Quali sono le malattie dei vasi delle gambe

Le malattie vascolari degli arti inferiori possono interessare a qualsiasi età. La loro diversità è molto ampia, sono caratterizzati da vari sintomi e presentano caratteristiche individuali di trattamento. Ogni malattia può portare a gravi complicazioni e conseguenze. Per evitare ciò, è necessario familiarizzare il più possibile con ciascuna delle possibili violazioni nel sistema vascolare. E, soprattutto, è necessario capire cosa fare se i vasi nelle gambe fanno male.

Sintomi di malattie vascolari delle gambe, foto e metodi di trattamento - tutti i più importanti sono raccolti in questo articolo.

Le principali malattie delle navi delle gambe: sintomi e una breve descrizione

I sintomi della malattia venosa delle gambe possono verificarsi in una fase molto precoce. Se vengono rilevati in tempo e si rivolgono immediatamente a un flebologo, allora è possibile non solo arrestare la progressione della malattia, ma anche eliminarla completamente.

Quindi, quali sono le malattie dei vasi sanguigni delle gambe?

aterosclerosi

L'aterosclerosi è una lesione sistemica delle arterie, che è accompagnata da depositi di colesterolo e placche attaccate alle pareti dei vasi sanguigni. Ciò porta alla malnutrizione degli organi di sangue e ad un generale malfunzionamento del sistema circolatorio.

Alla fine, i depositi accumulati possono portare al blocco completo dei vasi sanguigni, che spesso porta alla morte.

L'aterosclerosi è più suscettibile agli uomini. Nelle donne, questa malattia appare molto meno frequentemente. Quali sono le ragioni?

  • In cattiva alimentazione. Il consumo elevato di cibi grassi, fritti, affumicati, fast food, bevande alcoliche e gassate porta alla comparsa di placche di colesterolo.
  • Lo stress. Le emozioni negative, gli shock nervosi costanti e gli stress portano all'aterosclerosi.
  • Fumo. La nicotina e il catrame hanno un effetto molto negativo sul sistema vascolare.
  • Il diabete mellito. Una delle cause più significative dell'aterosclerosi.

Il sintomo più caratteristico dell'aterosclerosi è la zoppia. Quando si cammina, il paziente avverte un forte dolore nell'area del muscolo gastrocnemio, dell'articolazione della coscia e dell'anca. Il dolore è temporaneo, gradualmente si attenua. Tuttavia, dopo un po 'torna di nuovo.

L'aterosclerosi ha un numero di sintomi:

  • crampi alle gambe di notte;
  • intorpidimento dei piedi e dei piedi;
  • affaticamento rapido delle gambe durante la camminata a breve termine;
  • pallore della pelle, forse con una sfumatura bluastra.

Vene varicose

A differenza dell'aterosclerosi, una malattia puramente maschile, le belle ragazze sono per lo più inclini alle vene varicose. Le gambe si stancano rapidamente, ci sono gonfiore, pesantezza e dolore, iniziano a comparire ragnatele vascolari di colore viola. Alla fine dell'immagine, vene gonfie di un colore rossastro o bluastro sono chiaramente aggiunte alla superficie della pelle.

Nell'80% dei casi, le vene varicose compaiono durante la gravidanza o dopo il parto. Il fallimento ormonale conferisce un'impronta speciale al sistema vascolare. Inoltre, una posizione prolungata in posizione statica (in piedi o seduti, specialmente nella posa in posizione eretta), le scarpe lunghe con i tacchi possono portare a vene varicose.

Vene varicose e vasi delle gambe, foto:

Varici incipienti, fase 1-2

Occlusione venosa profonda

L'occlusione venosa profonda ha il termine medico flebotrombosi. La comparsa della patologia porta:

  • aumento della coagulazione del sangue;
  • violazione della struttura delle pareti dei vasi sanguigni;
  • flusso sanguigno lento.

La flebotrombosi ha una serie di sintomi caratteristici:

  • dolore alle gambe, disagio, distensione e affaticamento (passa rapidamente quando si sdraia e si alzano le gambe sopra il livello della testa);
  • gonfiore delle gambe;
  • la gamba affetta da flebotrombosi è molto più fredda al tatto di una gamba sana.

Ostruzione vascolare

L'ostruzione dei vasi è chiamata occlusione. In realtà, è un'embolia di vasi periferici, il loro spasmo e disturbi circolatori estremamente acuti. Il pericolo di occlusione è un'alta probabilità di completa perdita di sensibilità delle gambe e la cessazione della loro attività vitale.

Sintomi della malattia:

  • dolore alla gamba;
  • mancanza di pulsazione nella gamba;
  • pallore malsano della pelle;
  • negli stadi successivi della malattia: completa mancanza di sensibilità delle gambe, paralisi;
  • un caratteristico "motivo" marmoreo appare sul piede;
  • la gamba occlusa diventa fredda.

Quando le cure mediche non vengono fornite in tempo, la cancrena diventa il risultato della malattia.

Trombosi venosa safena

Una malattia in cui si formano coaguli di sangue o coaguli di sangue nel lume delle vene safene. Le vene safene si trovano abbastanza vicino alla superficie della pelle, quindi la patologia ha manifestazioni pronunciate - infiammazione, arrossamento, gonfiore e dolore.

Con la formazione di un coagulo di sangue nelle vene, ci sono foche, noduli. Inoltre, la malattia è accompagnata da febbre e scolorimento della pelle nell'area problematica (diventa troppo pallida rispetto alla tonalità generale della pelle della gamba).

endoarterite

Questa patologia è comunemente chiamata la malattia dei fumatori. Gli scienziati sono riusciti a dimostrare che sotto l'azione della nicotina e del catrame contenuti nelle sigarette, le lacune vascolari si restringono e l'afflusso di sangue ai tessuti viene notevolmente interrotto.

La malattia vascolare "professionale" dei fumatori è accompagnata dai seguenti sintomi:

  • dolore alle gambe quando si cammina, aggravato accelerando il passo o quando si va a correre;
  • gonfiore delle gambe;
  • sensazione di formicolio alle gambe;
  • l'aspetto della fatica nelle gambe anche con uno sforzo minimo;
  • zoppicare, non correlato a possibili lesioni alle gambe;
  • l'emergenza di ulcere trofiche;
  • pallore malsano dei piedi;
  • completa perdita di sensibilità alle gambe.

Metodi di trattamento

Le ferite alle gambe possono ferire? Può in presenza di una delle suddette malattie. Se i vasi nelle gambe sono feriti, il trattamento deve essere effettuato da un flebologo.

È molto importante affidare la salute dei piedi a uno specialista esperto e non auto-medicare!

Ogni malattia vascolare richiede un approccio individuale al trattamento:

  1. L'aterosclerosi. La malattia viene trattata con farmaci e ha risultati molto buoni, ma solo se il trattamento è iniziato in tempo. È anche importante rafforzare la terapia farmacologica con vitamine E, C, PP, acidi grassi insaturi. Se la malattia è iniziata, il problema è risolto chirurgicamente.
  2. Vene varicose Nella fase iniziale, gel e creme (Troxevasin, Sophia), compresse per le vene varicose (Phlebodia, Detralex) contribuiranno a far fronte al problema. Se la malattia progredisce, la scleroterapia viene eseguita - essi "incollano" i vasi colpiti con l'aiuto della sostanza sclerosante mediante iniezione endovenosa. In casi estremamente gravi, può essere necessaria una rimozione chirurgica della vena.
  3. Occlusione venosa profonda. Nella fase iniziale, puoi migliorare la tua salute con l'aiuto di un kit medico di gel e compresse che migliorano il funzionamento delle vene. Se il trattamento delicato non aiuta, il problema viene rimosso chirurgicamente.
  4. Ostruzione dei vasi sanguigni Con questa malattia, il paziente viene immediatamente messo in ospedale. L'auto-trattamento a casa è categoricamente escluso! Il paziente è una terapia aggressiva con farmaci. Quando la condizione peggiora, viene eseguita la trombectomia (rimozione della causa dell'ostruzione vascolare).
  5. Trombosi delle vene safene. Per eliminare i coaguli di sangue, i farmaci possono essere utilizzati per diluire i coaguli. Se questa tecnica non aiuta, i coaguli di sangue vengono eliminati nella sala operatoria.
  6. Endoarterite. Il primo stadio del trattamento è un potente complesso di farmaci (antibiotici, farmaci antispastici, vitamine, anticoagulanti), elettroforesi, diatermia. L'intervento chirurgico è richiesto solo nella fase necrotizzante della malattia.

Metodi di prevenzione e raccomandazioni generali

È noto che la malattia è più facile da prevenire che curare. Per proteggere la tua salute dalle malattie vascolari, puoi seguire semplici raccomandazioni per misure preventive:

  1. Una corretta alimentazione, più frutta e verdura, meno grassi e fritti.
  2. Sport, almeno in quantità minime. Ad esempio, esercizi di fitness e casa. Alla fine della giornata lavorativa, è molto utile sdraiarsi sul letto, sollevare le gambe sopra la testa e appoggiarle contro il muro. Ciò migliorerà la circolazione sanguigna, alleggerirà la pesantezza e il gonfiore delle gambe e normalizzerà il deflusso di sangue.
  3. Anima in contrasto - un effetto molto benefico sul sistema vascolare, aiuta a rinforzare vene e vasi sanguigni, protegge da possibili malattie.
  4. Evitare la posizione prolungata.
  5. Utilizzare strumenti internazionali per mantenere prestazioni vascolari ottimali. È inoltre possibile consultare un flebologo per la terapia farmacologica profilattica.

conclusione

Impara in dettaglio le malattie dei vasi sanguigni delle gambe, i sintomi e il loro trattamento - significa in modo informativo prepararsi per eventuali problemi con il sistema vascolare. Ora c'è una grande opportunità, se necessario, di non farsi prendere dal panico quando viene rilevata una malattia, ma di fornire in modo competente un'ambulanza alle gambe.

http://vashynogi.com/bolezni/varikoz/kakie-byvayut-zabolevaniya-sosudov-nog.html

Sosudinfo.com

Le malattie del sistema vascolare sono direttamente correlate allo stile di vita improprio, all'alimentazione, all'abuso di cattive abitudini. Oggi, sempre più patologie si verificano in tenera età. L'usura e il danneggiamento dei vasi sanguigni dipendono anche da una serie di fattori esterni e dalla situazione ambientale circostante. Tra le altre malattie del sistema circolatorio, le vene varicose sono spesso diagnosticate.

L'intero sistema circolatorio è una rete di vasi attraverso cui il sangue si muove dagli organi interni al cuore. Una persona, essendo in posizione eretta per un tempo più lungo, non immagina nemmeno quale tipo di gravità negli arti inferiori abbia il flusso sanguigno. La funzione della pompa viene eseguita dai muscoli e, in modo che il sangue non ritorni alla cavità delle vene, sono presenti valvole speciali. Le violazioni nel loro lavoro danno slancio allo sviluppo di disturbi.

Cause di malattie delle vene agli arti inferiori

Il sangue si muove attraverso i vasi dal basso verso l'alto nella direzione della pompa principale - verso il cuore. La forza di gravità è un ostacolo piuttosto significativo, e così che il fluido può superare questo difficile percorso, il tessuto muscolare è sotto pressione e le valvole nella cavità venosa dirigono il sangue su un lato.

Un certo numero di fattori può interrompere il flusso sanguigno e portare all'interruzione del movimento del tessuto liquido. Le cause più comuni includono:

  • carico eccessivo sugli arti inferiori
  • vestiti e scarpe stretti
  • periodo di trasporto di un bambino durante la gravidanza,
  • disagio psicologico,
  • caratteristiche dell'attività professionale.

La gravidanza è la causa più comune di malattia venosa nelle donne. Durante questo periodo, il corpo è sottoposto a carichi pesanti, cambiamenti di equilibrio ormonale, la placenta forma un ulteriore circolo di circolazione sanguigna e la quantità di liquido in esso aumenta. Tutti i sistemi operano in modalità avanzata, che influisce indubbiamente sullo stato e sulla funzionalità delle imbarcazioni. Durante l'intero periodo di gestazione, è molto importante ricorrere a misure preventive e, se necessario, iniziare il trattamento in una fase precoce, poiché il parto e l'allattamento possono solo aggravare i problemi.

Le malattie delle vene spesso colpiscono persone la cui attività professionale è associata a un grande sforzo fisico o comporta una lunga permanenza in piedi. Lo stress statistico negli arti porta a vene varicose, insegnanti, venditori, parrucchieri, così come i conducenti e altri dipendenti sono soggetti a questo disturbo.

Spesso i problemi di circolazione del sangue si verificano nelle donne a causa del loro desiderio di apparire più attraenti. Vestiti e scarpe stretti ma di moda hanno un impatto negativo sui vasi ipodermici.

Le situazioni stressanti possono anche aumentare la pressione e la resistenza, quindi il fattore psicologico svolge un ruolo significativo nello sviluppo delle patologie venose. Disagio e stress emotivo determinano il rilascio di ormoni - cortisolo e endorfine. Stimolano l'aumento del flusso sanguigno e possono causare il vasospasmo.

Tutte le malattie delle vene hanno caratteristiche distintive e sintomi di manifestazione, l'importante è notarle in tempo e chiedere l'aiuto di uno specialista.

Classificazione e sintomi principali

Una qualsiasi delle patologie venose è pericolosa per il corpo, poiché senza intervento porta a un certo numero di complicazioni e può anche causare un esito fatale.

Le malattie venose sono classificate per tipo di lesione e includono:

  • vene varicose degli arti inferiori,
  • varicocele,
  • emorroidi,
  • insufficienza venosa
  • ulcere trofiche,
  • tromboflebite,
  • trombosi,
  • flebopatie.

Tutti questi disturbi hanno le loro caratteristiche e sintomi caratteristici di manifestazione. Ciascuno dei disturbi richiede un trattamento immediato, poiché progredisce rapidamente.

Vene varicose

Questa patologia è caratterizzata dall'espansione e dal diradamento dei vasi sanguigni a causa di un alterato flusso sanguigno. Il più delle volte, la malattia colpisce le gambe, i noduli bluastri appaiono su di essi e il rigonfiamento delle vene diventa evidente, che si verifica con la disfunzione della valvola nelle cavità vascolari.

I primi sintomi della malattia delle vene delle gambe sono:

  • gonfiore che peggiora nel pomeriggio;
  • sensazione di pesantezza;
  • sindrome da stanchezza;
  • distensione.

Il disagio passa dopo la riduzione del carico al mattino. Senza trattamento, i sintomi sono aggravati, c'è dolore, sensazione di bruciore e crampi.

tromboflebite

Questa è una complicazione delle vene varicose, in cui si formano coaguli di sangue nei vasi sanguigni infiammati, bloccando i vasi sanguigni e bloccando i vasi sanguigni. Di conseguenza, si sviluppa un'infiammazione asettica. È provocato da un aumento della viscosità del sangue, traumi, periodo di gestazione, malattie respiratorie, sovrappeso, diabete ed ereditarietà. La lesione si trova nella parte superiore delle gambe dietro. I principali sintomi della tromboflebite comprendono:

  • dolore agli arti
  • malessere generale,
  • aumento della temperatura corporea,
  • arrossamento della pelle
  • sigillo nella zona di comparsa di trombi.

A poco a poco, la malattia progredisce, il gonfiore aumenta, senza trattamento, la fase acuta passa e la malattia assume una forma cronica.

varicocele

Questa malattia colpisce gli uomini ed è caratterizzata dalla dilatazione del cordone spermatico. Il sangue speso sulla via del ritorno ristagna e diventa un ostacolo al rifornimento di sangue ai testicoli. Senza ossigeno, le funzioni sono compromesse, portando allo sviluppo di infertilità.

Manifestato da una sensazione di pesantezza nello scroto. Questo è particolarmente evidente con lo sforzo fisico e l'eccitazione. Con una leggera dilatazione della vena, la patologia può essere rilevata solo da uno specialista con esame ecografico. Nel corso del tempo, la malattia progredisce e una vena allargata può essere vista da sola. Nella terza fase, il testicolo si deforma, diminuisce di dimensioni e diventa morbido.

flebopatia

Questo termine è stato usato nel secolo scorso e ha caratterizzato la fatica nelle gambe. Ora questo concetto copre l'intero complesso di disturbi che accompagna il tono ridotto delle vene.

I pazienti non hanno segni esterni, i sintomi delle vene varicose sono assenti, ma l'elasticità dei vasi diminuisce e il deflusso del sangue diventa più difficile.

Puoi notare il problema se non ti senti bene e sei sullo sfondo di una maggiore stanchezza. Si lamentano gonfiore, crampi notturni, arrossamento e dolore alle gambe.

Insufficienza venosa

Questo disturbo ha quattro fasi di sviluppo e ognuna ha le sue caratteristiche distintive. All'inizio della formazione di violazioni di manifestazioni cliniche, di regola, non c'è o loro sono miti. Si può osservare solo un lieve gonfiore. Inoltre, mentre l'insufficienza si sviluppa, le vene si espandono, ma non ci sono cambiamenti trofici. Il terzo stadio è caratterizzato dalla protrusione dei vasi sanguigni sulla superficie della pelle, vi è un aumento della pigmentazione delle aree interessate, compaiono ulcere trofiche. Senza l'uso di droghe, questi cambiamenti non possono essere evitati.

Trattamento di patologia

È molto importante sottoporsi a un esame completo. Solo uno specialista può valutare l'entità del danno e prescrivere una terapia efficace.

È pericoloso ricorrere all'autotrattamento in caso di malattie veneree, poiché ciò aggraverebbe la situazione. Le ricette casalinghe sono consentite dopo la consultazione e la prescrizione come terapia complessa.

Considerare diversi metodi di cura delle malattie delle vene nelle gambe, che dipendono dal tipo di lesione, dalle condizioni dei vasi e dalle caratteristiche individuali dell'organismo.

Panoramica di unguenti, gel, farmaci

Il trattamento farmacologico prevede l'assunzione di anticoagulanti, il miglioramento della conduttività vascolare e la loro elasticità. L'eparina, così come gli agenti venotonici come Escuzan, Venaro e Flebodia, sono molto popolari nelle malattie delle vene.

Per prevenire la formazione di coaguli di sangue usato anticoagulante "Warfarin". È importante solo rispettare la consistenza e il dosaggio, poiché sono pericolosi effetti collaterali gravi.

Il trattamento locale è di fondamentale importanza nel trattamento delle malattie venose. Per ridurre il carico sugli arti, utilizzare bende speciali, calze e bende.

L'unguento ha un effetto diretto sulle aree colpite. Con le vene varicose, il farmaco "Troxevasin" è adatto, e al fine di rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, è anche prescritto "Curantil". Quando l'infiammazione mostra un buon effetto del tipo di pomata "Indometacina". Per le malattie delle vene sono consigliati fondi a base di ippocastano.

Con la tromboflebite, se il trattamento farmacologico non dà un risultato positivo, utilizzare un filtro kava. Questo metodo comporta l'installazione di una trappola speciale, che impedisce il movimento di un coagulo di sangue al cuore o ai polmoni.

Nei casi più gravi, ricorrere alla chirurgia. Con le vene varicose profonde, le aree della vena colpite vengono asportate e con la tromboflebite l'unica via d'uscita è rimuovere il coagulo.

Metodi domestici

Implicare l'uso di esercizi speciali che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni. Gonfiore e pesantezza vengono rimossi con compresse da erbe medicinali, e anche i bagni sono fatti per alleviare la tensione e migliorare il tono delle vene. I metodi tradizionali sono usati in combinazione con altre terapie.

prevenzione

È sempre più facile prevenire una malattia che curarla. Gli esperti raccomandano vivamente di attenersi a una serie di regole semplici ma molto efficaci. Questi includono i seguenti:

  • eliminare da lungo tempo;
  • evitare la postura con una gamba sull'altra;
  • non camminare in abiti scomodi e aderenti;
  • togli le scarpe con i tacchi dal tuo guardaroba;
  • fai auto-massaggio;
  • fare educazione fisica;
  • equilibrio riposo e lavoro;
  • evitare di visitare saune e bagni.

Per rafforzare le navi, si consiglia di prendere una doccia alla sera, e per ridurre la viscosità del sangue è necessario bere fino a 2-2,5 litri di liquidi al giorno.

In gravidanza, per proteggere le vene dal carico, alle donne incinte si consiglia l'uso di speciali maglieria a compressione.

Quando compaiono i primi sintomi o disagio, è consigliabile consultare immediatamente un flebologo per un consiglio.

http://sosudinfo.com/vessel/simptomy-i-lechenie-boleznej-ven.html

Come si sviluppano le malattie venose degli arti inferiori e perché è impossibile ritardare il trattamento

Il pericolo di tali patologie è che in assenza di un trattamento specifico, il loro decorso è aggravato e porta allo sviluppo di complicanze che influenzano non solo le condizioni generali del corpo, ma anche la vita del paziente. È possibile prevenirlo se il paziente, conoscendo i principali segni di malattia venosa alle gambe, può immediatamente contattare l'ospedale per ricevere assistenza medica.

Tipi di malattie delle vene degli arti inferiori

Esistono pochi processi correlati alla malattia nel campo della flebologia rispetto ad altre forme nosologiche.

La classificazione delle malattie delle vene degli arti inferiori comprende solo 5 punti e appare come segue:

  • Vene varicose degli arti inferiori.
  • Sindrome post-trombotica.
  • Trombosi di vene profonde nelle gambe.
  • Anomalie dello sviluppo dei vasi sanguigni nelle gambe, sia congenite che acquisite.
  • Insufficienza venosa degli arti inferiori (acuta o cronica).

Le fasi iniziali di sviluppo di queste patologie hanno sintomi simili, quindi, quando compaiono i segnali di pericolo, è necessario sottoporsi a un esame dettagliato il più presto possibile per differenziare la malattia.

Cosa può portare allo sviluppo della patologia

Uno dei principali fattori che provocano, a seguito del quale la malattia si sviluppa, gambe, vene, vasi negli arti inferiori sono deformati, è una debolezza geneticamente determinata della struttura delle pareti vascolari nel corpo.

Altri motivi per la formazione di una condizione patologica includono:

  • Eccessivo aumento di peso. Con l'obesità di qualsiasi grado, il carico sugli arti inferiori aumenta più volte, il che crea i prerequisiti per l'espansione delle sezioni indebolite delle autostrade venose.
  • Aumento della concentrazione nel corpo di estrogeni e gestagen. Sono tra gli ormoni femminili, il che spiega l'aumento della vulnerabilità della bella metà dell'umanità a questa categoria di malattie.
  • Eccessivo sforzo fisico a causa del lavoro fisico pesante o dell'allenamento per la forza.
  • L'aumento dello stress psico-emotivo, la permanenza del paziente per lungo tempo in uno stato stressante porta all'attivazione dei processi di sintesi di sostanze biologicamente attive e ad una diminuzione della resistenza del corpo a fattori esterni avversi.
  • Interruzione dell'equilibrio alimentare Mangiare cibi eccessivamente grassi, speziati e piccanti provoca un disturbo dei processi metabolici e un aumento della concentrazione nel flusso sanguigno di composti che hanno un effetto dannoso sulle pareti dei vasi sanguigni.
  • Il periodo di gestazione. In questo caso, le donne possono provocare lo sviluppo di malattie degli arti inferiori delle vene come un cambiamento nei livelli ormonali, un aumento del carico sui vasi delle gambe dovuto ad un aumento del peso fetale e una compressione dell'utero delle arterie del sangue che aumentano di dimensioni, il che porta ad una circolazione sanguigna alterata. Maggiori informazioni sulle vene varicose durante la gravidanza →


Indagando le cause dei disordini patologici nelle autostrade venose degli arti inferiori, gli esperti nella maggior parte dei casi determinano se il paziente ha un'esposizione a diversi fattori che hanno provocato il lancio di meccanismi patologici.

Qual è la base dello sviluppo delle malattie delle vene nelle gambe

La patogenesi delle vene varicose degli arti inferiori, così come altre malattie di questa categoria, si trova nella sconfitta dell'apparato valvolare vascolare. Normalmente, le valvole delle arterie venose impediscono il movimento retrogrado del sangue nel sangue.

Sotto l'influenza di fattori avversi che provocano la deformazione delle pareti delle vene, le loro valvole sono indebolite e non riescono a sopportare la pressione esercitata su di esse dal sangue. Ciò porta ad una retrazione del sangue e alla formazione del suo ristagno nelle parti periferiche degli arti inferiori.

Man mano che la malattia peggiora, l'intensità dei disturbi patologici aumenta fino a una lesione completa dell'apparato valvolare dell'apparato venoso. Ciò comporta una violazione dei processi metabolici e di scambio gassoso nelle parti inferiori delle gambe, con il risultato di una struttura tissutale disturbata nella zona interessata.

Come si manifestano le malattie

Nella maggior parte dei casi clinici di lesioni delle linee venose degli arti inferiori, la patologia iniziale è rappresentata dalle vene varicose. Pertanto, rispondendo alla domanda su come viene chiamata la malattia delle vene nelle gambe, è possibile specificare con certezza le vene varicose.

Indipendentemente dal tipo di malattia delle vene nelle gambe, i sintomi dei disturbi patologici sono identici.

Nelle fasi iniziali della formazione del processo patologico, i pazienti notano un aumento dell'affaticamento delle gambe, la formazione di edema ai piedi. Tali violazioni sono di breve durata e passano da sole dopo che una persona ha riposato.

Con il progredire della malattia, il prolungarsi della permanenza in uno stato verticale può provocare dolore alle parti inferiori delle gambe, gonfiore e vene diventano più pronunciate e si formano non solo sui piedi, ma anche su una parte della tibia.

Per eliminare la sensazione di disagio agli arti inferiori, una persona ha bisogno di più tempo e fatica - dando una posizione elevata alle gambe, bagni freschi per i piedi.

Quando lo stato patologico passa nello stadio di sviluppo subcompensato, l'intensità dei disturbi funzionali dei vasi sanguigni aumenta - aree di piccoli vasi sanguigni anormalmente dilatati (venule e arteriole) appaiono sulla pelle.

Le teleangiectasie, meglio conosciute come vene varicose o asterischi, si trovano principalmente sulla superficie interna della coscia o nella regione poplitea.

Abbastanza spesso, i pazienti non prestano abbastanza attenzione a questo sintomo, percependo l'aspetto delle teleangiectasie non come i primi segni delle vene varicose degli arti inferiori, ma puramente come un difetto estetico.

Nella fase di sottocompensazione dello sviluppo del processo patogenetico, i sintomi specifici sono completati dall'insorgenza dei muscoli del polpaccio durante la notte.

Se in questa fase, quando la malattia delle vene sulle gambe si manifesta chiaramente, non vi è alcun trattamento, il trofismo dei tessuti delle parti periferiche degli arti inferiori (terzo inferiore della gamba) viene disturbato - la pelle diventa eccessivamente secca, flaccida.

Successivamente, l'eczema si forma prima sulla loro superficie e successivamente si formano le ulcerazioni. A seconda del grado di violazione del tessuto trofico, le ulcere sono in grado di stringere o non guarire.

Nello stadio subcompensato dello sviluppo delle malattie venose, si verifica una violazione delle proprietà reologiche del sangue - diventa più viscoso, causando una tendenza all'aumento della trombosi. I cambiamenti nei parametri del sangue del laboratorio sono anche definiti come sintomi delle vene varicose degli arti inferiori.

Se un paziente in questa fase di sviluppo ha vene varicose degli arti inferiori, ma il trattamento non viene eseguito, termina con la transizione dello stato patologico allo stadio di scompenso, quando si formano complicazioni estremamente gravi - tromboflebiti, trombosi, danni ai tessuti degli arti inferiori fino alla necrosi. Possono essere eliminati solo attraverso metodi operativi di trattamento.

Il successo del trattamento delle malattie delle vene nelle gambe dipende direttamente da quale fase dello sviluppo del processo patologico il paziente ha richiesto cure specialistiche in un istituto medico.

Misure diagnostiche

Quando si tratta una persona con segni che indicano le vene varicose degli arti inferiori, la storia medica (anamnesi) è di fondamentale importanza.

Dopo un esame esterno, raccolta dell'anamnesi e determinazione dei disturbi caratteristici, il flebologo prescrive un esame dettagliato:

  • esami del sangue clinici e biochimici;
  • esame ecografico delle autostrade venose delle gambe con ecografia Doppler;
  • L'angiografia è un metodo a raggi X per l'esame di un letto vascolare con introduzione preliminare di un mezzo di contrasto. Questo metodo di esame viene utilizzato per la diagnosi differenziale della malattia delle vene delle gambe interne.

In alcuni casi clinici, il medico curante può ordinare ulteriori consultazioni da parte di professionisti affini. Avendo a disposizione tutti i dati diagnostici necessari, il flebologo può decidere l'organizzazione di un trattamento adeguato delle vene varicose degli arti inferiori.

Questo principio si applica anche ad altre malattie che portano a disturbi strutturali delle arterie venose e si formano come complicanze delle vene varicose degli arti inferiori - tromboflebiti, trombosi, insufficienza venosa cronica.

Eventi medici

Nell'affrontare i problemi dell'eliminazione dei disturbi patologici delle vene, manifestati nella deformazione delle loro pareti, della lesione dell'apparato valvolare e della formazione di ristagno nelle parti periferiche degli arti inferiori, viene utilizzato un approccio integrato. Gli standard per il trattamento delle vene varicose degli arti inferiori comprendono le seguenti misure:

  • Per aumentare l'elasticità delle pareti dei vasi venosi nel sito della lesione, eliminare il dolore, fornire effetti anti-infiammatori ed eliminare l'edema, è indicata l'applicazione locale di farmaci appartenenti al gruppo farmaceutico di venotonics. Sono prodotti sotto forma di unguenti, gel, linimenti e possono essere di origine sia sintetica che vegetale. Indipendentemente dal tipo di farmaco scelto (gel di Lioton, Troxevasin o unguento eparina e altri), il risultato ottenuto è lo stesso in tutti i casi.
  • Per potenziare l'effetto terapeutico dell'applicazione topica della venotonica, i farmaci di questo gruppo sono anche prescritti per uso interno sotto forma di compresse o sciroppi, gocce (Detralex, Doppelgerts, Venoruton e altri). La scelta del farmaco, lo schema e la durata del trattamento sono determinati dal medico.
  • Per la correzione delle proprietà reologiche del sangue, i flebologi prescrivono farmaci, il cui ingrediente attivo è l'aspirina (Aspirina Cardio, Cardiomagnile e altri).
  • L'uso di metodi di terapia fisica per la correzione dei disturbi patologici nelle gambe può migliorare il tono sia delle pareti vascolari che delle fibre muscolari che circondano le linee venose nelle aree colpite degli arti inferiori.
  • L'indurimento quotidiano dei vasi delle gambe sotto forma di doccia a contrasto o bagni di contrasto consente di migliorare l'effetto terapeutico della terapia farmacologica.
  • Per consolidare il risultato e prevenire l'esacerbazione dei disturbi patologici delle pareti venose, viene mostrato l'uso di calze compressive, che esercita la necessaria pressione su varie parti degli arti inferiori, rimuovendo così parte del carico sperimentato dalle vene delle gambe indebolite.
  • Per eliminare le aree colpite delle autostrade venose degli arti inferiori nello stadio di sviluppo del processo patologico subcompensato, vengono utilizzati con successo tali metodi di trattamento come la scleroterapia e la correzione laser.
  • Con lo sviluppo di gravi complicanze (tromboflebiti, trombosi), è possibile correggere la condizione patologica solo con una rapida rimozione dell'intera vena interessata.

Con il trattamento precoce del paziente, la durata del trattamento delle deformità vascolari è significativamente ridotta.

Misure preventive

La prevenzione delle vene varicose degli arti inferiori e di altri disordini patologici appartenenti a questa categoria è conforme alle seguenti raccomandazioni:

  • L'applicazione del massimo sforzo per ridurre il peso corporeo in presenza di una storia di obesità.
  • L'equilibrio tra lavoro e riposo, l'assegnazione di tempo sufficiente per dormire la notte.
  • Introduzione alla pratica dell'attività fisica ricreativa (ciclismo, passeggiate, palestre in visita o palazzetti dello sport). La principale condizione per questo è che gli esercizi fisici dovrebbero essere condotti, almeno nelle fasi iniziali, sotto la guida di un istruttore esperto al fine di prevenire il sovraccarico del letto vascolare.
  • L'uso della biancheria intima a compressione terapeutica È corretto selezionare una maglieria da uno specialista qualificato.
  • Sviluppo di una dieta equilibrata, la massima restrizione dell'uso di prodotti nocivi.
  • Sbarazzarsi di dipendenze, abuso di alcool, fumo.
  • Ridurre i livelli di stress nella vita di tutti i giorni.

Un'attenta attenzione a qualsiasi manifestazione di disturbi patologici incipienti nel corpo e l'accesso tempestivo a specialisti medici consentono di evitare gravi complicazioni che possono portare alla disabilità del paziente.

http://xvarikoz.ru/bolezni/patologii-ven-nizhnix-konechnostej.html

Quali sono le malattie delle vene nelle gambe?

Una delle patologie più comuni del sistema vascolare del corpo, che si trovano in uomini e donne di diverse età, sono varie malattie delle vene nelle gambe. Queste malattie includono condizioni in cui il tono venoso è disturbato e le valvole responsabili della correttezza del flusso di sangue sono deformate.

Il sistema circolatorio nel corpo umano è una struttura speciale attraverso la quale viene erogato sangue ricco di ossigeno a tutti gli organi e tessuti. Per una serie di ragioni, si verificano tutti i tipi di disturbi, che vengono successivamente trasformati in malattie delle vene. I loro sintomi più spesso si possono trovare sugli arti inferiori, tuttavia, ci sono alcuni tra loro, le cui manifestazioni sono rilevate in varie parti del corpo.

Il muscolo cardiaco sta spingendo il plasma attraverso le sue contrazioni. In questa direzione, il sangue scorre più spesso senza intoppi grazie alla forza e alla potenza delle valvole cardiache.

Il viaggio di ritorno dopo aver svolto le sue funzioni di trasporto a volte diventa difficile. La ragione di questo è cattive abitudini, mantenendo uno stile di vita malsano, attività professionali, vari fattori ereditari che contribuiscono alla formazione di placche di colesterolo, che porta ad un restringimento del lume del canale, a causa del quale il sangue non può pulsare liberamente. Tuttavia, si accumula in un grande volume, che porta alla formazione di coaguli di sangue. E questo aggrava notevolmente la situazione.

Queste circostanze sono aggravate per il motivo che il plasma si muove in una direzione con l'aiuto delle contrazioni del cuore, e i seguenti meccanismi sono usati per restituirlo:

  1. Una rete di vasi sanguigni plantari che, sotto l'influenza della pressione dal terreno, spingono il plasma verso l'alto;
  2. Valvole speciali, che sono elementi anatomici, mentre riducono la spinta del plasma verso l'alto;
  3. Tessuto muscolare che contribuisce alla contrazione e funge da pompa.

Nei casi in cui vi è una perdita di funzionalità di uno di questi elementi strutturali, varie patologie iniziano a svilupparsi.

Cosa in questo articolo:

Classificazione delle malattie delle vene delle gambe

Ogni malfunzionamento nel sistema circolatorio è pericoloso per l'uomo e può portare a gravi complicazioni e, in alcuni casi, alla morte.

È meglio preparare in anticipo possibili problemi, quindi è molto importante sapere come identificare il disturbo in modo che le complicanze siano minime. Ogni malattia delle vene delle gambe ha i suoi segni e richiede un trattamento adeguato.

Tra le malattie più comuni dei vasi degli arti inferiori sono i seguenti:

  • Vene varicose;
  • flebiti;
  • tromboflebite;
  • trombosi;
  • tromboembolismo;
  • Insufficienza venosa cronica;
  • Ulcere trofiche.

Vene varicose

Una delle patologie delle pareti venose è l'espansione varicosa. A causa del fatto che vi è una violazione del flusso sanguigno, le pareti dei vasi sanguigni diventano più sottili e allargate.

Le principali cause di accadimento includono fattori genetici, presenza di eccesso di peso, sovraffollamento costante, stile di vita sedentario, gravidanza, cattive abitudini e farmaci ormonali.

Durante il cammino e al mattino i sintomi diventano meno evidenti, ma la malattia si sviluppa e con il passare del tempo i segni diventano sempre più numerosi. Ci sono dolore, febbre, crampi. La formazione di telangiectasia si verifica.

I primi sintomi che indicano vene varicose esterne o interne sono:

  1. La comparsa di edema, che aumenta significativamente la sera;
  2. La sensazione di disagio nei polpacci e la sensazione di diffonderli.

Nelle fasi 3 e 4, la malattia viene trattata solo con l'aiuto di metodi chirurgici.

La scleroterapia è prescritta, in cui la nave viene aperta con una preparazione speciale, terapia laser o flebectomia classica - esclusione o rimozione completa della zona interessata.

flebite

Quando l'infiammazione si verifica nelle pareti dei vasi sanguigni, possiamo parlare dello sviluppo della flebite. Il più delle volte è una conseguenza della dilatazione varicosa.

La comparsa di infiammazione porta a un alterato flusso sanguigno e al verificarsi di coaguli di sangue. Se non vengono prese misure tempestive di trattamento, allora la flebite si trasforma in una malattia più pericolosa: la tromboflebite.

Complicazioni di varicosi o infiammazioni purulente, ustioni chimiche e la presenza di infezioni da streptococco nel corpo possono contribuire alla comparsa di patologie. La flebite può manifestarsi sia in forma acuta che cronica, per poi attenuarsi e spostarsi in uno stadio di remissione, quindi bruscamente esacerbata.

  • Sindrome del dolore;
  • Arrossamento della pelle;
  • Aumento della temperatura;
  • Debolezza generale;
  • Gonfiore.

Al fine di prevenire la progressione della malattia, si raccomanda di trattare tempestivamente varie lesioni e processi infiammatori.

tromboflebite

Questa patologia è una delle complicanze delle vene superficiali varicose, che si manifesta con lo sviluppo del processo infiammatorio sulle loro pareti e la formazione di coaguli di sangue. Il posto più comune per individuarli è le gambe.

I fattori che possono influenzare l'ispessimento del plasma e la formazione di coaguli di sangue comprendono sovrappeso, gravidanza durante una donna, varie lesioni, ridotta attività fisica e disturbi metabolici, in particolare il diabete.

Spesso, il decorso della malattia è accompagnato da una febbre molto rapida e da un dolore piuttosto intenso. Appaiono il gonfiore e l'arrossamento della pelle nelle aree interessate.

  1. La sensazione di dolore, che aumenta costantemente e non passa nemmeno a riposo;
  2. Sensazione di debolezza, malessere generale;
  3. La comparsa di rossore e foche;
  4. Debolezza e sensazione di freddo nelle dita e talvolta nei polpacci;
  5. Forse un leggero zoppicare quando si cammina.

Di solito il periodo acuto della malattia dura da 10 giorni a un mese, poi la patologia diventa cronica.

trombosi

La trombosi si sviluppa come conseguenza del danneggiamento della superficie interna della parete venosa dei vasi profondi. Tra i fattori che portano alla patologia vi sono la presenza di infezioni nel corpo, vari tipi di danni e reazioni allergiche.

Se un paziente ha un'alta coagulazione del sangue, il rischio di trombosi aumenta in modo significativo. Inoltre, la causa dell'evento può essere uno stile di vita sedentario e la mancanza di esercizio fisico, che porta alla formazione di ristagno negli arti inferiori.

Tra le principali cause di blocco, si può distinguere un maggiore livello di viscosità del plasma, che può essere una conseguenza della mancanza di fluido nel corpo, una violazione del metabolismo o l'effetto di un tumore maligno. La trombosi può contribuire alla stasi del sangue durante l'ipodynamia, la tromboflebite e l'eritmia. Un ruolo importante nello sviluppo della trombosi è svolto da un fattore ereditario e dalla presenza di microrganismi infettivi nel corpo, sovrappeso e diabete.

Nelle prime fasi i sintomi sono quasi invisibili, ma nel tempo ci sono sempre più segni di trombosi, tra cui i più comuni sono:

  • L'aspetto delle vene dei ragni;
  • Scolorimento della pelle degli arti;
  • La comparsa di convulsioni, che si manifestano più spesso di notte;
  • Dolore all'anca, alla gamba e al piede, che si attenua quando l'arto è orizzontale;
  • Aumento della temperatura

Per lo stadio acuto, l'arresto completo o parziale del flusso sanguigno è caratteristico. Allo stesso tempo, i fianchi e le gambe aumentano di dimensioni, le vene safene si espandono, si verifica cianosi.

Il paziente ha una febbre significativa e acuta.

tromboembolia

Se un paziente ha un disturbo del flusso sanguigno associato alla formazione di coaguli, possiamo parlare dello sviluppo del tromboembolismo. Il tromboembolismo è caratterizzato dalla comparsa di coaguli di sangue che interferiscono con il normale funzionamento del sistema circolatorio.

La malattia è caratterizzata dalla comparsa di gravi conseguenze, tra le quali lo sviluppo della cancrena è pericoloso. In questo caso, la gamba dovrà essere amputata.

Tra i principali sintomi emettono:

  1. Dolore e gonfiore pronunciato;
  2. Pigmentazione e decolorazione della pelle;
  3. Aumento delle vene nelle dimensioni.

Insufficienza venosa cronica

La malattia consiste in quattro fasi, durante le quali si sviluppa un'insufficienza venosa cronica. Il primo stadio non ha quasi sintomi, tranne che per lieve gonfiore alle gambe. Al secondo stadio, il paziente ha un aumento e un'espansione delle vene. Per il terzo stadio è caratterizzato da un cambiamento e pigmentazione della pelle, diventano vasi visibili sulla sua superficie. Il quarto stadio è associato allo sviluppo di cambiamenti trofici sulla pelle delle gambe.

Tra le ragioni che contribuiscono allo sviluppo dell'insufficienza venosa cronica, l'ipertensione, la flebite e i processi infiammatori sono notati negli esseri umani.

La terapia viene effettuata con l'aiuto di metodi conservativi, che includono speciali esercizi terapeutici, l'uso di pillole e l'uso di unguenti, l'uso di pesi speciali.

In alcuni casi, viene utilizzato un intervento chirurgico.

Ulcere trofiche

Ulcere trofiche si verificano a causa di disturbi circolatori.

I processi stagnanti provocano l'inizio del processo infiammatorio. La pelle subisce pigmentazione e tessuto sottocutaneo - compattazione.

All'inizio si sviluppa l'eczema che si trasforma in ulcera trofica.

La sintomatologia di un'ulcera trofica include i seguenti segni:

  • Dolori molto gravi;
  • Crampi frequenti che sono più intensi durante la notte;
  • Prurito e grave gonfiore delle gambe;
  • brividi;
  • Aumento della temperatura nella zona ulcerata;
  • Esfoliazione dell'epidermide e grave pigmentazione della pelle;
  • Escrezione di ulcere;
  • Formazione di scabbia

L'emergere di una malattia così grave e pericolosa può causare malattie come il diabete, varie patologie cutanee, ipertensione, processi aterosclerotici alle gambe, lesioni meccaniche e chimiche, circolazione sanguigna impropria.

Quindi, ci sono un gran numero di malattie delle navi degli arti inferiori. Hanno sintomi simili, quindi è impossibile impegnarsi in autodiagnosi e trattamento in ogni caso. Ogni persona, avendo scoperto i primi problemi con la circolazione del sangue, dovrebbe cercare l'aiuto di un medico qualificato. Come misura preventiva, si consiglia di rinunciare a cattive abitudini, mangiare bene e condurre uno stile di vita sano.

I sintomi delle malattie venose sulle gambe sono descritti nel video in questo articolo.

http://varikoz.com/informaciya/bolezni-ven-na-nogah-simptomy.html

Classificazione, sintomi e trattamento delle malattie venose delle gambe

Quando menzionano le malattie delle vene degli arti inferiori, di solito indicano le vene varicose. Tuttavia, l'elenco dei processi patologici associati alle vene delle gambe è molto più ampio. Include molte malattie, anche più pericolose, come, ad esempio, la tromboflebite. Sulle cause delle malattie del sistema venoso e delle patologie più comuni, parleremo in questo articolo.

Vene varicose

Le vene varicose sono una patologia delle pareti venose. Con le vene varicose, le pareti delle vene diventano più sottili e si espandono a causa di alterazioni del flusso sanguigno. La malattia è associata a una riduzione del tono della parete venosa e dell'insufficienza valvolare. Il deflusso venoso è difficile, il lume nelle vene aumenta. Le valvole sono soggette a deformazione, le loro pareti diventano più spesse e più corte. Il più delle volte le vene varicose colpiscono gli arti inferiori.

  • fattore genetico;
  • eccesso di peso corporeo;
  • sovraffollamento costante delle gambe durante una lunga permanenza in posizione eretta;
  • mancanza di attività fisica, stile di vita sedentario;
  • la gravidanza;
  • disturbi ormonali;
  • cattive abitudini (alcol, fumo, droghe);
  • farmaci ormonali.

I primi segni della malattia includono i seguenti sintomi:

  • gonfiore alle gambe, peggio di sera;
  • pesantezza agli arti inferiori;
  • sensazione di scoppiare nei polpacci.

Quando si cammina e più vicino al mattino, i sintomi diventano meno pronunciati. Tuttavia, la malattia progredisce e gradualmente i sintomi diventano più: c'è dolore, febbre agli arti inferiori, convulsioni. Sulla pelle si formano telangiectasie.

Un flebologo esamina il paziente e prescrive misure diagnostiche, tra cui la scansione duplex e la venografia a contrasto. Le tattiche terapeutiche dipendono dalle condizioni generali del paziente e dallo stadio della malattia. Droghe usate, medicina tradizionale, fisioterapia, uso della biancheria intima da compressione e metodi chirurgici.

Il trattamento farmacologico prevede l'uso di farmaci che rafforzano le pareti vascolari e l'assottigliamento del sangue (flebotonica, anticoagulanti, farmaci antinfiammatori venotonici, non steroidei). Vengono utilizzati anche preparati locali (unguenti).

Negli stadi 3 e 4 della malattia, l'unico trattamento efficace è la chirurgia. I pazienti sono assegnati a:

  • scleroterapia (la vena patologicamente cambiata viene assorbita con l'aiuto di una preparazione speciale);
  • terapia laser (spegnendo una vena malata dal flusso sanguigno);
  • flebectomia classica (rimozione della vena in anestesia generale).

flebite

Questa malattia è un processo infiammatorio delle pareti delle vene. Di solito la flebite è una conseguenza dell'espansione varicosa degli arti inferiori. L'infiammazione interrompe il flusso sanguigno e causa coaguli di sangue. Successivamente, la flebite sfocia in una malattia più pericolosa: la tromboflebite.

La flebite può innescare i seguenti fattori:

  • complicazione delle vene varicose;
  • complicanze di ascesso;
  • bruciature chimiche della pelle;
  • streptococco.

Il punto di partenza nello sviluppo della malattia può fungere da fattore umano (scleroterapia non riuscita). Sintomi della malattia:

  • sindrome del dolore;
  • arrossamento della pelle;
  • aumento della temperatura;
  • debolezza generale;
  • gonfiore.

Nella forma cronica di flebite, i sintomi appaiono meno intensamente. La malattia si attenua, va in remissione, quindi bruscamente aggravata.

La terapia della flebite consiste nell'uso complesso di metodi conservativi. Se la malattia è localizzata solo sulle vene superficiali, l'ospedalizzazione non viene eseguita. In tutti gli altri casi, il paziente è ricoverato in ospedale.

Le gambe del paziente dovrebbero essere a riposo e in qualche elevazione. Il medico prescrive farmaci che rafforzano le pareti delle vene e riducono la densità del sangue. Inoltre, il trattamento ha lo scopo di eliminare l'infiammazione. Quando l'irritazione si riduce a nulla, il paziente inizia a indossare indumenti a compressione e bendare le gambe con una benda elastica. La prevenzione della flebite consiste nel trattamento tempestivo delle malattie pustolose, delle lesioni e dei processi infiammatori.

Fai attenzione! Il trattamento delle malattie delle vene degli arti inferiori deve essere complesso. Non è sufficiente prendere medicine. Una delle direzioni della terapia è una dieta rigorosa. Uno degli obiettivi della dieta - la lotta contro l'eccesso di peso. Inoltre, una corretta alimentazione dovrebbe aiutare a ridurre il colesterolo nel sangue.

tromboflebite

Questa malattia è una complicazione delle vene varicose superficiali. Per l'infiammazione delle pareti delle vene e la formazione di trombi è caratteristica della trombosi. Si ritiene che ogni quarta persona sia considerata un gruppo a rischio con la possibilità di ottenere tromboflebiti. Il sito più comune di localizzazione della malattia è gli arti inferiori (dal fondo delle natiche alla parte inferiore della tibia).

Fattori che possono causare coaguli di sangue e coaguli di sangue:

  • eccesso di peso corporeo;
  • la gravidanza;
  • traumi;
  • infezione virale respiratoria acuta;
  • fattore genetico;
  • bassa attività motoria;
  • diabete;
  • surriscaldamento.

La tromboflebite è solitamente preceduta dalle seguenti patologie:

  • processo infiammatorio sulla parete venosa (flebite);
  • eccessiva coagulazione del sangue;
  • flusso sanguigno disturbato.
  • dolore nella zona delle vene (il dolore diventa gradualmente più intenso e non cessante anche a riposo);
  • malessere generale;
  • alta temperatura corporea;
  • arrossamento della pelle;
  • aree della pelle tese;
  • debolezza degli arti inferiori;
  • sentirsi freddo nelle dita dei piedi;
  • zoppicare quando si cammina.

Spesso la malattia è estremamente aggressiva, accompagnata da un rapido aumento della temperatura e da forti dolori nelle vene. Il gonfiore aumenta gradualmente e la pelle delle zone interessate si arrossa. La temperatura può salire a 38 gradi. Di norma, la fase acuta della tromboflebite dura per 10-30 giorni. Dopo questo, la malattia si trasforma in una forma cronica.

La diagnosi inizia con l'esame del paziente. Un medico con la palpazione delle vene determina le aree dolorose e la natura dei cambiamenti patologici nella pelle. Per confermare la diagnosi preliminare viene assegnato un esame del sangue per la coagulazione. Vengono anche eseguite la scansione triplex e la venografia radiopaca.

Le misure terapeutiche per la tromboflebite sono divise in 2 gruppi:

Il trattamento con metodi conservativi viene eseguito su base ambulatoriale nel caso in cui un coagulo di sangue non sia andato oltre i limiti della tibia. Se la malattia è causata da un trauma della parete venosa, applicare anticoagulanti o compresse di alcol. I farmaci anti-infiammatori sono usati per eliminare il dolore.

Nel trattamento della tromboflebite, vengono utilizzati questi gruppi di farmaci:

  • flebotonica (Detraleks, Venosmin);
  • angioprotectors (derivati ​​di rutina);
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei (Sinmeton, Diclofenac, Meloxicam);
  • anticoagulanti (Warfarin, Sinkumar).

La chirurgia è indicata nei casi in cui la malattia si è diffusa nelle vene profonde, oltre al rischio di complicanze.

Il trattamento chirurgico della tromboflebite comprende:

  • legatura di vasi patologici;
  • trombectomia (rimozione di un coagulo di sangue);
  • Flebectomia (rimozione delle vene colpite).
al contenuto ↑

trombosi

Questa malattia si sviluppa come conseguenza di una violazione della superficie interna della parete venosa delle vene profonde. I fattori che possono portare alla trombosi includono infezioni, danni chimici o meccanici e una reazione allergica.

Il rischio di trombosi aumenta anche con un'alta coagulazione del sangue e una diminuzione della velocità del flusso sanguigno. Un altro prerequisito per lo sviluppo della malattia è la stagnazione nelle vene degli arti inferiori a causa della bassa attività fisica o di una lunga permanenza sulle gambe.

Fai attenzione! L'ipodinia è un importante fattore che porta alla trombosi. Esistono anche termini non scientifici, ma comuni, come "thrombophlebitis televisiva" (seduta prolungata vicino alla TV) e "sindrome della classe economica" (voli prolungati in un sedile scomodo su un aereo). " Quando una persona è in una postura seduta con le gambe piegate per molte ore, il sangue ristagna nelle vene profonde, che provoca lo sviluppo di patologie.

Il rischio di trombosi è il seguente:

  1. Nella parte inferiore della gamba (sotto il ginocchio) un trombo non è pericoloso come nella parte superiore dell'arto. Più alto è il coagulo di sangue, più ampia è la vena, e quindi aumenta il pericolo di lacerare questo coagulo di sangue.
  2. Se un coagulo di sangue entra nel cuore o nei polmoni, ostruisce il flusso sanguigno in loro. C'è un tromboembolismo, che porta a una grave mancanza di respiro, arresto cardiaco e persino morte.
  3. Un coagulo di sangue che è entrato nelle arterie del cervello provoca un ictus.

Cause di occlusione vascolare:

  • aumento della viscosità del sangue a causa della mancanza di liquidi nel corpo, nonché a causa di disturbi metabolici o dell'impatto di un tumore maligno;
  • stasi del sangue nelle gambe, derivanti da ipodynamia, vene varicose o malattie infiammatorie;
  • patologia dell'apparato circolatorio (tromboflebiti, eritremia);
  • fattore genetico;
  • malattie infettive (sepsi, allergie);
  • infiammazione dei polmoni;
  • peso corporeo eccessivo;
  • diabete mellito.

Nella fase iniziale, i sintomi della malattia sono generalmente lievi. Tuttavia, nel tempo, ci sono più segni di trombosi, tra cui:

  • gonfiore degli arti inferiori;
  • formazioni sotto forma di vene varicose;
  • decolorazione della pelle sulle gambe;
  • crampi, particolarmente preoccupanti di notte;
  • sindrome del dolore nell'area della coscia, della tibia e del piede (il dolore si attenua quando l'arto è orizzontale);
  • insufficienza venosa;
  • temperatura elevata

Nella fase acuta, la trombosi procede rapidamente:

  • il deflusso venoso si ferma completamente o parzialmente;
  • fianchi e gambe aumentano di dimensioni;
  • le vene safene si espandono significativamente;
  • si verifica cianosi;
  • La temperatura sale a 38 gradi.

Se la malattia è asintomatica, il paziente soffre di trombosi, è possibile indovinare dal distinto collaterale venoso nell'addome inferiore, nella parte inferiore della gamba e nella coscia.

In base ai risultati dell'esame e dei campioni del cablaggio con una benda elastica, il flebologo determina le condizioni del paziente. La flebografia, la scansione fronte-retro, l'ecografia delle vene, la reovasografia degli arti inferiori vengono assegnate come misure diagnostiche.

La scelta del trattamento dipende dallo stadio della malattia, dalla salute generale del paziente, dalla localizzazione della patologia. Il compito principale è quello di evitare la diffusione della trombosi, nonché di prevenire l'embolia polmonare (cioè il blocco delle arterie dei polmoni).

Il trattamento è effettuato solo in un ospedale. Al paziente viene prescritto un rigoroso riposo a letto e farmaci, compresi anticoagulanti, farmaci trombolitici e fibrinolitici, nonché disaggregati. L'operazione viene eseguita in caso di pericolo per la vita del paziente.

Metodi di trattamento per trombosi venosa profonda:

  1. Terapia farmacologica L'assunzione di farmaci riduce l'attività dei sintomi e normalizza il flusso sanguigno. L'azione dei coagulanti (Coumadin, Eparina, Warfarin) ha lo scopo di ridurre la densità del sangue e prevenire la trombosi nei vasi e nelle vene delle gambe, oltre a ridurre l'edema. I farmaci trombolitici (tripsina, chimotripsina) eliminano i coaguli di sangue. La flebotonica contrasta la stasi ematica negli arti e migliora il tono vascolare (Detralex, Venosmina). I farmaci antinfiammatori non steroidei hanno lo scopo di eliminare il dolore e ridurre il gonfiore alle gambe (Diclofenac, Indometacina).
  2. Trattamento chirurgico L'operazione è indicata quando c'è il rischio di un coagulo di sangue o di tromboflebite. Vengono utilizzate tecniche come i filtri cava, la chirurgia Troyanova-Trendelenburg e la trombectomia. L'intervento chirurgico è controindicato nella fase di esacerbazione della malattia e in alcune patologie cardiovascolari.
  3. Mezzi di medicina tradizionale. La terapia tradizionale agisce solo come uno strumento ausiliario per facilitare il decorso della malattia. Tinture a base di erbe e vassoi sono utilizzati per immergere i piedi a base di ortica, ippocastano, camomilla farmacia.

A seconda dello stato di salute del paziente, il medico può raccomandare un esercizio moderato, inclusi esercizi a piedi ed esercizi terapeutici. Dalla vita del paziente dovrebbero essere completamente escluse le attività con un carico elevato sui piedi, così come le procedure termiche (sauna, bagno, vasche idromassaggio).

Ulcere trofiche

I disturbi della circolazione sanguigna portano alla formazione di ulcere trofiche. Il ristagno del sangue venoso provoca l'inizio del processo infiammatorio. La pelle subisce pigmentazione e tessuto sottocutaneo - compattazione. All'inizio si sviluppa l'eczema che si trasforma in ulcera trofica.

La sintomatologia di un'ulcera trofica include i seguenti segni:

  • potente sindrome del dolore;
  • convulsioni peggiori durante la notte;
  • gonfiore delle gambe;
  • forte prurito;
  • brividi;
  • aumento della temperatura nella zona ulcerata;
  • distacco dell'epidermide;
  • pelle dall'aspetto bluastro a causa di vasi traslucidi;
  • maggiore pigmentazione della pelle;
  • ulcerazione dell'essudato;
  • crosta (nelle fasi avanzate della malattia).

Malattie e condizioni che causano l'insorgenza di ulcere:

  • diabete;
  • patologie cutanee;
  • ipertensione;
  • processi aterosclerotici alle gambe;
  • ustioni chimiche della pelle;
  • traumi;
  • circolazione sanguigna anormale.

Terapia dell'ulcera trofica comprende:

  • diminuzione della pressione venosa;
  • indossare biancheria intima da compressione (il grado di compressione è determinato dal medico, ma di solito è necessario utilizzare la terza classe di compressione);
  • assunzione di antidolorifici e farmaci antibatterici;
  • trattamento dell'insufficienza venosa, assunzione di antistaminici, antibiotici e fleboprotettori;
  • chirurgia (fino all'innesto cutaneo).

Prima di decidere sulla strategia di trattamento, il medico prescrive un esame del paziente. Ultrasuoni, esami generali e studi clinici sono effettuati a scopo diagnostico. Sulla base dei risultati del test, il medico può riferirti a terapia endovenosa, laser o di infusione. Viene anche usata l'elettromiostimolazione.

Un'ulcera trofica non è una malattia il cui trattamento può essere trascurato. Le fasi avanzate della malattia portano allo sviluppo di erisipela, eczema microbico, elefantiasi, sepsi e persino la morte.

Insufficienza venosa cronica

La malattia è classificata in quattro fasi durante le quali si sviluppa un'insufficienza venosa cronica:

  1. Al primo stadio, la malattia è quasi asintomatica. L'unico sintomo è un lieve gonfiore delle gambe.
  2. Il secondo stadio è caratterizzato da vene dilatate. Tuttavia, i cambiamenti trofici non sono stati osservati.
  3. Nella terza fase, la superficie della pelle cambia: le vene diventano visibili sulla superficie delle gambe. Gravi macchie pigmentate compaiono sulla pelle degli arti inferiori.
  4. Il quarto stadio è associato allo sviluppo di cambiamenti trofici sulla pelle delle gambe.

L'insufficienza venosa cronica è causata da fattori quali:

  • ipertensione arteriosa nelle vene;
  • flebiti;
  • processi infiammatori.

La malattia viene trattata con metodi conservativi (medicinali, ginnastica medica, biancheria intima snellente), nonché con l'aiuto di operazioni chirurgiche.

Il trattamento farmacologico prevede l'uso dei seguenti gruppi di farmaci:

  • flebotonica (Ginkor Fort, Detralex);
  • farmaci antistaminici (clemastina);
  • farmaci anti-infiammatori (Diclofenac);
  • antiossidanti (Emoxipina).

Per prevenire la diffusione del processo infettivo in tutto il corpo, ai pazienti viene prescritto un trattamento con antibiotici e farmaci antibatterici. Tali farmaci come Lioton, unguento eparinico, Venobene mirano ad eliminare il dolore.

I metodi di trattamento chirurgico possono includere tali tecniche:

  1. Scleroterapia. Questo metodo è il meno traumatico e ha un effetto cosmetico evidente. L'operazione viene eseguita in anestesia locale e consiste nell'introduzione nella vena di uno speciale dispositivo ad ago - lo sclerosante, attraverso il quale la soluzione terapeutica entra nel corpo. Dopo l'introduzione della soluzione, il flusso sanguigno attraverso la vena viene bloccato e la vena si dissolve gradualmente. Con ciò è possibile liberarsi da una vena patologica.
  2. Laser terapia. Inoltre, le vene patologicamente dilatate vengono rimosse con un laser. Come il metodo precedente, la terapia laser è minimamente invasiva, non lascia cicatrici sul corpo e non richiede l'anestesia generale. Il metodo si basa sul sigillamento della vena con un laser. Di conseguenza, la vena interessata viene disattivata dal flusso sanguigno generale, che viene inviato alle aree sane della gamba.
  3. Flebectomia classica. La chirurgia tradizionale viene eseguita in anestesia generale, è piuttosto complicata e traumatica. L'essenza dell'operazione è quella di rimuovere una vena malata dalla gamba.

tromboembolia

Questa malattia è causata da un alterato flusso di sangue attraverso le vene o arterie a causa della formazione di coaguli e eccessiva coagulazione del sangue. I coaguli sanguigni risultanti interferiscono con il normale funzionamento del sistema circolatorio. Di solito si verificano coaguli di sangue negli arti inferiori.

  • sindrome del dolore;
  • gonfiore;
  • decolorazione della pelle sulle gambe;
  • gonfiore delle vene.

Il trattamento viene effettuato da farmaci trombolitici, così come anticoagulanti e antispastici. Per salvare il paziente dal dolore, il medico può prescrivere Papaverina, Novocaina o Silo. Se la terapia farmacologica non funziona, sono indicati trombectomia o embolectomia. Una delle complicazioni pericolose del tromboembolismo è la cancrena. In questo caso, la gamba dovrà essere amputata.

In ogni caso, è impossibile impegnarsi nell'autodiagnosi e nel trattamento di eventuali malattie degli arti inferiori. Se trovi il primo sospetto di problemi con la circolazione del sangue nelle gambe, dovresti consultare immediatamente un medico.

http://vseonogah.ru/zabolevaniya-sosudov/varikoz/zabolevaniya-ven-nizhnix-konechnostej.html

Altri Articoli Su Vene Varicose