Clexane ed eparina loro differenza

Con l'aumento della viscosità del sangue, gli anticoagulanti sono usati per prevenire la formazione di coaguli di sangue. Questi farmaci hanno diverse composizioni e meccanismi di azione. I pazienti hanno spesso una domanda, cosa scegliere, Fraxiparin o Clexane. Per capire quale farmaco sia adatto in una data situazione, l'analisi delle caratteristiche di due anticoagulanti aiuterà.

Caratteristica di Clexane

Il farmaco ha le seguenti caratteristiche:

  1. Liberatoria e composizione. Il clexano viene prodotto sotto forma di una soluzione iniettabile, che è un liquido trasparente incolore. Il farmaco è confezionato in siringhe di vetro da 0,2 ml. Ogni siringa contiene 20,40, 60, 80 o 100 mg di enoxaparina sodica e acqua per preparazioni iniettabili. Le fiale sono fornite in celle di plastica da 2 pz.
  2. Azione farmacologica. Il sodio Enoxaparina agisce sul fattore Xa, impedendo la conversione della protrombina in trombina. Sono stati identificati altri effetti del principio attivo: soppressione della produzione di mediatori infiammatori e miglioramento dello stato delle pareti vascolari. Il farmaco attiva la produzione di un inibitore del fattore tissutale e riduce il tasso di rilascio del fattore von Willebrand dal rivestimento vascolare. Queste azioni forniscono un'elevata attività anticoagulante di Clexane. L'uso del farmaco aiuta a ridurre il tempo di protrombina e il tasso di aggregazione piastrinica.
  3. Assorbimento, distribuzione ed eliminazione. L'effetto anticoagulante del farmaco si sviluppa in 3-5 ore dopo la somministrazione. Nel fegato, l'enoxaparina sodica viene convertita in metaboliti a bassa molecolarità con bassa attività farmacologica. L'emivita del principio attivo richiede 5 ore. L'enoxaparina e i suoi metaboliti lasciano il corpo con le urine.
  4. Indicazioni per l'uso. Clexane è usato nella prevenzione e nel trattamento della trombosi venosa profonda in pazienti con rischio medio-alto. Le indicazioni per la somministrazione del farmaco sono: recupero dopo interventi ortopedici e chirurgici generali, trombosi in pazienti a letto, embolia polmonare. Clexane può essere usato per prevenire i coaguli di sangue nel sistema di bypass cardiopolmonare durante l'emodialisi. Il farmaco riduce il rischio di morte per infarto del miocardio e angina instabile.
  5. Controindicazioni. Clexane non deve essere somministrato per reazioni allergiche a enoxaparina, emorragia interna, ictus emorragico, esacerbazione dell'ulcera gastrica, precedenti interventi chirurgici nel midollo spinale, varici esofagee. Con cautela, il farmaco viene utilizzato in violazione della coagulazione del sangue, lesioni erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale in remissione, ictus, recupero dal parto, diabete di tipo 2. La sicurezza del farmaco per i bambini non è confermata, quindi non è prescritta ai pazienti di età inferiore ai 18 anni.
  6. Metodo di utilizzo Il farmaco viene somministrato per via sottocutanea. Il dosaggio è determinato dal tipo di malattia e dalle condizioni generali del corpo. Per la trombofilia, vengono somministrati 20 mg di enoxaparina al giorno. Al fine di prevenire la trombosi postoperatoria, la prima iniezione di Clexane viene effettuata 2 ore prima dell'intervento. Il ciclo di trattamento dura 10 giorni, se necessario, si continua fino a quando il tempo di coagulazione del sangue è normalizzato.
  7. Interazione farmacologica Clexane non può essere usato in combinazione con farmaci anti-infiammatori non steroidei, trombolitici, acido acetilsalicilico. Con cautela anticoagulante usato in combinazione con clopidogrel, ticlopidina e destrano. Quando si usa Clexane in combinazione con preparazioni di calcio, sono richiesti esami regolari del sangue e delle urine.
  8. Effetti collaterali L'uso di alte dosi del farmaco può contribuire allo sviluppo di emorragie interne, accompagnato da una diminuzione della pressione sanguigna, pallore della pelle, debolezza muscolare. Durante il trattamento, possono verificarsi reazioni allergiche sotto forma di prurito, orticaria, gonfiore del viso e laringe. La somministrazione sottocutanea di Clexane può provocare ematomi e infiltrati.

Caratteristiche di Fraxiparin

Le seguenti qualità sono peculiari di Fraksiparin:

  1. Liberatoria e composizione. Anticoagulante è disponibile sotto forma di soluzione per somministrazione sottocutanea. È un liquido chiaro, giallo chiaro, inodore. Il prodotto viene fornito in siringhe di vetro monouso da 0,4 ml. Ogni siringa contiene 3800, 5700 o 7600 UI di calcio anti-Xa nadroparina, idrossido di calcio e acido cloridrico diluito.
  2. Azione farmacologica. Il calcio Nadroparina si lega al componente plasmatico dell'antitrombina, contribuendo a ridurre l'attività del fattore Xa. Questo spiega l'elevata attività antitrombotica della sostanza attiva. Rispetto all'eparina, la nadroparina ha un effetto meno pronunciato sull'aggregazione piastrinica e sull'emostasi primaria. Se usato in dosi medie, Fraxiparin non riduce il tempo di protrombina. In cambio, il farmaco acquisisce un'azione prolungata.
  3. Farmacocinetica. Con la somministrazione sottocutanea, la massima attività antitrombotica si sviluppa in 3-4 ore. La nadroparina viene assorbita quasi completamente. Quando somministrato per via endovenosa, l'azione di Fraxiparin si verifica in 10 minuti. Nel fegato, la nadroparina viene convertita in metaboliti inattivi, che vengono escreti dai reni. L'emivita richiede 3,5 ore.
  4. Indicazioni per l'uso. Il farmaco viene utilizzato per prevenire il tromboembolismo durante interventi chirurgici, insufficienza cardiaca e respiratoria. L'introduzione di Fraxiparina durante il passaggio di emodialisi impedisce la coagulazione del sangue. Anticoagulante fa parte degli schemi di trattamento complesso di infarto del miocardio e angina instabile. Il farmaco può essere usato quando si pianifica una gravidanza in donne con trombofilia.
  5. Controindicazioni. Il farmaco non viene utilizzato per trombocitopenia causata dall'uso di anticoagulanti a base di eparina, emorragia interna, sindrome emorragica, emorragia intracranica, grave insufficienza renale, endocardite batterica acuta. Il farmaco non è prescritto a bambini e adolescenti sotto i 18 anni di età. Con cautela, Fraxiparin è somministrato per malattie del fegato, ipertensione, ulcera peptica, esaurimento del corpo. Nel trattamento del diabete dovrebbe monitorare le condizioni delle navi del fondo.
  6. Metodo di utilizzo Il farmaco viene iniettato in posizione supina nel tessuto sottocutaneo della parete addominale anteriore. Prima di usare Fraxiparin, non è necessario rimuovere le bolle d'aria dalla siringa. L'ago viene inserito ad angolo retto nella piega della pelle bloccata. Non strofinare il sito di iniezione.
  7. Interazione farmacologica Se usato in combinazione con ACE-inibitori, diuretici e sali di potassio, può svilupparsi iperkaliemia. L'uso combinato con agenti antipiastrinici aumenta il rischio di sanguinamento. Con cura Fraksiparin è prescritto a pazienti che assumono glucocorticosteroidi.
  8. Effetti collaterali Gli effetti più comuni del trattamento sono il sanguinamento di diversa localizzazione, una diminuzione del numero di piastrine e reazioni allergiche. Un raro effetto collaterale è considerato necrosi tissutale nel sito di iniezione, che è preceduto dalla formazione di infiltrazione.

Confronto di farmaci

Gli anticoagulanti hanno caratteristiche comuni e distintive.

somiglianza

La somiglianza tra Clexan e Fraxiparin ha le seguenti caratteristiche:

  • il tipo di principio attivo (sia l'enoxaparina che la nadroparina sono eparine a basso peso molecolare);
  • indicazioni generali per l'uso;
  • possibilità di utilizzo durante la pianificazione e la gestione della gravidanza;
  • modulo di rilascio (entrambi i farmaci sono disponibili sotto forma di soluzione per somministrazione sottocutanea);
  • controindicazioni generali ed effetti collaterali.

differenze

La differenza tra i farmaci è la quantità e l'attività della sostanza attiva.

Cosa è più forte?

Il clexano è più pronunciato di Fraxiparin, un effetto antitrombotico.

Cosa è più economico?

Clexane ha un prezzo più alto di Fraxiparin.

È possibile sostituire Clexane con Fraxiparin?

Fraxiparin ha un effetto farmacologico meno pronunciato, quindi il farmaco non è sempre in grado di sostituire il Clexan più efficace.

Quale è meglio: Fraksiparin o Clexane?

Rispondere alla domanda su quali scatti sono più efficaci è difficile. Quando prescrive farmaci, il medico prende in considerazione le caratteristiche individuali del corpo.

Durante la gravidanza

Fraxiparin causa meno effetti collaterali, quindi è il farmaco di scelta per la trombofilia nelle donne in gravidanza. Con l'inefficacia di questo farmaco prescritto Clexane.

Opinione dei medici

Sergey, 44 anni, Mosca, ematologo: "Clexane e Fraxiparina sono utilizzati per ridurre la coagulazione del sangue.Questo aiuta a prevenire lo sviluppo di trombosi venosa profonda e il blocco delle arterie polmonari nei pazienti costretti a seguire il riposo a letto.Milxiparina è un farmaco più sicuro, è approvato per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento Clexane può causare una serie di effetti negativi, quindi dovrebbe essere applicato sotto la costante supervisione di un medico. "

Tatiana, 55 anni, Togliatti, ginecologa: "Clexane e Fraxiparina vengono spesso prescritti durante la pianificazione della gravidanza.I farmaci sono altamente efficaci e facili da usare Lo svantaggio di entrambi i farmaci è la necessità di introdurre nella parete addominale anteriore, che causa forti dolori. K. Fraksiparin è meglio tollerato dal corpo, è prescritto dopo l'inizio della gravidanza. "

Recensioni cliniche di Fraxiparine e Clexane

Natalia, 56 anni, Kursk: "Fraksiparin è stato prescritto prima dell'operazione protesica all'articolazione del ginocchio." Come spiegato dal medico, aiuta a evitare l'ostruzione delle vene profonde dopo l'operazione.Rispetto al Clexan più potente, Fraxiparin ha meno effetti collaterali, quindi si adatta bene alle persone vecchiaia.L'introduzione di un anticoagulante non ha influenzato il decorso dell'intervento chirurgico.Il farmaco non ha causato alcun effetto collaterale. "

http://progipertoniyu.ru/preparaty/fraksiparin-ili-kleksan.html

Eparina (Clexane) durante la gravidanza

Ciao, cari dottori!

Ho davvero bisogno del tuo consiglio.

La prima gravidanza 4 anni fa si è conclusa con un CS pianificato per un periodo di 35-36 settimane sullo sfondo di alta pressione e proteine ​​nelle urine 4 g. C'era l'eclampsia nel primo periodo postpartum. Il bambino nacque nel 1750 g, 8-9 da Apgar. Ma a 1 anno il bambino è morto (SMA Verdniga Hoffman)

Ha superato l'analisi sulla trombofilia genetica, ha trovato la mutazione di Leiden in uno stato eterozigote; F13 fibrinasi nello stato omozigote; PAI-1 nello stato omozigote.

Adesso - gravidanza 14 settimane.

La SMA nel feto non viene rilevata.

Tutti i test del sangue e delle urine sono normali, anche la pressione.

Sulla base della mia precedente gravidanza e delle precedenti condizioni genetiche, il ginecologo mi ha prescritto di pungere l'eparina (Clexan 0.4) durante l'intera gravidanza. Anche il tromboelastogramma è finito, aspettando il risultato. Ma il ginecologo ha detto che l'accoltellamento è necessario indipendentemente dai risultati del tag. Lo scopo del clexane è valido?

http://klubkom.net/posts/115421

Clexane

Proprietà farmacologiche

Eparina a basso peso molecolare (con un peso molecolare medio di circa 4.500 Dalton), in cui le attività antitrombotiche e anticoagulanti dell'eparina standard sono separate. A differenza dell'eparina non frazionata standard, è caratterizzata da un'elevata attività anti-Xa (100 UI / ml) e da un'attività debole anti-II o antitrombinica (28 UI / ml). Se usato nelle dosi raccomandate di enoxaparina sodica non aumenta il tempo di sanguinamento. Nelle dosi profilattiche, l'enoxaparina sodica non determina cambiamenti significativi nel tempo di tromboplastina parziale attivata (APTT), né influisce sull'aggregazione piastrinica e sul legame del fibrinogeno con le piastrine.

I parametri farmacocinetici del farmaco sono valutati dalle variazioni dell'attività anti-Xa e anti-IIa nel range di dosaggio raccomandato.

Quando la somministrazione di s / c Clexan rapidamente e quasi completamente assorbito. L'assorbimento è direttamente proporzionale alla dose somministrata ed è lineare. La biodisponibilità di enoxaparina sodica nell'iniezione di s / c è vicina al 100%. L'attività massima anti-Xa nel plasma sanguigno si osserva tra la 3a e la 5a ora dopo la somministrazione di s / c e le medie di 0,18 ± 0,04 IU / ml dopo la somministrazione di 2000 anti-Xa IU e 0, 43 ± 0,11 UI / ml dopo la somministrazione di 4000 anti-XA IU e 1,01 ± 0,14 UI / ml dopo la somministrazione di 10.000 UI anti-XA. L'attività massima anti-IIa è osservata in media 4 ore dopo la somministrazione di s / c ad una dose di 4000 IU anti-Ha, mentre allo stesso tempo, quando somministrata a una dose di 2000 anti-Ha I, questa attività non può essere determinata dal tradizionale metodo amidolitico. Il volume di distribuzione di enoxaparina sodica nell'attività anti-Xa è quasi uguale al volume di sangue circolante.

Il metabolismo di enoxaparina sodica si verifica nel fegato per desolfatazione e / o depolimerizzazione con la formazione di varietà di eparina a basso peso molecolare con un potenziale biologico significativamente inferiore. L'emivita dell'attività anti-Xa corrisponde a circa 4 ore con una singola e 7 ore con somministrazione ripetuta. L'attività anti-Xa viene determinata fino a circa 24 ore dopo la somministrazione di sc di 4000 UI anti-XU di sodio enoxaparina. La clearance renale dei metaboliti attivi è del 10%, l'escrezione renale totale - il 40% della dose del farmaco. L'eliminazione di enoxaparina è più prolungata nei pazienti anziani (l'emivita è di 6-7 ore). Nei pazienti con insufficienza renale (clearance della creatinina ≤ 30 ml / min), l'AUC aumenta significativamente (del 65%) con la somministrazione ripetuta di 4.000 IU anti-Ha 1 volta al giorno. I parametri farmacocinetici in pazienti con insufficienza renale in emodialisi non cambiano.

testimonianza

Prevenzione della trombosi venosa ed embolia durante interventi chirurgici ortopedici o generali, nonché in pazienti con profilo terapeutico che si trovano a riposo a letto a causa di patologie acute (insufficienza cardiaca della III-IV classe funzionale secondo la classificazione NYHA, insufficienza respiratoria, processo infettivo acuto grave, malattie reumatiche) ; prevenzione della trombosi nel circuito extracorporeo durante l'emodialisi; trattamento della trombosi venosa profonda, anche accompagnato da tromboembolia polmonare; trattamento di angina instabile e infarto miocardico acuto senza un'onda patologica Q (in combinazione con acido acetilsalicilico).

applicazione

Il farmaco è usato solo negli adulti. Nell'uso profilattico e terapeutico, l'enoxaparina viene iniettato in profondità. In / nel farmaco viene somministrato per ottenere l'anticoagulazione durante l'emodialisi.

Enoxaparina non può essere inserita in / m! Clexane viene iniettato nella parete addominale laterale anteriore o posteriore. L'ago della siringa viene iniettato per tutta la sua lunghezza nella direzione perpendicolare alla superficie della piega cutanea, che viene formata con l'aiuto del pollice e dell'indice e mantenuta per tutta l'iniezione. Il paziente dovrebbe essere sdraiato. 1 mg di enoxaparina sodica (0,01 ml di p-ra) corrisponde a circa 100 attività anti-Xa ME.

Per la prevenzione della trombosi venosa e del tromboembolismo in operazioni con rischio moderato di trombosi (chirurgia addominale) e in pazienti con rischio moderato di tromboembolia, si raccomanda di somministrare il farmaco s / c alla dose di 2.000 IU anti-Ha una volta al giorno. Durante le operazioni ad alto rischio di tromboembolismo (interventi sull'articolazione dell'anca o del ginocchio e interventi oncologici), il farmaco viene iniettato n / a in una dose di 4.000 anti-Xa IU una volta al giorno. Nella pratica chirurgica generale, la prima dose del farmaco viene somministrata 2 ore prima dell'intervento chirurgico. Nella pratica ortopedica, la prima dose del farmaco viene somministrata 12 ore prima dell'intervento chirurgico. La durata della somministrazione profilattica è in media di 7-10 giorni. In ortopedia utilizzata in una dose di 4.000 anti-Xa 1 volta al giorno per un massimo di 4 settimane.

Nei pazienti terapeutici immobilizzati ad alto rischio di tromboembolia, la dose raccomandata è di 4.000 IU anti-Ha 1 volta al giorno per almeno 6 giorni, ma non più di 14 giorni.

Per la prevenzione della trombosi nel circuito extracorporeo durante l'emodialisi, il farmaco viene utilizzato a una dose di 100 anti-Xa IU / kg del peso corporeo del paziente. L'enoxaparina viene iniettata nella spina dorsale arteriosa per l'emodialisi prima dell'inizio della sessione. Di norma, la dose indicata è sufficiente per la dialisi per 4 ore; quando compaiono anelli di fibrina, può essere somministrata una dose aggiuntiva di 50-100 anti-Xa IU / kg. Per i pazienti ad alto rischio di sanguinamento, la dose del farmaco deve essere ridotta a 50 anti-Xa IU / kg per doppio accesso vascolare ea anti-Xa IU / kg per singolo accesso. Quando compaiono anelli di fibrina, viene somministrata una dose aggiuntiva da 50 a 100 anti-Xa IU / kg.

Quando si tratta la trombosi venosa profonda, che è accompagnata o non accompagnata da tromboembolia polmonare, il sodio enoxaparina viene iniettato s / c alla dose di 150 anti-Ha IU / kg 1 volta al giorno o ad una dose di 100 anti-Ha IU / kg 2 volte al giorno ogni 12 h) La durata del trattamento non deve superare i 10 giorni. Se necessario, somministrare contemporaneamente anticoagulanti orali. Il trattamento è continuato fino a quando il rapporto di normalizzazione internazionale (INR) raggiunge il 2-3.

Nel trattamento dell'angina instabile e dell'infarto del miocardio senza un'onda patologica di Q nella fase acuta, l'enoxaparina sodica viene iniettata s / c alla dose di 100 anti-Ha IU / kg ogni 12 ore (in combinazione con acido acetilsalicilico a una dose di 100-325 mg una volta al giorno, per via orale). La durata del trattamento è di 2-8 giorni, fino a quando le condizioni cliniche del paziente non si stabilizzano.

Non è necessario un aggiustamento della dose per gli anziani con normale funzionalità renale.

L'uso di enoxaparina sodica nei bambini non è raccomandato.

I pazienti con insufficienza renale (clearance della creatinina ≤ 30 ml / min) richiedono un aggiustamento della dose del farmaco, poiché il suo effetto in questa categoria di pazienti è significativamente migliorato. Per scopi profilattici, a tali pazienti viene prescritta una dose di 20 mg (2000 anti-Xa IU) 1 volta al giorno, con uno scopo terapeutico - 1 mg / kg (100 IU anti-Ha / kg) 1 volta al giorno.

L'introduzione del farmaco in pazienti con insufficienza epatica richiede un controllo medico.

Controindicazioni

Ipersensibilità a enoxaparina o altre eparine a basso peso molecolare, emorragia acuta o alto rischio di emorragia incontrollata, incluso ictus emorragico recente.

Effetti collaterali

Sono possibili complicazioni emorragiche (inclusi casi isolati di sanguinamento massiccio, in particolare retroperitoneale e intracranico, alcuni di questi casi sono fatali); reazioni allergiche locali o generalizzate; trombocitopenia (trombocitopenia lieve, transitoria, asintomatica nei primi giorni di terapia; trombocitopenia immunoallergica con trombosi, che in alcuni casi è stata complicata da infarto d'organo o ischemia degli arti); con trattamento prolungato (più di 5 settimane) - sviluppo precoce dell'osteoporosi; aumento dell'attività delle transaminasi nel siero; lo sviluppo di ematomi neuroassiali quando si utilizza enoxaparina sullo sfondo di un'anestesia epidurale o spinale in alcuni casi può portare all'insorgenza di disturbi neurologici di varia gravità, inclusa la formazione di paralisi prolungata o permanente; reazioni nel sito di iniezione (da lieve irritazione a dolore, lividi ed ematoma nel sito di iniezione, in casi eccezionali - necrosi cutanea); eruzioni cutanee bollose o reazioni allergiche sistemiche, incluso anafilattoide. Se si verificano questi effetti collaterali, il trattamento farmacologico deve essere interrotto.

Sono stati riportati casi isolati di ipersensibilità con vasculite cutanea; un aumento asintomatico e reversibile della conta piastrinica e un aumento dell'attività dell'enzima epatico.

Istruzioni speciali

Le eparine a basso peso molecolare non sono farmaci intercambiabili, poiché differiscono nel peso molecolare, l'attività specifica contro il fattore Xa, il regime posologico.

Clexane, come altri anticoagulanti, deve essere usato con cautela in condizioni associate ad un aumentato rischio di sanguinamento, ovvero quando l'emostasi è anormale, c'è una storia di ulcera peptica, ictus emorragico recente, ipertensione grave non controllata, retinopatia diabetica, neurochirurgia;, uso simultaneo di farmaci che influenzano l'emostasi.

Nel trattamento profilattico di pazienti di età superiore ai 65 anni, non vi è stato un aumento del sanguinamento, tuttavia, quando si utilizza il farmaco in dosi terapeutiche, vi è il rischio di sviluppare complicanze emorragiche.

Poiché non ci sono abbastanza studi clinici controllati in donne in gravidanza, enoxaparina sodica deve essere somministrata durante la gravidanza solo se ci sono indicazioni vitali. Clexane non è raccomandato per il trattamento di donne in gravidanza con valvole cardiache protesiche. Si raccomanda di interrompere l'allattamento al seno durante il trattamento farmacologico.

Non usare nella pratica pediatrica.

Nei pazienti con bassa massa corporea (meno di 45 kg nelle donne e 57 kg negli uomini), aumenta il rischio di complicanze emorragiche, che richiede il monitoraggio del paziente.

Al fine di ridurre il rischio di sanguinamento dopo angioplastica coronarica percutanea, un catetere che fornisce l'accesso vascolare deve essere rimosso non prima di 6-8 ore dopo la somministrazione sottocutanea di enoxaparina. La dose successiva di enoxaparina può essere somministrata solo 6-8 ore dopo la rimozione del catetere.

Quando si eseguiva l'anestesia spinale o epidurale con l'uso di enoxaparina sodica in una dose di 4.000 anti-Xa IU / kg una volta al giorno, raramente sono stati osservati casi di ematomi neuroassiali e disturbi neurologici associati. Il rischio di tali complicanze aumenta con l'uso di alte dosi di sodio enoxaparina, l'uso di cateteri epidurali postoperatori permanenti o l'uso simultaneo di farmaci che influenzano l'emostasi, in particolare i FANS, con punture ripetute.

Con l'uso combinato di anestesia spinale o epidurale con l'uso di enoxaparina, è meglio eseguire l'installazione e la rimozione del catetere prima della somministrazione di enoxaparina. Quando si esegue l'anestesia spinale o epidurale, è meglio eseguire l'installazione e la rimozione del catetere quando l'effetto anticoagulante di Enoxaparina sodico è basso: 10-12 ore dopo la somministrazione a 4000 anti-Ha IU / kg o meno, o 24 ore dopo l'uso del farmaco a dosi elevate (100 IU anti-Ha / kg 2 volte al giorno o 150 IU anti-Ha / kg 1 volta al giorno). La successiva somministrazione di enoxaparina sodica deve essere effettuata non prima di 2 ore dopo la rimozione del catetere. È richiesta una rigorosa supervisione medica dello stato neurologico del paziente. Se compaiono segni di ematoma spinale, deve essere immediatamente prescritto un trattamento appropriato (se necessario, decompressione del midollo spinale).

La prescrizione medica è richiesta quando si prescrive il farmaco a pazienti nella storia in cui vi è un'indicazione di trombocitopenia indotta da eparina con o senza trombosi.

Si raccomanda di determinare il numero di piastrine prima e durante il corso del trattamento. Quando si riduce il numero di piastrine del 30-50% dell'indicatore iniziale, il farmaco deve essere immediatamente cancellato.

L'Enoxaparina sodica in dosi, utilizzata per la prevenzione del tromboembolismo venoso, non influenza significativamente il tempo di sanguinamento e altri indicatori di coagulazione del sangue, compresa l'aggregazione piastrinica o il legame del fibrinogeno alle piastrine. Con l'uso del farmaco a dosi più elevate, l'APTTV e il tempo di formazione del coagulo attivato possono aumentare. Tuttavia, l'aumento di questi indicatori non dipende direttamente dall'aumento dell'attività antitrombotica di enoxaparina e non richiede un monitoraggio costante.

interazione

A causa dell'aumentato rischio di sanguinamento, non usare Clexane contemporaneamente ad acido acetilsalicilico e altri FANS in dosi elevate, ticlopidina, clopidogrel, destrano 40, GCS, trombolitici, anticoagulanti, altri farmaci antitrombotici, compresi gli antagonisti della glicoproteina IIb IIb / ii Se necessario, l'uso di tali combinazioni deve essere effettuato con un attento monitoraggio clinico e di laboratorio, ma oggi esiste un'esperienza di uso combinato sicuro di Enoxaparina sodica con i suddetti medicinali.

overdose

La somministrazione endovenosa lenta di protamina solfato (cloridrato) alla velocità di 1 mg di protamina per 1 mg di Clexane è indicata come antidoto specifico (se l'enoxaparina sodica è stata somministrata nelle 8 ore precedenti). Tuttavia, anche con l'introduzione di protamina solfato in una dose elevata, l'effetto di enoxaparina sodica non è completamente neutralizzato (fino ad un massimo del 60%). Poiché la neutralizzazione può essere temporanea (a causa delle caratteristiche dell'assorbimento di eparine a basso peso molecolare), la dose di protamina deve essere divisa in più iniezioni (da 2 a 4) entro 24 ore.

Condizioni di conservazione

A una temperatura non superiore a 25 ° C. Non congelare.

http://it-apharm.ru/kleksan.html

Anticoagulanti Fraxiparin e Clexane: qual è la differenza e cosa è meglio durante la gravidanza?

La formazione di coaguli di sangue comporta sempre gravi conseguenze ed è estremamente indesiderabile nel corpo umano.

Al giorno d'oggi, ci sono un certo numero di farmaci che aiutano a prevenire il loro verificarsi.

Questi farmaci sono molto spesso usati dalle donne in gravidanza per la prevenzione, i pazienti con trombosi per terapia, ecc. In questo articolo, due di questi farmaci, tra cui Fraxiparin e Clexan, saranno esaminati più in dettaglio.

Azione farmacologica

Fraxiparin è un farmaco appartenente al gruppo degli anticoagulanti diretti che hanno effetto antitrombotico.

Migliora la circolazione sanguigna e normalizza il colesterolo. Il principio attivo di Fraxiparin è il noproparina calcio. Si tratta di un'eparina a basso peso molecolare che si sviluppa depolimerizzando l'eparina ordinaria.

L'attività antitrombotica si ottiene attivando la fibrinolisi mediante il metodo di rilascio dell'attivatore del plasminogeno tissutale dalle cellule dell'endotelio e stimolando l'inibitore della via del fattore tissutale.

La nadroparina ha scarso effetto sull'emostasi primaria. Ha un alto livello di correlazione tra attività anti-IIa e anti-Xa. Ha un effetto antitrombotico immediato e prolungato.

Clexan 40 mg

Il clexano è un'eparina a basso peso molecolare e un anticoagulante ad azione diretta. Il componente attivo del farmaco è Enoxaparina Na, che appartiene alle eparine a basso peso molecolare.

L'azione della sostanza causata da attivazione di antitrombina III, che provoca l'inibizione e inibizione dell'attività fattore formazione IIa e X. prolungata del farmaco antitrombotico ha un effetto che non influenza negativamente il legame del fibrinogeno al recettore piastrinico e l'aggregazione piastrinica.

Indicazioni per l'uso

Il farmaco Fraxiparin è raccomandato per l'uso nei seguenti casi:

  • prevenzione delle complicanze tromboemboliche dopo ogni intervento;
  • trattamento delle complicanze tromboemboliche;
  • trattamento di angina, così come infarto del miocardio.

Il farmaco medico Clexane è raccomandato per l'uso per:

  • prevenzione del tromboembolismo e della trombosi venosa;
  • trattamento della trombosi venosa profonda;
  • trattamento di angina, così come infarto del miocardio.

Metodo di utilizzo

Il medicinale Fraxiparin è usato esclusivamente per via sottocutanea ed endovenosa:

  1. chirurgia generale. Si consiglia di utilizzare questo farmaco per almeno sette giorni ad una dose di 0,3 millilitri. La prima dose viene somministrata ai pazienti da due a quattro ore prima dell'intervento chirurgico;
  2. chirurgia ortopedica. La primissima dose di Fraxiparina viene somministrata ai pazienti dodici ore prima dell'operazione, e anche dopo lo stesso periodo di tempo successivo. Questo farmaco è raccomandato per dieci giorni.

Il farmaco Clexane è usato esclusivamente per la somministrazione sottocutanea e vale la pena sapere che questo farmaco è proibito dall'iniezione intramuscolare:

  • durante le operazioni addominali. È usato nel dosaggio di 20-40 millilitri una volta al giorno una volta. La dose iniziale prima dell'intervento chirurgico viene somministrata in due ore;
  • durante le operazioni ortopediche. Dose usata di 40 milligrammi una volta al giorno una volta. Inizialmente, il farmaco viene somministrato dodici ore prima dell'intervento chirurgico. Allo stesso tempo, c'è anche uno schema alternativo per la somministrazione, ed è 30 millilitri due volte al giorno, e la dose iniziale viene somministrata 12-24 ore dopo l'intervento chirurgico.

Il corso del trattamento con questo strumento varia da una settimana a 10 giorni, mentre può essere esteso fino a un certo tempo, mentre rimane il rischio di trombosi. Solitamente esteso da non più di cinque settimane.

Controindicazioni

Il farmaco Fraxiparin non deve essere usato in questi casi:

  • se sei allergico ai componenti del farmaco;
  • se l'uso passato di questo farmaco ha causato trombocitopenia;
  • con aumentato rischio o sanguinamento presente;
  • con esacerbazione della malattia 12 ulcera duodenale o ulcere;
  • con danno emorragico cerebrovascolare;
  • con endocardite infettiva nella fase acuta.

Il farmaco Clexane non deve essere usato in questi casi:

  • con intolleranza a uno dei componenti del farmaco;
  • con alto rischio di sanguinamento;
  • donne incinte con una valvola cardiaca artificiale;
  • all'età di meno di 18 anni.

Inoltre, occorre prestare attenzione a Clexan con:

  • ulcere;
  • una storia recente di ictus ischemico;
  • retinopatia emorragica o diabetica;
  • ipertensione arteriosa maligna;
  • parto recente;
  • disturbi dell'emostasi;
  • endocardite;
  • pericardite;
  • insufficienza renale e fegato;
  • trauma complesso;
  • in combinazione con il farmaco che colpisce l'emostasi;
  • uso del dispositivo intrauterino per la contraccezione.

Effetti collaterali

Durante la terapia con Fraxiparina possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati:

  • reazioni allergiche;
  • sanguinamento;
  • aumento dei livelli di enzimi epatici;
  • piccoli ematomi nel sito di iniezione;
  • noduli stretti e dolorosi nel sito di iniezione;
  • trombocitopenia;
  • eosinofilia;
  • iperkaliemia.

Durante la terapia con Clexane, possono verificarsi i seguenti effetti indesiderati:

  • sanguinamento;
  • sindrome emorragica;
  • sviluppo di emorragia nello spazio retroperitoneale;
  • sviluppo di emorragia nella cavità cranica;
  • la morte;
  • sviluppo di ematoma dello spazio spinale;
  • lo sviluppo di disturbi neurologici;
  • la paralisi;
  • paresi;
  • trombocitopenia;
  • reazioni allergiche al sito di iniezione;
  • elevazione delle transaminasi.

Quando sanguinamento è necessario per fermare l'uso di Clexane.

overdose

In caso di sovradosaggio con Fraxiparin, con l'introduzione di dosi più elevate di iniezioni, può verificarsi sanguinamento.

In questo caso, il seguente uso del farmaco deve essere trasferito, ma questo si applica solo a una piccola quantità di sangue.

Se il sovradosaggio si verifica dopo l'ingestione, anche una grande quantità di farmaci non può causare gravi complicazioni, poiché ha un assorbimento molto basso.

Il sovradosaggio accidentale di Clexane con l'iniezione può portare a complicanze emorragiche. Se ingerito, qualsiasi complicazione è improbabile, perché il farmaco non viene assorbito.

Recensioni

Tuttavia, tali pazienti sono confusi dal fatto che l'iniezione avviene nello stomaco.

Vantaggio è anche notato che il farmaco previene il verificarsi di coaguli di sangue, migliora la circolazione sanguigna, agisce abbastanza rapidamente ed è facile da usare.

Tra gli svantaggi, il costo è troppo alto, gli ematomi dopo le iniezioni, la presenza di gravi effetti collaterali, ma sono raramente visti. Nelle recensioni su Clexane ha indicato che è valido durante la gravidanza e per molti è un vantaggio. C'è una buona efficienza, convenienza e facilità d'uso.

Tra gli svantaggi, il più comune è che le iniezioni dovrebbero essere fatte nello stomaco, e in generale sono estremamente sgradevoli. Inoltre, il costo è troppo costoso, e ci sono un sacco di effetti collaterali e controindicazioni.

Quale è meglio?

Determinare quale sia il migliore, Fraxiparin o Clexane è abbastanza difficile. Ogni paziente ha bisogno di un approccio individuale e la nomina del farmaco più appropriato.

Fraciparina 0,3 ml

Fraxiparin ha meno effetti collaterali e controindicazioni, e Clexan, a sua volta, ha molti effetti che hanno gravi conseguenze, persino la morte.

Se consideriamo il segmento di prezzo, allora Fraksiparin è un po 'più economico. Per quanto riguarda l'efficacia in termini di trattamento, entrambi i farmaci sono ugualmente ben provati tra i pazienti.

conclusione

Ostetrico-ginecologo sulla trombofilia durante la gravidanza:

Quando si sceglie quale farmaco da prescrivere a un paziente, Fraxiparin o Clexane, il medico deve prima di tutto essere guidato dalle controindicazioni che possiedono. Si raccomanda, anche se vi sono indicazioni che consentano di utilizzare il farmaco sotto osservazione e con estrema cautela, di scegliere un medicinale che non abbia una controindicazione del genere.

http://diabet24.guru/lechenie/preparaty/fraksiparin-i-kleksan.html

Altri Articoli Su Vene Varicose

Recensioni negativeAskorutin in teoria dovrebbe essere abbastanza utile. Soprattutto quando è malato di raffreddore. Ma questo è tutto in teoria. E. La quantità di acido ascorbico che può aiutare a curare una malattia fredda in una persona dovrebbe essere di almeno 3 g al giorno, e questo è certamente più delle prescritte 2-3 compresse di ascorutico.