Intestino dopo il parto

Questo accade perché la gravidanza riduce la motilità intestinale, i muscoli addominali sono indeboliti dal parto e la mancanza di mobilità aggiunge le sue cause. Se ci sono state lacrime o punti durante il parto, viene aggiunto un problema psicologico - può sembrare alla donna che i punti possano divergere dalla tensione.

La stitichezza è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • Feci intestinali ritardate per più di due giorni;
  • Spasmi, gonfiore, disagio generale nel tratto gastrointestinale;
  • Defecazione a piccole dosi, accompagnata da dolore;
  • Debolezza generale del corpo con mal di testa e odore dalla bocca;
  • Irritabilità, disturbi del sonno e segni di intossicazione.

Tutti questi sintomi sono caratteristici del primo stadio e questa è solo una piccola parte, alla quale possono portare avanti la stitichezza in futuro. In ogni caso, il trattamento dovrebbe iniziare il prima possibile. E per questo è necessario identificare i fattori che hanno causato la stitichezza.

La defecazione dopo il parto può essere difficile con tali fattori:

  • Debolezza dei muscoli addominali;
  • La peculiarità fisiologica dell'utero: dopo il parto, è ancora pesante - fino a 1 kg, e si verificano pressione e dislocazione dell'intestino;
  • Lavoro pesante con punti di sutura;
  • Danno intestinale durante il parto, che porta a un'attività compromessa;
  • Mancanza di condizioni normali per la defecazione, soppressione dell'urgenza di defecare, che porta a un blocco psicologico.
  • L'assunzione di antibiotici sopprime la produzione di microflora benefica.
  • Stato psico-emotivo;
  • Violazioni del regime e dieta.

Come aggiustare il lavoro dell'intestino dopo il parto?

Prima di tutto, in presenza di questo problema, una donna dovrebbe calmarsi e "rilasciare" il blocco psicologico provocando stitichezza. Il nervosismo danneggia solo il ripristino delle funzioni del corpo.

Mangiare cibi ricchi di fibre: frutta, verdura, cereali, pane di grano e un pezzo di crusca. Prugne, uvetta e altri frutti secchi stimolano perfettamente le feci. Eliminare il cioccolato, oltre alla stitichezza, può causare eruzioni cutanee allergiche in un bambino durante l'allattamento.

Bere liquidi sotto forma di succhi, bevande alla frutta, composte, decotti e acqua aiuterà a reintegrare il liquido, facilitare il movimento intestinale e anche a migliorare la produzione di latte da parte delle ghiandole mammarie. L'eccesso di liquido può causare un eccessivo arrivo del latte, quindi il problema della stitichezza deve essere risolto prima dell'allattamento costante, e se il latte è ancora prodotto in eccesso, allora il liquido dovrà ancora essere limitato e il problema risolto con altri metodi.

Il movimento attivo stimola l'attività intestinale. Anche le passeggiate lente lungo il corridoio dell'ospedale possono aiutarti in questo. Cammina con le gambe piegate all'altezza delle ginocchia, poi piegati leggermente ai lati se le condizioni lo consentono.

Devi stare a letto - fai gli esercizi di Kegel, che ti aiuteranno a ripristinare i muscoli del pavimento pelvico e ti aiuteranno a stabilire un normale movimento intestinale.

Un'eccessiva tensione durante i movimenti intestinali porterà solo alla divergenza della cucitura e alla comparsa di crepe sanguinanti nell'ano. Le emorroidi possono essere anestetizzate per via topica, con candele, che il medico prescriverà. Anche gli impacchi freddi saranno d'aiuto. Il dolore scomparirà non appena il processo del movimento intestinale sarà risolto.

http://empiremam.com/rody/posle-rodov/kishechnik-posle-rodov.html

Costipazione dopo il parto

Cause, diagnosi, trattamento

Dopo il parto, una donna non ripristina immediatamente il suo corpo, e talvolta questo aggiunge anche complicazioni come la stitichezza dopo il parto.

Anna Ivanchina
Medico, centro medico dell'amministrazione presidenziale della Federazione Russa

Spesso, una giovane donna che si aspetta la nascita del suo primo figlio sopporta stoicamente problemi nel suo corpo legati alla gravidanza: bruciore di stomaco, stitichezza, nausea, edema, ecc. Lei è aiutata in questo da due pensieri. Il primo è quello di dare alla luce un bambino sano. E il secondo è che dopo il parto tutto questo disonore si fermerà come per magia, e lei, una madre felice, diventerà di nuovo forte, sana e bella. Ma cosa succede se la costipazione dopo il parto complica tutto?

La stitichezza è la difficoltà o lo svuotamento sistematico incompleto dell'intestino (defecazione) o la sua mancanza per un giorno e mezzo o più. La stitichezza nel periodo postpartum è solitamente associata a diversi motivi:

  • Sharp cambiamenti ormonali.
  • L'indebolimento e l'allungamento dei muscoli addominali e del perineo.
  • Pressione uterina Nel primo periodo postparto, l'utero è ancora ingrandito e continua a sopprimere l'intestino in una certa misura. (Immediatamente dopo il parto, la massa dell'utero è di circa un chilogrammo, e ritorna alle dimensioni normali, "non gravide" solo dopo 6-8 settimane).
  • Cambiando la posizione dell'intestino nella cavità addominale, il suo passaggio graduale al solito posto.
  • Violazione della peristalsi (attività motoria dell'intestino, a causa della quale si muovono le masse alimentari).
  • Paura di sforzarsi a causa di punti di sutura (applicati in caso di taglio cesareo, episiotomia, rottura) ed emorroidi.
  • Dieta irrazionale per una madre che allatta.
  • Stress psicologico associato all'infanzia e al nuovo stato civile.
  • Caratteristiche congenite dell'intestino, ad esempio, le sue sezioni allungate.

Costipazione dopo il parto

Secondo il meccanismo di occorrenza, si possono distinguere due tipi di defecazione compromessa.

Il primo tipo è atonico, in cui il tono della parete muscolare dell'intestino diminuisce, la peristalsi diventa pigra, improduttiva. La stipsi atonica si verifica spesso a causa della debolezza muscolare, dopo un intervento chirurgico al taglio cesareo. Questa è la solita reazione intestinale a qualsiasi intervento chirurgico nella cavità addominale. Può anche verificarsi a causa di errori alimentari.

Un'altra forma è la costipazione spastica, quando il tono intestinale è elevato e la peristalsi diventa improduttiva a causa dello stato "intrappolato" dell'intestino. Per questo tipo di cause psicologiche sono più caratteristiche.

La costipazione atonica dopo il parto può essere accompagnata da dolore fastidioso nell'addome, sensazione di pienezza nell'intestino, aumento della flatulenza, mancanza di appetito, nausea, letargia, apatia, umore depresso. Al verificarsi della defecazione delle masse fecali è molto, la porzione iniziale è sagomata, densa, di diametro maggiore del normale, la parte finale è acquosa. La defecazione è dolorosa, possono esserci lacerazioni della mucosa del retto e dell'ano, quindi strisce di sangue e (o) muco rimangono sulla superficie delle feci.

Nella forma spastica del dolore parossistico, spesso nell'addome sinistro. Ci possono essere flatulenza, mancanza di appetito, stanchezza, nervosismo, irritabilità, nausea, masse fecali sotto forma di cosiddette "feci di pecora" - le feci sono molto dense in piccole porzioni arrotondate. L'urgenza di defecare può verificarsi anche più volte al giorno, ma lo svuotamento intestinale è incompleto, difficile, in piccole porzioni.

Separatamente, si deve dire sulla stitichezza dopo il parto associato all'allungamento dell'intestino crasso. Anche se apparentemente appaiono come una forma spastica, tale costipazione non è associata a una contrazione dell'intestino, ma con un passaggio più lungo di masse fecali lungo un percorso più lungo. Allo stesso tempo, più acqua viene assorbita dal contenuto intestinale nel corpo e le masse fecali diventano difficili. Tale stitichezza non è trattata come spastica, ma piuttosto come atonica, ma ne parleremo più avanti.

Costipazione dopo il parto: risoluzione dei problemi

Al fine di risolvere il problema della costipazione dopo il parto, una giovane madre, in ogni caso, ha bisogno di scegliere la dieta giusta per l'allattamento e le possibili reazioni allergiche, che sono diverse per ogni bambino. Utile: muesli, grano saraceno, miglio e orzo perlato, crusca d'avena, pane nero, oli vegetali, verdura e frutta in forma fresca e cotta (carote, barbabietole, zucca, zucchine, spinaci, lattuga, broccoli, cavoli, composte di frutta secca, melone, mele, albicocche, ciliegie), latticini.

Puoi prendere un decotto di bacche di uva spina (un cucchiaio di bacche, versare un bicchiere d'acqua e far bollire per 10 minuti, quindi filtrare). Portalo in un quarto di tazza 4 volte al giorno, se necessario - puoi aggiungere lo zucchero. Durante la preparazione del tè, puoi aggiungere fette di mele essiccate o bacche di ciliegie. Nella forma atonica di stitichezza dopo il parto, il lavoro delle viscere viene stimolato da un bicchiere di acqua fresca, bevuto a stomaco vuoto al mattino.

Quando stitico dopo il parto, non si dovrebbe usare tè forte, zuppe mucose, semolino, pane bianco, crusca di frumento, riso levigato, mirtilli, mele cotogne, pere, uva passa, fragole, legumi, noci. I formaggi duri possono anche rallentare la peristalsi.

Con frequenti e a lungo termine (più volte alla settimana per 1-2 mesi) l'uso di quasi tutti i lassativi (sia medicinali che a base di erbe) può sviluppare dipendenza, richiedendo un aumento della dose di lassativo. L'effetto del suo uso sta calando e il problema della stitichezza è aggravato.

Quando l'allattamento al seno non è controindicato l'assunzione di lassativi - FORLAXA e FORTRANS.

Da lassativi pronti all'uso durante l'allattamento non può essere preso: GUTALAKS, REGULAX, CHITOZAN-EVALAR, DULKOLAKS (aka BISAKODIL), DR TAYSS - SVEZIA GORECH.

I farmaci (SENNALAX, GLAXENNA, TRISASEN) sulla base della senna (anche la cassia dell'agrifoglio) o della foglia di alessandria aumentano il tono della parete muscolare dell'intestino, quindi non possono essere assunti con costipazione spastica dopo la nascita. Quando l'allattamento al seno per prenderli deve essere molto attento, in quanto possono causare dolore colico nel bambino.

La medicina erboristica offre tali ricette per risolvere i problemi di stitichezza dopo il parto.

Con forme spastiche:

  • Succo di patate appena preparato, diluito in acqua 1 a 1, prendere un quarto di bicchiere mezz'ora prima dei pasti 2-3 volte al giorno.
  • Decotto di fichi in latte o acqua al tasso di 2 cucchiai di materie prime per 1 tazza di acqua bollente; lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente e prendere 1 cucchiaio da 2 a 4 volte al giorno.
  • Mescolare in parti uguali i frutti di anice, erba di ortica, rizoma di valeriana medicinale, foglie di fragola selvatica, fiori di camomilla, foglie di menta piperita. La raccolta dei cucchiaini prepara un bicchiere di acqua bollente in un thermos e lascia per 1,5 ore, quindi filtrare. Prendi mezzo bicchiere dopo un pasto al mattino e alla sera.

Con forme atoniche:

  • Mescolare in parti uguali i frutti di anice, cumino e finocchio. Preparare 2 cucchiaini della miscela con un bicchiere di acqua bollente, lasciare agire per 15-20 minuti, filtrare, bere un terzo di bicchiere 3 volte al giorno mezz'ora prima dei pasti. Si prega di notare che per questa raccolta i semi devono essere stagionati.
  • In parti uguali, prendi l'erba dell'origano, i frutti della cenere di montagna, le foglie del blackberry grigio, l'erba dell'ortica e i frutti di finocchio. Un cucchiaio della raccolta preparare 1 tazza di acqua bollente, insistere per 1,5 ore in un thermos, filtrare, prendere una terza tazza 3 volte al giorno dopo i pasti.
  • Il modo più sicuro, più efficace e versatile per eliminare la stitichezza postpartum è l'esercizio. I muscoli addominali tesi non danno pieno sostegno agli organi addominali, c'è il rischio di sviluppare un'ernia della linea bianca (linea mediana dell'addome), l'utero rallenta. La pelle flaccida e i muscoli addominali non adornano la figura, aggravando il disagio emotivo. I muscoli tesi del perineo non possono diventare un supporto affidabile per gli organi del bacino piccolo - c'è una minaccia che l'utero affonda nella vagina, ci sarà un prolasso o un prolasso dell'utero.

Esercitando regolarmente, puoi sbarazzarti dei chili in più acquisiti durante la gravidanza, migliorare il benessere, aumentare l'autostima, migliorare lo sfondo emotivo, acquisire forza. Possono dire: "Che tipo di ginnastica, quando sono stanco e così cado!" È vero, il lavoro della madre non deve essere sottovalutato, ma questa stanchezza non è tanto fisica quanto psicologica, dalla mancanza di sonno, da varie agitazioni e semplicemente da muscoli distensivi che gradualmente è sorto negli ultimi mesi di gravidanza. Senza carichi di forza muscolare non ritorna. Non è necessario strappare le barre, è sufficiente dare 5-10 minuti al giorno agli esercizi (è preferibile fare una serie di esercizi più volte al giorno).

2 settimane dopo la consegna

  1. Sdraiati sulla schiena, le braccia rilassate lungo il corpo, le gambe leggermente piegate sulle ginocchia, fai un respiro profondo e gonfia lo stomaco, trattieni il respiro un po 'e espira con forza attraverso la bocca, mentre cerchi di attirare lo stomaco il più duramente possibile. Ripeti 5 o più volte.
  2. La posizione di partenza è la stessa, le ginocchia sono premute insieme. Contemporaneamente alla solita inalazione, sottoponete a forti sollecitazioni i muscoli del pavimento pelvico (come per prevenire la defecazione), trattenendo un po 'il respiro, espirando e rilassando. Ripeti più volte.
  3. La posizione di partenza è la stessa. Contemporaneamente con l'inalazione, sollevare la gamba destra e il braccio sinistro verso l'alto, mentre si espira - abbassarlo. Ripeti con il piede sinistro e la mano destra. Ripeti 5 volte o più.
  4. In piedi, i piedi alla larghezza delle spalle, le braccia protese in avanti. Senza sollevare le gambe, girare il busto verso destra, estendendo al massimo il braccio destro indietro, inspirare. Ritorna alla posizione originale, espira. Ripeti l'altro modo. Esegui l'esercizio più volte.
  5. Posizione di partenza - come nell'esercizio numero 4. Le dita si bloccano nella serratura di fronte a te. Girando il corpo, prova a muovere le mani il più indietro possibile. Ripeti più volte.
  6. Sdraiati sulla schiena, le braccia - liberamente lungo il corpo, le gambe piegate sulle ginocchia, mentre inspiri, solleva il bacino e lo trattiene per alcuni secondi, espira per scendere. Ripeti.
  7. Stando a quattro zampe, mentre inspiri, inspira l'addome e il perineo, trattieni il respiro per un paio di secondi, rilassati con un'espirazione. Ripeti.
  8. In piedi, alza le mani sulle spalle, metti i gomiti in avanti. Piegando la gamba destra al ginocchio e sollevandola, provare a toccare il gomito sinistro con il ginocchio. Ripeti più volte in entrambe le direzioni.
  9. Per complicare l'esercizio n. 6, allargando leggermente le gambe ai lati e al momento di sollevare il bacino per filtrare i muscoli del perineo, come nell'esercizio n. 2. Ripeti più volte.
  10. Disteso sulla schiena, porta alternativamente allo stomaco piegato alle articolazioni del ginocchio e dell'anca della gamba.

Nella modalità proposta, questo complesso può essere eseguito da donne che non hanno avuto un taglio cesareo o lacune profonde.

Se hai avuto un intervento chirurgico o complicate rotture del perineo, della cervice o di altre complicazioni, consulta il tuo medico prima di eseguire esercizi fisici.

Per la stipsi atonica dopo il parto al mattino, prima di alzarsi dal letto, puoi strofinare energicamente la pelle intorno all'ombelico con le dita di entrambe le mani e a sinistra verso l'area inguinale. Allo stesso tempo le gambe sono un po 'piegate alle ginocchia, il massaggio dovrebbe essere fatto entro 4-5 minuti.

Con la stitichezza spastica dopo il parto, al contrario, aiutare dolcemente, leggermente con la pressione di accarezzare l'intero addome in senso orario.

Per la prevenzione e il trattamento delle emorroidi, dopo ogni atto di defecazione, assicurarsi di irrigare l'ano con una doccia fredda. Per alleviare l'irritazione, è possibile utilizzare microclasi con infusione di semi di lino (versare un cucchiaio con un bicchiere di acqua bollente e lasciare per 3 ore, versare 50 ml di infusione leggermente riscaldata nella siringa, la procedura può essere ripetuta più volte al giorno secondo necessità).

L'uso di droghe di ippocastano (integratori alimentari, preparazioni a base di erbe, crema per il trattamento delle vene varicose ed emorroidi) può ridurre o interrompere in modo significativo l'allattamento.

Per l'irrigazione, è possibile utilizzare l'infuso di corteccia di quercia (2 parti) e 1 parte di erba di equiseto, radice di valeriana medicinale o seme di ippocastano, fiore di camomilla; e un'infusione di 1 parte di foglie di salvia miste a 2 parti di corteccia di quercia. Entrambe le infusioni sono preparate allo stesso modo: un cucchiaio della miscela viene preparato con un bicchiere di acqua bollente, riscaldato per 15 minuti a bagnomaria, altri 40 minuti vengono infusi. L'infusione viene lasciata raffreddare a temperatura ambiente e filtrata. Compresse, bagni o irrigazione con queste infusioni possono essere effettuate più volte al giorno. Per la procedura, la miscela di infusioni deve essere versata nella siringa e nel perineo irrigato, senza introdurre la siringa nel retto.

In conclusione, vorrei sottolineare che il problema che è diventato oggetto della nostra conversazione è sgradevole, ma completamente risolvibile. E se segui tutti i consigli del dottore, presto sarai in grado di farcela.

http://www.9months.ru/oslojneniaposlerodov/2001/zapory-posle-rodov-prichiny-diagnostika-lechenie

Intestino dopo il parto: ripristinare il lavoro

Corretta alimentazione per la stitichezza - consiglio del medico.

Non appena il bambino nasce, l'utero della donna in travaglio viene ridotto di dimensioni e gli organi addominali iniziano ad abituarsi al nuovo stato. Alexander Shlychkov, un ginecologo, dice come mangiare e quali regole è meglio seguire nei primi giorni dopo la nascita.

Alla fine della gestazione, gli intestini sono compressi. Ciò complica enormemente la permeabilità del cibo e può essere una delle cause della costipazione durante il trasporto di un bambino. Di solito, nell'ospedale di maternità, le donne si sottopongono a clisteri di pulizia (in modo che non ci siano scariche involontarie dall'intestino durante il parto). Ecco perché nel primo, secondo giorno dopo la nascita del parto nelle donne non viene osservato. Se una donna non è stata preparata in questo modo, non le sono stati dati dei clisteri, quindi i suoi intestini iniziano a lavorare immediatamente dopo il parto nel solito modo.

Parto naturale

Se una donna ha una rottura nella vagina durante il travaglio o un'episiotomia (dissezione del tessuto perineale) le è stata fatta, i medici non possono fare a meno di cucire. In questi casi, la stitichezza spastica è più spesso osservata: l'intestino è compresso, a volte tutto è accompagnato da dolore addominale.

Cosa fare

  • Una giovane madre non può sedersi (sta semplicemente in piedi o sdraiata), non è inoltre consigliabile spingere.
  • Prendi farmaci antispastici.
  • Aderire ad una dieta speciale che migliora la motilità intestinale.

Dieta dopo il parto

La dieta di una donna nei primi 2-3 giorni dovrebbe consistere solo di cibo liquido: acqua minerale senza gas in grandi quantità, brodi. Poi gradualmente la giovane madre dovrebbe passare a prodotti più solidi, limitando il consumo di pane e prodotti a base di farina.

La cosa principale è che il cibo contiene una grande quantità di fibra - aiuta attivamente l'intestino ed elimina i problemi con la sedia. Come sapete, la fibra si trova nelle verdure e nella frutta. Dato che quasi tutte le donne allattano al seno i bambini, ed è estremamente importante non causare allergie nelle briciole, scegliere frutta e verdura "universale". Inoltre, questa lista può variare a seconda della stagione.

Frutta e verdura, universale per le mamme che allattano e non allattano:

  • Zucchine, zucca, broccoli, carote bollite, melanzane, barbabietole.
  • Mele, pere, banane, prugne, uva passa, uva spina, ciliegie.

Nei primi giorni dopo la nascita, i fichi e le prugne hanno un effetto benefico sulla funzione intestinale (ma con le prugne vale la pena essere estremamente attenti). Così come l'olio di oliva o di girasole (1 cucchiaio al giorno). Vale la pena confortare le madri che soffrono di stitichezza: lo squilibrio nel lavoro dell'intestino non influisce sulla qualità del latte materno.

E le mamme che non allattano possono ripristinare la loro dieta normale una settimana dopo il parto.

Dopo il parto naturale, la stitichezza sulla base della paura è comune. Giovane madre, fino a quando le cuciture guariscono, sembra che qualcosa possa accadere durante un movimento intestinale. Non è così: se i medici hanno eseguito l'operazione e cucito per 6 giorni, ciò non significa che devi sopportare e non andare in bagno finché tutto non guarisce! Se una donna non riesce a sopportare le sue paure, le infermiere dell'ospedale contribuiranno a fare un clistere purificante.

Taglio cesareo

Un taglio cesareo colpisce il lavoro intestinale peggio del parto naturale, perché durante l'operazione viene iniettato un certo farmaco nella donna, che "inibisce" il lavoro dell'intestino. Questo causa stitichezza atonica. Per la costipazione atonica, usare un determinato farmaco che stimola l'intestino.

Di conseguenza, e l'estremo grado di costipazione atonica, una donna può sperimentare gonfiore e gonfiore. Ciò accade se durante il travaglio si è verificata una rottura dell'utero o se la madre ha avuto una peritonite.

A volte l'insorgenza di stitichezza atonica contribuisce alle complicazioni causate da una lunga permanenza in anestesia. Ma ora nelle cliniche russe viene perseguita una politica volta ad assicurare che le giovani madri subito dopo la nascita inizino a muoversi attivamente: questo si riflette nel lavoro dell'intestino - inizia a funzionare molto meglio. Quindi, dopo 6-8 ore dopo un taglio cesareo, una donna viene offerta per alzarsi, camminare - ogni giorno sempre di più.

Anestesia epidurale

L'anestesia epidurale viene eseguita anche durante il parto naturale e durante il taglio cesareo. In generale, non influisce sul lavoro dell'intestino. Ma a volte è possibile una leggera atonia intestinale a causa dell'effetto del farmaco anestetico somministrato: la peristalsi peggiora, l'intestino diventa pigro, il cibo passa con difficoltà.

Parlando dei tempi del restauro delle viscere, è difficile prevedere qualcosa, poiché si tratta di un processo individuale. Ma ancora, in media, entro 7-10 giorni, il corpo di una giovane madre viene ripristinato. In generale, non appena una donna inizia a mangiare qualcosa, l'intestino attiva le sue funzioni.

Vale la pena ricordare che, oltre alla stitichezza, è estremamente raro, ma ci sono ancora problemi con l'intestino come diarrea o una violazione della microflora intestinale. La diarrea, cioè la diarrea, le feci molli, si verifica solo quando una donna esagerata con il cibo "rilassante". Per evitare che ciò accada è semplice: attenersi a una dieta postpartum.

La microflora può essere disturbata se alla donna sono stati somministrati clisteri di pulizia. Un simile processo di pulizia dell'intestino non è ancora naturale. Per riportare tutto alla normalità e prevenire la disbiosi, il medico prescriverà farmaci con i bifidobatteri, normalizzando il lavoro dell'intestino.

http://www.7ya.ru/article/Kishechnik-posle-rodov-vosstanavlivaem-rabotu/

Stitichezza dopo la nascita: come regolare il lavoro dell'intestino dopo la nascita del bambino

Il parto è uno stress serio per il corpo anche della donna più sana e preparata fisicamente. Pertanto, il verificarsi di problemi con il tratto digestivo dopo la nascita del bambino tanto atteso non è raro. Una delle complicanze più comuni in questo caso è la difficoltà con la defecazione, che porta molti momenti spiacevoli alla madre appena fatta. Tuttavia, l'accesso tempestivo agli specialisti ti aiuterà a capire rapidamente come sbarazzarti della stitichezza dopo il parto il più rapidamente possibile.

Le principali cause di stitichezza dopo una visita all'ospedale di maternità

Molti del gentil sesso che hanno dato vita al loro figlio o figlia durante il periodo di riabilitazione lamentano una lunga assenza di movimenti intestinali, così come movimenti intestinali parziali o dolorosi. Questo potrebbe essere dovuto ai seguenti motivi:

  1. Un aumento significativo dell'utero entro la fine della gravidanza. È abbastanza difficile evitare la stitichezza nel periodo postpartum, poiché questo organo ritorna alle sue dimensioni normali piuttosto lentamente: in 6-8 settimane. L'utero allargato mette costantemente sotto pressione l'intestino e il retto stesso, interrompendo la loro motilità e causando anche una leggera dislocazione dell'intestino. L'assenza di una normale peristalsi porta alla stagnazione delle masse fecali e all'attivazione dei processi di fermentazione nel corpo. Questo può innescare l'assorbimento delle tossine nel sangue e persino la loro penetrazione nel latte materno. Pertanto, durante le prime settimane dopo il parto, è necessario seguire una dieta rigorosa al fine di normalizzare il processo di defecazione quando possibile.
  2. Dieta sbagliata È auspicabile che la madre beva di più - e quindi la stitichezza dopo il parto è improbabile che la visiti. Il giorno, è necessario bere almeno 2-2,5 litri di liquido, così come rinunciare a cibo troppo duro, secco e salato, altrimenti si può verificare la disidratazione. Ciò è dovuto all'esaurimento delle risorse dovuto alla costante produzione di latte.
  3. Stretching e rilassamento dei muscoli del perineo e degli addominali con insufficiente preparazione fisica della futura madre per il parto. In questo caso, le masse fecali per ragioni fisiologiche semplicemente non possono avanzare fino all'uscita dal retto.
  4. Cambia i livelli ormonali. È considerata una delle cause più comuni di costipazione regolare dopo il parto.
  5. Forte stress dovuto al nuovo stato del corpo e varie paure psico-emotive.
  6. Anomalie genetiche dell'intestino, che sono spesso aggravate dopo la comparsa delle briciole.
  7. Peristalsi rallentata del piccolo, intestino crasso e del retto dopo anestesia epidurale, spesso utilizzata durante il parto.
  8. Sovrapposti dopo taglio cesareo o punti di episiotomia (cuciture perineali). Spesso una donna teme troppa tensione dei muscoli dello sfintere a causa di dolore spiacevole e paura della divergenza della cucitura, oltre a nodi emorroidali pronunciati.

varietà di costipazione

Per capire cosa fare con la costipazione forte dopo il parto, è necessario determinarne correttamente il tipo. Nella medicina moderna, ci sono diversi tipi di esso:

  1. Fisiologico. Cambiamenti inevitabili nel corpo della futura madre possono causare un allungamento temporaneo dell'intestino crasso, a seguito del quale le masse fecali devono andare più a lungo. In questo caso, è necessario attendere un po 'per ripristinare la funzione del tratto digestivo dopo la consegna e bere molta acqua per evitare forti feci.
  2. Atonica. Tale stitichezza dopo il parto è una conseguenza tradizionale del taglio cesareo o della malnutrizione. Sono caratterizzati da peristalsi intestinale soppressa e una diminuzione del tono dei muscoli del peritoneo e di altre parti del tubo digerente. È possibile assumere tale condizione con dolori spiacevoli nell'addome, una sensazione di intestino "intasato", perdita di appetito, debolezza, nausea, flatulenza eccessiva, movimenti intestinali dolorosi, formazione di enormi porzioni di feci.
  3. Spastica. Con questa stitichezza, viene rilevata l'ipertonicità dei muscoli intestinali. Principalmente la radice del problema si trova in grave stress e esaurimento nervoso, che porta a spasmo muscolare dei muscoli e peristalsi ostruita. La costipazione spastica è accompagnata dalla formazione di feci "di pecora", quando lo sgabello è molto duro e pressato e si distingue in piccole porzioni. Altri segni sono affaticamento, ansia, perdita di appetito, formazione di gas intenso, nausea, crampi nelle regioni di sinistra dell'addome.

Le fasi più importanti della stitichezza

È meglio immaginare cosa fare con la costipazione persistente dopo il parto, aiutare a capire le fasi della malattia. Si distinguono per tre:

  1. Compensato, in cui la defecazione si verifica ogni 2-3 giorni, ma il paziente ritiene che l'intestino non sia completamente liberato dalle masse fecali. Durante questo periodo, ci sono frequenti denunce di dolore al dolore nell'addome e flatulenza.
  2. Subcompensated. La sedia non va più di una volta ogni 3-5 giorni e parte solo dopo un clistere o l'assunzione di farmaci. Una donna che è appena diventata madre può essere tormentata da una maggiore formazione di gas, crampi dolorosi nell'addome e dolorosa defecazione.
  3. Scompensata. Con lei, l'atto di defecazione si verifica una volta ogni 10 giorni o meno. Alla palpazione dell'addome vengono rilevati calcoli fecali e si notano anche segni di intossicazione del corpo. La pulizia intestinale è possibile solo a causa di clisteri ipertonici o sifonici.

Cos'è la stitichezza?

Determinazione della stitichezza dopo il parto è facile a causa di sintomi pronunciati. Dopo solo pochi giorni, i problemi intestinali sono facilmente identificabili dalle seguenti caratteristiche:

  • completa assenza di feci o difficoltà (a causa di una defecazione troppo piccola o troppo grande di feci, dolore) per 2 giorni;
  • gonfiore;
  • formazione di gas intensa;
  • scarso appetito;
  • insonnia;
  • una sensazione di ostruzione intestinale;
  • dolore carattere parossistico nell'addome sinistro dolente e tirante carattere;
  • nausea;
  • necessità di spingere durante le feci;
  • letargia, debolezza, stanchezza, aggressività, ansia;
  • frequenti eruttazioni.

Come curare la stitichezza dopo la nascita delle briciole?

La stitichezza dopo il parto, quando una donna è ancora molto debole, può darle un grande tormento, quindi non dovresti lasciare che questa malattia faccia il suo corso. Oggi, ci sono molti modi efficaci per normalizzare le feci con l'aiuto sia della terapia farmacologica sia dei metodi di casa e popolari dimostrati. La medicina tradizionale offre il trattamento in questo modo:

  1. Clistere. Aiuta a diluire le feci e migliorare la motilità intestinale. Il clistere è fatto non solo con acqua calda, ma anche con la tintura di semi di lino, che si è dimostrata in questo caso. Un cucchiaio di semi di lino deve essere riempito con 1 tazza di acqua appena bollita e lasciato in infusione per 3 ore. Non più di 50 ml di infuso caldo vengono versati nel retto, ripetendo l'operazione almeno 3-4 volte al giorno.
  2. Farmaci lassativi. Se la mamma felice allatta al seno il bambino, è permesso assumere droghe come Forlax, Fortrans, Duphalac, sciroppo di lattulosio. L'uso di Ippocastano, Regulax, Gutalax, Chitosan-Evalar, Doctor Theiss deve essere scartato. "Trisasen", "Glaksenna", "Sennalaks" non sono d'aiuto nella stitichezza del tipo spastico, ma peggiorano solo le condizioni del paziente grazie alla loro capacità di aumentare il tono dei muscoli della muscolatura liscia.
  3. Candele per costipazione (prevalentemente glicerina). Sono destinati al trattamento sintomatico della stitichezza cronica durante il recupero postpartum. Tuttavia, il loro uso regolare non è raccomandato a causa della possibile dipendenza degli intestini da loro, così come da clisteri e lassativi.

Rimedi popolari per la stitichezza postpartum

Ogni madre vuole partorire senza gravi conseguenze per la salute. Ma in alcuni casi, per evitare problemi con l'amministrazione di bisogni naturali dopo che fallisce. Allora la medicina tradizionale viene in soccorso, i cui metodi sono ancora raccomandati per essere usati con cautela in ogni singolo caso. Per costipazione spastica, sono consigliati i seguenti rimedi:

  1. 2 cucchiai. cucchiai di fichi versare un bicchiere di acqua appena bollita o latte, raffreddare e bere 1 cucchiaio. cucchiaio se necessario.
  2. Le patate vengono sbucciate, passate attraverso un frullatore o un tritacarne, spremute il succo e diluite con acqua nel rapporto di 50 a 50. Prendete 5 cucchiai di bevanda circa mezz'ora prima dei pasti tre volte al giorno.

Con la stipsi atonica contribuirà a far fronte a queste ricette:

  1. Mescolare in parti uguali i frutti di finocchio, anice e cumino, e poi 2 cucchiaini di raccolta, coprire con un bicchiere di acqua appena bollita, lasciando in infusione la miscela per non più di un quarto d'ora. Filtrare e bere 6 cucchiai da dessert 20-30 minuti prima dei pasti tre volte al giorno.
  2. Unire in uguali quantità i frutti di finocchio e sorbo, ortica, origano e foglie di mora. Mescola bene la miscela, prendi 1 cucchiaio. cucchiaio di massa e riempirlo con un bicchiere di acqua appena bollita. Insisti a raccogliere circa un'ora e mezza in un thermos. Quindi filtrare e prendere 6 cucchiai da dessert a stomaco vuoto (20-30 minuti prima dei pasti) tre volte al giorno.

Cibo dietetico

Per prevenire la stitichezza dopo il parto, è necessario rivedere attentamente la dieta. Il menu di una donna che ha appena dato alla luce deve includere farina d'avena, muesli, crusca, prodotti da forno di terra grezza. Adatto anche kefir, grano saraceno, grano e orzo perlato, cavoli, carote, zucca, barbabietole, zucchine in forma bollita. E ancora insalata di foglie, ciliegie dolci, spinaci, meloni, albicocche, mele, composte di frutta secca.

In caso di stitichezza atonica, si consiglia immediatamente dopo l'alba del mattino di bere 1 tazza di acqua appena bollita prima di colazione per iniziare l'intestino. Non dovresti mangiare semolino, fagioli, mirtilli, pane bianco e crusca di frumento, noci. A volte è lecito concedersi a mele cotogne, fragole, uvetta, formaggio a pasta dura, zuppe, riso integrale (raro).

Esercizi per la stitichezza

Per ripristinare il tono della parete addominale, per migliorare l'elasticità e l'elasticità dei muscoli addominali e, di conseguenza, per intensificare il lavoro dell'intestino, non si deve trascurare la ginnastica speciale. La ricarica non richiede più di 10 minuti ed è consigliabile ripeterla 2-3 volte al giorno. Gli esercizi di base sono i seguenti:

  1. Nei primi giorni dopo la nascita del bambino, espirare, ritrarre il ventre e trattenere brevemente il respiro. Quindi prova a stringere le ginocchia strettamente l'una con l'altra mentre sei sdraiato e rilassati per espirare.
  2. Mentire inalare e alzare il braccio sinistro e la gamba destra, espirare, riportarli al loro posto, e quindi cambiare gli arti.
  3. Dopo aver inspirato, tirare i muscoli dell'addome e della vagina stando in posizione "cane", non respirare per un paio di secondi, quindi espirare.
  4. Mentre sei in piedi, metti le gambe alla larghezza delle spalle e allunga le braccia in avanti. Ben riposando i piedi sul pavimento, con la mano sinistra, inspirando, riprendendo il più possibile indietro e riportandolo nella sua posizione originale, espirando. Cambia mani. La variazione dell'esercizio è quella di girare il busto verso destra e sinistra, tenendo i palmi di entrambe le mani.
  5. In piedi, solleva i palmi delle mani verso le spalle, posizionando i gomiti in avanti e cerca di raggiungere il gomito sinistro con il piede destro, tirando il ginocchio all'altezza del petto. Quindi cambia le gambe.

Per far fronte alle difficoltà nella defecazione dopo la nascita delle briciole è abbastanza realistico, soggetto a determinate raccomandazioni e aderenza ad uno stile di vita sano.

http://telemedicina.one/zhkt/zapor-posle-rodov.html

Stitichezza - un problema acuto dopo il parto

Ciao, cari amici!

Oggi discuteremo un problema molto delicato e doloroso: costipazione dopo il parto e come affrontarli. Considera perché si verificano, e si verificano abbastanza spesso, e per quanto tempo una mancanza di feci è la norma dopo il parto.

La mancanza di una sedia nei primi giorni può indurre in errore una giovane madre e farti pensare alla stitichezza, e il primo movimento intestinale può colpire il terrore.

Conoscere semplici misure che aiuteranno a stabilire uno sgabello regolare può evitare l'assunzione di lassativi. Una conoscenza delle cause e della comprensione dei processi che avvengono nel corpo dopo il parto, consentirà alla giovane madre di salvare un sacco di preziose cellule nervose.

1. Perché la stitichezza si verifica nel periodo postpartum?

Il parto è un evento cruciale per il quale il corpo si prepara prima del tempo. Di solito, alla vigilia del parto, l'appetito della madre diminuisce, il che significa che la quantità di cibo che entra nel corpo diminuisce, il che riduce il riempimento intestinale e previene la stitichezza dopo il parto.

Durante il travaglio, anche se c'è stato un clistere purificante il giorno prima, il feto che passa attraverso il canale del parto stringe una grossa porzione di feci. Cioè, il movimento intestinale si verifica più del solito.

Una pulizia così profonda ti dà il diritto per due o tre giorni, dopo il parto, di non andare in bagno a causa del grande :). La natura si è presa cura prudentemente di noi e ha permesso al perineo di riprendersi un po ', prima della prima defecazione.

Il prossimo motivo per la stitichezza dopo il parto, che in realtà si sta occupando di esso, sarà discusso in questo articolo, si riduce il tono intestinale, i muscoli addominali e il pavimento pelvico. Lontano da tutte le donne dopo il parto affrontare tale stitichezza, ma questo problema si verifica abbastanza spesso.

La terza causa di stitichezza è la malattia. Con una serie di malattie dell'apparato digerente o del sistema endocrino, una donna può soffrire di stitichezza. Di solito questi problemi non sono nuovi per lei e non hanno nulla a che fare con il parto. Le misure descritte nell'articolo aiuteranno a migliorare la condizione della donna in travaglio, tuttavia, prima di tutto è necessario lavorare con la vera fonte del problema - la malattia.

Altre cause di stitichezza nel periodo postpartum includono:

  • parto difficile, perdita di sangue abbondante
  • uso di forcipe ostetrico o aspiratore di vuoto
  • antidolorifici o sedativi
  • preparati contenenti ferro

Non è possibile scontare le cause della stitichezza, come "il vaso di qualcun altro" in ospedale, la paura di esacerbare le rotture, di disturbare i punti o le emorroidi.

2. Prima defecazione: fa male?

Nonostante il dolore più grande e più felice sia già alle spalle, il primo viaggio in bagno dopo il parto può ispirare paura. E poi madre natura ha gestito con cura la nostra salute.

  1. Nel processo di parto vaginale, i nervi che servono il perineo sono un po '"storditi", la sensibilità al dolore è ridotta;
  2. Lo sfondo ormonale contribuisce al rammollimento della sedia. Quelle donne che non hanno aspettato una sedia morbida prima del parto, molto probabilmente, la troveranno dopo la nascita del bambino;
  3. L'allattamento al seno stimola la produzione di ossitocina e, a sua volta, stimola l'intestino. Di conseguenza, se rispondiamo all'impulso in tempo, allora la defecazione sarà dolce e indolore;

Se hai avuto un'episiotomia o delle lacrime durante il parto, puoi prendere la carta igienica, piegarla in più strati e premere con forza sul perineo, ma non con dolore. Ciò proteggerà le cuciture e darà sicurezza: con tale supporto puoi tranquillamente fare tutto il tuo lavoro.

Indipendentemente dallo stato del perineo non può essere teso con il respiro.

3. Misure per prevenire la stitichezza

È meglio non aspettare il terzo giorno per accertare il fatto di stitichezza e, subito dopo la nascita, iniziare a prendere misure per stabilire una sedia:

  • Mangiare cibi ricchi di fibre;
  • Bere abbastanza liquido (1,5-2 litri) - bere sete e un po 'di più dall'alto;
  • Bevi acqua a stomaco vuoto. Bevi un po 'di liquido 30 minuti prima dei pasti. E al mattino - subito dopo il risveglio. È bene mettere una piccola fetta di limone nell'acqua del mattino;
  • Con il permesso del medico, puoi iniziare a svolgere esercizi speciali;
  • Non appena riesci a riposare e ad essere in grado di camminare - prova a muoverti di più - ha un effetto benefico sulla digestione;
  • Corri in bagno "alla prima chiamata" - non ignorare e non sopprimere il desiderio di andare molto;

Un altro trucco è una vestibilità comoda sul water. È importante trovare esattamente la tua posizione. Per iniziare, prova questo: sedersi sul water, e sotto i piedi sostituire un piccolo sgabello. I gomiti possono riposare sulle ginocchia - questo aiuterà a rilassarsi.

In questa posizione, il retto, solitamente piegato (seduto sul water - fig. A sinistra), raddrizza (le gambe sulle feci - fig. A destra) e il processo di defecazione è molto più naturale.

Assicurati di fare una visita dal medico se sei sicuro o sospetti di avere emorroidi o ragadi anali.

4. La stitichezza non passa

Se al mattino del terzo giorno non hai mai avuto la possibilità di andare in bagno, la prima cosa che puoi fare è includere ancora più esercizi di respirazione nel tuo esercizio.

  • Collegare l'esercizio, alleviando la pressione dagli organi interni (Vuoto dopo il parto). Avendo imparato a farlo sdraiato, inizia ad esibirti, stando in piedi e seduto;
  • Cammina molto, ma evita il superlavoro. Dopo la nascita, è estremamente importante;
  • Non indugiare nel bagno e non stringere;
  • Aumentare la porzione di bevanda del mattino a 250 - 300 millilitri. Un grande volume di liquido stimola ulteriormente l'intestino e aiuta a far fronte alla stitichezza;

Se queste misure non portano sollievo, contattare il medico. Ti aiuterà a scegliere un lassativo compatibile con l'allattamento al seno.

conclusione

Un'attenta attenzione a te stesso e una pronta risposta alla primissima urgenza aiuteranno a utilizzare potenti forze di riflesso per un movimento intestinale facile e piacevole. Se frenate l'urgenza, allora il retto può allungarsi e la massa fecale sarà disidratata, il che renderà difficile la prossima "grande" escursione.

Il consumo regolare di frutta e verdura fresca, oltre a un sacco di bevande (8-10 bicchieri al giorno) fornirà abbastanza liquido.

Cereali integrali e legumi forniranno la fibra necessaria e getteranno le basi per gli sgabelli regolari. Tale dieta si inserisce nella dieta di una madre che allatta.

Ottimi mezzi per ammorbidire le feci e risolvere la stitichezza sono succhi di frutta con polpa - albicocca e prugna o succo di pomodoro con l'aggiunta di olio vegetale. Un bicchiere di succo sano al mattino o alla sera sarà buono per stimolare l'intestino.

Esercizi di respirazione, esercizi di "vuoto" e passeggiate (anche se lungo i corridoi o intorno all'appartamento) aiutano i muscoli e gli organi interni a tonificare, il che è molto importante nel periodo postpartum.

Dà al tuo corpo il tempo di recuperare, tutto ciò di cui hai bisogno (acqua, cibo e riposo) e stai tranquillo - tutto funzionerà. La cosa principale è non iniziare la stitichezza e in tempo per cercare aiuto medico.

Grazie per aver condiviso questo articolo sui social network. Tutto il meglio per te!

http://zdorovajamama.com/beremennost-i-rody/zapory-posle-rodov

Defecazione dopo il parto. La mia storia difficile

Riceverai una notifica sui nuovi articoli di questo autore.
In qualsiasi momento è possibile annullare l'iscrizione alle notifiche facendo clic su un link speciale nel testo della lettera.

I genitori con i loro figli dovrebbero prepararsi per il 1 ° settembre

Cosa abbiamo perso tutti nei bagni della scuola?

Indice

Quando sono tornato in me dopo aver partorito, non credevo da molto tempo che fossi vivo e ancora sano di mente. Da qualche parte nella culla trasparente il figlio stava sbuffando, di fronte a me c'erano i giorni duri della giovane madre. Mi sono subito abituato all'andatura di un cavaliere ferito, a beneficio di noi c'erano molte madri del reparto. Stare lì, tuttavia, non gli piaceva, invidiava chi poteva sedersi. Ma con le cuciture l'unico modo possibile. Grazie figlio, che mi ha subito bloccato, ha dormito bene di notte e in generale è stato solo intelligente.

La cosa più interessante è stata qualche giorno dopo, quando io, volente o nolente, ho ascoltato le conversazioni delle stesse mamme che stavano discutendo su come sono riusciti a fare la cacca dopo il parto. Qui ho sudato freddo. Come, da lì, anche, e in qualche modo hai bisogno di cazzare presto? Ci sono punti, ematomi, emorroidi e tutto è arato, ma dovrò spingere là ?! Sì, ho paura di tossire e singhiozzare! Ma non calpesterai madre natura, qualche tempo dopo la nascita arriva un momento cruciale, quando devi, devi solo fare la cacca. Altrimenti, se non ne hai la possibilità, puoi prendere costipazione e altri problemi.

Soprattutto sgabello e minzione dopo il parto!

Dopo aver dato alla luce, l'utero all'interno rappresenta una grande ferita aperta, a cui passa un numero enorme di vasi sanguigni. Pertanto, dopo il parto, sanguinamento abbondante è normale - lochia. Di fronte all'utero adiacente alla vescica, e dietro - il retto. E quindi ciò che sta accadendo dopo il parto in questi organi colpisce direttamente l'utero. Il traboccamento della vescica o del retto minaccia non solo la stitichezza banale, ma riduce anche la capacità dell'utero di contrarsi e rimuovere i lochia. La cattiva localizzazione porta all'infiammazione, che è mortale per una donna che ha appena partorito.

E, naturalmente, la stitichezza è anche una tortura anche per una persona comune, e per una donna con punti sul perineo è un grande pericolo. I punti possono rompersi o infettarsi.

Pertanto, dopo il parto, le ostetriche con predilezione richiedono la pipì il prima possibile e dopo alcuni giorni chiedono in modo inquisitorio la sedia.

Regole di buone feci dopo il parto

Spostare. Entrambe le volte, quando ero in ospedale, le ostetriche ci esortavano a sollevarci dai letti entro 2-3 ore dalla nascita. Non hai bisogno di fare alcun esercizio, devi solo camminare per il reparto o lungo il corridoio, pettinare i capelli o cambiare i vestiti. Semplici movimenti aiutano gli organi interni a trovare la giusta posizione e a promuovere la motilità intestinale.

Bevi molto. Bere consigliato anche durante il parto, se passano naturalmente. E dopo che il parto dovrebbe ingurgitare molta acqua. Alla nascita, il corpo della donna subisce tali sovraccarichi selvaggi che c'è una carenza di acqua, o più precisamente, sulle labbra. Pertanto, dopo il parto ci aggrappiamo ad un luogo di abbeveraggio, e più specificamente, ad acqua filtrata ancora gassata.

Mangia Mangiare abbastanza fibra: qualsiasi verdura, frutta locale di stagione, broccoli e cavolfiore (non causano gassatura come cavolo bianco), cetrioli e zucchine, pane integrale. I prodotti, naturalmente, devono scegliere adattati per il bambino e GW. Non esitare, tira fuori il marito per prepararti stufato di verdure e insalata di cetrioli. È anche importante evitare il cibo che forma gas. Il fatto è che nei primi giorni dopo la nascita, gli organi interni cercano letteralmente di entrare nello stomaco, e l'eccesso di gas può complicare questo processo e portare a forti dolori.

Aiutati. Il fatto è che se il perineo si chiude, allora siediti completamente sul water non funzionerai. E questo complicherà significativamente il processo. Quindi, prendi un piccolo cuscino tra le mani e premilo sullo stomaco - questo aiuterà i muscoli del pavimento pelvico a non esagerare nel processo, e sarà più facile per te spingere. E per renderti più calmo e più semplice, chiedi all'infermiera una candela alla glicerina. Deve essere inserito 10 minuti prima del processo.

Cura del cavallo - una cosa importante!

Solo la carta igienica più morbida o tovaglioli senza profumi e coloranti. E dopo che il grosso problema si concluse con successo, la doccia obbligatoria con sapone liquido. Se le emorroidi compaiono nel processo del parto, quindi discutere con il medico la possibilità di utilizzare varie supposte e unguenti emorroidali, perché i nodi vascolari durante questo disturbo possono rallentare la guarigione dei punti.

Colpire per la prima volta dopo il parto è come dare alla luce un po 'per la seconda volta. Non fa male così tanto, ma alla fine ti rallegri quasi tanto. E se fai tutto in tempo, aiuta e ti prendi cura di te stesso, allora di solito tutto va più o meno tranquillamente. Prenditi cura di te subito dopo il parto. Ora la tua salute e la tua vita sono doppiamente preziose, perché sei una madre!

http://www.proaist.ru/articles/defekatsiya-posle-rodov-moya-neprostaya-istoriya/

Costipazione dopo il parto

Di norma, una donna si aspetta giustamente che dopo il parto lascerà la maggior parte dei problemi appena acquisiti, come bruciore di stomaco, edema delle gambe e stitichezza. E se la maggior parte dei sintomi gonfiore e dispeptici dopo il parto sono perdonati, la stitichezza continua a causare disagio per qualche tempo. E se non prendi misure, allora puoi comprare e problemi cronici con l'intestino.

Cause di stitichezza dopo il parto:

- cambiamenti improvvisi di ormoni (diminuzione del progesterone, aumento della prolattina e ossitocina),

- allungamento post-partum dei muscoli della parete addominale anteriore e del perineo,

- la pressione dell'utero (l'utero è ancora aumentato di 6-8 settimane, diminuisce gradualmente, ma subito dopo la nascita l'utero pesa circa 1 kg e interferisce ancora con il normale passaggio del contenuto intestinale),

- un ritorno graduale della posizione intestinale iniziale (i cicli intestinali assumono gradualmente la stessa posizione, ma ciò non avviene immediatamente, durante questo processo possono formarsi delle strozzature, possono verificarsi fenomeni di ostruzione intestinale dinamica),

- la presenza di suture sulla parete addominale anteriore (dopo taglio cesareo) del perineo (dopo rottura perineale, epizio o perineotomia), in presenza di punti di sutura, tendendo provoca dolore e disagio, e la donna lo circonda inconsciamente,

- formazione di emorroidi dopo il parto (soprattutto se sporgono dall'ano e bloccano l'uscita dall'intestino),

- lo stress. Disturbi e problemi psicologici postpartum sono processi così sottili e multiformi che possono manifestare una varietà di sintomi. A volte la mamma si prende così tanto cura del bambino che lascia i suoi problemi incustoditi, non dorme molto e si nutre irrazionalmente. La stitichezza con questo stile di vita è un problema comune.

Tipi di costipazione postpartum:

1. Atonico.

La costipazione atonica, come suggerisce il nome, è che l'intestino ha un tono ridotto, la peristalsi è fiacca e non sempre efficace. La ragione più frequente sono le situazioni ostetriche (grande feto, gemelli o polidramnios durante la gravidanza) e la chirurgia. Dopo un parto cesareo, è necessario prevenire immediatamente i problemi con le feci, poiché ci sono una serie di fattori negativi: anestesia (anestesia spinale o anestesia generale), ingresso nella cavità addominale stessa (incisione di tutti gli strati della parete addominale anteriore e successiva sutura), periodo postoperatorio e immobilizzazione ( per qualche tempo il paziente non si muove, o si sposta molto poco, il che porta alla stagnazione). Praticamente qualsiasi intervento chirurgico nella cavità addominale è accompagnato da tali carenze e conseguenze.

- dolori fastidiosi su tutto l'addome,

- gonfiore, nausea, mancanza di appetito o avversione al cibo,

- defecazione dolorosa con abbondanti masse fecali (la porzione iniziale è grande, densa e provoca dolore, e quindi le feci possono anche essere acquose e con striature di sangue e muco).

2. Stitichezza spastica.

La stitichezza spastica è uno spasmo (contrazione eccessiva e improduttiva della parete muscolare) della parete intestinale, che porta alla rottura di un'ondata regolare e regolare di peristalsi, si forma una costrizione e la promozione delle masse fecali è difficile.

Il più delle volte, la forma spastica di stitichezza accompagna i problemi psicologici associati alla gravidanza e al periodo postpartum (depressione postpartum, malinconia, nevrosi).

- dolore parossistico, colico addominale, di solito nella metà sinistra,

- affaticamento, affaticamento, nervosismo, nausea,

- feci dure e fini ("pecorelle di pecora"),

- frequenti sollecitazioni a defecare (fino a diverse volte al giorno), porzioni di feci sono piccole e dopo il bagno non lasciano una sensazione di svuotamento incompleto dell'intestino.

Trattamento della costipazione dopo il parto

La terapia della costipazione postpartum e il trattamento della stitichezza durante la gravidanza sono complessi. È necessario applicare tutte le ricezioni per regolare una sedia. Nonostante l'apparente volume di raccomandazioni, non è difficile. L'esercizio richiede alcuni minuti al giorno e una corretta alimentazione è necessaria non solo per liberarsi dei problemi intestinali, specialmente se si sta allattando al seno.

Ginnastica per stitichezza

È meglio prevenire problemi con le feci il giorno successivo alla consegna, dopo l'operazione di taglio cesareo, gli esercizi indicati possono essere iniziati il ​​terzo giorno dopo la consegna. Non richiedono una forza fisica speciale, ma apportano benefici tangibili.

Il giorno dopo la consegna:

- sdraiati sulla schiena, allungare le braccia lungo il corpo e piegare le gambe alle ginocchia, respirare, gonfiare il ventre mentre inspiri il più possibile e attingendo mentre espiri. Ripeti più volte (secondo il comfort dello stato).

- Dormi sullo stomaco.

Il terzo giorno dopo la nascita:

- ripeti il ​​primo esercizio, solo quando inspiri prova a forzare i muscoli del pavimento pelvico e del perineo (come se cercassi di mantenere la minzione e la defecazione).

- Dalla posizione supina a fare gli esercizi "bicicletta" e "forbici" (scarpette, imitando il ciclismo e semplici avanti e indietro avanti e indietro).

- Stando in piedi e allargando le braccia verso i lati, gira il busto attorno al suo asse (prova a muovere le mani il più lontano possibile).

Il quarto giorno dopo la nascita:

- in piedi nella posizione del ginocchio-gomito inspirare attivamente e gonfiare lo stomaco, mentre anche l'inalazione sollecita il cavallo.

Se hai avuto un taglio cesareo, la durata degli esercizi di solito è in ritardo di 3 o 4 giorni (con un corso postoperatorio non complicato). In ogni caso, chiedi all'ostetrico-ginecologo del dipartimento dopo il parto di sapere quando puoi iniziare a fare ginnastica.

Questi esercizi dovrebbero essere eseguiti in una modalità confortevole, meglio la mattina. Dopo 6 - 8 settimane, è già possibile eseguire attività fisiche regolari (fitness, aerobica e così via).

Oltre ai benefici puramente pratici dell'esercizio, aiutano a ripristinare l'autostima dopo il parto e iniziano a lottare con chili in più, reclutati in 9 mesi.

massaggio

Con stipsi atonica, è utile sfregare energicamente la regione ombelicale e la metà sinistra dell'addome.

Per la stitichezza spastica, devi accarezzare delicatamente lo stomaco, con una leggera pressione, in senso orario.

dieta

farmaci

Se allatti al seno il bambino, dovresti osservare le restrizioni, come durante la gravidanza. In caso contrario, il trattamento della stitichezza viene effettuato secondo le regole generali.

Tutti gli stessi farmaci sono consentiti per la stitichezza nelle donne in gravidanza: duphalac (normase), mukofalk, forlax, microlax. Nei primi giorni possono essere utilizzati come pianificato in base alle istruzioni e quindi in base alla situazione.

Proibito durante l'allattamento: gutalax, regulax, chitosan-evalar, bisocodil, preparazioni per la senna (durante l'allattamento, si distinguono con il latte e causano coliche in un bambino).

I preparati per la senna non sono utilizzati anche per la stitichezza spastica.

I preparati di ippocastano non vengono utilizzati durante l'allattamento, poiché vi è il rischio di sopprimere l'allattamento.

Il problema discusso oggi, sebbene sgradevole, è completamente risolvibile. Seguire le raccomandazioni, consultare il medico e si dimenticherà di un problema come la stitichezza. Abbi cura di te e sii sano!

http://medicalj.ru/diseases/pregnancy/1359-zapor-posle-rodov

Altri Articoli Su Vene Varicose