Farmaci per il trattamento di vasi cerebrali: 8 farmaci in compresse e capsule

L'autore dell'articolo: Nivelichuk Taras, capo del dipartimento di anestesiologia e terapia intensiva, esperienza lavorativa di 8 anni. Istruzione superiore nella specialità "Medicina generale".

In questo articolo imparerai quali preparati per i vasi cerebrali sono usati nella pratica clinica. Indicazioni per l'uso di questo gruppo di farmaci, meccanismi d'azione e regole di amministrazione.

I farmaci che colpiscono i vasi cerebrali sono più spesso utilizzati in neurologia per il trattamento di malattie cerebrovascolari, che includono ictus ischemico ed emorragico, attacco ischemico transitorio, encefalopatia dyscirculatory e demenza vascolare. Inoltre, questo gruppo di farmaci è ampiamente usato per emicranie, mal di testa da tensione, malattia di Meniere, ferite alla testa e altre malattie.

I farmaci che agiscono sui vasi cerebrali hanno una varietà di meccanismi d'azione. Alcuni di essi riducono il rischio di trombosi, altri - contrastano la formazione di placche aterosclerotiche e altri - eliminano lo spasmo vascolare. Di seguito è riportato un elenco di campioni delle pillole più popolari per i vasi cerebrali, a partire dai farmaci più frequentemente prescritti dai medici e in ordine decrescente.

La scelta di un farmaco adatto viene effettuata da un neurologo.

1. Acido acetilsalicilico (aspirina)

A rigor di termini, l'aspirina non agisce direttamente sui vasi, inibisce l'aggregazione piastrinica, cioè impedisce loro di attaccarsi all'endotelio danneggiato (il rivestimento interno dei vasi) e di incollarsi insieme. Ma l'aspirina a basse dosi è una delle prescrizioni più comuni dei neurologi per il trattamento e la prevenzione delle malattie cerebrovascolari. Questo è uno dei pochi farmaci che ha un comprovato effetto positivo sulla prevenzione e sul trattamento degli ictus ischemici e degli attacchi ischemici transitori.

In precedenza, l'aspirina era ampiamente utilizzata per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari e cerebrovascolari, cioè i medici la raccomandavano a persone praticamente sane per prevenire infarto miocardico e ictus. Recentemente, tuttavia, i benefici di questo uso di questo farmaco sono stati messi in discussione, perché a volte il rischio di utilizzarlo ha superato i possibili benefici. Ora l'aspirina è prescritta ai fini della prevenzione secondaria a pazienti che hanno già avuto un infarto o ictus, così come a persone che sono ad alto rischio di sviluppare queste complicanze.

Controindicazioni all'uso di aspirina:

  • Ulcera gastrica o duodenale.
  • Recentemente ha sofferto un ictus emorragico.
  • Allergia all'aspirina.
  • Asma, i cui sintomi peggiorano dopo l'assunzione di acido acetilsalicilico.
  • Disturbi della coagulazione del sangue (emofilia).
  • Gravi disturbi del fegato e dei reni.
  • Gravidanza e allattamento.
  • Età dei bambini (l'aspirina può causare la sindrome di Reye).
  • Carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (l'uso di aspirina può causare l'emolisi dei globuli rossi).

I possibili effetti collaterali includono quanto segue:

  1. Dispepsia e mal di stomaco: il rischio di insorgenza può essere ridotto assumendo il farmaco con il cibo.
  2. Aumento del sanguinamento
  3. Reazioni allergiche - orticaria, angioedema, eruzione cutanea e prurito, congestione nasale.
  4. Suonando nelle orecchie.
  5. Sanguinamento gastrointestinale.
  6. Ictus emorragico.

La dose raccomandata è di 75-100 mg di acido acetilsalicilico al giorno. Questo strumento è disponibile in compresse o capsule con rivestimento enterico. I preparati per aspirina più popolari sono Cardio Magnetic, Magnnicor, Aspirin Cardio, Aspecard. I medici raccomandano di prenderli una volta al giorno, meglio la sera alla stessa ora.

2. Statine

Le statine sono un gruppo di farmaci che riducono il livello di colesterolo dannoso nel sangue. A causa di questo effetto, questi farmaci possono ridurre il rischio di placche aterosclerotiche nelle pareti delle arterie dell'intero corpo, compresi i vasi cerebrali.

Attualmente, lo studio attivo degli altri effetti benefici delle statine a cui appartengono:

http://okardio.com/preparaty/dlya-sosudov-golovnogo-mozga-586.html

Panoramica delle pillole per i vasi cerebrali

Patologia dei vasi cerebrali - un fenomeno, purtroppo, negli ultimi decenni, abbastanza frequente. Secondo studi statistici, oltre l'80% della popolazione totale è soggetta a varie malattie associate alla fornitura di sangue cerebrale. Se più recentemente gli adulti soffrivano principalmente di malattie vascolari del cervello, oggi patologie come l'IRR o l'ipertensione sono sempre più diagnosticate nei pazienti giovani e anche adolescenti.

I disturbi circolatori nel cervello, nelle fasi iniziali dello sviluppo, si verificano senza mostrare alcun segno. Spesso, i pazienti semplicemente ignorano i primi sintomi della malattia, giustificando la loro condizione con affaticamento, depressione, dipendenza meteorologica, ecc. Tuttavia, anche un leggero deterioramento della salute, attacchi di emicrania e mal di testa è un motivo per consultare uno specialista. Prima il medico determina la presenza di violazioni, maggiore è la possibilità di prevenire lo sviluppo di gravi complicanze.

Le cause della ridotta apporto di sangue al cervello possono essere considerate:

  • fattore ereditario;
  • stile di vita inattivo;
  • ambiente inquinato;
  • vasospasmo;
  • alcolismo e fumo, ecc.

Le malattie del sistema ematopoietico e del sangue, lo sviluppo di malattie oncologiche, il diabete mellito, le patologie cardiache e le malattie della colonna vertebrale si distinguono tra le cause specifiche dello sviluppo di patologie dei vasi cerebrali.

I sintomi che possono indicare lo sviluppo di malattie vascolari del cervello sono diversi e numerosi. I sintomi più comuni includono:

  • frequenti mal di testa ed emicranie, i cui attacchi possono manifestarsi anche di notte (solitamente causati da spasmi);
  • sensazione occasionale di vertigini, svenimento, svenimento;
  • ipotensione e ipertensione;
  • disturbi del sonno, disturbi del sonno e veglia;
  • debolezza generale e malessere;
  • mancanza di coordinazione nello spazio, raramente disorientamento;
  • intorpidimento ricorrente degli arti superiori e inferiori, temporanea perdita di sensibilità alle braccia e alle gambe.
Nonostante tutti i pericoli posti dalle malattie dei vasi cerebrali, quasi tutti possono essere curati con successo.

Oggi ci sono molti farmaci in grado di eliminare sia i sintomi della patologia che la malattia stessa. I preparati (compresse) consigliati per i pazienti con tali malattie non solo hanno un effetto benefico sulle pareti vascolari, ma migliorano anche le caratteristiche del sangue, riducono la sua viscosità e la capacità di formare coaguli di sangue.

Conosceremo i farmaci più popolari sotto forma di compresse che aiutano nel trattamento delle malattie vascolari del cervello.

Preparativi per l'espansione dei vasi sanguigni

L'azione dei farmaci in questo gruppo mira a migliorare l'apporto di sangue al cervello aumentando il flusso di sangue nelle sue cellule. Grazie ai vasodilatatori, è possibile prevenire lo sviluppo dell'ipossia cerebrale e delle carenze nutrizionali. Inoltre, tali strumenti portano a significativi miglioramenti nello scambio di energia delle cellule cerebrali e al ripristino della sua normale funzionalità.

Video su questo argomento

Calcio antagonisti

Questo gruppo di farmaci aiuta a rilassare i vasi sanguigni senza modificare il tono venoso. Il flusso sanguigno nei vasi aumenta e, arricchito con ossigeno, entra nel cervello. I farmaci antagonisti del calcio sono ampiamente utilizzati nel trattamento dell'aterosclerosi e in molte recensioni positive, sia da pazienti che da medici.

http://expertpososudam.ru/preparaty/dlya-sosudov-golovnogo-mozga.html

I migliori farmaci per i vasi cerebrali

Varie patologie nel lavoro delle navi sono la causa delle malattie più gravi. Le persone anziane, le cui pareti delle navi non sono così elastiche, e molte arterie sono intasate da scorie, sono più spesso interessate da questo. Ma ora, anche in giovane età, molte persone hanno vari disturbi vascolari. E in molti casi causano mal di testa, tachicardia e stanchezza. Per aiutare a far fronte a questi problemi possono essere i farmaci vascolari. Sono progettati per ripristinare il tono e l'elasticità dei vasi sanguigni, ridurre il rischio di coaguli di sangue e migliorare le condizioni generali del paziente.

Sintomi di disturbi vascolari

Per mantenere la salute generale è molto importante che le navi funzionino correttamente. Ciò significa che le loro pareti devono essere permeabili ed elastiche. Per una normale circolazione sanguigna, le navi devono essere in grado di restringere o espandere nel tempo. Se perdono la loro elasticità, le loro pareti si addensano, diventano fragili, questo può portare al verificarsi di coaguli di sangue o ictus. Nella fase iniziale della malattia vascolare, il paziente di solito presenta i seguenti sintomi:

- frequenti mal di testa;

- compromissione della memoria e difficoltà di concentrazione;

- depressione, umore instabile;

Quali farmaci sono usati nelle patologie vascolari

Se è il momento di notare le carenze nella circolazione sanguigna e consultare un medico, si possono evitare gravi problemi. Nella maggior parte dei casi, i farmaci vascolari opportunamente selezionati possono eliminare completamente il problema. Ma a volte è necessario assumere tali farmaci per tutto il corso della vita. I preparati vascolari sono solitamente richiesti dalle persone anziane, ma possono essere prescritti a qualsiasi età. In quali gruppi sono suddivisi questi farmaci?

1. I farmaci vasodilatatori sono più spesso utilizzati con pressione elevata. Impediscono il vasospasmo e migliorano l'afflusso di sangue al cervello.

2. Gli antagonisti degli ioni calcio hanno un effetto simile, ma non agiscono sui vasi stessi, ma sulla sostanza che li induce a restringersi. Questi sono ioni di calcio che rendono le pareti vascolari rigide e riducono la loro elasticità.

3. I preparati vascolari a base di alcaloidi vegetali sono anche diventati popolari nel trattamento di vari disturbi circolatori.

4. I farmaci che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni e hanno un effetto benefico sul loro metabolismo sono anche efficaci per i disturbi vascolari.

5. Nel trattamento dei disturbi della circolazione cerebrale si applicano agenti nootropici che agiscono sui vasi cerebrali.

6. Medicinali per il trattamento di alcune malattie causate da disturbi vascolari: distonia vascolare, aterosclerosi, emicrania e malattie cardiache.

7. Negli ultimi anni, i farmaci vascolari omeopatici sono diventati sempre più popolari.

Bloccanti dei canali del calcio

1. La droga più famosa di questo gruppo è "Zinnarizin". Previene il vasospasmo e la formazione di coaguli di sangue, migliora la circolazione sanguigna e diluisce il sangue. Influenza "Tsinnarizin" solo sui vasi cerebrali, quindi non viene utilizzato per le malattie cardiovascolari.

2. "Nimodilin" dilata anche principalmente vasi cerebrali. Il farmaco li rende più elastici, migliorando la nutrizione del cervello.

Farmaci vasodilatatori

Questo è il gruppo più ampio di tali farmaci. Possono dilatare i vasi sanguigni sia agendo su impulsi cerebrali, sia influenzando direttamente i muscoli lisci delle loro pareti. Inoltre, alcuni preparati vascolari di questo gruppo possono influenzare in modo selettivo i singoli organi, ma la maggior parte di essi svolge la sua funzione in tutto il corpo, abbassando efficacemente la pressione sanguigna. Pertanto, una controindicazione al loro uso è l'ipotensione. I farmaci più comuni in questo gruppo sono:

1. Mediante l'influenza degli impulsi nervosi, includere "Validol", "Reserpine" e altri.

2. I preparati che dilatano i vasi sanguigni agendo sui loro muscoli sono Papaverin, Dibazol, Diprofen, Eufillin, Theobromin e altri.

3. Gli agenti espandenti coronarici agiscono selettivamente sui vasi del cuore. Il più famoso di loro - "Erinit", "Nitrosorbid", "Chloracizin", "Nitroglycerin" e altri.

4. I preparati vascolari per il cervello sono usati per i disturbi della circolazione cerebrale. Questi sono "Euphyllinum", "Piracetam", "Fezam" e altri.

5. Ci sono anche malattie accompagnate da spasmi delle navi degli arti. Sono aiutati da Papaverin, Angiotrophin e altri.

Negli ultimi anni sono apparsi nuovi preparati vascolari che rilassano le arterie in modo più efficace e hanno meno effetti collaterali. Questi includono "Norvask", "Plendil", "Nimotop", "Lazipil", "Klentiazem" e altri. Inoltre, gli strumenti complessi hanno ottenuto buoni risultati, ad esempio Omaron contiene piracetam e cinnarizina, combina le loro azioni e diventa più efficace.

Farmaci che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni

Per il normale funzionamento delle arterie e dei capillari, le loro pareti devono essere elastiche, avere moderata permeabilità e tono muscolare. Pertanto, per eventuali violazioni della circolazione sanguigna, sono necessari farmaci per rafforzarli. Questi includono principalmente vitamine e oligoelementi:

- "Ascorutin" contiene vitamine P e C, rutina, catechine, polifenoli e antociani.

- "Dihydroquerticin" è fatto sulla base di bioflavonoidi di larice. Contiene anche potassio e selenio.

Preparazioni a base di erbe

I disordini vascolari sono ben curabili con i rimedi naturali. Negli ultimi anni la farmaceutica ha utilizzato attivamente l'esperienza acquisita con la medicina tradizionale. E per il trattamento delle malattie vascolari, vengono prodotti molti farmaci a base vegetale:

- I medicinali contenenti alcaloidi della vinca hanno un effetto antispasmodico, così come i vasi sanguigni in rapida espansione e la pressione di abbassamento. Questi includono: "Kavinton", "Vinpocetin", "Telektol", "Bravinton" e altri.

- I preparati con estratto di gingko biloba sono spesso usati per i disturbi della circolazione cerebrale. Non solo rafforzano le pareti dei vasi sanguigni, ma hanno anche attività antiossidante. Questi sono farmaci come Bilobil, Tanakan, Ginkgo Biloba Forte e altri.

Farmaci cardiovascolari

Se i farmaci agiscono selettivamente sui vasi coronarici, migliorando la circolazione del sangue nel cuore, vengono utilizzati per angina, cardiopatia ischemica, aritmie e altre malattie. Fondamentalmente, questi strumenti sono basati su piante medicinali: adonis, digitale, mughetto o strophanthus. I farmaci cardiovascolari più comuni sono:

- "Adonizid" migliora l'afflusso di sangue al muscolo cardiaco.

- "Cardiovalen" rafforza le pareti delle navi coronarie.

- "Meproscillarin" espande il lume dei vasi sanguigni, riduce il gonfiore.

- "Amrinon" dilata i vasi coronarici.

- "La teobromina" ha anche un effetto vasodilatatore e stimola l'attività del cuore.

Farmaci nootropi

Varie violazioni della circolazione cerebrale ostacolano notevolmente il normale corso della vita. Sono accompagnati da frequenti mal di testa, perdita di memoria, tinnito e stanchezza. La ragione di ciò è la carenza di ossigeno delle cellule cerebrali dovuta alla vasocostrizione. Spesso questo problema preoccupa anche i bambini e gli adolescenti. Per il trattamento di tali condizioni si applicano preparazioni vascolari nootropiche per il cervello:

- "Aminalon" migliora il flusso sanguigno e la respirazione dei tessuti.

-"Phenotorpil" aumenta la resistenza del tessuto cerebrale all'ipossia e ha un'azione anti-spasmodica.

-"Piracetam" riduce lo spasmo dei vasi sanguigni e migliora la nutrizione delle cellule cerebrali.

-"Nootropil" migliora la microcircolazione del sangue nel cervello. Non dilata i vasi sanguigni, ma ripristina il tessuto cerebrale danneggiato.

Tali farmaci sono usati non solo da persone malate. Spesso sono ubriachi se hanno bisogno di migliorare la loro memoria, la loro capacità di apprendere, quando sono oberati di lavoro e in situazioni estreme. Un farmaco vegetativo-vascolare, che include piracetam o Aminalon, usato con successo nel trattamento della distonia.

Farmaci per l'emicrania

Questa è una malattia abbastanza comune, che causa sofferenza a milioni di persone, anche a causa di violazioni dell'attività dei vasi sanguigni. Ma i vasodilatatori convenzionali non sono adatti per il suo trattamento, perché l'attacco è accompagnato non solo dal vasospasmo, ma anche dalla loro forte espansione. Pertanto, oltre agli antinfiammatori e antidolorifici non steroidei, è necessario utilizzare farmaci speciali per l'emicrania:

- "Avamigran" allevia efficacemente i dolori emicranici dovuti a disturbi della circolazione cerebrale.

- I preparati del gruppo di antagonisti dell'ormone serotonina contrastano la drammatica espansione dei vasi sanguigni: "Immigrant", "Zomig", "Maxalt" e altri.

La salute del cervello e il suo pieno funzionamento dipendono in gran parte dallo stato delle navi. Dopotutto, è per loro che l'ossigeno e i nutrienti necessari vengono consegnati alle cellule nervose, così come i prodotti del metabolismo. Se i vasi cerebrali non possono fornire ai neuroni la quantità necessaria di ossigeno e sostanze benefiche, allora si sviluppa l'ipossia. Può essere sia cronica, che porta ad una graduale morte delle cellule nervose e funzionalità cerebrale compromessa, e acuta, quando il flusso di sangue attraverso i vasi si ferma improvvisamente. Questo porta allo sviluppo dell'ictus.

Ci sono molte ragioni per cui i vasi cerebrali possono soffrire. In primo luogo è l'aterosclerosi cerebrale, quando le arterie si restringono a causa del danno della placca aterosclerotica alle pareti. Anche le malattie come l'ipertensione arteriosa e il diabete mellito hanno anche un effetto negativo sulle pareti vascolari. Essi portano ad una perdita di elasticità e forza delle pareti vascolari, perché con il minimo sforzo possono rompere con lo sviluppo di ictus emorragico.

Mal di testa e problemi di memoria - il primo segno di danni ai vasi cerebrali

Pertanto, l'effetto sui vasi del tessuto cerebrale dovrebbe essere complesso. È necessario prescrivere farmaci che non solo espandono il lume dei capillari, ma rafforzano anche il loro muro, combattono contro l'aterosclerosi, migliorano le condizioni del sistema sanguigno, prevenendo la formazione di coaguli di sangue. E in alcuni casi, i farmaci che influenzano i vasi del cervello, possono essere il trattamento principale. Ad esempio, i farmaci per alleviare gli attacchi di emicrania e la loro prevenzione influenzano il flusso sanguigno, e la venotonica aiuterà a sbarazzarsi del mal di testa doloroso associato all'espansione patologica delle vene cerebrali del cervello.

In questo articolo vedremo i principali farmaci per i vasi cerebrali.

Medicinali per l'espansione dei vasi cerebrali

In breve, l'azione di questi farmaci è finalizzata ad allargare il lume dei vasi capillari arteriosi spasmodici o danneggiati da vari processi patologici (aterosclerosi, ialinosi, ecc.). Ciò garantisce la normalizzazione del flusso sanguigno ai neuroni, l'eliminazione dell'ipossia delle cellule cerebrali, l'attivazione dei processi metabolici e la produzione dell'energia necessaria. Di conseguenza, l'attività cerebrale migliora, la gravità diminuisce oi sintomi della malattia scompaiono completamente (vertigini, cefalea, acufeni, la memoria migliora, aumenta la capacità lavorativa).

Video lezione sui farmaci per le navi:

I seguenti sono i principali gruppi di farmaci che possono espandere i vasi cerebrali.

Bloccanti dei canali del calcio

Si tratta di un'intera classe di farmaci che sono stati utilizzati nella pratica medica per lungo tempo, tuttavia, essi non hanno affatto perso la loro rilevanza e ogni anno nuovi rappresentanti di queste medicine compaiono sul mercato farmaceutico.

I farmaci di questo gruppo vengono utilizzati in molti rami della medicina, ad esempio per alleviare e prevenire aritmie cardiache, ictus, trattamento dell'ipertensione arteriosa e per trattare il restringimento dei vasi degli arti inferiori.

Il meccanismo di azione di questi farmaci è il seguente. Sono in grado di inibire il processo di penetrazione degli ioni calcio dalla matrice extracellulare nelle strutture muscolari dei vasi sanguigni e del muscolo cardiaco (e ci sono varie classi di farmaci che influenzano selettivamente il cuore oi vasi sanguigni). Tale azione viene eseguita a causa del blocco dei canali L lenti, a cui si muove il calcio. Il calcio nelle fibre muscolari è noto per essere il principale catalizzatore per la contrazione muscolare, che restringe il lume del vaso. Così, viene eseguita una marcata espansione del lume delle arterie e dei capillari.

Esistono 3 classi principali di bloccanti dei canali del calcio:

Gruppo Verapamil. Diltiazem di gruppo. Gruppo nifedipina

Ogni classe di questi farmaci può essere suddivisa in 3 generazioni. I primi due gruppi hanno solo 2 generazioni, ma le medicine del gruppo nifedipino esistono in 3 generazioni. Sono loro che sono usati per espandere i vasi del cervello, poiché questi farmaci non influenzano il cuore, ma solo il letto vascolare periferico.

Rappresentanti di 3 generazioni di bloccanti del gruppo nifedipine:

Nifedipina. Felodipina, Nikardipina, Nimodipina. Amlodipina, Lercanidipina.

Lerkamen (lercanidipina) è un moderno antagonista del calcio che protegge perfettamente i vasi sanguigni del cervello.

Benefici dell'ultima generazione di bloccanti dei canali del calcio:

l'effetto della droga è prolungato (alcuni rappresentanti arrivano a 24-36 ore); alta selettività di azione (influenza solo i vasi e non agisce sul cuore); molto meno effetti collaterali.

Considerando l'esperienza dell'uso di antagonisti del calcio per il trattamento delle lesioni vascolari cerebrali, si dovrebbe notare che i migliori risultati si possono ottenere con l'aiuto di Nimodipina. Ha il miglior effetto sulle arterie cerebrali.

Derivati ​​dell'acido nicotinico

L'acido nicotinico e i suoi derivati ​​sono molto simili nella struttura alla nicotinamide. Questa è una sostanza che è necessariamente parte del corpo umano e svolge funzioni molto importanti. Un altro nome è vitamina PP. Fa parte degli importanti sistemi enzimatici che eseguono i processi redox.

L'acido nicotinico non influisce sulle arterie, ma può espandere il lume dei capillari, contribuendo al miglioramento della circolazione cerebrale. Inoltre, l'acido nicotinico ha la capacità di ridurre il colesterolo e i trigliceridi nel sangue, che ha un effetto benefico sull'aterosclerosi cerebrale.

Un effetto collaterale che limita l'uso di derivati ​​dell'acido nicotinico nella pratica medica è l'espansione dei vasi sanguigni della pelle, che porta all'arrossamento del viso e ad una sensazione di calore. Ma dopo diversi giorni di terapia, la tolleranza si sviluppa e un tale effetto indesiderato scompare.

L'acido nicotinico dilata perfettamente i vasi sanguigni e rinforza le loro pareti

Rappresentanti di farmaci con acido nicotinico

Acido nicotinico, Nicofuranosio, Acipimox, Enduracina, Niacina, Pellagramina.

Di regola, questi farmaci sono prescritti in iniezioni di corsi brevi durante il trattamento ospedaliero o ambulatoriale. Prendere corsi terapeutici raccomandati 2 volte all'anno.

pentoxifylline

Questa sostanza è un derivato della xantina ed è in grado di migliorare le proprietà reologiche del sangue. Pentossifillina riduce la capacità delle piastrine di attaccarsi, il che impedisce la formazione di coaguli di sangue. Inoltre, la sostanza ha capacità di vasodilatazione miotropica, il che significa la possibilità di espansione di capillari e piccoli vasi. Soprattutto, questo effetto è espresso nel cervello e nei reni, a causa del quale il farmaco è ampiamente usato per il trattamento aggiuntivo delle malattie neurologiche e nefrologiche.

Rappresentanti chiave

Trental, Agapurin, Vazonit, Latren, Pentilin.

Farmaci di Ginkgo Biloba

Il Ginkgo biloba è un albero relitto, un altro membro della classe Ginkgo. Le proprietà curative delle foglie di questo albero sono note da molto tempo.

I principali effetti di tali farmaci:

espande il diametro interno dei capillari del cervello; diluisce il sangue e previene la formazione di coaguli di sangue; rende la parete vascolare elastica e resistente di nuovo, prevenendone le rotture e le emorragie cerebrali; migliora le funzioni cognitive e mnestiche del cervello, cioè l'intelligenza e la memoria; migliora la conduzione degli impulsi nervosi, che aumenta le prestazioni umane e la velocità del pensiero; ha proprietà antiossidanti; riduce il livello di colesterolo aterogenico nel sangue; riduce il numero di attacchi di emicrania e crisi vascolari durante la menopausa nelle donne.

Ginkgo Biloba Tree - una vera fonte di sostanze nutritive

Rappresentanti chiave

Bilobil, Tanakan, Memoplant, Ginos, Vitrum Memori, Ginkoum Evalar, Ginkgo Biloba S, Ginkor Fort, Intellan.

Nonostante il fatto che tutti i farmaci a base di ginkgo biloba siano farmaci non soggetti a prescrizione medica e possano essere assunti autonomamente, la consultazione del medico non sarà superflua, poiché vi sono alcune controindicazioni all'uso di tali medicinali.

Preparati a base di alcaloidi della vinca

Le sostanze che fanno parte delle solite piante da giardino in giardino, hanno un effetto molto positivo sulla circolazione cerebrale. Espandono i capillari cerebrali, migliorano i processi metabolici nel cervello, assottigliano il sangue, prevenendo la formazione di coaguli di sangue.

I principali rappresentanti dei farmaci a base di pervinca:

Vinpocetin, Vincentin, Kavinton, Telektol, Bravinton.

I medicinali di questo gruppo appartengono a farmaci senza prescrizione medica, ma non sono invitati a essere presi da soli. Il trattamento deve essere fatto nei corsi. Inoltre, per cominciare, i farmaci vengono iniettati per via endovenosa e successivamente trasferiti alla terapia di mantenimento con le pillole.

Preparazioni per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni

Ciò è particolarmente necessario quando il paziente ha una malattia primaria che danneggia le pareti vascolari, ad esempio ipertensione, diabete, aterosclerosi. Alcune vitamine e oligoelementi hanno questo effetto:

Vitamina PP e C. Si tratta di un ampio gruppo di sostanze vitaminiche di origine vegetale (presenti in alcune piante bioflavonoidi). L'acido ascorbico ha capacità antiossidanti, aiuta ad aumentare l'elasticità dei vasi sanguigni, previene la loro fragilità. Il farmaco più famoso che contiene queste 2 vitamine è Askorutin, la quercetina. Selenio, potassio, silicio. Questi oligoelementi possono essere ottenuti sia dal cibo che con l'aiuto di integratori vitaminici e minerali. Quale farmaco scegliere, avvisare il medico.

Questi farmaci possono essere assunti autonomamente. È importante attenersi alle dosi giornaliere raccomandate per ogni fascia d'età.

Ascorutina - un ottimo modo per rafforzare i capillari

Preparati per la lotta contro l'aterosclerosi cerebrale

Con l'uso a lungo termine e corretto dei farmaci di questo gruppo, è possibile stabilizzare il processo di lesione aterosclerotica dei vasi cerebrali e anche qualche regressione delle placche aterosclerotiche esistenti nelle arterie. Questo aumenta il loro lume e aiuta a migliorare i processi metabolici nel tessuto nervoso.

I seguenti gruppi di farmaci sono usati per questo scopo:

Statine (atorvastatina, rosuvastatina, simvastatina, pravastatina, lovastatina). Questi farmaci vengono assunti quotidianamente per molti anni, e talvolta per tutta la vita. La dose viene scelta dal medico individualmente, in base al livello di colesterolo in uscita e alla dinamica del suo declino nel sangue. Oltre a una diminuzione della concentrazione di colesterolo aterogenico (lipoproteine ​​a bassa densità), i farmaci di questo gruppo aumentano la concentrazione di lipoproteine ​​"buone" ad alta densità e stabilizzano le placche aterosclerotiche esistenti e quindi prevengono l'ictus ischemico. Alcuni rappresentanti hanno anche la capacità di ridurre la dimensione dei depositi aterosclerotici nelle pareti dei vasi sanguigni. Fibrati (fenofibrato, clofibrato, gemfibrato, fenofibrato). I farmaci in questo gruppo abbassano i livelli ematici di trigliceridi, ma influenzano anche il colesterolo LDL. Prendono tali farmaci secondo la prescrizione di un medico da corsi con controllo obbligatorio ogni 1-2 mesi. Sequestranti di acidi biliari (colestiramina, colestipolo, Kolekstran, utilizzatori di ruote). Nella loro struttura, sono resine a scambio ionico che non vengono assorbite dall'intestino, ma si legano colesterolo e trigliceridi, che entrano nel tratto gastrointestinale con il cibo e sono derivati ​​naturalmente. Tra i frequenti effetti collaterali della diarrea cronica, della flatulenza e dello sviluppo dell'ipovitaminosi, poiché questi farmaci rimuovono le vitamine liposolubili dall'intestino. Altri farmaci ipolipemizzanti. Nel moderno mercato farmaceutico ci sono nuovi articoli ogni giorno. Tra i farmaci che possono influire sul decorso dell'aterosclerosi, vale la pena di notare probucolo, niacina, tiadenolo, acidi grassi omega-3, policosanolo, ezetimibe.

Crestor (Rosuvastatin) - un farmaco moderno per abbassare il colesterolo nel sangue

Venotonics per il cervello

Come sai, nel cervello non ci sono solo arterie, con la patologia di cui sono associate la maggior parte delle malattie vascolari del cervello, ma anche le vene. La patologia del sistema venoso del cervello porta anche a sintomi gravi e dolorosi, in particolare, un aumento della pressione intracranica e un mal di testa cronico e arcuato. Tali conseguenze sono principalmente associate all'espansione patologica dei vasi venosi e alla disregolazione del loro tono. Pertanto, i preparati venotonici sono utilizzati per eliminare la pletora venosa, che provoca il tono della parete vascolare venosa.

La venotonica più popolare

Eskuzan, Detrolex, Troxivazin, Tanakan, Venoplant, Antistax.

Questi farmaci sono ampiamente usati per trattare le vene varicose degli arti inferiori sotto forma di gel e unguenti. Ma ci sono anche forme per uso interno (compresse, capsule), che saranno efficaci nella patologia delle vene cerebrali.

Farmaci che normalizzano le proprietà reologiche del sangue

Sfortunatamente, è impossibile ottenere un effetto favorevole sui vasi sanguigni del cervello con farmaci che colpiscono solo le navi. Poiché molto dipende dal loro contenuto, sangue. Molte malattie e disordini metabolici portano ad una tendenza del sangue ad aumentare la coagulazione, che causa la formazione di coaguli di sangue all'interno dei vasi e lo sviluppo di danni ischemici al tessuto cerebrale. Pertanto, nel trattamento complesso dovrebbero essere utilizzati farmaci che influenzano le proprietà reologiche del sangue.

È importante! Tali medicinali devono essere raccomandati solo da un medico con istruzioni chiare su come assumerli, quando farlo, deve essere prescritta una dose appropriata ed è severamente vietato ridurla o aumentarla al fine di evitare gravi conseguenze sotto forma di sanguinamento.

I principali gruppi di farmaci che fluidificano il sangue:

Agenti antipiastrinici - aspirina, clopidogrel, ticlopidine, ecc. Anti-coagulanti di azione diretta e indiretta - heparin e heparins basso e molecolare, varfarin, syncumar, finilin, rivaroxaban, apixaban. Agenti trombolitici - fibrinolizina, urochinasi, streptochinasi, alteplaza, actilizzare, metallizzazione.

Trasmissione video di malattie vascolari del cervello:

I disordini vascolari costituiscono la parte principale delle patologie cerebrali nelle persone di mezza età, età avanzata e vecchiaia. Pertanto, prendersi cura della propria condizione non è un capriccio, ma un bisogno reale.

In questo articolo imparerai quali preparati per i vasi cerebrali sono usati nella pratica clinica. Indicazioni per l'uso di questo gruppo di farmaci, meccanismi d'azione e regole di amministrazione.

Acido acetilsalicilico (aspirina) Statine Preparati a base di Ginkgo Biloba Vinpocetina Cinnarizin Nimodipina Nicergolin Instenon

I farmaci che colpiscono i vasi cerebrali sono più spesso utilizzati in neurologia per il trattamento di malattie cerebrovascolari, che includono ictus ischemico ed emorragico, attacco ischemico transitorio, encefalopatia dyscirculatory e demenza vascolare. Inoltre, questo gruppo di farmaci è ampiamente usato per emicranie, mal di testa da tensione, malattia di Meniere, ferite alla testa e altre malattie.

I farmaci che agiscono sui vasi cerebrali hanno una varietà di meccanismi d'azione. Alcuni di essi riducono il rischio di trombosi, altri - contrastano la formazione di placche aterosclerotiche e altri - eliminano lo spasmo vascolare. Di seguito è riportato un elenco di campioni delle pillole più popolari per i vasi cerebrali, a partire dai farmaci più frequentemente prescritti dai medici e in ordine decrescente.

La scelta di un farmaco adatto viene effettuata da un neurologo.

1. Acido acetilsalicilico (aspirina)

A rigor di termini, l'aspirina non agisce direttamente sui vasi, inibisce l'aggregazione piastrinica, cioè impedisce loro di attaccarsi all'endotelio danneggiato (il rivestimento interno dei vasi) e di incollarsi insieme. Ma l'aspirina a basse dosi è una delle prescrizioni più comuni dei neurologi per il trattamento e la prevenzione delle malattie cerebrovascolari. Questo è uno dei pochi farmaci che ha un comprovato effetto positivo sulla prevenzione e sul trattamento degli ictus ischemici e degli attacchi ischemici transitori.

In precedenza, l'aspirina era ampiamente utilizzata per la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari e cerebrovascolari, cioè i medici la raccomandavano a persone praticamente sane per prevenire infarto miocardico e ictus. Recentemente, tuttavia, i benefici di questo uso di questo farmaco sono stati messi in discussione, perché a volte il rischio di utilizzarlo ha superato i possibili benefici. Ora l'aspirina è prescritta ai fini della prevenzione secondaria a pazienti che hanno già avuto un infarto o ictus, così come a persone che sono ad alto rischio di sviluppare queste complicanze.

Controindicazioni all'uso di aspirina:

Ulcera gastrica o duodenale. Recentemente ha sofferto un ictus emorragico. Allergia all'aspirina. Asma, i cui sintomi peggiorano dopo l'assunzione di acido acetilsalicilico. Disturbi della coagulazione del sangue (emofilia). Gravi disturbi del fegato e dei reni. Gravidanza e allattamento. Età dei bambini (l'aspirina può causare la sindrome di Reye). Carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi (l'uso di aspirina può causare l'emolisi dei globuli rossi).

I possibili effetti collaterali includono quanto segue:

Dispepsia e mal di stomaco: il rischio di insorgenza può essere ridotto assumendo il farmaco con il cibo. Aumento del sanguinamento Reazioni allergiche - orticaria, angioedema, eruzione cutanea e prurito, congestione nasale. Suonando nelle orecchie. Sanguinamento gastrointestinale. Ictus emorragico.

La dose raccomandata è di 75-100 mg di acido acetilsalicilico al giorno. Questo strumento è disponibile in compresse o capsule con rivestimento enterico. I preparati per aspirina più popolari sono Cardio Magnetic, Magnnicor, Aspirin Cardio, Aspecard. I medici raccomandano di prenderli una volta al giorno, meglio la sera alla stessa ora.

2. Statine

Le statine sono un gruppo di farmaci che riducono il livello di colesterolo dannoso nel sangue. A causa di questo effetto, questi farmaci possono ridurre il rischio di placche aterosclerotiche nelle pareti delle arterie dell'intero corpo, compresi i vasi cerebrali.

Attualmente, lo studio attivo degli altri effetti benefici delle statine a cui appartengono:

Miglioramento dello stato funzionale dell'endotelio. L'indebolimento del danno causato dallo stress ossidativo e infiammatorio. Promuovere la formazione di nuovi vasi sanguigni (angiogenesi) nell'area di afflusso di sangue. Riduzione dell'aggregazione piastrinica e dei globuli rossi.

http://medic-03.ru/luchshie-preparaty-dlya-sosudov-golovnogo-mozga/

Una nuova generazione di farmaci vascolari per il cervello

La circolazione cerebrale può essere compromessa per vari motivi a qualsiasi età. Per migliorare la salute delle navi, vengono sempre prescritti preparati speciali che espandono le arterie e i capillari, rafforzano le loro pareti ed eliminano gli spasmi.

Chi può aver bisogno di farmaci vascolari?

Nella prima infanzia, i cambiamenti nel flusso sanguigno nel cervello sono il risultato di encefalopatia perinatale, trauma della nascita, ipossia durante il parto e calo di pressione durante il taglio cesareo. Con la corretta preparazione di un piano di trattamento per 2-3 anni, le condizioni del bambino tornano normali. Se un bambino ha una paralisi cerebrale e altre gravi malattie, prenderà i farmaci vascolari per tutta la vita.

Negli adulti, i disturbi circolatori cerebrali sono ancora più comuni a causa di malattie cardiache, osteocondrosi, ischemia, trombosi, lesioni pregresse, operazioni.

Nelle persone anziane, i vasi cerebrali soffrono di aterosclerosi - blocco delle arterie da parte delle placche. Tutte le categorie di pazienti indicate hanno indicazioni per l'assunzione di agenti vascolari.

Bloccanti dei canali del calcio

Questi farmaci sono uno dei più popolari tra i neurologi e terapeuti prescritti. Riducendo la quantità di calcio nelle membrane cellulari, le pareti vascolari si rilassano, il loro lume si espande e il flusso sanguigno aumenta. Anche la quantità di nutrienti e ossigeno che entra nel cervello aumenta. Il tono delle vene non cambia, che è importante per mantenere un normale deflusso venoso. Esistono numerosi farmaci comprovati e farmaci della nuova generazione. Quale è meglio scegliere? L'elenco dei più popolari è indicato nella tabella.

http://netbolezni.net/nevrologiya/410-sosudistye-preparaty-novogo-pokoleniya-dlya-golovnogo-mozga.html

Preparazioni vascolari per il cervello di una nuova generazione

Molte malattie del cervello sono causate da un insufficiente apporto di sangue al sistema nervoso centrale contro l'occlusione vascolare, compromissione della loro integrità o restringimento patologico, che riduce la circolazione sanguigna minuto-minuto dei neuroni. A causa della mancanza di ossigeno e di nutrienti, le cellule della corteccia muoiono e si forma un quadro clinico di disturbi mentali e neurologici.

Per migliorare la circolazione del sangue nel cervello, devono essere prese compresse i cui ingredienti attivi influenzano la richiesta di ossigeno dei neuroni, lo stato delle pareti vascolari, la loro integrità organica e il loro lume.

Cosa fanno i farmaci?

Le medicine per migliorare la circolazione del sangue nel cervello influenzano diverse aree contemporaneamente:

  1. Trattamento eziologico È eliminare la causa della malattia. Per esempio, le statine - "dissolvono" le placche di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni, migliorando l'afflusso di sangue al cervello.
  2. Trattamento patogenetico Queste droghe migliorano la circolazione del sangue nel cervello. La terapia patogenetica viene utilizzata, ad esempio, in ictus, quando è necessario sciogliere un coagulo di sangue, che ha fermato il flusso di sangue nel sangue.
  3. Sintomatica. L'assunzione di farmaci per la circolazione del sangue nel cervello può eliminare parte del quadro clinico, alleviare le condizioni del paziente e migliorare la qualità della sua vita.

L'assunzione di farmaci complessi per il trattamento della circolazione cerebrale può essere ottenuta in modo parziale o completo (a seconda della causa e della gravità della malattia) del recupero del corpo del paziente, della sua capacità di lavoro e dell'adattamento sociale.

Va anche notato che i farmaci per migliorare l'apporto di sangue ai vasi della corteccia cerebrale non sono un gruppo farmacologico separato, ma diversi per natura e modalità di azione, farmaci appartenenti a diversi gruppi farmacologici, come antispastici, nootropici, statine, agenti antipiastrinici e altri. Solo le persone nel linguaggio quotidiano per convenienza sono unite nel gruppo di "pillole per la circolazione sanguigna di vasi cerebrali".

Di seguito è riportato un elenco di farmaci di diversi gruppi per la normalizzazione della circolazione cerebrale. Sono presentati unicamente per familiarizzare e ricostituire le basi teoriche dei farmaci esistenti per i vasi cerebrali. Mai prenderli da soli, senza consultare il medico o il consiglio di amici. Le pillole incontrollate senza controllo medico causano effetti collaterali, la cui gravità può raggiungere un livello di coma o ictus, che può portare a cambiamenti irreversibili e rendere disabili.

Tutti gli agenti influenzano i vasi e i neuroni, a seconda del principio attivo che contengono. Quindi, il concetto di "migliori farmaci vascolari" non lo è, perché tutti gli strumenti ugualmente bene influenzano i diversi bersagli nel corpo.

È importante sapere che i farmaci per migliorare la circolazione del sangue del cervello per gli anziani sono simili per le persone di età matura e giovane.

Indicazioni per l'ammissione

I preparativi che migliorano l'afflusso di sangue al cervello dovrebbero essere assunti se si hanno segni psichici o neurologici nel proprio stato mentale o in una persona cara:

  • Sintomi non specifici cerebrali: mal di testa, vertigini, nausea, vomito, ridotta acuità visiva, tinnito, disorientamento.
  • Sindrome psicodinamica: affaticamento costante, irritabilità, disturbi del sonno, distraibilità, aumento della sensibilità alla luce, al suono o all'olfatto.
  • Compromissione cognitiva: perdita di memoria, diminuzione dell'intelligenza, confusione di attenzione, difficoltà nel memorizzare nuove informazioni.
  • Disturbi vegetativi: mancanza di respiro, palpitazioni cardiache, sudorazione, vertigini, tremori delle dita, pallore o arrossamento del viso, vampate di calore improvvise, diarrea, stitichezza, perdita di appetito.

Ciascuna di queste sindromi non è specifica e la sua presenza indica solo indirettamente una violazione della circolazione cerebrale. Lo stato dettagliato dei vasi cerebrali può essere diagnosticato con l'aiuto di una consultazione a tempo pieno con uno psichiatra, un neurologo e metodi strumentali di indagine: computer e risonanza magnetica in angiografia utilizzando un mezzo di contrasto.

fondi

La scelta di un gruppo di farmaci per la circolazione del sangue cerebrale dipende direttamente dalla causa del disturbo del flusso cerebrale, dai parametri generali e biochimici del sangue, dalla gravità e dalla storia della malattia, dalla forma della malattia (per esempio, dal tipo di ictus) e dalla valutazione del rischio degli effetti collaterali. Il gruppo di medicine è scelto dal medico curante.

vasodilatatori

Questo gruppo di farmaci è prescritto principalmente per le malattie del cervello causate da spasmi vascolari. Più spesso è l'ipertensione arteriosa. In questo caso, l'obiettivo principale è ridurre la pressione sanguigna a valori stabili inferiori a 140/90 mm Hg.

I vasodilatatori a loro volta sono divisi in 5 gruppi.

Farmaci miotropi

Questo sottogruppo farmacologico ha lo scopo di dilatare i vasi sanguigni rilassando la parete muscolare delle pareti delle arterie. Ciò si ottiene riducendo la quantità di calcio libero nel sangue circolante.

  1. Dibazol (farmaco per vasi cerebrali in fiale). Lo strumento riduce la gittata cardiaca, riduce la resistenza vascolare periferica, mostra un effetto immunostimolante non specifico sul corpo.
  2. Apressin. Espande le arteriole, migliorando la circolazione del sangue nelle aree separate del cervello, ma la pressione aumenta il carico cardiaco.
  3. Nitroprussiato di sodio. Il farmaco espande le piccole arterie e le vene.

Bloccanti dei canali del calcio

Il calcio, come elettrolita, svolge un ruolo stimolante le cellule. Quindi, entrando nella cellula, causa la depolarizzazione. Ciò è eccitato, viene creato un impulso elettrico e la fibra nervosa viene ridotta. Farmaci che bloccano i canali del calcio, bloccano l'ingresso dell'elettrolita nella cellula e questo non è eccitato.

  • Verapamil e analoghi (preparati vascolari per il cervello della nuova generazione). Il farmaco ha un effetto ipotensivo diretto, riduce la resistenza vascolare periferica e stabilizza il numero di battiti cardiaci al minuto.
  • Nifedipina (pillole per la circolazione del sangue cerebrale di nuova generazione). Espande le arterie e le vene, riduce il carico sul muscolo cardiaco, riduce il consumo di ossigeno nel miocardio.

Verapamil e Nifedipina sono anche usati come farmaci vascolari nell'IRR.

Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina

La base dell'impatto delle sostanze attive di questo gruppo è l'effetto sull'elemento intermedio, che influenza l'aumento della pressione sanguigna. Quindi, c'è un ormone - angiotensina I. È di per sé passivo, e per trasformarlo in una forma attiva - angiotensina II (aumenta notevolmente la pressione) - è necessaria una sostanza: l'enzima che converte l'angiotensina. L'essenza dell'azione dei farmaci in questo gruppo è che inibiscono proprio questo enzima.

  1. Enalapril. Espande i vasi sanguigni, riduce la resistenza delle arterie e delle vene, riduce la pressione sistolica e diastolica totale. Aumenta la minzione e inibisce i processi infiammatori nel corpo.
  2. Captopril. Il farmaco per migliorare la circolazione sanguigna cerebrale abbassa la pressione arteriosa generale, allevia il muscolo cardiaco. Agisce prevalentemente sulle arterie, almeno nelle vene.

Antagonisti del recettore dell'angiotensina II

Il farmaco è un "collega" del gruppo precedente. Blocca i recettori che percepiscono l'ormone vasocostrittore attivo - angiotensina II.

  • Losartan. Blocca i recettori dell'angiotensina nel cervello. Abbassa la resistenza vascolare, dilata le arterie e le vene, abbassa la pressione sanguigna nella circolazione polmonare.
  • Vazotenz. Questo farmaco per migliorare la circolazione del sangue nel cervello è costituito da losartan e idroclorotiazide. Abbassa la pressione arteriosa totale bloccando la ricezione di angiotensina II e aumentando la diuresi giornaliera.

Influenza sulle proprietà reologiche del sangue

Questi fondi sono prescritti principalmente per ictus emorragico o ischemico - una violazione acuta della circolazione cerebrale. Fondi che influenzano la coagulazione, necessari per eliminare la causa - un coagulo di sangue che ha occluso una nave. Il trombo è affetto da 3 gruppi di farmaci:

  1. Anticoagulanti. Questi sono farmaci che inibiscono la coagulazione del sangue. Lavorano per ridurre la probabilità di tromboembolia. Rappresentanti: Warfarin, Hirudin o Dikumarin.
  2. Trombolitici. Influenzano direttamente il trombo già formato, risolvendolo, attivando la fibrinolisi, un sistema che dissolve i coaguli di sangue. La medicina - Streptokinase.
  3. Agenti antipiastrinici. Impediscono al sangue di ispessirsi e impediscono ai piccoli coaguli di sangue di unirsi in uno grande. Cioè, gli agenti antipiastrinici influenzano i meccanismi intermedi di adesione piastrinica, impedendo loro di "attaccarsi" tra di loro. Medicinali: Ditazol o Clopidogrel.

Lipid

Farmaci ipolipemizzanti - un gruppo di farmaci che riducono e stabilizzano il complesso metabolismo e i livelli lipidici nel corpo. È usato nell'aterosclerosi, una malattia in cui il metabolismo lipidico è disturbato e il livello di lipoproteine ​​a densità bassa e molto bassa aumenta ("grassi cattivi"), aumenta il livello delle lipoproteine ​​ad alta densità ("grassi buoni"). Pertanto, il compito principale dei farmaci ipolipemizzanti è il "riassorbimento" delle placche aterosclerotiche sulle pareti delle arterie. Le medicine sono divise in 4 sottogruppi.

  • Farmaci ipolipemizzanti che bloccano l'assorbimento dei grassi nel tratto digestivo. Questi includono la colestiramina, il beta-sitosterolo e il guarem. I grassi si attaccano al principio attivo dei farmaci e passano attraverso il tubo digerente, senza essere assorbiti nell'intestino.
  • Statine (nuovi farmaci vascolari), riducendo la sintesi lipidica nel fegato e abbassando i loro livelli plasmatici. Preparati per la pulizia dei vasi del cervello: Lovastatina, Fenibibrato, Atorvastatina. L'essenza dell'impatto di questi fondi è che inibiscono l'enzima che trasforma il mevalonato (precursore) nella forma diretta del colesterolo.
  • Compresse per la pulizia dei vasi del cervello, che accelera il metabolismo dei grassi e ne promuove la rimozione dal corpo. Rappresentanti: Omakor, Lintel.
  • Il quarto gruppo di farmaci influenza direttamente il colesterolo, riducendo il suo livello nel plasma sanguigno. Farmaci che migliorano la microcircolazione: Pirikarbat, Vitamine E e A, Vazoprostat.

nootropics

Un gruppo di farmaci nootropici migliora la funzione delle cellule nervose e ha una vasta gamma di effetti sul sistema nervoso centrale: migliora la memoria, l'attenzione, migliora l'apprendimento, normalizza la parola, elimina l'apatia, abulia, elimina la sindrome depressiva, normalizza il livello di coscienza.

Tuttavia, i farmaci nootropici che migliorano la nutrizione e la circolazione sanguigna del cervello, hanno due sfumature fondamentali:

  • La loro base di prove è dubbia. I nootropi non sono ben compresi. Questi fondi non sono nella lista dei fondi approvati dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti. La maggior parte dei nootropici ha una base di evidenza di livello D e C. Ciò significa che i farmaci hanno un livello di evidenza debole.
  • Quelle droghe per nutrizione di vasi cerebrali, che teoricamente agiscono, mostrano la loro attività solo se i neuroni sono colpiti. Quindi, una persona sana non ha senso accettarle: non ci sarà semplicemente alcun effetto.

I farmaci nootropici sono classificati per composizione chimica del farmaco.

  1. Derivati ​​del pirididone: Piracetam, Pramiracetam, Etiracetam. Tuttavia, uno studio in cui 12.000 persone hanno dimostrato che i farmaci derivati ​​da pirilidone non hanno prodotto un effetto sulle malattie vascolari e neurodegenerative. Secondo i produttori, i fondi sono anche usati come preparazione per l'elasticità dei vasi sanguigni.
  2. Derivati ​​di Diaphenylpyrrylodone: Fenotropil. L'Accademia Russa delle Scienze Mediche della Federazione Russa ha riconosciuto questo gruppo di droghe obsoleto e inefficace.
  3. Derivati ​​del dimetilaminoetanolo: Meklofenoxate, Atseglumat. Una preparazione per la circolazione cerebrale migliora le capacità cognitive del paziente e parzialmente stimola il sistema nervoso centrale.
  4. Derivati ​​della piridossina: biotredina e piritinolo. Questi rimedi sono derivati ​​della vitamina B6. Migliorano il metabolismo delle cellule nervose, aumentano la quantità di memoria e le prestazioni complessive del cervello. Questi sono farmaci nootropici relativamente economici ma efficaci.
  5. Farmaci simili nella struttura agli amminoacidi: glicina. I produttori del farmaco affermano che la glicina ha effetti antidepressivi, anticonvulsivanti e antipsicotici, ma l'OMS non ha prove a sostegno di tali affermazioni.
  6. Altre sostanze con azione nootropica: Nicergolina, Vincamina, Mexidolo, Lecitina. Le pillole di Mexidol per i vasi cerebrali non sono nell'elenco dei rimedi statunitensi e non hanno efficacia clinica basata sull'evidenza. Ceraxon e Cerebrolysin - preparati per contagocce per vasi cerebrali. Vinpocetina, Vincentin e Kavintol - preparazioni endovenose per navi cerebrali.

Droghe di vasocostrittore cerebrale

Utilizzato per trattare le condizioni dolorose causate dall'espansione dei vasi cerebrali. Quindi, più spesso è un'emicrania. rappresentanti:

  • Kafergot. Allevia il mal di testa, se ha un'origine vascolare.
  • Imigran. Agiscono selettivamente sui recettori dei vasi all'interno del cranio. L'ingrediente attivo limita i vasi sanguigni.
  • Naratriptan. Restringe le arterie carotidi.

vitamine

I complessi vitaminici possono aumentare l'elasticità delle pareti vascolari. Le migliori combinazioni sono pillole per l'elasticità vascolare, che contengono diverse vitamine contemporaneamente: C (acido ascorbico), P (rutina), vitamine del gruppo B, E e K. Le azioni di queste vitamine si riducono ai seguenti effetti:

  1. rafforzare le pareti vascolari;
  2. riducendo la loro fragilità;
  3. diminuzione della permeabilità capillare.

È meglio prenderli in un complesso, ad esempio droghe come Reoton, Antiox o Taurine Ergo.

http://sortmozg.com/lechenie/medikamentoznoe/preparaty-dlya-sosudov-mozga

Altri Articoli Su Vene Varicose