Irradiazione ultravioletta (UV)

Radiazione ultravioletta - radiazione elettromagnetica che non è visibile all'occhio nella gamma di lunghezze d'onda da 400 a 10 nm. L'irradiazione UV è l'uso di raggi UV di diverse lunghezze d'onda per scopi terapeutici, preventivi e riabilitativi. I raggi UV, a seconda della lunghezza d'onda, hanno effetti diversi e molto diversi, grazie ai quali hanno indicazioni abbastanza ampie per l'uso.

L'irradiazione ultravioletta è l'uso di radiazioni ultraviolette a scopi terapeutici e preventivi.

I meccanismi degli effetti terapeutici della radiazione ultravioletta

Quando si assorbe la quantità di radiazioni ultraviolette nella pelle, si verificano le seguenti reazioni fotochimiche e fotobiologiche:

- distruzione di molecole proteiche (fotolisi);

- la formazione di molecole biologiche più complesse (fotobiosintesi);

- la formazione di biomolecole con nuove proprietà fisico-chimiche (fotoisomerizzazione);

La combinazione e la gravità di queste reazioni, nonché la manifestazione dei successivi effetti terapeutici sono determinati dalla composizione spettrale della radiazione ultravioletta. Nella fotobiologia, le radiazioni ultraviolette a onde lunghe, medie e corte vengono convenzionalmente assegnate alle bande A, B e C dello spettro.

Radiazione ultravioletta a onde corte (KUF)

Radiazione ad onda corta - l'uso della radiazione ultravioletta (180-280 nm) per scopi terapeutici e profilattici. In condizioni naturali, la radiazione UVS (FUV) è quasi completamente assorbita dallo strato di ozono dell'atmosfera. Esistono due metodi per applicare la radiazione KUV:

- irradiazione delle mucose e delle superfici delle ferite;

- autotrasfusione con sangue ultravioletto irradiato (AUFOK).

Il meccanismo degli effetti terapeutici

L'effetto battericida, micidico e antivirale delle radiazioni ultraviolette dipende da una serie di circostanze. I raggi ultravioletti a breve durata (254-265 nm), che sono assorbiti dagli acidi nucleici, dalle proteine ​​e in particolare dal DNA, hanno un effetto igienizzante più pronunciato. Le cause di morte dei patogeni sono mutazioni letali, perdita della capacità di replicare delle molecole di DNA, interruzione del processo di trascrizione. La radiazione ultravioletta distrugge anche le tossine, ad esempio, difterite, tetano, dissenteria, febbre tifoide, Staphylococcus aureus.

I raggi ultravioletti a onda corta nel periodo iniziale di irradiazione causano uno spasmo a breve termine dei capillari, seguito da un'estensione più lunga delle vene sottocapillari. Come risultato, un eritema a onde corte di un colore rossastro con una sfumatura bluastra si forma sulla zona irradiata. Si sviluppa in poche ore e scompare entro 1-2 giorni.

L'irradiazione ultravioletta del sangue a onde corte stimola la respirazione cellulare dei suoi elementi formati, aumentando la permeabilità ionica delle membrane. Quando irradiato con raggi ultravioletti sangue autotrasfusione (AUIB) aumenta la quantità di ossiemoglobina e aumentare la capacità di ossigeno. Come risultato dell'attivazione di perossidazione lipidica in membrane di eritrociti e leucociti, nonché la distruzione dei composti tiolici e a-tocoferolo nel sangue apparire radicali reattivi ed idroperossidi che sono in grado di neutralizzare i prodotti tossici.

Come risultato onda corta ultravioletta desorbimento indotta da radiazioni di proteine ​​e carboidrati con strato esterno membranosa di globuli aumenta la probabilità di interazioni cellula-cellula con una distanza recettore proteine ​​segnale di vari componenti del sangue. Questi processi sono alla base delle reazioni non specifiche espresse del sistema sanguigno durante la sua irradiazione a onde corte. Tali reazioni includono cambiamenti proprietà di aggregazione delle piastrine ed eritrociti, cambiamenti di fase di linfociti e le immunoglobuline A, G e M, migliorando l'attività battericida del sangue. Oltre alle reazioni del sistema sanguigno, radiazione ultravioletta a onde corte provoca vasodilatazione del microcircolo, normalizza la coagulazione del sangue e attiva processi trofometabolicheskie nei tessuti.

Effetti terapeutici: battericida e micicida (per irradiazione di superficie); immunostimolante, metabolico, coagulo-correttivo (per irradiazione del sangue ultravioletto).

Indicazioni. malattie acute e subacute infiammatorie della pelle, nasofaringe (mucosa nasale, tonsille), lesioni dell'orecchio infezioni anaerobiche pericolo adesione interni, pelle tubercolosi. Oltre a loro per le malattie AUIB mostrato purulente infiammatorie (ascessi, batteriemia, osteomielite, ulcere trofiche), malattia coronarica, endocardite batterica, l'ipertensione di stadio I-II, polmonite, bronchite cronica, gastrite cronica hyperacid, ulcera peptica, ooforite acuta, pielonefrite cronica, neurodermatite, psoriasi, erisipela, diabete.

Controindicazioni. Aumento della sensibilità della pelle e delle mucose alle radiazioni ultraviolette. Per AUIB controindicato porfiria, trombocitopenia, la malattia mentale, epato- e nefropatia, ulcere gastriche e duodenali callose di varia eziologia sindrome gipokoaguliruyuschy, ictus ischemico acuto, fase acuta di infarto miocardico.

Radiazione ultravioletta UV

Radiazione ultravioletta ad onde medie (SUF) - uso terapeutico delle radiazioni SUF.

Meccanismi di effetti terapeutici

Nel medio assorbimento raggi ultravioletti aventi onda energia significativa nella pelle formata prodotti fotolisi di proteine ​​a basso peso molecolare e fotoradikaly, fra cui ruolo particolare di prodotti di perossidazione lipidica. Essi causano cambiamenti nell'organizzazione ultrastrutturale delle membrane biologiche, rapporto lipide-proteina di enzimi di membrana e delle loro importanti caratteristiche fisiche e chimiche (permeabilità, viscosità, ecc).

I prodotti di fotodistruzione attivano il sistema dei fagociti mononucleati e provocano la degranulazione dei labrociti e dei basofili. Come risultato, gli strati adiacenti dei vasi sanguigni della pelle e viene rilasciato sostanze biologicamente attive (chinine, prostaglandine, leucotrieni e trombossani, eparina, fattore di attivazione delle piastrine), e neurotrasmettitori vasoattivi (acetilcolina e istamina). Quest'ultima, da recettori M-colinergici, e recettori istamina, canali ionici ligandupravlyaemye neutrofili e linfociti, e attivando gli intermedi attivati ​​(ossidi di azoto e al.), E di aumentare sostanzialmente la permeabilità del tono vascolare, oltre a causare contrazione della muscolatura liscia.

A causa delle reazioni umorali di lunga durata, aumenta il numero di arteriole e capillari della pelle funzionanti e aumenta la velocità del flusso sanguigno locale. Questo porta alla formazione di una limitata iperemia della pelle - eritema. Si verifica dopo 3-12 ore dal momento dell'esposizione, dura fino a 3 giorni, ha confini chiari e un colore rosso-viola uniforme. L'azione massima dell'eritema ha una radiazione ultravioletta a onde medie con una lunghezza d'onda di 297 nm. Un altro massimo di formazione di eritema è nella parte a onde corte dello spettro dei raggi ultravioletti (X = 254 nm), ma la sua ampiezza è due volte più piccola. L'irradiazione ultravioletta ripetuta attiva la funzione barriera della pelle, riduce la sua sensibilità al freddo e aumenta la resistenza all'azione delle sostanze tossiche.

Differenti dosi di irradiazione ultravioletta determinano l'ineguale probabilità di formazione di eritema e manifestazioni di effetti terapeutici. Su questa base, in fisioterapia, l'effetto delle radiazioni ultraviolette a onde medie in dosi sub-eritemiche ed eritemiche viene considerato separatamente.

Nel primo caso, l'irradiazione di raggi ultravioletti onde medie (280-310 nm) strati di lipidi della superficie cutanea nella loro composizione conteneva 7-deidrocolesterolo convertito in colecalciferolo - Vitamina DZ. Con il flusso di sangue, viene trasferito al fegato, dove, dopo l'idrossilazione, viene convertito in 25-idrossicolecalciferolo. Dopo la formazione di un complesso con la proteina legante Ca-regola l'assorbimento degli ioni calcio e fosfato nell'intestino e formazione di alcuni composti organici, cioè, è un componente necessario del metabolismo del calcio-fosforo nel corpo.

Insieme alla mobilizzazione del fosforo inorganico nei processi metabolici, attiva la fosfatasi alcalina ematica, avvia la glicolisi negli eritrociti. Il suo prodotto, 2,3-difosfoglicerato, aumenta la saturazione di ossigeno dell'emoglobina e facilita il suo rilascio nei tessuti.

Nel rene, 25 idrossicolecalciferolo sottoposto a ripetuti idrossilazione e convertito in 1,25-diidrossi-colecalciferolo, che regola l'escrezione di ioni calcio e fosfato nell'accumulo urine e calcio in osteoclasti. Quando il suo contenuto è insufficiente nel corpo escrezione di urina e feci calcio ioni aumenta con 20-40% al 90-100% e fosfato - dal 15 al 70%. Questo porta a l'oppressione della resistenza generale dell'organismo, ridotta capacità mentale e aumentare l'eccitabilità dei centri nervosi, lavando calcio ionizzato dalle ossa e dei denti, sanguinamento e contrazione tetanica dei muscoli, rallentando di maturazione mentale dei bambini e la formazione di rachitismo.

radiazione ultravioletta nell'intervallo onde medie dei primi 30-60 minuti dopo l'irradiazione altera le proprietà funzionali dei meccanocettori della pelle con conseguente sviluppo di pelle e riflessi viscerali implementate sui livelli segmentali e corticali sottocorticale. Le reazioni riflesse che insorgono durante l'irradiazione generale stimolano l'attività di quasi tutti i sistemi corporei. L'attivazione della funzione adattiva trofica del sistema nervoso simpatico ea processi rimedio di proteine, carboidrati e metabolismo dei lipidi nel corpo. Con irradiazione locale, migliora la contrattilità miocardica, che riduce significativamente la pressione nella circolazione polmonare. radiazione ultravioletta a onde medie ripristina trasporto mucociliare nelle membrane mucose della trachea e dei bronchi, stimola ematopoiesi, funzione formano acido dello stomaco e capacità escretoria dei reni.

Sotto l'azione di radiazioni ultraviolette nei prodotti dosi eritemica fotodegradazione biomolecole avviare linfociti T-helper e microcircolo attivato, con conseguente aumento gemolimfoperfuzii irradiato zone del corpo. Occorrono durante tale disidratazione idrossi-ceramidi e riduzione del tessuto superficie piombo edema ad una diminuzione di infiltrazione e la soppressione del processo infiammatorio in fase essudativa. Inoltre, a causa dei riflessi cutaneo-viscerali, questo fattore inibisce la fase iniziale dell'infiammazione degli organi interni.

L'attivazione di un enorme campo di pelle meccanosensoriale nel periodo iniziale dell'irradiazione generale a onda media del corpo provoca un intenso flusso di impulsi afferenti nel sistema nervoso centrale, che causa la disinibizione della differenziazione dei processi corticali, indebolisce l'inibizione interna centrale e delocalizza il dolore dominante. Il meccanismo centrale dell'azione analgesica dei raggi ultravioletti a metà onda è completato dai processi di irradiazione locale periferica. Durante la formazione di eritema, un aumento locale della permeabilità vascolare della microvascolatura e il rilascio di sostanze biologicamente attive nell'interstizio portano ad un aumento dell'edema perineurale, alla compressione dei conduttori nervosi del sistema somatosensoriale e ad una diminuzione della sensibilità dei meccanocettori. La parabiosi che si manifesta nell'area di irradiazione delle aree preterminali della pelle afferente si diffonde in tutta la fibra e può bloccare gli impulsi dal fuoco doloroso locale. Su questa base, l'irradiazione ultravioletta delle zone di innervazione segmentario-metamerica e zone di Zakharyin-Ged porta ad una marcata diminuzione del dolore nei corrispondenti organi interni. L'aumento del contenuto di sostanze biologicamente attive e di un certo numero di mediatori nei primi 3 giorni dopo l'irradiazione è sostituito da un aumento compensativo dell'attività degli eosinofili e delle cellule endoteliali. Di conseguenza, il contenuto di istaminasi, prostaglandina deidrogenasi e kininasi aumenta nel sangue e nei tessuti. Aumenta anche l'attività degli enzimi di acetilcolinesterasi e di tiroxina idrolisi. Questi processi portano alla desensibilizzazione del corpo ai prodotti della fotodegradazione delle proteine ​​e ne potenziano le reazioni immunobiologiche protettive.

Effetti curativi

Vitamina-formatrice, trofo-stimolante, immunomodulante (dosi surrenaliche), antinfiammatoria, analgesica, desensibilizzante (dosi eritematose).

testimonianza

Malattie infiammatorie acute e subacute degli organi interni (soprattutto dell'apparato respiratorio), conseguenze di lesioni e lesioni dell'apparato muscolo-scheletrico, malattie del sistema nervoso periferico di eziologia vertebrogenetica con sindrome da dolore grave (radicolite, plessite, nevralgia, miosite), malattie delle articolazioni e delle ossa, insufficienza della radiazione solare, anemia secondaria, disordini metabolici, erisipela.

Controindicazioni

Ipertiroidismo, aumento della sensibilità ai raggi ultravioletti, insufficienza renale cronica, lupus eritematoso sistemico, malaria.

Radiazione ultravioletta a onde lunghe

Irradiazione ultravioletta a onde lunghe (DUV) - uso terapeutico e profilattico della radiazione DUV (320-400 nm).

Meccanismi di effetti terapeutici

I raggi ultravioletti a onda lunga stimolano la proliferazione delle cellule dello strato malpighiano dell'epidermide e la decarbossilazione della tirosina con la successiva formazione di melanina nelle cellule dello strato spinoso. Questo porta alla stimolazione compensatoria della sintesi di ACTH e di altri ormoni coinvolti nella regolazione umorale. I prodotti della fotodistruzione della proteina formatasi durante l'irradiazione stimolano i processi che portano alla proliferazione dei linfociti B, la degranulazione dei monociti e dei macrofagi dei tessuti e la formazione di immunoglobuline. I raggi DUV hanno un debole effetto di formazione di eritemi. È usato nella terapia PUVA per il trattamento delle malattie della pelle.

I raggi DUV, come altre aree della radiazione UV, causano un cambiamento nello stato funzionale del SNC e nella sua parte più alta della corteccia cerebrale. A causa della reazione riflessa, la circolazione sanguigna è migliorata, l'attività settoriale degli organi digestivi e lo stato funzionale dei reni sono migliorati. I raggi DUV influiscono sul metabolismo, principalmente minerale e azoto.

Le applicazioni locali dei fotosensibilizzatori sono ampiamente utilizzate per forme limitate di psoriasi. Recentemente, l'UV-B è stato usato come sensibilizzatore con una maggiore attività biologica. L'esposizione combinata a UV-A e UV-B è detta esposizione selettiva.

L'irradiazione con raggi ultravioletti a onde lunghe viene utilizzata anche nelle installazioni di lettini abbronzanti (Figura 3). Contengono quantità diverse di lampade con riflettore di gonfiaggio (con una potenza nominale di 80-100 W) per la concia del corpo e lampade alogene metalliche (con una potenza nominale di 400 W) per le persone conciate.

Pertanto, i principali effetti terapeutici dei raggi DOUF sono: formazione dei pigmenti, immunostimolazione e fotosensibilizzazione.

Le indicazioni per il loro uso sono: malattie infiammatorie croniche degli organi interni (in particolare l'apparato respiratorio), malattie del supporto e degli organi di movimento, ustioni, congelamento, ferite e ulcere lancinanti, malattie della pelle (psoriasi, eczema, vitiligine, seborrea, ecc.).

Controindicazioni:

- processi anti-infiammatori acuti,

- malattie del fegato e dei reni con una pronunciata violazione delle loro funzioni,

- ipersensibilità alle radiazioni duv.

http://www.physiotherapy.ru/factors/phototherapy/ultraviolet-radiation.html

Cos'è Duff

onda lunga ultravioletta [radiazione]

Dizionario di abbreviazioni e abbreviazioni. Accademico. 2015.

Scopri che cosa "DUF" in altri dizionari:

Clan MacGregor - Clan MacGregor... Wikipedia

Clan MacGregor - Clan MacGregor MacGregor / MacGrioghair Motto Siamo la famiglia reale (gaelico S roghal mo dhream) della Terra di Argyll e Perthshire Klich Forest Peak! (Gaelico, Ard Choille!)... Wikipedia

Scozia - (Scozia, antica Caledonia) è uno dei tre paesi che compongono il Regno Unito di Gran Bretagna, forma la parte settentrionale dell'isola di Gran Bretagna, tra 54 ° 37 58 ° 41 latitudine nord e 4 ° 6 8 ° 35 longitudine ovest, spegnendo le isole. S. separato dal... Dizionario Enciclopedico F.A. Brockhaus e I.A. Efron

Jacob IV (Re di Scozia) - Jacob IV Scottish James IV of Scotland Seumas IV Alba Jacob IV, Re di Scozia... Wikipedia

Mavrovo e Rostusha - Comunità Mavrovo e Rostusha maced. Opshtina Mavrovo e Rostusha Paese Repubblica di Macedonia Comunità di status Inclusa nella regione di Polozha... Wikipedia

Giacomo IV (re di Scozia) - Giacobbe IV, re di Scozia Giacobbe IV (Giacomo IV, 17 marzo 1473 14 settembre 1513) Re di Scozia (1488-1513) della dinastia Stuart, primo re del Rinascimento. Contenuto 1 Giovane... Wikipedia

Giacomo IV - Giacobbe IV, re di Scozia Giacobbe IV (Giacomo IV, 17 marzo 1473 9 settembre 1513) Re di Scozia (1488 1513) della dinastia degli Stuart, il primo re del Rinascimento. Contenuto 1 Giovane... Wikipedia

Mavrovo e Rostusha (comunità) - Comunità Mavrovo e Rostusha maced. Opshtina Mavrovo e Rostusha Paese Repubblica di Macedonia Status Community Include 42 località Centro amministrativo Rostusha Governatore della città Fuat Durmishi Nasele... Wikipedia

Comunità Mavrovo e Rostusha - maced. Opshtina Mavrovo e Rostusha Paese Repubblica di Macedonia Status Community Include 42 località Centro amministrativo Rostusha Governatore della città Fuat Durmishi Nasele... Wikipedia

Jacob IV - Scottish James IV of Scotland Seumas IV Alba... Wikipedia

http://sokrasheniya.academic.ru/27619/%D0%94%D0%A3%D0%A4

Uso terapeutico della radiazione ultravioletta.

La radiazione ultravioletta del Sole e le fonti artificiali, a seconda della lunghezza d'onda, sono divise in tre intervalli:

  • - regione A - lunghezza d'onda di 400-320 nm (radiazione UV-A ultravioletta a onde lunghe);
  • - Regione B - lunghezza d'onda di 320-275 nm (radiazione ultravioletta a onde medie UV-B);
  • - Regione C - lunghezza d'onda di 275-180 nm (radiazione ultravioletta UV-C a onda corta).

Esistono differenze significative nell'effetto delle radiazioni a onde lunghe, medie e corte su cellule, tessuti e corpo.

La radiazione a onda lunga della regione A (UV-A) ha un effetto biologico diverso, che causa la pigmentazione della pelle e la fluorescenza delle sostanze organiche. I raggi UV-A hanno il più alto potere penetrante, che permette ad alcuni atomi e molecole del corpo di assorbire selettivamente l'energia della radiazione UV e andare in uno stato eccitato instabile. La successiva transizione allo stato iniziale è accompagnata dal rilascio di quanti di luce (fotoni) in grado di avviare vari processi fotochimici, che interessano principalmente il DNA, l'RNA e le molecole proteiche.

I processi fototecnici causano reazioni e cambiamenti da parte di vari organi e sistemi che costituiscono la base dell'azione fisiologica e terapeutica dei raggi UV. Gli spostamenti e gli effetti che si verificano nel corpo irradiati con raggi UV (foto eritema, pigmentazione, desensibilizzazione, effetto battericida, ecc.) Hanno una chiara dipendenza spettrale (Figura 1), che funge da base per l'uso differenziato di varie parti dello spettro UV.

Figura 1 - Dipendenza spettrale dei più importanti effetti biologici della radiazione ultravioletta

L'irradiazione con raggi UV UV medi provoca la fotolisi delle proteine ​​con la formazione di sostanze biologicamente attive, e l'esposizione ai raggi a onde corte più spesso porta alla coagulazione e alla denaturazione delle molecole proteiche. Sotto l'influenza dei raggi UV delle gamme B e C, specialmente nei grandi dosaggi, si verificano cambiamenti negli acidi nucleici, a seguito delle quali possono verificarsi mutazioni cellulari.

Allo stesso tempo, i raggi a lunghezza d'onda lunga portano alla formazione di uno specifico enzima di fotoreattazione che promuove la riduzione degli acidi nucleici.

  1. Più comunemente, la radiazione UV viene utilizzata a scopo terapeutico.
  2. I raggi UV vengono anche utilizzati per sterilizzare e disinfettare l'acqua, l'aria, i locali, gli oggetti, ecc.
  3. Il loro uso per scopi profilattici e cosmetici è abbastanza comune.
  4. Applicare la radiazione UV e per scopi diagnostici, per determinare la reattività dell'organismo, in metodi luminescenti.

La radiazione UV è un fattore vitale e la sua carenza a lungo termine porta allo sviluppo di una specie di complesso di sintomi con "carenza di luce" o "carenza di raggi UV". Il più spesso è manifestato dallo sviluppo di avitaminosis D, un indebolimento delle reazioni immunobiological protettive del corpo, l'esacerbazione delle malattie croniche, disordini funzionali del sistema nervoso, ecc. Ai contingenti che avvertono "la mancanza UV" includono i lavoratori in miniere, miniere, sottopassaggi, persone che lavorano nel besfonnymi senza finestre officine, sale macchine e l'estremo nord.

Esposizione ai raggi UV

La radiazione ultravioletta è prodotta da vari prodotti artificiali con diverse lunghezze d'onda λ. L'assorbimento dei raggi UV è accompagnato da una serie di processi fotochimici e fotofisici primari, che dipendono dalla loro composizione spettrale e determinano l'effetto fisiologico e terapeutico del fattore sul corpo.

I raggi ultravioletti a onde lunghe (DOF) stimolano la proliferazione delle cellule dello strato malpighiano dell'epidermide e la decarbossilazione della tirosina con la successiva formazione di strati spinosi nelle cellule. Poi viene la stimolazione della sintesi di ACTH e di altri ormoni, ecc. Si ottengono vari cambiamenti immunologici.

I raggi DUV hanno un effetto biologico più debole rispetto ad altri raggi UV, compreso l'effetto di formazione di eritemi. Per migliorare la sensibilità della pelle a loro, vengono utilizzati fotosensibilizzatori, il più delle volte composti della serie furocarina (puvalene, perossido, psoralene, amminofurina, ecc.)

Questa proprietà delle radiazioni a onda lunga consente di essere utilizzata nel trattamento delle malattie della pelle. Il metodo della terapia PUVA (anche l'alcol salicilico).

Quindi, possiamo distinguere le principali caratteristiche degli effetti terapeutici dei duo-raggi:

  1. Gli effetti terapeutici sono
  • - fotosensibilizzante,
  • - cromogenico,
  • - immunostimolante.
  1. I raggi DUV, come altre aree della radiazione UV, causano un cambiamento nello stato funzionale del SNC e nella sua parte più alta della corteccia cerebrale. A causa della reazione riflessa, la circolazione sanguigna è migliorata, l'attività settoriale degli organi digestivi e lo stato funzionale dei reni sono migliorati.
  2. I raggi DUV influiscono sul metabolismo, principalmente minerale e azoto.
  3. Le applicazioni locali dei fotosensibilizzatori sono ampiamente utilizzate per forme limitate di psoriasi. Recentemente, l'UV-B è stato usato come sensibilizzatore con una maggiore attività biologica. L'esposizione combinata a UV-A e UV-B è detta esposizione selettiva.
  4. I raggi DUV sono utilizzati sia per esposizioni locali che generali. Le principali indicazioni per il loro uso sono:
  • - malattie della pelle (psoriasi, eczema, vitiligine, seborrea, ecc.)
  • - malattie infiammatorie croniche degli organi interni (in particolare l'apparato respiratorio)
  • - malattie degli organi di supporto e movimento di varie etnologie
  • - ustioni, congelamento
  • - ferite e ulcere a lenta guarigione, scopi cosmetici.
  • - processi anti-infiammatori acuti,
  • - malattie del fegato e dei reni con una pronunciata violazione delle loro funzioni,
  • - ipertiroidismo,
  • - ipersensibilità alle radiazioni duv.

La radiazione ultravioletta a onde medie (SUF) ha un effetto biologico pronunciato e versatile.

Quando si assorbe la radiazione quanta suf nella pelle, si formano prodotti a basso peso molecolare di fotolisi proteica e prodotti di perossidazione lipidica. Causano cambiamenti nell'organizzazione ultrastrutturale delle membrane biologiche, dei complessi proteico-lipidici, degli enzimi di membrana e delle loro proprietà fisico-chimiche e funzionali più importanti.

I prodotti Photodecay attivano il sistema dei fagociti mononucleati e provocano la degranulazione dei labrociti e dei basofili. Di conseguenza, sostanze biologicamente attive (kininn, prostaglandine, eparina, leucotrieni, trombossani, ecc.) E mediatori vasoattivi (acetilcolina, istamina) vengono rilasciati nella zona irradiata e nei tessuti adiacenti, che aumentano significativamente la permeabilità e il tono vascolare e contribuiscono anche al rilassamento della muscolatura liscia. A causa dei meccanismi umani, aumenta il numero di capillari della pelle funzionanti, aumenta il tasso di flusso sanguigno locale, che porta alla formazione di eritroma.

L'irradiazione ripetuta del SUF può portare alla comparsa di pigmentazione rapidamente scomparsa, che contribuisce ad aumentare la funzione barriera della pelle, aumentando la sua sensibilità al freddo e la resistenza all'azione di sostanze tossiche e fattori avversi.

Sia la reazione eritemica che altri cambiamenti causati dai raggi del suf dipendono non solo dalla lunghezza d'onda, ma anche dal dosaggio. In fototerapia, è usato in dosi eritemiche e suberithemiche.

L'irradiazione dei raggi SUF nei dosaggi di suberitina favorisce la formazione di vitamina D nella pelle, che, dopo la sua biotrasformazione nel fegato e nei reni, è coinvolta nella regolazione del metabolismo del calcio-fosforo nel corpo. L'irradiazione del Suf contribuisce alla formazione non solo della vitamina D1, ma anche del suo isomero - ergocalcifemina (vitamina D2). Quest'ultimo ha un effetto anti-rachitico, stimola le vie aerobiche e anaerobiche della respirazione cellulare. I suffragi a piccole dosi modulano anche il metabolismo di altre vitamine (A e C) causando l'attivazione dei processi metabolici nei tessuti irradiati. Sotto la loro influenza, la funzione adattivo-trofica del sistema nervoso simpatico viene attivata, i processi disturbati di vari tipi di metabolismo, l'attività cardiovascolare sono normalizzati.

Pertanto, le radiazioni SUF hanno un marcato effetto biologico. A seconda della fase di irradiazione, è possibile ottenere un eritema sulla pelle e sulle mucose o eseguire un trattamento in una dose che non lo causa. Il meccanismo dell'effetto terapeutico delle dosi eritemiche e non eritemiche di suf è diverso, quindi le indicazioni per l'uso della radiazione ultravioletta saranno diverse.

L'eritema ultravioletto compare nel sito di esposizione agli UV-B dopo 2-8 ore ed è associato alla morte delle cellule epidermiche. I prodotti di fotolisi delle proteine ​​entrano nel flusso sanguigno e causano vasodilatazione, gonfiore della pelle, migrazione dei leucociti, irritazione di numerosi recettori, che portano alla comparsa di una serie di reazioni riflesse del corpo.

Inoltre, i prodotti di fotolisi che entrano nel flusso sanguigno hanno un effetto umorale sui singoli organi, sul sistema nervoso e sul sistema endocrino del corpo. I fenomeni di infiammazione asettica diminuiscono gradualmente entro il settimo giorno, lasciando dietro la pigmentazione della pelle il sito di irradiazione.

I principali effetti terapeutici della radiazione SUF:

  1. I raggi del SUF sono la formazione di vitamine, la tropo-stimolazione, l'immunomodulazione - queste sono dosi sub-aritmiche.
  2. Antinfiammatorio, analgesico, desensibilizzante: questa è una dose di eritema.
  3. Malattie bronchiali, asma, indurimento: si tratta di una dose non eritemica.

Indicazioni per l'uso topico di UV-B (dosi sub-eritemiche ed eritemiche):

  • - neurite acuta
  • - miosite acuta
  • - malattie della pelle pustolosa (furukul, carbonchio, sicosi, ecc.)
  • - boccale
  • - ulcere trofiche
  • - ferite cicatrizzanti lente
  • - piaghe da decubito
  • - malattie infiammatorie e post-traumatiche delle articolazioni
  • - artrite reumatoide
  • - asma bronchiale
  • - bronchite acuta e cronica
  • - malattie respiratorie acute
  • - infiammazione dell'utero
  • - tonsillite cronica.

Le zone non eritematose della radiazione ultravioletta dello spettro B con irradiazione generale del corpo eliminano gli effetti della D-ipovitaminosi associata a una mancanza di luce solare. Normalizza il metabolismo del fosforo e del calcio, stimola la funzione dei sistemi simpatico-surrenale e pituitario-surrenale, aumenta la resistenza meccanica del tessuto osseo e stimola la formazione del callo, aumenta la resistenza della pelle del corpo e l'organismo nel suo insieme a fattori ambientali dannosi. Le reazioni allergiche ed essudative sono ridotte, aumentano le prestazioni mentali e fisiche. Altri disturbi nel corpo causati dalla fame solare sono indeboliti.

Indicazioni per l'uso generale di UV-B (dosi non eritemiche):

  • - D-ipovitaminosi
  • - disordine metabolico
  • - predisposizione alle malattie pustolose
  • - neurodermatite
  • - psoriasi
  • - fratture ossee e compromissione della formazione del callo
  • - asma bronchiale
  • - malattie croniche dell'apparato bronchiale
  • - indurimento del corpo.

Controindicazioni:

  • - neoplasie maligne
  • - tendenza a sanguinare
  • - malattie sistemiche del sangue
  • - tireotossicosi
  • - tubercolosi attiva
  • - ulcera peptica e ulcera duodenale nella fase acuta
  • - ipertensione II e III stadi
  • - aterosclerosi distale delle arterie cerebrali e delle arterie coronarie.

Radiazione dello spettro di radiazioni ultraviolette a onde corte (KUV).

La radiazione UV della gamma a onde corte è un fattore fisico attivo, poiché i suoi quanti hanno le maggiori riserve energetiche. È in grado di provocare denaturazione e fotolisi degli acidi nucleici e delle proteine ​​a causa dell'assorbimento eccessivo dell'energia dei suoi quanti da parte di varie molecole, principalmente DNA e RNA.

Quando agisce sui microorganismi, sulle cellule, questo porta all'inattivazione della loro denaturazione del genoma e delle proteine, che porta alla loro morte.

Quando vengono emessi raggi KUF, si verifica un effetto battericida, poiché il loro impatto diretto sulla proteina è fatale per le cellule di virus, microrganismi e funghi.

I raggi KUV causano, dopo uno spasmo a breve termine, la dilatazione dei vasi sanguigni, specialmente le vene subcapolari.

Indicazioni per l'uso della radiazione KUV:

  • - irradiazione delle superfici delle ferite
  • - piaghe da decubito e nicchie a mandorla dopo tonsillectina con catena battericida
  • - riabilitazione del rinofaringe nelle malattie acute da alleviamento
  • - trattamento di otite esterna
  • - disinfezione aerea in sale operatorie, unità procedurali, inalazione, rianimazione, reparti pazienti, strutture per l'infanzia e scuole.

La pelle e la sua funzione

La pelle umana rappresenta il 18% del peso corporeo e ha una superficie totale di 2 m2. La pelle è composta da tre strati anatomicamente e fisiologicamente strettamente interconnessi:

  • - epidermide o cuticola
  • - derma (pelle corretta)
  • - ipoderma (cuscinetto adiposo sottocutaneo).

L'epidermide è costituita da cellule epiteliali (epitermociti) di diversa forma e struttura, disposte a strati. Inoltre, ciascuna cella sovrastante deriva dal sottostante, riflettendo una certa fase della sua vita.

Gli strati dell'epidermide sono disposti nella seguente sequenza (dal basso verso l'alto):

  • - basale (D) o germinale;
  • - uno strato di cellule spinose;
  • - uno strato di cheratoialine o cellule granulari;
  • - epeidina o lucida;
  • - cornea.

Oltre agli epidermociti, ci sono cellule nell'epidermide (nello strato basale) che sono in grado di produrre melanina (melanociti), cellule di Lagergans, cellule di Greenstein, ecc.

Il derma si trova direttamente sotto l'epidermide ed è separato da essa dalla membrana principale. Nel derma distinguere gli strati papillare e reticolare. È costituito da fibre di collagene, elastiche e reticoline (argirofile), tra le quali si trova la sostanza principale.

Nel derma, infatti, nella pelle è lo strato papillare, ricco di sangue e vasi linfatici. Ci sono anche plessi di fibre nervose, dando origine a numerose terminazioni nervose nell'epidermide e nel derma. Nel derma, il sudore e le ghiandole sebacee e i follicoli piliferi sono posti a vari livelli.

Il tessuto grasso sottocutaneo è lo strato più profondo della pelle.

Le funzioni della pelle sono complesse e diverse. La pelle svolge barriera protettiva, termoregolazione, escrezione, scambio, recettore, ecc.

Barriera - la funzione protettiva, che è considerata la funzione più importante della pelle umana e animale, viene effettuata attraverso vari meccanismi. Quindi, uno strato corneo forte ed elastico resiste agli effetti meccanici e riduce gli effetti dannosi delle sostanze chimiche. Lo strato corneo, essendo un cattivo conduttore, protegge gli strati profondi dall'asciugatura, dal raffreddamento e dall'azione della corrente elettrica.

Figura 2 - La struttura della pelle

Sebo, la secrezione prodotto delle ghiandole sudoripare e dell'epitelio esfoliante fiocchi formare il film di emulsione sulla superficie della pelle (manto protettivo), che svolge un ruolo importante nella protezione della pelle dagli effetti chimici, biologici e agenti fisici.

La reazione acida del mantello idrolipidico e degli strati superficiali della pelle, nonché le proprietà battericide della secrezione cutanea, sono un importante meccanismo di barriera per i microrganismi.

Il pigmento melanina svolge un certo ruolo nella protezione dai raggi luminosi.

La barriera elettrofisiologica è il principale ostacolo alla penetrazione di sostanze nella pelle, anche durante l'elettroforesi. Si trova a livello dello strato basale dell'epidermide ed è uno strato elettrico con strati eterogenei. Lo strato esterno a causa della reazione acida ha una carica "+" e l'interno "-". Va tenuto presente che, da un lato, la funzione protettiva della barriera della pelle indebolisce l'effetto dei fattori fisici sul corpo e, dall'altro, i fattori fisici possono stimolare le proprietà protettive della pelle e quindi realizzare effetti terapeutici.

La termoregolazione fisica del corpo è anche una delle più importanti funzioni fisiologiche della pelle ed è direttamente correlata al meccanismo d'azione dei fattori idroterapeutici. Viene effettuato dalla pelle mediante radiazioni termiche sotto forma di raggi infrarossi (44%) di conduzione del calore (31%) e di evaporazione dell'acqua dalla superficie della pelle (21%). È importante notare che la pelle con i suoi meccanismi di termoregolazione gioca un ruolo importante nell'acclimatazione del corpo.

La funzione secretoria-escretoria della pelle è associata all'attività del sudore e delle ghiandole sebacee. Svolge un ruolo importante nel mantenimento dell'omeostasi del corpo, nell'implementazione delle proprietà barriera della pelle.

Le funzioni respiratorie e di riassorbimento sono strettamente correlate. La funzione respiratoria della pelle, consistente nell'assorbimento di ossigeno e nel rilascio di anidride carbonica, non ha importanza per l'organismo nell'equilibrio generale della respirazione. Tuttavia, la respirazione attraverso la pelle può aumentare in modo significativo in condizioni di alta temperatura dell'aria.

La funzione di riassorbimento della pelle, la sua permeabilità sono di grande importanza non solo in dermatologia e tossicologia. La sua importanza per la fisioterapia è determinata dal fatto che la componente chimica di molti fattori terapeutici (medicinali, bagni di gas e minerali, fangoterapia, ecc.) Dipende dalla penetrazione dei loro ingredienti costituenti attraverso la pelle.

La funzione di scambio della pelle ha caratteristiche specifiche. Da un lato, nella pelle ci sono solo processi metabolici intrinseci (la formazione di cheratina, melanina, vitamina D, ecc.), Dall'altro - prende una parte attiva nel metabolismo generale nel corpo. Particolarmente grande è il suo ruolo negli scambi di grassi, minerali, carboidrati e vitamine.

La pelle è anche un luogo di sintesi di sostanze biologicamente attive (eparina, istamina, serotonina, ecc.).

La funzione del recettore della pelle assicura la sua connessione con l'ambiente esterno. La pelle svolge questa funzione sotto forma di numerosi riflessi condizionati e incondizionati dovuti alla presenza in esso dei vari recettori sopra menzionati.

Si ritiene che per 1 cm2 di pelle ci siano 100-200 punti di dolore 12-15 di freddo, 1-2 di temperatura, 25 punti di pressione.

La relazione con gli organi interni è strettamente connessa - i cambiamenti nella pelle influenzano l'attività degli organi interni e i disturbi degli organi interni sono accompagnati da cambiamenti nella pelle. Questa interrelazione si manifesta in modo particolarmente evidente nelle malattie interne nella forma delle cosiddette zone di Zakharin-Ged riflessogene o dolorose.

Le zone di Zakharyin-Geda sono determinate aree della pelle, in cui spesso le malattie degli organi interni compaiono come riflesso del dolore, così come l'iperestesia del dolore e della temperatura.

1 polmoni e bronchi;

4 vescica;

8 Stomaco, pancreas

10 Sistema genito-urinario

Figura 3 - Posizione della zona di Zakharyin-Ged

Tali zone nelle malattie degli organi interni si trovano anche nella zona della testa. Ad esempio, il dolore nella regione naso-frontale corrisponde alle lesioni delle parti superiori dei polmoni, dello stomaco, del fegato e della bocca dell'aorta.

Dolore nella zona medio-oculare dei polmoni, cuore, aorta ascendente.

Dolore nella regione fronto-temporale dei polmoni, cuore.

Dolore nella regione parietale, danno al piloro e all'intestino superiore, ecc.

La zona di comfort è una regione delle condizioni di temperatura dell'ambiente esterno che induce una persona a subire soggettivamente una buona sensazione di calore senza segni di raffreddamento o surriscaldamento.

Per un uomo nudo 17.3 ° C - 21.7 ° C

Per una persona vestita 16,7 ° C - 20,6 ° C

Terapia ultravioletta pulsata

Istituto di ricerca di ingegneria meccanica Ingegneria meccanica Università statale di Mosca. Bauman (Shashkovsky SG, 2000) ha sviluppato un apparato portatile "Melitta 01 'per l'irradiazione locale della pelle colpita superfici di copertura, mucose altamente pulsate ultravioletta spettro continuo nell'intervallo 230-380 nm.

La modalità di funzionamento di questa unità è periodica a impulsi con una frequenza di 1 Hz. La generazione automatica di 1, 4, 8, 16, 32 impulsi è fornita nel dispositivo. Densità di potenza dell'impulso di uscita a una distanza di 5 cm dal bruciatore 25 W / cm2

indicazioni:

  • - Malattie Pyo-infiammatorie della pelle e del tessuto sottocutaneo (foruncolo, favo, hidradenitis) durante il periodo iniziale dopo idratazione cavità purulenta chirurgici e autopsia;
  • - ampie ferite purulente, ferite dopo la necrotomia, ferite prima e dopo l'autodermoplastica;
  • - granulosità dopo ferite termiche, chimiche, radiazioni;
  • - ulcere trofiche e ferite di guarigione;
  • - erysipelas;
  • - infiammazione erpetica della pelle e delle mucose;
  • - irradiazione delle ferite prima del trattamento chirurgico primario e dopo di esso per prevenire lo sviluppo di complicanze purulente;
  • - disinfezione dell'aria interna, dell'abitacolo, dell'autobus e dell'ambulanza.

Magnetismo pulsato con un campo rotante e una frequenza di ripetizione variabile degli impulsi automaticamente.

Le basi dell'azione terapeutica sono leggi fisiche conosciute. Nella carica elettrica in movimento nel vaso sanguigno in un campo magnetico, forza di Lorentz atti perpendicolare al vettore velocità della carica, la costante nella costante e alternato, in modo alternato campo magnetico rotante. Questo fenomeno si realizza a tutti i livelli del corpo (atomico, molecolare, subcellulare, cellulare, tissutale).

Azione pulsati a bassa intensità terapia magnetica ha un effetto attivo sul fondo trova muscoli, nervi, ossa, organi interni, migliorando la microcircolazione, il metabolismo e la rigenerazione stimolante. correnti elettriche ad alta densità, indotte da un campo magnetico pulsato, attiva spesse fibre nervose mielinizzate, con conseguente impulsi afferenti bloccato dolore meccanismo focolare spinale "blocco gating". La sindrome del dolore viene alleviata o eliminata completamente durante la procedura o dopo le prime procedure. In termini di gravità dell'effetto analgesico, la magnetoterapia pulsata supera notevolmente altri tipi di terapia magnetica.

Grazie ai campi magnetici rotanti pulsati, diventa possibile indicizzare nella profondità dei tessuti senza danneggiare i campi elettrici e le correnti, di notevole intensità. Questo permette un decongestionante terapeutico pronunciato, analgesico, antinfiammatorio, stimola i processi di rigenerazione, effetti di azione biostimolanti che superano in gravità più volte gli effetti terapeutici derivati ​​da tutti i dispositivi noti di magnetoterapia a bassa frequenza.

I dispositivi di magnetoterapia a impulsi sono un trattamento moderno ed efficace delle lesioni traumatiche, delle malattie infiammatorie, degenerative-distrofiche dei sistemi nervoso e muscolo-scheletrico.

effetti terapeutici della terapia magnetico pulsato: analgesico, decongestionante, antinfiammatoria, vasoattivo stimolando processi di rigenerazione dei tessuti danneggiati, neyrostimuliruyuschy, myostimulating.

indicazioni:

  • - malattie e lesioni traumatiche del SNC (ictus cerebrale ischemico, conseguenze ischemici transitori di lesioni cerebrali traumatiche con disturbi del movimento, lesioni del midollo spinale chiuso con il motore per decadimento e paralisi cerebrale paralisi operativamente isterica)
  • - danno traumatico al locomotore (lividi tessuti molli, articolazioni, ossa, distorsione e giunti chiuso nella immobilizzazione di rigenerazione fase riparativa, fratture aperte, articolazioni, lesioni dei tessuti molli durante immobilizzazione nella fase riparativa rigenerazione, malnutrizione, atrofia muscolare a causa di ipodynamia causata da lesioni traumatiche del sistema muscolo-scheletrico),
  • - lesioni infiammatorie degenerative-distrofiche del sistema muscolo-scheletrico (deformando l'artrosi delle articolazioni con sintomi di sinovite;, scoliosi nei bambini),
  • - malattie infiammatorie chirurgici (periodo post-operatorio dopo interventi chirurgici sul sistema muscolo-scheletrico, pelle e del tessuto sottocutaneo, ferite vyalozazhivayuschie, piaghe, bolle, pustole, cellulite dopo la chirurgia, mastite)
  • - malattie del sistema broncopolmonare (asma da lieve a moderata, bronchite cronica),
  • - malattie dell'apparato digerente (ipocinetici funzione disturbi-evacuazione dello stomaco dopo lo stomaco e vagotomia, disfunzioni gipomotornaya, colon, stomaco, cistifellea, epatite cronica, insufficienza epatica moderata, pancreatite cronica con insufficienza secretoria)
  • - malattie del sistema cardiovascolare (lesioni occlusali delle arterie periferiche della genesi aterosclerotica),
  • - malattie urologiche (pietra nell'uretere, condizione dopo litotripsia, atonia della vescica, debolezza dello sphincher e del detrusore, prostatite),
  • - malattie ginecologiche (malattie infiammatorie dell'utero e appendici, malattie causate da ipofunzione ovarica),
  • - prostatite cronica e disturbi sessuali negli uomini
  • - malattie dentali (malattia parodontale, dolori di riempimento).

Controindicazioni:

  • - grave ipotensione
  • - disturbi sistemici del sangue
  • - tendenze al sanguinamento,
  • - tromboflebite,
  • - malattia tromboembolica, fratture ossee prima dell'immobilizzazione,
  • - la gravidanza,
  • - tireotossicosi e gozzo nodulare,
  • - ascesso, flemmone (prima dell'apertura e drenaggio delle cavità),
  • - neoplasie maligne,
  • - stato febbrile
  • - malattia di calcoli biliari
  • - epilessia.

warning:

La terapia magnetica pulsata non può essere utilizzata in presenza di un pacemaker impiantato, poiché i potenziali elettrici indotti possono interferire con il suo funzionamento; con vari oggetti metallici che giacciono liberi nei tessuti del corpo (ad esempio, frammenti di ferite), se sono a meno di 5 cm dagli induttori, poiché durante il passaggio di impulsi di campo magnetico, oggetti fatti di materiali elettricamente conduttivi (acciaio, rame, ecc.) possono muoversi e causare danni ai tessuti circostanti. Non è permesso influenzare l'area del cervello, del cuore e degli occhi.

Di grande interesse è la creazione di dispositivi magnetici pulsati di bassa intensità (20-150 mT) con una frequenza di ripetizione dell'impulso che approssimativamente coincide con la frequenza dei propri biopotenziali dell'organo (2-4-6-8-10-12 Hz). Ciò consentirebbe effetti di biorisonanza sugli organi interni (fegato, pancreas, stomaco, polmoni) di campo magnetico pulsato e influenzerebbe positivamente la loro funzione. È già noto che una UTI positiva colpisce la frequenza di 8-10 Hz sulla funzionalità epatica in pazienti con epatite tossica (alcolica).

http://www.solnyshco.com/publ/lechebnoe_primenenie_ultrafioletovogo_izluchenija/1-1-0-2

Radiazione UV, DUV, KUV

Per uso terapeutico della radiazione UV con irradiazione ultravioletta - stazionaria, desktop e portatile. Come sorgenti di radiazioni ultraviolette dello spettro integrato per irradiazione individuale, vengono usati irradiatori al mercurio, a stazionario, portatili o da tavolo, per le esposizioni di gruppo - lampade di tipo faro. L'irraggiamento di gruppo con radiazione ultravioletta a onde lunghe viene prodotto utilizzando un irradiatore eritematoso mobile. Gli effetti terapeutici dei raggi ultravioletti a onda corta vengono effettuati utilizzando i dispositivi OKUF-5, per la disinfezione della parete utilizzata per l'aria o degli irradiatori battericidi mobili.

Questi ultimi si distinguono dagli irradiatori mobili a onde lunghe dall'assenza di lampade ad incandescenza e dal fatto che le lampade montate verticalmente in vetro UV non hanno fosforo - sono trasparenti. Con tutti i metodi di irradiazione ultravioletta individuale, l'emettitore non deve essere installato direttamente sopra il paziente, ma lateralmente ad una distanza adeguata per evitare una caduta pericolosa della lampada o delle sue parti in caso di un incidente accidentale della lampada.

L'irradiazione con raggi ultravioletti viene effettuata a una temperatura dell'aria non inferiore a 20 ° C. Per ottenere l'effetto desiderato e prevenire le ustioni, la radiazione ultravioletta deve essere rigorosamente misurata. In pratica, determinare la dose minima di radiazione dell'irradiatore, causando la reazione minima (soglia) sulla pelle irradiata. Questa dose, espressa nella durata dell'esposizione ad una certa distanza della lampada dal corpo che viene irradiato, è chiamata dose biologica - Biodo.

Negli ospedali determinare la dose per ciascun paziente, nelle cliniche, la dose media per la stagione.

Le biodie sono determinate usando un biodosimetro, una piastra in cui ci sono 6 aperture che sono chiuse dalle valvole. Un tale piatto è solitamente cucito in una tela cerata di grandi dimensioni. Per determinare il Biodo secco su una pancia nuda, lateralmente dalla linea mediana a livello dell'ombelico, il biodosimetro con fori chiusi viene fissato con nastro o cintura. Le aree della pelle non irradiate sono coperte da un lenzuolo.

Biodozy determinato quando lo stato stazionario della lampada (circa 10 minuti dopo la sua inclusione). In questo caso, la lampada deve essere rigorosamente sopra il dosimetro ad una certa distanza da esso (in genere 50 cm). Spingendo la valvola dal primo foro, irradiare la pelle sotto di essa per mezzo minuto (secondo un cronometro). Quindi apri il secondo foro e poi ogni successivo per mezzo minuto.

Pertanto, anche l'area della pelle sotto l'ultimo foro viene irradiata per mezzo minuto e i primi - 3 minuti. Dopo 6-8-24 ore dall'irraggiamento, quando si esamina la pelle, si riscontra il rossore più debole ma chiaramente definito. Determina la durata più breve dell'esposizione per ricevere la biodoze. Quindi, ad esempio, se sono apparse 5 strisce, l'ultima è stata irradiata per un minuto, quindi la biodeazione è pari a un minuto.

"Manuale di fisioterapia", A.N. Obrosov

http://www.medkursor.ru/biblioteka/physiotherapy/methods/3983.html

Cos'è la radiazione ultravioletta (UV)?

Il trattamento ultravioletto è stato a lungo tra i metodi tradizionali di fisioterapia. Il prototipo della moderna radiazione ultravioletta è un'antica pratica medica basata sulla radiazione solare naturale, oggi nota come elioterapia.

Disturbi evidenti nell'esecuzione di elioterapia (un numero limitato di giorni di sole all'anno, una grande dipendenza dal fattore naturale e l'incapacità di controllare il dosaggio delle radiazioni ultraviolette durante l'esposizione al sole) hanno rivelato la necessità di trovare modi per produrre artificialmente raggi ultravioletti. L'invenzione di dispositivi che consentono di generare onde luminose, ha segnato l'inizio del popolare metodo di irradiazione ultravioletta.

Quindi, qual è la radiazione ultravioletta (UV) e come viene espresso il suo effetto utile? Il fattore terapeutico attivo di questa tecnica è la radiazione ultravioletta - radiazione elettromagnetica invisibile all'occhio umano, che è caratterizzata da una lunghezza d'onda da 10 a 400 nm. I raggi UV penetrano nel tessuto organico, avviando una serie di fotoprocessi fisico-chimici. Tre categorie di raggi ultravioletti sono incluse nel campo di uso terapeutico: onda lunga (400-320 nm), onde medie (320- 275 nm) e onde corte (275-180 nm).

L'irradiazione del corpo con raggi ultravioletti a onde lunghe (DUV) avvia la formazione attiva di nuove cellule epidermiche e aumenta la produzione di melanina, che causa lo sviluppo di meccanismi umorali e regolatori. La fotolisi provoca una serie di cambiamenti distruttivi nei complessi proteici, durante i quali vengono rilasciate le cellule del sangue attive che sono coinvolte nelle reazioni immunitarie.

Un'ampia porzione di mediatori anti-infiammatori e idrolasi peptidiche, enzimi che idrolizzano le proteine ​​e rilasciano amminoacidi, vengono rilasciati nello strato dermico della pelle. L'aumento della concentrazione di ergosterolo nella pelle contribuisce ad aumentare il livello di vitamina D. In questo caso, il sovradosaggio di raggi DUV può causare danni ai macrofagi endermici della pelle, responsabili della somministrazione di antigeni al tessuto linfoide, fornendo risposta immunitaria.

A differenza di altri tipi di raggi UV, lunghezze d'onda lunghe causano deboli eritemi e un effetto biologico più delicato. Pertanto, viene spesso utilizzato per il trattamento di patologie cutanee, particolarmente efficaci nella psoriasi. E se hai bisogno di aumentare il livello di sensibilità alla pelle, usano anche sostanze fotosensibilizzanti (psoraleni, puvalen, ecc.).

Questa tecnica è ampiamente nota come terapia PUVA (PUVA sta per "psoralen" e "radiazione ultravioletta dall'area A"). Riassumendo, possiamo concludere che i raggi DUF sono caratterizzati da una serie di importanti proprietà terapeutiche: fotosensibilizzazione, immunomodulazione, pigmentazione.

Va notato anche l'effetto neuro-riflesso dei raggi DOF. L'ultravioletto attiva il lavoro della corteccia cerebrale e, di conseguenza, cambia lo stato funzionale del sistema nervoso centrale. Il rafforzamento della regolazione del riflesso provoca un'accelerazione del flusso sanguigno, un miglioramento della fornitura di organi e tessuti con ossigeno, stimola la funzione secretoria del tratto gastrointestinale e dei reni, normalizzando il metabolismo dell'azoto e del fosforo-potassio.

I raggi DUV sono utilizzati sia per irradiazione ultravioletta generale che locale. Sono ampiamente utilizzati nel trattamento di processi infiammatori nella fase cronica, in particolare bronchi e polmoni, disturbi del sistema muscolo-scheletrico, lesioni cutanee (congelamento, ustioni, ulcere) e malattie della pelle (seborrea, psoriasi, eczema, ecc.). L'irradiazione del DUV contribuisce al rafforzamento generale del corpo, alla prevenzione del rachitismo nei bambini deboli. Le controindicazioni sono: disfunzioni acute dei reni e del fegato, processi purulento-infiammatori nella fase acuta, ipertiroidismo.

La radiazione ultravioletta ad onde medie (SUF) ha un effetto sfaccettato sul corpo. La fotolisi delle strutture proteiche comporta un numero di deformazioni a livello cellulare, che provoca un aumento della permeabilità delle pareti dei vasi arteriosi e venosi, il rilassamento della muscolatura liscia degli organi interni (intestino, stomaco). L'effetto vasodilatatore porta al fatto che i vasi capillari, che si sono irrigiditi in precedenza, sono inclusi nel sistema di irrorazione sanguigna, la circolazione sanguigna periferica viene accelerata, che si manifesta sotto forma di arrossamento (eritema) delle aree cutanee locali. L'irradiazione suf ripetuta comporta pigmentazione debole e instabile della pelle, rafforza la funzione protettiva della pelle, aumenta la sua resistenza ai patogeni esterni.

I Suf contribuiscono alla produzione attiva delle vitamine D1 e D2, che migliorano la respirazione cellulare e hanno un effetto antiossidante. La stimolazione dei processi metabolici con la partecipazione delle vitamine A e C migliora significativamente lo stato funzionale del sistema nervoso simpatico, normalizza i processi metabolici e regola l'attività del sistema cardiovascolare. Le radiazioni SUF hanno anche un effetto positivo sugli organi respiratori, diluendo e facilitando l'escrezione dell'espettorato, e ripristinando l'equilibrio acido dello stomaco e le funzioni urinarie dei reni. Le osservazioni mostrano che l'irradiazione suf può indebolire e neutralizzare i processi infiammatori, alleviare il gonfiore e ridurre il dolore.

I raggi del Suf sono usati sia a livello locale che generale. Nelle procedure generali, le parti anteriori, posteriori del corpo e del lato sono irradiate alternativamente. A poco a poco, con ogni sessione aumenta il dosaggio dei raggi. Il corso misura in media 20 procedure al giorno. L'irradiazione totale suf è indicata per asma bronchiale, d-ipovitaminosi, psoriasi, foruncolosi, neurodermite, disordini metabolici.

Con irradiazione locale SUF, l'impatto è su alcune parti del corpo con un'area di non più di 600 metri quadrati. vedi. Per un corso ogni sezione è irradiata 3-4 volte, la dose di radiazione aumenta ogni volta del 25 - 50%. L'irradiazione locale di suf è utilizzata nel trattamento di bronchiti, asma bronchiale, tonsillite cronica, malattie respiratorie acute, ulcere trofiche, piaghe da decubito, artrite, infiammazioni degli organi genitali femminili. L'irradiazione del SUF è controindicata in presenza di oncologia, ulcere gastriche e duodenali, malaria, lupus eritematoso sistemico, tireotossicosi.

La radiazione ultravioletta ad onda corta (KUF) ha il potenziale energetico più potente rispetto al resto. Iniziando la distruzione fotochimica dei complessi proteici, i raggi KUV hanno un elevato effetto antibatterico principalmente sulle formazioni fungine e sui microrganismi patogeni. L'arrossamento della pelle appare entro poche ore dopo l'irradiazione e scompare entro 1-2 giorni, lasciando una pigmentazione della pelle leggermente evidente. I raggi KUV agiscono attivamente per modificare la composizione qualitativa del sangue, aumentando il livello di emoglobina, stimolando la funzione dei globuli rossi, ripristinando il livello originale di coagulabilità del sangue e attivando il trofismo dei tessuti. In generale, i raggi KUF provocano effetti battericidi, immunomodulatori e catabolici.

La forma di applicazione preferita dei raggi KUF è l'irradiazione locale della pelle e delle mucose. L'impatto sul corpo viene effettuato a distanza - da 20-50 cm dalla superficie del corpo, perché la sensibilità della pelle ai raggi KUF è inferiore rispetto ad altre specie. Aumentare gradualmente la dose di radiazioni con ogni sessione. La durata media della procedura varia da 3 a 10 minuti, in totale sono richieste 7-10 procedure per il corso.

Tra le indicazioni per l'uso terapeutico dei raggi KUF sono l'infiammazione della pelle, gli organi ENT negli stadi acuti e subacuti, le ferite a lunga guarigione, le piaghe da decubito, le ulcere. Le controindicazioni alla procedura sono l'ipersensibilità della pelle e delle mucose, malattie cardiovascolari acute.

http://mednapravlenie.ru/diagnostika/ufo.html

Altri Articoli Su Vene Varicose

Emorroidi - patologia dell'intestino diretto, un ruolo cruciale nel trattamento di cui è data una varietà di candele. Naturalmente, molti pazienti si stanno chiedendo quali siano i migliori, il che è preferito, dato che il mercato dell'industria farmaceutica fornisce solo una vasta selezione di farmaci.