catetere con basso effetto anticoagulante di enoxaparina sodica.

L'installazione o la rimozione del catetere deve essere eseguita dopo 10-12 ore dopo l'applicazione delle dosi profilattiche del farmaco per la trombosi venosa profonda. Nei casi in cui i pazienti ricevano dosi più elevate di enoxaparina sodica (1 mg / kg 2 volte al giorno o 1,5 mg / kg 1 volta al giorno), queste procedure devono essere posticipate per un periodo di tempo più lungo (24 ore). La somministrazione successiva del farmaco deve essere effettuata non prima di 2 ore dopo la rimozione del catetere.

Prevenzione della trombosi venosa e tromboembolia nei pazienti a riposo a letto: 40 mg 1 volta al giorno per 6-14 giorni.

Trattamento della trombosi venosa profonda in combinazione con o senza tromboembolia polmonare: 1,5 mg / kg 1 volta al giorno o 1 mg / kg 2 volte al giorno. Nei pazienti con disturbi tromboembolici complicati - 1 mg / kg 2 volte al giorno. La durata del trattamento è di 10 giorni. Si consiglia di iniziare immediatamente la terapia con anticoagulanti orali, mentre la terapia con enoxaparina deve essere proseguita fino a quando si ottiene un sufficiente effetto anticoagulante (fattore normalizzante internazionale 2-3).

Trattamento di stenocardia instabile e infarto del miocardio senza un'onda Q: 1 mg / kg ogni 12 ore durante l'assunzione di ASA in una dose di 100-325 mg una volta al giorno. La durata media della terapia è di 2-8 giorni (fino a quando le condizioni cliniche del paziente non si stabilizzano).

Prevenzione della trombosi nella circolazione extracorporea durante l'emodialisi: 1 mg / kg di peso corporeo. Con un alto rischio di sanguinamento, la dose viene ridotta a 0,5 mg / kg con un doppio approccio vascolare o a 0,75 mg con un singolo approccio vascolare. In emodialisi, il farmaco deve essere iniettato nella zona arteriosa dello shunt all'inizio della sessione di emodialisi. Una singola dose è di solito sufficiente per una sessione di 4 ore, ma se vengono rilevati anelli di fibrina durante l'emodialisi più lunga, è possibile aggiungere 0,5-1 mg / kg.

In caso di insufficienza renale grave, la dose viene aggiustata in base alla dimensione del CC: se il CC è inferiore a 30 ml / min, 1 mg / kg 1 volta al giorno a scopo terapeutico e 20 mg 1 volta al giorno a scopo profilattico. Il regime posologico non si applica ai casi di emodialisi.

Con insufficienza renale da lieve a moderata, non è richiesto un aggiustamento della dose.

Azione farmacologica

Eparina a basso peso molecolare (massa molecolare media di circa 4.500 Da) con alta attività anti-Xa (100 anti-Xa IU / mg) e debole attività inibitoria contro il fattore IIa (trombina). L'Enoxaparina sodica attiva l'antitrombina III, che porta all'inibizione della formazione e dell'attività del fattore Xa e della trombina. È un agente antitrombotico efficace con un effetto rapido e duraturo che non influisce negativamente sull'aggregazione piastrinica. Il rapporto tra attività antitrombotica e anticoagulante (il rapporto tra l'attività degli anti-fattori Xa e IIa) è di circa 3: 1 rispetto a un rapporto di 1: 1 per l'eparina non frazionata. L'attività plasmatica massima anti-Xa si osserva 3-5 ore dopo l'iniezione di s / c ed è 0,2, 0,4, 1 e 1,3 anti-Xa IU / ml dopo somministrazione di 20, 40 mg, 1 mg / kg e 1,5 mg / kg, rispettivamente. L'attività anti-Xa nel plasma è determinata fino a 24 ore dopo una singola iniezione sc.

L'attività anti-IIa nel plasma è circa 10 volte inferiore all'attività anti-Xa. L'attività media massima anti-IIa si osserva circa 3-4 ore dopo l'iniezione di s / c e raggiunge 0,13 UI / ml e 0,19 UI / ml dopo somministrazione ripetuta di 1 mg / kg a 2 volte e 1,5 mg / kg con una singola iniezione, rispettivamente.

Effetti collaterali

Emorragie puntiformi (petecchie), ecchimosi, raramente - sindrome emorragica (incluso sanguinamento retroperitoneale e intracranico, fino a morte), iperemia e dolore al sito di iniezione, raramente - ematoma, presenza di nodi infiammatori densi (risolti dopo alcuni giorni, la cessazione del trattamento non è richiesta); raramente, necrosi nel sito di somministrazione preceduta da porpora o placche eritematose (infiltrate e dolorose); trombocitopenia asintomatica (nei primi giorni di trattamento), raramente - trombocitopenia immunoallergica (5-21 giorni di trattamento) con lo sviluppo di trombosi da ricochet (trombocitopenia trombotica da eparina), che può essere complicata da infarto d'organo o ischemia degli arti; aumento reversibile asintomatico dell'attività delle transaminasi epatiche.

Raramente - reazioni allergiche sistemiche e cutanee. Con anestesia spinale / epidurale traumatica (la probabilità aumenta con l'uso di un catetere epidurale postoperatorio permanente) - ematoma intraspinale (raramente), che può portare a paralisi temporanea o permanente.

Istruzioni speciali

Il trattamento con Hemapaksanom viene effettuato rigorosamente sotto la supervisione di un medico e controlla il numero di piastrine nel sangue. Con lo sviluppo di trombocitopenia eparina - ritiro immediato del farmaco.

Immettere solo s / w o / durante l'emodialisi.

Le eparine a basso peso molecolare non sono intercambiabili, vengono somministrate solo rigorosamente secondo le istruzioni.

Con una riduzione del numero di piastrine al di sotto della norma del 30-50%, oltre alla comparsa di segni di emorragia interna (melena o rilevazione di sangue fresco nelle feci, vomito di sangue, anemia ipocromica), il sodio enoxaparina viene cancellato. In una storia di trombocitopenia indotta dall'eparina, Enoxaparina sodica viene prescritta in casi eccezionali a causa del rischio di trombocitopenia trombotica immunoallergica, che si manifesta 5-21 giorni dopo la somministrazione. I test di aggregazione piastrinica in vitro hanno un valore limitato nel predire il rischio del suo sviluppo. Il rischio di trombocitopenia indotta da eparina può persistere per diversi anni.

Sono descritti rari casi di ematoma spinale nel trattamento di enoxaparina sodica sullo sfondo dell'anestesia spinale / epidurale con lo sviluppo di paralisi persistente o irreversibile. Il rischio di questi fenomeni si riduce quando si usa il farmaco alla dose di 40 mg o inferiore. Il rischio aumenta con l'aumentare della dose del farmaco, così come con l'uso di cateteri epidurali penetranti dopo l'intervento chirurgico o con l'uso concomitante di farmaci aggiuntivi che agiscono sull'emostasi (compresi i FANS). Il rischio aumenta anche con l'esposizione traumatica o la puntura spinale ripetuta.

Quando si prescrive la terapia anticoagulante durante l'anestesia epidurale / spinale, è necessario monitorare attentamente e continuamente il paziente per identificare eventuali sintomi neurologici (dolore lombare, alterazioni delle funzioni sensoriali e motorie, incluso intorpidimento o debolezza degli arti inferiori, funzionalità compromessa Tratto gastrointestinale e / o vescica). Nell'identificare i sintomi caratteristici di un ematoma del tronco encefalico sono necessarie diagnosi e trattamento urgenti, compresa la decompressione spinale se necessario.

Non ci sono dati sull'efficacia e la sicurezza del farmaco per la prevenzione delle complicanze tromboemboliche nei pazienti con valvole cardiache artificiali.

Nelle dosi utilizzate per la prevenzione delle complicanze tromboemboliche, il farmaco non influisce significativamente sul tempo di sanguinamento e sui parametri generali di coagulazione, così come sull'aggregazione piastrinica o sul legame con il fibrinogeno. A dosi più elevate, l'APTT e il tempo di coagulazione possono essere allungati. Un aumento del tempo di APTT e di coagulazione non dipende direttamente dall'aumento dell'attività antitrombotica del farmaco, quindi non è necessario controllarne l'attività.

In caso di infezione acuta, la somministrazione profilattica di enoxaparina sodica è giustificata solo se le suddette condizioni sono combinate con uno dei seguenti fattori di rischio per trombosi venosa: più di 75 anni, neoplasie maligne, trombosi e tromboembolia nella storia, obesità, terapia ormonale, insufficienza cardiaca cronica, insufficienza respiratoria cronica.

La sicurezza e l'efficacia nei bambini non sono state stabilite.

Durante la gravidanza, il beneficio per la madre deve essere confrontato con il potenziale rischio per il feto. L'uso nelle donne in gravidanza con valvole artificiali non è raccomandato (negli studi clinici sull'uso del farmaco al fine di prevenire la trombosi, sono stati registrati 2 decessi a seguito di trombosi e blocco delle valvole). Si raccomanda di interrompere l'allattamento durante il trattamento.

interazione

Non è consigliabile combinare Hemapaksan con antagonisti della vitamina K, antiaggreganti piastrinici (compresi i bloccanti dei recettori glicoproteici IIb / IIIa e ASA), sulfinpirazone, FANS, destrani con una grande massa molare, ticlopidina, clopidogrel, GCS e cromamicina. ). Se necessario, l'uso combinato di questi farmaci richiede un attento monitoraggio del paziente e dell'emostasi.

Non puoi mescolare il farmaco nella stessa siringa con altri farmaci.

http://www.webapteka.ru/drugbase/name19655.html

Altri Articoli Su Vene Varicose

  • Dolore e pesantezza alle gambe
    Prevenzione
    Molto spesso, il dolore e la pesantezza delle gambe si verificano a causa della fatica banale. In tal caso, se i sintomi compaiono di tanto in tanto, specialmente entro la fine della giornata, non dovresti preoccuparti di alcuna malattia.
  • Coagulazione in cosmetologia
    Prevenzione
    I capillari rossi e blu sul viso sembrano brutti, sono difficili da coprire con il trucco. Tuttavia, la moderna cosmetologia aiuta a sbarazzarsi di un tale problema in una sola sessione.

contenutoGruppo farmacologicoClassificazione Nosologica (ICD-10)strutturaAzione farmacologicaAzione sul corpoIl farmaco "Kvotlan" è una soluzione tampone di composti complessi di lantanio in composti poliossi con un valore di pH neutro (brevetto RF 2203035, 2002).