Che cosa sono le emorroidi nelle donne?

Emorroidi nelle donne - la malattia è abbastanza comune. Può avere molte ragioni e le conseguenze sono almeno spiacevoli, quindi prima inizierà il trattamento, meglio è. Certo, solo un medico può fare una diagnosi accurata. In presenza dei primi segni della malattia, è necessario contattare il proctologo.

Cause di

Sebbene le emorroidi siano una malattia che può colpire sia uomini che donne, le donne lo sviluppano più spesso. Ciò è dovuto a due fattori così importanti come la gravidanza e il travaglio. In ogni caso, le emorroidi si verificano a causa dello spasmo dello sfintere. In una tale situazione, le navi sono compresse, la congestione si verifica nelle vene, a causa della quale si formano successivamente protuberanze emorroidali. Il processo è piuttosto lungo, quindi il paziente ha più che abbastanza tempo per rilevarlo.

Le cause delle emorroidi nelle donne sono le seguenti:

  1. L'ipotermia è uno dei problemi più comuni. Gli amanti dei collant di nylon che continuano a indossarli in autunno e in inverno sono sempre a rischio per una tale malattia.
  2. Gravidanza - questo è il momento in cui il volume di sangue circolante nel corpo aumenta in modo significativo, e questo aumenta il carico sui vasi, inoltre, può portare a eventi stagnanti.
  3. Il parto è anche un fattore di maggiore carico. Secondo le statistiche, le emorroidi si verificano in circa il 90% delle donne che hanno partorito da sole, cioè senza un taglio cesareo.
  4. Stile di vita sedentario - porta quasi sempre alla stagnazione.
  5. Un maggiore esercizio, compreso l'allenamento della forza, può anche portare allo spasmo dello sfintere, motivo per cui appaiono le emorroidi.
  6. Bere alcol - in questi casi, l'acidità del contenuto intestinale aumenta, questo irrita lo sfintere e il meccanismo sopra descritto viene attivato.
  7. Stitichezza: tali violazioni si verificano sia nelle donne che negli uomini. I rappresentanti del sesso più debole possono essere scatenati da una moda di diete mono, in cui il corpo non riceve abbastanza fibra.

Ci sono altri fattori che possono innescare lo sviluppo di questa malattia o il deterioramento della salute, se questa diagnosi è già stata fatta. Ad esempio, molte donne hanno notato che i sintomi delle emorroidi sono particolarmente pronunciati durante le mestruazioni. Di per sé, questo processo non può portare allo sviluppo della malattia. Ma in questo momento il sangue scorre agli organi pelvici, aumenta il carico sulle vene e compaiono tutti i sintomi delle emorroidi nelle donne. Dopo la fine del sanguinamento mestruale, tutto si stabilizza e può tornare a uno stato di equilibrio relativo.

Segni di malattia

I primi segni di emorroidi nelle donne possono essere quasi invisibili. A volte può esserci disagio nell'ano. Poi c'è una sensazione di bruciore o prurito, e non solo mentre si sta seduti o quando si urina, ma anche quando si cammina. A poco a poco, compaiono altri segni - ad esempio, potrebbe esserci un leggero sanguinamento durante il movimento intestinale, a volte si verificano processi infiammatori sulle mucose e il gonfiore delle emorroidi non viene immediatamente avvertito.

Tutti i segni elencati amplificano gradualmente. Fino al punto che camminando già non c'è dolore, ma disagio. La malattia può manifestarsi e il gonfiore dell'ano.

Che aspetto hanno le emorroidi nelle donne? Questa domanda viene spesso posta dalle donne in gravidanza, cercando di non perdere il momento di iniziare il trattamento. In effetti, se c'è già un nodulo che sembra un palloncino gonfio pieno di sangue (e sembra una compattazione al tatto e piuttosto doloroso), allora dovrebbero essere prese misure urgenti, poiché potrebbe esserci un prolasso delle emorroidi o addirittura un'erosione delle sue pareti. Ed è necessario iniziare il trattamento sul palco quando non ci sono segni esterni di patologia.

Pertanto, i sintomi delle emorroidi comprendono: prurito aumentato e secrezione di muco dal retto, sensazione di dolore all'ano durante la defecazione e talvolta sensazione di svuotamento incompleto dell'intestino.

Tipi e fasi di emorroidi

A seconda del luogo, ci sono diversi tipi di questa malattia. Ad esempio, i sintomi delle emorroidi interne nelle donne sono leggermente sfocate, poiché in questo caso i nodi sono più lontani dall'ano. Ci sono anche tali tipi di malattie come le emorroidi esterne, quando i nodi si trovano direttamente all'ano, forme con una complicazione nella forma di una fessura anale o con un nodo che cade. E infine, l'opzione più difficile è emorroidi con trombosi dei nodi. La sua caratteristica essenziale è il sanguinamento piuttosto pesante direttamente dal retto.

Qualunque siano le cause di questa malattia, necessariamente passa attraverso diverse fasi del suo sviluppo. Schematicamente sembra così:

  1. Fase 1 - accompagnata da gonfiore, a volte si osserva sanguinamento delle emorroidi. Succede che un pattern vascolare su una mucosa diventa più evidente? Questo è uno dei sintomi più importanti, ma solo un proctologo lo noterà.
  2. Fase 2 - significa che ci sono già delle protuberanze emorroidali abbastanza grandi e dolorose che si estendono durante un movimento intestinale. Ma per ora questo è un processo reversibile e tutto può essere riportato alla normalità. Dal retto non scorre solo sangue, ma anche fluido associato a processi infiammatori nel corpo. Irritazione dell'ano.
  3. Fase 3: il riposizionamento delle emorroidi avviene manualmente o già chirurgicamente. Le ricerche possono mostrare processi distrofici sui muscoli. Ciò che è pericoloso per le emorroidi nelle donne è il fatto che tali processi sono anche accompagnati da anemia.
  4. La fase 4 - è la più trascurata, in questa fase possono apparire anche coaguli di sangue.

Diagnosi e trattamento della malattia

Una diagnosi accurata può essere effettuata da un proctologo solo se esaminata da un paziente. In genere, l'accuratezza della diagnosi dipende dal metodo scelto. Ad esempio, con un esame rettale regolare, è difficile rilevare qualcosa di sensazionale. Tutto quello che puoi trovare sono nodi. Se lo sono, allora è necessario iniziare il trattamento delle emorroidi interne nelle donne.

Condotto e ricerca utilizzando attrezzature speciali - anoscopia e sigmoidoscopia. Rivelano ciò che non è visibile sulle mucose, in particolare, trovano ragadi anali.

I sintomi e il trattamento delle emorroidi sono difficili da valutare indipendentemente. Pertanto, assicurarsi di consultare un medico. Non aver paura Le prime 3 fasi della malattia sono trattate in regime ambulatoriale ea casa, ma la quarta - solo in ospedale.

Come curare le emorroidi? La risposta a questa domanda dipende anche dal suo stadio. La maggior parte delle droghe in quest'area dà un effetto decongestionante e anti-infiammatorio. Alcuni hanno un'azione assorbibile. Questi farmaci comprendono troxevasin e pomate con eparina, nonché i loro vari derivati.

Ma tutto dipende da come si manifestano le emorroidi. Se nella sua forma esterna, aiuterà l'unguento. Se è necessario trattare la forma interna, vengono utilizzate supposte rettali. In questo caso, gli ingredienti attivi sono spesso gli stessi di quelli degli unguenti. Inoltre, se ci sono crepe o hai solo bisogno di rimuovere il disagio, vale la pena provare candele con olivello spinoso o propoli.

Parlando di come trattare le emorroidi nelle donne, vale la pena notare che l'effetto di unguenti e supposte può essere migliorato. Per fare questo, in parallelo, prendere vari preparati venotonici sotto forma di compresse o capsule che sono recentemente apparsi sul mercato. Anche le gocce efficaci possono essere, ad esempio Eskuzan.

Trattamenti chirurgici

Se tutti questi metodi non hanno avuto un effetto speciale, dovresti prendere un trattamento più attivo. Cosa aspettarsi in questo caso? La maggior parte delle cliniche offre tecniche minimamente invasive che sono più potenti dei farmaci e allo stesso tempo praticamente non traumatiche.

Questi includono, per esempio, la scleroterapia. In questo caso, la sostanza trattante viene iniettata direttamente nelle emorroidi. Lì aiuta a rendere piatte le vene, normalizzare la circolazione sanguigna.

Un'altra opzione è il cosiddetto doping con anelli speciali in lattice. La base di questo metodo è la capacità di tali dispositivi di premere sulle navi, bloccando il cibo per loro e quindi lisciando i nodi.

Altri metodi sono usati. Ad esempio, la fotocoagulazione viene eseguita utilizzando una fibra, a causa della quale l'energia termica si verifica, per così dire, i vasi di incollaggio. Viene anche usata la crioterapia, dove le navi vengono trattate, al contrario, a basse temperature. Per fare questo, utilizzare un apparecchio speciale - criosonda.

Quasi tutti questi metodi funzionano solo nelle prime tre fasi della malattia. Nella quarta fase, l'area interessata è troppo grande per far fronte al metodo minimamente invasivo in un breve periodo di tempo. In questi casi è necessario un intervento chirurgico più serio, anche in anestesia generale e solo in assenza di controindicazioni.

Tutti gli interventi chirurgici, compresi quelli sopra descritti, vengono eseguiti solo in clinica e solo in anestesia generale. Molto dipende dalla gravità della malattia, ma richiede principalmente l'anestesia locale. Il recupero postoperatorio avviene in breve tempo. In questa fase possono essere prescritti anche fitoterapici e rimedi popolari. Ai consigli dei dottori hai bisogno di ascoltare.

Rimedi popolari per il trattamento delle emorroidi

Prima di trattare le emorroidi interne nei rimedi popolari delle donne, è necessario consultare un medico. Alcune di queste ricette sono davvero molto utili. Ad esempio, si tratta di bagni sessili basati su preparati a base di erbe (includono corteccia di quercia, calendula, camomilla). Tutte queste erbe hanno effetti anti-infiammatori e anti-batterici, e la corteccia di quercia è in grado di fermare il sanguinamento. Quindi i benefici della ricerca provata dai bagni.

Ma i microcliter con il succo di barbabietola, che è spesso consigliato dai guaritori popolari, sembrano essere mezzi piuttosto discutibili. Anche se solo perché le barbabietole possono essere con un maggiore livello di acidità e in presenza di emorroidi (e ancora di più - l'erosione delle loro pareti), è semplicemente controindicato.

Con le emorroidi interne, i sintomi della donna non sono visibili e questo rende difficile il trattamento con rimedi popolari, molti dei quali sono compresse e lozioni (ad esempio, sono fatti sulla base dell'infusione di una foglia di fragola). Quindi è meglio sottoporsi a un ciclo di terapia prescritto da un proctologo.

Misure preventive

Come sapete, qualsiasi malattia è meglio (e meno costosa) da prevenire che curare. Questo vale anche per le emorroidi. Fortunatamente, questo disturbo è reversibile, se lo tratti correttamente. La prevenzione delle emorroidi nelle donne include le seguenti misure:

  1. Normalizzazione dell'intestino, anche attraverso una corretta alimentazione. È molto importante includere abbastanza fibre nella dieta. E al fine di evitare la stitichezza, è necessario seguire il regime di bere. Una quantità sufficiente di acqua (almeno un litro e mezzo) è una garanzia che non ci saranno problemi con la defecazione.
  2. Ridefinire le tue abitudini. Molte persone amano visitare il bagno con una rivista interessante, un libro o un telefono. Questo non può essere fatto, perché in questo momento l'ano è troppo teso. Il rifiuto di questa abitudine aiuterà a normalizzare il lavoro delle navi.
  3. Sport, ma solo a un ritmo moderato. Quando il lavoro sedentario dovrebbe essere regolarmente fare delle pause.

E da esercizi di forza e sollevamento pesi deve essere immediatamente abbandonato. Se devi ancora sollevare un oggetto pesante, non farlo bruscamente, coglione, è meglio eseguire il lavoro senza intoppi e senza trattenere il respiro.

Tutte le misure preventive elencate sono particolarmente importanti per quelle persone che hanno una propensione genetica a questo tipo di malattia.

I NOSTRI LETTORI RACCOMANDANO!

Per un trattamento efficace delle emorroidi, i nostri lettori consigliano Proctonol.
Questo rimedio naturale, che elimina rapidamente dolore e prurito, favorisce la guarigione delle ragadi anali e delle emorroidi.
La composizione del farmaco include solo ingredienti naturali con la massima efficienza. Lo strumento non ha controindicazioni, l'efficacia e la sicurezza del farmaco sono dimostrate da studi clinici presso l'Istituto di ricerca di Proctologia.
Saperne di più "

http://sosudyinfo.ru/gemorroj/simptomy/gemorroj-u-zhenshhin.html

Emorroidi - foto, sintomi e trattamento nel 2018

Le emorroidi sono un problema delicato che colpisce circa il 15% della popolazione adulta del pianeta. Si ritiene che questa malattia rappresenti l'umanità per camminare in piedi, ma a giudicare dai gruppi a rischio, è più probabile che paghi uno stile di vita sedentario.

Le emorroidi sono considerate una malattia professionale di conducenti, programmatori, contabili e altre persone che trascorrono molto tempo in una posizione seduta. Questa è proprio la malattia, di cui dicono che né a vederlo, né a mostrare agli altri. Tuttavia, questa malattia non è così divertente come una volta si divertivano a farlo.

Allora, che cosa sono le emorroidi? Questa è una dilatazione nodulare varicosa del retto inferiore. Ci sono emorroidi: interne (sottomucose) ed esterne (sottocutanee). Nel primo caso, di solito non sono visibili e il sintomo principale è il sangue nelle feci, nella carta igienica o nella toilette. I nodi esterni sono evidenti come gonfiori dolorosi o dossi rigidi attorno all'orifizio anale. Possono prudere, sanguinare e causare forti dolori durante le feci e il movimento.

Oggi guardiamo alle emorroidi: foto, sintomi e trattamento di questa malattia con vari mezzi, anche a casa.

cause di

Le vene nella parte inferiore del retto sotto pressione si estendono e si infiammano, formando le emorroidi. Le cause delle emorroidi includono:

  • eccessivo stress durante i movimenti intestinali;
  • diarrea cronica o stitichezza;
  • l'obesità;
  • lavoro relativo al sollevamento pesi costante;
  • ipodynamia (stile di vita sedentario o lavoro sedentario);
  • gravidanza e parto (durante i tentativi, forte pressione sulle vene della parte inferiore del retto);
  • ereditarietà.

Le emorroidi si sviluppano a causa della debolezza dei muscoli del retto (invecchiamento del corpo), nonché a causa di un'influenza esterna sistematica sull'ano.

Tipi di malattia

La classificazione di questa malattia comporta la divisione in emorroidi esterne ed interne. Spesso è accompagnato dall'apparizione di nodi e coni, che sono molto dolorosi e possono provocare sanguinamento e difficoltà nella defecazione.

  1. Le emorroidi interne si distinguono per il fatto che i nodi si trovano nella parte inferiore del retto e non escono all'esterno. Sono meno dolorosi, ma spesso sanguinano durante gli atti di movimento intestinale e pochi minuti dopo. Durante un movimento intestinale, i nodi interni delle emorroidi possono cadere e diventare trattenuti. Questo provoca il dolore più forte.
  2. Il tipo esterno di emorroidi è facilmente determinato ad occhio nudo. I nodi si trovano attorno allo sfintere rettale inferiore. Questo tipo è il più doloroso. I nodi sono spesso traumatizzati da biancheria intima stretta e ruvida. Urti esterni più spesso che i nodi interni si trasformano in tumori del cancro

A seconda del tipo di malattia, dipenderà direttamente da come e come trattare le emorroidi.

Segni di

Se una persona ha le emorroidi, i primi segni consistono nella manifestazione di un determinato quadro clinico:

  • scarico di sangue dal retto dopo le feci;
  • sensazione di corpo estraneo nell'ano;
  • perdita di emorroidi dal canale anale;
  • irritazione e dolore all'ano.

Se trovi questi segni, dovresti contattare il proctologo, che ha diagnosticato le emorroidi e ha detto come trattarlo.

I sintomi delle emorroidi

Nel caso delle emorroidi, i sintomi più spesso si sviluppano gradualmente. Una persona può notare tali segni come disagio nel retto e nell'ano, sensazione di corpo estraneo, pesantezza o prurito nell'ano, scarico occasionale di sangue dopo il bagno (vedi foto).

Nella fase iniziale delle emorroidi, questi sintomi si osservano solo con disturbi intestinali (stitichezza o diarrea), dopo uno sforzo fisico (in particolare sollevamento pesi), lunghi seduti in posizione seduta (volo lungo, viaggio in auto), eccessi alimentari (alcol, cibi piccanti), surriscaldamento o ipotermia (bagno, bagno caldo, pesca invernale).

A volte la malattia si manifesta improvvisamente. Questi fattori portano ad un aumento di emorroidi dolorose e sanguinamento. I sintomi delle emorroidi aumentano rapidamente, si sviluppa una violazione acuta del flusso di sangue da emorroidi (trombosi), infiammazione e violazione delle emorroidi.

Foto di emorroidi: fase iniziale

Che aspetto ha questa afflizione? Iniziale, così come altre fasi di emorroidi, è possibile vedere nella foto.

palcoscenico

Nella pratica medica, le emorroidi sono solitamente divise in fasi, ci sono quattro fasi.

  • Fase 1: di tanto in tanto sangue e sanguinamento, quando si svuota, la selezione non è una grossa goccia o pochi. Nel primo stadio, si forma un emorroidi.
  • Nella fase 2, i sintomi delle emorroidi sono più gravi, è come la perdita del male emorroidario durante la defecazione e la perdita di sangue. Il prolasso emorroidario può essere proprio dentro.
  • 3 fasi sintomatiche - le emorroidi rilasciate non scompaiono da sole dopo un movimento intestinale e si deve ricorrere alla correzione manuale con il rilascio di sangue.
  • Manifestazioni del 4 ° stadio - le emorroidi sotto forma di coni cadono non solo quando si va in bagno, ma anche camminando e sedendosi a lungo, tossendo persistentemente, sollevando pesi.

Anche se le emorroidi e ha sintomi abbastanza pronunciati, tuttavia, può essere confusa con un tumore del retto o del colon. E solo un medico può dire, emorroidi o meno, prescrivere il trattamento necessario. Non dovresti fare una diagnosi da solo, perché puoi sbagliare.

diagnostica

La diagnosi di emorroidi viene effettuata mediante esame delle dita, che consente di rilevare le emorroidi in 90 casi su 100. Spesso, i pazienti con emorroidi vengono inviati per ecografia rettale o rectoromanoscopy.

Durante l'esame esterno, viene prestata attenzione alla condizione della pelle dell'area perianale (iperpigmentazione, lichenizzazione, pianto, ecc.), Alla forma dell'ano, alla sua apertura, alla presenza di cambiamenti e deformità cicatriziali, alla presenza di tumori e crescite di papilomatosi, alla presenza di aperture fistolose, alla natura della scarica, la gravità delle emorroidi, il loro sanguinamento, l'ulcerazione, il dolore, la possibilità di riposizionamento nel canale anale.

Trattamento emorroidi

Nelle emorroidi, il trattamento può essere suddiviso in conservativo e operativo (le emorroidi vengono rimosse). Nel 2018, gli agenti conservativi sono più comunemente usati. I metodi chirurgici sono usati in presenza di nodi grandi e cadenti, la mancanza di successo dal trattamento conservativo, con forti emorragie.

La selezione del complesso di trattamento dipende dallo stadio di sviluppo della malattia: nella fase I, gli specialisti di solito raccomandano l'uso di supposte o creme rettali, una dieta speciale e un esercizio moderato. In questo caso, le basi del trattamento sono i farmaci flebotropici che aumentano il tono delle vene e normalizzano il flusso sanguigno e la microcircolazione nei corpi cavernosi.

Gli interventi chirurgici minimamente invasivi vengono generalmente applicati allo stadio II-III delle emorroidi, in alcuni casi come fase preparatoria prima dell'intervento radicale. I metodi più comuni oggi sono: legatura con anelli di lattice, legatura prossimale, scleroterapia, fotocoagulazione a infrarossi, crioterapia.

  1. Legatura con anelli di lattice è un metodo minimamente invasivo per il trattamento delle emorroidi utilizzando una speciale unità di legatura. Il principio della procedura: un anello di lattice portato sulle emorroidi, stringe la gamba vascolare del nodo, privandolo del cibo, e in pochi giorni il nodo stesso rifiuta. Dopo qualche tempo, il posto della emorroidi sostituisce il tessuto connettivo. La procedura richiede 5-10 minuti, viene eseguita su base ambulatoriale, non richiede l'anestesia.
  2. Scleroterapia: questo metodo consiste nell'introduzione di una sostanza sclerosante (1,5-2 ml) in una emorroidi, causando adesione e appiattimento dei vasi. L'introduzione è raccomandata in non più di 2 emorroidi, poiché è possibile lo sviluppo della sindrome del dolore. Forse scleroterapia ripetuta in 12-14 giorni dopo la prima sessione.
  3. Fotocoagulazione a raggi infrarossi: una guida leggera viene portata sulla gamba del gambo emorroidale prima del contatto con la mucosa. L'energia termica colpisce la gamba del nodo, causando desolazione e adesione delle navi che alimentano le emorroidi. Il metodo è più efficace nella prima fase delle emorroidi croniche.
  4. Crioterapia: il sito emorroidario subisce il congelamento per 2-3 minuti, dopo lo scongelamento, il sito muore e si forma una ferita nel sito di esposizione. Questo effetto è il più spesso effettuato in anestesia locale.

L'ultimo stadio della malattia richiede un intervento chirurgico radicale, il cui scopo principale è la rimozione delle emorroidi. Tali operazioni comprendono l'emorroidectomia (chirurgia, che rimuove le parti della pelle perianale e la mucosa dell'ano situata sopra l'emorroidi) e la resezione della mucosa transanale utilizzando il metodo Longo.

Va ricordato che solo un medico può stabilire una diagnosi e selezionare il trattamento appropriato, quindi un trattamento tempestivo aiuterà a curare rapidamente e accuratamente la malattia e prevenire lo sviluppo di complicanze.

Candele di emorroidi

Nel trattamento delle emorroidi le supposte rettali sono più popolari. Sono usati in combinazione con altri metodi di trattamento conservativi: unguenti, impacchi, impacchi, sitz baths.

Le candele più efficaci:

Si tratta di preparati topici, efficaci, rapidamente assorbiti e con il massimo effetto terapeutico, eliminando i sintomi della malattia e alleggerendo le condizioni del paziente.

Come curare le emorroidi a casa

Anche se, il più ragionevole è il trattamento medico professionale delle emorroidi, tuttavia, le persone, sia per modestia, o per mancanza di tempo e l'impossibilità di correre i medici, stanno cercando di curare le emorroidi a casa da soli, usando rimedi popolari.

  1. Rimuovere il dolore e l'infiammazione nelle emorroidi a casa aiuterà la candela a base di patate crude. La candela ha le dimensioni di un dito, senza spigoli vivi. Per introdurre una candela per la notte, per facilitare l'introduzione della candela di patata può essere spalmato di olio di girasole, uscirà con le feci durante i movimenti intestinali o tese, ma può essere lasciato per tutto il giorno - non interferisce con camminare.
  2. L'effetto anestetico ed emostatico dà il trattamento popolare delle emorroidi con bagni caldi o freddi. Per fare questo, l'acqua fredda (calda) viene versata nella pelvi e il paziente si siede nella zona dell'ano per 5 minuti. Puoi fare questo bagno due volte al giorno fino alla completa cessazione del sanguinamento e del dolore.
  3. Le ricette delle cipolle possono essere considerate un rimedio popolare per il trattamento delle emorroidi a casa. Uccide perfettamente i germi, disinfetta e sostiene il sistema immunitario. Avremo bisogno di vasellame. 2 litri di latte vengono versati in una pentola di terracotta e quattro grandi cipolle vengono immerse. Chiudi la pentola e mettila nel forno. Quando il latte bolle, il prodotto è pronto. Ora hai bisogno di una copertura di legno con un foro per il vapore. Il trattamento è un bagno di vapore. La sessione dovrebbe essere ripetuta ogni tre giorni. Di solito, 3, 4 sedute sono sufficienti per curare le prime emorroidi.
  4. Supposta rettale ben comprovata di propoli. Propoli, pre-schiacciato, mescolato con strutto fuso. Candele di propoli contribuiscono alla rimozione del dolore e riducono le dimensioni delle emorroidi.
  5. Corteccia di olivello e foglia di ortica in rapporto 1: 1 (1 cucchiaio ciascuno) versare acqua bollente (0,5 l) e far bollire a fuoco basso per 10 minuti. Il rimedio popolare per le emorroidi è indicato per il trattamento dei dolori emorroidali complicati da stitichezza (con l'assenza di "protuberanze"). Ricezione su bicchieri 1 2 in 30 min. prima dei pasti, tre volte al giorno.

Dovrebbe essere chiaro che i rimedi popolari sono necessari per alleviare i sintomi e, per curare le emorroidi, è necessario contattare gli esperti per la nomina di una terapia adeguata e completa.

Fare esercizi utili

Gli esercizi di ginnastica mirano a prevenire la stitichezza e il rafforzamento dello sfintere anale. Ad esempio, migliorando l'uscita del sangue e rafforzando lo strato muscolare della pressa, è possibile normalizzare il lavoro dell'intestino, prevenendo la stitichezza:

  • La "bicicletta" è un esercizio piuttosto noto, che assomiglia molto a una bicicletta, ma sdraiato sul dorso;
  • L'esercizio "forbici" viene eseguito sulla schiena con le gambe sollevate, che devono essere separate e incrociate alternativamente;
  • Puoi anche sdraiarti sul pavimento (sulla schiena), mettere le gambe dritte, sollevare l'una o l'altra gamba, il più lontano possibile, raggiungendo un angolo retto nelle articolazioni dell'anca. O piegare le ginocchia e allargare i fianchi, mentre si cerca di strappare il bacino dal pavimento il più possibile.

Questo è il modo in cui una persona lavora, che sente il suo "quinto punto" in qualsiasi posizione ed è in grado di dirigerlo, quindi la ginnastica per rafforzare l'ano non richiede adattamenti e può essere eseguita ovunque, e le persone circostanti difficilmente lo noteranno.

Quindi, esercizi per rafforzare lo sfintere:

  1. Alzati, incrocia le gambe ed esegui il rilassamento e la tensione ritmica dei muscoli glutei;
  2. Scegli la sedia più dura, siediti, tendendoti un po 'in avanti (puoi farlo facilmente alla tua scrivania), prova alternativamente ad accorciare e rilassare lo sfintere per 10 secondi, cercando di spingere l'ano nel retto. Concedi 20 minuti per l'esercizio, che puoi sempre trovare se lo desideri.

Dieta e stile di vita

Come se i pazienti con le emorroidi non amassero il loro lavoro, la domanda può essere posta inequivocabilmente: cercare un'altra professione. Sfortunatamente, è così, perché è il campo di attività, che è la causa della malattia, che fa cambiare improvvisamente la sua vita. Non c'è niente che puoi fare se anche le misure adottate e il trattamento continuo non hanno l'effetto desiderato. Tuttavia, dopo aver cambiato la professione, il paziente sente che è impossibile dimenticare la malattia, poiché continua a ricordare se stessa. Quindi devi imparare a vivere con lui.

Inizia con una dieta che esclude tutti gli alimenti che attivano le emorroidi. Le malattie a lungo termine, dalle loro stesse osservazioni, hanno scoperto quali cibi non possono essere mangiati, ma sarà utile ricordare che porteranno all'aggravamento:

  1. Porridge di riso e semola;
  2. Pasta, patate, legumi;
  3. Acetosa, ravanello, rapa, cavolo bianco;
  4. gelatina;
  5. Cacao, caffè, tè forte;
  6. Cioccolato, soprattutto amaro;
  7. Alcol di tutti i nomi e marchi;
  8. Ketchup e altre salse e condimenti caldi;
  9. Eventuali piatti piccanti, salati, aspri;
  10. Cibo che promuove il legame delle feci nell'intestino.

Oltre alla nutrizione, non fa male prestare attenzione alla prevenzione dell'inattività fisica e padroneggiare una serie di esercizi fisici, che includeranno ginnastica speciale contro le emorroidi, che è descritta poco sopra.

Quali sono le conseguenze?

Dopo aver esaminato in primo luogo i sintomi delle emorroidi e in che modo la malattia progredisce in generale, il lettore sarà sicuramente interessato a quali conseguenze potrebbe avere tutto questo. Qui dovrebbe essere immediatamente notato che le emorroidi non sono una malattia mortale, tuttavia, le sue complicanze sono pericolose, in una certa misura, è:

  1. La violazione delle emorroidi nell'ano si verifica a causa di uno spasmo infiammatorio o riflesso dello sfintere anale. I pazienti si lamentano di dolori insopportabili e presenza di nodi caduti nell'ano. Se il paziente non viene aiutato in tempo, può verificarsi trombosi.
  2. Sanguinamento dai coni emorroidali, che possono essere insignificanti sotto forma di goccioline o un flusso sottile, e in rari casi - massiccio. Questa complicazione è quasi sempre associata all'atto della defecazione. Sanguinamento con emorroidi non influisce sulle condizioni del paziente, ma a volte può portare ad anemia.
  3. Perdita di emorroidi dall'ano. Questa complicazione è caratteristica per lo stadio 2-3 della malattia. Nelle fasi iniziali dello sviluppo delle emorroidi, i nodi cadono dopo essere andati in bagno, ma con la progressione della malattia, la perdita dei nodi si verifica durante uno sforzo fisico minore e persino starnuti, tosse, risate intense. I pazienti hanno le proprie dita per ripristinare le emorroidi nel canale rettale.
  4. La trombosi delle emorroidi è la complicanza più grave delle emorroidi, in cui non ci sono solo cambiamenti locali nell'ano, ma anche una violazione delle condizioni generali del paziente. La condizione richiede cure mediche di emergenza. Quando si ispeziona la regione anorettale, le emorroidi sono tese, gonfie, ingrossate, di colore rosso scuro, talvolta con aree di necrosi. I pazienti possono manifestare malessere generale, perdita di appetito, febbre, nausea e vomito.

Quale dottore contattare?

Se sei preoccupato per il disagio, la pesantezza, il prurito e il dolore all'ano, la stitichezza o se noti uno scarico di sangue durante o dopo un movimento intestinale, dovresti consultare un proctologo. Questo specialista identifica e tratta le emorroidi.

http://simptomy-lechenie.net/gemorroj-simptomy-lechenie-foto/

Cosa sono le emorroidi? Sintomi, trattamento, cause e prevenzione

Molte persone hanno sentito cosa sono le emorroidi, ma solo pochi sanno di cosa sono le emorroidi. E la maggior parte di loro sono proctologi che studiano e curano le patologie rettali.

Cosa sono le emorroidi

Le emorroidi sono chiamate plessi coroidi situati nello strato sottomucoso del retto e attorno allo sfintere anale. Sono costituiti da vene e arterie, nonché da una rete di fistole. Sono immersi nella formazione cavernosa (in altre parole spugnosa).

Durante un movimento intestinale, i vasi sanguigni sono ristretti, i corpi cavernosi diventano meno elastici, il che contribuisce all'uscita senza impedimenti del suo contenuto dal retto. Dopo l'atto di defecazione, il sangue riempie le vene emorroidali, i corpi cavernosi si riempiono, lo sfintere anale si chiude e i plessi venosi ritornano nella loro posizione originale. In caso di eventuali cambiamenti avversi, il processo di flusso di sangue ai nodi viene disturbato, in conseguenza del quale rimangono ingranditi e riempiti di sangue. In questo caso, vengono diagnosticate le emorroidi.

In proctologia, si distinguono le emorroidi interne ed esterne. Come suggerisce il loro nome, differiscono nella loro posizione:

  • interno - all'interno del retto nel suo strato submucoso;
  • esterno - nello strato sottocutaneo sullo sfintere anale sotto il bordo dentato.

All'esame, il nodo emorroidi interno, non modificato dalla patologia, si presenta come una piccola formazione, morbida-elastica al tatto ma non edematosa. I nodi esterni sani non sono visibili e visibili al tatto. I plessi ingranditi, al contrario, sono visibili ad occhio nudo e possono essere formazioni piuttosto grandi, che in alcuni casi cadono dal retto verso l'esterno.

Chi è a rischio

Un cambiamento patologico nel plesso venoso, noto come emorroidi, viene diagnosticato nel 50% delle persone. Il maggior rischio di affrontare questa malattia sono:

  • uomini sopra i 40 anni;
  • donne incinte;
  • persone con una predisposizione alle vene varicose.

Sulla base di questo elenco, può sembrare che la maggior parte della popolazione mondiale possa incontrare nodi emorroidali ingranditi. Tuttavia, come dimostra la pratica, questo non succede a tutti. La ragione di ciò è lo stile di vita e altri fattori che provocano l'inizio del processo patologico.

Cause di emorroidi

Le ragioni per l'espansione patologica e la conseguente perdita di emorroidi possono essere:

  • atrofia (indebolimento, assottigliamento) delle fibre muscolari e dei legamenti che li tengono in una posizione normale;
  • degenerazione (violazione dell'integrità strutturale dovuta alla rottura del legamento dei parchi) dei corpi cavernosi dovuta alla patologia vascolare;
  • stasi del sangue venoso derivante da uno stile di vita sedentario;
  • spostamento di nodi a causa di sforzi eccessivi (succede con stitichezza e sollevamento pesi).

Sintomi dell'ingrossamento di emorroidi

Capire che le emorroidi sono aumentate, non è difficile. L'unica cosa di cui hai bisogno è essere attenti allo stato del tuo corpo. Il primo sintomo che indica i cambiamenti è una sensazione di movimento intestinale incompleto. Questo perché le vene allargate durante l'atto di defecazione sporgono troppo nel lume rettale. Creano la sensazione della presenza nel retto di un oggetto estraneo.

Inoltre, una persona può sentire una sensazione di bruciore, che non si verifica sempre dopo essere andati in bagno. La ragione per lui - il gonfiore delle emorroidi a causa di un aumento del flusso sanguigno, la secrezione di muco nel retto. Provoca irritazione della mucosa e della pelle attorno all'ano.

La lesione delle emorroidi causando l'escissione di masse fecali, specialmente se sono dure, provoca dolore e sanguinamento. Nelle prime fasi della malattia può essere scarsa - alcune gocce di sangue sulla carta igienica dopo lo svuotamento. Man mano che la malattia progredisce, la quantità di sangue aumenta e il suo verificarsi non può essere legato a un movimento intestinale.

Inoltre, si aggiungono i dolori acuti ai sintomi elencati quando si va in bagno o si cerca di sedersi, oltre a far cadere i nodi.

Estensione della malattia

L'aumento delle emorroidi si verifica in più fasi, che differiscono nell'insieme di sintomi e terapie:

  1. I sintomi sono minori, consistenti in disagio e comparsa periodica di sangue nelle feci. Il trattamento consiste nell'adattare la dieta e i cambiamenti dello stile di vita, utilizzando farmaci ad azione locale.
  2. I sintomi sono aggravati, appare un disagio significativo. Il trattamento di questa fase è complesso, utilizzando metodi e farmaci chirurgici e minimamente invasivi.
  3. I sintomi sono completati da perdita di nodi, dolore intenso, sanguinamento. Il trattamento è complesso, i mezzi locali sono utilizzati per preparare un intervento radicale e vengono utilizzati farmaci sistemici, interventi chirurgici e metodi minimamente invasivi.
  4. I sintomi sono dolore acuto nei nodi che sono costantemente in una condizione di abbandono. Solo il trattamento chirurgico è efficace.

Come curare le emorroidi

La tattica del trattamento delle emorroidi dipende dallo stadio della malattia e dai sintomi presenti. Al primo stadio della malattia, viene applicata principalmente la terapia sintomatica, che include l'uso di preparati locali sotto forma di supposte e unguenti con effetti anti-infiammatori, analgesici e anti-edema.

Nella seconda fase delle emorroidi, viene utilizzato un complesso di agenti terapeutici, che oltre ai farmaci sintomatici include farmaci flebotropici. In assenza di trombosi e altre controindicazioni, viene effettuato un trattamento minimamente invasivo:

  • scleroterapia;
  • crioterapia;
  • drogaggio;
  • fotocoagulazione a infrarossi;
  • doping prossimale.

Nelle fasi successive, il trattamento orale con effetti flebotropici, così come anestetici e farmaci antinfiammatori sono inclusi nel complesso di trattamento. In assenza di controindicazioni e con dimensioni ridotte del nodo, è possibile utilizzare operazioni minimamente invasive.

In altri casi, il proctologo decide l'intervento chirurgico:

  • emorroidectomia secondo il metodo Milligan-Morgan;
  • trombectomia;
  • Operazioni Longo.

Nessuno dei metodi sopra citati fornisce un effetto duraturo senza la normalizzazione della nutrizione e la transizione del paziente verso uno stile di vita sano.

Metodi preventivi

Il trattamento delle emorroidi è sempre difficile, quindi è più facile per i potenziali pazienti del proctologo pensare alla prevenzione nel tempo che a dedicare tempo, denaro e denaro alla terapia. E consiste di tre punti:

  • Eliminazione dei problemi intestinali. Nessuna stitichezza - nessun problema. Per raggiungere questo obiettivo, puoi seguire una dieta.
  • Esclusione di problemi con la circolazione sanguigna. Attività fisica: la chiave per un eccellente lavoro del cuore e dei vasi sanguigni. Anche i più semplici esercizi "Birch", "Scissors" e "Bridge" aiuteranno ad evitare non solo le emorroidi, ma anche altri problemi.
  • igiene conformità. Un corpo sano è pulito dalla punta delle dita alle cellule di un organo separato. Nel caso della prevenzione delle emorroidi, si raccomanda di prendersi cura attentamente del perineo e dell'ano.

Queste misure sono sufficienti per prevenire le emorroidi. Nel caso in cui i nodi abbiano già un posto, aiuteranno a velocizzare il recupero.

Come fare una domanda ad uno specialista sul sito

Se avete domande riguardanti le emorroidi, fate domande ai nostri specialisti. Il modulo per il riempimento può essere trovato appena sotto il banner corrispondente. Formulate la vostra domanda nel modo più preciso possibile, fornite i dettagli di contatto di soia in modo che il proctologo gli fornisca la risposta più dettagliata in breve tempo.

http://prokto.ru/stati/chto-takoe-gemorroidalnyie-uzlyi.htm

Che cosa sono le emorroidi e quali sono i suoi sintomi principali?

Domande su ciò che le emorroidi sono e come trattarle si sentono spesso negli uffici dei proctologi. E questo non è sorprendente, poiché questo delicato problema si verifica, secondo alcune fonti, approssimativamente in ogni decimo abitante del pianeta.

Per molti decenni e anche secoli di studio della malattia, la medicina ha sviluppato una serie di metodi efficaci per combattere i sintomi spiacevoli, ma molti pazienti, a causa della falsa modestia, non hanno fretta di cercare aiuto medico.

Tale timidezza non fa che peggiorare il corso del processo patologico, portando al verificarsi di gravi complicazioni. Tutto ciò diventa un pretesto per la nomina di interventi chirurgici radicali, poiché la terapia conservativa nelle fasi finali della malattia è inefficace.

Per capire come affrontare le emorroidi, è necessario capire i meccanismi della sua comparsa, per scoprire quali sono le cause dello sviluppo e della progressione della malattia. Questo non solo eliminerà i sintomi, ma preverrà anche il suo verificarsi.

Meccanismi di sviluppo della malattia

Prima di considerare le cause del processo patologico, si dovrebbe prestare attenzione allo studio dell'anatomia della sezione inferiore del canale rettale, i cui tessuti, infatti, sono affetti dalla malattia emorroidaria.

Nell'ano, dove si trova l'accumulo venoso, si parla anche di protuberanze cavernose (cavernose), o emorroidali, e patologiche in condizioni avverse.

Queste strutture sono deposte nel feto nel primo trimestre di gravidanza e si trovano in tre aree principali del muro del canale rettale:

  • lato sinistro;
  • posteriore destro laterale;
  • lato anteriore destro.

I vasi emorroidali differiscono dai tubuli venosi situati nel canale rettale in quanto hanno speciali strutture connettive - anastomosi artero-venose. La loro presenza ci consente di spiegare la presenza di sangue scarlatto (arterioso) e non scuro (venoso) sulla carta igienica.

Avendo affrontato la struttura del canale rettangolare, ci rivolgiamo ai meccanismi di formazione di emorroidi. Di solito sono divisi in vascolari e meccanici.

  1. Nel primo caso, la formazione di formazioni patologiche è spiegata dalla disfunzione delle pareti vascolari, che, insieme all'aumento del flusso sanguigno arterioso e ridotto del sangue venoso, porta all'iperplasia dei corpi cavernosi. È da queste strutture che si formano i noduli emorroidali.
  2. Nel secondo caso, le deformità sono sottoposte allo scheletro muscolo-legamentoso, che trattiene gli accumuli venosi nei loro luoghi. Come risultato dell'eccessiva espansione, i nodi si spostano gradualmente nella direzione distale, a causa della quale i muscoli si afflosciano di più e perdono la loro elasticità. Di conseguenza - il rilascio di coni emorroidi fuori.

Cause della malattia emorroidaria

Diversi fattori sono in grado di provocare lo sviluppo di un processo anomalo nel canale rettale. Tra i "provocatori" includono le seguenti cause di emorroidi.

  • Eredità. Una maggiore probabilità di malattia emorroidaria esiste in quelle persone i cui parenti soffrono anche di sintomi negativi.
  • Irritazione regolare del canale anale. Clisteri permanenti, uso di lassativi, relazioni sessuali non standard possono portare a emorroidi.
  • Stitichezza e diarrea. I tentativi durante i movimenti intestinali aumentano la pressione all'interno del peritoneo, che porta ad un aumento delle emorroidi e della deformazione delle pareti venose. Diarrea cronica, d'altra parte, irrita costantemente le formazioni cavernose, danneggiando le loro membrane.
  • Ipodinia e lavoro sedentario. La stasi del sangue, che si forma nella regione pelvica a seguito di una seduta prolungata, contribuisce all'espansione e alla protrusione delle emorroidi. Questo fattore è tipico di alcune professioni: autisti, programmatori, insegnanti, impiegati, ecc.
  • Sollevamento pesi Questo fattore include sia il duro lavoro fisico che l'entusiasmo per gli sport di potenza. Con l'attività fisica costante aumenta la pressione nella cavità addominale.
  • Dieta sbilanciata Eccessivo entusiasmo per le carni affumicate, i piatti salati, speziati, in salamoia e stagionati, l'abuso di forti bevande al tè e al caffè e l'alcol irritano le mucose del canale rettale.
  • Malattie infiammatorie degli organi pelvici. L'infiammazione della ghiandola prostatica, della vescica, degli organi genitali femminili può diffondersi alla mucosa del canale rettale.
  • Lo stress. Le condizioni di stress prolungato influiscono negativamente sullo sfondo ormonale. Di conseguenza, i problemi intestinali si manifestano sotto forma di stitichezza e processi infiammatori.

Gli esperti identificano e soprattutto la causa femminile dello sviluppo della malattia emorroidaria - la gravidanza e il successivo processo del lavoro. Questo cambia la circolazione del sangue (il corpo lavora per due), l'utero aumenta la pressione sulle grandi vene nella regione pelvica. Tutto ciò è pieno di emorroidi.

Segni di emorroidi

Quali sono i sintomi delle emorroidi in grado di distinguerlo da altre malattie del tratto gastrointestinale? Prima di tutto, parlando di una malattia emorroidaria, la gente comune significa sanguinamento dal canale del retto.

Emorroidi sanguinanti di solito associati al loro trauma fecale o ad abiti spessi. Molto spesso, i segni sanguinanti sono evidenti dopo l'atto di defecazione, mentre il sangue con le feci non si mescola, ma si trova sulla loro superficie.

Come abbiamo già notato, il sangue nelle emorroidi ha una tinta rossa brillante, che rende possibile distinguere l'espansione varicosa delle vene anorettali dal sanguinamento da ulcera, in cui è piuttosto scuro, spesso quasi nero.

Un'altra frequente manifestazione di malattia emorroidaria è l'uscita di formazioni cavernose attraverso l'ano. All'inizio, cadono fuori solo quando si sforzano e si svuotano gli intestini, ma man mano che la condizione peggiora, i nodi escono anche con la tosse, gli starnuti e l'esercizio.

I sintomi principali delle emorroidi implicano dolore, aggravato dalla defecazione e gradualmente riducendo l'intensità della manifestazione. Dolore particolarmente forte nel retto nelle ultime fasi del processo patologico.

Inoltre, gli esperti distinguono altri sintomi caratteristici delle emorroidi:

  • sensazioni pruriginose;
  • pelle grassa nell'ano;
  • sensazione di bruciore nel retto;
  • sensazione di svuotamento incompleto.

Ogni paziente ha un processo patologico individuale ed è caratterizzato da una particolare intensità di sintomi. Dovrebbe essere chiaro che nelle fasi iniziali questi sintomi potrebbero non essere sentiti affatto. Questo è il motivo per cui molti pazienti cercano aiuto per gravi problemi di salute.

Su quali sono i segni comuni di emorroidi nelle fasi iniziali e tardive del processo patologico, può essere ulteriormente letto nell'articolo da un proctologo.

Ti consigliamo inoltre di prestare attenzione al materiale, che descrive i segni delle emorroidi nelle donne, nonché le caratteristiche dell'evento e del decorso della malattia nel gentil sesso.

Inoltre, si consiglia di leggere l'articolo del nostro esperto sulla descrizione dettagliata dei segni di emorroidi negli uomini.

Tipi di emorroidi

La classificazione delle vene anorettali varicose viene effettuata in base a diversi parametri: la natura del flusso, la posizione delle formazioni cavernose ingrandite e la predominanza di qualsiasi sintomo principale.

Malattia acuta e cronica

In accordo con le peculiarità del corso del processo patologico, si distingue una varietà acuta e cronica di malattia emorroidaria. Più spesso, è la variante cronica delle emorroidi che è caratterizzata da un consistente aumento della gravità dei sintomi nella pratica proctologica.

Inoltre, la forma protratta della malattia è caratterizzata da lunghi periodi di remissione, durante i quali il paziente non infastidisce i sintomi principali e le fasi di esacerbazione dei sintomi clinici, quando il paziente manifesta un evidente disagio.

Emorroidi acute - una condizione rara. In questo caso, esiste una triade sintomatica, che include dolore severo, trombosi delle vene emorroidarie e un'intensa infiammazione dei tessuti della formazione cavernosa.

Se si rimanda il trattamento delle emorroidi acute (sebbene i pazienti preferiscano di solito ricorrere alle cure mediche a causa della gravità dei sintomi), la malattia può essere cronica. C'è anche la situazione opposta, quando le vene varicose anali acute si osservano sullo sfondo di una malattia cronica.

Tipo di malattia esterno e interno

Il criterio principale per attribuire le emorroidi al retto o al tipo esterno è la localizzazione di formazioni cavernose. Il confine in questo caso è la linea seghettata. Se il nodo si trova sopra questo segno, parlano di emorroidi submucosali, se in basso - stiamo parlando di coni esterni.

Le fasi iniziali della malattia di tipo retto sono caratterizzate da un'assenza quasi completa di sintomi. Il paziente può notare solo il disagio e la sensazione di trovare un corpo estraneo nel canale anale.

Mentre la malattia progredisce, i noduli si espandono, a causa della quale il lume dell'intestino diminuisce, c'è dolore e sanguinamento a causa di lesioni alle formazioni cavernose. Nelle ultime fasi, le protuberanze escono, causando una serie di gravi complicazioni.

La forma interna della malattia, al contrario, ha sin dall'inizio una sintomatologia pronunciata. Il paziente stesso può percepire formazioni patologiche intorno all'ano che, in presenza di infiammazione o trombosi, diventano dolenti e bluastre.

Fasi del processo patologico

Le emorroidi e i suoi sintomi principali passano attraverso diverse fasi successive. In questo caso, la velocità di transizione al livello successivo di gravità della malattia dipenderà dalle patologie di accompagnamento del tratto gastrointestinale e dalla presenza di fattori provocatori.

  • Il primo stadio. La sintomatologia è quasi completamente assente. Formazioni cavernose non sporgono nel lume del canale rettale, pertanto sanguinamento e dolore non sono caratteristici di questo stadio del disturbo. I nodi durante i movimenti intestinali non vanno fuori.
  • Secondo stadio C'è una sindrome di dolore, sanguinamento durante la defecazione. I plessi venosi possono andare oltre i limiti dell'ano, ma allo stesso tempo possono essere regolati indipendentemente grazie alla sufficiente elasticità del tessuto muscolare.
  • Il terzo stadio. In questo caso, i noduli emorroidi escono sia durante i movimenti intestinali che durante l'esercizio. La differenza principale rispetto alla fase precedente è che i dossi che sono usciti non sono in grado di stabilirsi da soli, quindi il paziente è costretto a restituirli manualmente al sito. Aumenta anche la gravità dei principali sintomi della malattia.
  • Quarta tappa In questa fase, le formazioni cavernose cadute non sono in grado di mettere piede manualmente nemmeno a causa di cambiamenti irreversibili nel sistema muscolare del retto. Questo è abbastanza pericoloso per il paziente, dal momento che la probabilità di complicanze multiple è alta.

Che cosa sono le emorroidi pericolose?

Alla domanda se le emorroidi sono pericolose per la vita del paziente, la risposta sarà negativa. Tuttavia, sono le complicazioni di questa malattia che rappresentano un grave rischio per la salute. Le conseguenze più comuni di una malattia, se non trattate, sono presentate di seguito.

  • Trombosi. La congestione del plesso venoso porta alla formazione di coaguli di sangue che bloccano il flusso sanguigno. In questo caso, il nodulo diventa blu, diventa doloroso e teso. Questa condizione è spesso accompagnata da febbre, nausea, deterioramento generale della salute.
  • Sanguinamento massiccio Ciò che è pericoloso per le emorroidi a vita, così significativo scarico di sangue nelle fasi finali della malattia. I pazienti possono avere anemia, accompagnata da debolezza e vertigini e, in casi particolarmente gravi, vi è il rischio di gravi perdite di sangue.
  • Violazione di formazioni cavernose. In alcuni casi, i noduli che sono usciti non possono essere restituiti a causa dell'aumento del tono dello sfintere. Allo stesso tempo, le emorroidi sono ristrette, causando una terribile sindrome da dolore, reazioni necrotiche e sanguinamento.
  • Ascesso pararettale A danni di tessuti dell'area perianale, l'aggiunta di infezione non è esclusa. In questo caso, un processo purulento-infiammatorio passa dai nodi alle aree vicine. C'è intenso prurito, nausea, vomito, febbre.

Misure diagnostiche

Per stabilire che il paziente è preoccupato per la malattia "emorroidi", può essere solo un proctologo dopo aver eseguito adeguate misure diagnostiche. Inoltre, lo specialista determinerà la presenza / assenza di gravi complicanze e malattie associate.

L'esame si svolge su una sedia ginecologica e il paziente deve assumere una posizione di ginocchio-gomito. Il medico esamina l'area intorno all'ano, osserva come si presenta il nodulo emorroide esterno, determina la presenza di fistole, crepe, cicatrici e determina la dimensione delle formazioni cavernose interne allentate.

Dopo un esame esterno, lo specialista esegue la palpazione del canale rettale, prestando attenzione alla condizione dei muscoli dello sfintere, alla loro tensione e alla tenuta delle strutture emorroidali esterne e intestinali.

Nel caso di emorroidi rettali, è indicato l'esame strumentale dell'intestino inferiore. Esistono diversi metodi di base:

  • anoscopy;
  • sigmoidoscopia;
  • clisma opaco;
  • colonscopia;
  • esame ecografico degli organi peritoneali.

Inoltre condotto e test di laboratorio. Un esame del sangue può stabilire la condizione anemica e la presenza del processo infiammatorio. Un altro test obbligatorio è il coprogramma, con il suo aiuto, la presenza di sangue nelle masse fecali, le secrezioni mucose, che indicano l'infiammazione del tratto gastrointestinale.

Come curare le emorroidi?

Le tattiche terapeutiche dipenderanno dal tipo di malattia, dallo stadio del processo patologico, dalla gravità dei sintomi, dalla presenza / assenza di malattie concomitanti e dalle caratteristiche individuali del paziente.

I principali metodi di terapia:

  • trattamento farmacologico - l'uso di droghe locali (supposte, unguenti, gel), mezzi tablet. Effettivamente nelle fasi iniziali della malattia;
  • tecniche minimamente invasive - interventi chirurgici che si distinguono per lesioni minori e sono assegnati al secondo e terzo stadio della patologia;
  • chirurgia radicale - emorroidectomia, che comporta l'escissione e la rimozione delle emorroidi; nominato all'ultimo stadio della malattia.

L'approccio al trattamento della malattia emorroidaria deve essere completo. I medici consigliano di rivedere il menu, aumentare la quantità di frutta e verdura nella dieta. È anche necessario abbandonare piatti speziati, bevande alcoliche.

Terapia farmacologica per la malattia emorroidaria

Per la selezione dei farmaci occorre contattare il proctologo. Dopo aver eseguito le procedure diagnostiche, determinerà i farmaci più appropriati - sia gli effetti locali che quelli sistemici sul corpo.

Per accelerare l'eliminazione dei sintomi negativi, è necessario un trattamento complesso. Include l'uso di supposte, prodotti per unguenti e compresse con effetto venotonico. Inoltre, la complessità della terapia comporta l'uso di farmaci con una composizione multicomponente e diversi effetti sulle emorroidi.

http://zhkt.info/gemorroy/simptomy-gemorroya

Altri Articoli Su Vene Varicose

Aumento della frequenza cardiaca - non è raro. La patologia può essere permanente o periodicamente manifestata. Nelle malattie cardiovascolari è particolarmente importante sapere come ridurre il polso a casa in modo rapido ed efficiente.